” Stonewall ” al cineforum del PerlaNera, di Lia Tommi

Alessandria: Venerdì 22/02 cineforum al Laboratorio Anarchico PerlaNera (via Tiziano Vecellio 2, AL). Ingresso gratuito.

STONEWALL
Stonewall è un film del 2015 diretto da Roland Emmerich con protagonisti Jeremy Irvine e Jonathan Rhys Meyers.
La pellicola narra le vicende dei moti di Stonewall avvenuti nel 1969 a New York nel bar Stonewall Inn, da cui prendono il nome i fatti.
Il giovane Danny è all’ultimo anno del college e coltiva una relazione omosessuale con Joe. Suo padre, quando lo scopre, lo caccia di casa, e così Danny va a lavorare come barista a New York, nel locale gay Stonewall Inn. Un ragazzo travestito di nome Ray (Ramona), si innamora di lui, ma non è ricambiato. Quando iniziano le discriminazioni sociali verso i ragazzi, Danny inscena una violenta protesta contro la società e la polizia.

Presentazione eventi per i 10 anni di Me.dea, di Lia Tommi

AVVISO CONFERENZA STAMPA

Alessandria: Lunedì 25 febbraio ore 14.30
Aps me.dea – via Rivolta, angolo via Palermo
Alessandria

Aps me.dea Onlus, insieme a Teatro Alessandrino, Cinema Macallè e
Alessandria Film Festial, presenta la rassegna di eventi in programma
nei mesi di marzo e aprile, a conclusione dei festeggiamenti dei 10
anni di attività dell’associazione.
Interverranno:
• Sarah Sclauzero, Me.dea
• Lidia Pezzano, Teatro Alessandrino
• Salvatore Coluccio, Cinema Macallè
• Lucio Laugelli, Alessandria Film Festival

Iniziativa di Pro natura Gamalero al Parco dei frutti, di Lia Tommi

Potature e innesti

Evento · di Pro natura Gamalero “La collina”

Domenica 3 marzo 2019 dalle ore 10:30 alle 12:30

Parco dei frutti – presso area verde M. Bassan – Gamalero (AL)

Potature e innesti – IV edizione
L’iniziativa è gratuita, rivolta a tutti, e prevede attività pratiche sugli alberi da frutto.
Le esercitazioni sono coordinate da Giacomo Chiodi e Nico Palagano.
Al termine pane e salame e un buon bicchiere di vino.

In caso di maltempo l’appuntamento sarà annullato.

Per informazioni- cell. 328 1138353 (Nico)

Carabinieri. Novi Ligure: Operazione “MONOPOLI”, nuovi arresti (video)

Carabinieri. Novi Ligure: Operazione “MONOPOLI”, nuovi arresti

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia CC di Novi Ligure, in collaborazione con i colleghi del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Alessandria, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di due persone, un uomo e una donna, mentre per un terzo uomo è stata disposta quella dell’obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri di Ovada.

Le indagini, coordinate dalla Procura di Alessandria, scaturiscono dal medesimo contesto che nella prima decade dello scorso mese di dicembre aveva condotto gli investigatori all’arresto del noto Domenico DATTOLA, alla denuncia in stato di libertà di altre 12 persone ed al sequestro preventivo delle quote di 3 società e di una ditta individuale operanti nel settore della ristorazione, oltre a quello dei rapporti bancari riconducibili agli indagati, in essere presso diversi istituti di credito e di 2 autovetture.

In carcere sono finiti Carmen Domenica SCAFFINI, 41enne, moglie di DATTOLA e Salvatore ROMANO, 43enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, mentre nei confronti di G.A.B., 21enne di Ovada, il G.I.P. del Tribunale di Alessandria ha ritenuto di disporre l’obbligo di presentazione ai Carabinieri del posto. Continua a leggere

video: https://youtu.be/6mJEMaVamRo

Laboratori creAttivi “diversamente Uguali”

Laboratori creAttivi “diversamente Uguali”

lab infografica DV1lab infografica DV2

A marzo partono i Laboratori creAttivi “diversamente Uguali” per bambini (6-10 anni) e ragazzi (11-16 anni) organizzati da Ass. Culturale Il Cielo Capovolto e Progetto Art. CaleidoScoppio c/o Binaria Book (Gruppo Abele).

