“Momenti di poesia” – Odo le voci antiche – di Paola Cingolani

IMG_4304.JPG

Nascendo in questa terra di mezzo
_ fra mare, fiumi, colline e cielo _
ho potuto scorgere orizzonti e vastità
anelando all’infinità senza riuscire mai
a raccontarla con parole eloquenti
ma odo le voci antiche dei secoli narrare.

Così ricorro ai versi e alla poesia
_ perché è vera lei soltanto, forse _
smussa qualsiasi lemma modellandolo
lo priva d’ogni spigolo graffiante
lo arrotonda dolcemente
potente come i millenni sulla pietra
forte come l’erosione marina sulla costa
inesorabile come il flusso del tempo.

Siamo collegati attraverso la parola
_ tanto che a stridere è il silenzio _
tutti gli elementi hanno un loro canto
a noi unicamente il piacere d’udirlo
per poi tradurlo in esperanto
per medicare le troppe ferite
_ sia fatta subito rigorosa tenerezza _
e luce accenda costellazioni nuove.

_ Paola Cingolani _ 24/05/2019 _

SEZIONE POLACCA: WSPÓŁCZESNE OBLICZA SZTUKI – REALIZM TERMINALNY czyli świat widziany przez pryzmat przedmiotów i technologii (autor: Izabella Teresa Kostka, 2019)

WSPÓŁCZESNE OBLICZA SZTUKI: REALIZM TERMINALNY czyli świat widziany przez pryzmat przedmiotów i technologii (autor: Izabella Teresa Kostka, 2019)

Od dłuższego czasu mówi się o poważnym kryzysie współczesnej kultury i sztuki, a przede wszystkim literatury i poezji. W zagonionym i zadymionym świecie nie mamy czasu na dostrzeżenie piękna, na kontemplację klasycznych wersów o nieskazitelnej harmonii i muzykalności. Czytelnicy, a szczególnie młode pokolenia, odchodzą od lektury i zainteresowań literackich, gdyż dla większości społeczeństwa pisarstwo i sztuka są uważane za coś staroświeckiego i zbytecznego. Sztywne zasady klasycznego piękna, ustalona rytmika strofy, rymy o precyzyjnych zasadach i strukturze sylabicznej stały się jakby “przyciasne” i archaiczne, a język, mentalność i środki komunikacji werbalnej podporządkowane zostały otaczającemu nas nawałowi przekaźników cyfrowych, komputerów, smartfonów i supremacji zaawansowanej techniki i technologii. Człowiek nie jest już “władcą”, nie stanowi o wolności swych myśli i poglądów, lecz stał się marionetką na linkach – przewodach nowoczesnego systemu. Wszystko zawiera się w informacjach dostarczonych przez kody kreskowe.

Continua a leggere “SEZIONE POLACCA: WSPÓŁCZESNE OBLICZA SZTUKI – REALIZM TERMINALNY czyli świat widziany przez pryzmat przedmiotów i technologii (autor: Izabella Teresa Kostka, 2019)”

XVIII PREMIO BIELLA LETTERATURA e INDUSTRIA: Annunciati i nomi dei cinque finalisti

Nella prestigiosa cornice del 32° Salone Internazionale del Libro di Torino sono stati annunciati i nomi dei cinque finalisti del Premio Biella Letteratura e Industria XVIII edizione tra cui la scrittrice alessandrina Rossana Balduzzi Gastini, con “Giuseppe Borsalino. L’uomo che conquistò il mondo con un cappello” (Sperling & Kupfer). Romanzo che porta il lettore a compiere un viaggio intenso e coinvolgente nella vita di un uomo straordinario, eppure non abbastanza celebrato.

Gli altri cinque romanzi che concorreranno per un premio del valore di 5 mila euro, che sarà consegnato durante la cerimonia conclusiva, in programma il 16 novembre 2019 presso l’Auditorium di Città Studi di Biella sono:

• Giorgio Falco, con “Ipotesi di una sconfitta” (Einaudi);

Continua a leggere “XVIII PREMIO BIELLA LETTERATURA e INDUSTRIA: Annunciati i nomi dei cinque finalisti”

Aperte le selezioni per “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” – 29° Verseggiando sotto gli astri di Milano

Carissimi!

