Voto per i cittadini moldavi residenti in Italia: elezioni in Moldova del 24 febbraio; di Lia Tommi

Elezioni in Moldova e referendum consultivo repubblicano – domenica 24 febbraio.

L’Ambasciata della Moldova, tramite il Ministero degli Affari Esteri, ha reso noto che domenica 24 febbraio si terranno in Moldova le elezioni parlamentari e un referendum consultivo repubblicano.
L’ordinamento moldavo prevede il voto dei cittadini moldavi residenti all’estero.
Si comunica che per tutti i cittadini moldavi residenti in Piemonte, saranno allestite a Torino due sedi per votare: una in via Verolengo, 212 e una in via Guido Reni, 102.

“Fabrizio De Andrè e i pellegrini della cattiva strada” ad Acqui Terme; di Lia Tommi

Venerdì 22 febbraio alle ore 21 grande evento nella Biblioteca Civica di Acqui Terme: presentazione del libro di Sara Boero ” Fabrizio De Andrè e i pellegrini della cattiva strada “; interventi musicali di Dalila Muscarella e Michele Micalizzi.

La magia della natura e l’ incanto della musica; di Lia Tommi

MUSICALIA 2019

Domenica 24 febbraio, ore 17

Museo Etnografico “C’era una volta”
Piazza della Gambarina 1, 15121 Alessandria

LA MAGIA DELLA NATURA E L’INCANTO DELLA MUSICA:
la Sinfonia “Pastorale” di Beethoven per pianoforte a quattro mani, interpretata da Fiorenza Bucciarelli e Lucio Cuomo.

“Storia del Costume e della Moda”di Todarello in Biblioteca, di Lia Tommi

Alessandria: PROGETTO “LETTURE IN BIBLIOTECA”

Alessandria: Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 hanno visto nei primi due mesi la presentazione di libri di quattro Autori, ciascuno con argomenti di genere diverso.

Giovedì 28 febbraio 2019 alle ore 17,00 quarto appuntamento della prima edizione del Progetto “Letture in Biblioteca “ con lo scrittore e regista Nazzareno Luigi TODARELLO ed il suo libro dal titolo “Storia del Costume e della Moda : la moda in Occidente dagli Egizi al 2018 ” presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1.

Fabrizio PRIANO commenta “Nazzareno Luigi TODARELLO, drammaturgo, regista e fotografo di scena ha diretto numerosi spettacoli e pubblicato vari libri tra I quali quello che presentiamo che vuole ripercorrere la storia del Costume e della Moda in Occidente dagli Egizi ad oggi”
Di seguito breve biografia dello Scrittore, abstract e copertina del libro presentato.

Nazzareno Luigi TODARELLO

Laureato all’università di Torino con una tesi sul periodo neoclassico di Igor Stravinski, Nazzareno Luigi Todarello si occupa di musica, studiando composizione con Gilberto Bosco, e di teatro, ambito nel quale conduce diverse esperienze, anche con il “Living Theatre” di Julian Beck e con il “Laboratorio di Wroclav” di Jerzy Grotowski.
Dopo le prime prove come aiuto regista con Ennio Dollfus, inizia l’attività teatrale professionale nel 1982 al Laboratorio Lirico Sperimentale di Alessandria con Filippo Crivelli (“Giovanna d’Arco” di Verdi) e al Teatro Stabile di Torino con Mario Missiroli (“La mandragola” di Machiavelli). Nello stesso anno realizza uno spettacolo sui simbolisti francesi “Enferou ciel… qu’importe” per il Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano fondato e diretto da Hans WernerHenze.
È regista e drammaturgo per 10 anni al Teatro Comunale di Alessandria, per il quale compone i testi di sei commedie musicali per bambini. Ne cura anche la messa in scena come regista. Uno di questi spettacoli, “Cappuccetto Rosso e il Lupo”, totalizza più di diecimila spettatori paganti in cinque diverse stagioni. Nello stesso periodo dirige nello stesso teatro l’allestimento di altri spettacoli, tra cui “L’amore di don Perlimplino con Belisa nel suo giardino” di Garçia Lorca, con musiche originali di Sergio Liberovici; Continua a leggere ““Storia del Costume e della Moda”di Todarello in Biblioteca, di Lia Tommi”

