L’arpa di Sara Terzano al conservatorio di Alessandria

L’arpa di Sara Terzano in Concerto al Conservatorio di Alessandria racconta Leonardo Da Vinci musicista

Un concerto d’arpa per scoprire Leonardo Da Vinci musicista e inventore di strumenti musicali: Sara Terzano, arpista e compositrice, racconta in musica un lato poco conosciuto del poliedrico artista del Rinascimento celebrato in tutto il mondo come genio universale.
Con “Note d’arpa su Leonardo” (Auditorium del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, Mercoledì 11 Dicembre alle ore 17 ingresso libero e gratuito) in occasione de “I Mercoledì del Conservatorio”, stagione del Conservatorio di Musica “A Vivaldi” di Alessandria giunta alla diciottesima edizione, Sara Terzano ridipingerà con l’arpa il ritratto di un inedito Leonardo musicista, compositore, inventore di strumenti musicali e scenografo attraverso un repertorio ricercato ad hoc.
Oltre a suonare brani rinascimentali e pagine dal repertorio originale sull’arpa celtica e moderna alternando brani antichi con pagine di Gabriel Fauré, François Joseph Naderman, Felix Godefroid e Nino Rota, l’arpista improvviserà sui rebus musicali di Leonardo rendendo il concerto unico e irripetibile. A corollario del concerto saranno proiettate le immagini delle opere di Leonardo Da Vinci legate al tema della musica e della scenografia, indagando anche l’ispirazione tratta dalla natura e dal paesaggio e la capacità di tradurre in segni e suoni i ritratti dei personaggi dell’epoca.
L’arpista Sara Terzano, concertista e compositrice, è docente titolare della cattedra di Arpa del Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria; solista del Gruppo Cameristico Alchimea, attinge anche dalla sua formazione da architetto per portare avanti l’originale percorso alla scoperta del dialogo tra le diverse espressioni artistiche. In particolare, partendo dal connubio tra la musica e l’architettura, l’arpista ama creare programmi e repertori ricchi di fascino e suggestioni spesso realizzati in contesti di rilevanza storica e architettonica. Tra i diversi percorsi, Sara Terzano ha presentato anche ad Alessandria il Seminario – Concerto in più appuntamenti “Musica – La Voce delle Arti”, itinerario alla scoperta del dialogo tra l’arte dei suoni e le diverse espressioni della creatività coinvolgendo inoltre le Scuole e gli allievi del Conservatorio stesso.
Ad introdurre il concerto il Duo di saxofoni “Osmosi” formato da Gloria Passoni e Lorenzo Cucchi suonerà il “Konzerstück” di Paul Hindemith, autore di una celebre sonata per arpa.
Il concerto è realizzato in collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino: per il Museo Sara Terzano mette in scena da anni lezioni-concerto e laboratori didattici nelle Scuole, nella sede del Museo stesso e al Cinema Ambrosio di Torino e cura e realizza i corsi d’aggiornamento sotto forma di concerto su Leonardo da Vinci per i docenti del Piemonte.
Con questo viaggio condotto dall’arpa nel mondo di Leonardo Da Vinci si vuole celebrare anche l’estro e la creatività che sono la scintilla di ogni gesto artistico e musicale.
*********************************************************************************************************************************
Mercoledi’ 11 DICEMBRE 2019
“I Mercoledì del Conservatorio” XVIII Edizione
Auditorium del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria
Via Parma, 1 ALESSANDRIA | ingresso gratuito – ore 17 INFO AL NUMERO:

NOTE D’ARPA SU LEONARDO
Concerto d’arpa esplorativo con proiezione d’immagini alla scoperta di Leonardo da Vinci musicista tra estro, arte e scienza.
SARA TERZANO, arpa celtica e arpa moderna

Musiche di: Anonimi del XII e XVI secolo, F.J. Naderman, N. Rota, G. Fauré, F. Godefroid, Sara Terzano

SARA TERZANO | arpista – compositrice – architetto

Arpista, compositrice e architetto torinese, si è diplomata in Arpa presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino nella classe di Gabriella Bosio (“Premio M. Vico” per il Miglior Diploma), si è poi perfezionata con il M° Francis Pierre all’Ecole Normale de Musique “A. Cortot” di Parigi come borsista della “De Sono Associazione per la Musica” conseguendo il “Diplome Supérieur d’Execution”e al Corso di Alta Specializzazione dell’Accademia della Filarmonica della Scala (Direttore principale: Riccardo Muti). E’ stata premiata in numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo -tra questi- l’edizione 1991 del Concorso Nazionale di Arpa “V. Salvi”. Dal 1989 si è perfezionata in Italia con Luisa Prandina, Giuliana Albisetti, Fabrice Pierre, Ieuan Jones, Park Stickney, Elizabeth Fontan-Binoche, Elena Zaniboni e Maria Oliva De Poli e a Madrid sotto la guida dell’arpista russa Tatiana Taouer. Svolge intensa attività concertistica anche con l’arpa celtica sia come solista che in diverse formazioni cameristiche, con predilezione verso contesti di rilevanza architettonica, storica e paesaggistica.

Fondatrice del Gruppo Cameristico Alchimea, sperimenta nuovi repertori e formazioni con attenzione verso gli orizzonti della musica Jazz e della World Music, dedicandosi anche alla composizione ed all’arrangiamento dei brani. Alchimea è ensemble residente della Rassegna Concertistica “Musica: Magia dei Luoghi”, itinerario musicale e culturale in luoghi di pregio storico e architettonico da lei ideato nel 2008 e del Festival Internazionale di Villa Faraldi dalla XXX Edizione del 2013. Collabora in qualità di Prima Arpa con numerose orchestre tra cui: l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro e l’Orchestra Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra dell’Accademia della Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica della Moldavia, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, la Compagnia d’Opera Italiana, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Sinfonica della Valle D’Aosta, l’Orchestra Classica Italiana, l’Ensemble Accademia Domino e con il Gruppo Cameristico Gamut. Dal 1994 collabora con il Teatro Regio di Torino, con la Soprintendenza alle Antichità Egizie di Torino e con il Museo Regionale di Scienze Naturali, ideando e realizzando lezioni-concerto e rassegne concertistiche. Propone conferenze-concerto sul tema “Musica, Arte e Architettura” occupandosi dei testi, delle immagini e delle musiche.
Nel 2000 ha pubblicato il cd di musiche inedite per arpa sola “Note per un viaggio immaginario” e il cd “A Merit – Concerto di flauto e arpa” (ed. Videoradio-Fonola) e ha partecipato al film “Nonhosonno” del regista Dario Argento. Nel 2005 ha partecipato a Lugano (Svizzera) al Progetto Martha Argerich della Radio Svizzera Italiana all’interno del “Lugano Festival Musica”, registrato e trasmesso su Radio 2. Nel 2011 ha presentato in diretta live a Radio RAI Suite il Cd “La Loggia delle Fate” che raccoglie sue musiche e arrangiamenti. E’ stata invitata ad esibirsi come Solista in Italia e in Spagna con la Filharmonia de Cambra de Barcelona, l’Orchestra della Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia di Schio, l’Orchestra Cameristica di Varese e la Nova Orquestra De Cambra della Reial Academia Catalana de Belles Arts suonando brani per arpa e orchestra dal principale repertorio (Haendel, Mozart, Debussy) e prime esecuzioni assolute. Realizza e cura Corsi di Perfezionamento per il Laboratorio del Suono del Sermig di Torino e le Masterclasses del Festival internazionale di Villa Faraldi.
Attualmente è’ Docente Titolare della Cattedra di Arpa per l’Alta Formazione Artistica Musicale (MIUR) nei Corsi Tradizionali e nel Nuovo Ordinamento presso il Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria; è stata docente anche nei Corsi Tradizionali, nel Triennio e nel Biennio Specialistico al Conservatorio di Musica “N. Rota” di Monopoli dal 2010 al 2015, dal 2003 al 2010 al Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari e dal 2010 al 2011 presso il Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Como con Staff Training al Conservatoire Royal di Bruxelles, alla Royal Academy of Music ed al Trinity College of Music di Londra.
http://www.saraterzano.it sararpa@yahoo.it

Trattoria Menotti

12 |31 DICEMBRE
TRATTORIA MENOTTI

Metti un teatro a cena
Ideato e diretto da Emilio Russo
Con Marco Balbi, Enrico Ballardini, Paolo Bessegato, Gianna Coletti, Claudia Donadoni, Helena Hellwig, e i “Musica da Rispostiglio”
Regia Emilio Russo
Costumi Pamela Aicardi
Luci Mario Loprevite
Produzione TIEFFE Teatro Milano

Dopo il grande successo della scorsa stagione, riapre Trattoria Menotti, con nuove storie e un menù lombardo tutto da gustare.

Un teatro svuotato da poltrone, quinte, sipari e palcoscenico, dove il pubblico se lo vorrà potrà bere, mangiare, partecipare, ma anche solo guardare ed ascoltare per un viaggio emozionale ricco di suggestioni e sorprese. Non è gradito l’abito scuro!
“Ci son quattro dischi, due tanghi, una polka, un’antica mazurka, due mosci fox – trot, e il twist non c’è nel trani a gogò. Si passa la sera scolando barbera. Nel valpolicella la vecchia zitella cerca l’amor nel trani a gogò…”
Con la sua grande ironia Giorgio Gaber ci ha regalato con questa “cartolina”, un’immagine della Milano degli anni 60 alla quale ci siamo ispirati per allestire la nostra TRATTORIA MENOTTI, un salto in un passato che ci appartiene, anche se non scritto nelle antologie e nei libri di storia. Tracce di una città che voleva cambiare, e quel cambiamento avveniva soprattutto nei luoghi di condivisione, scuole, fabbriche, università, ma anche, e forse soprattutto, nei locali dove si “tirava mattino”, tra un bicchiere, o molti bicchieri di vino, un risotto e un uovo sodo, a cantare, raccontare, a parlare di politica, ma non di potere, semmai di contro potere.
Luoghi dove la tolleranza non era una moda, ma una pratica di vita quotidiana. Palcoscenici minimi, che diventavano le “palestre” per una grande stagione di comici, musicisti e cantautori, ma anche pittori e poeti. Tavolate di puttane, intellettuali e giornalisti, ognuno con i propri abiti da lavoro, mentre la notte si faceva giorno, con ancora la voglia di scambiarsi esperienze e giudizi sul mondo e forse tutti ad immaginare una vita e una città probabilmente molto distante da quella di oggi, o chissà… Nessuna nostalgia e nessun rimpianto, ma forse e solamente un chiedersi cosa è successo, tra i tavoli della Trattoria Menotti.
Emilio Russo
“È la Milano degli anni 60 quella che troviamo al Teatro Menotti, la Milano “agra” di Luciano Branciardi, la Milano scabra e rugginosa della ligera, una Milano da “trani”, da osteria di gente che sbarcava il lunario, di giovani ribelli, di quartieri spie del mondo che cambiava e di amori”. Magda Poli – Corriere della Sera
“La Trattoria Menotti fa ritornare per una sera alla Milano col “coeur in man” e la risata affilata dei tempi di Gaber e Jannacci…Si esce col sorriso stampato sulle labbra e la nostalgia di una città ironica e umana che non esiste più”. Simona Spaventa – La Repubblica
Il pubblico potrà cenare gustando i piatti della tradizione lombarda durante lo spettacolo, anche a Capodanno con la replica speciale delle ore 21:30
Per maggiori info: teatromenotti.org

BIGLIETTERIA

PREZZI
– Intero 30.00 € + 2.00 € prevendita (cena esclusa)
– Cena 25.00 €
– Ridotto over 65/under 15 – 15.00 € + 1.50 € prevendita (cena esclusa)
– SPECIALE CAPODANNO BIGLIETTO + CENA € 120,00
Per maggiori info: http://www.teatromenotti.org

TEATRO MENOTTI
Via Ciro Menotti 11, Milano – tel. 02 36592544 – biglietteria@tieffeteatro.it

ORARI BIGLIETTERIA
Tutti i giorni dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Acquisti online
con carta di credito su http://www.teatromenotti.org

ORARI SPETTACOLI
Riposo 16|23|24|25|26| dicembre
Martedì, giovedì e venerdì ore 20.30
Mercoledì, sabato e domenica ore 19.30
Martedì 31 dicembre ore 21:30

UFFICIO STAMPA
Linda Ansalone
0236592538
stampa@teatromenotti.org

Coldiretti: cesti natalizi personalizzati

Da oggi la possibilità di personalizzare e scegliere il proprio cesto natalizio
Natale al mercato coperto di Campagna Amica: i tuoi regali a KM0
Tre formati e tre fasce di prezzo, per donare ad amici e parenti l’eccellenza del Made in Italy

Le spese per i regali e le idee per imbandire le tavole a festa per i menù di pranzi e cenoni di Natale sono al centro dell’attenzione.
Nel mercato coperto di Campagna Amica di via Guasco ad Alessandria sono in programma iniziative “ad hoc” con le specialità da mettere sotto l’albero o per preparare piatti esclusivi per uno degli appuntamenti più importanti dell’anno.
E, soprattutto, cesti natalizi per tutti i gusti e tutte le tasche realizzati a seconda delle esigenze dei consumatori con i prodotti inimitabili del territorio. Sarà possibile scegliere tra il meglio del patrimonio agroalimentare locale e chiedere consigli. Tre formati per tre fasce di prezzo.
“Le idee non mancano ai nostri produttori. Informare e suggerire i giusti prodotti ai cittadini è per noi una priorità. Proprio per questo la tendenza è verso la personalizzazione con cesti fai da te, magari a tema, per esaudire le loro richieste, penso ai vegani o ai vegetariani. – affermano il Presidente e il Direttore Coldiretti Alessandria Mauro Bianco e Roberto Rampazzo – La migliore garanzia sull’originalità dei prodotti alimentari in vendita nei mercati è quella della presenza personale del produttore agricolo che può offrire informazioni dirette sul luogo di produzione e sui metodi utilizzati. Cibi locali a chilometri zero che non devono essere trasportati da migliaia di chilometri di distanza. Garanzia di genuinità, freschezza e convenienza”.

