Cellulare ai Ragazzi, di SaraTricoli

Cellulare

di SaraTricoli

Dopo aver letto un interessatissimo articolo su di un blog amico intitolato: I nuovi idioti, sfidare la morte per un selfie, rischiare di essere stuprata per un “flashing”… (clicca sul titolo per leggerlo) ho avuto un interessante scambio con l’autore. Ad un certo punto ho riferito il mio accordo (tra me e i miei figli) e devo dire che sono rimasta piacevolmente sorpresa nel ricevere il suo appoggio. Soprattutto dopo aver ricevuto tante critiche da altri adulti…

Ma iniziamo dal principio:

Sono sempre stata piuttosto contraria a dare troppo libertà tecnologica e troppo presto ai miei figli, infatti hanno ricevuto il cellulare e quindi maggiore autonomia verso internet solo l’anno scorso al compimento dei 12 anni. Io avrei aspettato ancora, lo confesso, ma erano praticamente gli unici tra i loro amici e conoscenti coetanei a non averlo… quindi sono capitolata!
Prima del cellulare ero più serena perché potevano usare solo il mio computer per andare su internet.  Sempre con la mia supervisione, in modo da sapere cosa vedevano e su quali siti andavano.

Continua a leggere “Cellulare ai Ragazzi, di SaraTricoli”

L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO

l'eco-controra-rebecca-lena-book-trailer

di rebeccastories

 Partecipa al primo book trailer che ha la voce dei lettori!  

COS’E’ UN BOOK TRAILER?

È un video di pochi minuti, esattamente come quello di un film, atto a presentare, pubblicizzare e soprattutto comunicare un libro.

E IL LIBRO?

È il mio, “Racconti della Controra” è inedito e puoi sfogliarlo liberamente a questo link
http://issuu.com/rebeccalena/docs/racconti_della_controra__rebecca_le
In particolare, puoi:
– leggerlo distrattamente, lasciandoti sfiorare dal flusso di parole, dalle atmosfere afose, odorose, malinconiche, violente, meravigliate, oniriche, ansiose, paradossali
– leggerlo con attenzione, spulciando le note in fondo e lasciandoti trasportare dalla narrazione
– scavare fra le righe, ricercando i significati più reconditi e impossibili che ho sepolto apposta per te
– non leggere e guardare solo le figure.
Continua a leggere “L’ECO DELLA CONTRORA – PRESTA LA TUA VOCE AL MIO LIBRO”

Allungarsi oltre, di Antonio De Simone

Allungarsi

di Antonio De Simone

Scendere quelle scale
che portano al mare
giungere fino alla riva
toccare l’acqua
percepirne
l’inizio
che si allunga
verso e oltre
il nostro orizzonte.

Antonio De Simone

Eng_Get stretched beyond
Get off those stairs leading down to the sea
come down to the shore
tap water
perceive the beginning
stretching out
towards and beyond
our horizon.

https://antodesimone.wordpress.com

M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS

Alessandria: E sera, siete in ufficio seduti alla scrivania davanti al pc, state solo pensando ad arrivare alla fine di una dura giornata di lavoro e a tornare a casa per passare una tranquilla serata in famiglia. All’improvviso sette sconosciuti ubriachi entrano dalla porta alle vostre spalle.

Cominciano a fare un gran baccano a minacciarvi mentre chiedete loro di smettere. Cercate di calmarli spiegando loro che state solo cercando di fare il vostro lavoro in pace. Vi aggrediscono con calci e pugni e vi mandano all’ospedale.

Questo fortunatamente capita di rado a chi di noi lavora in un ufficio, in una ditta o in un supermercato. ‘E capitato invece ad un conducente di autobus del nostro servizio di trasporto pubblico Giovedì sera intorno alle 20.00, con una prognosi ospedaliera di 5 gg. Continua a leggere “M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS”

Nasce un nuovo blog, ecco la linea editoriale

Aless.