Massimo Taras presenta ad Alessandria “La ragazza del Triangolo Bianco”, di Lia Tommi

Alessandria: Dopo il “Circolo dei Lettori di Torino” anche Alessandria ospiterà lo scrittore Massimo Taras presso l’Associazione Culturale Artistica “caangi art” per la presentazione del suo nuovo romanzo “La Ragazza del Triangolo Bianco”. Relatore sarà l’autore e scrittore alessandrino Gianluca D’Aquino.

Grande interesse sta suscitando il nuovo romanzo dello scrittore Massimo Taras, “La Ragazza del Triangolo Bianco”, che verrà presentato sabato 23 febbraio alle ore 17:00 presso l’Associazione Culturale Artistica “caangi art” di via Treviso n. 17, con la partecipazione dello scrittore alessandrino Gianluca D’Aquino che dialogherà con l’autore.
L’evento sarà realizzato con il contributo dell’associazione culturale “Città delle vittorie”, di cui fa parte Lia Tommi, che si occuperà della lettura di brani tratti dal romanzo.
“La Ragazza del Triangolo Bianco, la cui prefazione è stata curata dalla giornalista, scrittrice e poetessa torinese Marina Rota, è un romanzo storico che, attraverso l’espediente dell’intervista, trasporta il lettore all’epoca della seconda guerra mondiale, all’interno di un campo di transito tedesco del nord Italia realmente esistito.

Una bellissima storia in bianco e nero, fotografia di un drammatico scorcio della metà degli anni ‘40. Bianco è il triangolo cucito sulla logora e sbiadita casacca zebrata e maleodorante che avvolge Sara, affascinante, dolce, coraggiosa e delicata protagonista di questa vicenda. Un contrassegno che la identifica come “ostaggio”. Bianco è il colore della neve che continua a cadere sullo scenario ove si svolge in massima parte la narrazione, un “campo di transito” tedesco situato nel nord Italia, in prossimità del confine con la Svizzera, punto di stazionamento intermedio in attesa di conoscere l’orrore dei lager di Dachau, Mauthausen e Auschwitz per molti esseri umani trasformati in spettri.
Il candore della neve copre pietosamente le tracce di eventi oscuri, brutali, sanguinosi; i fiocchi immacolati scendono come una sorta di dono mandato dal cielo per occultare, o addirittura per purificare, il nero profondo che alberga nell’animo degli spietati aguzzini del lager.
Con uno stile impeccabile e garbato, anche nei passaggi che descrivono i momenti più strazianti e brutali del racconto, l’autore Massimo Taras accompagna il lettore verso un finale assolutamente a sorpresa, un vero e proprio colpo di scena. Un romanzo avvincente e coinvolgente, carico di tensione emotiva, che riesce a comunicare un profondo senso di speranza pur rievocando un momento terribile della Storia.

“I Bizantini, eredità dell’Impero Romano” con il dr. Caputi alla Gambarina, di Lia Tommi

Alessandria: “I Bizantini , eredità dell’Impero Romano” è il tema della prossima conferenza del Dr Ferdinando Caputi

Mercoledì 27 febbraio 2019 dalle ore 21:30 alle 23:30
Museo del C’era una volta, P.za Gambarina 1 Alessandria

Si parlerà degli eredi della Roma Imperiale che crearono a loro volta un impero sulle rovine di quello Romano.

” Stonewall ” al cineforum del PerlaNera, di Lia Tommi

Alessandria: Venerdì 22/02 cineforum al Laboratorio Anarchico PerlaNera (via Tiziano Vecellio 2, AL). Ingresso gratuito.

