Giro dell’Appennino di Cristina Saracano

Con il supporto dell’Elah – Dufour che quest’anno di anni ne compie 110. E premiandoMoreno Argentn che 30 anni fa vinse la 50esima edizione di questa corsa storica.
Quest’anno il Pontedecimo Ciclismo e il Giro dell’Appennino celebrano solo cifre
tonde. E si godono il successo di una corsa, come i corridori che la disputano, che non
molla mai.
Appuntamento il 28 aprile con ritrovo al Serravalle Designer Outlet. Poi partenza
nelle terre di Fausto Coppi, con il via ufciale previsto nello stesso retlineo dove
terminerà la tappa Carpi-Novi Ligure del prossimo Giro d’Italia. 23 le squadre iscritee
12 italiane, compresa la squadra della Nazionale Italiana, 11 quelle straniere.
Il Giro dell’Appennino per Fausto Coppi è stato “la prima e l’ultma”e prima gara nel
1938, poi vinse l’edizione del 1955, per distacco, grazie alla quale conquistò l’ultmo
suo ttolo tricolore.
” Quella matna del 1938 – ricorda il presidente del Pontedecimo Ciclismo, Ivano
Carrozzino – dopo aver fato la prima colazione con pane e mele seduto sui gradini di
un negozio, Coppi si presentò al foglio frma, ma non avendo ancora compiuto 19
anni non avrebbe potuto partecipare alla corsa. Era arrivato a Pontedecimo in
bicicleta da Castellania la matna stessa e la sua enorme delusione, comprovata da
qualche lacrima, commosse il patron Luigin Ghiglione che, con una deroga al limite
della legalità, riuscì a farlo partre. Coppi arrivò 6° lasciando nella polvere alcuni
illustri corridori di allora”.
Primo trato della corsa quasi tuto in Piemonte. Lungo le strade tra Pozzolo
Formigaro, Bosco Marengo, Spineta Marengo, San Giuliano, Tortona, Carbonara,
Villaromagnano, Costa Vescovato. Poi il passaggio a Castellania dopo 45 Km. di corsa.
Qui c’è il Passo Coppi, primo Gran Premio della Montagna.
A seguire la corsa raggiungerà Carezzano Superiore, Villalvernia, Novi Ligure,
Pasturana, Francavilla Bisio, Gavi Ligure, Carrosio, Voltaggio.
Poi dopo il Passo della Castagnola (mancheranno 106 chilometri), si entra in provincia
di Genova e nel secondo trato della corsa, quello decisivo, quello che mete dentro il
Passo della Boccheta. Fino all’arrivo in via XX Setembre nel pieno centro di Genova
dopo oltre 198 chilometri di corsa.

Cinque i Gran Premi della Montagnae il primo è Passo Coppi dopo 45 Km, l’ultmo il
Passo dei Giovi dopo 164 chilometri di corsa. Il passo dellaBoccheta arriverà dopo
136 chilometri nelle gambe dei corridori.
Sei i Traguardi Volante l’ultmo in via 30 Giugno per ricordare chi non c’è più e le loro
famiglie. In quella Valpolcevera che tanto ha dato a questa corsa.
La festa comincerà presto soto lo striscione di via XX Setembre. Prima dell’arrivo
della gara ci sarà infat la pedalata di bambini e ragazzi sul retlineo.
A Moreno Argentn andrà l’Appennino d’Oro. Ricordando la vitoria di trent’anni fa al
50° Giro dell’Appennino, prova unica per il Campionato Italiano Professionist, che gli
permise di indossare la maglia tricolore di Campione Nazionale per la seconda volta
in carriera. Specialista delle classiche, vince per quatro volte la Liegi-Bastogne-Liegi,
per tre volte la Freccia Vallone, il Giro di Lombardia, il Giro delle Fiandre (indossando
la maglia tricolore conquistata a Pontedecimo).
Il traguardo volante in via 30 Giugno, proprio all’interno di una corsa che ha ancorato
storicamente la sua leggenda alla Valpolcevera, rimarcherà l’eccellenza dei valori
umani e sociali di questo evento sportvo ricordando chi su questo territorio ha perso
la vita e le loro famiglie.
Giro dell’Appennino che guarda ai 100 anni. Senza dimentcare i corridori che hanno
fato grande questa corsa. Senza dimentcare le persone che hanno fato
indimentcabili tant moment. Come Tarcisio Persegona, patron della Tre Colli, più di
uno sponsor per la corsa, recentemente scomparso. A lui sarà dedicata la classifca
fnale del Gran Premio della Montagna.
E poi quel ponte. Che non c’è più. Come il piccolo Samuele nipote di un socio del
Pontedecimo Ciclismo, vitma del crollo del Morandi. Il traguardo volante in via 30
Giugno sarà lì. A ricordare il dolore di tut.
Enti Promotori: Patrocinio:
COMUNE di GENOVA
Sponsor:
http://www.uspontedecimo.it

