Trasognati. Pur senza neve, ora,

lasciarsi attutire. Su questa strada

tutto è casuale: l’incrocio dei passi,

le spalle che si sfiorano, gli occhi

che non si riconoscono. E poi il vento

caldo,

che ci piange addosso i petali, e la sabbia

come un lamento di gente lontana; lo stesso

vento

che ora canta fra i miei capelli

l’inascoltata malinconia dei rami.

*

@Donatella Pezzino

Immagine: Ultime foglie, dipinto di Michele Catti, 1906 (foto da Wikipedia)