Buongiorno a tutti i visitatori, desideriamo informare che la redazione del blog è cresciuta, questi i componenti:

Pier Carlo Lava – Amministratore e Autore

Federica Ghisolfi – Autrice, sezione sport e cronaca

Maria Luisa Pirrone – Autrice, sezione cultura

Lia Tommi – Autrice, sezione cultura

Cristina Saracano – Autrice, sezione cultura

A seguito di quanto è emerso in una recente riunione di redazione abbiamo deciso di creare un nuovo blog, Alessandria Today: https://alessandriatoday.wordpress.com/ (che affiancherà il già esistente Alessandria Post: http://piercarlolava.blogspot.it/) per il quale è prevista un impronta prevalentemente culturale, ambientale, welfare e verde Urbano.

Pertanto tutti i post relativi alla cultura, poesie, racconti, eventi culturali, interviste ad esponenti culturali, ecc., quelli relativi all’ambiente e quelli relativi al welfare e al verde Urbano, verranno pubblicati gradualmente ma con priorità nel nuovo blog Alessandria today. Continua a leggere “Nasce un nuovo blog, ecco la linea editoriale”

Perchè un blog

19577523_1368388413257016_2969217984284384081_o.jpg

Pier Carlo Lava. Alessandria.

Le mie esperienze lavorative: ho svolto per molti anni il ruolo di Dirigente Industriale nel settore commerciale & marketing, un mondo che affascina, motiva e stimola e che ha contribuito a farmi crescere sotto il profilo professionale e umano. 

Molti di noi potendo ricominciare da capo intraprenderebbero altre attività, altri percorsi ma, personalmente, non cambierei quasi nulla e ripeterei la stessa scelta professionale. Forse l’unica cosa che cambierei sarebbe quella di dare maggiore spazio alla famiglia perchè confesso di averla un pò trascurata a causa del mio lavoro. Sono da sette anni un cittadino attivo per la città di Alessandria, mi occupo di tutte le problematiche esistenti, segnalandole alla Pubblica Amministrazione in carica e proponendo soluzioni per risolverle.

Il blog: Alessandriatoday.wordpress.com vuole essere un mezzo per informare i cittadini e l’Amministrazione comunale in merito alle problematiche in questione.

PRESUNTUOSI SONO I MIEI SOGNI… Di Lorella Ronconi 

di Lorella Ronconi 

I MIEI SOGNI

Lucciole danzanti
fiaccole e torce
piroettanti
tra mani giocoliere
sono i miei sogni.
Scintille,
faville sfavillanti
brillanti,
presuntuosi, pretenziosi
i miei sogni.
Da sempre compagni
delle mie aguzzine notti
senza quiete.

https://lorellaronconi.wordpress.com/
Lorella Ronconi Attimi, tra meridiani e paralleli
Acquista subito la versione cartacea o ebook, clicca qui.

Una canzone medio-allegra, di V.R.

di V.R.

Ho amato un uomo
e questo uomo mi ha lasciata.
Trallallero trallallá
Poi però è ritornato
e allora l’ho ignorato.
Trallallero trallallá.
Poi c’ho ripensato,
l’ho ripescato e lui mi ha evitato.
Trallallero trallallá.
Poi c’ha ripensato,
ha preso un treno ed è venuto.
Trallallero trallallá.
Allora l’ho fatto entrare,
mangiare e ubriacare.
Trallallerò trallallá.
E con l’alcol mi ha detto tanto cose:
che mi ama, che mi pensa, ma che in realtà è sposato
Trallallero trallallá.
E con l’alcol gli ho detto tante cose:
che lo amo, che lo penso e che non mi sono accorta che
Trallallero trallallá
Forse avevo esagerato con la dose di arsenico nel vin brûlé.

tanto che dal divano non si sveglia più.
Tanto che dal divano non si sveglia più.

Trallallero Trallallá

L’isola misteriosa. La Biblioteca dei libri inutili. N. 10

di pvitagliano

Come per l’idea rimasta incompiuta di realizzare un Catalogo delle idee chic, che avrebbe dovuto essere il seguito e la conclusione del romanzo Bouvard e Pécuche di Flaubert, letture e proposte di libri singolari eppure dimenticati.

