La stragrande maggioranza di tutti gli episodi di violenza sono compiuti contro le donne.
Nel 2017 l’Istat riconosceva 5 tipi di violenza sulle donne: fisica, psicologica, economica, sessuale e stalking (molestie e persecuzioni). In Italia manca ancora una vera e propria legge che tuteli le donne.
Nel 2021 in Italia sono state uccise due donne a settimana per un totale di 93 donne. Sono 63 le donne morte per colpa del partner. Ogni tre giorni infatti si registra la morte di una donna per violenza. La maggior parte di queste violenze avviene all’interno del nucleo familiare.
La Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne è stata istituita il 17 settembre 1999 dall’Assemblea delle Nazioni Unite attraverso la risoluzione 54/134.
Quella del 25 novembre non è una data scelta a caso dall’ONU: ricorre infatti l’anniversario dell’assassinio delle sorelle Mirabal, tre coraggiose donne rivoluzionarie, che furono massacrate nel 1960.
Lo scopo di questa giornata e il motivo per cui l’ONU l’ha istituita è per sensibilizzare la collettività sul tema e supportare le vittime di violenza.
Dal 2009, uno dei simboli della giornata internazionale sono le scarpe rosse. Questo nasce dall’intuizione di una artista messicana, Elina Chauvet.
Le scarpe rosse in Italia hanno avuto un successo incredibile e sono sfociate nel progetto panchina rossa: i comuni interessati, in occasione del 25 novembre, possono inserire una panchina rossa con una targa, un numero antiviolenza ed eventualmente un elenco delle donne uccise in quel territorio. In Italia è nata anche l’Associazione “Il Nastro Rosa” contro la violenza sulle donne e di genere.
Per far emergere questo substrato di violenze e vessazioni, nel 2019 lo Stato Italiano ha introdotto 21 articoli nella Legge 69, nota come “Codice Rosso”.

SE SEI VITTIMA DI VIOLENZA CHIAMA IL NUMERO 1522 -Il numero è gratuito ed è attivo 24 h su 24-

NON BASTA RICORDARE, MA OCCORRE SENSIBILIZZARE E OFFRIRE SUPPORTO ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA AFFINCHE NON SI SENTANO SOLE E RIESCANO A TROVARE LA FORZA DI DENUNCIARE.
AL FIANCO DELLE DONNE.
SEMPRE.