La notte delle stelle cadenti, di Lia Tommi

Non sarà come osservare le eclissi di Luna più lunga del secolo, ma l’appuntamento annuale con le “lacrime di San Lorenzo” potrebbe essere altrettanto spettacolare. In realtà lo show delle “stelle cadenti” è già iniziato da qualche settimana.

Ma quest’anno il picco per le meteore appartenenti allo sciame delle Perseidi si registrerà tra le ore 16 del 12 agosto e le ore 4 della mattina del 13 agosto. La media prevista va da 60 a 100 meteore visibili a occhio nudo ogni ora – praticamente una al minuto. Le notti tra il 10 e il 15 agosto sono comunque altrettanto adatte per dare la caccia a questo fenomeno così affascinante.

Gli esperti ritengono che quest’anno, le condizioni per osservarle saranno perfette: il clima è ideale, in cielo non dovrebbero esserci nuvole e, se vi trovate lontano dai centri abitati e da fastidiose illuminazioni artificiali, lo spettacolo dovrebbe essere assicurato, dato che la Luna sarà assente nei cieli notturni tra il 10 e il 15, e sarà comunque nuova sabato 11.

Si consiglia di aspettare almeno le 22, perché il cielo sia più buio specie dopo il tramonto della Luna, e il radiante cominci ad alzarsi sull’orizzonte. Per chi non teme il sonno e l’umidità, le Perseidi saranno osservabili praticamente fino all’alba.

Dove guardare? Il ‘radiante’ delle Perseidi, ovvero il punto del cielo dal quale queste meteore sembrano provenire, è situato nella costellazione del Perseo (da cui il nome dello sciame), che sarà basso sull’orizzonte in direzione nord-est nella prima parte della serata, e poi via via sempre più alto. Ma le meteore più luminose saranno visibili a una certa distanza dal radiante: probabilmente il modo migliore per osservare le Perseidi è guardare in alto verso lo zenit, proprio sopra le nostre teste.

Non ci sono solo le stelle.
Concedetevi però almeno un’ora di osservazione, perché queste piogge meteoriche arrivano all’improvviso e sono intervallate da periodi di calma piatta. Se siete fortunati e vi trovate in un luogo completamente buio (l’assenza della Luna aiuterà), i vostri occhi possono impiegare fino a 20 minuti per adattarsi all’oscurità, quindi prendetevi il vostro tempo. A occhio nudo sono e saranno visibili anche quattro pianeti in formazione d’eccezione: Venere, Giove, Saturno e Marte.

La vittoria di Pablo Neruda

Una lettura dell’ “Ode all’uomo semplice” di Pablo Neruda letta, come sempre in maniera esemplare, da Luigi Maria Corsanico e da me già commentata su Youtube, ma che qui riprendo sotto un altro profilo.

“vinceremo,

anche se tu non lo credi,

vinceremo.” dice Neruda concludendo la sua poesia con questi versi.

Ma cosa vinceremo? il dolore della vita, quello delle nostre scelte, quello che ci procurano gli altri?

La mano sulla spalla che Neruda ci offre come un amico, ci consolerebbe certamente come ci consola la mano dell’amico che ci si pone a fianco. Saremo più sereni, saremo più sorridenti, ci sembrerà più lieve il dolore.

Ma sconfitti siamo e sconfitti resteremo, perché ciascuno di noi è uno e solo uno.

E quando ciascuno di noi pensa e aspira alla felicità non può che pensare e aspirare alla propria. Anche se al di là della propria pensa e vuole la felicità dell’umanità.

Forse se si fosse santi… Ma essere santi non è una categoria dell’essere, semmai è un modo per dare un significato alla sconfitta.

Ti racconterò in segreto
chi sono io,
così, ad alta voce,
mi dirai chi sei,
voglio sapere chi sei,
quanto guadagni,
in quale azienda lavori,
in quale miniera,
in quale farmacia,
ho un dovere terribile,
cioè sapere,
sapere tutto,
giorno e notte sapere
come ti chiami,
è questo il mio compito, conoscere una vita
non è abbastanza,
né conoscere tutte le vite è necessario,
vedrai,
bisogna sviscerare,
grattare a fondo
e come in una tela
le linee nascosero,
con il colore, la trama
del tessuto,
io cancello i colori
e cerco fino a trovare
il tessuto profondo,
così trovo pure l’unità degli uomini,
e nel pane
cerco
più in là della forma:
mi piace il pane, lo mordo,
e allora
vedo il frumento,
i campi di grano vicini,
la verde forma della primavera,
le radici, l’acqua,
per questo
più in là del pane,
vedo la terra,
l’unità della terra,
l’acqua,
l’uomo,
e così provo tutto
cercandoti
in tutto,
cammino,nuoto,navigo
fino ad incontrarti,
e allora ti domando
come ti chiami,
strada e numero,
perché tu riceva
le mie lettere,
perché io ti dica
chi sono e quanto guadagno,
dove abito,
e com’ era mio padre.
Vedi che semplice sono,
che semplice sei,
Continua a leggere “La vittoria di Pablo Neruda”