Fino al 15 giugno 2019 aspettiamo le Vs poesie e i mini racconti / le fiabe per partecipare all’ultimo grande evento del programma ciclico “Verseggiando sotto gli astri di Milano” previsto prima della pausa estiva.

Nella pittoresca cornice del CORTILE della CASCINA LINTERNO, via Fratelli Zoia 194 a Milano, SABATO 29 GIUGNO 2019 alle ore 20.00 si svolgerà uno spettacolo “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” arricchito dalla performance teatrale (il grande Shakespeare a sorpresa) dell’attrice DOMITILLA COLOMBO e dal recital del bravissimo cantautore milanese CORRADO COCCIA con lettura di poesie e brevi racconti di autori selezionati. Continua a leggere “Aperte le selezioni per “SOGNO DI UNA NOTTE DI GIUGNO” – 29° Verseggiando sotto gli astri di Milano”

La scrittrice e poetessa Maura Mantellino nella redazione di Alessandria today

La scrittrice e poetessa Maura Mantellino nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di annunciare che la scrittrice e poetessa Maura Mantellino è una nuova componente della redazione (ho il piacere di conoscerla da diversi anni e apprezzarla per la sua collaborazione in altri precedenti blog e quindi lo considero un prezioso e qualificato ritorno) alla quale diamo il nostro benvenuto e pubblichiamo la sua biografia, inoltre per chi vorrà leggerli in calce ci sono sono i link dei suoi primi post. 

Maura Mantellino copia

Biografia di Maura Mantellino

Nata a Torino il 10 luglio 1959, laureata in lingua e letteratura Inglese, giornalista e fotografa free lance, fino al 2016 titolare di uno studio bibliografico di grafica antica. Ha collaborato alla realizzazione e pubblicazione di diversi cataloghi d’arte e di grafica antica e moderna.

Attiva nella scuola primaria Giuseppe Mazzini di Torino con progetti quali ADOTTIAMO UNA SCRITTRICE , laboratori di lettura e di scrittura creativa. E’ presente in diverse antologie della casa editrice Rupe Mutevole.

Nel 2014 nasce il primo libro per bambini RACCONTI E FIABE, successivamente  una raccolta di racconti per adulti intitolata ALTERAZIONI  e il libro per ragazzi ULISSE- Epopea di un cricetino (Rupe Mutevole Edizioni).

A giugno 2015 pubblica il saggio di critica letteraria Kingsley Amis – Dalla rivolta al silenzio. E’ presente in diverse antologie con alcune liriche della casa editrice Antologica Atelier Edizioni; viene inserita con un aforisma  in diverse agende con marchio editoriale della Giulio Perrone Editore. Continua a leggere “La scrittrice e poetessa Maura Mantellino nella redazione di Alessandria today”

RITRATTI: TANIA DI MALTA e la sua battaglia terminale

(by Izabella Teresa Kostka)

È difficile trovare una voce poetica ben definita, intensa e originale nel panorama letterario quotidiano dei nostri tempi digitalizzati. Su numerosi social networks e portali culturali la scrittura poetica sventola e abbaglia come variegate palline appese in abbondanza su un albero di Natale. Tante parole ma poche pietre preziose.

Sicuramente l’arte letteraria di Tania Di Malta appartiene a una nobile ed eccellente rarità. Ho conosciuto Tania attraverso il tanto popolare Facebook, coinvolgendola a partecipare al programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano” e ai nostri eventi dedicati alla corrente del Realismo Terminale, fondata dal poeta di fama internazionale Guido Oldani. Questo incontro artistico è risultato estremamente fecondo e il talento di Tania, impregnato della rivoluzionaria visione stilistica e filosofica di Oldani, sta esplodendo in maniera sorprendente!

La Di Malta, dotata di una grande sensibilità sociale ed emotiva, ha trovato nella stilistica del RT un suolo accogliente e stimolante, diventando una delle più attive testimoni della corrente e ottenendo numerosi importanti riconoscimenti. Appartenendo al Realismo Terminale ne sono estremamente felice, perché trovo in Tania una personalità artistica notevole e una grande determinazione nella ricerca d’un linguaggio efficace e puro ma, allo stesso tempo, molto contemporaneo e personalizzato, sorprendente e tagliente come un bisturi.