Socialismo liberale, Carlo Rosselli (1930)

Carlo e Nello Rosselli vengono assassinati il 9 giugno 1937 a Bagnoles-de-l’Orne da una squadra di fascisti del gruppo terroristico La Cagoule. Per questa generazione di antifascisti si deve partire dal dato biografico. Parliamo degli eredi della tradizione risorgimentale che seppero fare, come Mazzini, della politica una religione civile, della lotta politica un magistero laico. Questi “chierici”, cui va aggiunto Piero Gobetti, ancora a Torino, e Tommaso Fiore, nel Mezzogiorno d’Italia, solo per indicare alcuni, intrecciarono così intimamente opera e biografia, da porsi direttamente, con la loro vita e le loro azioni, quali testimoni del loro programma politico. All’ombra dello scontro storico tra grandi movimenti organizzati, tuttavia, queste personalità furono “perle” slegate dalle grandi masse popolari protagoniste del secolo scorso e per questo sempre relegate ad essere “splendide” minoranze. Continua a leggere “L’isola misteriosa. La Biblioteca dei libri inutili. N. 10”

Siate complessi, di hashtagcomunicazione

di hashtagcomunicazione

Roberto Saviano ha presentato alle Ogr di Torino il suo ultimo libro Bacio feroce (Feltrinelli).

Con quest’ultimo libro, lo scrittore campano continua il ciclo della Paranza dei bambini e torna a raccontare le storie di ragazzi dei nostri giorni, disillusi dalle promesse di un mondo disonesto e crudele.

Un dipinto doloroso su una generazione che vive e muore senza conoscere l’infanzia.

A far compagnia a Roberto Saviano sul palco un gruppo di ragazzi nati in Italia ma senza cittadinanza italiana, un modo per ricordare a tutti l’importanza della legge sullo ius soli temperato, approvata dalla Camera nel 2015, ma ancora ferma al Senato.

Una serata di letture, racconti di esperienze di vita, video e spunti di riflessione per poi terminare la serata con “Siate complessi.”

https://hashtagcomunicazione.com

Il cattolicesimo democratico esiste in natura (ed è stato applicato) di Carlo Baviera

Il catt dossetti_degasperi6047_img

di Carlo Baviera. Alessandria

Si parla in più occasioni, recentemente, di cattolicesimo democratico. Cose, in genere, rinchiuse in Convegni o ricordi lontani. Ormai sembra, il cattolicesimo democratico, un’anticaglia da riporre nelle cassapanche della storia. O al più una bella avventura esaurita per sempre e da raccontare, come le favole, prima di addormentarsi.

Questa sensazione, come del resto avviene in non poche parti d’Italia grazie a riunioni per approfondimenti e proposte o per rilanciare la presenza di personalità ancora attuali, è stata smentita anche sabato scorso a Casale Monferrato; e lo è stata in modo convincente ed efficace.

L’occasione era data dalla presentazione di un libro sul Sindaco Riccardo Coppo; non una biografia, ma soprattutto un pezzo di storia cittadina attraverso l’intuizione e l’opera di un amministratore formato alla scuola della cultura politica cattolica democratica. Continua a leggere “Il cattolicesimo democratico esiste in natura (ed è stato applicato) di Carlo Baviera”

Senza futuro, di Agostino Pietrasanta

senza futuro.jpg

di Agostino Pietrasanta. Alessandria

Sembrerebbe paradossale: nello stesso giorno che l’ISTAT rileva un’ ulteriore contrazione delle nascite in Italia, arriva la decisione di dimezzare il “bonus bebè”, provvedimento in sé non certo esaltante, ma la scelta resta indicativa di una tradizionale mancanza delle sensibilità istituzionali ad una questione che riguarda il futuro della nazione.

Pressoché in contemporanea si legge, con più amarezza che stupore, la notizia  di una cospicua azienda che si propone di licenziare una lavoratrice perché necessità di orari flessibili per badare ad un figlio diversamente abile (attenti alle espressioni!).

Ci sarebbe ben poco da aggiungere ai fini di un severo commento: tanto lo Stato quanto il privato del bello e simpatico Paese non si fanno un pensiero al mondo di ciò che significa il crollo della natalità ed il contestuale aumento della popolazione anziana e (per ora) pensionata.

