Premiazione fotografica, di Cristina Saracano

Alessandria: Sabato 8 settembre alle 10,30 presso la biblioteca Civica Francesca Calvo di Alessandria si svolgerà la premiazione di Blanco, maratona fotografica giunta alla seconda edizione.

Le foto saranno visibili fino al 28 settembre presso la stessa biblioteca, durante gli orari di apertura:

Lunedì dalle 14 alle 18

Martedì e giovedì dalle 9 alle 18

Mercoledì e venerdì dalle 9 alle 14

Sabato dalle 9 alle 12,30

Dall’orto alla città, di Cristina Saracano

Alessandria: Mercoledì prossimo, come di consueto, in piazza Libertà ad Alessandria, sarà allestito il mercato ortofrutticolo a km 0.

Dalle 8 alle 13 si potranno acquistare in città i prodotti provenienti direttamente dalla vicina campagna: frutta, verdura, ma anche fiori,miele e piante aromatiche.

Musica coi Dodecacellos, di Cristina Saracano

I Dodecacellos, violoncellisti guidati dal maestro Andrea Albertini, saranno questa sera alle 21 a Caldirola, ospiti il basso Matteo Peirone e il soprano Linda Campanella, la serata si chiama “That’s amore!”, programma già  eseguito a Savona all’Opera Giocosa, spazia sull’amore in tutte le sue sfumature.

Il concerto è dedicato alla memoria  di Massimo, scomparso prematuramente e amante della Val Curone.

Lunedì 20 alle 18 alla frazione Sant’Aloisio di Castellania, concerto ai piedi delle torri,  “Suoni del cielo e della terra”, per far conoscere e apprezzare questa località che ha dato i natali a Fausto Coppi

Seguirà rinfresco.

Genova d’amare, di Cristina Saracano

Genova: luogo d’origine di molti cantautori e di svariati gruppi musicali.

Genova, cantata nei suoi vicoli, nel suo vento, nel suo mare.

Genova dalla gente schietta, subito schiva, ma poi con una gran.voglia di chiacchierare.

Genova dai cibi semplici, fatti di erbe e di piacevoli profumi.

Genova e la forte pioggia, che fa paura quando viene giù

Una striscia di terra protesa verso il mare, e l’uomo ha fatto di tutto per poterla abitare e percorrere, ecco, anche questa è. Genova.

Ponti e case.

Piangiamo in silenzio in questa triste giornata promettendoci di essere migliori, senza perder tempo a incolpare chiunque sia un po’ diverso da noi per scelte o ideologie.

Perché Genova e l’Italia tutta siano belle e sicure.

Eventi in provincia, di Cristina Saracano 

Eventi in provincia, di Cristina Saracano

Alessandria: Anche questo fine settimana è ricco di eventi nell’Alesssandrino.

Ad Alluvioni Cambio’ si svolge la.Sagra del Sedano, ristorante all’aperto gestito dai volontari dell’Associazione Insieme nel cortile della chiesa di San Carlo Borromeo, a partire dalle ore 19,30, l’evento si replica il prossimo fine settimana.

Dalle 20, questa sera a Montegioco, grigliata in piazza, menù fisso a 20 euro e musica dal vivo con Mtcm band.

Prenotazione obbligatoria 392 7768733 oppure 335 1454824.

A Caldirola spettacolo dialettale con il.trio del Suroti e i.cantur di Montemarzino alle 21,15.

Dalle  19,30 si può anche gustare la.paella alla Capannina.

Il simpatico trio, formato da Francesco Balduzzi, Rosanna Razza e Tino Fiori, sarà domani sera alle 21,15 a Garbagna nel cortile della sala polifunzionale.

Buon compleanno, Madonna di Cristina Saracano

Nata in Michigan il 16 agosto 1958, conosciuta in ogni angolo del mondo, oggi Madonna festeggia 60 anni.

Una vita ricca di impegni  e soddisfazioni tra cui 7 Grammy e 2 Golden Globe, un percorso  artistico accanto a personaggi di fama mondiale come Gianni Versace  e Kaith Haring e molto altro ancora.

Piccola ma forte, sempre attenta all’imagine, alla cura dei dettagli e di ogni minimo particolare, solare e sorridente, cosa che non smentisce le sue origini italiane, la pop star ha monopolizzato l’ambiente musciale degli anni 80 e 90 e non ha smesso  di esibirsi e stupirci anche in questo  secolo.

Da Like a Virgin a Vogue, da True Blue a La Isla Bonita, canzoni conosciute e canticchiate da tre generazioni di persone.

Madonna ha rivoluzionato la cultura,  il costume, è  stata amata e copiata, le sue trasgressioni chiacchierate, ma apprezzate, il suo continuo cambio di look ci ha sempre lasciato piacevolmente a bocca aperta.

Sbruffona e strafottente al punto giusto, cantante  e ballerina instancabile, non può passare inosservata.

E oggi, a Marrakech, è  pronta a soffiare su 60 candeline e tutti i suoi fans, pronti a stupirsi ancora.

Sicilia, o cara di Giuseppe Culicchia, recensione di Cristina Saracano

Piemontese da parte di madre e siciliano da parte di padre, Giuseppe Culicchia giunge per la prima volta in Sicilia nel 1972, a sette anni.

È un amore senza fine.

Dal cibo,  alle luci, i colori, gli odori, l’accento,  il mare, il.sale, le case.

Culicchia non potrà più resistere alle tentazioni dell’isola.

La narrazione, una via di mezzo tra un diario e una guida turistica, procede scorrevole e mi fa ricordare ciò che ho visto qualche giorno fa.

Una storia d’amore per una terra e la sua gente, dove la parte sentimentale padroneggia.

Qualche lacrimuccia esce.

Di Culicchia acevo già letto “Tutti giù per terra”, una storia sui giovani e il difficile inserimento nel mondo del lavoro, un altro genere, comunque ben scritto.