Frassineto Po: Sagra del peperone, di Cristina Saracano

Nell’ultima settimana di agosto, si svolgerà a Frassineto Po la tradizionale sagra del peperone, alla sua 46ma edizione.

Questa verdura, ottima da gustare cruda o cotta, va coltivata con amore e passione per soddisfare tutti i palati.

Qui di seguito riporto gli eventi, il 28 agosto, tributo a Ligabue e il 29 spettacolo di musica e ballo con gli Esplosion, inoltre alcune interessanti curiosità sull’ortaggio.

Lipari – Grazia Denaro

15235737103_ee88ced78a_o-1024x657

Tra le Isole Eolie, Lipari è la più estesa, somiglia ad una piccola città, ed è sicuramente il miglior compromesso tra bellezze paesaggistiche, divertimento e comodità.

Vi regalerà non soltanto bellissime spiagge con zone selvagge e incontaminate, ma anche divertimento, arte e cultura.La baia di Marina corta è ricca di localini tipici, bar, ristoranti e gruppi musicali che si esibiscono dal vivo.

L’intera isola è facilmente percorribile con auto o motorino, ma per chi vuole godere dei veri ritmi e dei suoni dell’isola consigliamo la bicicletta.

castello7-e1515260477665

Il territorio di Lipari

L’isola di lipari, distante circa 38 km dalla costa settentrionale della Sicilia, con i suoi 37,6 kmq è l’isola più grande dell’arcipelago delle Eolie. È la seconda isola più vicina al promontorio di Milazzo, preceduta dall’Isola di vulcano dalla quale è divisa da una parte di mare di circa mezzo miglio, conosciuto anche come “bocca di Vulcano”

Come tutte le altre isole dell’arcipelago delle Eolie, è di origine vulcanica, come dimostrato dalla conformazione idrogeologica del territorio che si presenta con coste alte e frastagliate, numerose grotte, faraglioni e “scogli” di origine vulcanica. Continua a leggere “Lipari – Grazia Denaro”

Sagra della fassona a Borgoratto

Borgoratto. Ultima serata, oggi 18 agosto 2019 con la fassona piemontese, regina dei.piatti tipici della nostra zona, a Borgorattto, nella tradizionale sagra.

Ci sarà anche una serata danzante, come nei giorni precedenti, inoltre, sarà ancora visitabile la mostra pittorica di Giovanni Massolo presso l’ex asilo di via Colombo.

IO LA CUCINO COSI’… LA PANZANELLA

Dalla mia pagina FB: “Nonna Lina vi consiglia”

Siamo in estate, anzi siamo a ferragosto, e quale piatto migliore in queste giornate estive, se non una bella PANZANELLA, ma io oggi vi voglio insegnare una panzanella particolare, che ho scoperto in quel libro favoloso di mia nonna…..io l’ho provata e vi garantisco che è un delizioso piatto unico da gustarsi in riva al mare, o in un verde prato, o comunque anche in casa magari con un ventilatore o condizionatore acceso…..Buon ferragosto amici e buon appetito.

Ingredienti:

400/600 gr di Pane casalingo raffermo
4 o 5 pomodori piuttosto maturi
2 belle cipolle fresche rosse toscane
2 cetrioli
un mazzetto di radicchio da taglio
un finocchietto non tanto grosso
una bella carota
una fetta dal taglio medio di prosciutto crudo saporito
due o tre acciughe sott’olio
una scatoletta di tonno 
tre uova sode
un cucchiaio di capperi
una fetta di formaggio emmental 
strisce di peperone in agrodolce rossi e gialli.
Quattro o cinque foglioline di basilico
un pizzico di peperoncino frantumato
sale 

