Il cattolicesimo democratico esiste in natura (ed è stato applicato)

Il catt dossetti_degasperi6047_img

di Carlo Baviera. Alessandria

Si parla in più occasioni, recentemente, di cattolicesimo democratico. Cose, in genere, rinchiuse in Convegni o ricordi lontani. Ormai sembra, il cattolicesimo democratico, un’anticaglia da riporre nelle cassapanche della storia. O al più una bella avventura esaurita per sempre e da raccontare, come le favole, prima di addormentarsi.

Questa sensazione, come del resto avviene in non poche parti d’Italia grazie a riunioni per approfondimenti e proposte o per rilanciare la presenza di personalità ancora attuali, è stata smentita anche sabato scorso a Casale Monferrato; e lo è stata in modo convincente ed efficace. Continua a leggere “Il cattolicesimo democratico esiste in natura (ed è stato applicato)”

Sir Arthur Conan Doyle e lo Spiritismo, di bloodyivy

di bloodyivy

Arthur Conan Doyle – Doyle e figli

Sir Arthur Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859 – Crowborough, 7 luglio 1930) medico e scrittore scozzese, padre del giallo deduttivo come genere letterario grazie al suo personaggio dell’investigatore Sherlock Holmes, eaccanito proselita dello spiritismo con molte opere a riguardo, conferenze in varie parti del mondo (in tutta Europa, in Australia, negli Stati Uniti, in Sudafrica, Kenya e Rhodesia) e, naturalmente sedute spiritiche.

Spiritismo è un termine utilizzato per la prima volta da Allan Kardec(pseudonimo del pedagogista francese Hippolyte Léon Denizard Rivail) ne “Il libro degli spiriti” (Le Livre des Esprits) pubblicato nel 1857, e poi ne “Il libro dei medium” (1861) dove è spiegato come chiunque possa dialogare con gli spiriti tramite sedute spiritiche e l’intervento di un medium…. continua su: https://bloodyivy.it/sir-arthur-conan-doyle-e-lo-spiritismo/

Stupro, di sherazade2011 

merossa

di sherazade2011 

…atto di congiungimento carnale imposto con la violenza “ Treccani

E’ un atto obbrobrioso,  bel oltre la sua fisicità, cui tuttavia spesso segue una morte violenta, lo stupro va a minare qualcosa dentro, è una lacerazione dell’anima che resterà indelebile e lo sanno bene ‘certi’ uomini che da sempre come primo atto di sfregio stuprano le donne come a volere ristabilire regole primordiali di forza e sottomissione.

Commette stupro il disadattato come il compagno che non si rassegna a vedere la ‘sua’ donna andarsene, fare altre scelte di vita ed allora ‘meglio morta e di nessun altro.

Sono cresciuta in quegli anni, malauguratamente perduti, in cui il femminismo  – attraverso le nostre madri – insegnava l’auto derminazione, non l’uguaglianza! ma l’accettazione e il rispetto della differenza, il libero amore e le scelte sessuali con-sen-zien-ti. Non soltanto ‘Io sono mia’ ma un pensiero compiuto su noi stesse. Continua a leggere “Stupro, di sherazade2011 “

Chi ci nasce e chi le suda (sette camicie)

chi nasce e chi

di sherazade2011

Ho cercato di fissare qualcosa che potesse strapparmi/vi un sorriso, un avvenimento da ricordare magari attraverso il tempo, un  like di un curioso. Nulla. Anche la mia vita è abbastanza uniforme anche  se ammetterlo è già un grosso successo.

C’è chi nasce con la camicia e chi con la pelliccia chi deve sudare sette camicie e chi invece rischia di lasciarci la pelle.

‘Il mondo è fatto a scale…’ mentre ‘La speranza è l’ultima a morire’. Luoghi comuni, pane quotidiano.

Una bella cagnolona che il suo giovane padrone, cervello in fuga in Danimarca,  ha portato con sé.  Hanno entrambi le carte apparentemente  in regola ed entrano tranquillamente nel Paese  finché un giorno incidentalmente le autorità danesi ‘scoprono’ che la dolce Iceberg, questo è il suo nome,  porta in se la colpa di essere un dogo argentino razza  vietato in Danimarca perché nella Black List dei cani pericolosi… continua su: https://sherazade2011.wordpress.com/2017/11/23/chi-ci-nasce-e-chi-le-suda-sette-camicie/

I GUANTI, di rebeccastories

i guanti-rebecca-lena-polaroid-sx-70

di rebeccastories

Tessi sulle mie mani
tra tendini di cotone
trame di geni arcani
e fibra accidentale;
hanno ossa di cartone
– in questa maglia esistenziale –
le vite degli umani.
E poi poni
due lune di bottone
madreperla, da imbastire
su quelle bocche vane
in cui i polsi
vanno a gridare.
Tessi e ricama e poi
incrocia, così
figlia mia.
Continua a leggere “I GUANTI, di rebeccastories”

Jole Tristissima (Capitolo 2.1) di bloodyivy

Jole

di bloodyivy

Trieste ©Paolo Carbonaio photo

Provo a continuare ad inventarmi il Capitolo 2.1 “Jole tristissima” di una storia da brivido e mistero che non ho ancora intitolato.
Qui l’indice dei post.