STONEWALL
Stonewall è un film del 2015 diretto da Roland Emmerich con protagonisti Jeremy Irvine e Jonathan Rhys Meyers.
La pellicola narra le vicende dei moti di Stonewall avvenuti nel 1969 a New York nel bar Stonewall Inn, da cui prendono il nome i fatti.
Il giovane Danny è all’ultimo anno del college e coltiva una relazione omosessuale con Joe. Suo padre, quando lo scopre, lo caccia di casa, e così Danny va a lavorare come barista a New York, nel locale gay Stonewall Inn. Un ragazzo travestito di nome Ray (Ramona), si innamora di lui, ma non è ricambiato. Quando iniziano le discriminazioni sociali verso i ragazzi, Danny inscena una violenta protesta contro la società e la polizia.

Presentazione eventi per i 10 anni di Me.dea, di Lia Tommi

AVVISO CONFERENZA STAMPA

Alessandria: Lunedì 25 febbraio ore 14.30
Aps me.dea – via Rivolta, angolo via Palermo
Alessandria

Aps me.dea Onlus, insieme a Teatro Alessandrino, Cinema Macallè e
Alessandria Film Festial, presenta la rassegna di eventi in programma
nei mesi di marzo e aprile, a conclusione dei festeggiamenti dei 10
anni di attività dell’associazione.
Interverranno:
• Sarah Sclauzero, Me.dea
• Lidia Pezzano, Teatro Alessandrino
• Salvatore Coluccio, Cinema Macallè
• Lucio Laugelli, Alessandria Film Festival

Iniziativa di Pro natura Gamalero al Parco dei frutti, di Lia Tommi

Potature e innesti

Evento · di Pro natura Gamalero “La collina”

Domenica 3 marzo 2019 dalle ore 10:30 alle 12:30

Parco dei frutti – presso area verde M. Bassan – Gamalero (AL)

Potature e innesti – IV edizione
L’iniziativa è gratuita, rivolta a tutti, e prevede attività pratiche sugli alberi da frutto.
Le esercitazioni sono coordinate da Giacomo Chiodi e Nico Palagano.
Al termine pane e salame e un buon bicchiere di vino.

In caso di maltempo l’appuntamento sarà annullato.

Per informazioni- cell. 328 1138353 (Nico)

