Ci hanno rotto i polmoni, di Cristina Saracano

Oggi si è manifestato a favore della cosa più importante: il nostro pianeta.

La Terra si sta surriscaldando, le emissioni di CO2 sono troppo alte, noi e nostri polmoni diciamo BASTA!

Per il futuro dei nostri figli, per non lasciar morire le piante e, subito dopo, uccidere noi stessi, facciamoci sentire!

Anche ad Alessandria c’è stata una grande partecipazione, a piedi e in bicicletta, in molti, soprattutto giovani, si sono attivati.

E questo è un ottimo segno.
Le foto raccontano tutto.

 

Assegni di ricerca

Pubblicati due bandi per 16 assegni di ricerca, finanziati dalla Fondazione per 400.000 euro
Vercelli/Torino, 15 marzo 2019 — Fondazione CRT ha stanziato un contributo di 400.000 euro per attivare
16 assegni di ricerca su tematiche sviluppate dai dipartimenti dell’Università del Piemonte Orientale.
Prosegue così la storica collaborazione tra la Fondazione e l’Ateneo per lo sviluppo della ricerca e per la
valorizzazione dei giovani talenti.
Sono due i nuovi bandi pubblicati dall’UPO che scadranno il prossimo 1° aprile (online alla pagina
http://www.uniupo.it/it/ricerca/assegni-di-ricerca/bandi): un bando riguarda 8 assegni che rientrano nella
Macroarea scientifica; il secondo bando è relativo ad altri 8 assegni nella Macroarea umanistico-
economico-giuridico-sociale. «Questa elargizione da parte della Fondazione CRT – ha dichiarato il rettore Gian Carlo Avanzi – fa parte di
un progetto che vorremmo continuasse e si intensificasse nei prossimi anni. I finanziamenti delle fondazioni
che vanno ad alimentare la presenza di giovani ricercatori nel nostro Ateneo hanno valore doppio perché
rappresentano da una parte un volano per l’economia dell’UPO, le ricerche che questi assegnisti
condurranno potranno infatti utilmente inserirsi in progetti più ampi e più complessi in modo da generare
dati ed idee per ulteriori finanziamenti ottenuti su bandi competitivi, ed inoltre rappresentano un utile
percorso finalizzato anche alla selezione di futuri ricercatori»
«Le risorse della Fondazione CRT rinsaldano la collaborazione con l’Università degli Studi Orientale e rappresentano un vero e proprio investimento per il futuro, perché contribuiscono a rafforzare l’attrattività
formativa dell’Ateneo e della regione – sottolinea il Vice Presidente vicario della Fondazione CRT Anna
Chiara Invernizzi –. La ricerca e l’istruzione sono asset fondamentali per sostenere il processo di trasformazione tecnologica, di crescita e di sviluppo sociale e culturale del territorio: è con questa convinzione che Fondazione CRT ha investito finora circa mezzo miliardo di euro per l’innovazione e la formazione del capitale umano in Piemonte e Valle d’Aosta».
Sono numerose le linee di ricerca che rientrano nelle due aree del bando: per l’area scientifica si va dalla Fisica delle interazioni fondamentali alla Chimica dei polimeri, dalla Biologia animale ed ecologia ai Metodi analitici applicati a campioni alimentari, ambientali, di beni culturali, biomedicali e clinici, dallo Studio
dell’invecchiamento alle Patologie neoplastiche. Nell’area umanistico-economico-giuridico-sociale rientrano tematiche come la Regolamentazione finanziaria e crisi bancarie; la Strategia, organizzazione e managerializzazione delle imprese familiari; i Diritti fondamentali della persona, La filosofia e le questioni
della società globale, le Dinamiche evolutive territoriali e sviluppo locale.
Tutti gli assegni di ricerca sono conferiti per la durata di 12 mesi e sono eventualmente rinnovabili per il
proseguimento della stessa ricerca.
Sono ammessi alla selezione coloro che sono in possesso di un dottorato di ricerca o un titolo equivalente conseguito all’estero o, per i settori interessati, una specializzazione di area medica corredata di un’adeguata produzione scientifica. Non possono candidarsi coloro che abbiano un grado di parentela o di affinità, fino al quarto grado compreso, con il Rettore, il Direttore Generale o un componente del Consiglio
di Amministrazione dell’Ateneo.