Tutto ciò che vi è di terribile e di pauroso in quello che dici ha origine nel tuo intimo: il mondo esterno vi ha ben poca parte.

E.T.A. Hoffmann L’uomo della sabbia e altri racconti

Iolanda stava discorrendo al bancone del bar con Celestina di sogni, incubi, demoni notturni, impersonando con convinzione un’esperta in quel campo, tanto che un’insegnante della scuola di magia e stregoneria di Hogwarts non avrebbe saputo fare meglio.
Più di una volta i sogni le si erano avverati e aveva anche provato l’esperienza della Mora, quindi parlava per esperienza personale.

E poi per avere altre risposte e soluzioni – stava ricordando Jole –  sarebbe bastato interpellare i suoi tarocchi consacrati… continua su: https://bloodyivy.it/jole-tristissima-cap-2-1/

Italia Nostra: Il Castello di Moncalieri riaperto e il fantastico ristorante nella grotta

Castello_di_Moncalieri

Sabato 6 gennaio 2018

A distanza di nove anni dalla chiusura dovuta al drammatico incendio del 5 aprile 2008 che aveva colpito in particolare il torrione di sudest e l’appartamento di Vittorio Emanuele II, da sabato 11 novembre 2017 riapre ufficialmente al pubblico l’intero percorso museale nel castello di Moncalieri, con gli appartamenti delle Principesse Maria Letizia Bonaparte e Maria Clotilde di Savoia, la Cappella Reale e l’appartamento del Re Vittorio Emanuele II. Il castello di Moncalieri, che sorge in cima a una collina, nel centro storico di Moncalieri, fa parte del sistema delle numerose residenze dei Savoia in Torino e in Piemonte.

Tra un gruppo e l’altro una fantastica sorpresa al ristorante Grotta Gino.

Si tratta di un ristorante scavato nella roccia, al quale si accede con un breve percorso in barca. La grotta è stata scavata per drenare l’acqua piovana che filtrava nella collina e dunque nella cantina del palazzo. Si parte dal basso, dal bar in cui un canale si incunea nella collina. Una barchetta lo naviga per circa 50 metri. Fiancheggiano il canale delle nicchie con il vino messo al fresco. Una volta finito il canale inizia la grotta vera e propria, con sculture, nicchie e giochi d’acqua scavati nella seconda metà dell’ottocento dal signor Gino, i cui discendenti ancora abitano nel palazzo del ristorante. I cunicoli procedono a spirale verso l’alto fino a sboccare sulla terrazza del dehors del ristorante. BEVANDA INCLUSA (caffè, the, succo, ecc.). Continua a leggere “Italia Nostra: Il Castello di Moncalieri riaperto e il fantastico ristorante nella grotta”

Circolo del Cinema Adelio Ferrero: Proiezioni film sino al 31 dicembre 2017 

Circolo del Cinema Adelio Ferrero Alessandria.

12/12 Martedì

“Nemesi” di Walter Hill (uscito il 19/10/2017) 95’

con Sigourney Weaver e Michelle Rodriguez 

19/12 Martedì

“Good Time” di Benny e Joshua Safdie (uscito il 26/10/2017) 99’

Presentato in Concorso al Festival di Cannes 2017 

http://circoloferrero.blogspot.it/

 

Cosa succede in consiglio comunale: i cittadini e le problematiche di disabilità 

di Cristina Saracano. Alessandria

Il 6 dicembre scorso, presso l’Associazione Idea, Paolo Berta, presidente e Nadia Savoldi, vice presidente ci hanno illustrato le novità in materia di disabilità emerse dopo l’ultimo consiglio comunale.

A seguito di una mozione del Consigliere comunale Bianchini si è discusso in merito alla possibilità di dare maggiore autonomia e uno scatto di categoria contrattuale al Disabilty Manager, ma la segreteria generale ha dato parere negativo, bisognerebbe, invece, lavorare in rete, ora però Paola Testa è praticamente da sola, ma, secondo l’assessore Formaiano, il servizio sarà più operativo a breve, affiancando del personale che si potrà dedicare esclusivamente a tali problemi.

