In sei mesi, consumati 5 mila ettari di suolo!

Consumo-di-suolo1

Da novembre 2015 a maggio 2016, nonostante la crisi economica che ne ha rallentato la velocità, l’Italia ha consumato quasi 30 ettari di suolo al giorno, per un totale di 5 mila ettari di territorio. Come se in pochi mesi avessimo costruito 200.000 villette.

Pur con una velocità ridotta, che si attesta quest’anno sui 3 m2 al secondo, il consumo di suolo continua inesorabilmente ad aumentare cancellando, al 2016, 23 mila km2 (pari alla dimensione di Campania, Molise e Liguria messe insieme), il 7,6% del territorio nazionale. E il futuro non è roseo. Le previsioni dell’ISPRA, che ha ipotizzato gli scenari di trasformazione del territorio italiano al 2050, parlano, nel migliore dei casi (interventi normativi significativi e azioni conseguenti che possano portare a una progressiva e lineare riduzione della velocità di cambiamento dell’uso del suolo), di una perdita di ulteriori 1.635 km2, di 3.270 km2 in caso si mantenesse la bassa velocità di consumo dettata dalla crisi economica e di 8.326 km2 nel caso in cui la ripresa economica riportasse la velocità al valore di 8 m2 al secondo registrato negli ultimi decenni. Continua a leggere “In sei mesi, consumati 5 mila ettari di suolo!”

su Questura di Alessandria: “BLOCCO DEL TRAFFICO FINO AL 27 DICEMBRE

questura

Questura di Alessandria:  dal Comune di Alessandria
“BLOCCO DEL TRAFFICO FINO AL 27 DICEMBRE
Prosegue in Alessandria, fino a martedì 27 dicembre, dalle 8.30 alle 18.30, il blocco del traffico nelle zone centrali interne agli spalti, per i veicoli adibiti al trasporto di persone dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 4. Il divieto di circolazione riguarderà anche, dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 3.

Continua a leggere “su Questura di Alessandria: “BLOCCO DEL TRAFFICO FINO AL 27 DICEMBRE”

Cercasi educazione… di Cristina Saracano

di Cristina Saracano. Alessandria

Come si può notare da questa foto scattata da Pier Carlo Lava al villaggio Borsalino, il senso civico delle persone si è proprio smarrito: il cassonetto divelto e la spazzatura dimenticata all’esterno, occupando abusivamente la strada, ne sono un esempio.

Purtroppo questo non è l’unico episodio: mi è già capitato di dover cercare un cestino raccogli rifiuti in plastica e di trovarlo bruciato, sfondato, o inesistente,  proprio nel punto in cui ricordavo di averlo visto un giorno prima.

L’educazione e il rispetto per l’ambiente contribuiscono a rendere migliore una città. 

Se mancano, è superfluo incolpare amministrazioni comunali o politici in genere, ognuno deve fare la sua parte.

Siamo una piccola goccia in un immenso mare, facciamo in modo di poter nuotare sempre in acque cristalline.

Lino Balza: Le spiagge militari sono le più belle e povere della Sardegna.

Le spiagge

Alessandria: Interrompere in estate le esercitazioni militari per aprire le spiagge-poligono ai turisti: non soddisfa assolutamente il movimento “Gettiamo le basi” che si batte da anni contro le servitù militari e i danni alla salute. Mariella Cao: noi chiediamo la dismissione delle basi (la regione è occupata dal 60% dei poligoni italiani) e la loro bonifica, perché provocano povertà e morti (sono in corso processi per l’inquinamento ambientale).

Rete Ambientalista

Lino Balza

PERCHE’ SI EMETTONO ORDINANZE ?, di Gianni Senetta

Ordinanze

di  Gianni Senetta

Gentile Sindaco della città di Alessandria Gianfranco Cuttica Di Revigliasco mi scusi se mi permetto di scriverle in questo luogo con una lettera aperta ma non capisco perchè le ordinanze da lei emesse o anche da altre sedi non vengono rispettate.