Acqua, gocce di vita di Cristina Saracano

ACQUA, GOCCE DI VITA
Tutti gli appuntamenti di primavera
E’ intenso e ricco di appuntamenti sul territorio il programma di attività di sensibilizzazione
della popolazione (con una particolare attenzione per il mondo della scuola) che Amag Reti
Idriche, la società del Gruppo Amag che si occupa del ciclo integrato dell’acqua, ha messo a
punto per la primavera 2019.
Le tappe fondamentali
Venerdì 22 marzo 2019, Alessandria
Giornata Mondiale dell’Acqua
LE VERE SFIDE DEL NOSTRO FUTURO: clima, acqua, ambiente, energia
ore 10.00-12.30 Teatro Ambra, Alessandria
In collaborazione con il Comune di Alessandria e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico-
MIUR
Porteranno il loro saluto:
Gianfranco Baldi, Presidente della Provincia di Alessandria e di Egato 6
Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Sindaco di Alessandria
Davide Buzzi Langhi, Vice Sindaco di Alessandria e Assessore alle Partecipate
Paolo Arrobbio, Presidente di AMAG spa
Interventi
Mauro Bressan, Amministratore Unico AMAG Reti Idriche – Il servizio idrico integrato
Luca Mercalli, climatologo e Presidente Società Meteorologica Italiana – Le vere sfide del
nostro futuro: acqua, energia, clima
Esibizione delle scuole di danza Asd Creativ Crew (Acqui Terme) e On Stage Dance&Theatre
(Alessandria).
Sono attesi 270 studenti e insegnati degli Istituti Saluzzo-Plana e Nervi-Fermi di Alessandria
e Levi Montalcini e Parodi di Acqui Terme.
Concorso fotografico ACQUA, GOCCE DI VITA 2019Il concorso verrà lanciato in occasione della conferenza del 22 marzo, Giornata Mondiale
dell’Acqua.
E’ aperto a tutti gli iscritti a Instagram a cui viene richiesto di condividere una o più foto
legate al tema dell’importanza della risorsa acqua. Le foto dovranno essere taggate con
l’hashtag #acquagoccedivita. La scadenza sarà giovedì 30 maggio.
In palio, 3 buoni acquisto dal valore di 150, 100 e 50 euro di materiale elettronico.
Il regolamento sarà disponibile sul sito. Festa di Borgo Rovereto, maggio 2019, Alessandria
BEVI BENE, BEVI SANO, BEVI AMAG
Degustazione di acqua erogata dalle fontanella di AMAG Reti Idriche e aromatizzata (limone,
cetriolo, salvia, agrumi..). Per invitare i cittadini a utilizzare l’acqua dell’acquedotto, buona
pura ed ecologica.
In collaborazione con ENAIP
Martedì 16 aprile e giovedì 9 maggio 2019, Acqui Terme
VISITE DIDATTICHE AGLI IMPIANTI DI AMAG RETI IDRICHE
Visita all’impianto di potabilizzazione di Quartino di Melazzo e dell’impianto di depurazione
di Acqui Terme.
Le visite saranno guidate da personale di AMAG Reti Idriche e studenti dell’Università del
Piemonte Orientale.
Parteciperanno circa 300 alunni delle scuole primarie (IV e V) e scuole secondarie di secondo
grado dell’Istituto Comprensivo di Rivalta Bormida e degli Istituti Comprensivi di Acqui
Terme.