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/2016045511783181

Le iscrizioni saranno raccolte fino a esaurimento posti.

INFO e PRE-ISCRIZIONI: redazione@ilcielocapovolto.infoprogettocaleidoscoppio@gmail.com

tel. 333 9283127 indicando: nome e cognome del genitore; nome, cognome ed età del/la bambino/a o ragazzo/a; mail; telefono.

PRESENTAZIONE e FORMALIZZAZIONE ISCRIZIONI: venerdì 1 Marzo, ore 18.30 Continua a leggere “Laboratori creAttivi “diversamente Uguali””

Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

Caat, Rosso (Fdi): “5stelle nominano amici e parenti” 

roberto_rosso_03-1.jpg

Torino: “Al grido di onestà, apprendiamo che alla presidenza del Caat la giunta Appendino ha nominato un amico dell’assessore Sacco, ma anche amico del marito della stessa sindaca”: lo dichiara Roberto Rosso, capogruppo in Comune di Fratelli d’Italia.

caat-slide-1

“Senza voler mettere in dubbio le capacità professionali del presidente Marco Lazzarino – prosegue Rosso – sarebbe stato però interessante vedere che almeno i maestri d’onestà reclutassero i manager anche al di fuori della ristretta cerchia di amici e parenti”.

Music. Vinci il tuo sogno!, di Lia Tommi

Sabato 23 febbraio terza tappa a San Michele – Alessandria

Music. Vinci il tuo Sogno, la manifestazione canora ideata e organizzata da Giorgio Mengato, Elisabetta Stango e Giorgio Pagnotta, farà tappa a San Michele, frazione di Alessandria, sabato 23 febbraio, nel salone Polifunzionale in via Remotti 43, con inizio alle ore 21.
“Music” coinvolge quattro concorsi del territorio perché, come sottolinea Giorgio Mengato, “la musica unisce”: Gazebo Voice, Il Carrozzone Musicale – Una Canzone per te, Il Microfono d’oro e Emozioni con parole e musica
Due saranno le categorie coinvolte: i giovani (dai 14 ai 35 anni) e gli over (oltre 35 anni) che si sottoporranno al giudizio di una giuria qualificata e selezionata, i cui componenti provengono da varie estrazioni e competenze musicali, affinché il giudizio sia sempre espresso con competenza.
Tanti i premi messi in palio in ogni selezione.
Innanzitutto il primo classificato di ogni categoria vedrà aprirsi le porte per l’accesso diretto alla Finale della manifestazione in programma nel mese di giugno oltre a poter accedere alla finale dei concorsi partner.
Inoltre, sempre i primi classificati, riceveranno un gioiello e un buono sconto di Cinzia Stango Extensions Parrucchiera.
I secondi e i terzi classificati per ogni categoria e il Premio della Critica accedono direttamente alla Semifinale di “Music”. Nulla vieta che possano partecipare alle selezioni successive perché in caso di vittoria di tappa accederanno direttamente alla finale.
Il Premio della Critica consiste in uno sconto sulla mensilità per i corsi della Real Music Institute di Asti mentre la rivista RP Fashion & Glamour News mette in palio per un cantante in gara, indistintamente dalla categoria, il “Premio Immagine – Music. Vinci il tuo sogno” consistente in un servizio fotografico con fotografo, direttore artistico ed elaborazione personalizzata delle pose.
Premio speciale quello offerto dall’associazione Riders on the road (un gruppo di motociclisti che si mette in gioco per aiutare chi ha bisogno), riconoscimento che consente al premiato di accedere direttamente alle semifinali del concorso.
Il vincitore della finale, che si svolgerà, come già scritto, nel mese di giugno 2019, otterrà tra i vari premi un inedito, un live in un locale e l’intervista per una rivista nazionale.
Ricordiamo gli sponsor della manifestazione: Baby Boom abbigliamento bimbi Valenza; Cinzia Stango Extensions Acconciature Alessandria; Naturale Armonia benessere estetica Alessandria di Valentina Stango, Real Music Institute Scuola di Musica Asti, Riders on the Road e RP Fashion & Glamour News.
Per chi vuole ci sarà possibilità di cenare con menu dall’antipasto al dolce: costo menu per il pubblico 20 euro. Solo ingresso 5 euro.
Informazioni e iscrizioni contattando Giorgio Mengato o Elisabetta Stango sulla pagina Facebook di Music. Vinci il tuo sogno.