Sarebbe inoltre necessario attuare il PEBA, piano eliminazione barriere architettoniche, che ostacolano fortemente la vita delle persone con disabilità. Continua a leggere “Cosa succede in consiglio comunale: i cittadini e le problematiche di disabilità “

La vita eterna, di Mienmiuaif

La vita eterna

di Mienmiuaif

Lettere a una moglie #2 (ovvero l’esodo del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif) di Giuseppe Signorin

La vita di tutti i giorni è terribile e meravigliosa ma non è nulla in confronto alla vita eterna, amore mio. Io voglio la vita eterna. Per me. Per te. Voglio finire nella vita eterna al meglio delle mie possibilità. E lo stesso voglio per te. Io voglio la vita eterna per noi. Non voglio una cenetta a lume di candela o un viaggio a Parigi. Magari una partita a San Siro, coi colori giusti.

Ma potrei anche rinunciare per la vita eterna. Io voglio la vita eterna, la vita che dura per sempre anche se è fuori dal tempo, la vita che non ha paura, la vita che vince le piccole morti quotidiane e la grande morte finale.

La vita vera, non quel surrogato che ci propone il principe di questo mondo. La vita di tutti i giorni è terribile e meravigliosa, ma è appunto anche terribile. Non è questa vita che voglio eterna. Io voglio la vita beata, che qui si può intuire solo fino a un certo punto e in maniera sfocata, tipo i miei scatti fotografici, ma lo stesso la voglio e farò di tutto per averla e perché ce l’abbia anche tu. Continua a leggere “La vita eterna, di Mienmiuaif”

Autunno, profumo di castagne, di plce4myhead

autumn-cart-1147856746

plce4myhead: Autunno, profumo di castagne

Sento di essere davvero in autunno quando entro in casa e c’è odore di castagne in ogni angolo.

È l’essenza d’autunno.
Parfum de marron.

Qualche giorno fa mio padre ha comprato un chilo di castagne,le abbiamo cucinate in due volte perché erano troppe.
Piacciono solo a me,a lui e a mia sorella. Mia madre non le mangia.

Adoro sentire la pelle pelucchiosa delle castagne che mentre le pulisco mi si incastra sotto le unghie.

Poi ti guardi attorno e tutti hanno maglie a maniche lunghe,cosi all’improvviso è arrivato il freddo anche qui.
L’autunno.
Con le mattine assolate ma ventilate.
E le sere scure e ghiacciate.
Continua a leggere “Autunno, profumo di castagne, di plce4myhead”

Cosa sei?, di Guido Mazzolini

di Guido Mazzolini

Cosa sei? In un pugno di parole
di te riassumo la sostanza.
A volte ombra e lacrime
oppure gioia folle
e mastichi uragani…
e affondi radici tra le gambe,
nello stomaco,
nell’asciutto dei miei occhi.
Arida, veloce,
ferita e imbavagliata,
Prometeo che derubò gli dei
sogghigni e ti dibatti,
è questo ciò che sei.

Guido Mazzolini

https://vocisparse.wordpress.com

Siparietto, di plce4myhead

Siparietto

Buonasera cari lettori,

di plce4myhead

Oggi sono qui insieme al mio migliore amico Il Criceto, per parlarvi di argomenti molto delicati e profondi.
Questo è un articolo scritto popo a quattro mani.
Le vedete? Le mie manine da piccola Tappetta e le sue manone da gigantesco Criceto,stanno qua sulla tastiera e scrivono, per voi.

Piacere di conoscervi,noi siamo Valentina e Francesco.
Abbiamo diciannove anni.
Siamo nati il primo e l’ultimo del mese.
Siamo l’uno il contrario dell’altra, eppure siamo migliori amici.
Soffriamo entrambi di un disturbo psichico che adesso andremo ad approfondire insieme, tramite un leggero e simpatico siparietto.
Insomma,le solite cose che escono fuori quando parliamo noi due… continua su: https://plce4myhead.wordpress.com/2017/11/10/siparietto/

Amarcord/fuoco, di aven90

di aven90

Questa volta è il turno del fuoco. Non c’entra la canzone di Eros.

È molto interessante.

Mi è sempre piaciuto vedere le fiammelle dalla base blu sotto le pentole.

Fanno un bell’effetto fotografico, e oserei dire che sono anche vagamente ipnotiche.

Chissà, se potessero pensare, quale sarebbe la loro vita.

Sicuramente sarebbero un po’ stufe di sparire e riapparire a comando, solo perché uno stupido essere umano, come io in questo momento, deve cuocere due uova al tegamino.

E sicuramente saranno anche annoiate dal dover sempre cucinare qualcosa per noi. Continua a leggere “Amarcord/fuoco, di aven90”