La faglia Copertina flessibile – 30 aprile 2012 

di  Massimo Miro 

“Torino, 1978 cinque ragazzi di periferia sono convinti di aver scoperto un covo delle Brigate Rosse. Steso sul letto c’è un uomo anziano, al limite delle forze: Aldo Moro. Con un’azione tra il rocambolesco e il grottesco lo rapiscono e lo portano nello scantinato di una delle tante case popolari di Borgo Stura. Trent’anni dopo Goffredo abita a Milano, è ingegnere e dirige una fabbrica di famiglia. Il suo vecchio amico Jumbo si sveglia dal coma all’improvviso e lo costringe a fare i conti col passato. Una storia dal ritmo serrato, un vortice di giovani vite incompiute, alla ricerca della metà mancante,ipnotizzate dal miraggio di una scorciatoia a tutti i costi. Una sola parola d’ordine: salvarsi.”