Tagliate il pane raffermo a fette spesse e queste ritagliatele a grossi dadi, poi mettete il tutto in bagnomaria con acqua preferibilmente fredda. Lasciatelo ben inzuppare per circa 10/15 minuti.
Nel frattempo prendete tutti gli ingredienti (eccetto i peperoni), li pulite, lavate bene le verdure, tagliate a tocchetti il pomodoro, il formaggio, il finocchietto, la carota, i cetrioli, il prosciutto, spezzettate il tonno e i capperi, tagliate in varie parti le uova che avrete precedentemente rassodate e freddate e spezzettate il basilico,e poi mettete tutto in una capiente zuppiera, condite con abbondante olio EVO e unite il peperoncino e il pepe. 
A questo punto strizzate ben bene il pane raffermo, lo sbriciolate come meglio possibile e lo unite alle verdure sopra condite, mescolate bene e con cura, aggiungete ancora un poco di olio EVO, salate e poi come decorazione usate le striscie di peperone giallo e rosso mettendole sopra il composto. Ricoprite con un piatto o carta argentata e mettete in frigorifero. Servite freddo.

ERREBI

Immagine web

 

Eventi d’estate di Cristina Saracano

Decisamente ben riuscita la manifestazione “Notti d’agosto” che si è svolta dal 7 all’11 agosto alla caserma Valfre’ di Alessandria.

Buon cibo nel rispetto della tradizione piemontese: dagli agnolotti, alla trippa e al bollito misto, senza dimenticare un gelato artigianale prodotto da un nome noto da decenni in città, il tutto condito da ottima musica: dallo spettacolo da ballare ed ascoltare della Shary Band, ma anche musica reggae, funky, gli Asilo Republic che hanno proposto la storia della canzone di Vasco e, per finire, gli Utopia, delicati e graffianti allo stesso tempo, hanno chiuso la manifestazione ieri sera.

Il pubblico, sempre molto presente ha dimostrato che la scommessa è stata vinta: valeva la pena organizzare un evento del genere in pieno periodo feriale, in una città a detta di molti poco partecipe, andranno smentiti!

E si pensa già al bis per l’anno prossimo.

Nelle foto: alcuni momenti del concerto degli Utopia.

Grande successo dell’evento “Monleale Calici di Stelle”

Grande successo dell’evento “Monleale Calici di Stelle”

di Pier Calo Lava

Alessandria today: A Monleale Alto (provincia di Alessandria), in Piazza Capsoni, in uno splendido panorama stellato, si è svolta Calici di Stelle all’interno di una ideale vetrina dei vini e dei prodotti tipici locali.

La serata è stata allietata da intrattenimento musicale e spettacolo pirotecnico. L’iniziativa si è svolta il 10 agosto dalle ore 20 fino alle 2 di notte.

L’organizzazione è stata curata dal Comune di Monleale e Città del Vino, tantissimi i prodotti dalle valli tortonesi e non solo che sono stati degustati durante l’evento.

Tra l’altro tipicità di Cascina Galeazzo a Volpeglino, torte di nocciole senza glutine di Ca du Ninein di Acqui Terme, pane Grosso di Tortona, Salame Nobile del Giarolo, formaggio montebore, confetture senza conservanti, frutta pregiata del territorio e birre artigianali.

Alcune foto dell’evento a cura di Stefania Marina…

Selinunte, di Grazia Denaro

Arte e cultura della Scilia Occidentale

xselinunte-1.jpg.pagespeed.ic.tHs1CMNtHU

Selinunte, nel periodo che va dal V al III secolo a.C., è stata un’antica città greca che si trova sul litorale sud-ovest della Sicilia occidentale.

Adesso fa parte del territorio del comune di Castelvetrano, in provincia di Trapani. Il suo Parco Archeologico è il più grande d’Europa. Ma questa località ha anche molto da offrire a chi desidera trascorrere un periodo di vacanza all’insegna del mare e del completo relax. Spiagge incontaminate e una suggestiva Area Protetta Marina.

Oltre alle bellezze paesaggistiche, nella stagione estiva, si ha modo di gustare nei ristoranti lungo il litorale i prodotti tipici e le prelibatezze della cultura gastronomica siciliana.

Ma adesso iniziamo esplorare le bellezze naturali, artistiche e archeologiche di una realtà alquanto suggestiva, come Selinunte.