• TRE POESIE SCELTE

ISOLE

Guardiamo la luna
attraverso ingressi di silos
come gatti acciambellati
maciniamo mantra solitari.
Isole
come telefoni senza filo
percorriamo la distanza,
fra noi e l’infinito.

LE COLPE DEI PADRI

Per noi non ci sono state battaglie
solo oasi su carta moschicida
delegavamo ai dispositivi la coscienza
il consuntivo delle nostre sconfitte.
Il glicine era da tempo una griglia vuota
dove passava a stento, un sole terminale
la libertà era un videogame
e per la gloria, bastava una fotografia. Continua a leggere “RITRATTI: TANIA DI MALTA e la sua battaglia terminale”

“Momenti di poesia” – Ne ho sentite di parole – di Paola Cingolani

FontanaRoma
(La mia “Roma di notte” – Scatto di Alessandra Schiaffi, che ringrazio -)

Raccogliendo esperienze
ne ho sentite di parole
forbite
gentili
ma vuote
di circostanza
dette per dire
e mai cercate
_almeno non da me_
l’assurdo paradigma
di chi il vuoto lo ha con sé
di chi pretende di riempirsi
di chi si sopravvive invano
e non s’è accorto ancora
che è inutile mi parli
se dentro è morto.

Sì, ne ho sentite di parole
spontanee
dirette
e ricolme d’onestà
dette per affetto
e mai cercate
_almeno non da me_
l’immenso prodigio
di chi incarna la pienezza
di chi m’acquieta senza sapersi
di chi dà senso ai miei giorni
e non s’è accorto ancora
quanta bellezza doni
ai miei sorrisi.

Gli incontri arrivano così _senza annunciarsi_
ufficialmente non li aspetta mai nessuno
anche se infondo li vorremmo tutti
e sono parte del nostro cammino
ché l’impossibile è rinnegare il destino.

Io mi soffermo a pensare spesso
e benedetta sia questa tastiera
m’aiuta a fare ordine
m’illumina la mente
m’insegna e meglio mi disegna
ma il mio sorriso lo dono agli altri
a chi non mi ha mai dovuto niente
e m’ha trattata come il tutto
perché anche non fossi in agenda
mi si vorrebbe adesso _da vivente_
ché battersi il petto domani
è del tutto indifferente.

 

_ Paola Cingolani 17/05/2019 _

“Momenti di poesia” – “Sono nata dove il maestrale soffia libero” – di Paola Cingolani

Sono nata dove il maestrale soffia libero
dove il sole scalda anche all’ombra
dove il mare urla se vuole, oppure specchia persino le stelle
dove la pioggia batte senza chiedere permesso, solo se ne ha voglia.

 

Somiglio quasi al temporale d’agosto
irrompo all’improvviso, sposto i fogli dal tavolo però non li disperdo.

 

Sono come la primavera
regalo gemme fiorite, a volte anche tanto calore dopo ghiaccio e freddo.

 

Sono come la terra d’inverno
proteggo i semi dal gelo sotto un manto, mi faccio tiepida coperta.

 

Sono lo scoglio che non si sposta
impavido e fermo, quale che sia la marea e qualsiasi ondata arrivi.

 

Sono nata qui e sono nata libera
libera sono cresciuta, inseguendo indomita tutte le mie stelle cadenti.

 

Ovunque andrò non chiederò il permesso d’esistere, se ne avrò voglia
ma continuerò a resistere libera e in divenire, libera di avvenire.

 

Sarò sempre vento
a volte carezza, altre disegno nuovo sulla sabbia _senza l’assurdità del vanto_
perché lo lascio agli altri, a chi non è padrone né del poco, né del tanto.

19 01 99 1 (3)

 

Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today

Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di annunciare una nuova entrata nella redazione del blog, lo scrittore alessandrino Maurizio Coscia.

Maurizio scrive racconti, poesie e articoli per le testate giornalistiche locali e ora avremo il piacere di leggere i suoi post anche su Alessandria today, questa che segue è la sua biografia…

Maurizio Coscia.jpg

Maurizio Coscia (Sargon)

Sono uno scrittore alessandrino, amante della lettura di libri, riviste e articoli di giornale. Ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui “Parole in corsa” (Alessandria),”Dietro… oltre… dentro… lo specchio” (Biella), “Abbracci-Alessandria” (Valenza (AL)), “Dal tramonto all’alba” (Novi Ligure (AL)) e da anni mi cimento nello scrivere racconti e poesie o comunicati stampa inviati alle principali testate giornalistiche locali.

