Alessandria, pubblicato da Pier Carlo Lava 

Social Media Manager – https://alessandria.today/

CONFERENZA SPETTACOLO “COME SOPRAVVIVERE ALLE NUOVE BOLLETTE”

Il progetto nasce dall’esigenza di condividere al massimo tutti gli strumenti disponibili per ammortizzare l’aumento dei costi dell’energia. Nasce dall’esperienza ultradecennale in tema di educazione economica e finanziaria, maturata dalla fondazione Specchio dei tempi, con l’obiettivo di trasmettere alle persone in difficoltà soluzioni semplici, autentiche e credibili. I temi affrontati – le bollette, i consumi, i contratti – sono anche uno strumento per far comprendere alcuni meccanismi di base dell’economia del Paese, in relazione alla vita dei consumatori, delle famiglie e delle piccole imprese.

La Conferenza si divide in tre parti. INTRODUZIONE (15 minuti circa)

Inquadra i temi trattati e a mostra la cornice entro la quale ci muoveremo: spiega osa sono le “determinanti sociali di salute”, ovvero come gli aspetti economici concorrono alla qualità della vita e alla sua durata, Come i temi economici e finanziari di cui si parla, derivano da principi presenti nella Costituzione. Il problema che viene focalizzato è la conoscenza di queste regole e dei diritti che le promuovono.

PRIMA PARTE, BOLLETTE E CONSUMI (30 minuti)

Il primo esempio pratico proposto è il mondo dei consumi domestici e delle bollette. I partecipanti scoprono le principali funzioni del Portale dell’Arera e in particolare il Portale delle Offerte e l’Atlante del Consumatore. Questa parte mostra come utilizzare questi strumenti ed ha l’obiettivo di far comprendere la funzione del “comparatore indipendente” ma anche di intaccare alcune credenze che si sono costruite per letture parziali, imprecise e/o interessate. Conoscere per decidere: la conferenza spettacolo consegna ai partecipanti la responsabilità di informarsi direttamente e di capire prima di chiedere o di fare scelte di qualsiasi genere. Viene sottolineata l’esigenza di imparare a muoversi all’interno degli strumenti pensati per ridurre i propri consumi, soprattutto laddove si renda necessario far tornare i conti di casa.

SECONDA PARTE, CONTRATTI (20 minuti)

I partecipanti vengono accompagnati a riconoscere gli elementi essenziali di un contratto e del ‘diritto alla trasparenza’. Il tema non è più soltanto quello del mondo dell’energia e del gas ma la più ampia platea di accordi nei quali ci impegniamo quotidianamente. L’obiettivo è di sviluppare atteggiamenti sani diretti al momento in cui definiamo il nostro impegno, con una firma su di un contratto.

L’attenzione è rivolta in particolare al diritto/dovere di chiedere il contratto prima di firmare ed a come riconoscere rapidamente gli aspetti essenziali entro l’abbondante documentazione fornita. Particolare focus è sui contratti di carattere finanziario (prestiti) dei quali vanno evidenziati gli elementi essenziali, consentendoci scelte corrette per prevenire criticità future.

CONCLUSIONE, STRUMENTI (10 minuti)

La conferenza spettacolo si chiude con l’invito a usare tutti gli strumenti che lo Stato ci mette a disposizione gratuitamente e soprattutto a divenire noi stessi ripetitori di questi segnali in una logica in cui un sapere alla portata di tutti può facilmente divenire ‘virale’, e per questo più utile ad una comunità solidale.

METODO. Nel corso della conferenza spettacolo vengono usate modalità informali, così da rendere interattiva la narrazione, coinvolgendo il pubblico allo scopo di mettere in luce i paradossi più comuni e gli atteggiamenti disfunzionali. Si ricorre, per raggiungere questo obiettivo, ad un linguaggio diretto, a frasi divertenti e a battute

ironiche, nonché a storie realmente accadute che rappresentano i casi ‘studio’ a cui ispirarsi in senso positivo o negativo. La logica della conferenza non è ascoltare un esperto ma leggere insieme le fonti di ciò di cui si parla, anche nell’ottica di orientare ogni cittadino alla ricerca di informazioni credibili sui siti dello Stato. L’iniziativa ha un carattere ‘educativo’, formativo ed informativo, a sostegno di coloro che si trovano in condizioni di disagio economico oppure per chi ha a che fare direttamente o indirettamente con persone in difficoltà.

DATI BIOGRAFICI AUTORE

Antonio Cajelli, classe 1971, sposato con Sara, due figli. Laureato in lode in Scienze Politiche, ha conseguito un primo Master in Formazione ai formatori e un secondo in Innovation Coaching.