Guardi il filmato, per tutti sono visibili i manifesti in giro per la città con il divieto di transito e passaggio per le strade del centro, nessuno che rispetta e peggio ancora, nessuno che fa rispettare, eppure l’organo competente esiste, ridotto ma esiste ma addirittura a diventare fantasma mi pare eccessivo.


Ormai, Alessandria è diventata una città anarchica, ognuno fà quello che vuole, si comporta come vuole, bada a se stesso scavalcando i diritti altrui eppure la nostra Costituzione si distingue in Diritti e Doveri ma molti, il secondo vocabolo non sa cosa voglia dire.

Continua a leggere “PERCHE’ SI EMETTONO ORDINANZE ?, di Gianni Senetta”

Blocco del traffico ad Alessandria fino a mercoledì 27 dicembre

Comune

Alessandria: A seguito dei rilevamenti effettuati in data odierna, si comunica che il Comune di Alessandria permane al ‘livello 1 di allerta – arancio’ (primo livello di allerta) del semaforo regionale.

Pertanto il blocco del traffico, attualmente in atto, rimarrà in vigore fino al prossimo controllo che si terrà mercoledì 27 dicembre.

Il blocco del traffico vigerà nelle zone centrali interne agli spalti, per i veicoli adibiti al trasporto di persone dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 4.

Il divieto di circolazione riguarderà anche, dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 3. Continua a leggere “Blocco del traffico ad Alessandria fino a mercoledì 27 dicembre”

E’ Natale al Parco!

Nelle Sedi operative e Centri visita del Parco puoi trovare i gadget firmati “Aree protette del Po vercellese-alessandrino”, i regali per le Feste più vicine alla natura! Vi aspettano le nuove t-shirt con il disegno, realizzato dall’illustratore naturalista Lorenzo Dotti, che rappresenta le varie opportunità di fruizione del nostro Parco: a piedi, in bicicletta, con l’asino o il cavallo e, perché no, a filo d’acqua! Per le vostre escursioni all’aria aperta, ci sono i cappellini di cotone con il nuovo logo dell’Ente e, per portare con voi una bibita calda, niente di meglio della borraccia in alluminio, in tre vivaci colori. E per trasportare il tutto, potete acquistare anche uno zainetto in cotone naturale, leggero ma resistente, molto utile per viaggi brevi e gite fuori porta. Continua a leggere “E’ Natale al Parco!”

da La Stampa: Cotton fioc, dentifrici e buste. Arriva la stretta sulla plastica

cottona-kEU-U2UebOWzupIHs3w-1024x576@LaStampa.it

Primo sì all’emendamento: scattano i divieti sui prodotti non biodegradabili E da gennaio anche i sacchetti per pane e verdura si devono poter riciclare0

http://www.lastampa.it/ Pubblicato il 20/12/2017

DAVIDE LESSI TORINO

È un’offensiva su tre fronti, quella dell’Italia contro l’inquinamento dei nostri mari. Tant’è che Gian Luca Galletti parla di «uno straordinario segnale all’Europa» fatto per «rispondere con i fatti a un fenomeno allarmante, che nuoce alla biodiversità e alla qualità delle acque». Il ministro dell’Ambiente non nasconde la soddisfazione per la misura approvata ieri. Un emendamento Pd alla manovra che prevede una doppia stretta: da un lato lo stop alla commercializzazione dei cotton fioc non biodegradabili; dall’altro il divieto di utilizzare microplastiche nei cosmetici. A questi provvedimenti, se ne aggiunge un terzo, varato ad agosto ma in vigore tra pochi giorni (dal primo gennaio 2018) che inciderà sulle abitudini quotidiane degli italiani: tutte le buste – anche i sacchi leggeri e ultraleggeri utilizzati nei reparti ortofrutta, gastronomia, macelleria, pescheria e panetteria – dovranno essere biodegradabili e compostabili.   Continua a leggere “da La Stampa: Cotton fioc, dentifrici e buste. Arriva la stretta sulla plastica”

da La Stampa: Le microplastiche che avvelenano i grandi laghi italiani

Garda_monitoraggio microplastiche-kl8B-U11011558904623idC-1024x576@LaStampa.it

Una fase del monitoraggio di Goletta dei Laghi 2017 sul Garda. Sono stati quasi 50 i chilometri percorsi dalla manta utilizzata dai ricercatori di Legambiente