Ho in progetto la realizzazione di un romanzo per il quale mi sto documentando. Ho uno spiccato interesse per le arti figurative e l’espressione creativa in genere anche di tipo musicale. Amo la fotografia.

Mi piacciono teatro e cinema e seguo con vivo interesse tutto quanto riguarda il progresso scientifico e l’innovazione tecnologica. Sono uno sportivo, interessato alla tutela ambientale e alla valorizzazione del contesto naturale, delle tradizioni, degli usi e dei costumi che afferiscono al territorio alessandrino in cui vivo e lavoro.

Nel mio tempo libero, partecipo volentieri a eventi e manifestazioni che sono organizzati in Alessandria o nella sua provincia e che contribuiscono a rendere il suo territorio locale più attrattivo e turistico, migliorandone l’immagine d’arte e di cultura. Continua a leggere “Maurizio Coscia scrittore alessandrino entra nella redazione di Alessandria today”

ABOUT US : Verseggiando sotto gli astri di Milano – un po’ di storia

(by I.T.Kostka)

Programma ciclico culturale di poesia ” VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO” è nato nel mese di luglio 2015 presso il Centro di Ricerca e Formazione Scientifica Cerifos di Milano gestito dalla Dott.ssa Vera Paola Termali e dal Direttore Scientifico Samorindo Peci. VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO è stato ideato ed è coordinato dalla Dott.ssa Izabella Teresa Kostka https://izabellateresakostkapoesie.wordpress.com/ , di recente collabora con le associazioni, gli animatori culturali individuali, le amministrazioni locali nazionali e, ultimamente, anche con quelle internazionali. Dall’anno 2017 è di carattere itinerante, dal 2018 internazionale con l’edizione polacca dal titolo “Poetując pod gwiazdami”.

No profit senza scopo di lucro per la libera diffusione della cultura e dell’arte in ogni forma e sfumatura, partendo dalle prime puntate del 2015 unisce numerosi letterati, poeti, musicisti, attori teatrali, cantanti sia classici che moderni e gruppi di musica corale.
Tra i nostri Ospiti Speciali nel passato: Direttore Gennaro D’Avanzo dell’Associazione San Babila di Milano, il M° Guido Oldani padre del Realismo Terminale, Prof. Giuseppe Langella, Dominika Zamara – soprano di fama internazionale, nata in Polonia e cresciuta artisticamente in Italia, Gastone Di Paola – baritono di fama internazionale, Coro Misto Metrum diretto dal M° Jaroslaw Krenz ( Polonia), Gruppo teatrale musicale POETICANTI Paolo Provasi e Roberta Turconi, attore Antonio Paolo Pini, attrici Elisabetta Ubezio e Domitilla Colombo, duo musicale Francesca De Mori e Daniele Petrosillo, il cantautore Roberto Durkovic, la poetessa russa Evelina Schatz, il cantautore Corrado Coccia, Roberto Marzano – cantautore e performer, il Coro ANPI “La Cesëta”, il M° Umberto Bombardelli, l’attore teatrale Enzo Brasolin… e tanti altri a breve.
Programma VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI… partecipa da anni alla rassegna internazionale letteraria BOOKCITY DI MILANO, dal 2019 al Festival Internazionale di Poesia di Milano, svolge vasta attività culturale sul territorio del Nord Italia, combattendo per la diffusione delle Muse e, spesso, dica numerose iniziative alla propagazione della corrente artistica del Realismo Terminale fondata dal M° Guido Oldani. Nelle librerie online sono disponibili le nostre tre antologie poetiche benefiche: MAI PIU’ -per il giorno della memoria, OLTRE IL MALE – per i malati terminali e LE MAREE DELLA VITA .
VERSEGGIANDO SOTTO GLI ASTRI DI MILANO non è un semplice programma culturale, ma UNA VERA FAMIGLIA unita dall’amicizia e dalla felicità di condividere la stessa passione per la CORTE DI APOLLO in pieno rispetto di ogni diversità e di qualsiasi stilistica creativa di spessore.

Volete essere dei NOSTRI?