Ricostruito il clima degli ultimi 7 mila anni con uno studio sulle foglie cadute, di Lia Tommi

Una ricerca australiana, analizzando i sedimenti del fogliame della melaleuca, ha ricostruito il clima degli ultimi 7 mila anni.

Grazie a uno studio australiano condotto sulle foglie cadute al suolo migliaia di anni fa è stato possibile ricostruire il clima degli ultimi 7 mila anni.

La ricerca, sviluppata dall’Università di Adelaide e da scienziati del Queensland (stato dell’Australia), ha svelato il tasso di umidità e di piovosità del Queensland sud orientale nel corso degli ultimi millenni.

Il team di lavoro australiano per la propria scoperta ha analizzato i sedimenti del fogliame della melaleuca, un albero dalla corteccia “cartacea” ancora in un ottimo stato di conservazione, ritrovati nella Swallow Lagoon.

Le foglie analizzare hanno permesso di estrapolare una grossa quantità di dati sul fenomeno climatico “El Niño“, in particolare su come sia stato influenzato dai cambiamenti climatici, anche nel corso delle piccola era glaciale avuta tra il 1450 e il 1850.

I ricercatori hanno scoperto che tra i 5 mila e i 6 mila anni fa il clima era piuttosto umido, più simile all’altro fenomeno climatico ciclico “La Niña“. Da 3 mila anni fa, invece, le condizioni atmosferiche sono diventate piuttosto secche, un fatto che ha fortificato gli effetti di El Niño.

John Tibby del dipartimento di geografia dell’Università di Adelaide, ha affermato: “Durante questa fase ci sono stati periodi di siccità considerevoli, più secchi della siccità del millennio verificatasi nell’Australia sud-orientale dal 1997 al 2009”.

Trovare foglie conservate nei sedimenti lacustri di questa età è raro e questi ritrovamenti possono dirci molto sull’ambiente del passato. Ad esempio, la composizione degli isotopi del carbonio delle foglie può spiegare il grado di stress idrico sperimentato dalle piante nel momento in cui stavano crescendo.

Rivista di archeologia “ArcheoMedia”, di Lia Tommi

ArcheoMedia è una rivista di archeologia online ideata da Mediares S.c.
Le notizie di contenuto archeologico sono suddivise in numerose sezioni che riguardano l’archeologia in tutti i suoi aspetti: dalle ultime scoperte ai campi archeologici, dai convegni alle pubblicazioni, dall’archeologia sperimentale a quella subacquea o industriale.
È strutturata solo nella versione online e in una newsletter, gratuita, che viene inviata periodicamente agli abbonati, con l’elenco delle notizie inserite nelle ultime settimane .

Potete anche scaricare la App per ambiente Android.
La redazione si avvale di “collaboratori esterni”: potete registrarvi per inviarci i vostri studi, articoli, segnalazione di eventi che riguardano l’archeologia. Informazioni su come collaborare alla pagina “Collabora con noi”.
Registrazione Tribunale di Torino n. 5936 del 17/01/2006 – Direttore editoriale: Gabriella Monzeglio – Editore: Mediares S.c. – ISSN 1828-0005

ArcheoMedia è una rivista di archeologia ideata da Mediares S.c.
Per contattare la Redazione potete utilizzare i seguenti recapiti:
Redazione ArcheoMedia c/o Mediares S.c.
Via Gioberti 80/D – 10128 Torino
Tel 011.5806363 – Fax 011.5808561
e-mail: mediares@mediares.to.it
http://www.mediares.to.it
SOSTIENICI

L’abbonamento ad ArcheoMedia è gratuito, ma per potervi dare un servizio sempre più completo, più tempestivo e migliore richiede maggiori costi e maggior impegno. Aiutaci in questo senso facendo una “donazione a sostegno di ArcheoMedia “

Se vuoi ricevere la Rivista gratuita di archeologia realizzata dalla Redazione di ArcheoMedia invia un messaggio a club@archeomedia.net
indicando “Abbonamento ArcheoMedia”.