Visite guidate al Teatro Marenco di Cristina Saracano

Apprezzate le visite guidate al Teatro Marenco
In occasione dell’ultimazione dei lavori di ristrutturazione del Teatro Romualdo
Marenco, che sarà restituito alla città di Novi Ligure nel suo antico splendore,
l’Amministrazione comunale e la Fondazione Teatro Marenco hanno dato la
possibilità agli alunni delle scuole cittadine prima, e a tutti i cittadini novesi in
seguito, di poter ammirare il recupero della sala storica.
A tale scopo infatti sono state organizzate visite guidate che, attraverso un
percorso dedicato, hanno mostrato le potenzialità del luogo e le nuove tecnologie
adottate per il recupero funzionale del Teatro.
Le visite guidate a gruppi, con numero limitato di 20/25 persone e della durata di
30 minuti circa ciascuna, hanno registrato una grande adesione. Le visite sono
iniziate il 3 aprile e sono proseguite fino al 14 aprile.
Nelle mattinate del 3, 4, 5, 10, 11 e 12 aprile hanno potuto entrare al Teatro circa
950 ragazzi delle scuole novesi, elementari, medie e superiori; purtroppo le
richieste superavano la disponibilità dei giorni messi a disposizione, tanto che sono
già state prenotate visite durante i prossimi mesi.
Invece, per quanto riguarda i giorni di apertura alla visita per il pubblico sono stati
scelti due week end, sabato 6 aprile e domenica 7 aprile e sabato 13 e domenica
14 aprile, registrando una partecipazione di circa 3500 persone. Altre visite sono state fatte per i dipendenti comunali, durante la giornata dell’11
aprile e per gli amici del Marenco, circa 200 tra coloro che hanno contribuito alla
campagna di adozione di poltrone e palchi, scandite in due pomeriggi (5 e 12
aprile).

Aperture pasquali musei nel Casalese di Cristina Saracano

Rete MoMu: le aperture durante le festività
Museo Civico e Gipsoteca Bistolfi – Casale Monferrato
Aperto venerdì, sabato, domenica e festivi (inclusi Lunedì dell’Angelo (Pasquetta) e 25
aprile): 10.30 – 13.00 / 15.00 – 18.30.
Cattedrale di Sant’Evasio e Sacrestia Aperta – Casale Monferrato
Venerdì 19 aprile: 15.00 – 18.00
Sabato 20 aprile: 9.00 – 12.00 / 15.00 – 18.00
Domenica 21 aprile (Pasqua): 16.00 – 18.00
Lunedì 22 aprile (Pasquetta) e giovedì 25 aprile: chiuso
Sinagoga e Musei Ebraici – Casale Monferrato
Chiusi per la festività di Pesach dal 19 al 22 aprile compreso
Aperti il 25 aprile:10.00 – 12.00 / 15.00 – 17.00
Museo San Giacomo di Lu
Aperto ogni fine settimana: sabato dalle 14.30 alle 18.00; domenica (inclusa Pasqua) dalle
10.00 alle 12.30. Chiuso lunedì di Pasquetta e giovedì 25 aprile
Ecomuseo della Pietra da Cantoni – Cella Monte
Apertura su prenotazione, tel. 3393429481 – 0142488161
Museo Etnografico Coniolo, il paese che visse due volte – Coniolo
Apertura su prenotazione, tel. 320.4916362
Centro Interpretazione Paesaggio del Po – Frassineto Po
Aperto solo il 28 aprile dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 18.00
Cappella del Paradiso di Crea – Serralunga di Crea
Chiuso il 21 e 22 aprile (visitabile solo esternamente)

