In evidenza

Momenti di poesia. Gelido vento di libeccio di Grazia Denaro

a88ec490f72f4d19f18b32d1dc81700d

E cominci a dissertare

tra onde ed aria

come figura plenaria

che dirige la sua conferenza

avviandomi

tra le irte punte degli scogli

dedite a ferire e lacerare,

a soffocare il lievito felice

delle mie giornate,

a spargere ombre

che gravitano sul mio sole.

 

Tu sei sillaba senza luce

 dedita a distruggere

il mio incanto vitale

con discorsi impigliati

nella tua logica matematica

atti a creare crepe

dentro la mia anima

in una continua recidiva

che non si rigenera, anzi

 la tua ultima parola

è sempre

 gelido vento di libeccio.

 

@Grazia Denaro@

 

In evidenza

Momenti di poesia. All’infinito di Grazia Denaro

ac79d116cb368f891fc9af6fadf28045

 

Vivo la vita

in fasci di luce

e tristi penombre:

altalena in cui sento la carezza lieve

delle messi della terra,

il dondolio dell’onda

che tra due blu infiniti avanza

e di sole ricoperta e risplendente

a colmarmi il cuore

anche quando il vento da lontano accorre

recando i pollini dei fiori ed altri effluvi

e tra i miei spazi sono soddisfatta

del vivere il sogno realizzato.

 

A volte giaccio tra vuoti bui

in mancanza di orizzonti

coperti da opachi veli,

la mia anima si concentra

in un farsi sera senza scampo

apparendomi che il senso della vita

sia questo solo,

ma mi rinfranco

volgendo lo sguardo al passato

vissuto appieno.

 

So che i passi dei giorni

sono creta duttile

e plasmabile all’infinito…

 

@Grazia Denaro@

                                                       


 

 

Momenti di poesia. Strenua radice di Grazia Denaro

78249890_3027196977297433_4190592061629530112_n

 

Questa luce chiara il suo riflesso acuto

in questo fine anno mi rifulge negli occhi

e accende nuova vitalità.

 

Riflessi ocra  e rossi delle foglie degli alberi

sanguinanti scintille in flessuose movenze

d’incauta bellezza nelle spire del sole

che indugia in questa stagione,

a rallegrare i corsi della città

dopo tanta pioggia.

 

Attendo te

che ti rifugi nella gloria dell’esilio

nella tua contemplazione interiore

 del nuovo sapere e a disvelare icone mute.

 

Finisterre ti ha rapito, tanto sei lontano:

hai costruito un muro invalicabile

che veste i tuoi e i miei giorni.

 

Sei solco, sei terra e sei seme

che ha da fecondare:

non vivere i giorni entro sogni solitari

anche se di alta spiritualità

ma vivili in un’ armonia simbiotica

nella luce del tuo tempo.

 

 Sappi che io aspetto te come strenua radice!

 

@Grazia Denaro@

 

 

 

 

In evidenza

Momenti di poesia. Valzer di corpi di Grazia Denaro

sensualità-e-fascino-620x330

 

Nel bavero della notte

uno spicchio di luna,

prezioso brillante sfaccettato

si riflette sul tuo volto

accendendo il desiderio

che s’irradia nel petto.

 

Odi una melodia di violini

a risvegliare sensuali pensieri

e con fare lieve e sinuoso

percorri le scie

d’un morbido corpo voglioso.

 

Scivoli avida e in pochi istanti

le vostre labbra s’incollano con voluttà

squarciando lo scrigno di recondite fantasie

che inviano carezze fragranti

ai sensi accesi di malandrini pensieri.


Occhi negli occhi a mozzare il respiro!

 

Valzer di corpi nell’avida brama

a conquistare appigli d’intesa

in sinuosi giochi che inebriano i sensi

di fragranze olfattive che destano deliri

portando all’estasi finale

dell’atto subliminale…

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Mi hai volto le spalle di Grazia Denaro

f9a1829cf427b7b40d949fa4fbcb6754

Mi hai volto le spalle

all’improvviso

dopo momenti d’intolleranza

alle mie parole,

ho cercato di riprendere la tua mano

fra le mie,

volevo chetarti e chiederti scusa

ma non ho visto il fulgore dello zenit

nei tuoi occhi

che avevano il buio del crepuscolo

esprimente la tua rabbia,

la tua insofferenza ed il tuo disappunto.

 

Ho spine di rovo dentro al petto

che mi feriscono e mi fanno lacrimare.

