Hai nascosto sotto il manto del dolore

il  quaderno di vita dalle pagine strappate

scritto ai piedi della tua croce dove  

nessun fiore odora della  speranza

recisa dalla falce della violenza.

Nasconde il manto la paura che ti

è compagna nella solitudine di notti

senza amore  con la partitura dei battiti

del cuore  a ritmare il rumore delle tempeste

furibonde abbarbicata sugli scogli aspri

del vivere per non scivolare negli abissi.

Conosci il sapore salato del pianto misto

all’odore acre di mani di terra e fango

che resta addosso dopo la lotta come

marchio che sigla il possesso della carne.

Devi spogliarti del tuo manto ora e vedere

cosa c ‘è dietro le nubi che celano l’azzurro

e  ritrovare la meraviglia antica del profumo

della libertà di essere finalmente  dopo le catene,

padrona di te stessa 

(25 novembre giornata contro la violenza di genere)

Photo by Tobi on Pexels.com