Music. Vinci il tuo sogno!, di Lia Tommi

Sabato 23 febbraio terza tappa a San Michele – Alessandria

Music. Vinci il tuo Sogno, la manifestazione canora ideata e organizzata da Giorgio Mengato, Elisabetta Stango e Giorgio Pagnotta, farà tappa a San Michele, frazione di Alessandria, sabato 23 febbraio, nel salone Polifunzionale in via Remotti 43, con inizio alle ore 21.
“Music” coinvolge quattro concorsi del territorio perché, come sottolinea Giorgio Mengato, “la musica unisce”: Gazebo Voice, Il Carrozzone Musicale – Una Canzone per te, Il Microfono d’oro e Emozioni con parole e musica
Due saranno le categorie coinvolte: i giovani (dai 14 ai 35 anni) e gli over (oltre 35 anni) che si sottoporranno al giudizio di una giuria qualificata e selezionata, i cui componenti provengono da varie estrazioni e competenze musicali, affinché il giudizio sia sempre espresso con competenza.
Tanti i premi messi in palio in ogni selezione.
Innanzitutto il primo classificato di ogni categoria vedrà aprirsi le porte per l’accesso diretto alla Finale della manifestazione in programma nel mese di giugno oltre a poter accedere alla finale dei concorsi partner.
Inoltre, sempre i primi classificati, riceveranno un gioiello e un buono sconto di Cinzia Stango Extensions Parrucchiera.
I secondi e i terzi classificati per ogni categoria e il Premio della Critica accedono direttamente alla Semifinale di “Music”. Nulla vieta che possano partecipare alle selezioni successive perché in caso di vittoria di tappa accederanno direttamente alla finale.
Il Premio della Critica consiste in uno sconto sulla mensilità per i corsi della Real Music Institute di Asti mentre la rivista RP Fashion & Glamour News mette in palio per un cantante in gara, indistintamente dalla categoria, il “Premio Immagine – Music. Vinci il tuo sogno” consistente in un servizio fotografico con fotografo, direttore artistico ed elaborazione personalizzata delle pose.
Premio speciale quello offerto dall’associazione Riders on the road (un gruppo di motociclisti che si mette in gioco per aiutare chi ha bisogno), riconoscimento che consente al premiato di accedere direttamente alle semifinali del concorso.
Il vincitore della finale, che si svolgerà, come già scritto, nel mese di giugno 2019, otterrà tra i vari premi un inedito, un live in un locale e l’intervista per una rivista nazionale.
Ricordiamo gli sponsor della manifestazione: Baby Boom abbigliamento bimbi Valenza; Cinzia Stango Extensions Acconciature Alessandria; Naturale Armonia benessere estetica Alessandria di Valentina Stango, Real Music Institute Scuola di Musica Asti, Riders on the Road e RP Fashion & Glamour News.
Per chi vuole ci sarà possibilità di cenare con menu dall’antipasto al dolce: costo menu per il pubblico 20 euro. Solo ingresso 5 euro.
Informazioni e iscrizioni contattando Giorgio Mengato o Elisabetta Stango sulla pagina Facebook di Music. Vinci il tuo sogno.

Ricostruito il clima degli ultimi 7 mila anni con uno studio sulle foglie cadute, di Lia Tommi

Una ricerca australiana, analizzando i sedimenti del fogliame della melaleuca, ha ricostruito il clima degli ultimi 7 mila anni.

Grazie a uno studio australiano condotto sulle foglie cadute al suolo migliaia di anni fa è stato possibile ricostruire il clima degli ultimi 7 mila anni.

La ricerca, sviluppata dall’Università di Adelaide e da scienziati del Queensland (stato dell’Australia), ha svelato il tasso di umidità e di piovosità del Queensland sud orientale nel corso degli ultimi millenni.

Il team di lavoro australiano per la propria scoperta ha analizzato i sedimenti del fogliame della melaleuca, un albero dalla corteccia “cartacea” ancora in un ottimo stato di conservazione, ritrovati nella Swallow Lagoon.

Le foglie analizzare hanno permesso di estrapolare una grossa quantità di dati sul fenomeno climatico “El Niño“, in particolare su come sia stato influenzato dai cambiamenti climatici, anche nel corso delle piccola era glaciale avuta tra il 1450 e il 1850.

I ricercatori hanno scoperto che tra i 5 mila e i 6 mila anni fa il clima era piuttosto umido, più simile all’altro fenomeno climatico ciclico “La Niña“. Da 3 mila anni fa, invece, le condizioni atmosferiche sono diventate piuttosto secche, un fatto che ha fortificato gli effetti di El Niño.

John Tibby del dipartimento di geografia dell’Università di Adelaide, ha affermato: “Durante questa fase ci sono stati periodi di siccità considerevoli, più secchi della siccità del millennio verificatasi nell’Australia sud-orientale dal 1997 al 2009”.

Trovare foglie conservate nei sedimenti lacustri di questa età è raro e questi ritrovamenti possono dirci molto sull’ambiente del passato. Ad esempio, la composizione degli isotopi del carbonio delle foglie può spiegare il grado di stress idrico sperimentato dalle piante nel momento in cui stavano crescendo.