 

Avevo il tesoro del sole

che mi benediceva ogni giorno

dall’apogeo,

ora invece sono in balia

della notte più nera

che mi rattrista e mi opprime

acuendo la nostalgia di te,

del tuo viso, del tuo sorriso.

 

In questi giorni tutto

è diventato travagliato dolore

che sta sbriciolando la mia vita.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Come le nuvole di questo cielo autunnale di Grazia Denaro

75540289_3018886564795141_6442170353786552320_n

In quest’autunno

pregno di lacrime ed ombre

l’aria frizzante del mattino

mi fa pensare all’inverno

e con la mente corro a te,

 

a quando ti attendevo

in fondo alla strada

sotto la pioggia,

tale era il desiderio

di abbracciarti subito

che non riuscivo

malgrado il freddo

ad aspettarti dentro casa.

 

Ricordo sempre

il tuo viso sorridente,

il tuo odore,

il tuo ardore nell’abbracciarmi

ed un’amara tristezza

mi percuote

ripensando al vuoto e al silenzio

di giorni perduti lasciati dietro te

che sfilano verso me sciatti,

slavati come le nuvole

di questo cielo autunnale.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Il nostro solitario andare di Grazia Denaro

1509093_709399165804735_115663466760170322_n

Un vento impetuoso

ci sconvolse quel giorno

fu un improvviso gelo maligno

a scansarci e ad azzerare

il sentimento che ci aveva uniti.

 

Impervia la strada

della divisione del cuore

ci portò con angoscia

ad affrontare solitudine e dolore.

 

Di colpo per noi non brillò più il sole

fu fredda bruma

che accompagnò

il nostro solitario andare…

 

un enigma il nostro futuro

non più fra noi parole del cuore

ma lontananza e silenzi

nel nostro divenire…

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Immenso vuoto di Grazia Denaro

55837855_2271725252871253_1390050239611666432_n

Poter rivivere quel tempo

in cui con sguardo sereno

osservavo il cielo

assimilandone l’azzurro

che attraverso

il suo gioioso alito di vento

pareva regalarmi il paradiso.

 

Quelli erano giorni colmi d’amore

vissuti tra il mare, la laguna

e le fronde dei boschi

a donarci intimità e riparo

nel poter sognare il nostro futuro

protetti dalla foschia ambrata

dei pomeriggi splendenti

ed accaldati

ma colmi di ardente poesia.

 

Ma nel tessere la tela

dei nostri desideri nel tempo

si formarono dei grandi buchi

divenuti voragine

ad ingigantire le distanze fra di noi.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Il viaggio della vita di Grazia Denaro

9adb49df0530a5e83db02cbd89645601

Come nel giorno

viaggia la luce

delizia senza forma

e melodia senza tempo

anche le ombre viaggiano la notte

e svaniscono al mattino

avviando all’inizio di un nuovo dì

atto ad accendere illusioni e speranze

che possono essere felicità o delusioni.

 

A volte esso narra

di figure in controluce

solo incrociate

ma mai veramente conosciute.

 

Ammirando l’orizzonte

si spera trasparenza nel domani

che doni credenze e percezioni

a volte assurde

altre volte sentite vere.

 

Poco fa osservando il giardino

ho notato che il sole annaffiava i fiori,

gli odori urlavano

al richiamo dell’estate

e mi sono sentita viva e vitale

con le lusinghe briose della natura. 

 

 @Grazia Denaro@

 

 

Momenti di poesia. Nel buio dei crepuscoli di Grazia Denaro

29598252_187691115062261_1291641762922313376_n

 

Si riaccendono ricordi

di voci stanche

ormai votate al silenzio

anche se sulla volta celeste

dominava il riso dell’universo

non riuscì a scuotere i cuori

impigliati nell’eco dei temporali

che soffocarono il canto,

le risa, la gioia, le parole

e le purpuree emozioni

dentro al petto.

 

Poi anche il vento

smise di sibilare

alzando un muro spietato

a perpetrare

albe nuvolose e ghiacce

che crearono a lungo andare

un’ansia distruttiva

disciogliente il sentimento

disperso

nel buio dei crepuscoli.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Mi hai aperto la porta di Grazia Denaro

ed79ac94e7390f19c384c51fef3d9a82

 

Mi hai aperto la porta dell’orizzonte

con la sferza del suo mare

col suo rombo di scogliere

e la sua festa d’acque allegre e chiare.

 

Mi hai aperto la porta

del romanzo d’appendice

spalancando una prigione

conosciuta tanto bene e tanto a lungo

di cui sognavo sempre l’evasione.