Ristorazione scolastica a Casale Monferrato

Consiglio di Stato: corretta e legittima l’aggiudicazione del servizio di ristorazione
scolastica a Elior Ristorazione Spa
Al termine di una complessa vicenda giudiziaria, il Consiglio di Stato si è definitivamente
pronunciato in merito all’aggiudicazione del servizio di ristorazione scolastica a ridotto
impatto ambientale, oggetto di bando di gara emesso dal Comune nel corso del 2017.
In seguito alla gara pubblica, con determinazione del 4/10/2017, il servizio era stato
aggiudicato alla ditta Elior Ristorazione SPA; l’aggiudicazione tuttavia era stata impugnata
avanti al Tar Piemonte dalla seconda classificata, Sodexo Italia SPA.
Il Tar Piemonte, in fase cautelare, aveva disposto la rinnovazione della verifica di congruità
delle offerte che, per correttezza e trasparenza, il Comune aveva effettuato nei confronti di
entrambe le ditte contendenti; in esito a tale fase, il Tar si era pronunciato in favore di Elior
e del Comune, salvo poi giungere a diversa decisione nella fase di merito, dando ragione
a Sodexo.
La pronuncia del Tar Piemonte è stata tempestivamente impugnata di fronte alla massima
autorità giudiziaria amministrativa, il Consiglio di Stato che, dopo aver inizialmente
disposto la sospensione del giudicato di primo grado, in data 8/4/2019 ha ribaltato le sorti
della causa, riformando la sentenza del Tar e confermando la legittimità e la correttezza
dell’aggiudicazione fatta dal Comune alla società Elior Ristorazione Spa.
Commenta il dirigente del settore politiche socio-culturali Riccardo Barbaro: «La sentenza
conferma che il Comune ha ben operato nella fase di gara scegliendo l’offerta migliore, sia
dal punto di vista qualitativo che da quello economico. Il contenzioso nei mesi scorsi aveva
generato alcuni problemi di tipo gestionale perché aveva impedito di esprimere
completamente le potenzialità del progetto vincitore; ora sarà possibile migliorare
ulteriormente il servizio mensa con la possibilità di incontrare maggiormente le esigenze
degli studenti».
Casale Monferrato, 16 aprile 2019

