Chi è Mariateresa Bocca?, conosciamola meglio…

Mariateresa Bocca copia

Biografia dell’autrice:

Il mio nome per esteso è Mariateresa Corsico Piccolino Bocca,  sono nata  il 23 Febbraio 1962 a Vigevano, dove attualmente vivo. Dopo il Liceo Classico mi sono laureata in Lettere moderne col massimo dei voti presso la Cattolica di Milano. Ho insegnato Italiano e Latino nelle scuole medie e nei Licei della mia città, nel 1999 dopo essermi ammalata di tumore e vinto la mia battaglia, ho lavorato come formatrice del personale sanitario nell’ambito della comunicazione al malato oncologico fino al 2013. Da allora ho incominciato a scrivere, nascono il racconto autobiografico “La musica della luna”, le sillogi poetiche “Sinestesie” e “Prosimetrum”. Sono divulgatrice culturale per Feltrinelli  a Vigevano, dove  tengo conferenze e incontri di divulgazione letteraria,collaboro con il  Comune durante le rassegne letterarieinsegno all’Università del tempo libero e mi occupo di lettura creativa ed emozionale.

 

Chi è la poetessa Laura Barone?, conosciamola meglio

Laura Barone 1a
Laura Barone è nata a Sesto san Giovanni (MI) nel 1959. Si è laureata in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università degli Studi di Lecce. Vive e lavora a Milano, dove si occupa, per il Comune, di Orientamento Scolastico e di insegnamento della Lingua Inglese. Ha iniziato a scrivere versi molto presto, i primi componimenti risalgono al periodo della sua adolescenza. Il suo percorso poetico è stato, per la maggior parte del tempo, un percorso in solitaria tra i versi, alla ricerca dell’essenza di quel sentire comune e universale  che è in ciascuno di noi e che il poeta ha il compito di  portare alla luce dandogli nuova forma e significato.Il desiderio di  confrontarsi, di condividere la propria esperienza di vita e la propria ricerca interiore, l’ha convinta, in questi ultimi anni, a  rendere pubblici i suoi componimenti. Le sue poesie sono comparse in varie antologie, quali: “ Il Federiciano”, “ Verrà il giorno e avrà un tuo verso” di Aletti Editore e “Orgoglio Donna” delle Edizioni Santoro. Altri componimenti sono comparsi sulle riviste: “Malvagia” fondata da Pino Polistena e Carlo Cassola e “ ALevante” rivista Salentina di arte, cultura e territorio.I suoi componimenti hanno ricevuto vari riconoscimenti, in particolare, nel Maggio del 2016, ha vinto la XIX edizione del premio “Fazio Degli Uberti” di Pisa.

Continua a leggere “Chi è la poetessa Laura Barone?, conosciamola meglio”

Carlo Arrigoni un artista a tutto campo, biografia

Carlo Arrigoni 1aa

Carlo Arrigoni è della Brianza. Diplomato presso il laboratorio teatrale “Gianfranco Mauri” di Erba provincia di Como i cui insegnanti sono attori professionisti del Piccolo di Milano, Carlo Arrigoni ha alle spalle diversi spettacoli teatrali (Dante, Goldoni, Boccaccio, Shekespaere,etc) e nell’ultimo anno ha ideato lo spettacolo di letture sceniche sulla Prima Guerra Mondiale dal “Il Grande Capitano“ che ha rappresentato in alcune provincie lombarde.

Come poeta ha all’attivo tre pubblicazioni di l’ultimo libro dal titolo Incandescente, edito dalla Di Felice Edizioni, è stato presentato al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Chi è e cosa ha fatto Carlo Arrigoni ?

Carlo Arrigoni (Besana in Brianza, 5 maggio 1975) – poeta ed attore diplomato presso il laboratorio teatrale “Gianfranco Mauri” di Erba – Co (biennio accademico 2006-2008)

Anno 2011/2012 corso di dizione presso Compagnia del Lago – Lc con l’attrice/docente Elisabetta Molteni

Anno 2015 corso di Public Speaking/Lettura Espressiva con l’attore/docente Roberto Bregaglio  Continua a leggere “Carlo Arrigoni un artista a tutto campo, biografia”