Premio di poesia e narrativa “Poesia onesta”, di Lia Tommi

14° PREMIO INTERNAZIONALE di POESIA e NARRATIVA
«POESIA ONESTA» 2019
in collaborazione con Assemblea Legislativa delle Marche – Comuni di: Ancona
Camerata Picena – Chiaravalle – Falconara M. ma – Polverigi – Santa Maria Nuova – Agugliano

«Ai poeti resta da fare la poesia onesta» (Umberto Saba)

Il Concorso si articola in 5 sezioni a TEMA LIBERO.
Possono partecipare autori italiani ed europei purché scrivano in italiano o in uno dei dialetti italiani.

Sez. A – Raccolta di 10 poesie in italiano
Sez. B – Poesia singola in italiano (sono ammesse max 2 poesie)
Sez. C – Raccolta di 8 poesie nei dialetti italiani e lingue di minoranza, con traduzione in italiano
Sez. D – Poesia singola in dialetto (sono ammesse max 2 poesie con traduzione in italiano)
Sez. E – Racconto breve in italiano

REGOLAMENTO
– Tutte le opere delle sezioni sopraelencate devono essere inedite
– La raccolta di poesie (Sezioni A e C) deve avere un titolo
– Tutte le opere devono pervenire in unica copia anonima + scheda di partecipazione compilata
– La Segreteria provvederà a produrre le copie anonime per la Giuria esaminatrice
Sezioni A, B, C, D
Ogni poesia non deve superare i 36 versi.
Gli autori delle sez. C e D devono dichiarare la località in cui il dialetto si parla
Sezione E
Ogni narratore deve partecipare con 1 solo racconto.
Il racconto non deve superare le 5 pagine formato A4, possibilmente in carattere Times New Roman, corpo 12

INVIO OPERE
Gli elaborati di tutte le sezioni vanno spediti entro il 31 maggio 2019
– o per posta ordinaria a: VERSANTE Associazione Culturale POESIA ONESTA
Via Molino, 15 – 60020 Agugliano (AN)
– o per e-mail (in formato word): associazioneversante@gmail.com (sarà inviato OK di avvenuta ricezione)
Fa fede il timbro postale o la data di spedizione di posta elettronica.
QUOTE DI PARTECIPAZIONE

Sezioni A, C, E: euro 15 per ciascuna sezione
Sezioni B, D: euro 10 per ciascuna sezione
Per chi partecipa alle sezioni A + B: euro 20 complessivi
Per chi partecipa alle sezioni C + D: euro 20 complessivi
Per chi partecipa a tutte le 5 sezioni: euro 40 complessivi
La quota di partecipazione va inviata in una delle seguenti modalità:
1. in busta unitamente alle opere
2. con versamento sul conto corrente postale n. 8358993 intestato a:
VERSANTE Associazione Culturale – Premio POESIA ONESTA
3. con bonifico (Codice IBAN: IT31G0760102600000008358993)

“Soldato mulo va alla guerra” a Borgo del Teatro domenica prossima, di Lia Tommi

Domenica 24 febbraio 2019. Ore 17.30
Sala dell’Affresco, Chiostro di Santa Maria di Castello, Piazza Santa Maria di Castello 14, Alessandria

Borgo del Teatro, collezione inverno – primavera
“Soldato mulo va alla guerra”
Con: Massimo Barbero.
Consulenza storica di: Nicoletta Fasano e Mario Renosio.
Costume: Sara Bosco – Vezza Maison.
Testo e regia: Patrizia Camatel.
Compagnia Teatro degli Acerbi.
Per informazioni e prenotazioni
On line: http://www.illegali.it/prenota-subito
Telefono: 3351340361
Email: info@illegali.it
Pagina Facebook: glillegali

Prima dello spettacolo (ore 17.30) per la pubblicità a teatro, iniziativa di presentazione delle attività
commerciali e associazionistiche del quartiere di Borgo Rovereto, sarà con noi e si presenterà l’amico Gianaggiusta (“Think globally Bike locally” “Penso globale pedalo locale”, Spalto Borgoglio 83. Tel. 3387875918). La presentazione durerà 10 minuti.

