Il Gavi e il contenimento degli ungulati, protagonisti dell’Assemblea di Novi Ligure

Proseguono gli appuntamenti assembleari di Confagricoltura Alessandria: nella mattinata di, venerdì 16 febbraio, presso l’Agriturismo La Marchesa si è tenuta l’Assemblea di Zona di Novi Ligure.

Davanti alla platea di associati, hanno introdotto l’incontro il presidente provinciale Luca Brondelli di Brondello, il direttore provinciale Valter Parodi, il presidente di Zona Giorgio Massa e il direttore di Zona Tiberio Quattordio.

Giorgio Massa ha ringraziato il Consiglio di Zona che collabora nell’operato locale, così come gli addetti della struttura che con operosità ogni giorno si cimentano nelle numerose e svariate pratiche burocratiche degli agricoltori. Continua a leggere “Il Gavi e il contenimento degli ungulati, protagonisti dell’Assemblea di Novi Ligure”

Lupo in provincia: gli allevatori contano i capi uccisi

emerg capra_lupo

In Cia le segnalazioni (e le fotografie) da parte degli agricoltori

Continuano ad arrivare, nelle sedi territoriali Cia della provincia di Alessandria, le segnalazioni e le fotografie scattate dagli allevatori associati relative alla presenza e ai danni da lupo sul nostro territorio.

L’ultimo caso è stato riportato nella giornata di lunedì scorso da un agricoltore che ha trovato una delle sue capre brutalmente uccisa, a Monastero Bormida. Continua a leggere “Lupo in provincia: gli allevatori contano i capi uccisi”

Sono gli agrichef a spiegare i segreti delle perfette bugie di Carnevale

carnevale

Per il “martedì grasso” specialità fai da te per quattro famiglie su dieci

Farina, zucchero, burro, miele e uova: ogni frappa equivale a circa 47 calorie

Storico ritorno della cucina fatta in casa per 4 famiglie su 10 che riscoprono le specialità tradizionali soprattutto durante le feste.

Sono gli Agrichef a spiegare i segreti delle frappe perfette: preparazioni e degustazioni fra specialità della tradizione contadina e antiche ricette protagoniste delle tavole da nord a sud del Belpaese.

Nella settimana di Carnevale vengono consumati circa 12 milioni di chili di dolci tipici. E se prodotti già pronti si possono trovare un po’ ovunque, dalle pasticcerie, ai fornai ai supermercati, il 41% delle famiglie preferisce però prepararli in casa anche perchè il costo non raggiunge i 5 euro al chilo contro una spesa dai 15 ai 30 euro, con picchi anche di 65 euro, nei forni e nelle pasticcerie. Continua a leggere “Sono gli agrichef a spiegare i segreti delle perfette bugie di Carnevale”

Confagricoltura: Un dibattito costruttivo alla riunione di Casale Monferrato

confWP_20180209_007confWP_20180209_019

L’Assemblea della Zona di Casale Monferrato ha avuto luogo questa mattina, venerdì 9 febbraio, presso l’Agriturismo Bottazza di Giorgio Leporati in Strada Vecchia per Pozzo Sant’Evasio, 9.

Il presidente provinciale Luca Brondelli di Brondello, il presidente di Zona Giacomo Pedrola, il direttore provinciale Valter Parodi e il direttore di Zona Giovanni Passioni hanno dato avvio ai lavori.

Pedrola ha introdotto gli argomenti oggetto di analisi della mattinata (riso e vite bio) per soffermarsi a riflettere proprio sul biologico: “Vi è una grande attenzione da parte dei consumatori verso questi prodotti ed un consumo crescente rispetto a quelli tradizionali. Dobbiamo prestare attenzione alle esigenze del mercato e valutare a livello aziendale questo metodo di coltivazione”. Continua a leggere “Confagricoltura: Un dibattito costruttivo alla riunione di Casale Monferrato”

Gabriele Carenini presidente Cia Piemonte Eletto all’unanimità oggi a Torino

carenini-presidente

Il casalese Gabriele Carenini è stato eletto all’unanimità presidente della Cia Piemonte e rappresenterà gli agricoltori della regione per i prossimi quattro anni. Succede a Lodovico Actis Perinetto, a fine mandato. L’elezione si è svolta stamattina a Torino alla presenza dei delegati di tutte le province del Piemonte e di rappresentanti del mondo politico.