Alessandria, 7 dicembre 2019
con invito alla divulgazione

Ufficio Stampa Coldiretti Alessandria
corso Crimea, 69 – 15121 Alessandria – tel. 0131.235891 – fax 0131.252144
cell. 335.7536015 – e-mail: ufficiostampa.al@coldiretti.it

Storie di fotografia al femminile

Progetto
“STORIE DI FOTOGRAFIA”
“5 Fotografe e 5 fotografie”
a cura di Daniele Robotti, fotografo professionista.

Mercoledì 11 dicembre 2019 orario 20.30 – 22.00
presso lo Studio di Daniele Robotti al 2 piano di Via San Lorenzo 107, in Alessandria.

La fotografia è donna…? Probabile, vista la sua imprevedibilità 😉 e quindi quale migliore occasione per una completa panoramica su come 5 fotografe interpretano la loro personalissima “visione fotografica”.
Continuano le “Serate di Fotografia” nello studio fotografico di Daniele Robotti, mercoledi 11 dicembre prossimo alle 20,30 in compagnia di 5 (a dire il vero sono 6!) fotografe alessandrine, tutte con un approccio originale nel fare una fotografia mai scontata.
Le sei autrici presenteranno cinque immagini dai loro progetti, che verranno amichevolmente commentate da Daniele Robotti e condivise con il pubblico.

Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee commenta :
“Nuovo appuntamento del Progetto ideato da Daniele ROBOTTI “Storie di Fotografia”, questa volta tutto al femminile: 5 Fotografe alessandrine, anzi sei, presentano 5 fotografie ciascuna, per un confronto sulla diversa tecnica fotografica arricchita dalla sensibilità femminile”.

BIOGRAFIA
Daniele ROBOTTI è un fotografo professionista specializzato nelle immagini di natura, in particolare la documentazione del comportamento degli animali e il loro rapporto con l’uomo, con trent’anni di esperienza in campo fotografico: dalla fotografia di cronaca ai viaggi, dal reportage sociale alla fotografia naturalistica, in agenzia di cronaca e di natura. Ha partecipato alla realizzazione di opere editoriali per i seguenti Editori: DeAgostini, Calderini – Il Sole 24 Ore, Kosmos, Mondadori, Edagricole.
Nel 2016 ha fondato Dogs and More srl una realtà specializzata nella formazione professionale nei campi del comportamento animale e fotografico, al di fuori di queste produzioni trovano spazio altri progetti su argomenti, storie e soggetti legati alle aree del reportage sociale, del ritratto e della fotografia fine-art.
Inoltre ama sperimentare la fotografia astratta e concettuale, e condividere la sua visione fotografica con tutti, senza distinzioni di marca fotocamera, budget, ed esperienze!

INFO
Daniele Robotti Tel. 3402292770 info@robotti.it
http://www.robotti.it

http://www.liberamentelab.it

Presepe Storico MCL

“Rappresentare l’evento della nascita di Gesù equivale ad annunciare il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio con semplicità e gioia. Il presepe, infatti, è come un Vangelo vivo, che trabocca dalle pagine della Sacra Scrittura” (dalla lettera apostolica di Papa Francesco, Admirabile Signum)Comunicato stampa- Il Presepe storico del Movimento Cristiano Lavoratori ritorna in Alessandria. Installato in piazza della Gambarina. L’8 dicembre la sua aperturaIl presepe del Movimento Cristiano Lavoratori ha radici negli anni Settanta del secolo scorso, quando ogni anno veniva allestito nell’atrio della stazione ferroviaria a cura di un gruppo di appassionati ferrovieri aderenti al Movimento. La tradizione fu proseguita dai Presidenti provinciali del Movimento, Alberto Milanese e Luigi Cagnoli, e poi da Giuseppe Cotroneo.
Purtroppo per alcuni anni, a seguito di alcuni atti di vandalismo e il furto di alcune statue, il presepio non fu allestito, ma la tradizione è ripresa nel Natale 2007, quando, dotato di una sua autonoma capanna, è stato collocato in piazza della Liberta, lato via Dante, davanti all’ex Banca d’Italia.
Da lì in avanti non si è più smesso di esporlo nel periodo che va dall’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, fino alla Candelora, il 2 di febbraio. Dal 2013 al 2018, il presepio MCL è stato allestito a Basaluzzo, grazie alla disponibilità del sindaco Gianfranco Ludovici.
Quest’anno, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo della Gambarina, il Presepio ritorna ad Alessandria. Lo si potrà ammirare proprio in piazza della Gambarina, nello spiazzo prospiciente via Mazzini, accanto al torchio da vino, segno della produttività contadina, di cui il Museo etnografico “C’era una Volta” è attento conservatore.
“Ci pareva importante far ritornare il nostro allestimento in Alessandria – ha dichiarato il Presidente Provinciale MCL Piercarlo Fabbio – perché proprio da questa città ha preso le mosse. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per la collaborazione fornita affinché il ritorno si rendesse possibile. Qualche novità contraddistinguerà l’allestimento 2019…”
E le novità sono costituite da alcuni oggetti che gli Amici del Museo della Gambarina metteranno a disposizione per una lettura più approfondita del Presepio: “Oltre alla natività, vorremmo aggiungere qualche elemento che connoti e faccia riconoscere la civiltà rurale – spiega la Presidente onoraria Elena Garneri – che è necessariamente legata al Presepe. I nostri oggetti, gli oggetti del Museo costituiscono una seconda possibile lettura dell’allestimento”.Il Presepe sarà aperto alle ore 18,30, Domenica 8 dicembre. Durante una breve cerimonia, i vicepresidenti del Movimento, Alfonso Conte ed Emiliana Conti, introdurranno le letture proposte da Efrem Bovo e Piercarlo Fabbio, tratte dalla Lettera Apostolica di Papa Francesco Admirabile Signum e da “La Pasqua di Natale”. Sarà presente all’evento Mons. Ivo Piccinini, che benedirà il Presepio.Comunicazioni via email o mobile da indirizzare preferibilmente a:
piercarlo.fabbio@libero.it
Tel. 3482557458

Amore felino di Cristina Saracano

Una chiacchierata con Marina Vicario, che ci presenta la sua antologia “Gatti che passione”.

L’idea di Marina nasce dal suo amore per gli animali, nel caso specifico dei gatti, ritiene che questi non siano assolutamente opportunisti, lo possono testimoniare tante persone che convivono con loro.

L’antologia vuole essere anche un volume informativo, infatti racchiude interventi della Dottoressa Scopelliti, che si occupa di alimentazione, della pedagogista che narra un rapporto particolare tra un gatto e un bambino, della Dottressa Tamagnone, che ci parla di comportamento, del professor Caputi, con un’interessante relazione sul gatto nella storia antica.

Il libro contiene racconti, poesie, filastrocche di 52 autori selezionati tra tutti coloro che hanno inviato materiale da tutta Italia .

È sorprendente la partecipazione numerosa da parti di scrittori non professionisti, a testimonianza di sincero amore per questo felino.

Domani, 8 dicembre 2019, alle ore 16, presso Dolci terre di Novi viale dei Campionissimi, la presentazione con Marina Vicario e Fabio Gagliardi.

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 21, replica alla soms del Cristo, Corso Acqui 158 Alessandria, con letture degli autori della provincia di Alessandria, curata sempre da Marina Vicario, con l’aiuto di Cristina Saracano.

Un particolare ringraziamento alla casa editrice Pluriversum.

Sicurezza sul lavoro in agricoltura

Sicurezza sul lavoro, Confagricoltura: no al taglio di 10 milioni al bando Isi/Inail

“Il taglio di 10 milioni di euro al Fondo istituito presso l’Inail per finanziare l’ammodernamento del parco macchine agricolo è una scelta che va in assoluta controtendenza rispetto alle enunciazioni a sostegno dell’innovazione e della sicurezza sul lavoro” commenta il presidente di Confagricoltura Alessandria Luca Brondelli riferendosi alla recente approvazione, in Commissione Bilancio alla Camera nella Legge di Conversione del D.L. Fiscale (n. 124/2019), dell’emendamento (n.33.06) che riduce il Fondo di 10 milioni di euro annui.
“Questo emendamento – evidenzia il Presidente provinciale dell’Organizzazione degli imprenditori agricoli – ci lascia molto perplessi e preoccupati, in quanto da tempo abbiamo evidenziato, in tutti i Tavoli ministeriali sulla Sicurezza sul Lavoro, la necessità di rafforzare il percorso di ammodernamento complessivo del parco macchine e attrezzature di lavoro in un’ottica sia di riduzione degli infortuni, sia di sostenibilità globale del settore. Ciò anche in vista dell’entrata in vigore della revisione delle macchine agricole e operatrici a partire dal prossimo giugno 2021”.
Il settore primario è già escluso dalla partecipazione ad altre linee di finanziamento del bando ISI/Inail, pertanto l’eventuale conferma di diminuire l’unico budget a disposizione dell’agricoltura risulta ancora più incomprensibile.
Confagricoltura auspica pertanto che non vengano ridotte drasticamente le risorse destinate a una materia così importante e delicata, ma sollecita anche un confronto utile con i Ministeri e l’Inail per definire un Piano straordinario di finanziamenti sulla sicurezza sul lavoro per il settore primario, dedicato prioritariamente ai temi dell’adeguamento e/o sostituzione del parco macchine agricole obsoleto e alla rimozione e sostituzione di beni e strutture produttive contenenti amianto.

Raffaele Benedetto, nuovo segretario Flai CGIL Alessandria

Raffaele Benedetto, 45 anni, è il nuovo segretario Generale della Flai Cgil di Alessandria, categoria dei lavoratori dell’agroindustria.
Lo ha eletto l’assemblea generale del sindacato con 23 voti a favore e 1 scheda bianca.
Subentra a Marco Malpassi che sarà chiamato a ricoprire altri incarichi.
All’assemblea generale hanno partecipato Sara Palazzoli, Segretaria nazionale della Flai CGIL, il Segretario generale regionale della Flai Piemonte Denis Vayr e il Segretario generale della camera del lavoro di Alessandria Franco Armosino.
Raffaele Benedetto, entrato in CGIL circa 20 anni fa, ha iniziato il suo percorso prima come iscritto, poi come delegato in fabbrica alla Michelin. Dal 2006 è stato componente di Segreteria della Filt, categoria della quale ne è diventato segretario generale dopo pochi anni, ruolo che ha ricoperto fino allo scorso 24 ottobre.
“Continuare la lotta al sommerso, al lavoro nero, vigilare sul rispetto dei contratti, difendere le eccellenze delle industrie alimentari presenti sul territorio e rinnovare al più presto il contratto provinciale dell’agricoltura. Includere gli esclusi – ha proseguito Benedetto – , continuare nella tutela capillare nei luoghi di lavoro e raggiungere le esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori.”
Questi sono gli obiettivi che il nuovo segretario generale della Flai Alessandrina ha elencato all’assemblea nella sua relazione di programma.
La Flai del Piemonte unitamente alla Flai Nazionale e la Segreteria Provinciale della Cgil di Alessandria, ringraziano Marco Malpassi per il lavoro svolto e augurano buon lavoro a Benedetto per il nuovo incarico.

Fatto di cronaca

“EVASO DAGLI ARRESTI DOMICILIARI.
ARRESTATO DALLA POLSTRADA DI ALESSANDRIA”

Nel pomeriggio del 26 novembre scorso, nell’ambito dell’ordinaria attività di controllo autostradale, in costanza di un posto di controllo presso la barriera autostradale dell’A21 di Villanova d’Asti, due equipaggi, rispettivamente della Sottosezione Polstrada di Alessandria Ovest ed uno del Distaccamento Polstrada di Tortona, fermavano e sottoponevano a controllo di polizia, un auto sospetta con a bordo due individui.

A seguito della richiesta di esibire i documenti, dopo un fugace sguardo di intesa tra i due occupanti il veicolo, il passeggero si dava a precipitosa fuga, attraversando il piazzale autostradale, mettendo in pericolo la propria incolumità e quella degli altri utenti autostradali in transito. Gli Agenti, pertanto, procedevano a raggiungerlo ed a fermarlo, prima che scavalcasse la recinzione autostradale per poi dileguarsi nelle campagne adiacenti.

L’individuo in fuga, ad un primo accertamento degli operatori, risultava sprovvisto di documenti di identificazione; il conducente dell’autovettura veniva identificato per D.M. rumeno di 21 anni, domiciliato a Torino, che, a seguito di perquisizione, risultava in possesso di grimaldelli e coltelli idonei allo scasso, circostanza per la quale veniva deferito all’Autorità Giudiziaria.

Il soggetto sprovvisto di documenti veniva sottoposto ad accertamenti dattiloscopici ed identificato per DOMAZETI Albert nato in Albania il 13/03/1996, sottoposto agli arresti domiciliari presso il comune di Villa Briano (CE), per l’espiazione di una pena di oltre due anni comminata dal Tribunale di Torino, per la commissione di reati contro il patrimonio.

Alla luce di quanto ulteriormente accertato, DOMAZETI Albert veniva tratto in arresto per il reato di evasione.
Il G.I.P. del Tribunale di Asti convalidava l’arresto disponendo il ripristino della misura detentiva degli arresti domiciliari.