Mercoledì 15 maggio 2019, Acqui Terme
CONFERENZA-FESTA ACQUA, GOCCE DI VITA
Ore 11.30-12.30 Teatro Ariston
Rivolta agli Istituti Comprensivi di Rivalta Bormida e Acqui Terme
Visita alla mostra sul sistema idrico integrato
a cura degli studenti dell’Università del Piemonte Orientale
In collaborazione con il Comune di Acqui Terme e con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico-
MIUR
Porteranno il loro saluto:
Gianfranco Baldi, Presidente della Provincia di Alessandria e di Egato 6
Lorenzo Lucchini, Sindaco di Acqui
Paolo Arrobbio, Presidente di AMAG spa
Conferenza
Mauro Bressan, Amministratore Unico AMAG Reti idriche, Acqua bene comune
Valentina Longo, Responsabile laboratorio analisi AMAG, Il servizio idrico integrato
Marco Pieri, IIS Rita Levi Montalcini, Il mondo in una goccia d’acqua
Festa dell’Acqua
Esibizione delle scuole di danza Asd Creativ Crew (Acqui Terme) e On Stage Dance&Theatre
(Alessandria).
Gli studenti saranno omaggiati di una borraccia con il logo di AMAG Reti Idriche per
incentivare il consumo di acqua del rubinetto (buona, pura ed ecologica). La borraccia può
sostituire la bottiglietta di plastica usa e getta, diminuendo la produzione di rifiuti e di CO2.
Tutte le iniziative sono gratuite e su prenotazione.
“Acqua, gocce di vita – afferma Mauro Bressan, Amministratore Unico di AMAG Reti
Idriche – è ormai alla sua terza edizione ed è diventato un appuntamento atteso e sempre più
ricco di iniziative. Ci consente di far conoscere ai cittadini e in particolare agli studenti il
delicato lavoro di ‘custodi dell’ambiente’ che svolgiamo quotidianamente nel settore idrico.
AMAG Reti Idriche è, infatti, impegnata in un processo di innovazione finalizzato alla
sostenibilità ambientale, alla qualità dell’acqua, all’efficientamento industriale del sistema
idrico integrato utilizzando le più moderne tecnologie e si avvale di collaborazioni
scientifiche qualificate, come quella con l’Università del Piemonte Orientale. Siamo al
servizio della comunità e diamo così concretezza alla filosofia aziendale della Responsabilità
Sociale in Azione”.

AAMAG RETI IDRICHE SpA Capitale sociale euro 100.000,00 i.v.
Registro imprese, codice fiscale e partita IVA 02525300063
Società unipersonale soggetta all’attività di direzione e coordinamento di AMAG SpA
Sede legale e operativa: Via Damiano Chiesa 18, 15121 Alessandria
tel. 0131 283611 – fax 0131 267220 – segreteria@amagretiidriche.it
pec: amagretiidriche@legalmail.ithttp://www.gruppoamag.it
“Sensibilizzare le scolaresche è fondamentale – ribadisce Paolo Arrobbio, Presidente del
Gruppo Amag -, anche perché attraverso i ragazzi la ‘cultura dell’acqua’ entra in tutte le loro
famiglie, e consente di far comprendere a tutti l’importanza di un utilizzo consapevole e
responsabile della risorsa acqua. AMAG Reti Idriche proprio in questi mesi è attore
importante di un processo di ingenti investimenti sul territorio, in forte sinergia con gli altri
soggetti della filiera, a partire da Regione Piemonte, Provincia e Egato6. E’ nostra ferma
intenzione recitare un ruolo di primo piano sia nel processo di ammodernamento delle
infrastrutture, sia nella gestione razionale della risorsa acqua”.
“Da qui al 2034 – dichiara Lorenzo Baldi, Presidente della Provincia di Alessandria, e dell’
dell’Ente di Governo d’Ambito Territoriale Ottimale Egato 6 – sono previsti ben 77 milioni di
euro di investimenti sulle infrastrutture, per fare un vero ‘salto di qualità’. Di questi, 7 milioni
di euro sono già disponibili, e consentiranno nei prossimi 24 mesi interventi fondamentali sul
nostro territorio, per scongiurare il rischio di altre crisi idriche dovute a siccità, come quella
dell’estate 2017. L’Aessandrino è un’area ricca di falde acquifere, che dobbiamo però saper
tutelare, valorizzare, razionalizzare. Un moderno sistema ‘a rete’ ci consentirà di ‘modulare’
sia la distribuzione che il ‘recupero’ dell’acqua, e di interagire con l’esterno, regolando gli
interscambi con altri soggetti operativi in Piemonte”.
“L’acqua è bene prezioso e primario – sottolinea Davide Buzzi Langhi, vice Sindaco e
Assessore alle Partecipate del Comune di Alessandria – e noi crediamo fortemente nella
necessità di iniziative e progetti di sensibilizzazione della popolazione, con particolare
riferimento agli studenti di ogni ordine e grado. Amag Reti Idriche sta compiendo un percorso
di grande valore sul fronte della responsabilità sociale, e dell’educazione ambientale dei più
giovani. Al contempo è importante ribadire gli importanti investimenti che saranno fatti nei
prossimi anni per ammodernare le infrastrutture del nostro acquedotto, riducendo
drasticamente la dispersione dell’acqua, e ottimizzando il suo utilizzo”.