Vi aspettiamo a braccia aperte, seguiteci:

sito ufficiale:
instagram: verseggiandosottogliastri

Facebook: Verseggiando sotto gli astri di Milano

Per contattarci: verseggiando.eventi@yahoo.it (edizione italiana)

poezja@mail.com (edycja polska / edizione polacca)

Coordinatrice generale eventi: Izabella Teresa Kostka, Milano
Vi aspettiamo numerosi!

IL 3° Anniversario del programma presso la Sala Civica Aldo Moro del Comune di Sovico, 13.10.2018.
43950091_2356080824421727_2696794975722536960_o1227798386.jpg

Presso Atelier Spazio Galleria dell’architetto Giovanni Ronzoni, Lissone 2019

Bookcity – Yin and Yang, con Guido Oldani, Cascina Linterno Milano, 2018
Verseggiando sotto gli astri durante “Percorsi Culturali” a Fagnano Olona
Verseggiando sotto gli astri presso il Teatro Polivalente di Sandigliano (Biella)
Verseggiando sotto gli astri presso il Teatro Polivalente di Sandigliano (Biella)

“Momenti di poesia” – di Paola Cingolani – La finta distanza

Scegliere è responsabilità

per sé e per gli altri

esistendo nel mondo

siamo in relazione

_valiamo per il fatto

non conta il detto_ e

guardando la gente

offrirmi il suo niente

come fosse rarità

vedo

gli appuntamenti fasulli

meno d’inutili orpelli

pertanto scelgo

concedendo signorile

la mia assenza ché

più semplice per me

è stare meglio senza.

 
La finta distanza

non ch’io la contempli eccellenza

_semmai è mancanza di valenza

e cosa priva di alcuna sostanza_

che mi diventa particolare velleità

perché nessuno quasi prima

ha osato tanto sgarbatamente

dedicarmi strani lemmi inutilmente.

Paola Cingolani – 16 maggio 2019

22089359_1082951368508923_3812557828354617473_n

SEKCJA POLSKA / SEZIONE POLACCA: Realismo Terminale – approda in Polonia

Jeśli ktoś chciałby zapoznać się z moim artykułem o Realizmie Terminalnym i poezjami Guido Oldani’ego opublikowanym w miesięczniku kulturowym WENA, podaję też link, pod którym tekst dostępny jest na mojej stronie WordPress / Se qualcuno avesse voglia di leggere il mio saggio sul Realismo Terminale con le poesie di Guido Oldani tradotte in polacco, appena pubblicato sul mensile culturale Wena, allego il link per WordPress. Buona lettura!

https://izabellateresakostkaswiatsztukiipoezji.wordpress.com/2019/05/15/wspolczesne-oblicza-sztuki-realizm-terminalny-czyli-swiat-widziany-przez-pryzmat-przedmiotow-i-technologii-autor-izabella-teresa-kostka-2019/?preview=true

Poeta i założyciel Realizmu Terminalnego Guido Oldani z polskim miesięcznikiem “Wena”. Foto: Izabella Teresa Kostka, 2019

“Momenti di poesia” – di Paola Cingolani – Più che arresa sono in costante attesa

Ho rallentato per fare più tardi.
Potendo avrei fermato il tempo
ma inesorabilmente ho dovuto.

***
Ho riflettuto fino a scervellarmi.
Volendo avrei trovato soluzioni
che non sono state realizzabili.

***
Ho capito ciò che non ho detto.
Aspettando gli affetti collaterali
sanassero ogni antica malattia.

***
Ho perso certezze e speranze.
Rapidamente sparivano così
anche desideri ed entusiasmi.

***
Ho cercato di sapere se guarivo.
Ascoltando bollettini eloquenti
mi aggiornavo circa il mio stato.

***
Ho smarrito tutte le coordinate.
Non più notizie di me né segni
e cartografie del tutto scolorite.

***
Il male è l’isolamento acustico.
Se le urla si alternano ai silenzi
puoi parlare da sola per salvarti.
Ti abitui persino, tanto che, poi
guarita devi riprendere da capo.
Ho letto una frase oggi, non mia.
Ho ripassato questo male antico
esattamente in contrapposizione.
 
“Più che guardare si aspetta…
[…]
Mi sono affrettato per non arrivare in ritardo alla mia attesa.”
 
