Blessed is the Memory. Canzoni, poesie e racconti di Leonard Cohen

Blessed is the Memory. Canzoni, poesie e racconti di Leonard Cohen

Casale Monferrato: Il ricordo e la memoria sono temi fondamentali nella poetica e nella musica di Leonard Cohen. Una memoria spesso dolente in cui riecheggiano le sue radici e i suoi debiti con la cultura e la tradizione ebraica. L’appuntamento con Blessed is the Memory (Benedetto sia il ricordo): canzoni, poesie e racconti di Leonard Cohen, è per venerdì 25 gennaio alle ore 21 in Biblioteca Civica, via Corte d’Appello 12. L’ingresso è libero.

bles cohen21bles loc cohen-gennaio201921

A poco più di due anni dalla sua scomparsa, Books&Blues e la Biblioteca Civica “Giovanni Canna” intendono celebrare il “Giorno della Memoria” rendendo omaggio al grande scrittore, poeta, musicista e cantautore canadese, autore di numerose opere dedicate al grande tema etico e civile della necessità di non dimenticare, di ricorrere alla memoria come strumento indispensabile per vivere il presente.

L’ampia produzione discografica di Cohen, racchiusa nei suoi quattordici album, è notissima al grande pubblico per molte canzoni che sono divenute pietre miliari tra le quali la celeberrima Hallelujah, diventata una delle ballate più famose al mondo e di cui non si contano le versioni e le riproposizioni nei più svariati ambiti musicali. Ma Cohen è stato anche un prolifico scrittore, autore di numerose raccolte di poesie e di romanzi tradotti in molte lingue (in Italia è del giugno scorso la riedizione presso Minimum Fax di due suoi romanzi degli anni sessanta, The Favourite game e Beautiful Losers). Continua a leggere “Blessed is the Memory. Canzoni, poesie e racconti di Leonard Cohen”

Teatro per la famiglia – tredicesima edizione

Teatro per la famiglia – tredicesima edizione

Ovada: Sabato 26 gennaio alle ore 16,30 al Teatro Splendor c’è “La leggenda di Luna Calante e del suo magico mondo”

Si conclude la tredicesima Rassegna del Teatro per la Famiglia promossa dal Comune di Ovada in collaborazione con l’Associazione “I Ragazzi dello Splendor”.

1499493_785279768209928_9037993206652811982_n

Il prossimo appuntamento, il terzo di questa edizione, sabato 26 gennaio, alle ore 16,30 con la compagnia “I ragazzi dello Splendor” che presentano lo spettacolo  “La leggenda di Luna Calante e del suo magico mondo” testo e regia di Fabiana Parodi: “Luna Calante vive nella tribù di Alce Nero. Lei vive nel suo piccolo mondo. Un giorno… la catastrofe…il sole cade dal cielo ma una volta sulla terra decide di fermarsi. Luna calante gli fa capire che il posto è lassù e lo aiuta a tornare a brillare nel cielo”.  Uno spettacolo divertente per tutti.

Al termine della rappresentazione verrà sorteggiato il vincitore del concorso “PORTA 4 AMICI IN PIZZERIA” e con i saluti verrà, come sempre, distribuita a tutti i bambini una merenda Equosolidale.

Una vela si dispiega al vento, di Grazia Denaro

Una vela si dispiega al vento, di Grazia Denaro

Buongiorno!

una vela si dispiega al vento

Una vela si dispiega al vento

Una vela si dispiega al vento
e va lontana nella notte buia.

Sull’onda del cuore
il vento sussurra parole d’amore
fugge la malinconia
sentendo il dolce canto della battigia.

Conto i ciottoli levigati
minuscoli frammenti di vita vissuta.

Lascio le mie orme
sperando che colui che è nel mio cuore
domani fra conchiglie ed alghe
conti i miei passi
immaginando il mio corpo
e lo splendore dell’oro dei miei capelli
baciati dal sole…

@Grazia Denaro@

IL CACCIATORE, di Gregorio Asero

IL CACCIATORE, di Gregorio Asero

gregorio asero

IL CACCIATORE

Io sono il mio estraneo compagno
poiché sono uscito dalla mia anima
Per troppo tempo ho lottato contro di me
ho cercato di domarmi
Non ci sono riuscito

Troppo spesso mi sono ferito
per impedire la vittoria
Pieno d’amore e d’orrore
nel regno dei ghiacci e delle rocce
mi sono riparato