#poliziadistato #essercisempre

@questuraalessandria

Variazione gara Serie C

CAMPIONATO SERIE C 2019-2020
VARIAZIONE GARA – 19a
GIORNATA DI ANDATA
La Lega, a ratifica dell’accordo intercorso tra le società interessate, a modifica di cui al Com. Uff. n.7/DIV
del 21.08.2019, ha disposto per la sottonotata gara la seguente variazione:
SABATO 14 DICEMBRE 2019
GIRONE B
MODENA – RAVENNA Sabato Ore 15.00 Stadio “A. Braglia”, Modena
Pubblicato in Firenze il 6 Dicembre 2019
IL PRESIDENTE
Francesco Ghirelli

Provvedimenti viabili

dal 6 dicembre 2019
Collegamento Cabine Enel alla rete di fibra ottica ftth
via Forlanini e via dei Preti – Alessandria
Vista la necessità di autorizzare gli scavi per i collegamenti a nuove Cabine Enel in Via Forlanini e Via dei Preti, ad integrazione dell’ ord. 742 del 21/11/2019, dalle ore 08.30 alle ore 18.00 dal giorno 06/12/2019 fino al giorno 09/12/2019 e comunque fino a termine lavori, sarà in vigore una sola carreggiata di marcia con transito veicolare a senso unico alternato regolato da apposito impianto semaforico funzionante per tutto il periodo dei lavori in VIALE FORLANINI, per l’intera area di cantiere consistente in una tratta di circa 300 ml. nel tratto stradale compreso fra Via dei Preti fino al semaforo del Ponte Forlanini.
————————————————–
8 dicembre 2019
Processione per Festa Maria Immacolata
Spinetta Marengo (Alessandria)
Per permettere lo svolgimento della processione con la Madonna che transiterà il giorno 08 dicembre 2019 a partire dalle ore 15:00, a cura della Parrocchia “B. Vergine Immacolata”al sobborgo di Spinetta Marengo, in data 08/12/2019 dalle ore 15:00 alle ore 16:00 e sino al termine della processione, durante il passaggio del corteo le strade facenti parte e/o interferenti con lo stesso potranno essere temporaneamente inibite alla circolazione, secondo il seguente percorso del sobborgo di Spinetta Marengo: piazza della Chiesa, via Pineroli, via Angiolina, attraversamento di via Genova, via Genova sino alla Cappelletta.
————————————————–

13 dicembre 2019
Lavori edili a un fabbricato
via Trotti – Alessandria
la necessità di autorizzare il transito e la sosta di una piattaforma aerea autocarrata per lo svolgimento dei lavori di manutenzione al tetto dell’immobile di Via Trotti civv.100-108, in programma il giorno 13/12/2019, sono stati adottati i seguenti provvedimenti viabili:

 dalle ore 08.30 alle ore 17.30 del giorno 13 dicembre 2019, sarà in vigore il divieto di transito in Via TROTTI, nel tratto compreso tra Via Legnano e Via Bergamo, per il posizionamento del mezzo operativo;

 dalle ore 08.30 alle ore 17.30 del giorno 13 dicembre 2019, sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata in Via TROTTI, nel tratto stradale antistante i civv. 100-108.
————————————————–

16 dicembre 2019
Lavori di manutenzione al tetto di un fabbricato
via Piacenza – Alessandria
Vista la necessità di autorizzare il transito e la sosta di una piattaforma aerea autocarrata per lo svolgimento dei lavori di manutenzione al tetto dell’immobile di Via Piacenza civ. 24, in programma il giorno 16/12/2019, dalle ore 08.00 alle ore 14.00 del giorno 16 dicembre 2019, sarà in vigore il divieto di transito e di fermata con rimozione forzata in Via PIACENZA, nel tratto compreso tra Corso Roma e Via San Lorenzo per il posizionamento del mezzo operativo contestualmente in Via PIACENZA, nel tratto compreso fra Via Trotti e Corso Roma, eccetto residenti ed autorizzati al transito in zona A.P.U.

————————————————–

In evidenza

Artemusica 2019

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ARTEMUSICA Alessandria

FELICE REGGIO alla tromba e IVANA ZINCONE al pianoforte per la XXI EDIZIONE DI “PAROLE, SUONI, COLORI “ DI ARTEMUSICA
Domenica 8 dicembre 2019 ore 17,00 al Museo della Gambarina ad Alessandria.

Alessandria- Domenica 8 dicembre alle ore 17 al Museo della Gambarina ad Alessandria si esibiranno per la XXI edizione di “Parole, Suoni, Colori”(rassegna di sei concerti promossi dall’ Associazione Artemusica di Alessandria in in collaborazione con enti pubblici e privati e con il patrocinio della Provincia di Alessandria e dei Comuni ospitanti e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, sempre attenta e vicina alla valorizzazione del territorio) Felice Reggio alla tromba ed Ivana Zincone al pianoforte.

Il duo farà rivivere, attraverso il potere evocativo della musica, le immagini di alcune delle più amate pellicole cinematografiche di sempre e farà un omaggio a Nino Rota, a Ennio Morricone, Luis Bacalov ed eseguirà anche un brano dello stesso Felice Reggio tratto da “L’uomo del grano”, film su Nazzareno Strampelli uno dei genetisti e agronomi più importanti che si occupò dello studio del frumento. Continua a leggere “Artemusica 2019”

In evidenza

Tace il labbro

Alessandria: 8 dicembre 2019: presso il Teatro Parvum di Alessandria, alle ore 20,30, un appuntamento da non perdere per gli appassionati della musica lirica: l’accademia Nazionale di Belcanto Italiano inaugura il suo II anno accademico con un concerto che vedrà alternarsi sul palcoscenico Allievi e Maestri: i soprani Manuela Rinaldi ed Eleonora Pintus, il baritono Bruno Rinaldi e i tenori Pietro Terranova e Marco Becherini, assieme ai Maestri Astrea Amaduzzi, soprano, e Mattia Peli, pianista, daranno vita ai più celebri personaggi del melodramma italiano e straniero.

In evidenza

Coldiretti e la gestione del territorio

Alessandria: Inviata a istituzioni, politici locali e ai parlamentari di estrazione alessandrina
Lettera aperta di Coldiretti Alessandria per una nuova pianificazione territoriale e idrogeologica

A seguito dei recenti eventi alluvionali che hanno riportato in primo piano la necessità di una rinnovata attenzione da parte delle Istituzioni alla tutela del suolo e salvaguardia del territorio Coldiretti Alessandria fa il punto sulle priorità ed emergenze del settore agricolo.
“In un momento di grandi cambiamenti e sfide i danni subiti dalle imprese agricole a causa dell’ultima ondata di maltempo ammontano, a livello provinciale, a decine di milioni di euro. Non si tratta di un evento eccezionale, come qualcuno vorrebbe far credere, ma di una situazione che purtroppo negli anni si ripete e si è consolidata perché non c’è stata quell’attenzione per il territorio che Coldiretti da tempo chiede. Una lettera aperta per denunciare una situazione diventata insostenibile, dove è il settore agricolo a pagare le conseguenze di incuria e abbandono”. Continua a leggere “Coldiretti e la gestione del territorio”

In evidenza

Baccini ad Alessandria

Francesco Baccini passa da Alessandria domenica 8 dicembre
per il “Green Days Tour”: il percorso nazionale dedicato alla sensibilizzazione sulla tutela dell’ambiente

Il cantautore e attore Francesco Baccini passerà da Alessandria nel primo pomeriggio di domenica 8 dicembre e incontrerà il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e alcuni altri rappresentanti della Giunta Comunale portando il messaggio che, insieme ad altri noti testimonial, viene veicolato in questi giorni in un percorso nazionale intitolato “Green Days Tour”.
Si tratta della prima edizione di questo percorso: un’iniziativa no profit e non soggetta a raccolta fondi, ideata e proposta dall’Associazione Diritti Nazionali Associati, concepita per sensibilizzare le coscienze all’emergenza emissioni.
A dare il proprio supporto, tantissimi personaggi appartenenti al mondo dello sport e dello spettacolo, decisi a realizzare il “giro d’Italia a staffetta” a cavallo di scooter elettrici superleggeri a emissioni zero, messi a disposizione della causa dalla U-JET e sui quali verranno percorsi, in soli venti giorni, oltre 5.000 km, fino al gran finale a Roma in piazza San Pietro, dove l’ultramaratoneta Modestino Preziosi giungerà correndo accanto al motorino. Continua a leggere “Baccini ad Alessandria”

Campionato serie C 2ª giornata di ritorno

83/255
CAMPIONATO SERIE C – GIRONE DI RITORNO
Si riporta il programma gare dalla 2
a
alla 19a
giornata di ritorno nelle date e con i relativi orari.
2
a GIORNATA RITORNO – 11-12-13 GENNAIO 2020
GIRONE A
ALESSANDRIA CARRARESE Domenica Ore 15.00
AREZZO PIANESE Domenica Ore 17.30
COMO GOZZANO Domenica Ore 17.30
GIANA ERMINIO OLBIA Domenica Ore 15.00
NOVARA MONZA Domenica Ore 17.30
PISTOIESE PERGOLETTESE Domenica Ore 17.30
PONTEDERA RENATE Domenica Ore 17.30
PRO PATRIA ALBINOLEFFE Sabato Ore 20.45
PRO VERCELLI LECCO Domenica Ore 17.30
ROBUR SIENA JUVENTUS U23 Lunedì Ore 20.45
GIRONE B
A.J. FANO PADOVA Domenica Ore 15.00
ARZIGNANO V. IMOLESE Domenica Ore 17.30
CARPI SUDTIROL Domenica Ore 17.30
FERMANA L.R. VICENZA Domenica Ore 17.30
MODENA PIACENZA Domenica Ore 15.00
REGGIO AUDACE RAVENNA Domenica Ore 15.00
RIMINI FERALPISALÒ Domenica Ore 15.00
TRIESTINA SAMBENEDETTESE Sabato Ore 20.45
VIRTUSVECOMP VERONA GUBBIO Domenica Ore 15.00
VIS PESARO CESENA Domenica Ore 17.30
GIRONE C
AVELLINO VIBONESE Domenica Ore 15.00
CATANZARO BISCEGLIE Domenica Ore 15.00
CAVESE REGGINA Sabato Ore 20.45
MONOPOLI PAGANESE Domenica Ore 17.30
POTENZA TERNANA Domenica Ore 15.00
RENDE CASERTANA Domenica Ore 17.30
RIETI PICERNO Domenica Ore 17.30
SICULA LEONZIO TERAMO Domenica Ore 15.00
VIRTUS FRANCAVILLA CATANIA Domenica Ore 15.00
VITERBESE CASTRENSE BARI Domenica Ore 15.00

Variazione gara Serie C

CAMPIONATO SERIE C 2019-2020
VARIAZIONE GARA – RECUPERO 15 a GIORNATA DI ANDATA
La Lega, a ratifica dell’accordo intercorso tra le società interessate, a modifica di cui al Com. Uff. n.68/DIV
del 21.11.2019, ha disposto per la sottonotata gara la seguente variazione:
MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE 2019
GIRONE A
PONTEDERA – LECCO Mercoledì Ore 18.00 Stadio “Ettore Mannucci”, Pontedera (PI)
Pubblicato in Firenze il 5 Dicembre 2019
IL PRESIDENTE
Francesco Ghirelli

In evidenza

Provvedimenti viabili

Alessandria: Svolgimento della gara di campionato nazionale Lega Italiana calcio professionistico serie C stagione sportiva 2019/2020 allo stadio comunale “G. Moccagatta” – 8 dicembre 2019

Per permettere lo svolgimento della partita di calcio di Campionato Nazionale Lega Italiana Calcio Professionistico Serie C Stagione Sportiva 2019/2020 tra Juventus U23 FC – CARRARESE che si disputerà il giorno 08/12/2019 con inizio alle ore 15 saranno adottati i seguenti provvedimenti viabili:
• dalle ore 10 alle ore 18 del giorno 08/12/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e dalle ore 12 alle ore 18 del giorno 08/12/2019 è istituito il divieto di transito, in:
– SPALTO ROVERETO, semicarreggiata nord, ambo i lati
– VIA BELLINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA ROSSINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA SANTORRE DI SANTAROSA, nel tratto compreso tra via Bellini a via Rossini, ambo i lati Continua a leggere “Provvedimenti viabili”

In evidenza

Bambini bene comune

Ovada: L’Assessorato all’Istruzione del Comune di Ovada presenta una nuova iniziativa che si terrà nel nostro territorio nell’ambito del Progetto triennale “Alleanze Educative: Bambini bene comune”, che ha il Comune di Alessandria come soggetto capofila e vanta un esteso partenariato, tra cui il nostro Comune.

Il progetto è stato selezionato dall’Impresa Sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, grazie al un Bando nazionale volto all’ampliamento e potenziamento dei servizi educativi e di cura dei bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Diverse e integrate le azioni in programma su Alessandria e provincia nell’arco di tre anni, grazie al contributo ottenuto, con interventi che intendono coinvolgere servizi e soggetti che a vario titolo e ruolo si rapportano ai bambini nella fascia 0-6 anni. Continua a leggere “Bambini bene comune”

In evidenza

Progetti Green Office

Le imprese della rete Alessandria Sustainability Lab presentano i progetti 2019 per il Welfare, Green Office e supporto alla Comunità: appuntamento martedì 10 dicembre in Camera di Commercio

Martedì 10 dicembre, ore 14.30 presso la sede di Camera di Commercio di Alessandria, si svolgerà il Forum conclusivo delle attività 2019 di Alessandria Sustainability Lab. Si tratta di un network-laboratorio di imprese del territorio alessandrino, impegnate a promuovere attività di confronto, dialogo e co-progettazione su temi di sostenibilità d’impresa e in attuazione dell’Agenda 2030 ONU e dei suoi 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).
Il Laboratorio, al suo secondo anno di attività, è composto attualmente da 8 imprese di varie dimensioni e di vari settori industriali: Amag spa, Aps srl, Cedacri Group spa, Centrale del Latte, Gruppo Franzosi, PPG Industries Italia spa, Roquette Italia spa, SandenVendo spa. Continua a leggere “Progetti Green Office”

In evidenza

Seguendo un filo di seta

Novi Ligure: Seguendo un Filo di seta
Il basso Piemonte vivrà un fine settimana all’insegna dei sapori con la 24° edizione di Dolci Terre di Novi, in programma da venerdì 6 a domenica 8 dicembre. Un appuntamento che vede protagoniste le eccellenze eno-gastronomiche come: la focaccia novese, la farinata, il cioccolato i presidi slow food abbinati a vini, birra e distillati locali ma sarà anche, grazie al Distretto del Novese, occasione per scoprire il territorio.
In occasione della rassegna eno-gastronomica, il Distretto del Novese in collaborazione con Oneiros Incoming by Il Mondo di Valigia C&D Viaggi sas, ha messo a punto per domenica 8 dicembre un itinerario alla scoperta di Novi Ligure, filo conduttore di questo tour sarà il “Filo di seta”.
Il Novese, nella seconda metà dell’800, era un territorio particolarmente legato alla produzione della seta: nel 1840 sono censite a Novi Ligure ben 67 filande per la produzione del filato “bianco di Novi”, la fibra tessile più pregiata d’Europa, quotata addirittura alla borsa merci di Londra. Esse impiegavano 3340 operaie, producendo quasi trecento quintali di seta grezza all’anno (un chilogrammo di questo prezioso filato costava circa settanta lire, quasi due mesi e mezzo di paga di un’operaia di filanda). Continua a leggere “Seguendo un filo di seta”

In evidenza

Restyling di via San Giacomo della Vittoria

Alessandria: Il restyling di via San Giacomo della Vittoria

Un nuovo volto per via San Giacomo della Vittoria con luci a led di ultima generazione e rifacimento della pavimentazione e un nuovo arredo urbano per rendere il centro di Alessandria, storica ‘culla’ del commercio di vicinato, ancora più attrattiva e accogliente. Un ulteriore tassello dell’azione che l’Amministrazione comunale di Alessandria sta portando avanti per valorizzare il proprio centro storico con la riqualificazione dei ‘luoghi del commercio’ per offrire nuove opportunità di sviluppo e di sostegno alle attività commerciali, anche in vista delle prossime Festività. Continua a leggere “Restyling di via San Giacomo della Vittoria”

In evidenza

Aleramici in Sicilia

Continua la sinergia tra il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per il perfezionamento del documentario sugli “Aleramici in Sicilia”.

