Alessandria, post pubblicato a cura di Pier Carlo Lava 

Social Media Manager – https://alessandria.today/

alessandriatoday@yahoo.com

Alessandria: L’Associazione Italiana Donne Medico (AIDM) della Provincia di Alessandria ai sensi dello statuto, che non consente più di due mandati consecutivi alla sua presidente, ha provveduto all’avvicendamento al vertice della presidenza e al rinnovo delle cariche.
Federica Grosso, responsabile della Struttura Mesotelioma e Tumori Rari dell’azienda ospedaliera di Alessandria, è la nuova presidente mentre Vincenza (detta Enza) Palermo, Direttore Medicolegale S.C. Risk Management dell’ASLTO4, è la Past President.
Si rinnova l’impegno delle donne medico del territorio a promuovere la conoscenza sulla salute della donna e a collaborare sul tema del “Genere” come determinante di salute, importante nei percorsi di diagnosi e cura. Un tema, quello della medicina di genere, già affrontato da 20 anni dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha acquisito sempre maggiore importanza ma ancora troppo poco studiata e applicata in Italia nonostante il nostro Paese sia il primo al mondo ad essersi dotato della legge 11 gennaio 2018, n. 3 sull’applicazione e diffusione della medicina di genere nel Servizio sanitario nazionale.
Nel corso della prima riunione del direttivo sono state attribuite all’unanimità la carica di vicepresidente a Stefania Lingua, di tesoriera a Orietta De Alexandris, di consigliera segretaria a Esther Botto. Sono state inoltre individuate le seguenti aree di interesse con rispettive referenti: nutrizione e benessere, Stefania Lingua; medicina della sessualità, Esther Botto e Orietta De Alexandris; One Health, Sandra Preite; salute e benessere dell’anziano, Gabriella D’Amico; odontoiatria, Sara Grasso e Rosanna Chiappino; salute e benessere mentale, Patrizia Santinon; fisiatria e benessere fisico Carla Mirabelli; responsabile del progetto Prendiamoci di Petto e referente nella Consulta Pari Opportunità della Città di Alessandria, Enza Palermo affiancata come sostituta da Sara Grasso.
“Sono molto onorata di questo nuovo incarico- commenta la neopresidente Federica Grosso-già referente regionale per Women for Oncology Italy – con cui confermo il mio impegno sul territorio per migliorare i percorsi di diagnosi e cura, con una attenzione particolare alla medicina genere specifica e al ruolo delle donne in medicina. Ringrazio Enza Palermo e tutte le colleghe con cui mi impegnerò a proseguire il percorso di crescita scientifica e sociale che la AIDM provinciale ha avuto negli ultimi anni”. È stato un piacere e un onore aver rappresentato la società scientifica AIDM nella nostra provincia – dichiara la dott.ssa Palermo- e di aver contribuito alla sua crescita come società scientifica. Resta immutato il mio impegno nell’AIDM sia per il ruolo di Responsabile del Comitato Etico nazionale, sia come Presidente Nazionale della Società Scientifica dei medici legali delle aziende sanitarie -COMLAS”.
Il team del direttivo e tutte le socie sono pronti a nuovi progetti finalizzati ad implementare la conoscenza e la consapevolezza dell’importanza della medicina di genere sul territorio, tante iniziative sono già in programma per il prossimo triennio.

Alessandria. Federica Grosso dal 2010 è medico oncologo presso la Struttura Complessa di Oncologia della Azienda Ospedaliera di Alessandria. Dal 2014 ha un incarico di alta professionalità per il coordinamento della Unità Funzionale Interaziendale Mesotelioma (UFIM) degli ospedali di Alessandria e di Casale Monferrato e per i tumori rari, ai quali ha dedicato la maggior parte della sua vita professionale e il suo impegno di ricerca clinica e traslazionale. 

Subito dopo la specializzazione, ha prestato servizio presso l’unità dei “Tumori mesenchimali dell’adulto e Tumori rari” della Fondazione Istituto di Ricerca e Cura a carattere Scientifico Istituto Nazionale Tumori di Milano, dove ha contribuito allo sviluppo del progetto Rete Nazionale Tumori Rari, di cui è tuttora parte del coordinamento. 

Trasferitasi nel nosocomio cittadino, si è impegnata per creare in provincia di Alessandria un riferimento costante per i pazienti affetti dalle neoplasie meno frequenti, rivolgendo la propria attività principalmente al mesotelioma, tumore purtroppo peculiare del casalese, ma anche ai sarcomi, ai melanomi e ad altre neoplasie rare. 

Si è particolarmente dedicata a sviluppare presso l’Azienda Ospedaliera la ricerca clinica che permette di disporre di farmaci e strategie terapeutiche innovative: è principale investigatore di numerosi studi clinici attivi presso la sua struttura. 

È relatrice a numerosi congressi nazionali e internazionali, membro di 5 società scientifiche oncologiche, estensore delle line guida della Associazione Italiana di Oncologia Medica sul mesotelioma pleurico consulente della associazione Famigliari e Vittime dell’Amianto (AFEVA) e coordinatrice del progetto MAIDASOLI, sito informativo dedicato ai pazienti affetti da mesotelioma pleurico. 

È (co)autrice di oltre 50 pubblicazioni su riviste censite da Medline (database internazionale di bibliografia medica), prevalentemente sui tumori rari.