 

Mi hai aperto la porta dell’amore vero

tanto grande e tanto colmo d’universo

in cui dolci fiori l’aria profumeranno

pascoli verdi scenderanno

verso acque fresche e cristalline

a irrorare il cuore di bellezza.

 

Mi hai aperto la porta di una storia

bella ed avvincente che laverà il dolore

cancellandolo indelebilmente

dagli occhi e dal mio petto

ormai scevro di tremore.

 

@Grazia Denaro@

 

 

 

Momenti di poesia. Ogni ramo ha il suo profumo e la sua luce di Grazia Denaro

ff45aadc463de97839abda1a27780912

Momenti di pace

nel silenzio la sera.

 

La soffusa luce dell’abajour

tende fili sottili a srotolare ricordi,

rimembra visioni già note

rimasti impigliati nella memoria

a vagare solitari.

 

Ma nell’istante folgorante

della reminiscenza

tornano aggregati a rimarcare

 momenti insiti nel perimetro della vita

tracciando segni di sorrisi,

singhiozzi silenziosi,

capriole di cuore

e tenaglie di dolore.

 

Quando tutto torna quieto,

affievolitesi le emozioni

partite dal punto più profondo

della radice del vissuto –

ho pensato

che ogni ramo ha il suo profumo

e la sua luce.

 

@Grazia Denaro@

 

 

 

Momenti di poesia. L’attesa di Grazia Denaro

74330859_2347319172031966_6965638429497360384_n

Quasi  leggo

sulle tue labbra

il tremore delle tue dita

che tendono

accarezzare dolcemente

le mie valli

mentre dal tuo profilo

traspare il desiderio

nei movimenti languidi

impregnati da aromi

coinvolgenti

che attraggono in un’intesa

che diviene via via più pressante.

 

Odorosi e timorosi

il tuo corpo e il mio

adagiati in una musica

esondante dai nostri respiri

fruscianti come seta

 fanno largo a un gorgoglio

di risacca suadente

che c’invola verso il cielo

e ci abbraccia come fa l’onda

nel momento in cui

accarezza la battigia.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. I nodi e le ombre dei miei giorni di Grazia Denaro

53161744_620605195050517_485975450758152192_n

Mattino di pioggia

batte sui vetri,

guardo fuori dalla finestra

e tutto un fluttuante sotto l’acqua

che il vento disperde

e schizza in ogni dove.

 

Non vedo più la strada

che tante volte

abbiamo percorso insieme

avvolti dall’incantevole

groviglio di emozioni

che emanavano le nostre anime.

 

Non c’era niente di più bello

di noi due che ci amavamo

con ogni respiro.

 

Alzo gli occhi al cielo sospirando

e ti cerco nell’apogeo grigio

di novembre gravido di pioggia

che mi risponde lacrimando

sui nodi e le ombre

dei miei giorni.

 

@Grazia Denaro@

 

 

Momenti di poesia. Solitudine randagia di Grazia Denaro

70882033_3010659155675765_7950152763189493760_n

Allora ti andavo

a cercare in quei deserti

senza confine né orizzonte

camminando con l’affanno.

 

Di te avevo come dono

la tua comparsa arruffata

e sporadica

pregna di nuvole e venti.

 

Non  riuscivi

a regalarmi

quei cieli azzurri

raggianti di sole

cui tanto anelavo.

 

Mi rimanevano

solo le mille domande

 che mi ponevo

sul tuo comportamento,

meditazioni pescose

elargite della mia solitudine

randagia

come il mio passo che ti inseguiva

senza mai trovarti.

 

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Stasera divago di Grazia Denaro

a65f7af49bee7b9661c94b677130cf53

Fluire leggera

in un solco di luna che irradia la terra

e rispecchiarsi dove il fiume s’infiora

a frantumare il buio della sera

in un chiaro di luce che illumini il mare

in una magia ammantata

di bellezza e di silenzio

dove solo la risacca suona melodia.

 

Vivere e respirare nella beltà della natura

in una pace che a rimarcarla

lascia tracce auliche dentro noi

di morbida poesia

che porta a divagare su immagini

soavi e leggiadre in accordo d’armonia,

 

musica segreta che percepisce un’anima

assetata di preghiera

a fugare ombre e dolore represso

che poi tangibile si posa

arroccandosi in inespugnabile fortino

e dalle sue crepe invia strali

tali da far rabbrividire il mondo.

 

 @Grazia Denaro@

 

 

Momenti di poesia. Inquietutine di Grazia Denaro

Casa freddo

Stasera l’orizzonte

non ha  più confine,

non assomiglia più al cielo

che si scioglie nel blu del mare.

E’ un indefinito pozzo universale

che risucchia il bene

e richiama il male.