 

Selinunte è una località molto ricca di storia per via del suo Parco Archeologico che si estende per oltre 1700 km quadrati e ci offre tantissime testimonianze della dominazione greca di cui ha subito l’influenza nell’antichità. Al suo interno, si possono visitare ben 5 templi di cui solo uno è stato ricostruito per intero, il Tempio di Era.
Molti reperti rinvenuti sono stati trasferiti al Museo Archeologico di Palermo. Eccetto la statua di Efebo che è rimasta in zona e può essere visitata al Museo Comunale di Castelvetrano.
Tra i siti di interesse archeologico, che si trovano all’interno del Parco, si segnala l’Acropoli dedicata alle divinità greche. Molto probabilmente in parte era anche abitata durante il periodo di dominazione greco-punico.

Da non perdere anche l’affascinante Malophoros, il santuario di Demetra Malophoros, una divinità al tempo invocata in più aree della Sicilia. Nella collina orientale del Parco si trovano 3 dei più antichi e grandi Templi greci, risalenti intorno alla metà del V secolo a.C..

selinunte-vista-aerea

Parco Archeologico di Selinunte

 

index

Tempio di Demetra

A fijjia du conti e u marinaru

calabrisando

a fijjia du conti e u marinaru

Supra a costa da Scalìa edi arrivatu nu marinaru, stancu i sindi stani dintru u mari. Edi riccu, a stiva chjina i ricchizzi, ma edi sulu e bbellu cumu u suli. Sindi vadi passijiandu ppi i strati du pajisi, ppi truvani a paci dintru u cori sua; edi riccu ma tantu poviru, senza na fimmina ca sindi pijjiadi cura!

“Finalmenti signu turnatu ‘ntra terra mijia, anni e anni a navigari supra ssu bbarcuni, e muni puzzu sbarcani. Hajiu accumulatu tanti ricchizzi, ma cchi mindi fazzu si nun tignu u tesoru cchjiu grandi: na famijjia, na mujjiri e tanti figghji. Scalìa mijia, cumu sini cangiata, nun t’arricurdavu accussini bbella! L’ucchji mijia sunu chjini i chiantu, e u cori mijiu zumbadi forti da cuntentizza”

View original post 1.634 altre parole

Notte Dei Sapori A Oviglio, di Lia Tommi

Notte Dei Sapori A Oviglio
Edizione 2019
Martedì 30 Luglio 2019 -Oviglio (AL)

il 30 luglio 2019 arriverà la terza edizione della Notte di Saporia Oviglio (AL) , una serata gastronomica con bancarelle, musica e spettacoli per le vie del paese.

Musica e spettacoli con:
Beppe Mistretta e i Pezzi di Band
SUPER PAUER TRIO +1
La Fattoria di Maggie
Coro P.VOices
Countryfever Alessandria
Marik

Menù
Aperitivi e antipasti
Aperitivi (Bar della Pro Loco di Ezio Pilati)
Bagna càuda con le sue verdure (NUOVO RISTO LEO)
Carne cruda di Fassona battuta al coltello (Macelleria Guastavigna)
Lumache fritte (La Lumaca Monferrina)
Salumi misti (Salumificio Cereda)
Tris di antipasti piemontesi (Osteria della Luna in Brodo)
Tris di Robiole di Roccaverano (Azienda Agricola Marconi)
Piatti unici
Farinata (La Farinata di Totò)
Pizza (SOMS Oviglio 1873 secondo profilo)
Primi
Cinghialini al burro profumato – agnolottini di cinghiale (Ristorante da Tunon)
Paella (Frissko surgelati – Spaccio Caffè)
Pén al ragù di Oviglio (Associazione Turistica Pro Loco di Oviglio)
Secondi
Cartoccio di frittura (Caffè Alessandrino)
Crema di patate all’olio evo, baccalà mantecato e polvere di olive, capperi e confit (Donatella Bistrot)
Fritto di carne alla campese (Bottega del Maiale)
Guazzetto alla ligure con crostino di pane (Pescheria Gabri)
Hamburger e patatine (Gran Canyon Country Pub)
Salamino della Fraschetta con cipolla di Tropea e crema di peperoni di Carmagnola (Macelleria Balza – “carni d’autore”)
Dolci
Gelati artigianali (Elligroup Gelati e SestoSenso)
Torta di nocciole (Azienda Vitivinicola Pierangelo Iglina)
Bevande
Birra al cardo gobbo di Nizza (La Lumaca Monferrina)
Birre alla spina (Gran Canyon Country Pub)
Vini (Azienda Vitivinicola Pierangelo Iglina)