Non adirarti se non trovi riposo
in questo mondo di gazzelle
Io sono un cacciatore che venera la preda

gregorio asero
copyright legge 22 aprile 1941 n. 633

Ci guiderà verso sud, di Giusy Del Vento

Ci guiderà verso sud, di Giusy Del Vento

ci guiderà verso sud

Ci guiderà verso sud
il fiore rosso dell’ibisco
lo zucchero del marzapane
col suo odore
i cirri bianchi delle nuvole
le pale dei fichi d’india
in processione e di fianco
il blu acceso del mare
Andremo nomadi cantando
amore e resurrezione
come antichi carrettieri verso
le fiumare in secca
a scavare liquirizia
Che la terra non è arida
e la vita è un viaggio
lungo oppure breve ma
sempre pieno di luce
per chi la vuol vedere

Giusy Del Vento

E’ a quest’ora, di Ela Gentile

E’ a quest’ora, di Ela Gentile

e a quest'ora

E’ a quest’ora

Ed è a quest’ora che ancor più forte
sento il profumo antico che mi arriva al cuore
e mi sovviene il ricordo delle tue parole,
presenza costante e amorosa
dolce appuntamento
sollievo e carezza prima della nanna,
giocoso risveglio ad un nuovo giorno.
Stanotte sarò io che ti solleverò
discretamente aprirò il tuo cuore
e ruberò un poco di dolcezza
che tu gelosamente custodisci,
ne gusterò per togliere l’amaro
nel tempo accumulato un po’ alla volta,
ti lascerò carezze in quantità
e prima di dormire ti terrò stretto al petto
per ascoltare i battiti
del mio e del tuo cuore
in un concerto d’estasi infinita
e in un angolo del tuo cuore resterò
per non sentirmi sola.

eg

“DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito

“DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito

Sono due miei lavori simili
Dopo una mostra il primo
“SORRISI IN APNEA” è proprio quando stai per soffocare che impari a respirare” (100×80)
tornò con un piccolo taglio in un angolo, costernata cercai di restaurarlo e sul piccolo segno rimasto dipinsi un’altra bolla d’aria ma quando lo guardavo l’occhio cadeva sempre là…
Avevo inviato la foto ad un concorso ed il dipinto era stato selezionato allora lo rifeci più piccolo, 80×60 ma non venne per niente identico, lo sguardovolgeva a sinistra e i toni davano sul verde.
Questo nuovo lavoro si classificò al primo posto nel Concorso “DA UNA GOCCIA D’ACQUA” organizzato dall’Associazione Pittori di Sorrento ed ebbe il suo nome:
Continua a leggere ““DA UNA GOCCIA D’ACQUA” e “SORRISI IN APNEA” di Nina Esposito”

IL VUOTO DELL’ANIMA, di Squarci di cielo – poesie di Tania Scavolini

IL VUOTO DELL’ANIMA, di Squarci di cielo – poesie di Tania Scavolini

IL VUOTO DELL'ANIMA

di Squarci di cielo – poesie di Tania Scavolini

IL VUOTO DELL’ANIMA

Passa attraverso la pelle,
trafigge il verso dello sguardo
permea il senso del dolore
-il vuoto dell’anima –
cresce fino a bucare il torace
fino a distaccare la mente
assente a ogni richiamo dell’io.
Sconfinata angoscia che sale
nel corpo piegato,
nel corpo piagato,
di chi è l’anima stanca
che manca alla coscienza,
di chi è questo vuoto
e quale il dolore?
Un uomo è solo in questa valle
dalle lacrime invasa ,
un uomo è morto senz’anima
in un giorno senza colore.
Pietrificato dalla paura
di non poter viverne senza.

 #taniascavolini

in foto: scultura in bronzo “Il vuoto dell’anima” di Jean Louis Corby – Ginevra

La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today

La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la scrittrice Daniela Carelli, della quale in seguito verrà pubblicata anche un intervista in esclusiva per il blog a cura del poeta Marcello Comitini.

daniela carelli copia

Daniela Carelli è nata a Napoli e vive a Milano dal 2000.

Laureata all’Accademia di Belle Arti, ama definirsi una “donna multitasking” (polifunzionale).

Creativa a 360° è vocal coach, scrittrice, blogger e cantautrice.

Ha collaborato con artisti quali: Edoardo ed Eugenio Bennato, Peppino di Capri, Audio 2, Bocelli e tanti altri…

Ha scritto canzoni per artisti come Gigi Finizio, Alessandro Safina e Antonino.