Gabriele Carenini, 40 anni, sposato con Barbara e padre di Ermes, imprenditore agricolo a Valmacca, dove produce ortofrutta nell’azienda di famiglia rilevata nel 2004, è stato finora vicepresidente regionale Cia Piemonte, in precedenza è stato presidente dell’Associazione Giovani Imprenditori Agricoli (Agia) della provincia di Alessandria, presidente di Agia Piemonte e vicepresidente Agia nazionale, presidente di Zona Cia Casale Monferrato. E’ anche il rappresentante del settore agricolo all’interno della dirigenza del Parco Fluviale del Po e dell’Orba. Continua a leggere “Gabriele Carenini presidente Cia Piemonte Eletto all’unanimità oggi a Torino”

Capogrosso vince il concorso Ismea

cap dario1cap dario2

L’allevatore di Sarezzano premiato “Nuovi fattori di successo 2017”

Dario Capogrosso, titolare de “Il Pastore Transumante”, allevatore di cani da pastore a Sarezzano associato Cia, è tra i 12 vincitori del concorso nazionale “Nuovi Fattori di Successo” (edizione 2017) finalizzata alla valorizzazione ed alla diffusione delle Buone Pratiche nello Sviluppo Rurale realizzate da Giovani Agricoltori finanziate dall’Unione Europea, promosso da Ismea.

Capogrosso è arrivato terzo in classifica (39 le candidature ammesse) con un punteggio di 236 (la soglia minima di ammissione era 140); il premio per i primi tre classificati consiste nella realizzazione di un documentario professionale in alta definizione girato in azienda per la divulgazione dell’esperienza imprenditoriale in contesti nazionali e internazionali. La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma. Continua a leggere “Capogrosso vince il concorso Ismea”

Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono

Importanti risultati dopo la giornata formativa organizzata con gli alunni dell’Istituto di Agraria “Luparia” di San Martino di Rosignano

Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono

In collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Banco BPM  e CadirLab: in Coldiretti la parte teorica, al pomeriggio la  visita al molino “Nova” 

Nello scorso mese di luglio sono state raccolte 3.600 tonnellate di grano “Harmony” per 36 aziende conferitrici, a fine 2017 le imprese aderenti al progetto sono diventate 49 e l’obiettivo sono le 6.000 tonnellate.

Numeri importanti che arrivano dal progetto di filiera cerealicolo che vede protagonista Coldiretti Alessandria assieme a CadirLab, Molino Nova, Consorzio Agrario e Saiwa-Mondelez. Continua a leggere “Con “Harmony” cresce il progetto di filiera cerealicolo e il patto del grano buono”

Coldiretti: Giornata formativa con gli alunni del “Luparia” di Rosignano

Giornata

La filiera cerealicola e il patto del grano buono: con Harmony crescono territorio e opportunità.

In collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Banco BPM  e CadirLab: in Coldiretti la parte teorica, al pomeriggio visita al molino Nova di Felizzano.

Una giornata pensata per offrire opportunità di crescita alle nuove generazioni e per far conoscere il progetto di filiera cerealicolo “Harmony”, legato alla multinazionale Mondelez-Saiwa.

Un momento formativo fortemente voluto da Coldiretti che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Agrario “Luparia” di San Martino di Rosignano e che ha trovato in CadirLab, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e nella Banca BPM dei partner motivati e pronti a supportare progettualità innovative e di crescita per il territorio. Continua a leggere “Coldiretti: Giornata formativa con gli alunni del “Luparia” di Rosignano”

“Coltivare il buon lavoro: Cibo, Agricoltura, Migranti”.

Coltivare convegno Alessandria immigr 8 febbr (3)

Giovedì 8 febbraio ad Alessandria i convegno regionale organizzato da CGIL e FLAI Piemonte 

Alessandria: Cgil e Flai Piemonte da tempo promuovono iniziative e propongono soluzioni di intervento sulle condizioni di vita e di lavoro dei migranti, a partire proprio da quelle migliaia di braccianti che tutti gli anni arrivano in Piemonte per la stagione della raccolta, per lavorare soprattutto nei settori della produzione ortofrutticola e vitinicola.