Missili in giardino ma… in mès dal mond

Missili in giardino ma… in mès dal mond

Nuccio Lodato – Maurizio Mula  https://appuntialessandrini.wordpress.com

Da vogheresi doc che si conoscono dall’infanzia -nel senso letterale: otto anni di scuola nello stesso banco e un felice ritrovarsi, contro ogni calcolo probabilistico, da pensionati- amiamo molto Rivanazzano.

missili

Da piccoli, “à la Riva” le nostre mamme ci portavano alle terme per le inalazioni con la “corriera” della non ancora Arfea (la gloriosa ditta Noli, fiore all’occhiello iriense anch’essa…); qualche anno dopo ci andavamo per conto nostro in bici, azzardando spesso il mitico percorso Voghera-“Riva”-Salice con ritorno via Casalnoceto-Viguzzolo-Tortona-Pontecurone, non senza qualche affondo più audace nel profondo della Valle Staffora fino a Varzi e più su.

Oggi è diventato luogo gradito e frequentato di incontri familiari: la squisita tavola ospitale di Piera Selvatico, l’eccellente lavoro della Biblioteca, del Teatro e dell’attivissimo Circolo Fotografico, la splendida galleria d’arte contemporanea di Franco Riccardi, le squisitezze della gelateria-pasticceria Albertini e il richiamo della piscina ce lo rendono altrettanto familiare quanto sessanta e più anni fa.

Per tutte queste ragioni personali condivise, siamo rimasti particolarmente colpiti, e almeno in prima battuta esilarati, dalle recenti notizie di ritrovamenti: anche se, pensandoci bene…. Ma cominciamo dal fatto. Continua a leggere “Missili in giardino ma… in mès dal mond”

5 momenti di poesia di Antonio Scarito

5 momenti di poesia di Antonio Scarito

di Pier Carlo Lava

Logo Alessandria today ok copia

La cultura è cibo per l’anima e la mente e la cifra della cultura misura la saggezza e la pace dei popoli, le persone ignoranti e prepotenti si scontrano anche per cose banali, mentre quelle che amano la cultura si incontrano per sfide letterarie… Se due persone ignoranti e prepotenti vengono chiuse in un labirinto si picchieranno selvaggiamente sino a che uno dei due prenderà il sopravvento e poi chi vince non riuscirà mai ad uscirne. Mentre se due persone colte vengono chiuse in un labirinto, prima si scambieranno le loro esperienze culturali arricchendosi reciprocamente e vincendo tutti e due, poi insieme cercheranno il modo migliore per uscirne e ci riusciranno.

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori e agi appassionati di poesia, ma anche a tutti quelli che amano la cultura, 5 poesie scelte per voi nel vasto repertorio del poeta Antonio Scarito.

https://alessandria.today/2019/06/08/momenti-di-poesia-di-antonio-scarito/

https://alessandria.today/2019/05/30/momenti-di-poesia-pensieri-di-oggi-di-antonio-scarito/

https://alessandria.today/2019/07/21/momenti-di-poesia-ho-visto-gente-camminare-di-antonio-scarito/

https://alessandria.today/2018/11/17/prenditi-tutto-di-antonio-scarito/

https://alessandria.today/2019/03/25/momenti-di-poesia-dopo-il-viaggio-di-antonio-scarito/