Metti un sabato a Volpedo, tra Festa della pesca e 150° anniversario della nascita di Pellizza

Di Maria Luisa Pirrone

Sabato 28 luglio sarà una giornata importante per Volpedo: si celebrerà il 150° anniversario della nascita di Giuseppe Pellizza, il grande pittore divisionista nato proprio nel piccolo borgo tortonese il 28 luglio del 1868.

Per l’occasione, sono previsti alcuni imperdibili eventi all’interno della “Festa della pesca di Volpedo 2018”.

Continua a leggere “Metti un sabato a Volpedo, tra Festa della pesca e 150° anniversario della nascita di Pellizza”

Si è svolta sabato scorso la seconda Festa Nazionale del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona

Si è svolta sabato scorso la seconda Festa Nazionale del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona

“Coltivare la terra e gettare il seme, atti d’amore e di fiducia”

 Al mattino mercato straordinario di Campagna Amica in piazza Gavino Lugano e in piazza Duomo la possibilità di acquistare il pane realizzato con il grano San Pastore

Il maltempo non ha impedito sabato scorso che si celebrasse la “Seconda Festa del Ringraziamento del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona” dove, per l’occasione, in piazza Gavino Lugano è stato allestito un Agrimercato straordinario di Campagna Amica che ha visto la partecipazione dei produttori di Campagna Amica, del Consorzio Nazionale Produttori San Pastore e i panificatori del Grosso di Tortona, tutti insieme, per festeggiare il primo compleanno del Pane Grosso di Tortona. Continua a leggere “Si è svolta sabato scorso la seconda Festa Nazionale del grano San Pastore e del Pane Grosso di Tortona”

La terra calda, di Valerio Villari

La terra calda, di Valerio Villari

La terra

Se la mia mano un giorno
non sapesse più scrivere sul foglio,
se la mia bocca un giorno
non dovesse più parlare,
se i miei occhi un giorno
non sapessero più guardare,
se i miei sogni un giorno
non potessi più raccontare

ti prego, amore, lascia che siano
le tue mani a leggere quanto
le mie hanno scritto
anche sulle tue labbra,
con la mia bocca divenuta
silenziosa e potrai guardare
con i tuoi occhi i miei
sogni e raccontarli a chi
vorrà e saprà ascoltarli,
come hanno fatto le mie
parole, prima di morire,
nel silenzio che non muore.
Continua a leggere “La terra calda, di Valerio Villari”

RFI, LINEE GENOVA – MILANO/TORINO/PIACENZA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI

RFI, LINEE GENOVA – MILANO/TORINO/PIACENZA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI

1a Generica interruzione Mignanego 13 16 luglio def 21aa Generica interruzione Mignanego 13 16 luglio def 2

·      sabato 14 e domenica 15 luglio

·     per interventi propedeutici alla realizzazione del Terzo valico tra Genova Piazza Principe e Ronco Scrivia

Genova, 11 luglio 2018 

Proseguono gli interventi infrastrutturali di Rete Ferroviaria Italiana, propedeutici alla realizzazione della nuova linea del Terzo Valico dei Giovi.

Per consentire l’operatività del cantiere nell’area di Fegino (tratta Genova Piazza Principe-Ronco Scrivia via Mignanego), i treni delle linee Genova-Torino, Genova-Milano e Genova-Piacenza, nel prossimo fine settimana 14-15 luglio percorreranno l’itinerario alternativo “via Busalla-Isola del Cantone” modificando il numero e gli orari. Inoltre, due collegamenti regionali Genova-Busalla-Arquata Scrivia saranno cancellati e sostituiti con bus. Quelli dell’itinerario Genova-Ravenna/Rimini faranno capolinea ad Arquata Scrivia o Ronco Scrivia. Tra Genova e Arquata/Ronco si potranno utilizzare nuovi treni. Continua a leggere “RFI, LINEE GENOVA – MILANO/TORINO/PIACENZA: MODIFICHE AL PROGRAMMA DI CIRCOLAZIONE DEI TRENI”

Il Segno Dell’Untore, di Franco Forte

Il Segno Dell’Untore, di Franco Forte

Il Segno Dell'Untore

http://scrivoleggo.blogspot.com/

Il Segno Dell’Untore di Franco Forte

Indagini…

Una morte oscura.