“Sensibilizzare le scolaresche è fondamentale – ribadisce Paolo Arrobbio, Presidente del
Gruppo Amag -, anche perché attraverso i ragazzi la ‘cultura dell’acqua’ entra in tutte le loro
famiglie, e consente di far comprendere a tutti l’importanza di un utilizzo consapevole e
responsabile della risorsa acqua. AMAG Reti Idriche proprio in questi mesi è attore
importante di un processo di ingenti investimenti sul territorio, in forte sinergia con gli altri
soggetti della filiera, a partire da Regione Piemonte, Provincia e Egato6. E’ nostra ferma
intenzione recitare un ruolo di primo piano sia nel processo di ammodernamento delle
infrastrutture, sia nella gestione razionale della risorsa acqua”.
“Da qui al 2034 – dichiara Lorenzo Baldi, Presidente della Provincia di Alessandria, e dell’
dell’Ente di Governo d’Ambito Territoriale Ottimale Egato 6 – sono previsti ben 77 milioni di
euro di investimenti sulle infrastrutture, per fare un vero ‘salto di qualità’. Di questi, 7 milioni
di euro sono già disponibili, e consentiranno nei prossimi 24 mesi interventi fondamentali sul
nostro territorio, per scongiurare il rischio di altre crisi idriche dovute a siccità, come quella
dell’estate 2017. L’Aessandrino è un’area ricca di falde acquifere, che dobbiamo però saper
tutelare, valorizzare, razionalizzare. Un moderno sistema ‘a rete’ ci consentirà di ‘modulare’
sia la distribuzione che il ‘recupero’ dell’acqua, e di interagire con l’esterno, regolando gli
interscambi con altri soggetti operativi in Piemonte”.
“L’acqua è bene prezioso e primario – sottolinea Davide Buzzi Langhi, vice Sindaco e
Assessore alle Partecipate del Comune di Alessandria – e noi crediamo fortemente nella
necessità di iniziative e progetti di sensibilizzazione della popolazione, con particolare
riferimento agli studenti di ogni ordine e grado. Amag Reti Idriche sta compiendo un percorso
di grande valore sul fronte della responsabilità sociale, e dell’educazione ambientale dei più
giovani. Al contempo è importante ribadire gli importanti investimenti che saranno fatti nei
prossimi anni per ammodernare le infrastrutture del nostro acquedotto, riducendo
drasticamente la dispersione dell’acqua, e ottimizzando il suo utilizzo”.
GRUPPO AMAG – RESPONSABILITA’ SOCIALE IN AZIONE
Per informazioni:
Ufficio Comunicazione Gruppo Amag
Tel. 0131283635
E-mail: comunicazione@gruppoamag.com

Aiutiamoli a fare da soli di Cristina Saracano

PER BAMBINI FINO A 3 ANNI
“Aiutiamoli a fare da soli”: laboratori con attività
educative
Gli asili nido comunali Girasole (via Robotti 9, Tel. 014376684) e Aquilone (via Crispi 20, Tel. 0143745160) organizzano al sabato mattina una serie di laboratori
con attività educative finalizzate, quali manipolazione, colori, travasi, lettura
e burattini.
Si svolgeranno dalle ore 10 alle 12 e sono rivolti a tutti i bambini di Novi Ligure
fino a tre anni di età (dai 18 ai 36 mesi).
Le attività saranno condotte dagli insegnanti degli asili e saranno totalmente
gratuite. Tra gli obiettivi, quello di stimolare la creatività, la fantasia, la capacità di
osservare, la scoperta. Inoltre, i bambini potenzieranno maggiormente le abilità
senso-motorie.
Negli asili nido comunali queste attività sono inserite all’interno della programmazione annuale e vengono svolte quotidianamente dai bimbi, fruitori del
servizio.
Per quanto concerne il calendario dei laboratori, all’Asilo nido Girasole saranno il 6 aprile e il 4 e 18 maggio 2019; all’Asilo nido Aquilone invece si terranno il 13 aprile e l’11 e 25 maggio 2019. dal Palazzo Comunale, 14 marzo 2019