Ha lasciato una rapida carriera bancaria per dedicarsi alla consulenza bancaria e alla gestione finanziaria della piccola impresa ma si è subito appassionato al nascente tema dell’educazione economica e finanziaria che pratica, dal 2010, a partire da studi multidisciplinari, da una posizione indipendentee con una prospettiva ‘sociale’. Primo “educatore finanziario indipendente” in Italia, autore ed interprete di alcune conferenze/spettacolo, come quella sul tema del rapporto col denaro e coi debiti, dal titolo Brutticomeildebito(dal 2013, insieme all’avvocato di diritto bancario e finanziario, Massimo Melpignano), o come C’era una volta il (Ueist) Food (sul contrasto allo spreco alimentare, 2015). Molte le lezioni spettacolo rivolte alle imprese (sull’accesso al credito) o ai più giovani (come Perdereconpiacere, percorso di contrasto al gioco d’azzardo patologico). Realizza percorsi di consapevolezza finanziaria per operatori e famiglie sul bilancio familiare, sul risparmio e sulla pianificazione con particolare attenzione ai rischi da sovraindebitamento e da ludopatia. Ideatore e conduttore del primo Sportellodiinformazioneededucazionefinanziariaindipendente, servizio volontario attivo dal 2013 di sostegno a nuclei che manifestano criticità economiche e finanziarie. E’ fra i conduttori, da quattro anni, del progetto “Forza Mamme” di Specchio dei tempi e da oltre un anno cura lo “Sportello itinerante” pensato per assistere soprattutto gli anziani alle prese con gli ostacoli della burocrazia.

SOPRAVVIVERE ALLE NUOVE BOLLETTE

Da Specchio dei tempi consigli alle famiglie

Sabato 26 Novembre (16.30) al Teatro Il Maggiore a Verbania

Ingresso gratuito ma con prenotazione online

Il problema delle super bollette sta diventando cruciale per tutte le famiglie. E tale resterà, pur nella speranza di qualche correttivo. Così la Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi ha scelto di offrire gratuitamente la possibilità di conoscere tutti i sistemi ed accorgimenti che possono, in molte occasioni, rendere più sopportabili queste spese inattese.  

È stata così organizzata una serie di incontri con Antonio Cajelli, educatore finanziario che lavora da diversi anni con la Fondazione. 

Si è cominciato da Torino sabato 24 settembre con un sold-out nel Teatro Juvarra e si continuerà in una decina di altre città piemontesi, liguri e valdostane. A Verbania l’incontro avverrà sabato 26 novembre alle 16,30 al Teatro Il Maggiore, in via San Bernardino, 49

Frutto dell’esperienza ultradecennale in tema di educazione economica e finanziaria maturata dalla Fondazione Specchio dei tempi, questi incontri hanno l’obiettivo di trasmettere soluzioni semplici, autentiche e credibili.  La logica dell’incontro non è ascoltare un esperto, ma leggere insieme le fonti di ciò di cui si parla, anche nell’ottica di orientare ogni cittadino alla ricerca di informazioni certe sui siti dello Stato.   

Di cosa si parlerà? Il primo esempio pratico proposto è proprio il mondo dei consumi domestici e delle bollette. I partecipanti scopriranno le principali funzioni del Portale dell’ARERA e in particolare il Portale delle Offerte e l’Atlante del Consumatore, da come utilizzare questi strumenti a come intaccare alcune credenze che si sono costruite per letture parziali, imprecise o interessate.  Fondamentale sarà poi l’approfondimento sui contratti: come riconoscere gli elementi essenziali all’interno della sempre abbondante documentazione fornita, il ‘diritto alla trasparenza’, la richiesta di visionarlo prima della firma, consentendoci scelte corrette per prevenire criticità future. 

Le date degli incontri sul tema “Sopravvivere alle nuove bollette” sono le seguenti: 

o   Sabato 8 ottobre a Novara, Sala Arengo – Broletto, ore 16.30 

o   Domenica16 ottobre a Sanremo, Teatro del Casinò, ore 16.30

o   Sabato 22 ottobre ad Asti, Sala Pastrone, ore 11.00

o   Domenica 23 ottobre ad Alessandria, Centro Congressi, ore 16.30

o   Sabato 5 novembre a Cuneo, Cinema Monviso, ore 16.30

o   Sabato 12 novembre ad Aosta, Teatro Splendor, ore 16.30

o   Giovedì 17 novembre a Chieri, Sala della Conceria, ore 20.30

o   Sabato 19 novembre a Biella, Museo del Territorio, ore 16.30

o   Sabato 26 novembre a Verbania, Teatro Maggiore, ore 16,30 

L’ingresso è GRATUITO, ma è gradita prenotazione su www.specchiodeitempi.org/bollette.

Fondazione La Stampa – Specchio dei tempi O.N.L.U.S.