Si tratta di cercare di “coltivare il buon lavoro”, come recita il titolo del convegno che si terrà ad Alessandria, giovedì 8 febbraio, presso la Camera del Lavoro, in via Cavour 27, a partire dalle ore 9.30. Continua a leggere ““Coltivare il buon lavoro: Cibo, Agricoltura, Migranti”.”

Confagricoltura: I contratti di compartecipazione e la Legge di Bilancio 2018, alla riunione zonale di Alessandria

All’Hotel Alli Due Buoi Rossi nel capoluogo si è svolta l’Assemblea di Zona di Alessandria.

Il presidente provinciale Luca Brondelli di Brondello ha dato il via ai lavori, non essendo presente il presidente di Zona Ugo Cei, indisposto.

Mario Rendina, responsabile sindacale di Confagricoltura Alessandria, ha preso la parola subito dopo per fornire agli intervenuti una panoramica sui contratti di compartecipazione: “Negli ultimi tempi diversi associati ci chiedono consulenza sul contratto di compartecipazione e per questo riteniamo di dovere affrontare tale argomento al fine di contribuire a fare un po’ di chiarezza. Nel contratto di compartecipazione agraria due aziende agricole apportano i fattori produttivi al fine della produzione; di norma il proprietario o affittuario del terreno apporta, oltre alla disponibilità del terreno, il lavoro di meccanica agraria, mentre il compartecipante i mezzi tecnici della produzione intesi come concimi, antiparassitari, semi o piante e la commercializzazione dell’intera produzione (se non viene divisa sul campo)”. Continua a leggere “Confagricoltura: I contratti di compartecipazione e la Legge di Bilancio 2018, alla riunione zonale di Alessandria”

Agrichef: buona tavola, tradizione e genuinità

agrichef

I cuochi contadini “made in Piemonte”, realtà innovativa

Si è concluso il primo corso regionale firmato Terranostra Piemonte e Inipa

Elisa Gastaldi dell’Azienda agricola “Elilu” di Castelnuovo Scrivia, Laura Ciceri di “Cascina Trapella” a Roncaglia, Alessandra Scajola dell’ Agriturismo “Villa Cheti” a Spigno Monferrato, Lidia Oggioni dell’ “Orto dei Nonni” a Cavatore, Giulia Barbaro dell’azienda “ Il Gufo Reale” di Cassinelle e Agata Marchesotti dell’Agriturismo Vallenostra a Mongiardino Ligure.

Sono loro i sei agrichef della provincia di Alessandria ad aver terminato il corso che si è svolto nei dal 29 gennaio al 1° febbraio all’agriturismo l’ “Orto dei Nonni” a Cavatore durante il quale sono stati formati i primi venticinque agrichef  Made in Piemonte. Continua a leggere “Agrichef: buona tavola, tradizione e genuinità”

Coldiretti: Giornata formativa con gli alunni del “Luparia” di Rosignano

Giornata

La filiera cerealicola e il patto del grano buono: con Harmony crescono territorio e opportunità.

In collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Banco BPM  e CadirLab: in Coldiretti la parte teorica, al pomeriggio visita al molino Nova di Felizzano.

Una giornata pensata per offrire opportunità di crescita alle nuove generazioni e per far conoscere il progetto di filiera cerealicolo “Harmony”, legato alla multinazionale Mondelez-Saiwa.

Un momento formativo fortemente voluto da Coldiretti che vede protagonisti gli studenti dell’Istituto Agrario “Luparia” di San Martino di Rosignano e che ha trovato in CadirLab, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e nella Banca BPM dei partner motivati e pronti a supportare progettualità innovative e di crescita per il territorio. Continua a leggere “Coldiretti: Giornata formativa con gli alunni del “Luparia” di Rosignano”

Avviati da Acqui Terme gli incontri zonali di Confagricoltura Alessandria

avvWP_20180202_027avvWP_20180202_039

E’ partito da Acqui Terme il ciclo di Assemblee di Zona di Confagricoltura Alessandria. Appuntamento annuale che si ripete nei mesi invernali, periodo più fruibile per chi opera in agricoltura, per analizzare con la base associativa la situazione del settore, le problematiche e le sfide future.

A Palazzo Robellini si sono dapprima aperti i lavori a cura del presidente provinciale Luca Brondelli di Brondello, al tavolo dei relatori insieme al vice presidente provinciale Franco Priarone, al direttore provinciale Valter Parodi e al direttore di Zona Matteo Ferro; sono poi seguiti gli interventi tecnici.