 

Guardi il cielo scuro

senza astri,

grigi nembi v’incombono.

Gli alberi scheletrici del viale,

stecchi rivolti al cielo

sembrano penitenti

ad implorare aiuto divino.

 

In questa serata spettrale

senti inquietudine serpeggiare,

il tuo corpo rabbrividisce.

Una nenia triste inonda il tuo ego

richiamandolo larvatamente

come per l’ultimo esalare…

@Grazia Denaro@

 

Momenti di poesia. Guardarsi negli occhi di Grazia Denaro

42676

Guardarsi negli occhi

e incrociar sprazzi di sole

in pagliuzze colorate

è come denudarsi l’anima

priva di parole.

 

Non serve parlare

parlano le emozioni

parlano gli sguardi

tra battiti di ciglia…

 

carezze lievi

come piume d’angelo

che innalzano lo spirito

in un divino

sciogliersi catarsico

nella simbiotica emozione

che accomuna i cuori.

 

@Grazia Denaro@

 

 

Momenti di poesia. Fammi danzare di Grazia Denaro

71054559_2863805116969954_1475946922651942912_n

 

Fammi sentire

il canto del cielo

le carezze del mare,

fammi danzare con te

l’erotico sogno.

 

Con caldi tocchi di sole

accendi i sensi d’ardore

donandomi turbamento sublime.

 

Stammi vicino

fammi inalare

il tuo aroma

in questa notte lunare.

 

La tua lingua di sirena

m’irretisce

alle tue immaginifiche voglie

esaltando i sensi,

rendendomi schiava e regina

in quest’estasi divina

che m’innalza e m’annulla

nel respiro ansante

dell’immane desiderio

assurgendomi

in un fluttuare magnifico

oltre la soglia del cielo.

 

@Grazia Denaro@

 

 

Momenti di poesia. A ritroso nel tempo di Grazia Denaro

6e7439b7e2705c79f97707306072c8cf

Fu in quell’ameno paese

nei meriggi di sole

che assaporai

quel dolce miele sciroccale

elargitomi da te con la grazia

e la foga del tuo giovane cuore

attraverso il cerchio infinito

di letto caldo delle tue braccia.

 

Mi tornano in mente

le  pregnanti parole dell’amore:

incantevoli lemmi

dei tuoi passi acerbi

che m’introdussero entro terre

che non avevo esplorato mai

ma avida di conoscerle

ché mai spegnevano

il sole ai miei giorni.

 

Ricordo che in me

sotto una chiara luce

camminava

sempre solitaria

e tranquilla la felicità.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Stasera ci sei tu di Grazia Denaro

bb6bc2abef815e9bf4a3e0fd85b7dd1f

 

Respiro quest’aria dorata

dolce come il miele

di quest’autunno

di prezioso empireo.

 

Stasera ci sei tu

che con parole dolcissime

scateni il vortice

delle emozioni

accendendo fremiti

al ventre e ai fianchi.

 

Sei come un vento folle

che trascina le foglie

o come il cielo

quando è gonfio

e gravido di pioggia

a dover dare

impulso alla natura.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il sogno respirato di Grazia Denaro

33684817_1982255928516098_7771760020944846848_n

 Navigo

nel cristallo dell’aurora

in cui scorre il tempo

tra vividi riflessi

dove la notte ha donato

armonioso canto.

 

Si apre la lente del pensiero

in terso e limpido ruscello

in cui svanisce l’ombra

della notte impallidita

atta a far rivivere il sogno respirato

nell’aura evanescente

che aprì il volo della danza alata

e serpentina,

nella forza indolente del felino,

nell’arsura rossastra di una brace,

nell’aroma fluente

rischiarato dalla luna

e nel silenzio scheggiato

dalla brama.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Cullerò l’alba dei tuoi sogni di Grazia Denaro

50312658_2440384975978639_6063651454311202816_n

Ho dato uno sguardo
ai tuoi occhi
ed ho visto le curve
della malinconia
ma una leggera brezza
danza un linguaggio
di limpida sensualità.

Attendo le tue mani
sul delta delle spalle
che concedano
carezze d’amore.

Cerco l’amore
nella svolta della notte
cerco l’acqua
riflessa dalla tua luce
che mi si schiude
in mezzo al petto…

è la solitudine
che irriga il mio volto
mentre dilaga
il desiderio di tenerezza…

portami
tra le tue braccia
dove il sole irradia i primi raggi
ed io cullerò
l’alba dei tuoi sogni.   