Il progetto “Aleramici in Sicilia” è di quelli ambiziosi, destinati a lasciare una traccia indelebile costituita da impegno, dedizione ed amore per la Storia e per il Territorio.
Ideato da Roberto Maestri, già presidente del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e curato e prodotto da Fabrizio di Salvo, il progetto mira ad approfondire i legami storici tra gli Aleramici e la Sicilia, che risultano assai più complessi ed articolati rispetto a quanto potrebbe apparire ad una prima analisi superficiale.
Un grande lavoro, un work in progress reso possibile dall’impegno del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e dal contributo fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
I collegamenti risalgono all’XI secolo, quando nobili, coloni, viticoltori e soldati provenienti dalla Marca Aleramica (comprendente le Langhe, il Monferrato e il Savonese), e piccole aree occidentali della Lombardia e dell’Emilia, raggiungono la Sicilia. Il processo migratorio assume particolare rilievo per la presenza degli esponenti di alcune importanti famiglie feudali Aleramiche: i del Vasto, gli Agliano, i Del Carretto, gli Incisa, oltre alla presenza, per esigenze militari e diplomatiche, dei Marchesi di Monferrato. Nel corso della seconda metà del XIV secolo si verificò un ulteriore flusso migratorio che coinvolse l’Alessandrino, il Tortonese e l’Oltrepò.
Venne così a formarsi un’isola linguistica Gallo-italica all’interno della Sicilia, definita come Sicilia lombarda o Lombardia siciliana, da cui derivano le espressioni, in uso ancora oggi, di “colonie lombarde di Sicilia”, “comuni lombardi di Sicilia” e “dialetti lombardi di Sicilia”.
Il progetto non intende limitarsi alla riscoperta e alla valorizzazione dei legami storici tra i territori, ma auspica di diventare anche un’opportunità per lo sviluppo di progetti in ambito turistico ed enogastronomico, in particolare riguardanti il vino ma non solo.
Le riprese hanno avuto luogo nel Monferrato ed in Sicilia, oltre a numerose scorribande in Normandia e Svevia, Parigi ed in alcune località della Germania.

Il progetto assume ormai un respiro europeo, che deve condurre alla creazione di una mappa, circostanziata e precisa, delle ramificazioni culturali dei nostri avi.

Nei prossimi mesi le riprese del documentario si sposteranno nuovamente nel Monferrato, culla e stazione di partenza di queste importanti migrazioni, per raccogliere nuovo materiale e renderlo fruibile ai Monferrini attraverso rappresentazioni in costume, filmati e convegni divulgativi, ancora una volta rese possibili dall’impegno del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e dal contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Nell’immagine, un momento delle riprese, coordinate da Fabrizio Di Salvo, svolte in San Fratello (Messina)

La Presidente
Emiliana Conti

DRASD 2019

DRASD
Dottorato di ricerca in Autonomie locali, Servizi pubblici e Diritti di cittadinanza
(curriculum giuridico del corso di dottorato in “Istituzioni pubbliche, sociali e culturali: linguaggi, diritto, storia”)

Il voto del cittadino residente all’estero
Lunedì 9 dicembre incontro conclusivo del ciclo di lezioni DRASD 2019
con il prof. Davide Paris del Max Planck Institute di Heidelberg

Giunge a conclusione il ciclo di incontri dedicato dal DRASD alla metodologica della ricerca giuridica. Al centro della settima e ultima lezione un tema di particolare interesse dentro e fuori le aule dell’Università: il diritto di voto del cittadino residente all’estero.

Banco di prova di categorie classiche del diritto costituzionale, il tema si presta oggi ad essere esplorato sia da un punto di vista interno che esterno agli ordinamenti nazionali, specialmente di quelli che compongono l’Unione europea. La legislazione di diversi paesi, infatti, riconosce il diritto di voto per le proprie consultazioni politiche nazionali ai cittadini residenti all’estero iscritti in appositi registri (in Italia, ad esempio, per l’elezione di una quota riservata di parlamentari). Per altro verso, l’UE attribuisce ai cittadini europei residenti in uno stato diverso da quello di cui posseggono la cittadinanza il diritto di partecipare alle elezioni amministrative locali dello stato “ospitante”. Regole ancora diverse e assai differenziate riguardano il voto per corrispondenza dei cittadini temporaneamente impossibilitati a tornare nel proprio paese in occasione delle elezioni.

“Si tratta di un complesso di norme – afferma il prof. Renato Balduzzi, ordinario di Diritto costituzionale nell’Università Cattolica del Sacro Cuore e responsabile scientifico del DRASD, il quale introdurrà l’incontro – che non è sempre facile da ricondurre a sistema e che incide significativamente sia sull’effettività della partecipazione politica sia sull’eguaglianza del suffragio. Valori chiave tanto per la costruzione della cittadinanza europea quanto per la tenuta di quella nazionale. E non è fuori luogo chiedersi se il voto di queste diverse categorie di ‘cittadini-elettori’ pesi sempre allo stesso modo”.

Di questi problemi ci parlerà il prof. Davide Paris, già docente dell’Università del Piemonte Orientale ed oggi Senior Research Fellow presso l’Istituto “Max Planck” di Heidelberg per il diritto pubblico comparato e il diritto internazionale.

Concluderà l’incontro il prof. Jörg Luther, ordinario di Istituzioni di diritto pubblico nell’Università del Piemonte Orientale e coordinatore del dottorato in “Istituzioni pubbliche, sociali e culturali” del quale il DRASD fa parte.

L’appuntamento è per le ore 15 di lunedì 9 dicembre 2019, presso la sala riunioni di Palazzo Borsalino, sede del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze politiche, economiche e sociali (via Cavour 84, Alessandria).

La lezione, che si rivolge come da tradizione oltre che agli studiosi anche ai sindaci e agli amministratori locali del territorio, è aperta al pubblico previa iscrizione (drasd@uniupo.it). .

In evidenza

Bando case popolari

Casale Monferrato: Dopo cinque anni, da lunedì 9 dicembre si aprirà il bando per gli alloggi di edilizia sociale (case popolari)
Ci sarà tempo fino al 27 gennaio – Prenotazioni aperte all’Ufficio Casa

Come già annunciato, lunedì prossimo 9 dicembre, si aprirà ufficialmente il Bando di concorso per la formazione della graduatoria generale per l’assegnazione degli alloggi di edilizia sociale (le cosiddette Case popolari).
Dopo più di 5 anni, infatti, il Comune di Casale Monferrato ha deciso di bandire un nuovo avviso, aperto, così come previsto dalla Legge Regionale di riferimento, a chi è in possesso di una serie di requisiti, come ad esempio la residenza da almeno cinque anni sul territorio regionale, di cui almeno tre anni, anche non continuativi, a Casale Monferrato o in uno dei Comuni del suo ambito territoriale e avere un Isee inferiore ai 21.307,86 euro. Continua a leggere “Bando case popolari”

In evidenza

Coppa Italia Serie C

“ C O P P A I T A L I A S E R I E C “
F A S E F I N A L E
QUARTI DI FINALE
Si riportano, a parziale modifica di cui al com. uff. n. 30/CIt del 28.11.2019, le gare dei Quarti di Finale in
programma nelle date e con gli orari di seguito riportati anche a ratifica delle richieste avanzate dalle
società interessate:
MERCOLEDÌ 11 DICEMBRE 2019
ROBUR SIENA – TERNANA Ore 18.30
MERCOLEDÌ 18 DICEMBRE 2019
L.R. VICENZA – FERALPISALÒ Ore 20.00
PIACENZA – JUVENTUS U23 Ore 14.30
CATANZARO – CATANIA Ore 17.30

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
Nei Quarti di Finale le gare si svolgeranno con gara unica a eliminazione diretta. Otterranno la
qualificazione al turno successivo le società che avranno segnato il maggior numero di reti.
In caso di parità nel numero di reti segnate al termine della gara, verranno disputati due tempi
supplementari della durata di 15 minuti ciascuno.
Perdurando la parità anche al termine dei due tempi supplementari, l’arbitro procederà a far eseguire i
tiri di rigore, con le modalità previste dal “Regolamento del Giuoco del Calcio”.

La Maestà al Museo dei Campionissimi

AL MUSEO DEI CAMPIONISSI FINO AL 29 MARZO 2020
Presentata la Maestà dell’oratorio della Trinità

Un folto pubblico ha fatto da cornice alla presentazione del restauro della Maestà, comunemente denominato Il Padreterno, statua in cartapesta che nella tradizione novese indica la cassa processionale proveniente dall’oratorio della Ss. Trinità. La cerimonia si è svolta sabato 30 novembre al Museo dei Campionissimi, sede in cui l’opera rimarrà esposta al pubblico fino al prossimo 29 marzo. Oltre alle autorità cittadine, erano presenti le restauratrici Francesca Ventre ed Emanuela Spera, Silvia Vicini del dipartimento di chimica dell’Università di Genova e la responsabile del Museo, Chiara Vignola.

Il Sindaco Gian Paolo Cabella, oltre a portare i saluti dei funzionari del Ministero per i beni e le attività culturali che non hanno potuto partecipare all’evento, nel suo intervento ha sottolineato l’importanza del restauro: «Per i forestieri rappresenta un’attrattiva in più per venire a Novi Ligure e godersi le bellezze che ne fanno un piccolo gioiello barocco, che questa amministrazione intende valorizzare sempre di più; per noi novesi, invece, è un motivo in più per essere affezionati alla propria città e interessati a tramandare alle nuove generazioni ciò che abbiamo ancora di bello, eredità di un illustre passato». Il Sindaco, inoltre, ha messo in evidenza due aspetti che rendono la statua un pezzo unico nel suo genere: « In primo luogo, si tratta di una statua realizzata in cartapesta, un materiale assai raro per le statue e le casse processionali dell’epoca della Controriforma. Una scelta azzeccata dal punto di vista del peso del trasporto, e niente affatto insolita per l’epoca barocca, dato che in questo materiale venivano realizzate scenografie e apparati provvisori che duravano giusto il tempo di uno spettacolo: per questo erano disponibili sul mercato numerosi artigiani in grado di realizzare tutto questo, e tra essi poteva capitare, come nel nostro caso, anche qualche bravo artista L’altra particolarità, a mio dire, è però ancora più importante. E riguarda il modo in cui è stata raffigurata la Santissima Trinità, estremante lontano dall’immagine trionfante e dominatrice dell’universo, e il sentimento della “pietà”. Una scelta che a noi può sembrare strana, abituati come siamo alle raffigurazioni di un Padre-eterno irraggiungibile nell’alto del proprio Cielo ma che qui vediamo esprimere un dolore al quale noi siamo più abituati ad associare l’aggettivo “materno”. È esattamente ciò che disse Giovanni Paolo I, Papa Luciani, durante l’Angelus del 10 settembre 1978: “Noi siamo oggetto da parte di Dio di un amore intramontabile. Sappiamo: ha sempre gli occhi aperti su di noi, anche quando sembra ci sia notte. È papà; di più, è madre. Non vuol farci del male, vuol farci solo del bene, a tutti. I figli, se per caso sono malati, hanno un titolo di più per essere amati dalla mamma. E anche noi, se per caso siamo malati di cattiveria, fuori di strada, abbiamo un titolo di più per essere amati dal Signore”».

dal Palazzo Comunale, 2 dicembre 2019

L’Ufficio Stampa

Casale città aperta

Casale Città Aperta: sabato 7 e domenica 8 dicembre monumenti e musei aperti
Torna nel fine settimana l’appuntamento con Casale Città Aperta, tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.
Sabato 7 e domenica 8 dicembre, con orario di visita invernale, saranno aperti:
la Cattedrale di Sant’Evasio, la chiesa di San Domenico (dalle 15 alle 17,30), il Teatro Municipale, la chiesa di Santa Caterina (con visibilità limitata a causa dei lavori di restauro), la Torre Civica, Palazzo Vitta e la chiesa di San Michele (sabato dalle 15,00 alle 17,30 e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 17,30); il Castello del Monferrato sarà aperto con una serie di mostre gratuite a tema natalizio con orario dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00; la Biblioteca del Seminario sarà aperta eccezionalmente in occasione della mostra Frati in cammino (sabato e domenica 15-18).
Domenica, alle ore 15,00 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una passeggiata in centro città, con l’accompagnamento dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale che condurranno turisti e curiosi alla scoperta dei monumenti più interessanti.
Prosegue l’offerta voluta dall’Assessorato alla Cultura e sempre valida nel secondo fine settimana di ogni mese, con l’ingresso gratuito al Museo Civico (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,30). Situato nell’ex Convento di Santa Croce, include la Pinacoteca con l’esposizione di 250 opere e la Gipsoteca Leonardo Bistolfi (una delle poche collezioni italiane in grado di illustrare l’intero percorso creativo di uno scultore nella sua completezza. Sono esposte 170 sculture del maestro simbolista, di origine casalese, che raggiunse fama internazionale).
La Sinagoga e i Musei Ebraici saranno aperti domenica dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 con ingresso a pagamento: edificata nel 1595, monumento di grande interesse storico e artistico, il Tempio Israelitico oggi si presenta nel suo splendore barocco rococò piemontese (1700-1800). Sono annessi il Museo Ebraico, che espone numerosi argenti, tessuti e oggetti di culto.
Sarà aperto anche il percorso museale Sacrestia Aperta (Tesoro del Duomo), con ingresso a pagamento da via Liutprando, aperto al pubblico sabato dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 e domenica dalle 15,00 alle 18,00; permette di ammirare preziosi reliquiari, splendidi tessuti e importanti mosaici. Visite ai sottotetti del Duomo la domenica alle ore 15,00, 16,00 e 17,00. Il percorso dei sottotetti è parzialmente accessibile ai disabili.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo IAT al numero 0142444330 o consultare il sito http://www.comune.casale-monferrato.al.it/cca.