Affrontando il tema della viticoltura biologica, il dott. Matteo Monchiero, docente di patologia della vite, ha accennato alle principali problematiche del vigneto bio e la possibilità della razionalizzazione della lotta fungicida in viticoltura biologica in vista di una possibile riduzione dei fungicidi contro peronospora e oidio. Continua a leggere “Avviati da Acqui Terme gli incontri zonali di Confagricoltura Alessandria”

Agricoltura e qualità: puntiamo sempre al Made in Italy!

Schermata-2018-01-07-alle-18.23.18-750x375

Il cibo è il nuovo petrolio, la terra è il nuovo oro.

Parlare di cibo e di qualità oggi più che mai significa parlare di politica, parlare del nostro futuro. Scegliere cosa mangiamo, ponendo anche attenzione a come viene prodotto, è un gesto importante che può marcare la differenza tra contribuire al grande cambiamento per cui stiamo lottando, oppure continuare ad alimentare un sistema globale ingiusto, insano e distruttivo.Il nostro Paese è conosciuto nel mondo per la qualità delle sue produzioni agroalimentari, per la grande diversità di produzioni e specificità territoriali. L’agricoltura è un settore chiave e strategico per il futuro del nostro Paese. Per questo è fondamentale costruire un rapporto sano tra agricolturaambiente e paesaggio che sappia tutelare allo stesso tempo la sopravvivenza delle aziende e la salute dei cittadini.

Pur essendo cresciuto in un ambiente urbano…

fin da bambino ho vissuto circondato dalle monocolture del riso e del mais che caratterizzano le zone dove abito. La convivenza tra queste colture intensive e la cittadinanza non è mai stata facile, certamente a causa di un modello di produzione agricolache ha forti impatti sull’ambiente per la sua dipendenza dalla chimica. Per questo in questi anni non ho risparmiato le critiche a questo settore, non ultima la polemica sull’abbruciamento delle stoppie.Eppure, come ogni Vercellese che si rispetti, ciascuno di noi conosce qualcuno che lavora nella risicoltura o nel suo indotto e conosce che questo settore ha visto negli anni un forte declino che ha raggiunto oggi un punto critico. L’importazione selvaggiasenza dazio del riso asiatico (Myanmar, Laos, Cambogia) ha inondato il mercato europeo di un prodotto a basso costo coltivato con standard di qualità ambientale, sanitaria e della tutela del lavoro assai diversi dai nostri.Poco importa che le motivazioni umanitarie di questa operazione si stiano dimostrando ben poco fondate e che la clausola di salvaguardia, lo strumento pensato per intervenire in caso le importazioni arrechino danni alle nostre aziende, sia stata richiesta tardi e male e abbia comunque criteri inadatti che rischiano di intervenire a paziente morto. Sarebbe ancora utile salvare il comparto dalle impostazioni selvagge quando ormai la maggior parte delle aziende sono fallite, magari cannibalizzate da quelle più grandi o legate ai grandi capitali dell’industria? Continua a leggere “Agricoltura e qualità: puntiamo sempre al Made in Italy!”

Mirko Busto, M5S: Agricoltura e qualità: puntiamo sempre al Made in Italy!

Schermata-2018-01-07-alle-18.23.18-750x375

Il cibo è il nuovo petrolio, la terra è il nuovo oro.

Parlare di cibo e di qualità oggi più che mai significa parlare di politica, parlare del nostro futuro. Scegliere cosa mangiamo, ponendo anche attenzione a come viene prodotto, è un gesto importante che può marcare la differenza tra contribuire al grande cambiamento per cui stiamo lottando, oppure continuare ad alimentare un sistema globale ingiusto, insano e distruttivo.

Il nostro Paese è conosciuto nel mondo per la qualità delle sue produzioni agroalimentari, per la grande diversità di produzioni e specificità territoriali. L’agricoltura è un settore chiave e strategico per il futuro del nostro Paese. Per questo è fondamentale costruire un rapporto sano tra agricoltura, ambiente e paesaggio che sappia tutelare allo stesso tempo la sopravvivenza delleaziende e la salute dei cittadini. Continua a leggere “Mirko Busto, M5S: Agricoltura e qualità: puntiamo sempre al Made in Italy!”