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Col sorriso nel cuore di Grazia Denaro

74632464_2618807794829280_4950686464250740736_n

E’ a sera

che nel silenzio

riallaccio i pensieri

di tutto il giorno.

 

Spesso faccio una cernita

e scelgo ciò che mi è gradito,

non desidero che la mia notte

divenga greve.

 

Esalto i pensieri

d’amore in generale:

 

per me un sentimento

da appendere alle stelle

sagomando voci e volti a me cari.

 

E, così m’avvio al sonno

col sorriso nel cuore.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Inchiostri fioriti di Grazia Denaro

86ac8782651da9eca384845d7400e62b

 

Mi scuci il cuore

colmandolo d’immenso

con parole

ch’elevano il sentimento.

 

In un tripudio di dolcezze

mi doni giorni

d’incorniciati incantamenti.

 

Il tuo cuore talismano

di parole appassionate

a fiorire melodie

di primavere ubertose

nel rigoglioso rifulgere di luce

illumina pagine d’inchiostri fioriti

d’immane bellezza

che attraggono l’anima

di recondite alchimie

intrecciate all’unisono

e recepite in incanto d’aurora

e nell’universalità della natura.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Stato di quiete di Grazia Denaro

fiumi___laghi_03

M’avvolge il silenzio

in influssi

accompagnanti la luce

del trasparente giorno

volto in un invaso di pace

deposto

sul palmo delicato del tempo

tale da volerne fermare

l’istante fuggente.

 

Desiderio

di rimanere in stato di quiete

e a non seguire quel vento

che spira di corsa,

rimanere in uno stato di sosta allargata

che si assiepa calma attorno all’io confuso.

 

Pensieri vagano, scolpiti, levigati:

istantanee lucide

presenti con la vividezza della loro voce,

fune lanciata alla finestra aperta

della vita

che lascia riflettere sul passato

e sul tempo a venire.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il simulacro della discordia di Grazia Denaro

70942684_2367549153323053_940956149765636096_n

Esisti sempre in ogni dove

ci sia io

e fai parte della mia anima

anche quando cupe stelle

ammonitrici

sotto un luccichio buio

e un’assenza ostinata d’aria

mi fanno percepire

l’oscurità imbronciata del cielo.

 

Ma io sono tenace

e non mi abbatto,

aspetto con perseveranza

i giorni chiari e ventilati

che fughino le nuvole

e disarmino la belligeranza

spazzando via

quegli spiccioli d’orgoglio

che omaggiano il simulacro

della discordia.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Eclatanti fiamme prigioniere di Grazia Denaro

coppia-bacio-amore-sex_650x447

Nel respiro della notte

 i sensi s’accendono

di mille fiammelle

ad incendiare le ore d’ardore

nel caldo tepore dei nostri afflati

conducendoci per mano

in contrade misteriose

d’emozioni profonde…

 

sensazioni crescenti inanellano

carezze dentro le viscere

come mare che accarezza lieve e culla

seguendo una melodia congiunta al cielo

che nella tessitura d’acque e luce

non indietreggia ma avanza

verso ciò che brama e trema dentro:

– eclatanti  fiamme prigioniere

finalmente liberate –

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Energia sublime di Grazia Denaro

190344375-bcf706c0-4259-428c-b032-b61a82d04661

Stasera il sentimento mi cattura:

il soffio del vento

mi canta le melodie dell’amore…

ti guardo, incrocio il tuo sorriso

che scivola sul mio collo,

hai lo sguardo fiero

d’un predone guerriero.

 

Sento una musica che accarezza l’anima:

liquida carezza che rimescola

le mie emozioni

irradiate dalle lucciole

che accendono come lumini la calda notte.

 

Indicibile sospensione mi solleva

 più dell’altra che è di stelle

e illumina il creato d’argentea luce.

 

Ristori il mio corpo

 e il mio cuore

s’appaga dell’energia sublime

che tu elargisci

e a cui con gioia m’abbandono…

 

chiudo gli occhi ascoltando la tua voce

e la bellezza s’irradia nell’universo

a riempirmi di gioia la vita…

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il gomitolo dei ricordi di Grazia Denaro [Dedicata a mia madre]

fe27485357674991ef5d9f5b4b360d3e - Copia

Dal gomitolo dei ricordi

oggi tiro il filo rosso

che mi riporta a te:

al tuo viso.

 

E’ un fiume scorrevole

ora il pensiero…

 

m’investe il tuo riflesso

da cui mi sento irradiata

rivedendo i tuoi occhi che mi osservano

con quello sguardo antico

ad irretire un groviglio di emozioni

mai dimenticate.