Aborto e migranti, Papa Francesco: proteggere i “non nati” e i poveri

cq5dam.web.738.462

Durante l’udienza alla Pontificia Accademia per la Vita della Fondazione Gravissimum Educationis, il Pontefice ha toccato i temi dell’aborto, dell’immigrazione e della globalizzazione, mettendo in guardia sulla “cultura dello scarto”

“Quando consegniamo i bambini alla privazione, i poveri alla fame, i perseguitati alla guerra, i vecchi all’abbandono, non facciamo noi stessi il lavoro sporco della morte?”, queste le parole di Papa Francesco nell’udienza alla Pontificia Accademia per la Vita della Fondazione Gravissimum Educationis. “Escludendo l’altro dal nostro orizzonte, la vita si ripiega su di sé e diventa bene di consumo“, ha detto il Papa che nel corso dell’incontro ha toccato i temi dell’aborto, dell’immigrazione e della globalizzazione.

La cultura dello scarto

Papa Francesco ha definito una “cultura dello scarto”, che si esprime nell’aborto e nell’eutanasia e nell’ingiustizia sociale: “La difesa dell’innocente che non è nato deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo. Ma ugualmente sacra – ha continuato Papa Francesco – è la vita dei poveri che sono già nati, che si dibattono nella miseria, nell’abbandono, nell’esclusione, nella tratta di persone, nell’eutanasia nascosta dei malati e degli anziani privati di cura, nelle nuove forme di schiavitù, e in ogni forma di scarto”, ha detto Bergoglio facendo implicito riferimento alla crisi dei migranti del Mediterraneo e alle politiche attuate in merito dagli Stati. Continua a leggere “Aborto e migranti, Papa Francesco: proteggere i “non nati” e i poveri”

Sagra degli gnocchi

gnocchi-770x420

A Borgoratto la pro loco organizza la “Sagra degli gnocchi”, giunta alla 18° edizione. Nella tre giorni si potranno assaggiare gnocchi fatti a mano conditi con pesto (con basilico di Pra), Castelmagno, tartufo, salsiccia e funghi, ragù, pomodoro. Tutte le sere musica, ballo e servizio bar. Venerdì 29 Latino Americano con Jessica Lopez, Sabato e Domenica discoteca con Gildo Farinelli.

https://radiogold.it/evento/feste-sagre/18sagra-degli-gnocchi-141484/

Medicina, dieci borse di studio in più dalla Regione

1529923351891.jpg--medicina__dieci_borse_di_studio_in_piu_dalla_regione

UNIVERSITÀ

Medicina, dieci borse di studio in più dalla Regione

La Regione Piemonte aumenta anche quest’anno i posti a disposizione per gli specializzandi in Medicina delle università piemontesi: ci saranno perciò dieci borse di studio supplementari, che vanno ad aggiungersi alle dieci già previste per lo scorso anno accademico. “Anche in questa occasione ci siamo concentrati sulle situazioni che presentavano le maggiori criticità, facendoci carico di un problema che non sarebbe competenza della Regione – precisa l’assessore Saitta – Resta il tema dei fabbisogni che, sia in Piemonte che a livello nazionale, sono decisamente più elevati: la Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al numero complessivo delle borse, che sono 6.200 a fronte di una richiesta delle Regioni di 8.569, quindi 2.369 in meno, ma solo a fronte dell’impegno del governo ad aumentare le risorse dal prossimo anno e a dare precedenza nel riparto immediato alle situazioni con maggiore carenza”. “Ho affrontato il problema nei giorni scorsi in occasione dell’incontro avuto con il ministro Grillo in qualità di coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni – aggiunge Saitta – Il ministro si è dichiarato disponibile ad occuparsi della questione e la incontrerò nei prossimi giorni per definire le modalità operative da mettere in campo. Continua a leggere “Medicina, dieci borse di studio in più dalla Regione”

Incontro a Tripoli con il ministro dell’Interno libico Abdulsalam Ashour

310x0_1529915532363.36273425_10155869293238155_1181620171136040960_n

Migranti, Salvini: “Hotspot non in Italia ma a confini sud Libia”

 Il vicepremier libico, Maiteeq: “Rifiutiamo categoricamente” la proposta circolata in ambito europeo di realizzare “campi per migranti in Libia: non  è consentito dalla legge libica”

