La voce della notte, di Manuela Floris

La notte è padrona della strada

Le gocce percorrono i vetri

Sono tutte eguali eppure diverse,

solo le luci della città viaggiano

sul soffitto.

Sono un’ombra e percorro le vie,

con un grido nel cuore ti chiamo

con l’anima,ma tu non rispondi.

Piango,invocando il tuo nome

Ma l’accorato mio grido non ti giunge.

Asciugo le mie lacrime

Che si uniscono alla pioggia.

Grido disperata…

Ma che te chiammo  a fa’?…

Di Manuela Floris 

Diritti riservati all’ autrice