I risultati dell’indagine di Legambiente ed Enea: Como, Maggiore e Bracciano sono i più inquinati

http://www.lastampa.it/4 Pubblicato il 20/12/2017

GABRIELE MARTINI TORINO

Finora era considerata il nemico numero uno di mari e oceani. Ma la plastica sta diventando una piaga anche per i grandi laghi e i fiumi. A svelare la (crescente) presenza di microparticelle di materiali ottenuti dalla lavorazione del petrolio nei bacini lacustri italiani sono i dati di Goletta dei Laghi 2017, la campagna di Legambiente realizzata in collaborazione con Enea che monitora lo stato di salute delle acque dolci della Penisola.  

Il problema si annida nelle molecole: la plastica non si degrada mai completamente nell’ambiente. Piuttosto si decompone in frammenti sempre più piccoli, ma molto pericolosi perché vengono ingeriti dai pesci entrando così nella catena alimentare. È una forma d’inquinamento subdola: non si vede a occhio nudo, ma l’analisi al microscopio fornisce risultati preoccupanti. Anche se non siamo ai livelli del «plastic vortex», la gigantesca isola di rifiuti galleggianti formatasi nell’Oceano Pacifico, la presenza di plastica sotto forma di microparticelle rappresenta un minaccia concreta per i nostri laghi.  Continua a leggere “da La Stampa: Le microplastiche che avvelenano i grandi laghi italiani”

Questura di Alessandria: SVEGLIATI, ALESSANDRIA!

Questura di Alessandria:  SVEGLIATI, ALESSANDRIA!
Oggi vi diamo il buongiorno con una rubrica d’interesse comune… Infatti (e scusate il gioco di parole!)…

Questura

LA QUESTURA CONDIVIDE: dal Comune di Alessandria
“BLOCCO DEL TRAFFICO DA MARTEDI’ 19 A GIOVEDI’ 21 DICEMBRE
Da domani, martedì 19 a giovedì 21 dicembre, dalle 8.30 alle 18.30, vigerà in Alessandria il blocco del traffico nelle zone centrali interne agli spalti, per i veicoli adibiti al trasporto di persone dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 4. Il divieto di circolazione riguarderà anche, dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 3.

Continua a leggere “Questura di Alessandria: SVEGLIATI, ALESSANDRIA!”

PM10, Blocco del traffico ad Alessandria: da martedì 19 a giovedì 21 dicembre

smog

Alessandria: Da domani, martedì 19 a giovedì 21 dicembre, dalle 8.30 alle 18.30, vigerà in Alessandria il blocco del traffico nelle zone centrali interne agli spalti, per i veicoli adibiti al trasporto di persone dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 4.

Il divieto di circolazione riguarderà anche, dalle 8.30 alle 12.30, i veicoli adibiti al trasporto merci (categoria N1, N2, N3) dotati di motore diesel con omologazioni fino all’EURO 3.

Secondo il “Nuovo Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria nel Bacino Padano”, il Comune di Alessandria, in base alle rilevazioni effettuate in data odierna, si trova al ‘livello 1 – arancio’ del semaforo, il primo livello di allerta. Continua a leggere “PM10, Blocco del traffico ad Alessandria: da martedì 19 a giovedì 21 dicembre”

Veicoli elettrici e auto ibride: libera circolazione nella ZTL dell’area centrale e sosta gratuita

mobilita-sostenibile-e-veicoli-elettrici-l-italia-non-aspetti-troppo-480x280

Alessandria: Nell’anno 2018, in via sperimentale, la Giunta Comunale ha approvato alcune agevolazioni per i veicoli elettrici o ibridi funzionanti a motore elettrico.