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili per permettere lo svolgimento della gara di campionato nazionale Lega
italiana calcio professionistico serie C presso lo stadio comunale “G. Moccagatta” – 18 aprile
2019
Per permettere lo svolgimento della partita di calcio di campionato nazionale Lega Italiana Calcio
professionistico serie C stagione sportiva 2018/2019 tra U.S. Alessandria Calcio1912 srl – Pro Patria
1919 srl in programma il giorno 18/04/2019 con inizio alle ore 20.30, saranno adottati i seguenti
provvedimenti viabili:
dalle ore 14 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata
e dalle ore 17alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di transito in:
– spalto Rovereto, semicarreggiata nord, ambo i lati,
– spalto Rovereto, semicarreggiata sud , ambo i lati,
– spalto Marengo, semicarreggiata nord, nel tratto compreso fra viale Milite Ignoto e via Donizetti,
– spalto Marengo, semicarreggiata sud, nel tratto compreso tra via dei Guasco e via Mazzini,
– via Bellini, nel tratto compreso fra spalto Rovereto e via Santorre di Santarosa, ambo i lati,
– via Rossini, nel tratto compreso fra spalto Rovereto e via Santorre di Santarosa, ambo i lati, – via Santorre di Santarosa, nel tratto compreso tra via Bellini a via Rossini, ambo i lati.
dalle ore 17 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di transito nelle seguenti vie:
– via Porta, (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione via Donizetti)
– via Dal Pozzo (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione via Rapisardi);
sarà altresì consentito l’accesso ai passi carrai ivi presenti.
dalle ore 17 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di transito, nelle seguenti vie:
– via Bottazzi
– via Milazzo, nel tratto compreso tra via Sant’Ubaldo e spalto Rovereto
– via Verona, nel tratto compreso tra via Sant’Ubaldo e spalto Rovereto
dalle ore 14 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata in via
Donizetti, nel tratto compreso tra il numero civico 10 e spalto Rovereto, ambo i lati.
dalle ore 17 alle ore 24 il traffico proveniente da via Donizetti avrà svolta obbligatoria a sinistra in via
Girgenti
dalle ore 18 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e il
divieto di transito in una porzione di piazzale Berlinguer a delimitare un’area posta a nord ovest (lato
carro dei deportati e lato ist. Volta), per la riserva di 50 stalli di sosta (eccetto mezzi dei supporter della
squadra ospite Pro Patria srl)
dalle ore 14 alle ore 24 del giorno 18/04/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata in
spalto Marengo, semicarreggiata nord, lato dx senso di marcia, nel tratto stradale antistante l’istituto
ITIS Volta, eccetto autobus.
Si evidenzia che i parcheggi individuati per la tifoseria locale e per la tifoseria ospite sono i seguenti:
piazza Perosi, destinata al parcheggio della tifoseria locale,
piazza Berlinguer, destinata al parcheggio della tifoseria ospite.
Lavori di scrostatura intonaco ammalorato pericolante in via Inviziati civ. 32- 24 aprile 2019
Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori di rimozione intonaco ammalorato alla facciata
dello stabile di via Inviziati 32, con utilizzo di piattaforma elevatrice in programma il giorno 24 aprile
2019, dalle ore 9 alle ore 18, vigerà il divieto di transito in via Inviziati, per il posizionamento del cestello
autocarrato all’altezza del civ. 32 (tratto fra piazza Monserrato ed il parcheggio sotterraneo). Sarà
consentita l’uscita dei veicoli dal parking dell’Amag Mobilità con direzione via Milano.
Lavori edili al fabbricato ubicato in spalto Borgoglio 43/45 angolo via Cardinal Massaia- 22- 29-
30 aprile 2019
Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori edili presso il fabbricato ubicato in spalto
Borgoglio 43/45, all’intersezione via Cardinal Massaia 22 con utilizzo di autoscala, in programma nei
giorni 29-30 aprile 2019, dalle ore 8 alle ore 18 del giorno 29 aprile 2019 vigerà il divieto di fermata con
rimozione forzata e contestuale restringimento della semicarreggiata di spalto Borgoglio, nel tratto
stradale antistante i civv. 43-45, per il posizionamento dei mezzi operativi;
dalle ore 8 alle ore 18 del giorno 30 aprile 2019, vigerà il divieto di sosta con rimozione forzata e di
transito in via Cardinal Massaia, nel tratto stradale antistante il civ.22 compreso fra Spalto Borgoglio e il
piazzale Madre Teresa di Calcutta, per il posizionamento dei mezzi operativi.

Letture in bibiloteca, di Cristina Saracano

image2.jpeg

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Martedì 16 aprile 2019 alle ore 17,00 nuovo appuntamento del progetto “Letture in Biblioteca “ con un romanzo giallo dal titolo “L’estate non perdona” di Flavio SANTI.
Letture di Cristina SARACANO presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.
Fabrizio PRIANO commenta “Flavio SANTI, scrittore, poeta e traduttore alessandrino di origine friulana, presenta il suo ultimo lavoro, il suo secondo romanzo giallo che ritrova come protagonista Drago Furlan. Attraverso le indagini dell’ispettore friulano, l’Autore racconta un territorio, il Friuli, la terra di origine tanto amata in tutta la sua bellezza, in bilico tra modernità e tradizione”.

Flavio SANTI
Di origine friulana (di Colloredo di Monte Albano), il cognome originario era Sant: la “i” è stata aggiunta sotto il fascismo per italianizzarlo. Benché vincitore del concorso di ammissione alla Classe di Lettere e Filosofia della Scuola normale superiore di Pisa, ha preferito studiare presso l’Almo Collegio Borromeo di Pavia, dove si è laureato in Filologia Medievale e Umanistica con una tesi sul giurista umanista Giasone del Maino (di cui oggi si può leggere la voce Treccani da lui redatta), e ha poi conseguito il dottorato in Filologia moderna con una tesi dal titolo “Figurando il Paradiso”: metafora religiosa e
vita materiale nella letteratura italiana dalle origini fino a Dante. Ha studiato anche a Ginevra sotto la guida di Guglielmo Gorni. Continua a leggere “Letture in bibiloteca, di Cristina Saracano”