Rivista di archeologia “ArcheoMedia”, di Lia Tommi

ArcheoMedia è una rivista di archeologia online ideata da Mediares S.c.
Le notizie di contenuto archeologico sono suddivise in numerose sezioni che riguardano l’archeologia in tutti i suoi aspetti: dalle ultime scoperte ai campi archeologici, dai convegni alle pubblicazioni, dall’archeologia sperimentale a quella subacquea o industriale.
È strutturata solo nella versione online e in una newsletter, gratuita, che viene inviata periodicamente agli abbonati, con l’elenco delle notizie inserite nelle ultime settimane .

Potete anche scaricare la App per ambiente Android.
La redazione si avvale di “collaboratori esterni”: potete registrarvi per inviarci i vostri studi, articoli, segnalazione di eventi che riguardano l’archeologia. Informazioni su come collaborare alla pagina “Collabora con noi”.
Registrazione Tribunale di Torino n. 5936 del 17/01/2006 – Direttore editoriale: Gabriella Monzeglio – Editore: Mediares S.c. – ISSN 1828-0005

ArcheoMedia è una rivista di archeologia ideata da Mediares S.c.
Per contattare la Redazione potete utilizzare i seguenti recapiti:
Redazione ArcheoMedia c/o Mediares S.c.
Via Gioberti 80/D – 10128 Torino
Tel 011.5806363 – Fax 011.5808561
e-mail: mediares@mediares.to.it
http://www.mediares.to.it
SOSTIENICI

L’abbonamento ad ArcheoMedia è gratuito, ma per potervi dare un servizio sempre più completo, più tempestivo e migliore richiede maggiori costi e maggior impegno. Aiutaci in questo senso facendo una “donazione a sostegno di ArcheoMedia “

Se vuoi ricevere la Rivista gratuita di archeologia realizzata dalla Redazione di ArcheoMedia invia un messaggio a club@archeomedia.net
indicando “Abbonamento ArcheoMedia”.

Premio di poesia e narrativa “Poesia onesta”, di Lia Tommi

14° PREMIO INTERNAZIONALE di POESIA e NARRATIVA
«POESIA ONESTA» 2019
in collaborazione con Assemblea Legislativa delle Marche – Comuni di: Ancona
Camerata Picena – Chiaravalle – Falconara M. ma – Polverigi – Santa Maria Nuova – Agugliano

«Ai poeti resta da fare la poesia onesta» (Umberto Saba)

Il Concorso si articola in 5 sezioni a TEMA LIBERO.
Possono partecipare autori italiani ed europei purché scrivano in italiano o in uno dei dialetti italiani.

Sez. A – Raccolta di 10 poesie in italiano
Sez. B – Poesia singola in italiano (sono ammesse max 2 poesie)
Sez. C – Raccolta di 8 poesie nei dialetti italiani e lingue di minoranza, con traduzione in italiano
Sez. D – Poesia singola in dialetto (sono ammesse max 2 poesie con traduzione in italiano)
Sez. E – Racconto breve in italiano

REGOLAMENTO
– Tutte le opere delle sezioni sopraelencate devono essere inedite
– La raccolta di poesie (Sezioni A e C) deve avere un titolo
– Tutte le opere devono pervenire in unica copia anonima + scheda di partecipazione compilata
– La Segreteria provvederà a produrre le copie anonime per la Giuria esaminatrice
Sezioni A, B, C, D
Ogni poesia non deve superare i 36 versi.
Gli autori delle sez. C e D devono dichiarare la località in cui il dialetto si parla
Sezione E
Ogni narratore deve partecipare con 1 solo racconto.
Il racconto non deve superare le 5 pagine formato A4, possibilmente in carattere Times New Roman, corpo 12