Storia della moda e del costume, di Cristina Saracano

Alessandria: Storia della Moda e del Costume nella Donna dell’800
Da Maria Cristina di Savoia a fine secolo
Domenica 17 marzo, alle ore 17, in Biblioteca Civica ‘F.Calvo’, nell’ambito delle iniziative del “Marzo Donna 2019” si svolgerà l’evento ‘Storia della Moda e del Costume della Donna dell’800 – Da Maria Cristina di Savoia a fine secolo’, realizzato dall’azienda CulturAle ASM Costruire Insieme in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Alessandria e il Convegno di Cultura ‘Beata Maria
Cristina di Savoia’.
Il pomeriggio si propone di raccontare e rappresentare la figura femminile dell’800 con una riflessione sulla storia della Moda e del Costume in particolare per l’epoca Vittoriana.
Ad illustrare i contenuti di questo incontro, dopo il saluto delle autorità presenti, alcuni interventi:  Rosa Mazzarello Fenu illustrerà la figura di Maria Cristina di Savoia divenuta regina grazie all’unione con Federico II delle Due Sicilie e il suo ruolo di benefattrice nella società dell’epoca;  Cristina Antoni, presidente di CulturAle Costruire Insieme e rappresentante in quest’occasione
anche del Convegno di Cultura Maria Cristina di Savoia di Alessandria interverrà sulla immagine della donna e dei suoi diversi mutamenti nell’epoca ottocentesca;  Samantha Panza, in conclusione, illustrerà l’evoluzione della moda dell’epoca.
A seguire avrà luogo una sfilata di abiti ottocenteschi. Una ventina tra modelle e modelli dell’atelier Principessa Valentina di Asti mostreranno gli splendidi abiti rappresentativi di quello che è stato sicuramente uno dei secoli più intensi per i grandi mutamenti storici, sociali e di costume.
L’ingresso all’evento sarà ad offerta libera e il ricavato sarà devoluto alla Mensa dei Frati Cappuccini.
Si ringrazia il Gruppo Amag di Alessandria che ha sostenuto l’iniziativa.
‘Con questo evento si vuole omaggiare la figura femminile, elevando ad icona e simbolo di nobiltà d’animo e spiritualità la Beata Maria Cristina di Savoia, benefattrice, imprenditrice, mecenate, pioniera
della femminilità intesa come figura di riferimento di alti valori culturali e non ultimo Regina delle due
Siciile – ha commentato Cristina Antoni, presidente di CulturAle Costruire Insieme -. Si parte,
infatti, dalla Beata Maria Cristina per illustrare la condizione della Donna nell’800 post-napoleonico
guardandola dal punto di vista del Costume e della Moda dell’epoca che ben inquadrava in modo simbolico il suo ruolo nella società”.
“Un’altra giornata di riflessione e approfondimento sulla donna che arricchisce il programma che il mio assessorato alle Pari Opportunità ha messo in campo per questa edizione 2019 del Marzo Donna – ha commentato l’assessore alle Pari Opportunità, Cinzia Lumiera -. Avremo modo di riflettere su temi di costume e società approfondendo una figura storica molto interessante quella di Maria Cristina di
Savoia che come moglie e madre fu un modello luminoso di virtù”.modello luminoso di ogni virtù. Vera madre dei poveri, seppe farsi carico delle sofferenze del suo popolo, per la cui promozione ideò ardite opere sociali. Morì ancora giovane, dopo aver dato alla luce il primogenito Francesco