La Libia “rappresenta un’opportunità di sviluppo. Saremo vicini alle autorità libiche anche con i necessari supporti tecnici ed economici per garantire insieme la sicurezza nel Mediterraneo e rafforzare la cooperazione investigativa e più in generale la collaborazione in tema di sicurezza”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, durante l’incontro a Tripoli con il ministro dell’Interno libico Abdulsalam Ashour, cui ha preso parte anche l’ambasciatore italiano Giuseppe Perrone. “Aspetto al più presto il ministro Ashour a Roma”, ha aggiunto Salvini. “La Libia – ha sottolineato Salvini – è un paese amico dell’Italia e il mio impegno sarà massimo per definire una più stretta collaborazione per contrastare l’immigrazione illegale, ma anche  per realizzare iniziative comuni in materia  economica e culturale” Continua a leggere “Incontro a Tripoli con il ministro dell’Interno libico Abdulsalam Ashour”

Cattelan debutterà in Champions League con la Fiorita di San Marino: “E’ un sogno che si avvera”

cb6f1b9e-7876-11e8-9067-b11bcf5b38f0_DNMA1YDY6804-kTGG-U11101524566443tfD-1024x576@LaStampa.it

Il conduttore televisivo che ha contribuito alla vittoria in campionato del suo Derthona nel girone H di prima categoria, inserito nella rosa della squadra che domani 26 giugno a Gibilterra affronta il Lincoln Red nella seconda semifinale del turno preliminare

Dal vittorioso girone H di Prima categoria con la maglia bianconera del Derthona alla Champions League, con tanto di inno suonato prima del calcio d’inizio: protagonista Alessandro Cattelan, conduttore televisione per professione e giocatore dilettante per passione. Ieri Cattelan è volato con i neo-compagni del La Fiorita a Gibilterra dove il club campione di San Marino domani sera 26 giugno alle 21 affronterà i padroni di casa del Lincoln Red Imps nella seconda semifinale del turno preliminare alla Champions 2017-2018. Se i gialloblù ce la faranno a superare questo ostacolo venerdì torneranno in campo contro la vincente dell’altro match che alle 19 opporrà il Santa Coloma di Andorra ai kosovari del Drita. Quadrangolare che assegna un posto nel tabellone del primo turno della massima competizione europea per club. Ma anche se andrà male sarà un successo perché le tre perdenti accederanno al tabellone dell’Europa League.  Continua a leggere “Cattelan debutterà in Champions League con la Fiorita di San Marino: “E’ un sogno che si avvera””

Io dico ai giovani… una citazione di Rita Levi Montalcini

Io dico ai giovani… una citazione di Rita Levi Montalcini

download

link citazione: https://www.google.it/search?q=citazioni+famose&rlz=1C1VFKB_enIT641IT641&tbm=isch&tbo=u&source=univ&sa=X&ved=0ahUKEwjey9zIiO_bAhWLMewKHSS2AkQQsAQIOA&biw=1366&bih=658#imgrc=zbudAKKxKf7a9M:

 

 

Addio a Oscar Piantoni, in panchina nell’era Boiardi

1529511220952.jpg--oscar_piantoni

CALCIO – GRIGI

Aveva 69 anni. Si è spento nel pomeriggio all’ospedale di Bergamo

Lutto nel mondo del calcio: si è spento nel primo pomeriggio all’ospedale di Bergamo, Oscar Piantoni, sulla panchina dell’Alessandria nella stagione 2001 – 2002, la prima della gestione Boiardi. Piantoni, 69 anni compiuti il 1° gennaio, da alcuni mesi combateva con una grave malattia ai polmoni. Ieri sera si è improvvisamente aggravato e, nonostante il ricovero d’urgenza, non ha superato la crisi. Lascia la moglie e due figli. Piantoni era arrivato in Grigio nell’estate 2001, la firma al calciomercato a San Giuliano Milanese, squadra protagonista per buona parte della stagione, anche con 8 punti di vantaggio  sul Prato, ma poi raggiunta e sorpassata dopo una serie di risultati negativi. Piantoni esonerato dopo il pesante ko con il Pavia, sostituito da Sergio Caligaris, fatale all’Alessandria il ritorno dei playoff con la Sangiovannese, una delle pagine più brutte. In provincia era tornato ad allenare nel 2006 – 2007, alla Valenzana. Fra le ultime panchine l’Alzanocene. Rimasto nel mondo del calcio come osservatore fino alla passata stagione, prima dell’aggravarsi della malattia. L’utimo saluto sarà nella sua Gandino.

