(𝐍𝐞𝐨) 𝐂𝐋𝐀𝐒𝐒𝐈𝐂𝐎

𝐂𝐨𝐧 𝐥’𝐎𝐫𝐜𝐡𝐞𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐎𝐩𝐞𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐂𝐚𝐫𝐥𝐨 𝐅𝐞𝐥𝐢𝐜𝐞 𝐝𝐢 𝐆𝐞𝐧𝐨𝐯𝐚 𝐞 𝐢𝐥 𝐃𝐢𝐫𝐞𝐭𝐭𝐨𝐫𝐞 𝐖𝐨𝐥𝐟𝐫𝐚𝐦 𝐂𝐡𝐫𝐢𝐬𝐭



𝐂𝐡𝐢𝐞𝐬𝐚 𝐏𝐚𝐫𝐫𝐨𝐜𝐜𝐡𝐢𝐚𝐥𝐞 “𝐍𝐚𝐭𝐢𝐯𝐢𝐭à 𝐝𝐢 𝐌𝐚𝐫𝐢𝐚” – 𝐒𝐩𝐢𝐧𝐞𝐭𝐭𝐚 𝐌𝐚𝐫𝐞𝐧𝐠𝐨
𝐃𝐨𝐦𝐞𝐧𝐢𝐜𝐚 𝟏𝟗 𝐦𝐚𝐫𝐳𝐨 – 𝐎𝐫𝐞 𝟏𝟖
𝐈𝐧𝐠𝐫𝐞𝐬𝐬𝐨 𝐥𝐢𝐛𝐞𝐫𝐨, fino ad esaurimento posti

Domenica 19 marzo 2023 si terrà l’ultimo 𝐜𝐨𝐧𝐜𝐞𝐫𝐭𝐨, nato dalla 𝐜𝐨𝐥𝐥𝐚𝐛𝐨𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 fra 𝐀𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐂𝐨𝐦𝐮𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐝𝐢 𝐀𝐥𝐞𝐬𝐬𝐚𝐧𝐝𝐫𝐢𝐚, 𝐀𝐒𝐌 𝐂𝐨𝐬𝐭𝐫𝐮𝐢𝐫𝐞 𝐈𝐧𝐬𝐢𝐞𝐦𝐞 𝐞 𝐓𝐞𝐚𝐭𝐫𝐨 𝐂𝐚𝐫𝐥𝐨 𝐅𝐞𝐥𝐢𝐜𝐞 𝐝𝐢 𝐆𝐞𝐧𝐨𝐯𝐚 .

“(𝐍𝐞𝐨) 𝐂𝐥𝐚𝐬𝐬𝐢𝐜𝐨” propone musiche di Wolfgang Amadeus 𝐌𝐨𝐳𝐚𝐫𝐭 e Sergey 𝐏𝐫𝐨𝐤𝐨𝐟’𝐞𝐯 eseguite dall’𝐎𝐫𝐜𝐡𝐞𝐬𝐭𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥’𝐎𝐩𝐞𝐫𝐚 𝐝𝐞𝐥 𝐂𝐚𝐫𝐥𝐨 𝐅𝐞𝐥𝐢𝐜𝐞 𝐝𝐢𝐫𝐞𝐭𝐭𝐚 𝐝𝐚 𝐖𝐨𝐥𝐟𝐫𝐚𝐦 𝐂𝐡𝐫𝐢𝐬𝐭, leggendaria prima viola della Filarmonica di Berlino e di altre grandi orchestre, affermato direttore in cinque continenti e protagonista di una straordinaria carriera che abbina la fama di ineguagliato solista a quella di celebre direttore d’orchestra.

PROGRAMMA

➖ “𝐂𝐚𝐬𝐬𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐢𝐧 𝐬𝐨𝐥 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨𝐫𝐞 𝐅𝐢𝐧𝐚𝐥𝐦𝐮𝐬𝐢𝐤 𝐊. 𝟔𝟑” di 𝐌𝐨𝐳𝐚𝐫𝐭 .
Si tratta di un lavoro giovanile, che Mozart compose attorno all’età di tredici o quattordici anni, probabilmente con qualche intervento del padre Leopold, la cui grafia è stata rilevata in diverse correzioni alla partitura.

➖ 𝐒𝐞𝐫𝐞𝐧𝐚𝐭𝐚 𝐧. 𝟏𝟑 𝐢𝐧 𝐬𝐨𝐥 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨𝐫𝐞 𝐄𝐢𝐧𝐞 𝐊𝐥𝐞𝐢𝐧𝐞 𝐍𝐚𝐜𝐡𝐭𝐦𝐮𝐬𝐢𝐤 𝐊. 𝟓𝟐𝟓 di 𝐌𝐨𝐳𝐚𝐫𝐭
Composta nel 1787. La destinazione della Serenata era probabilmente un’occasione di festa in un contesto relativamente ristretto, sebbene l’organico non sia propriamente cameristico. Il carattere di questo brano lascia sospettare che per Mozart si sia trattato di un piacevole momento di svago, dove esprimere, con la consapevolezza maturata a Vienna, certi sentimenti che erano stati della sua giovinezza salisburghese, e che avevano trovato la miglior espressione proprio attraverso serenate e divertimenti.
L’Allegro d’apertura, in forma-sonata, è uno dei brani più celebri della storia della musica, dal ritmo e dalla melodia inconfondibili, che esprimono a pieno l’idea di un’atmosfera festosa e danzante.

➖ 𝐒𝐢𝐧𝐟𝐨𝐧𝐢𝐚 𝐧. 𝟏 𝐢𝐧 𝐫𝐞 𝐦𝐚𝐠𝐠𝐢𝐨𝐫𝐞 𝐂𝐥𝐚𝐬𝐬𝐢𝐜𝐚 𝐨𝐩. 𝟐𝟓 di 𝐏𝐫𝐨𝐤𝐨𝐟’𝐞𝐯.
La Sinfonia nasce proprio dall’intento di comporre nello stile di Haydn, particolarmente congeniale a Prokof’ev durante gli anni di studio a San Pietroburgo. Prokof ’ev si interrogò su come Haydn avrebbe composto se fosse vissuto al suo tempo, e nell’estate del 1917, appena prima che la Rivoluzione lo inducesse a trasferirsi in America, ultimò la sua prima sinfonia, che venne eseguita sotto la sua stessa direzione a Leningrado il 21 aprile 1918.