Alessandria Sailing Team, di Cristina Saracano

Alessandria Sailing Team in regata ad Alassio
Da venerdì a domenica prossimi l’Alessandria Sailing Team sarà ad Alassio per le regate della Settimana Internazionale di vela d’Altura, tradizionale appuntamento che apre la stagione di vela nel Mediterraneo.
Spirit of Nerina-Rolandi Auto si presenta con lo stesso equipaggio che con (quasi) tutta certezza andrà al Mondiale di Svezia nel mese di luglio: Gabriele Spotorno e Gerardo Aliberti (prua), Michele Venturino (drizze), Paolo Sena e Riccardo Quaranta (taylors), Paolo Ricaldone (randa), Gianluca Viganò (timone), Michele Spotorno (tattica).
Il campo di regata di Alassio è sempre molto bello e il meteo è previsto con vento tra 7 e 12 nodi e mare mosso o poco mosso: condizioni ideali per splendide regate e anche per poter seguire da terra o in mare lo spettacolo delle circa 40 vele iscritte.
Questa edizione alassina vedrà la partecipazione a terra dell’azienda vitivinicola Sassaia di Capriata d’Orba, che offrirà una degustazione delle produzioni aziendali ai regatanti. Buon vento!
http://www.alessandriasailingteam.it

Lavori al Cimitero Urbano di Tortona

Sono in corso i lavori di ristrutturazione del Cimitero urbano che prevedono il
risanamento di diversi tratti di copertura, a partire dal lato nord.
Il progetto approvato dalla Giunta comunale, per l’importo complessivo di 204.000,00 euro è finanziato tramite la vendita di cappelle e dismissioni.
Gli interventi previsti consistono nella demolizione di circa 100 mq di tetto sui loculi perenni a ridosso dell’area uffici ed il rifacimento della copertura in legno e coppi.
Si provvederà quindi alla posa di circa 230mq di guaina di copertura sulle edicole
con corridoio vetrato poste all’ingresso del cimitero, alla posa di lattoneria, al ripassamento completo, con posa di ganci fermacoppi, della copertura dei loculi posti lungo il perimetro nel lato nord, per un totale di circa 500 mq.
Il progetto prevede inoltre il completamento di ringhiere e paraventi al primo piano e
al piano terra del blocco di colombari posti nella zona centrale, nonchè alla sistemazione del campo d’inumazione, dove è prevista la posa di manufatti interrati
per le tumulazioni, le finiture del tappeto erboso, e l’installazione dell’impianto di irrigazione necessario al suo mantenimento.
Si sta inoltre già provvedendo in questi giorni al rifacimento degli intonaci più ammalorati, in particolare nella zona del famedio e dell’ingresso monumentale.
Una quota delle somme a disposizione è riservata alla cura del decoro dei cimiteri
frazionali, già oggetto dell’attenzione dell’Amministrazione, che in questi anni ha provveduto alla realizzazione di interventi di manutenzione e di ampliamento in alcuni casi con la realizzazione di nuovi loculi.
“I nostri cimiteri necessitano di interventi di sistemazione importanti – dichiara
l’Assessore ai Lavori Pubblici Davide Fara – cercheremo con questi lavori di migliorare la qualità delle strutture urbane e frazionali per dare il giusto decoro che
meritano”.

Un valzer tra gli scaffali. Recensione di Cristina Saracano

Christian ha solo ventisette anni e un passato alla spalle da dimenticare.

Grazie a un lavoro al supermercato come mulettista,non privo di difficoltà, riesce a scordare alcool e altri brutti vizi, entrando in un nuovo mondo.

Sempre tra gli scaffali del market, incontra anche la dolcezza di Marion, che gli fa provare brividi d’amore anche in un luogo non proprio romantico.

La dimostrazione di come, anche in una grigia città di provincia tedesca, si possano assaporare emozioni forte come l’amicizia e la passione.

Nonostante l’ambiente piatto, scialbo e molto crudo, una crisi economica che tutti cercano di affrontare, per non affogare, nonostante l’essere trattati, talvolta, come automi, o semplici anelli di una catena di montaggio che non si deve spezzare, si nota per tutta la proiezione una vena poetica che sempre dovrebbe accompagnare le nostre vite per non lasciarci con l’amaro in bocca.

Un bel film.