http://www.ilpiccolo.net/sport/2018/06/20/news/addio-a-oscar-piantoni-in-panchina-nell-era-boiardi-6007/

Spinetta, falde inquinate: fu disastro innominato colposo

1529514889064.jpg--spinetta__falde_inquinate__fu_disastro_innominato_colposo

TORINO

20/06/2018

di Monica Gasparini

La sentenza d’Appello: tre condanne (con pene ridotte rispetto al primo grado), quattro assoluzioni e una prescrizione

Il reato contestato dalla Procura di avvelenamento doloso delle falde nel polo chimico di Spinetta (Ausimont-Solvay) non ha retto. La Corte d’Assise d’Appello, esattamente come si era pronunciata la Corte d’Assise di Alessandria, ha riqualificato il reato in disastro innominato colposo. I giudici hanno assolto Carlo Cogliati, Bernardo Delaguiche e Pierre Jacques Joris; si sono espressi per la condanna nei confronti di Giorgio Carimati, Giorgio Canti e Luigi Guarracino: le pene sono state ridotte da due anni e mezzo a 1 anni e 8 mesi ciascuno, con i doppi benefici di legge, ovvero la condizionale e la non menzione. Assoluzione per Giulio Tommasi, , non doversi procedere per sopraggiunta prescrizione per Salvatore Francesco Boncoraglio. Sono stati poi confermati quasi tutti i risarcimenti alle parti civili, tranne quello nei confronti del Comune di Alessandria. La sentenza di secondo grado è stata pronunciata alle 16.45.

http://www.ilpiccolo.net/home/2018/06/20/news/spinetta-falde-inquinate-fu-disastro-innominato-colposo-6008/

Seconde Squadre a rischio rinvio: sei club di A chiedono lo slittamento

d95d3f22b8b088b6bd96b851b767fb95_169_l

Juve, Inter, Roma, Napoli, Atalanta e Torino preferiscono iniziare nel 2019. La Figc le ascolterà, ma non cambia idea

Sei club di Serie A — Juventus, Inter, Napoli, Roma, Atalanta e Torino — stanno partorendo l’idea di chiedere alla Federcalcio il rinvio dell’introduzione delle squadre B alla prossima stagione. È questo il sunto di una serie di incontri e telefonate che i club di A hanno intrattenuto da diverse settimane, precisamente da quando sono stati resi noti i parametri per l’iscrizione delle seconde squadre al prossimo campionato di Lega Pro. Si era pensato anche di inviare una lettera alla Figc o di pubblicare un comunicato congiunto. Per il momento invece si preferirà far pervenire a Roma il pensiero comune a sei società (tra le più attente ai settori giovanili in Italia) in maniera tale da portare all’attenzione dei vertici federali il malessere. Continua a leggere “Seconde Squadre a rischio rinvio: sei club di A chiedono lo slittamento”

ARS PALERMO. FAVA A MUSUMECI: “BASTA ANNUNCI SU FACEBOOK, VENGA IN AULA O SI DIMETTA”

fava-claudio-01

“Dopo due mesi di melina tutta interna alla maggioranza, che ha paralizzato l’Ars senza permetterle di votare una sola legge, il governo Musumeci ha il dovere di presentarsi in Aula per dire se questa maggioranza c’è ancora e se esiste ancora un programma di governo sul quale confrontarsi con gli strumenti della democrazia: discussione e voto”. Lo afferma Claudio Fava, deputato regionale del movimento “Cento passi”, che ironizza “se questo tipo di confronto non è possibile, meglio trasformare la Regione in un Principato ed abolire il Parlamento regionale. Almeno i siciliani sapranno a chi presentare il conto”.