Milano, 1576.

Un nemico invisibile, potente e infingardo sta mietendo vittime con una facilità impressionante.

Se avete qualche reminiscenza dei banchi di scuola ricorderete certo che in quel periodo imperversava la terribile peste bubbonica.

La popolazione è decimata, l’incubo è lontano dall’epilogo e la gente è disperata.

L’aria è irrespirabile, aria che odora di morte e del fumo dei roghi disseminati in giro.

Uno scenario inquietante che vedrà protagonista il notaio criminale Niccolò Taverna.

Il nostro verrà convocato dal capitano di Giustizia per un caso di omicidio.

La vittima risponde al nome di Bernardino Savona, commissario della Santa Inquisizione. Continua a leggere “Il Segno Dell’Untore, di Franco Forte”

Sagra degli gnocchi

gnocchi-770x420

A Borgoratto la pro loco organizza la “Sagra degli gnocchi”, giunta alla 18° edizione. Nella tre giorni si potranno assaggiare gnocchi fatti a mano conditi con pesto (con basilico di Pra), Castelmagno, tartufo, salsiccia e funghi, ragù, pomodoro. Tutte le sere musica, ballo e servizio bar. Venerdì 29 Latino Americano con Jessica Lopez, Sabato e Domenica discoteca con Gildo Farinelli.

https://radiogold.it/evento/feste-sagre/18sagra-degli-gnocchi-141484/

14^ sagra della focaccia al formaggio e delle trofie al pesto a Casal Cermelli

sagra_focaccia-669x420

Il 22 giugno a Casal Cermelli si terrà la 14^ edizione della sagra della focaccia al formaggio e delle trofie  al pesto preparata esclusivamente da professionisti di Recco. Gli stand saranno collocati in Piazza San Carlo. Dopo cena si potrà anche ballare presso la Pagliarella con “Ewa for you” .

https://radiogold.it/evento/feste-sagre/14-sagra-focaccia-formaggio-delle-trofie-pesto-casal-cermelli-141120/

Quieora: la sinistra DC a Casale Monferrato (seconda parte), di Carlo Baviera

Quieora: la sinistra DC a Casale Monferrato (seconda parte), di Carlo Baviera

Questo slideshow richiede JavaScript.

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Si è già detto nella prima parte dell’approfondimento, relativo al ciclostilato politico Quieora, della prevalente provenienza dall’associazionismo cattolico di quanti ne erano i promotori.

E come, in quegli anni di fermento provocato dal Concilio e in seguito all’esplodere del sessantotto, avesse proiettato in prima linea anche nella città di Casale Monferrato questo mondo associativo, a causa di una realtà giovanile molto attiva e intellettualmente vivace, nella richiesta di riforme e di partecipazione alla costruzione della società.

I partiti non ne erano immuni; gli aderenti più giovani che erano anche stati coinvolti, non molto tempo prima, nelle marce contro la guerra in Vietnam, e nella critica all’invasione russa della Cecoslovacchia, furono tempestivi nelle iniziative. Era stata costituita da pochi anni la Consulta giovanile, e in quel contesto ci si confrontava e si progettava; i problemi (dalla scuola alle difficoltà nel mondo del lavoro, dalle problematiche sociali per emarginazione, casa, assistenza, alle politiche culturali) erano settimanalmente all’ordine del giorno.

Chi faceva esperienza all’interno dei partiti, nel nostro caso ci si riferisce alla Democrazia Cristiana, si rendeva conto che era necessario trovare modalità e strumenti nuovi per parlare ai cittadini, ma anche per rendere trasparenti i dibattiti della politica. Continua a leggere “Quieora: la sinistra DC a Casale Monferrato (seconda parte), di Carlo Baviera”