Donna Rachele, mia nonna

Venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 18,00 presso Il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria
si terrà la presentazione del libro dal titolo
“Donna Rachele.
Mia nonna.
La moglie di Benito Mussolini”
a cura di Edda NEGRI MUSSOLINI

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta: “Edda Negri Mussolini presenta, con questo libro, quello che per lei vuole essere un omaggio affettuoso alla memoria della nonna, Rachele, protagonista di una delle pagine più importanti della storia italiana. Un racconto familiare, una interessante testimonianza di chi ha vissuto in prima persona un rapporto speciale con Donna Rachele, la sua amata nonna, colei che rappresentava la sua famiglia ma che per tutti gli altri era la moglie di Benito Mussolini. ”.

Edda NEGRI MUSSOLINI nasce a Forlì il 31 ottobre 1963. Sua madre è l’ultima figlia di Rachele Guidi e Benito Mussolini. Il padre è Nando Pucci Negri presentatore ed intrattenitore di programmi televisivi e presentatore ufficiale dell’ Associazione AIBES. Nel 2012 acquisisce, attraverso un decreto Prefettizio il cognome della madre: Mussolini.
Ha condotto in alcune televisioni private per più di dieci anni programmi di Motori e di Golf. Ha animato il pupazzo Topo Gigio. Ha fatto parte delle redazioni di programmi RAI quali: Uno Mattina, Più sani e più belli, I fatti vostri, Geo&Geo. Ha collaborato alla creazione del premio: Una vita per il cinema. È stata Sindaco del Comune di Gemmano in provincia di Rimini. Collabora con alcuni giornali.

“DONNA RACHELE mia nonna. La moglie di Benito Mussolini”
di Edda NEGRI MUSSOLINI ed Emma MORICONI
Il libro, scritto a quattro mani, parla di Rachele Guidi, moglie di Benito Mussolini, attraverso i ricordi della nipote, figlia dell’ultimogenita Anna Maria. Edda, chiamata come la prima figlia dei coniugi Mussolini, madrina di battesimo, ha vissuto con la nonna dopo la prematura scomparsa della madre a soli 39 anni. Rimasta orfana vivrà con le nonne, il padre e la sorella. La nonna Rachele racconterà alla nipote la propria vita di famiglia. Un intreccio tra la storia famigliare e la storia del nostro Paese. Nel libro ritroviamo spaccati di vita quotidiana, amori, nascite, ma anche le tante tragedie che Donna Rachele ha dovuto affrontare nel corso della sua vita. Tutto si snoda dai primi del novecento fino ai giorni nostri con le esperienze di Edda dopo la morte della nonna avvenuta nel 1979. Le autrici hanno voluto anche fare una ricerca negli Archivi di Stato per supportare quanto era stato detto dalla nonna alla nipote Edda. Per ampliare con documenti quello che era la vita quotidiana della famiglia. Alla fine del libro si trovano anche le ricette che la nonna insegnò ad Edda.
Il libro è corredato da oltre cento foto, alcune inedite, che arricchiscono il libro facendolo diventare un libro nel libro.
“Rileggo quello che abbiamo fatto finora ed ecco che affiorano ancora ricordi. Frasi che vorrei mettere. Poi mi accorgo che potrei ancora scarabocchiare altre mille parole, ma alla fine rimarrebbe un unico grande concetto: quanto la nonna Rachele mi manca. Ma so anche che tutto quello che lei mi ha insegnato, la sua saggezza, il suo rispetto verso gli altri, la sua forza di volontà, i suoi valori, sono dentro di me e che con questo libro forse li ho potuti trasmettere a qualcuno insieme a un po’ di lei, a qualcuno che ha capito di quanto questa piccola grande donna dagli occhi così azzurri da perdervisi dentro, come era accaduto al nonno, è riuscita vivere una realtà fatta di tragedie con una forza d’animo che non è facile trovare. Che ha vissuto la vita con una grande dignità senza mai perdere di vista i valori e le radici della sua Romagna, a rimanere con i piedi ben piantati per terra, cercando di non perdere di vista gli obiettivi importanti della vita primo fra tutti: la famiglia

Fatti di cronaca

Furti di rame e materiali pesanti nell’alessandrino: arrestato dai Carabinieri di Cassano Spinola cittadino di origini albanesi.
I Carabinieri della Stazione di Cassano Spinola, al termine di un’articolata attività d’indagine, hanno tratto in arresto su ordine di carcerazione del Tribunale di Alessandria un pregiudicato di Asti, I.A., 25enne di origini albanesi. L’uomo, già arrestato in flagranza a Quargnento nel febbraio 2019, sempre dai Carabinieri della Stazione di Cassano Spinola e da quelli della locale stazione di Solero, per avere sottratto da un magazzino della Provincia diversi attrezzi da lavoro, utensili e materiale in ferro, ivi custoditi, è ritenuto il principale indagato di una serie di altri furti di materiale metallico, commessi nell’alessandrino tra la fine del 2018 e gli inizi del 2019. È stato proprio in occasione del primo furto nel territorio del Novese, registratosi a novembre del 2018 presso una ditta di Cassano Spinola, che i Carabinieri della locale Stazione hanno iniziato a raccogliere gli elementi utili per identificarne gli autori. In quella circostanza, i malviventi avevano asportato 4 bobine di rame per un valore di circa 16.000 euro, utilizzando un mezzo furgonato. Avevano rotto il motore elettrico del cancello dell’area della ditta, approfittando della chiusura del fine settimana, e avevano manomesso le telecamere del sistema di video sorveglianza. Pur partendo da pochissimi elementi, i Carabinieri di Cassano Spinola, coordinandosi con le altre Stazioni della locale Compagnia di Novi Ligure, hanno partecipato ai diversi sopralluoghi di altri furti avvenuti nel territorio, riuscendo a identificare il mezzo utilizzato, fino a intercettare l’utilizzatore e i suoi complici e a pedinarlo, riuscendo a coglierli in flagranza di reato nel febbraio 2019 a Quargnento. In quell’occasione, i Carabinieri della Stazione di Solero erano infatti stati allertati dai colleghi della Stazione di Cassano Spinola che avevano intercettato il mezzo nei pressi di un magazzino, dove era custodita attrezzistica della Provincia, necessaria per gli interventi sulle strade. Insieme, hanno proceduto a fermare un mezzo furgonato corrispondente a quello che avevano pedinato da giorni con due uomini a bordo, tra cui proprio il 25enne. In un primo momento, i due avrebbero dichiarato di essere degli operai e che la merce a bordo del mezzo, fosse di loro proprietà. Ma i movimenti notati dai Carabinieri della Stazione di Cassano Spinola, che li avevano visti scavalcare il recinto, non erano compatibili con quanto dichiarato dai due e pertanto, contattati i responsabili della Provincia e condotti i due soggetti in caserma, hanno effettuato le verifiche del caso, che hanno inchiodato i due stranieri alle loro responsabilità. Pertanto, sono stati tratti in arresto in flagranza per i reati di furto aggravato, perché commessi su cose di pubblica utilità (trattandosi di attrezzi da lavoro di proprietà della Provincia di Alessandria) e dalla violenza sulle cose, avendo di fatto forzato l’ingresso del cancello per condurvi il furgone all’interno e caricare la refurtiva.
Si ritiene il 25enne come il presunto responsabile di sei episodi di furto di rame e altro materiale metallico in base a una serie di elementi che hanno consentito ai Carabinieri di chiedere la misura cautelare della custodia in carcere al Tribunale di Alessandria, per il tramite della Procura della Repubblica. Il Tribunale, concordando con la tesi investigativa dei Carabinieri, abbondantemente suffragata dai numerosi elementi d’indagine raccolti, ha ritenuto che il 25enne albanese, oltre ad avere presumibilmente rivestito un ruolo importante nella commissione dei numerosi episodi contestati, avvenuti in un ristrettissimo arco temporale, fosse anche in grado di possedere informazioni sui bersagli da colpire e di avere collegamenti tali da consentirgli di realizzare il profitto dei furti, rivendendoli a chi potesse impiegarli in qualche ciclo produttivo.

Serravalle Scrivia: arrestato 34enne rumeno per tentato furto aggravato.
I Carabinieri della Stazione di Serravalle Scrivia hanno tratto in arresto in flagranza di reato T.S., 35enne operaio rumeno con precedenti di polizia specifici, poiché ritenuto responsabile del tentato furto aggravato da un noto punto vendita del Designer OUTLET di due giubbotti del valore di più di due mila euro. L’uomo è stato fermato con una borsa schermata, con all’interno i due capi d’abbigliamento occultati, ancora provvisti delle placche antitaccheggio. Condotto presso la Compagnia di Novi Ligure per i rilievi del caso, è stato trattenuto per due giorni nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio per direttissima che si terrà presso il Tribunale di Alessandria, dove dovrà rispondere del reato di tentato furto aggravato mediante l’uso fraudolento della borsa schermata.

Gatti che passione di Cristina Saracano

Il concorso letterario nazionale ideato da Marina Vicario, per ‘Pluriversum Edizioni”ha dato vita all’antologia “Gatti che passione”con 52 autori selezionati tra la.moltitudine di testi arrivati in redazione. L’opera è arricchita dagli interventi dell’archeologo, Dottor Ferdinando Caputi, della pedagogista, Dottoressa Susy Mariniello, delle illustratrici Elisabetta Mura e Irene Tamagnone e dalla fotografia curata da Germana Belletti.
Il volume, una raccolta di racconti, poesie e filastrocche, che hanno come protagonista assoluto il gatto, animale domestico amato, ma, forse, ancora non molto conosciuto nella letteratura, verrà presentato ad Alessandria il.13 dicembre 2019 alle ore 21 presso la.soms del Cristo, corso Acqui 158,
Interverranno gli autori alessandrini che hanno contribuito con le loro opere ad arricchire l’antologia e ci allieteranno con alcune letture tratte dal libro, sarà possibile acquistarlo e dialogare con gli esperti in una.serata ricca di emozioni e sorprese.

Un cappuccino tra le righe

In Biblioteca Civica Un cappuccino tra le righe
Dopo l’appuntamento di sabato 14 dicembre pronto il calendario 2020

Se amate lasciarvi trasportare dalla lettura e viaggiare con le parole, allora la Biblioteca Civica è il posto per voi. Perché a Casale Monferrato le occasioni per stare in compagnia dei libri saranno tantissime, per leggere ma anche per ascoltare gli scrittori preferiti.
La rassegna letteraria, Un cappuccino tra le righe, ideata e fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura, e curata da Paola Casulli, giornalista, poetessa e blogger, dipendente della Biblioteca Civica, propone una serie di appuntamenti dedicati agli scrittori e scrittrici provenienti da tutto il territorio nazionale, spaziando dai saggi, ai romanzi, dai libri di viaggi e di avventure alle biografie.
Ci sarà anche spazio per andare alla scoperta di piccole case editrici indipendenti, che hanno tanto da raccontare, e reading dedicati alla poesia, con un importante appuntamento dedicato tutto ai versi e alla parola che si terrà nella Giornata Mondiale della Poesia, il 21 marzo 2020.
La rassegna si svolgerà durante tutto l’anno 2020 con sospensione nei mesi di luglio e agosto. Per quanto riguarda l’orario e il giorno di svolgimento degli incontri, saranno di sabato mattina dalle ore 10,00 alle ore 12,00.
In apertura di ogni incontro si offrirà la possibilità di consumare, negli stessi locali della Biblioteca, una colazione con cappuccino caldo, o caffè, e brioche. Da qui il titolo della rassegna: Cappuccino tra le righe.
L’idea di unire la letteratura alla cultura gastronomica è, infatti, un matrimonio che si è quasi sempre rivelato solido e vincente, dando vita a incontri più accattivanti e curiosi. Offrire una colazione a base di cappuccino e croissants caldi sarà la nostra formula: all’odore del caffè si unisce, così, quello della carta stampata, con l’intreccio di due mondi che possono sembrare incompatibili, ma che, invece, possono trasmettere sensazioni positive e diverse da quelle che si provano in una consueta presentazione di libri.
Sarà quindi un anno ricco, da scoprire insieme, anche attraverso la pagina Facebook Un cappuccino tra le righe, dove si racconteranno tutti gli eventi letterari in programma! Si troveranno gli appuntamenti di cui sono già state annunciate le date, ma anche le anticipazioni sugli eventi in programma mese per mese.
Sabato14 dicembre ci sarà l’ultimo incontro del 2019. A parlarci della sua giovane casa editrice indipendente, Capovolte, l’editrice Ilaria Leccardi, giornalista e scrittrice alessandrina. Con lei due sue autrici, Arianna Rocca, che racconterà come, dopo aver lasciato l’attività agonistica, ha portato una proposta sportiva di volontariato in un orfanotrofio femminile in Tanzania, e Agnese Gazzera, che proporrà la biografia di Marielle Franco, l’attivista brasiliana per i diritti umani, uccisa a Rio de Janeiro il 14 marzo 2018.
Info: http://www.comune.casale-monferrato.al.it – 0142 444246 o 0142 444379

Amag: condotte idriche a Spinetta Marengo

AMAG Reti Idriche: Precisazioni sulle condotte idriche di Spinetta Marengo a seguito della trasmissione Report

A seguito di quanto affermato nella trasmissione Report di lunedì 2 dicembre (Rai 3) riguardo allo stabilimento ex Ausimont ora Solvay di Spinetta Marengo si precisa quanto segue:

Nell’anno 2001, in accordo con il Comune di Alessandria, furono posate in via d’urgenza nuove condotte idriche in parte di via Mazzini, in via Garibaldi, in via Sant’Audina e nei vicoli Stivardi e Vicolo dell’Oro per approvvigionare una serie di fabbricati di civile abitazione che sino a quel momento erano alimentati da una rete idrica privata di proprietà della ditta Ausimont che erogava acqua emunta da propri pozzi ubicati all’interno dell’area dello stabilimento.
Sono state posate due reti parallele di acquedotto per ogni sezione di strada, una di proprietà AMAG e una di proprietà Ausimont, che sostituiva la vecchia rete Ausimont.