 

Sento le tue braccia

che serrano il mio corpo

e ciò mi accelera il battito del cuore.

 

In un tripudio di luce:

s’è aperto il cielo col suo azzurro

e s’è destato repentemente

il canto della natura

in una festa di suoni e di colori

fondendo in un’unica verità

i ricordi confusi della memoria.

 

Vorrei rimanere abbracciata

a questi eventi

che risvegliano la vitalità di me fanciulla.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Sotto la croce del sud di Grazia Denaro

maxresdefault

Pensieri colmi di nostalgia

per quell’isola felice

che apriva braccia di speranze

accogliendo a nuove latitudini

dove il tempo

pregno di luci incontaminate

accendeva dì gai e danzanti

accompagnati da brezze leggere

ed accattivanti

a risvegliare meravigliose aurore

col prosieguo di giornate eternamente gentili

che si riflettevano in un languido chiarore

affacciate a quell’oceano cobalto

in cui giocavano i delfini.

 

Quel raggio riscaldava il cuore

donando gioia e tepore

anche nelle giornate invernali.

 

E quando scemava l’urlo del giorno,

si accendevano quelle sere magiche

da cui si poteva scorgere in lontananza

anche la Croce del Sud.

 

Il cielo sopra il deserto era illuminato

da una trapunta di stelle

e nella quiete notturna

a volte brillava come orecchino

il quarto di luna

adagiato in quell’aura incontaminata.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Nel gorgo della barbarie e dell’annientamento di Grazia Denaro

53243899_2236950686521815_8348060144047851237_n

Siamo tutti assediati

in un mondo che si combatte

e come prede e pedine ci mordiamo,

serpenti che hanno bisogno d’espellere il loro veleno

in un circolo vizioso che chiude un crudele cerchio.

 

Figli e figliastri di cui non poter mischiare il seme

in questo tempo di migrazioni,

di lampi viola, di canti funebri,

di mistificazioni e d’ipocrisie

vissute in tempeste d’astrazioni

e di massacri attuati sotto un cielo impassibile

e all’orrore incomprensibile

che si perpetra da una parte all’altra del pianeta.

 

Un incubo devastante

che ci coinvolge tutti in questa crudele ordalia

velata di nebbia nel sentore del clangore.

 

Ormai non è più tempo di silenzi né di temporeggiare

se si riesce ad arrivare fin nel cuore dell’Europa

 a perpetrare stragi e massacrare innocenti genti ignare

 a cui viene cancellato il sorriso all’improvviso.

 

E’ tempo di risvegli da ponderare nella ricerca di un rimedio

per non essere dal demone risucchiati

nel gorgo della barbarie e dall’annientamento.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il suo esaltante frastuono di Grazia Denaro

fc0b1aa0d9c54d5dcf8130fe2663fceb

Mi gemmi nel cuore

in quel dolce sentire

che come assolo di violino

accompagna i miei giorni

quando mi rifugio nel silenzio

per poterti meglio percepire vicino.

 

E’ allora

che mi scorre in petto

quella musica soave e magica

avente la tonalità

della tua voce profonda

quando si rivolge a me

nei momenti d’abbandono

quale sovrana meraviglia

coinvolgendo

il cielo, la luna, le stelle

ed il creato tutto.

 

Ed io come viva meridiana

tra lo scorrere magnifico del tempo

a cadenzare il tocco tuo solenne

che mi coinvolge

nel suo esaltante frastuono.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il tuo ricordo papà di Grazia Denaro

41796180_2000044446706003_7186143553712553984_n

Manchi tra le parole non dette,

manca il tuo volto sereno,

il tuo fare schivo e di poche parole,

il tuo sguardo, il tuo sorriso.

 

Anche questa giornata

tersa ed azzurrata

è consacrata al tuo ricordo papà

e questa nostalgia viene da lì,

dal tempo della fede e dai canti armoniosi

vissuti tra le tue giornate più luminose

di cui fosti il perno della mia giovinezza

ricca di un contesto armonioso

e sereno.

 

Sei respiro di ogni mia cellula,

sei stato il nocchiero

che mi ha accompagnato

nel viaggio della vita

infondendo saggezza,

speranza ed amore.

 

Ora che non ci sei più

mi manchi immensamente,

è dono prezioso che tengo

gelosamente custodito

nello scrigno del mio petto.

 

@Grazia Denaro@

 

Blue Java: le banane blu che sanno di gelato alla vaniglia. Articolo di Grazia Denaro

blue_java_cover

Avete mai assaggiato una Blue java? Probabilmente no, ma potete comunque immaginare il gusto di questa banana dalla buccia bluastra (ma solo quando è acerba) dato che assomiglia a quello del gelato alla vaniglia di cui ricorda anche un po’ la consistenza.