La rivincita della carne al #bisteccaday

La rivincita della carne al #bisteccaday

bistecca locandina intro.png

AL VILLAGGIO COLDIRETTI LA GIORNATA NAZIONALE DELLA BISTECCA

La rivincita della carne al #bisteccaday

Venerdì 15 Giugno dalle ore 9,00

a Torino aprono i Giardini Reali Superiori

E’ la rivincita della carne con il #bisteccaday per la stragrande maggioranza silenziosa degli italiani che, nonostante gli allarmismi infondati, le provocazioni e le campagne diffamatorie, non rinuncia a un alimento determinante per la salute. L’appuntamento per la Giornata nazionale della bistecca è per venerdì 15 giugno dalle ore 9,00 con l’apertura straordinaria al pubblico dei Giardini Reali Superiori per il Villaggio della Coldiretti di Torino in Piemonte, la regione con il primato italiano nella valorizzazione delle carni da razze storiche italiane. Continua a leggere “La rivincita della carne al #bisteccaday”

Piemonte, Legambiente lancia la sfida: “Città libere dai diesel entro il 2025”

Piemonte, Legambiente lancia la sfida: “Città libere dai diesel entro il 2025”

Piemonte Legambiente

I dati e le proposte antismog di Legambiente presentate a Muoviamoci Bene, il Forum per la Mobilità Nuova in Piemonte 

E’ boom per la sharing mobility ma continua a prevalere l’uso dell’auto privata 

Elettrificazione della mobilità privata, sistemi di sharing mobility sempre più articolati e semplici da usare, mobilità collettiva in sede protetta con tempi affidabili e aggiornamenti sugli smartphone, strade e piazze libere dalle auto e quindi sicure per gli spostamenti a piedi e in bicicletta ma anche per ripiantare alberi e creare spazi per una diversa vivibilità urbana. Sono questi per Legambiente gli ingredienti fondamentali per ridisegnare lo spazio pubblico e liberare le città dallo smog.

Se n’è parlato ieri a Torino a Muoviamoci Bene, il Forum per la Mobilità Nuova in Piemonte, iniziativa organizzata da Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta in partnership con OFO, EnerPoint, ABB, EnelX, RWA Consulting, Wetaxi che è stata anche l’occasione per presentare i risultati del progetto Erasmus+ “S.T.R.E.E.T. Sustainable Transport Education for Environment and Tourism”, percorso triennale per la formazione dei Manager della Mobilità e del Turismo Sostenibile. Continua a leggere “Piemonte, Legambiente lancia la sfida: “Città libere dai diesel entro il 2025””

Festival internazionale di Poesia, a Milano i versi della Rocca dei poeti

Festival internazionale di Poesia, a Milano i versi della Rocca dei poeti

 06 maggio 2018

L’intramontabile fascino della poesia non potrà mai essere sostituito da nessuna tecnologia. Al Festival Internazionale della Poesia, che si terrà il 12 e 13 maggio a Milano presso il Mudec Museo delle Arti Contemporanee, vedrà tra i protagonisti anche il gruppo poetico cilentano La Rocca dei Poeti, originario di Roccagloriosa. Anna Maria Gallo, poetessa, che già da 3 anni collabora con l’organizzazione del Festival, ha voluto portare con sé i suoi amici cilentani in poesia: Saveria Balbi, Anna Maria Felicia Nardo, Rosa Marotta, Rosanna Petraglia e Vincenzo Marotta. Un gruppo di amici accomunati dalle origini e dalla passione per la poesia.

Un progetto, nato in una sera d’estate, durante una manifestazione, oramai, molto nota nel basso Cilento, La Rocca delle Arti, che oggi sarà presente nel weekend dedicato alle letture, ai laboratori e agli spettacoli per raccontarsi attraverso l’espressione in versi. Il gruppo poetico ha pubblicato nel maggio 2017 una antologia poetica dal nome “La Rocca dei Poeti, paesaggi dell’anima” che l’estate scorsa ha presentato proprio a Roccagloriosa, riscuotendo un grande successo di pubblico , alla presenza di varie autorità locali e del Parco del Cilento e con l’intervento artistico del tenore cilentano Daniele Lettieri… continua su: http://www.giornaledelcilento.it/it/06_05_2018_festival_internazionale_di_poesia_a_milano_i_versi_della_rocca_dei_poeti_2789762.html#.WvB4VSOLRcD

 

Di giorno ti parlo, di ‎Antonietta Fragnito‎

Di giorno ti parlo, di ‎Antonietta Fragnito‎

31946380_458825501239686_5556476624800579584_n

Di giorno ti parlo addosso come un’ allodola
Ti inondo i sogni
Ti organizzo il cuore
Ti denudo i pensieri
Combatto tutti i tuoi nemici
Curo i tuoi desideri
Mi affaccio sulla finestra della tua bocca
per sentire il profumo dei tuoi denti
Spargo a piene mani misteri
La sera
spengo la luce dei tuoi occhi
E mi addormento.