Rassegna realizzata con il contributo della Fondazione SociAL
L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL per il contributo alla rassegna, il Chiostro Hostel and Hotel per l’ospitalità, il sostegno, l’entusiasmo, l’amicizia dimostrata, la Provincia di Alessandria per il patrocinio concesso alla manifestazione, Anna Piccini per la realizzazione del design grafico dell’iniziativa.

La storia

Durante la Prima Guerra Mondiale accanto agli uomini ha combattuto un esercito dianimali. Muli, asini, buoi, cani, cavalli, piccioni vennero utilizzati per le azioni belliche, per lo spostamento di reparti e materiali, per le comunicazioni e il sostentamento delle truppe. E le testimonianze degli uomini al fronte ci parlano
anche di convivenze altrettanto strette, con gli animali, ma non altrettanto desiderabili: i topi cheinvadevano le trincee, pulci e pidocchi che infestavano le vesti e i giacigli …
La forzata coesistenza di animali di ogni genere con gli uomini avvicinò gli uni agli altri in una tragica fratellanza di fronte alla morte e alla sofferenza. Creature affratellate anche dalla condizione dell’inconsapevolezza: il soldato semplice, la giovane “carne da cannone” che ha perso la vita, e l’identità stessa, nelle trincee del Carso o sui monti contesi agli austriaci, è all’oscuro dei piani di conquista degli Stati,
delle alleanze e delle strategie, proprio come un mulo sotto il basto,cui si chiede solo di obbedire; al soldato si chiede di resistere, di sopravvivere, nascondendosi e strisciando nel fango, profittando degli avanzi o della morte dei compagni, proprio come farebbe un ratto.

Carabinieri. Novi Ligure: Operazione “MONOPOLI”, nuovi arresti

Carabinieri. Novi Ligure: Operazione “MONOPOLI”, nuovi arresti

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Compagnia CC di Novi Ligure, in collaborazione con i colleghi del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Alessandria, hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere nei confronti di due persone, un uomo e una donna, mentre per un terzo uomo è stata disposta quella dell’obbligo di presentazione quotidiana ai carabinieri di Ovada.

SONY DSCSONY DSC

Le indagini, coordinate dalla Procura di Alessandria, scaturiscono dal medesimo contesto che nella prima decade dello scorso mese di dicembre aveva condotto gli investigatori all’arresto del noto Domenico DATTOLA, alla denuncia in stato di libertà di altre 12 persone ed al sequestro preventivo delle quote di 3 società e di una ditta individuale operanti nel settore della ristorazione, oltre a quello dei rapporti bancari riconducibili agli indagati, in essere presso diversi istituti di credito e di 2 autovetture.

In carcere sono finiti Carmen Domenica SCAFFINI, 41enne, moglie di DATTOLA e Salvatore ROMANO, 43enne, entrambi già noti alle Forze dell’Ordine, mentre nei confronti di G.A.B., 21enne di Ovada, il G.I.P. del Tribunale di Alessandria ha ritenuto di disporre l’obbligo di presentazione ai Carabinieri del posto. Continua a leggere “Carabinieri. Novi Ligure: Operazione “MONOPOLI”, nuovi arresti”

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava

I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava

Alessandria: Appartengo ad una generazione nella quale il lavoro non mancava e quando raramente capitava di perderlo, o invece più frequentemente si decideva di cambiare azienda per migliorare la propria posizione economica o per motivi di carriera, non c’erano problemi a trovarne un altro. 

laureati-in-viaggio-giovani-estero-286x300

Ai lavoratori più qualificati, senza alcuna differenza fra operai, impiegati, funzionari o dirigenti, bastava una telefonata a chi li aveva contattati in precedenza con una proposta lavorativa e nel giro di qualche giorno operavano per un altra azienda, per quelli meno qualificati occorreva comunque poco tempo per una nuova sistemazione.

