𝗚𝗶𝗼𝗿𝗻𝗮𝘁𝗮 𝗺𝗼𝗻𝗱𝗶𝗮𝗹𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗲 𝘃𝗶𝘁𝘁𝗶𝗺𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝘀𝘁𝗿𝗮𝗱𝗮.

Oggi 20 novembre nella giornata mondiale delle vittime della strada vorrei parlare degli incidenti causati dai cani abbandonati in balia del proprio crudele destino.

Molte persone perdono la vita o peggio restano immobili in un letto per gli incidenti stradali che sono in continuo aumento.

C’è chi guida in stato di ubriachezza, chi sotto gli effetti della droga, chi per avere forti emozioni si lancia per le pubbliche strade in una folle corsa senza pensare a ciò che potrebbe accadere, provocando danni gravissimi o persino la morte di terze persone vittime della pazzia altrui.

Un altro problema, causa di tantissimi incidenti soprattutto in autostrada, sono i cani randagi abbandonati da individui senza scrupoli.

A volte vengono legati al guard-rail a volte lasciati vagare liberi, dipende dall’ispirazione del momento del crudele compagno di vita.

Può capitare che il malcapitato venga investito, succede anche che chi si trova di fronte il povero animale per evitarlo sterzi improvvisamente facendo un frontale con un altro mezzo proveniente dalla carreggiata opposta e può accadere che i coinvolti restino gravemente feriti o perdano la vita.

Spesso l’animale investito viene lasciato morente lungo la strada, praticamente l’autista “tira dritto” perché secondo la sua brutale logica pensa che “tanto è solo un cane”.

Così è successo alla mia cagnolona razza pastore tedesco.

E’ stata investita e lasciata morire lì proprio dove l’hanno travolta.

Per sua fortuna gli umani non sono tutti uguali, non tutti pensano “è solo un cane” o è solo un gatto, perché la stessa sorte succede anche a tantissimi gatti, sia che siano abbandonati, sia che siano di colonia.

Grazie ai volontari è stata recuperata, curata, passando dal carrellino alla fisioterapia per poi finire in un canile e attraverso le super adozioni del cuore una fantastica volontaria, tata Stefania che mi ha già donato tre cani meravigliosi, con la staffetta da Catania è giunta sino a me.

Seguitemi perché Stefania scriverà per noi quali sono i problemi legati al randagismo del sud.

Stampella ha la colonna vertebrale deviata e saldata non si sa come, una zampa offesa, ma ha una volontà di ferro, tant’è vero che Gino, il mio veterinario di fiducia ortopedico, non si capacita del fatto che cammini, anzi corra.

Stampella ha un’ incredibile voglia di vivere.

Con lei ho altri tre cani, i suoi fratelli che tormenta incitandoli a giocare e due gatti.

Unica differenza è che Stampella, a parte all’area cani e nel suo giardino, non è mai libera completamente ma legata o alla linea oppure alla lunghina e quando la portiamo in montagna scegliamo percorsi poco difficoltosi.

Stampella nuota, è uno spasso vederla galleggiare sempre legata alla lunghina o al guinzaglio scorrevole.

Ovviamente a differenza del resto del branco le facciamo fare tempi di recupero maggiori rispetto agli altri comodamente sdraiata sul divano.

Avete avuto anche voi esperienze di questo genere? Avete voglia di parlarne? #camminacolcane#sguardoanimale#canidiinstagram#gattineri#gatti#canifelici#caniche#gattinicarini#gattini#canidivertenti#sguardoanimalediflaviasironi#flaviasironi#giornatamondialedellevittimedellastrada#canile#gattile#canifeli#canifelici#canichelove#canicross#sportcinofili

AMATE GLI ANIMALI. LORO SAPRANNO SEMPRE RIPAGARVI. CHI HA LA CAPACITA’ DI AMARE GLI ANIMALI, HA LA CAPACITA’ DI AMARE QUALSIASI CREATURA APPARTENGA A QUESTO MONDO, A COMINCIARE DA SE STESSI, TUTTE LE CREATURE FRAGILI, BISOGNOSE. AMARE E’ SEMPLICE E GRATUITO, E’ SEMPLICE!

Articolo di Flavia Sironi. 20 novembre 2022

sguardoanimale.wordpress.com