I mercoledì del conservatorio di Cristina Saracano

Continuano gi appuntamenti musicali del mercoledì alle 17, al conservatorio Vivaldi di Alessandria, ecco quelli per il 13 marzo:

Stagione 2018 / 2019 – XXVII Edizione
Intro Allievi:
Kanishka, pianoforte
(Docente: Silvia Leggio)
Franz Liszt (1811–1886)
Un Sospiro (dagli Studi da Concerto)
Fryderyk Chopin (1810–1849)
Ballata n. 3 in La bemolle maggiore op. 47
***********************
ANDREA CARCANO
pianoforte
Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Sonata in Fa Maggiore K. 533/494
Allegro – Andante – Rondò, Andante
Wolfgang Rihm (1952)
Klavierstuck n. 6 “Bagatellen”
Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)
Sonata in Re Maggiore K. 576
Allegro – Adagio – Allegretto
Mercoledì 13 marzo 2019, ore 17
Auditorium Pittaluga – Via Parma 1, Alessandria

Le più recenti uscite di Andrea Carcano, nato a Milano, proveniente dalla scuola di Bruno Canino,
consistono in diversi concerti presso sedi prestigiose in Italia (Scala, Arcimboldi, Auditorium Arvedi, Parco
della musica di musica su invito di Michele Campanella alle maratone Liszt, Ponchielli di Cremona etc.) e
all’estero (Severance hall di Cleveland, all’interno di uno dei tour effettuati negli USA e che hanno toccato
New York, Cincinnati, Baltimora, Houston, ed anche Art Theater di Dubai, oltre che vari festival in Svizzera
e ad una collaborazione coi Cameristi della Scala per un concerto in Tunisia nell’anfiteatro di El Jem).
Ha registrato per Bottega Discantica e Acam Recording musiche di Bach, Beethoven, Liszt, Godowsky, Mendelssohn, Harsany, Francaix. Il suo ultimo CD solistico è dedicato a trascrizioni da musiche di Bach di Busoni, Friedman e Szanto.
Recenti partecipazioni a concerti cameristici in duo con la violinista Yulia Berinskaya, la violista Kate Hamilton e i violoncellisti Alexander Zioumbrovsky e Suzanne Ramon che fanno seguito, talvolta ripresi
nelle più recenti edizioni del festival Longlake di Lugano, ai vari concerti tenuti con il flautista Davide Formisano, il clarinettista Paolo Beltramini, i violoncellisti Christine Walevska, Edgar Moreau, Franco Maggio Ormezovsky, Andrea Carcano è stato molto impegnato come solista per l’esecuzione dei concerti di Schostakovic (con l’ OFVG), Cage (Orchestra Laboratorio di Alessandria), Mozart, Beethoven, Czerny
(Acam, con la quale condivide anche l’esperienza cameristica con l’Accademia Piano Ensemble), Francaix
(con l’OFV).
Docente di ruolo dal 1995 di pianoforte principale, Andrea Carcano è titolare di cattedra presso il Conservatorio di Alessandria.
L’entrata ai concerti è libera. Ogni contributo sarà gradito
e permetterà di sostenere progetti, master e attribuire di borse di studio
agli allievi meritevoli.

Essere o sembrare?, di Cristina Saracano

 

DSC_0909 (2).JPG

ESSERE O SEMBRARE?

Mi sono addormentata sotto un grande albero, il mio respiro  tranquillo e regolare, assaporando pian piano la quiete che  regala la natura lontana dalla velocità degli uomini.

Ho sognato le mie radici: tutti veniamo dalla terra, rimaniamo per lungo tempo in acqua e poi riaffioriamo in superficie, facciamo il nostro ingresso dalla porta principale, o da una secondaria, non so, ma in fondo, non ha importanza.

Ma questa vita, fatta di rumori, di fumo, di odori, di carte false e di passaggi brevi, ci costringe a sembrare, molto di più, invece di essere e basta.

Ho sognato che ero un pesce piccolo piccolo, però nuotavo veloce in un mare immenso e sfuggivo ai pesci grandi: li battevo per destrezza e velocità, riuscivo a non far comprendere la direzione che volevo prendere.

Era un continuo prendersi a gomitate, offendersi, sorridere, perdonare, tradire, parlarsi, cercarsi, litigare e poi non parlarsi più, dimenticarsi e svuotarsi.

Il pesce grosso era sempre in agguato: nero, voluminoso, sembrava si volesse prendere tutto il mare per lui.

Mi sono risvegliata e la testa mi sembrava un pallone: tutt’intorno il prato pennellato di verde, margherite qua e là, alberi in ordine sparso.

Mi sono alzata con le gambe doloranti come quando si è stati troppo a lungo in una posizione scomoda, stropicciandomi gli occhi e respirando a pieni polmoni mi sono incamminata verso la vita.