All’epoca esisteva esclusivamente il contratto di lavoro a tempo indeterminato e le varie organizzazioni sindacali, vantavano nei confronti delle imprese, un peso contrattuale decisamente superiore a quella odierno.

Negli anni 60 e per alcuni decenni a seguire l’occupazione non rappresentava ancora un grande problema, ma il cambiamento era nell’aria, i primi segnali importanti sono iniziati negli anni 90 e in particolare a partire dall’anno 2000, il mondo stava evolvendo, i mercati emergenti, la globalizzazione e la concorrenza internazionale iniziavano a produrre i primi effetti, che in seguito diventarono devastanti per le imprese italiane.

Le crescenti difficoltà delle stesse determinarono due conseguenze, l’inizio della delocalizzazione di diverse aziende in paesi dove il costo della mano d’opera era decisamente più basso e un ulteriore conseguente aumento della disoccupazione. Continua a leggere “I giovani ma non solo e i problemi del lavoro, di Pier Carlo Lava”

Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese”

Roma, 20 febbraio 2019 – “Completare l’autostrada Asti-Cuneo, un’infrastruttura che darà un contributo fondamentale a supporto della competitività dell’intero Piemonte, e collegare l’Italia alla Francia con l’Alta velocità a vantaggio delle persone, di chi lavora e di chi crea lavoro sono due obiettivi imprescindibili per il Paese.

Massimo Berutti

Ora che siamo prossimi alla possibilità di completare le due opere, così da rafforzare la rete infrastrutturale piemontese e inserire l’Italia nei principali corridoi europei, è assurdo pensare di fermare le prosecuzioni come vogliono fare i Cinque Stelle”.

Lo dichiara il Senatore di Forza Italia Massimo Berutti in relazione alla mozione sulla TAV presentata da Forza Italia in Senato per impegnare il Governo a dare piena attuazione all’Accordo ratificato dal Parlamento italiano che ha riconosciuto all’opera una valenza strategica; a garantire un adeguato piano finanziario con programmazione pluriennale nella più ampia trasparenza, rispetto dei territori coinvolti e dell’ambiente; ad assumere iniziative per garantire gli stanziamenti per la realizzazione delle opere previste dal piano strategico e a coinvolgere la Commissione europea nella programmazione di ulteriori risorse. Continua a leggere “Grandi opere, Massimo Berutti (FI): “dalla Asti-Cuneo alla TAV i Cinque Stelle non possono bloccare il futuro del Paese””

Il culto delle anime pezzentelle, di Marie Morel

di Marie Morel

Cimitero_delle_Fontanelle_-_DM_-_016
Cimitero delle Fontanelle

Una storia tutta napoletana che mi ha sempre toccata nel profondo è il culto delle anime pezzentelle. E’una devozione che affonda le sue radici nella tradizione popolare, in cui il sacro incontra il profano e che i napoletani hanno coltivato per secoli, fino a pochi decenni fa.

Le anime pezzentelle, per i napoletani, sono quelle abbandonate, di persone povere, morte da sole e che non hanno nessuno che preghi per loro, affinché possano scontare il periodo di Purgatorio più in fretta e volare così in Paradiso.

Il culto nacque nel 1600, quando a Napoli vi fu l’epidemia di peste che fece oltre trecentomila morti. I corpi vennero seppelliti in parte nella chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco ed ammassati nel cimitero delle Fontanelle. La maggior parte di essi non aveva neppure un nome e ben presto non rimase che un mucchio di teschi e ossa.

Nell’immaginario popolare, le anime di quei defunti si trovavano in Purgatorio per espiare i peccati commessi in vita e,dunque, destinate a soffrire a lungo, perché abbandonate e dimenticate. Esse, però, potevano intercedere per ottenere grazie per coloro che offrivano loro suffragi, per abbreviare la loro pena.

Oggetto di devozione divennero, in particolare i teschi ( detti capuzzelle), che le persone adottavano, per chiedere all’anima grazie e protezione, in cambio di una sepoltura degna e del riposo eterno. Continua a leggere “Il culto delle anime pezzentelle, di Marie Morel”