SEMPRE IO

Mi giro e mi rigiro senza che mi addormenti

Del resto infliggo all’anima cascate di tormenti

Domande sul mio ruolo in questa società

Se un senso a questa vita la mente troverà

Di notte i miei pensieri mi fanno compagnia

Ripercorro il mio vissuto e dall’ansia resto in balia

Scalo montagne altissime di assurdi problemi

Di una parola detta ne faccio mille poemi

E rannicchiata accanto ad una flebile lucina

Mi sento sola al mondo come fossi una bambina

Di giorno così fiera, dall’aspetto gigante

La notte nictofobica, insicura come un infante

Assurda la mia vita se io la analizzo

Sono il male di me stessa è ciò che realizzo

Ho tutto ciò che ognuno desidererebbe avere

Ma la mia insicurezza non me lo fa godere!!!

Si riserva ogni uso e utilizzo@copyright di Giusy Finestrone