 
Certo, alcune attese sono belle.
Neppure io ne perdo un secondo
e m’affanno affinché durino a lungo
poi passa tutto in una volata
e rientro nel mio ermo colle
aspettando ben più di una settimana
continuando ad ignorare fermamente
sabati, villaggi e villani.
Più che arresa sono in costante attesa.

15 maggio 2017

paola maggio 6

 
 
 

ANGOLO DI POESIA: Quattro pensieri appartenenti al Realismo Terminale (di Izabella Teresa Kostka)

QUATTRO PENSIERI appartenenti al REALISMO TERMINALE

Autore: Izabella Teresa Kostka

MERCE SCADUTA

Si sgretola il mio mondo,
perde i pezzi,
difettosi bulloni di un macchinario
rimangono indietro nel tempo.

Sono merce scaduta
troppo sfruttata per ogni saldo,
mi arrampico sui vetri
come un ragno
e scivolo indifesa nel vuoto.

Mi prende in giro il destino,
si diverte all’impazzata
mentre io
tento di salvare le briciole
d’una vita frantumata.

PARTITA DI CALCIO

È una grande palla
questa nostra Terra
tracciata dai binari ferroviari,
divisa in campi multicolore
ove le statuine giocano a pallone.

Avvolta dal fumo del bene e del male
si strappa facilmente come un rotolo di carta,
sommersa, da anni, dalla differenziata
fa fatica a risorgere dal riciclaggio.

Azzurro pallone,
un po’ scucito,
assai amato da tutti i popoli,
ti sei messo in gioco coi dinosauri
per essere sconfitto dai piccoli mortali.

Spero
che venga per Te
il tempo supplementare!

RICICLAGGIO

Strade di Milano affollate di gente
aggredita dalle occulte polveri sottili,
di cartoni e barboni sfrattati in fretta
strappati come una non pagata bolletta.

Ripostigli di anime chiuse a chiave
ignorate come l’antiquariato in doppio saldo,
senza futuro e fuori scelta,
estranee alle telecamere del Grande Fratello.

Cortili che singhiozzano sottovoce
non sincronizzata su canali di largo ascolto,
sorrisi, volti, sdentate bocche,
amori riciclati tra la spazzatura.

Raccolta differenziata
di esseri umani.

APPESA

Vivo appesa
tra le pagine di un calendario
senza una stabilita meta,
il mio domani non avrà radici
perché non ho una fissa dimora.

Sono un aeroplano
dirottato dal malvagio destino
che deride ogni rimpianto,
l’imbarco parte da zero
e atterro su un suolo sbagliato.

Ho perso tutto il bagaglio
sulla rampa della perduta speranza.

Milano, 2018

Diritti intellettuali riservati

Izabella Teresa Kostka al Festival Internazionale di Poesia di Milano, l’evento dedicato al Realismo Terminale con Guido Oldani e Giuseppe Langella. Foto: Umberto Barbera.

Concluso Verseggiando al Festival Internazionale di Poesia di Milano “L’uguaglianza delle diversità” con Guido Oldani e Giuseppe Langella

(by I.T.Kostka)

La corrente del Realismo Terminale ha trovato da tempo un vasto spazio negli eventi del ciclo culturale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.

Ecco un breve fotoreportage scattato ieri durante la presentazione del libro “La guancia sull’asfalto” di Guido Oldani (Mursia Edizione, 2018) e il Reading di poesia civile “L’uguaglianza delle diversità” con Guido Oldani, Giuseppe Langella, Massimo Silvotti, Sabrina De Canio, Marco Pellegrini, Izabella Teresa Kostka, Barbara Rabita, Antonio Laneve, Antje Stehn, Enrico Ratti, Tito Truglia, Umberto Barbera, Patrizia Varnier, Maria Teresa Tedde, il duo “Poeticanti” Paolo Provasi e Roberta Turconi.

Presentazione e coordinamento: Izabella Teresa Kostka

Nell’ambito del Festival Internazionale di Poesia di Milano, Ex Fornace, sabato 11 maggio 2019 ore 14.30.
Sotto l’egida del Verseggiando sotto gli astri di Milano.

Foto: Umberto Barbera e Luciano Di Sisto

https://m.facebook.com/events/792872181072289

Continua a leggere “Concluso Verseggiando al Festival Internazionale di Poesia di Milano “L’uguaglianza delle diversità” con Guido Oldani e Giuseppe Langella”