E’ vocal coach: insegna canto moderno, tecnica vocale ed emozionale. Suo il metodo originale VoicEmotion®. Continua a leggere “La scrittrice Daniela Carelli si presenta ai lettori di Alessandria today”

Sono qui, sola. VIVIMI, di Rita Piras

Sono qui, sola. VIVIMI, di Rita Piras

Sono qui, sola. VIVIMI

Sono qui,
sola a pensarti,
a tentare di dimenticare
quella dolorosa parola di nome ”distacco”,
cancellarla per sempre dalla mia mente;
so però che ciò mai accadrà.
Ascoltami quando ti cerco,
vivimi quando non ci sono.
Ti chiedo solo di parlare al mio cuore,
una sola volta e un’altra ancora.
Vivimi attraverso le tue mani,
spalanca i tuoi occhi e guardami ora;
Donami
nelle mie tormentate notti una carezza,
fa’ che io non mi senta più persa.
Soffia ancore nei miei sogni,
allontana da me la nebbia che offusca la tua immagine.
Nelle giornate brulle,
accendi il mio volto con l’immagine del tuo sorriso.
Fammi ancora percepire i tuoi abbracci,
stringimi forte,
non lasciarmi più andare.
Potrò così raccogliere quel drappo che ricopre il tuo viso,
avvolgervi le mani, per deporvi il mio respiro.
Maria Rita Piras

Riflessioni, di ‎Maria Bartolucci‎ 

Riflessioni, di Maria Bartolucci 

50069623_113687389705332_5708604658482675712_n

Riflessioni.

Desiderare un legame
esclusivo
dona col tempo,
fiducia.

Ma in gioventù
tutto si ferma
a esperienze generiche.

I legami esclusivi
influenzano la nostra
esistenza per la
nostra crescita mentale!

Però con la maturità
sei attratto dalla bellezza della
femminilità.

Con il tempo
comprendi se hai fatto
la giusta scelta.

Hai amato più l’essere
concreto ?
O l’ideale nella sua
armonia perfetta?

Il meccanismo amoroso
è davvero misterioso!

Strazio, di Nina Esposito

Strazio, di Nina Esposito

“STRAZIO” (olio su tela 40×30)

tempesta di dolore questa vita …”

smarrita coscienza tra nome e immagine

dolora tra carne ed ossa

Nina Esposito

strazio

petali di pianto
su corone di spine

ma noi più non sappiamo
né di pietà né fede
obliato abbiamo ogni rimorso e pena
tempesta un Mare attonito
Umanità dolente ingoia
sangue d’acqua nera
annega occhi aperti al cielo
aiuto urlano_chiedono ragioni

cosa viva il silenzio
arrossa grembi fusi, ignari
d’ultimi respiri o di speranza
prima di morire
poi tutto avvolge e copre

caina commozione
per quella pagella cucita
sopra il cuore…

UN’IMPREVEDIBILE CROCIERA, un intrigante racconto giallo di Silvia De Angelis

UN’IMPREVEDIBILE CROCIERA, un intrigante racconto giallo di Silvia De Angelis

UN’IMPREVEDIBILE CROCIERA

Sono amici da molto tempo, ma col passare del tempo si sono perduti di vista.

E’ una comitiva di vecchia data, che nei tempi del liceo e dell’università ha avuto una assidua frequentazione, che ha portato all’avvento di storie sentimentali, litigi, abbandoni, ritorni…insomma come succede nelle migliori famiglie.

crociera

Ora del gruppo sono rimasti loro Luciana e Pino, Paola e Franco, amorevolmente accoppiati e con tanta voglia di vivere. Decidono di incontrarsi a una cena , per ricordare i tempi andati e intrattenere insieme momenti spensierati.

Durante il ritrovo Luciana che è sempre la più intrigante, propone di intraprendere un viaggio ,visto che s’avvicina il periodo estivo ed una bella vacanza non può che riaffermare empatie di vecchia data.

E non c’è niente di meglio che una splendida crociera nel Mediterraneo, visto che la nave offre tantissime distrazioni ed anche l’opportunità di soffermarsi in località diverse.

Sono tutti d’accordo, e per le metà di giugno, salpano dal porto di Genova con una meganave attrezzatissima per l’occasione.

Luciana e Pino sono una coppia sfiziosa, che ama sempre l’originalità, abbinata ad una dose di narcisismo personale, e pensano già, di sfoggiare il loro fare estroso, indossando abiti particolarmente vistosi. Lei è una donna molto affascinante ed affabile, di carattere estroverso…il compagno invece è taciturno. Continua a leggere “UN’IMPREVEDIBILE CROCIERA, un intrigante racconto giallo di Silvia De Angelis”