Aggregazione e ascolto

Mi piacerebbe tanto un mondo in cui chi conosce un argomento potesse chiarirsi con gli altri e chi non conosce l'argomento prestasse attenzione e ascoltasse e poi finito l'ascolto iniziasse a parlare di ciò che conosce e gli altri ascoltassero con attenzione. A fine giornata saremmo tutti più ricchi per aver imparato qualcosa di cui non conoscevamo nulla . Invece m'accorgo che nessuno presta attenzione, nessuno ascolta , ma giudicano e nessuno è disposto ad ascoltare le ragioni altrui. Un mondo dove chi ha da dire, pensa che loro abbiano la priorità sugli altri e che le loro ragioni sono più importanti di ciò che dicono gli altri. A fine giornata siamo tutti un pò più poveri e più soli, perchè nulla abbiamo condiviso, la condivisione è una essenzialità .Non vi chiedo di scrivere se non ne avete voglia .Però vorrei che fosse così , come potete leggere qui . Ognuno dovrebbe scrivere ciò di cui sa , per poter arricchire gli altri .Se nessuno scrive nulla , ci sarà sempre un gran silenzio e i silenzi a volte sono come il vuoto .Fa arrivare solo diffidenza, trasandatezza mentale , poca voglia di comunicare. Allora non chiedete il contatto solo per la curiosità di leggere cosa scrivo .E' riduttivo ! Non credo che non abbiate nulla da comunicare. Dopo il saluto aggiungete qualcosa per arricchire gli altri sarebbe un incentivo per tutti ad aprire delle porte chiuse. Sarebbero come delle terapie di gruppo e alla fine ne uscirebbero tutti più sereni e molto più sedati.
Aprite la mente e ancora prima il cuore che ha sempre voglia di uscire a fare quattro passi all'aria aperta per incontrare altri cuori, altre menti . Insieme andare avanti, ma sapendo che col nostro contributo abbiamo aiutato chi sta peggio e chi non sapeva .La cultura si estende per dare al prossimo la possibilità di  accrescere il loro sapere ; certo lo scibile è vasto e non si può conoscere tutto, ma anche se limitato perchè limitato è in quanto non si finisce mai d'imparare e di arricchire la mente e ampliare orizzonti che credevano essere limitati. Ciò che sa un idraulico o un muratore  è specifico e lo stesso per
 l'elettricista, il falegname, l'avvocato e l'ingegnere , ognuno ha la sua specializzazione e nel suo campo è maestro : sarà ignorante su molte cose, ma nello specifico potrà insegnare agli altri ciò che col tempo ha acquisito  Quando ci si aggrega per discutere e dialogare, ognuno può dare supporto e apporto su ciò che sa nel suo campoDesirè Kariny

 https://desire876416000.wordpress.