Palermo, 20/06/2018 – “Mi sarei aspettato la presenza del presidente Musumeci oggi in Aula, perché questa è la sede della discussione e non una pagina Facebook se non vogliamo limitare questo parlamento ad una funzione ornamentale”. Lo ha dichiarato oggi Claudio Fava, deputato del movimento Centopassi e Presidente della Commissione regionale antimafia.“Da mesi – ricorda Fava – non si vota più una legge, da settimane l’Aula è bloccata su un ddl collegato alla finanziaria che non riesce neppure ad essere discusso. E questo non per colpa della partitocrazia o di altri nemici immaginari ma per una evidente collasso della maggioranza. Mentre il presidente sceglie di comunicare con l’aula attraverso la sua pagina Facebook, nessuna notizia abbiamo sul piano rifiuti, nessun intervento o proposta di riforma sostanziale, nessun intervento sul diritto alla studio. Continua a leggere “ARS PALERMO. FAVA A MUSUMECI: “BASTA ANNUNCI SU FACEBOOK, VENGA IN AULA O SI DIMETTA””

Kurz dal vertice Austria-Baviera: “Pronti a soluzioni regionali anti-migranti”

4ab62c2e-7496-11e8-852b-9a135e4d8431_2018-06-20T102546Z_582394535_UP1EE6K0SYXHD_RTRMADP_3_EUROPE-MIGRANTS-AUSTRIA-kvyE-U111014569532438q-1024x576@LaStampa.it

A Linz il summit congiunto tra i due governi. Il cancelliere austriaco critica Merkel: «I controlli alle frontiere oggi sono colpa di chi ha accolto troppo in passato»

Era programmato da tempo, ma non poteva capitare in un momento migliore. Il vertice congiunto dei governi della Baviera e dell’Austria sotto il sole alto di Linz, nella prima città dell’Alta Austria, aveva tutta l’aria di uno di quei summit che danno del filo da torcere alla cancelliera tedesca Angela Merkel. E così è stato. Il governatore bavarese Markus Söder ha incontrato il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, per rinsaldare l’alleanza operativa sulle politiche migratorie e per affrontare il problema dei respingimenti alle frontiere. La riunione era alla presenza dei rispettivi governi. Insolita, visto che un Land tedesco, la Baviera – governato dalla Csu, alleata di governo, ma anche attualmente nemica interna di Merkel – sta trattando tutta da sola soluzioni per la sicurezza dei confini con lo stato confinante,. L’obiettivo è bloccare quel ping pong di migranti che la Germania vuole rispedire in Austria e l’Austria in Italia. Alle spalle di Söder e della Csu bavarese c’è, naturalmente il suo leader, Horst Seehofer, oggi ministro dell’Interno di Merkel, e al tempo stesso suo antagonista: le ha concesso fino a fine mese di tempo per trovare una soluzione anti-migranti irregolari, «altrimenti i respingimenti li faremo da soli con la polizia», ha tuonato Seehofer.  Continua a leggere “Kurz dal vertice Austria-Baviera: “Pronti a soluzioni regionali anti-migranti””

Zingaretti: obbligo di contrattazione per il salario dei rider

310x0_1529507401900.rainews_20180620170850121

Legge regionale

 Zingaretti: obbligo di contrattazione per il salario dei rider

 Il presidente della Regione Lazio presenta la proposta di legge regionale sui rider e si augura che il governo non la impugni

“Dopo una fase di ascolto delle piattaforme e delle rappresentanze dei lavoratori e dei sindacati, abbiamo raggiunto un buon accordo su un buon testo di legge che va incontro a questa nuova forma di economia e alla tutela di coloro che ci lavorano”. Così il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel corso della presentazione della proposta di legge a tutela dei rider e Gig economy. “Tra i punti più importanti ci sono la scelta di non individuare nel lavoro subordinato la forma per inquadrare questa tipologia di lavoro – ha spiegato Zingaretti – e si introduce l’obbligo della contrattazione per il salario, quindi con l’individuazione della paga oraria da stabilire in regime contrattuale e la Regione stanzierà 2 milioni di euro per stipulare convenzioni con Inps e Inail per tutto ciò che riguarda la parte assicurativa del lavoro e degli infortuni e poi apriremo una piattaforma digitale della Gig economy e della consulta del lavoro della Gig economy”. “Un mondo molto frastagliato e nuovo – ha concluso Zingaretti – anche in fase di innovazione e la piattaforma digitale sembrava il modo più giusto per avere una fotografia senza chiudere o reprimere nulla ma per seguire l’evoluzione di questa parte economica”.  Continua a leggere “Zingaretti: obbligo di contrattazione per il salario dei rider”