INVIO OPERE
Gli elaborati di tutte le sezioni vanno spediti entro il 31 maggio 2019
– o per posta ordinaria a: VERSANTE Associazione Culturale POESIA ONESTA
Via Molino, 15 – 60020 Agugliano (AN)
– o per e-mail (in formato word): associazioneversante@gmail.com (sarà inviato OK di avvenuta ricezione)
Fa fede il timbro postale o la data di spedizione di posta elettronica.
QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Sezioni A, C, E: euro 15 per ciascuna sezione
Sezioni B, D: euro 10 per ciascuna sezione
Per chi partecipa alle sezioni A + B: euro 20 complessivi
Per chi partecipa alle sezioni C + D: euro 20 complessivi
Per chi partecipa a tutte le 5 sezioni: euro 40 complessivi
La quota di partecipazione va inviata in una delle seguenti modalità:
1. in busta unitamente alle opere
2. con versamento sul conto corrente postale n. 8358993 intestato a:
VERSANTE Associazione Culturale – Premio POESIA ONESTA
3. con bonifico (Codice IBAN: IT31G0760102600000008358993)

“Soldato mulo va alla guerra” a Borgo del Teatro domenica prossima, di Lia Tommi

Domenica 24 febbraio 2019. Ore 17.30
Sala dell’Affresco, Chiostro di Santa Maria di Castello, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria

Borgo del Teatro, collezione inverno – primavera
“Soldato mulo va alla guerra”
Con: Massimo Barbero.
Consulenza storica di: Nicoletta Fasano e Mario Renosio.
Costume: Sara Bosco – Vezza Maison.
Testo e regia: Patrizia Camatel.
Compagnia Teatro degli Acerbi.
Per informazioni e prenotazioni
On line: http://www.illegali.it/prenota-subito
Telefono: 3351340361
Email: info@illegali.it
Pagina Facebook: glillegali

Prima dello spettacolo (ore 17.30) per la pubblicità a teatro, iniziativa di presentazione delle attività
commerciali e associazionistiche del quartiere di Borgo Rovereto, sarà con noi e si presenterà l’amico Gianaggiusta (“Think globally Bike locally” “Penso globale pedalo locale”, Spalto Borgoglio 83. Tel. 3387875918). La presentazione durerà 10 minuti.

Rassegna realizzata con il contributo della Fondazione SociAL
L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL per il contributo alla rassegna, il Chiostro Hostel and Hotel per l’ospitalità, il sostegno, l’entusiasmo, l’amicizia dimostrata, la Provincia di Alessandria per il patrocinio concesso alla manifestazione, Anna Piccini per la realizzazione del design grafico dell’iniziativa.

La storia

Durante la Prima Guerra Mondiale accanto agli uomini ha combattuto un esercito dianimali. Muli, asini, buoi, cani, cavalli, piccioni vennero utilizzati per le azioni belliche, per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e il sostentamento delle truppe. E le testimonianze degli uomini al fronte ci parlano
anche di convivenze altrettanto strette, con gli animali, ma non altrettanto desiderabili: i topi cheinvadevano le trincee, pulci e pidocchi che infestavano le vesti e i giacigli …
La forzata coesistenza di animali di ogni genere con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in una tragica fratellanza di fronte alla morte e alla sofferenza. Creature affratellate anche dalla condizione dell’inconsapevolezza: il soldato semplice, la giovane “carne da cannone” che ha perso la vita, e l’identità stessa, nelle trincee del Carso o sui monti contesi agli austriaci, è all’oscuro dei piani di conquista degli Stati,
delle alleanze e delle strategie, proprio come un mulo sotto il basto,cui si chiede solo di obbedire; al soldato si chiede di resistere, di sopravvivere, nascondendosi e strisciando nel fango, profittando degli avanzi o della morte dei compagni, proprio come farebbe un ratto.

Obiettivo sulla natura, di Lia Tommi

Alessandria: PASSOdopoPASSO propone per Venerdì, 22 febbraio 2019 alle ore 20.45, presso la propria sede Centro della Terra di Via Rettoria, 13 (Alessandria) l’incontro con Pier Luigi Casanova, appassionato di natura e fotografia, che percorre con entusiasmo in lungo e in largo il nostro territorio, cogliendo tutta la bellezza che questo può offrire.