La rete AMAG è andata a servire tutti gli utenti prima serviti da Ausimont ciascuno con proprio misuratore, mentre la nuova rete privata Ausimont ha un unico misuratore oggi in capo a Solvay, collegato alla rete AMAG.

Per informazioni:

Ufficio Comunicazione Gruppo Amag
Tel. 0131283635
E-mail: comunicazione@gruppoamag.it

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili

dal 9 dicembre 2019
Lavori di manutenzione straordinaria ai deviatoi della stazione ferroviaria di Cantalupo con chiusura del passaggio a livello al km. 7+962
strada Oviglio – Cantalupo (Alessandria)

Vista la necessità di modificare ed estendere i provvedimenti viabili relativi all’ orario di chiusura del P.L. a livello presente al Km. 7+962 in Strada Oviglio a Cantalupo per le giornate del 09/10/11 dicembre 2019, mentre rimangono invariate le altre disposizioni viabili di cui all’ord. 755/2019,sono stati adottati i seguenti provvedimenti viabili:

 dalle ore 21.30 del giorno 09/12/2019 fino alle ore 14.00 del giorno 11/12/2019 il divieto di transito in STRADA OVIGLIO a Cantalupo, in corrispondenza del PL al Km. ferroviario 7+962;

 dalle ore 21.30 alle ore 05.00 del giorno successivo delle seguenti date: 11/12 dicembre – 12/13 dicembre – 13/14 dicembre – 16/17 dicembre – 17/18 dicembre – 18/19 dicembre – 19/20 dicembre 2019 il divieto di transito in STRADA OVIGLIO a Cantalupo, in corrispondenza del PL al Km. ferroviario 7+962.
————————————————–

dal 15 dicembre 2019
Scavi per realizzazione allaccio fognario
via Casale – Gerlotti-San Michele (Alessandria)

Per consentire lo svolgimento dei lavori di scavo per allaccio alla rete fognaria pubblica nel nuovo insediamento sito in Alessandria/San Michele in Via Casale civv. 139/137/135 Frazione Gerlotti, dalle ore 08.00 alle ore 17.00 dal giorno 15/12/2019 fino al giorno 22/12/2019, viene prevista la realizzazione di una sola carreggiata di marcia con transito veicolare a senso unico alternato regolato da apposito impianto semaforico funzionante per tutto il periodo dei lavori in VIA CASALE – Frazione Gerlotti – per l’intera area di cantiere consistente in una tratta di circa 50 ml., antistante i civv. 139/137/135.
————————————————–

Abbattimento platani ai giardini della stazione

Più sicurezza nei Giardini della Stazione con il necessario abbattimento preventivo di otto platani

Domani, mercoledì 4 dicembre, verranno tagliate otto piante ai Giardini della Stazione dopo le verifiche strumentali effettuate a seguito della caduta di un platano, nei mesi scorsi.

Le otto piante per le quali il Servizio Gestione Servizi manutentivi Verde Pubblico e Arredo Urbano provvederà all’abbattimento sono platani e la decisione è stata particolarmente soppesata dall’Amministrazione Comunale (Assessorato al Verde Pubblico, guidato dall’assessore Giovanni Barosini) avendo a cuore la tutela del vasto patrimonio arboreo comunale e, al contempo, la sicurezza dei cittadini anche nel momento di fruizione delle aree verdi pubbliche e del parco dei Giardini della Stazione.

Alcuni fatti, quali l’improvvisa caduta per sradicamento di un platano lo scorso aprile così come quella di un altro platano in piazza Garibaldi lo scorso anno (cadute sempre dovute a danni all’apparato radicale per la presenza di funghi lignivori), hanno indotto l’Amministrazione Comunale a disporre una verifica strumentale della stabilità di tutti i platani presenti nel perimetro dei giardini della Stazione e di altre 41 piante individuate dal censimento effettuato nel 2017.

L’incarico è stato affidato ad una Ditta specializzata che in precedenza aveva già effettuato il rilievo ed il censimento di circa 12.000 piante del Comune di Alessandria e l’esame VTA (Visual Tree Assestment = Valutazione di Stabilità degli Alberi) visivo e/o strumentale in altre aree cittadine.

La verifica che è stata effettuata nelle scorse settimane si è incentrata in particolare sulle indagini fitostatiche strumentali VTA per: a) la verifica della consistenza legnosa a alla base del tronco su 204 esemplari di platano (Platanus spp.) ubicati lungo il perimetro dei Giardini di via Repubblica e la via omonima, lungo lo spalto Borgoglio, lungo la via Savona e su altri 41 esemplari ubicati in altre varie località della città.

Per raggiungere l’obiettivo della sicurezza è stato necessario procedere – una volta individuati i soggetti arborei da sottoporre ad analisi – ad un esame strumentale valutando diversi fattori che influiscono sulla stabilità delle piante, quali le condizioni stazionali, l’età, la specie, i difetti, i danni, le parassitosi, la periodicità degli interventi di manutenzione.

Su tutti gli esemplari arborei indagati si è provveduto ad un’approfondita indagine visiva onde verificare la presenza di fitopatie, fisiologie, difetti morfologici di crescita così da rilevarne le eventuali criticità in merito alla stabilità meccanica.

Oltre a ciò, si è proceduto con un’indagine strumentale eseguita al colletto di ogni singolo albero, eseguita mediante l’utilizzo di resitografo PD400, il quale permette, grazie ad una piccola sonda di 3mm di diametro, spinta con avanzamento e rotazione costanti nei tessuti legnosi, di registrare su di un grafico, la resistenza o meno incontrata e, di conseguenza, evidenziare gli eventuali difetti (decadimenti e cavità) interni.

Dalle analisi svolte è risultata la necessità di abbattere gli otto platani (2 perché secchi e 6 perché classificati come “pericolosi” dagli esami effettuati) ai Giardini della Stazione.

Alessandria s’illumina

SCHEDA INFORMATIVAALESSANDRIA SI ILLUMINA PER IL NATALE 2019’Alessandria si illumina’ è un progetto di rigenerazione di spazi urbani che verrà declinato con una serie di iniziative che interesseranno le principale piazze cittadine ed i giardini pubblici per abbellire e vivacizzare la città in occasione delle prossime festività natalizie.
Il progetto, sostenuto dalla Regione Piemonte, anche attraverso la collaborazione con le associazioni di categoria del commercio del territorio e i media, prevede questa serie di iniziative:MERCATINO E VILLAGGIO DI NATALE AI GIARDINI PUBBLICI
L’Amministrazione comunale, in occasione delle prossime festività, propone in via sperimentale, ai Giardini Pubblici, il Mercatino Natalizio con articoli di qualità artigianali, idee regalo, addobbi ed allestimenti a tema Natale.
Lungo il viale di corso Crimea sono state collocate collocazione 20 casette di legno, in una posizione strategica, immediatamente adiacente al centro cittadino, per rivitalizzare l’area verde di fronte alla stazione.
Nell’area del monumento ai Caduti sarà collocata la ruota panoramica da cui sarà possibile ammirare la città dall’alto, insieme ad attrazioni per bambini come il ‘Villaggio di Babbo Natale.
Saranno svolte attività culturali di animazione a tema natalizio nell’ambito del programma ‘Natale ai Giardini’ (dettagliato in apposita scheda).
Per circa un mese, durante tutto il periodo delle festività, l’intera area sarà illuminata con suggestivi archi luminosi in corrispondenza delle casette e con quattro grandi fari scenografici che proietteranno immagini a tema natalizio nello spazio dei ‘Giardini della Vittoria’ (nell’area compresa tra il lato verso piazza Garibaldi e la zona pedonale perpendicolare a via Trotti).
Nei pressi dell’edicola, sul lato di piazza Garibaldi, saranno collocate le renne luminose come ideale scenografia ideale per le foto ricordo. Un grande albero di Natale illuminato sarà posizionato vicino alla fontana di fronte alla stazione.ALLESTIMENTI LUMINOSI E SCENOGRAFICI (FIGURE TRIDIMENSIONALI E FARI DECORATIVI) NELLE PIAZZE CITTADINE
Per regalare alla Città una atmosfera di festa con allestimenti a tema, saranno installate delle architetture tridimensionali luminose (grandi oltre tre metri):
– una sfera luminosa sarà posta in via Dante (in prossimità della profumeria Piera)
– un grande pacco regalo sarà collocato in piazza Santo Stefano.
Contestualmente saranno installati 14 proiettori architetturali (fari decorativi) per le proiezioni di luci scenografiche nelle principali piazze cittadine:
– piazza S. Stefano (chiesa) 1 proiettore
– piazza Santa Lucia (chiesa) 1 proiettore
– piazzetta della Lega 3 proiettori
– c.so Roma (Chiesa S. Giovannino) 1 proiettore
– via San Giacomo della Vittoria (Chiesa) 1 proiettore
– Chiesa S. Giovanni Evangelista (quartiere Cristo) – 1 proiettore
– palazzo Cuttica -1 proiettore
– piazza Santa Maria di Castello -1 proiettore
– Giardini pubblici (area compresa tra il lato verso Piazza Garibaldi e la zona pedonale perpendicolare a via Trotti) – 4 proiettori.ALBERI DI NATALE ILLUMINATI
Alberi di grandi dimensioni illuminati saranno allestiti in diversi luoghi in città e nei quartieri periferici con la seguente collocazione:
– piazza Libertà di fronte al palazzo comunale
– piazza Ceriana al quartiere Cristo
– Arco in piazza Matteotti
– zona della stazione ferroviaria nei pressi della fontana
– Spinetta MarengoLUMINARIE PER LE VIE DEL CENTRO
Il Comune di Alessandria parteciperà con propria contribuzione economica alle spese per la fornitura dell’energia elettrica delle luminarie che, come consuetudine, vengono installate a cura degli esercenti delle attività commerciali cittadine.FILODIFFUSIONE
Lo shopping per i regali natalizi sarà accompagnato dalla diffusione sonora di un palinsesto musicale che sarà ideato ad hoc e trasmesso attraverso l’impianto di filodiffusione permanente installato nelle più importanti vie dello shopping del centro cittadino, con la diffusione di spot e jingle promozionali che saranno appositamente ideati per la manifestazione.
L’individuazione del gestore del servizio di filodiffusione che effettuerà la programmazione delle trasmissioni avverrà attraverso una procedura di evidenza pubblicaSTRISCIONE PROMOZIONALE
Uno striscione promozionale di dimensioni molto grandi (m. 20 x 5) sarà collocato sulla facciata del palazzo comunale che verrà in parte ‘scoperta’ a conclusione dei lavori di rifacimento della facciata, come regalo alla cittadinanza.
Domenica 8 dicembre si svolgerà un apposito evento dedicato (di cui seguiranno dettagli) in concomitanza con l’inaugurazione della rinnovata via san Giacomo della Vittoria.

Dolci terre di Novi

AL CENTRO FIERISTICO DAL 6 ALL’8 DICEMBRE 2019
Al via la 24esima edizione di Dolci Terre di Novi

Tutto è pronto per la 24esima edizione di “Dolci Terre di Novi”, uno dei più attesi appuntamenti dell’anno che si svolgerà al centro fieristico di viale dei Campionissimi dal 6 all’8 dicembre. La rassegna delle produzioni dolciarie vitivinicole e gastronomiche, organizzata dal Comune di Novi Ligure, per il 24esimo anno consecutivo continua a rappresentare un punto di riferimento tra le iniziative di settore. Il taglio del nastro è fissato alle ore 10 di venerdì 6 dicembre.

Alla tre giorni del gusto è confermato lo spazio dedicato al prestigioso mercato delle Dolci Terre: oltre cento bancarelle di prodotti tipici della zona, e non solo, realizzato in collaborazione con le Associazioni dei settori agricolo, artigianale e commerciale.
L’allestimento ripropone la formula collaudata dei percorsi del gusto, itinerari che si snoderanno all’interno dei padiglioni espositivi raggruppando le diverse produzioni agroalimentari in categorie omogenee: formaggi e salumi, prodotti della terra, dolci, vini e distillati, pastifici. Non mancheranno i prodotti dei Presidi Slow Food e quelli De.Co a denominazione comunale.

Confermata anche la presenza dei Maestri Panificatori che sforneranno la focaccia novese De.Co abbinata, come da tradizione, al grande vino bianco del Piemonte: il Gavi Docg del Consorzio tutela del Gavi che sarà presente in enoteca con il Dolcetto di Ovada Doc, il Barbera del Monferrato Doc ed il Brachetto di Acqui e con i vini premiati al 45° Concorso Enologico della provincia di Alessandria “Premio Marengo DOC”, organizzato dalla Camera di Commercio di Alessandria tramite la propria azienda speciale Asperia.

Nello spazio degustazioni saranno poi di scena i piatti della tradizione novese a cura dello Chef Davide Ghezzi e la farinata di Novi, piatto tipico a base di farina di ceci, con ceci della Merella De.Co.; presente anche lo spazio aperitivo Dolci Terre con i gioielli gastronomici del territorio e la possibilità di degustare: zuppa di ceci della Merella, ravioli in tutti i modi, polenta con gorgonzola, chiocciole alla borgogna, bagna caoda e robiola di Roccaverano.

Da non perdere l’appuntamento di sabato 7 dicembre (ore 17,30) con “Caglio che Luppoli”, prestigioso laboratorio Slow Food alla scoperta degli abbinamenti tra formaggi del mondo e le birre artigianali organizzato dalla Condotta Slow Food di Gavi Ovada.

Nei giorni della kermesse, nei locali del centro fieristico continuano gli appuntamenti della fiera del libro e degli illustratori La Torre di Carta con il Salotto Letterario che prevede presentazioni di libri e altri eventi culturali.

