Una storia bellissima ed eroica di quei cupi anni di dittatura, nazismo e guerra. Grazie a uomini così il corso degli eventi può cambiare, perché come recita una frase tratta dal Talmud “chi salva una vita, salva il mondo intero”.

Sir Nicholas George Winton, nato Nicholas Wertheim (Londra, 19 maggio 1909 – Maidenhead, 1º luglio 2015, è stato un filantropo britannico. È noto per aver organizzato il salvataggio di 669 bambini, molti dei quali ebrei, in Cecoslovacchia poco prima dello scoppio della Seconda guerra mondiale, in un’operazione che è in seguito diventata nota come Kindertransport (termine tedesco che significa “trasporto di bambini”). Le sue azioni sono diventate note soltanto 50 anni più tardi, nel 1988.

La stampa inglese lo ha denominato “lo Schindler britannico”.

Nel 2003 è stato nominato cavaliere dalla Regina Elisabetta II, per i suoi “servizi all’umanità, per aver salvato dei bambini ebrei dalla Cecoslovacchia occupata dalla Germania nazista”. Il 28 ottobre 2014 è stato insignito della più alta onorificenza della Repubblica Ceca, l’Ordine del Leone bianco (I classe), dal Presidente ceco Miloš Zeman.

Fra il 1938 e il 1939, Winton, essendo anche lui di origini ebraiche, decise di andare a Praga, dove salvò 669 bambini ebrei dalla Cecoslovacchia occupata dai nazisti, organizzando loro il viaggio via treno verso il Regno Unito e trovandogli un alloggio una volta arrivati. Nel marzo del 1939 Hitler invase il resto della Cecoslovacchia e nello stesso anno otto grandi gruppi di bambini (669 in totale, fra cui molti ebrei) lasciarono Praga. I gruppi lasciarono la Cecoslovacchia su otto treni, mentre la partenza di un nono gruppo era prevista per il 3 settembre 1939. Quel treno non lasciò mai Praga, in quanto la Seconda guerra mondiale ebbe inizio proprio quel giorno, quando la Germania chiuse le frontiere. Il treno e i 250 bambini che vi erano sopra scomparve.

La sua azione rimase sconosciuta fino al 1988, quando sua moglie Greta scoprì un vecchio album di ritagli che documentavano i salvataggi. Durante la trasmissione della BBC That’s Life!, dove Nicholas era presente nel pubblico, fu mostrato il suo album e fu finalmente rivelata la sua coraggiosa impresa. Winton, ignaro di tutto, restò sorpreso e con commozione constatò che molte delle persone che erano sedute intorno a lui in trasmissione (e che poi si alzarono in piedi per salutarlo), erano alcuni dei bambini, oramai adulti, che lui aveva salvato.

Nel 2009 un treno speciale lasciò la stazione di Praga con a bordo 22 dei 669 bambini che Winton aveva salvato. In questo treno c’erano anche i figli e i nipoti degli esuli. Il convoglio percorse la stessa strada del treno che li aveva salvati 70 anni prima, arrivando dopo un lungo viaggio alla stazione di Liverpool, dove lo stava aspettando Winton, ormai centenario. Nel 2010 Winton è stato nominato dal governo Eroe britannico dell’Olocausto. È morto il 1º luglio 2015 all’età di 106 anni.