C’è chi la considera la banana più gustosa al mondo e per questo la consuma al posto di un dolcetto. Si tratta della Musa acuminata × balbisiana, comunemente conosciuta come ‘Blue Java’, frutto originario del sud-est asiatico ma molto diffuso anche nelle isole hawaiane e in generale negli Stati Uniti.

A differenza della maggior parte degli alberi da frutto tropicali, infatti, le piante di Blue Java possono resistere anche a temperature al di sotto dello 0°, il che significa che possono crescere nella maggior parte della California, nelle zone del Pacifico nord-occidentale e ovviamente più a Sud. Continua a leggere “Blue Java: le banane blu che sanno di gelato alla vaniglia. Articolo di Grazia Denaro”

Momenti di poesia. Rigoglioso splendore di Grazia Denaro

169dd8819510fff417001d533986e470

Cieli cobalto

venati da cirri

come ali d’angelo

m’incantano stamane

donandomi presagio

di dolcissima vita nel divenire.

 

Adoro le albe cristalline

che sbocciano come rose tee

ad ingentilire le cose osservate,

quelle origliate,

le ore sperate

e le cose progettate.

 

Sono presagi beneauguranti

quei mattini sorridenti

che abbracciano l’anima

colmandola di speranza,

aprendo a quella gioiosità

pregna di caldo calore

buono e prolifico ramo

dai mille  benefici fruscii

in cui si rispecchia la luce

dell’opulenta natura

quand’è all’acme

del suo rigoglioso splendore

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Il tuo riflesso di Grazia Denaro

53761946_2047843851960253_8340313734161367040_n

Il tuo riflesso  – palpito –

mi accompagna

anche quando non ci sei

e quando sei lontano

sento lo sfiorarmi delle tue dita.

 

Ma quando sei vicino

un giorno fulgido s’accende

dalla finestra aperta su un cielo grande

di sorrisi e canti in armonie accordate

al suono degli eventi.

 

Così procede l’impronta impressa

e calpestata dai nostri cuori schiusi

che portano agli altari membra calde

tra spighe di grano ondeggianti

pregne di soavi suoni sotto pelle

a pregustare il pane quotidiano

con i dolci frutti dell’azzurra magia

che fa dimenticare quei venti incostanti

che a volte hanno alitato

scacciati da un astro

[sempre risorto]

di caldo ristoro.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Magico istante di Grazia Denaro

22221976_1426211537456824_3809123780692150250_n

 

Magico istante tra noi…

quel fioco grido che ci unisce

è un canto!

 

Si, un canto che sgorga dall’anima

intriso di gioia e sentimento.

 

Se al futuro guardo,

penso che anche il deserto selvaggio

per noi due sarà giardino ameno.

 

Immagino splendide fioriture

dento il cerchio delle nostre braccia

fili d’erba come seta

e fiori profumati

ci accompagneranno

lungo i bordi dei sentieri

e parole a coprire l’ombra dei pensieri

in una luce sontuosa

senza ombra d’inganno

in una fiamma rifulgente di zaffiro.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Ottobre – acrostico di Grazia Denaro

43156507_1823876604356980_4485431408902275072_n

O rlate colline d’assente suono

T integgiate da verde spento, di foglie caduche

   e da colori che vanno dal cremisi al rugginoso

T rattegiate in un tempo che si smarrisce nella foschia

O ttobrina d’inizio autunno

     avviando ad un tempo di semina e di stasi.

B rumosa stagione che respira nel sussurro della quiete

  e delle sementi a dimora nei solchi vangati

R espingendo anzitempo il sole verso ovest

E nergia di dolce frescura a dissipare la calura dell’estate.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Tra veglia e sonno di Grazia Denaro

43171573_1822536257824348_6445011182595080192_n

 

Tra veglia e sonno,

nel torpore del mattino

il tuo soffio dolcissimo

accarezza la mente e il cuore.

 

E’ un dolce cullare

l‘emozione che sento,

ma anche il ristagno del tempo

che vivo in una favola rosa

  mi fa apprezzare

questo convivio colmo di pace

immerso nella luce

 che va oltre gli spiragli del tempo

donanti spire di sole

carezze di vento

qualche nuvola chiara

ad intrecciare le nostre essenze

in un pulviscolo d’universo

assorbito nella magia del sentimento

sospesi nella beatitudine gioiosa

 vissuta attimo per attimo

della nostra vita.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Fusione d’anime di Grazia Denaro

imagesCMDPDBTP

Stanotte

assaporo quell’ebbrezza impaziente,

onda sinuosa su piaceri d’intesa

che stuzzica il cuore

ed irretisce i sensi…

 

ricama sapori di brezza leggera

e d’intenso vento

disinibendo remore nell’abracciare

regalando sinfonie

in fusione d’anime,

nell’elargire suadenti carezze,

e fruscio di baci

adagiati come cascate di foglie

sullo scrigno del cuore.