Sempre durante la rassegna sabato 7 dicembre per le vie centrali si svolgerà la manifestazione Canti Natalizi in Centro Storico, rassegna di corali che prenderà il via alle ore 15 e terminerà con il concerto gospel del gruppo Free Voices Gospel Choir diretto da Laura Robuschi. Si tratta di una delle formazioni gospel più significative in Italia. Oltre 600 concerti all’attivo, 50 coristi, 5 musicisti e un corpo di ballo per uno spettacolo coinvolgente ed emozionante. Vincitori nel 2000 del Gospel Award come miglior coro dell’anno.

Periodo: dal 6 all’8 dicembre 2019
Inaugurazione: venerdì 6 dicembre ore 10
Orario di apertura: tutti i giorni dalle ore 10 alle 22
Ingresso gratuito, ampio parcheggio
Info: http://www.comunenoviligure.al.it
Ufficio Turismo 0143 772259; turismo@comune.noviligure.al.it

dal Palazzo Comunale, 2 dicembre 2019

L’Ufficio Stampa

Green jobs: il cambiamento

Metti in circolo il cambiamento… A partire da Firenze!
Al via il progetto per promuovere il cambiamento culturale
verso i principi dell’economia circolareDal 5 all’8 dicembre 60 giovani, tra cui 16 dal Piemonte, per una formazione mirata ai Green Jobs
Il 6 dicembre conferenza sul clima e flash mobAttivarsi per la tutela ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici praticando le buone regole dell’economia circolare e dare il proprio contributo alla sua diffusione con un’idea green. Proporre nuovi stili di vita allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti, incentivare al riuso dei materiali e far emergere il settore della Green economy come mezzo di inclusione sociale. In poche parole: “Metti in circolo il cambiamento”. Un progetto di educazione alla cittadinanza globale, coordinato dall’associazione LVIA e cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale, che vuole sostenere il processo di transizione verso l’economia circolare coinvolgendo la cittadinanza, mondo delle aziende, enti e amministrazioni.Sarà la mission del gruppo di 16 giovani selezionati in Piemonte che, insieme agli altri partecipanti provenienti da Emilia Romagna, Toscana e Sicilia, parteciperanno al Campus residenziale dal 5 all’8 dicembre a Firenze grazie al bando di selezione del progetto di cui sono partner i comuni piemontesi di Torino e Cuneo insieme a Confcooperative Piemonte e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio Cuneo.60 giovani dai profili variegati, dai neet ai migranti passando per i super skilled specializzati in materia ambientale. Prevale la presenza femminile (34), rispetto agli uomini (26), quasi tutti attivi nell’ambito di gruppi ambientalisti.L’avvio della quattro giorni di formazione al Campus residenziale nazionale, allestito dal 5 al 8 dicembre presso la “Casa Don Bosco” a Firenze, è anche l’occasione per il lancio ufficiale di Metti in circolo il cambiamento. Perché saranno i ragazzi selezionati i veri protagonisti delle azioni di progetto, pronti a mettere in pratica e a diffondere quanto appreso al Campus e nelle attività di formazione che continueranno poi sui territori. Le giornate fiorentine coinvolgeranno i giovani in laboratori dedicati allo sviluppo sostenibile, monitoraggio ambientale e emergenza climatica. Ma non solo, perché l’obiettivo del Campus è proprio quello di informare e formare i candidati alle nuove professioni legate all’economia circolare. Il prossimo appuntamento con “Metti in circolo il cambiamento” sarà a Firenze, nell’ambito del Campus, il 6 dicembre alle ore 15.00 presso la Biblioteca delle Oblate per la conferenza “I cambiamenti climatici: istruzioni per l’uso”, aperta al pubblico e curata dal noto ricercatore forestale Giorgio Vacchiano; a seguire alle 17.30 i ragazzi di Metti in circolo il cambiamento daranno vita ad un flash mob a piazza del Duomo in nome della giustizia climatica.
Al Campus ampio spazio verrà dedicato alle competenze verdi con interventi di manager di imprese che guardano all’economia circolare, dei rappresentanti di Confcooperative e 4Manager, e di alcune esperienze virtuose del territorio. Non mancherà il confronto con gli amministratori pubblici, tra cui i rappresentanti dei comuni di Firenze e della Regione Toscana. Conclusa questa fase i ragazzi verranno accompagnati nei loro territori in percorsi formativi on the job personalizzati e ispirati ai principi dell’economia circolare. La sfida per i partecipanti sarà quella di elaborare proposte per la riduzione dei rifiuti e il riciclo dei materiali, le 12 migliori idee green verranno premiate con un fondo di 3mila euro ciascuna per la loro realizzazione.“Il connubio tra economia circolare e inclusione sociale è ciò che ha spinto l’associazione LVIA, con una consolidata esperienza in Africa in progetti di sviluppo sostenibile, a promuovere con 11 partner Metti in circolo il cambiamento – dichiara Alessandro Bobba, presidente di LVIA -. Un progetto nazionale di educazione alla cittadinanza globale che vuole favorire il necessario processo di cambiamento culturale e di competenze della cittadinanza verso i princìpi dell’economia basata sul modello riduci-riutilizza- ricicla”.Giovani, scuola e cittadinanza saranno il collante che legherà tutte le attività del progetto fino a dicembre 2020. Metti in circolo il cambiamento entrerà nelle scuole coinvolgendo i docenti nella co-progettazione di percorsi didattici sul tema dell’economia circolare da destinare a 99 classi. Gli studenti potranno esprimere quanto appreso attraverso la scrittura di cortometraggi; i 4 migliori saranno premiati e realizzati con il supporto di professionisti. Il progetto sarà diffuso su tutto il territorio nazionale grazie al road show “Circoliamo”, una campagna di informazione itinerante supportata da un’exhibit in 20 località, organizzata da Legambiente. Infine, per coinvolgere le comunità locali, parallelamente a conferenze e dibattiti pubblici saranno utilizzate forme innovative come una escape room educativa a cura dell’Associazione Eufemia e workshop di citizen science realizzati da WeMake S.rl.Metti in circolo il cambiamento vuole quindi contribuire concretamente allo sviluppo di una economia circolare ed ecosostenibile capace di coinvolgere il mondo imprenditoriale tradizionale, le start up, le nuove organizzazioni e la società civile in processi educativi e formativi capaci di aprire nuove prospettive professionali e sociali.L’ufficio stampa: Milena Dominici (349.0597187)
Info sul progetto e sull’economia circolare qui: https://lvia.it/metti-in-circolo-il-cambiamento/

Provvedimenti viabili

Provvedimenti viabili
Gara di campionato nazionale Lega italiana calcio professionistico serie C stagione sportiva 2019/2020 presso lo stadio comunale “G. Moccagatta” in spalto Rovereto civ. 28 – 4 dicembre 2019
Per la necessità di permettere lo svolgimento della partita di calcio di Campionato Nazionale Lega Italiana Calcio Professionistico Serie C Stagione Sportiva 2019/2020 tra U.S.ALESSANDRIA CALCIO1912 srl – Juventus U23 FC spa in programma il giorno 04/12/2019 con inizio alle ore 20, dalle ore 17 alle ore 23 del giorno 04/12/2019 sarà istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e dalle ore 15 alle ore 23 del giorno 04/12/2019 sarà istituito il divieto di transito in:
– SPALTO ROVERETO, semicarreggiata nord, ambo i lati
– VIA BELLINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA ROSSINI, nel tratto compreso fra Spalto Rovereto e Via Santorre di Santarosa, ambo i lati
– VIA SANTORRE DI SANTAROSA, nel tratto compreso tra via Bellini a via Rossini, ambo i lati
Inoltre, dalle ore 15 alle ore 23 del giorno 04/12/2019 è istituito il divieto di fermata con rimozione forzata e di transito in una porzione del PARCHEGGIO EX GIL in Lungo Tanaro Solferino, a delimitare un’area di sosta posta al centro del parcheggio, per la riserva di complessivi 32 stalli di sosta (da tale divieto sono esclusi i mezzi dei supporters della squadra ospite JUVENTUS U23)
Dalle ore 17 alle ore 23 del giorno 04/12/2019 è istituito il divieto di transito in:
– SPALTO MARENGO, semicarreggiata nord, nel tratto compreso fra viale Milite Ignoto e via Donizetti,
– VIA PORTA, (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Donizetti)
– VIA DAL POZZO (ai veicoli in sosta sarà consentito il transito in direzione verso via Rapisardi) Sarà altresì consentito l’accesso ai passi carrai ivi presenti. Ai veicoli che espongono contrassegno parcheggio per persone disabili diretti allo stadio, agli aventi titolo ed ai veicoli autorizzati ad insindacabile giudizio degli organi di Polizia Stradale è consentita la sosta ed il transito in spalto Rovereto, nel tratto compreso tra via Bellini e largo Catania.
Si evidenzia che i parcheggi individuati per la tifoseria locale e per la tifoseria ospite sono i seguenti: PIAZZA PEROSI, destinata al parcheggio della tifoseria LOCALE, PIAZZALE EX GIL, destinata al parcheggio della tifoseria OSPITE, E’ fatto carico alla Società “U.S. ALESSANDRIA CALCIO 1912”, organizzatrice dell’evento sportivo, per il periodo indicato nel presente dispositivo relativamente a detta manifestazione, il posizionamento delle transenne ad apertura dell’evento e la loro manutenzione durante lo stesso ed alla rimozione a termine dell’evento per l’efficienza e l’efficacia del presidio.

Provvedimenti viabili in via Migliara ed in via Urbano Rattazzi per trasloco – 7 dicembre 2019

Per permettere lo svolgimento di un trasloco in via Migliara civico 2 ed in via Urbano Rattazzi tratto fronte civico 43 mediante posizionamento di mezzi operativi, in programma il giorno 7 dicembre2019, dalle ore 8 alle ore 14 del giorno 7 dicembre 2019 sono vietati il transito e la fermata con rimozione forzata in via MIGLIARA, nel tratto compreso tra via Milano e piazza della Libertà, per il posizionamento e transito dei mezzi operativi.
Dalle ore 14 alle ore 19 del giorno 7 dicembre 2019 è vietata la fermata con rimozione forzata in via URBANO RATTAZZI, nel tratto fronte il civico 43 ad esclusione dei mezzi operativi utilizzati per le lavorazioni.
Svolgimento della processione a cura della parrocchia “B. Vergine Immacolata” a Spinetta Marengo – 8 dicembre 2019

Per permettere lo svolgimento della processione che transiterà il giorno 8 dicembre 2019 a partire dalle ore 15 a cura della Parrocchia “B. Vergine Immacolata”al sobborgo di Spinetta Marengo, dalle ore 15 alle ore 16 e sino al termine della processione, durante il passaggio del corteo le strade facenti parte e/o interferenti con lo stesso potranno essere temporaneamente inibite alla circolazione, secondo il seguente percorso: piazza della Chiesa, via Pineroli, via Angiolina, attraversamento di via Genova, via Genova sino alla Cappelletta.

Storie alessandrine

Nuovo appuntamento, giovedì 5 dicembre, alle ore 17:00, della rassegna letteraria Storie alessandrine: un libro, tante vite promossa da: Amici del Museo Etnografico Gambarina, Alessandria in Pista – Librinpista, Spazioidea, Società Alessandrina di Italianistica e Circolo Provinciale della Stampa. Presso i locali del Museo, in piazza della Gambarina n.1, sarà la volta di Salvatore Rizzello con “dialoghi intorno all’economia”. Presenta: Albino Neri.

Alessandria s’illumina per il Natale 2019

Alessandria si illumina
per il Natale 2019
Giochi di luce su piazze e chiese della Città

Presentare ufficialmente il progetto “Alessandria si illumina per il Natale 2019. Giochi di luce su piazze e chiese della Città”: è questo l’obiettivo della conferenza stampa odierna a Palazzo Comunale di Alessandria.
Un incontro a cui sono stati invitati – per mettere in evidenza gli apporti e la sinergica collaborazione dell’intera Città, delle sue Istituzioni e dei tanti Soggetti pubblici e privati coinvolti – il Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, Vittoria Poggio, l’Assessore Comunale al Turismo e Commercio di Alessandria, Mattia Roggero, l’Assessore Comunale alle Manifestazioni ed Eventi, Cherima Fteita, l’Assessore Comunale al Bilancio, Cinzia Lumiera, l’Assessore Comunale ai Lavori e Verde Pubblico, Giovanni Barosini, l’Assessore Comunale alle Politiche Sociali, Piervittorio Ciccaglioni, il Presidente della Camera di Commercio di Alessandria, Gian Paolo Coscia, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Luciano Mariano, il Presidente di Confesercenti della Provincia di Alessandria, Manuela Ulandi, il Direttore di Ascom-Confcommercio della Provincia di Alessandria, Alice Pedrazzi, il Presidente di CulturAle-ASM Costruire Insieme, Cristina Antoni, il Presidente dell’Associazione Attività e Commercio di corso Acqui, Roberto Mutti, e il Responsabile del Club Monferrato Chapter, Vittorio Gatti.
A seguire, le schede di approfondimento delle diverse attività e iniziative proposte per le Festività Natalizie 2019.

Natale al Cristo

Comunicato tampa

“Il Natale al Cristo” chiuderà un anno di eventi che resteranno nella Storia per un Quartiere che è riuscito a ripartire grazie alla collaborazione tra Commercianti, Associazioni e Cittadini.

Il Natale dell’Associazione presieduta da Roberto Mutti partirà il 7 dicembre alle ore 16,00 con Il primo Presepe in Corso Acqui!

Il Natale è qualcosa di straordinario, qualcosa di profondo che arriva fino al cuore. Chiunque in questo periodo dell’anno può riscoprire lo spirito di solidarietà, l’armonia dell’amicizia e la semplicità della condivisione: valori tipici del Natale.

È da questi valori di solidarietà, amicizia e condivisione che Laura Borghino parrucchieri e Agenzia Tecnocasa zona Cristo si apprestano a celebrare al meglio le festività natalizie con “Il primo Presepe in Corso Acqui”.

Realizzato da Giuseppe Tibaldi, artigiano locale, quasi completamente in legno e dipinto a mano potremo ammirare la Sacra Famiglia, intorno alla quale troveranno spazio i personaggi tipici del Presepe e le varie decorazioni una scenografia che rispetta l’antica tradizione natalizia ambientata tra le attività di vita quotidiana e contemporanea.