Tali veicoli potranno, infatti, beneficiare  dell’accesso libero alle ZTL  interne all’’area centrale storica’ delimitata dai seguenti assi viari: lungo Tanaro Solferino, spalto rovereto, spalto Marengo, via Claro, corso Lama mora, piazza Valfrè, corso Cento Cannoni, corso Crimea, via Montebello, corso T. Borsalino, spalto Borgoglio, lungo Tanaro San Martino (con esclusione delle ZTL regolamentate con sistemi di controllo automatico).

Potranno, inoltre, beneficiare della sosta gratuita in tutti gli stalli collocati in zona blu a tariffazione (zona 01) situati all’interno dell’’area centrale storica’ (zona 01 – come da contrassegno affisso sulla segnaletica verticale) e lungo gli assi viari che la delimitano. Per la sosta il veicolo deve esporre sul parabrezza apposito permesso, rilasciato dal Comando di Polizia Municipale. Continua a leggere “Veicoli elettrici e auto ibride: libera circolazione nella ZTL dell’area centrale e sosta gratuita”

Lino Balza: Cari colleghi giornalisti locali, distratti come i magistrati locali

Lino Balza copia

di Lino Balza Alessandria

in tutt’altre faccende affaccendati, mi permetto di richiamare alla vostra attenzione e responsabilità il disastro ecosanitario del Pfoa. 

Allegati trovate 5 documenti. 

1) l’esposto della Sezione di Alessandria del settembre scorso (a sua volta comprendente l’esposto precedente) https://www.edocr.com/v/m2v0nxom/bajamatase/esposto

2) IRSA-CNR:” Distribuzione dei PFAS nelle acque italiane, i risultati del progetto” (https://www.edocr.com/v/9bbdrdw9/bajamatase/5_Polesello_PFAS-1)

3) ARPAV Regione Veneto “Contaminazione da PFAS Azioni ARPAV” (https://www.edocr.com/v/ajqpvmbj/bajamatase/Contaminazione_da_PFAS_Azioni_ARPAV_Riassunto_atti) Continua a leggere “Lino Balza: Cari colleghi giornalisti locali, distratti come i magistrati locali”

Lino Balza: Le maggiori fonti di Pfoa sono gli impianti chimici di Trissino (Miteni) e Spinetta Marengo (Solvay).

Lino Balza copia

di Lino Balza Alessandria

Questa è una delle tabelle che fanno parte dello studio “Distribuzione deiPFAS nelle acque italiane, i risultati del progetto” redatto dall’’Istituto di Ricerca sulle Acque (IRSA) per il Consiglio nazionale delle ricerche (CNR) e Ministero dell’Ambiente. Lo studio comprende gli effetti ecotossicologici e ecologici, compresi i test di bioaccumulo con organismi bentonici. Iperfluoroalchilici sono sostanze chimiche persistenti, bioaccumulabili nelle acque e nel sangue, tossiche e cancerogene.

Rete Ambientalista Alessandria

https://rete-ambientalista.blogspot.it

Lino Balza: Cosa ci stanno a fare in Parlamento Fornaro, Lavagno, Borioli, Rapetti, Bargero e Morando?

Lino Balza copia

di Lino Balza. Alessandria

La ministra della Salute non sa che ad Alessandria il Pfoa è nel sangue dei lavoratori.

Rispondendo ad una interrogazione (di Giulia Narduolo) alla Camera, il 13 dicembre Beatrice Lorenzin ha affermato che “l’inquinamento da PFOA è presente nella sola regione Veneto”.

Ignora i nostri esposti (clicca qui) pervenuti anche a lei. Ma gli eletti alessandrini -Federico Fornaro, Fabio Lavagno, Daniele Borioli, Manuele Rapetti, Cristina Bargero) cosa ci stanno a fare in Parlamento?  

E il viceministro Enrico Morando? 

Lino Balza Medicina Democratica sezione di Alessandria