Vorrei subito sgombrare il campo da eventuali controdeduzioni ideologiche; forse l’Istituzione che da tempo avverte del fenomeno è la componente ecclesiastica. Tuttavia lo ha spesso legato alla mancata liceità morale della regolazione delle nascite; era e forse rimane nella sua legittima competenza, come era ed è nella sua competenza ragionare sulla indissolubilità del matrimonio, ma solo da recenti scelte si è fatta maestra e carico delle condizioni anche economiche che avrebbero potuto supportare sia la stabilità ò delle coppie, sia il loro programma di fecondità basato sulla fiducia nel futuro. Continua a leggere “Senza futuro, di Agostino Pietrasanta”

Emails Dispute White House Claims That Flynn Acted Independently on Russia

merlin_118080296_ff46a661-dfe5-4a89-91bf-722a824c16bf-master768

Michael T. Flynn, right, on Feb. 10, three days before he was fired as national security adviser.

Doug Mills/The New York Times

WASHINGTON — When President Trump fired his national security adviser, Michael T. Flynn, in February, White House officials portrayed him as a renegade who had acted independently in his discussions with a Russian official during the presidential transition and then lied to his colleagues about the interactions.

But emails among top transition officials, provided or described to The New York Times, suggest that Mr. Flynn was far from a rogue actor. In fact, the emails, coupled with interviews and court documents filed on Friday, showed that Mr. Flynn was in close touch with other senior members of the Trump transition team both before and after he spoke with the Russian ambassador, Sergey I. Kislyak, about American sanctions against Russia.

While Mr. Trump has disparaged as a Democratic “hoax” any claims that he or his aides had unusual interactions with Russian officials, the records suggest that the Trump transition team was intensely focused on improving relations with Moscow and was willing to intervene to pursue that goal despite a request from the Obama administration that it not sow confusion about official American policy before Mr. Trump took office.

On Dec. 29, a transition adviser to Mr. Trump, K. T. McFarland, wrote in an email to a colleague that sanctions announced hours before by the Obama administration in retaliation for Russian election meddling were aimed at discrediting Mr. Trump’s victory. The sanctions could also make it much harder for Mr. Trump to ease tensions with Russia, “which has just thrown the U.S.A. election to him,” she wrote in the emails obtained by The Times.

It is not clear whether Ms. McFarland was saying she believed that the election had in fact been thrown. A White House lawyer said on Friday that she meant only that the Democrats were portraying it that way.

… continue on: https://lens.blogs.nytimes.com/2017/12/04/telling-stories-of-domestic-slavery-in-india/?action=click&pgtype=Homepage&version=Moth-Visible&moduleDetail=inside-nyt-region-0&module=inside-nyt-region&region=inside-nyt-region&WT.nav=inside-nyt-region

Telling Stories of Domestic Slavery in India

04-lens-smita-slide-T8HD-superJumbo

By Remy Tumin Dec. 4, 2017

The lush floodplains of Dooars, India, appear to go on forever. Nestled in the foothills of the Himalayas, the green is so vibrant it is all consuming.

But beyond the riverbeds, in an area once known for its bustling tea gardens, Dooars’s dirt roads can be perilous. They are barely proper roads, and the commute to school by foot is long and dangerous, making girls easy targets for attackers and traffickers.

“They’re like fishermen waiting for the bait,” said Smita Sharma, a photojournalist documenting survivors and their families.

The area has become a hub for domestic servitude trafficking. Girls as young as 10 are put in households through traffickers posing as placement agencies. They are almost always taken by someone they know — a relative, a neighbor, an acquaintance — and sold for $300 to $1,000. Ms. Sharma had already been working over the last three years on documenting survivors of sexual violence in India. But she kept coming across women who had been trafficked and sold into domestic servitude, an industry she says gets little attention in comparison.

“These girls are not in demand in the sex industry because they are too dark and skinny. That is why they are sold as domestic slaves,” Ms. Sharma said. “If they were more fleshy or voluptuous, they would be in high demand in the sex trade.”

… continue on: https://lens.blogs.nytimes.com/2017/12/04/telling-stories-of-domestic-slavery-in-india/?action=click&pgtype=Homepage&version=Moth-Visible&moduleDetail=inside-nyt-region-0&module=inside-nyt-region&region=inside-nyt-region&WT.nav=inside-nyt-region