 

Allacciami i fianchi  

[ti dico piano]:

 

… portami nella tua serra

d’ esotiche piante

ed inondami di odorosi umori…

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Scivolano le ombre di Grazia Denaro

42625114_1814229508655023_7098859183918809088_n

Ormai l’estate

non ha più il suo suono

 e ridimensiona i suoi colori

allentando il calore della stagione

che dà il passo all’autunno.

 

 Già scivolano le ombre

nell’aria leggera e volatile

dove il gioco del vento fresco

muove le fronde degli alberi,

le pale eoliche

tenendo in sua balia

tutte le cose.

 

Il rosso tende ad incombere

in ogni sua declinazione

facendo da contraltare

al verde ed al giallo della natura.

 

Una stagione

in fase di cambiamento

dona un’aura

un po’ soffusa all’universo

che col suo rumore intrinseco

svela la metamorfosi della terra

e  dei profumi muschiati nei boschi

in cui si respira meraviglia.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Sinfonia di luce poesia di Grazia Denaro

60258587_2316361671740562_1330597734637371392_n

Alanina luce

l’essenza del tuo moto ambisco,

essa, per me,

vince il rombo più potente dell’universo.

 

Nel gaudio del tuo giglio

di niveo lucore mi rifugio

poiché sei il vento dell’amore

che mi accarezza dolcemente

ed il mio pianto

al tuo riso si confonde.

 

Ha un canto questa luce astrale

d’illuminante giorno

paradigma del musicante tuo sguardo

che si riversa sopra gli odorosi cedri

e sui boschi di tenera ginestra

come quando

ti stendi nell’ansa del mio letto

ed io stringo il morbido tuo ventre

che aderisce al mio,

allora la tua carne si fa mia

ed io bacio la voce del tuo sguardo

e la tua bocca che alla mia si fonde

in un alito denso di pregiato aroma

che diviene profumo intenso

e delicato ad esaltare i sensi

per quella sinfonia di luce che ci avvince.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Tocco di vita di Grazia Denaro

42445901_1811996132211694_2530708092170010624_n

 

Giorno di luce e parole

mi vieni incontro

in un soffio di voce

 col tuo soffuso colore

attraendomi

col tuo dolce tepore.

 

Tu vieni a me

come biondo uccello

in rabbuffato sbalzo

a spaziare nell’immensità

del cielo blu

colmandomi interiormente

d’emozione gioiosa

con la carezza alata

del tuo respiro

che il cuore fa vibrare

nel margine del petto,

mentre il tuo profumo

è tocco di vita

ravvivata

delle tue affettuose dita.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Sinfonia d’autunno di Grazia Denaro

185197__nature-landscape-autumn-trees-leaves-mountain-lake-sky-clouds-grass_p

Giornata dai ramati colori

rilucente di soffusi bagliori

in percorsi indefiniti

attrae il pensiero

donando vertigine

che va dagli occhi al cuore

che come caduca foglia

al soffio del vento muore.

 

Giornata sfolgorante

di luce ambrata e nuvole bianche

sotto un cielo terso e cristallino

eppure nido autunnale

nel silenzio degli uccelli,

 nei vessilli di quiete

che abitano la campagna,

nell’odore di terra smossa

pronta ad accogliere le sementi

per una nuova procreazione.

 

Così s’appresta il giorno

nel suo calmo rito

del cammino che dirige i passi

al vestibolo della nuova stagione.

 

@Grazia Denaro@

Momenti di poesia. Pensiero di Grazia Denaro

22007769_1418804984864146_7411649651497666765_n
 Come rivolo scorrevole corre il pensiero
ma a volte non riesce ad aleggiare
prigioniero com’è
di una roccia satura di calcare.

Rimane bloccato lì
e il suo grido interiore si contrae
non riuscendo ad esternare
ciò che è noto
all’ansa dell’anima dolente.

Muta rimane l’eco imprigionata
in una sospensione
nella quale soggiorna
il peso di un rospo gracidante
abbandonato nel vento
 in un bozzolo
di stelle soffocate.

 

@Grazia Denaro@