Il 7 dicembre 2019 alle ore 16.00 in Corso Acqui n. 40 e 47 verrà presentata la prima edizione del Presepe, accompagnata da un Brindisi d’auguri di Buone Feste.

– 8 dicembre presso il Centro Incontro Cristo ( via San Giovanni Evangelista) : Pranzo, pomeriggio danzante per i soci e consegna della raccolta fondi dei Centri Incontri a favore delle famiglie del 3 vigili del fuoco

– 14 dicembre : I Tradizionali Zampognari in Corso Acqui Dalle 9,30 alle 18,00

Era il 1986 quando a Vottignasco gli zampognari, per la prima volta, nelle caratteristiche vie del paese, suonarono nella notte di Natale. ” Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo, e vieni in una grotta al freddo e al gelo”… era proprio una notte fredda, quell’anno, scaldata dall’attesa della Notte Santa e dal dolce suono delle melodie uscite dalle ciaramelle. La passione per questo strumento antichissimo, forse già conosciuto dai Sanniti e utilizzato dai Romani, era nata da Modesto Cigottero che organizzò il primo gruppo nel paese.Fu così che da allora, ogni anno, la vigilia di Natale, a Vottignasco, non mancarono mai gli zampognari e con familiarità entrarono nelle case per portare l’augurio di “Pace e bene” agli anziani, alle famiglie, ai bambini che incuriositi attendevano la serata. L’iniziativa prosegue!
Ora, da anni, Marcello Cigottero, Piervanni Paschetta, Chiaffredo Ambrogio con la stessa passione, lo stesso cuore e lo stesso amore per le cose buone, semplici e sane portano avanti questa attività che diventa ormai tradizione, con il piacere di comunicare, mediante la
musica, l’atmosfera del Natale. Gli Zampognari di Vottignasco (due zampogne e una ciaramella) suonano strumenti originali in legno di olivo che vengono fabbricati dagli artigiani di Scapoli, un caratteristico paesino in provincia di Isernia.
Anche i vestiti degli zampognari sono caratteristici: calzoni di velluto, corpetto in lana di pecora, mantello pesante di panno nero, cappello e scarponi. Tra le varie attività di aggiornamento il gruppo, ogni anno, partecipa l’ultimo fine settimana di luglio al Festival Internazionale della zampogna che si tiene a Scapoli. La manifestazione originale e caratteristica attira in questo piccolo paese immerso nei monti del Molise, come un presepio, musicisti, cultori della zampogna da tutta Europa e turisti che nutrono
la passione per questi strumenti a fiato. A Vottignasco gli zampognari fanno il loro percorso Natalizio nelle famiglie che li ospitano con affabilità, lasciano un dono simbolico e augurale, rallegrano le vie del paese, richiamano la dolce atmosfera natalizia. Suonano, inoltre, sul
territorio, nelle scuole, nelle case di riposo, nei centri paesani dov’è gradita la loro presenza. Cresce in amicizia e sintonia il Gruppo di Marcello, Piervanni, Chiaffredo insieme agli Amici che gli sono vicini e che li apprezzano per questa scelta così gentile e squisita.
Il clima creato dagli zampognari offre la sensazione dell’ambiente sano da cui provengono e dei valori in cui credono! Solo il cuore che ama può percepire a fondo.
– 15 dicembre : l’Arrivo di Babbo Natale in Corso Acqui….per tutti i bambini !

– 20 e 21 dicembre presso il Centro Incontro Cristo Torneo di Burraco a favore del progetto C.A.S.A.

– 21 dicembre : Spettacolo Natalizio in Corso Acqui con IL CARRETTO DI NATALE , spettacolo itinerante di canto, storie, musica, giocoleria, gag comiche con carretto musicale
Due personaggi venuti da un luogo indefinito, forse la Lapponia o forse qualche altro luogo fantastico, percorrono le vie del paese, interagendo con le persone che passano, con il loro carretto che diffonde musica natalizia
carico di sorprese musicali e volanti. Lui spinge il carretto e lei lo incita nelle salite e quando trovano uno slargo, un portico, un marciapiede, una piazzetta adatta si fermano e dal carretto tirano fuori le loro meraviglie:
canzoni di Natale per voce e sega musicale, violino e concertina, camparofono e chitarra, racconti e storie intrecciate a numeri di giocoleria con oggetti di uso comune e continue gag e invenzioni con il pubblico.

– 22 dicembre : Alle ore 16,30 sfilata “Parata dei Babbo Natale” in Corso Acqui con le Harley Davidson Monferrato Chapter con il contributo della Città di Alessandria. Punto Ristoro presso Maker Bakery , Corso Acqui 178

– 22 dicembre presso il Centro Incontro Cristo panettone e brindisi, musica , intervento del coro LE NOTE SUI REGISTRI, premiazione torneo di Burraco e consegna ricavato

NATALE SOLIDALE in collaborazione con IL CISSACA, iniziativa per cui i commercianti si impegnano a collaborare con il Cissaca per promuovere il progetto Casa.
“Un bel Natale al Quartiere Cristo – spiega il Presidente Mutti – Le Luci di Natale quest’anno molto belle, l’albero che sarà allestito sul piazzale della Parrocchia San Giovanni Evangelista, il coinvolgimento del Don Bosco e poi le tante iniziative. Dal Centro Incontro ai Negozi in Corso Acqui. Ci saranno gli Zampognari e i Babbo Natale sia a piedi sia in Moto. Tornerà il Presepe caratteristico , gran parte del Natale sarà dedicato al SOCIALE con il Cissaca. Guardiamo già al prossimo anno, l’idea è quella si illuminare con le luci natalizie nel 2020 anche via Maggioli e Corso Acqui. Intanto i primi di gennaio presneteremo il programma annuale ricco di eventi. Un grazie ancora una volta al contributo dei Nostri Commercianti ed alla collaborazione del Gruppo Amag”

Al Cristo il carretto di Natale

Il carretto di Natale, il 21 dicembre al Cristo:canto, storie, musica, giocoleria, gag comiche con carretto musicale

Due personaggi venuti da un luogo indefinito, forse la Lapponia o forse qualche altro luogo fantastico, percorrono le vie del paese, interagendo con le persone che passano, con il loro carretto che diffonde musica natalizia
carico di sorprese musicali e volanti. Lui spinge il carretto e lei lo incita nelle salite e quando trovano uno slargo, un portico, un marciapiede, una piazzetta adatta si fermano e dal carretto tirano fuori le loro meraviglie:
canzoni di Natale per voce e sega musicale, violino e concertina, camparofono e chitarra, racconti e storie intrecciate a numeri di giocoleria con oggetti di uso comune e continue gag e invenzioni con il pubblico.

Allestimento:
preparazione e montaggio 2h 30′ più il tempo necessario per il sopralluogo del percorso.
E’ necessario un permesso di transito e di sosta per carico–scarico e montaggio-
smontaggio del Carretto non troppo lontano dal luogo di inizio della rappresentazione.
Per montaggio-smontaggio è necessario uno spazio accanto al camper della compagnia,
all’incirca dell’ampiezza di un parcheggio e illuminato in notturna. In caso di tempo
incerto (previsioni di pioggia) lo spazio per montaggio-smontaggio deve essere riparato
dalla pioggia.
Se non occorre spostare il camper in altro luogo troppo lontano lo usiamo anche come
camerino; in caso contrario è necessario un camerino riscaldato.
Spazio scenico necessario per le tappe di spettacolo:
da un minimo per due persone che suonano e cantano più il loro carretto a spazi più
ampi dove siano possibili interventi di giocoleria.
Negli interventi in notturna gli spazi per le tappe di spettacolo che comprendono numeri
di giocoleria devono essere sufficientemente illuminati e quelli per le tappe che
comprendono numeri di narrazione, canto e musica non devono essere troppo vicini a
sorgenti di musica amplificata (gruppi musicali, altoparlanti, diffusori di musica ecc).
Nel caso non sia possibile individuare alcuno spazio con le caratteristiche sopra descritte
(cioè nessuno spazio illuminato e nessuno spazio lontano da sorgenti di musica
amplificata) sarà comunque possibile effettuare la parte itinerante della performance.
Percorso:
il Carretto di Natale non ama il fondo sconnesso, teme le salite ripide, se può evita gli
scalini, ma riesce ad arrivare quasi dappertutto.
Ingombro in larghezza (per il passaggio) 90 cm.
Durata: disponibilità indicativamente di 2-3 ore di spettacolo/animazione, anche frazionabili.
Adattabile ad esigenze specifiche dell’evento.
Audio: autonomo con radiomicrofoni e amplificazione a batteria. Autonomia 3 ore effettive
Dimensioni del Carretto: montato con stanghe e pennoncino: 90 cm larghezza x 2m circa
lunghezza x 2m circa altezza
Nel caso si effettuino più giorni di spettacolo consecutivi:
fra un giorno e l’altro di spettacolo serve un posto custodito agibile e di dimensioni
adeguate per “parcheggiare” il Carretto (ingombro del carretto 90cm x 90cm x 100cm
altezza) e dove ci sia un attacco di corrente (va benissimo una presa domestica) per
ricaricare le batterie dell’amplificazione .
Se gli interventi non sono nella stessa location (e quindi si deve smontare il Carretto per
trasportarlo da un posto all’altro) serve comunque un luogo custodito con una presa di
corrente per ricaricare l’amplificazione (ingombro dell’amplificazione circa 30cm x30cm
per 50cm di altezza).
Compagnia Claudio e Consuelo
corso Enotria 21/1 – 12051 Alba (Cn) Elisa tel. 339-4638307
info@claudioeconsuelo.it http://www.claudioeconsuelo.it facebook: Claudio e Consuelo

Spirit of Nerina

Spirit of Nerina prima a Varazze, in stile “rock and roll”

Ottimo weekend, anche se di dure prove, per l’Alessandria Sailing Team in regata lo scorso fine settimana a Varazze per la 44 Winter Cup, prima manche, del Campionato Invernale del Ponente Ligure.
Due giornate di regata completamente diverse tra loro. Sabato 1 dicembre, con un sole caldo e vento molto leggero di 4-6 noduli, il Comitato di regata ha optata per una regata costiera tra Cogoleto e Celle Ligure. Spiega Paolo Ricaldone, presidente del team: “Alla partenza siamo rimasti incastrati in una brutta posizione, eravamo troppo lenti, che ci ha costretto a stare dietro a troppe barche, ma grazie ad un’ottima strategia di Gianluca Viganò e alla velocità di Spirit of Nerina Rolandi Auto, a metà della bolina avevamo recuperato tutto lo svantaggio e siamo passati in testa. A questo punto però, in un bordo verso terra, abbiamo agganciato una rete alla deriva che galleggiava, invisibile sotto il pelo dell’acqua e ci siamo fermati, dopo di che con alcune manovre e dopo alcuni minuti incastrati siamo riusciti a liberarci e riprendere la regata. Purtroppo anche a causa di un ulteriore calo del vento non siamo riusciti a recuperare il ritardo accumulato in questo incidente e abbiamo concluso al quarto posto”. Domenica si è svolta l’ultima regata della Winter Cup per la prima manche del Campionato Invernale del Ponente Ligure e, come previsto, è stata una regata a bastone con pioggia e vento forte da 16 a 30 nodi, condizioni che hanno messo a dura prova l’equipaggio di Spirit of Nerina Rolandi Auto, come anche tutte le altre 36 barche. Alla fine, dopo qualche giro di “rock and roll” sotto una pioggia battente, gli alessandrini hanno tagliato il traguardo in seconda posizione in tempo reale e primi in tempo compensato ORC, posizione di giornata che permette di vincere la 44 Autumn Cup in classifica Overall ORC ed IRC.
Dopo un mese di pausa, le regate riprenderanno il 18-19 gennaio per la seconda manche del 44 Winter Cup del Campionato Invernale del Ponente Ligure.
Buon vento!

Genny Notarianni – 339/2044466 – genny.notarianni@libero.it

Ricordo di Serafino Cavazza

SABATO 7 DICEMBRE PRESSO LA BIBLIOTECA CIVICA
Il ricordo di Serafino Cavazza

Sabato 7 dicembre alle ore 10, presso la sala conferenze della Biblioteca civica di Novi Ligure, sarà ricordato lo storico Serafino Cavazza (1922-1989) a trent’anni dalla scomparsa, in un incontro fortemente voluto dalle associazioni storiche Centro Studi “In Novitate” e Società Storica del Novese e dalla rivista “Novinostra-In Novitate”.
All’evento, che verterà sull’eredità culturale di Cavazza e sul suo contributo agli studi storici, parteciperanno: in videoconferenza da Londra l’ing. Pietro Rescia; il prof. Giuseppe Rocca; il prof. Lorenzo Massobrio. Coordinerà gli interventi il dott. Andrea Sisti. Encomiabile l’iniziativa della famiglia Cavazza di donare alle biblioteche locali e a quelle scolastiche i libri in rimanenza dello storico e di offrire, a conclusione della mattinata, un piacevole rinfresco natalizio.

Serafino Cavazza amò Novi e il Novese con tutto sé stesso, dedicando il proprio tempo libero a ricomporne la storia dagli albori ai “giorni nostri”. Nelle sue ricerche, ha spaziato dalla storia generale alla microstoria, dalle varie espressioni del mondo religioso, con particolare attenzione a quello orionino, alle realtà industriali e sportive. Inoltre, molte sono le biografie da lui curate, che affiancano opere ancor oggi fondamentali per la storiografia locale.
Quello di Cavazza è stato un impegno che non si è limitato alla ricerca, alle venticinque opere pubblicate e a una lunga collaborazione giornalistica. Consigliere comunale dal 1956 al 1960, nel 1960 lo troviamo tra i fondatori della Società Storica del Novese e della rivista “Novinostra”. Nel 1983, fonda il Centro Studi “In Novitate”, di cui è il primo Presidente, e l’omonima rivista. Da segnalare che, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, promosse l’iniziativa di apporre, in quelle che erano le vecchie contrade di Novi, targhe toponomastiche per rinsaldare il legame con la tradizione. Commissario Straordinario dell’Ospedale San Giacomo, per 25 anni fu Presidente della Società “Dante Alighieri”. Il 2 giugno 1971 gli venne conferita, dal Presidente della Repubblica Saragat, l’onorificenza di Cavaliere.

dal Palazzo Comunale, 26 novembre 2019

L’Ufficio Stampa