la mia situazione personale…

tumblr_pcrgzlaABf1wbonm6o1_540

Spett.le Redazione,
Mi chiamo Stefano, sono di Genova, ho 51 anni e ho una lieve disabilità psichica.
Ho un’invalidità al 50% che non mi dà diritto a nessun privilegio, a nessuna agevolazione, a nessuna pensione. Devo pagare ogni anno per l’abbonamento Amt ben 155 € e per me sono tanti soldi essendo disoccupato, perennemente precario.
Ho fatto vari tirocini tramite il Centro per l’Impiego Disabili di Genova. E uno col Centro Studi di Genova. Tirocini che hanno fatto venire fuori il fatto che io ho dei limiti e che per me è indicata la borsa lavoro.
Ma il Centro di Salute Mentale che mi ha sempre seguito, ha sempre voluto ribadire l’esatto contrario, nonostante le indicazioni della Provincia che lo accertassero, mi hanno sempre ostacolato in questo percorso. Di conseguenza, mi trovo ad avere ancora alla mia età, un pugno di mosche in mano come si suol dire…
Complica sicuramente la mia situazione personale anche la crisi che viviamo attuale, con tutta la disoccupazione giovanile che c’è e soprattutto a Genova.
Io mi pongo una domanda… Ma una persona disabile per essere ascoltata, assistita, deve essere proprio disabile totale al 100% oppure se con una disabilità psichica, deve essere proprio grave… psicolabile di brutto?
Io penso che alla mia età ho il diritto di avere un lavoro, una mia personale realizzazione lavorativa e di conseguenza una mia dignità personale!
Ho pensato che l’unica soluzione che mi resta arrivato a questo punto, sia denunciare, segnalare, la mia situazione a Voi confidando in un Vostro aiuto, in un Vostro riscontro.
Ringraziando per la Vostra cortese attenzione, Vi porgo i miei cordiali saluti.

Stefano Polo

Corso ” I più fragili tra i più deboli. Giallo come il miele”,di Lia Tommi

img_6060-1965155495.jpg

VII edizione del corso di formazione
I più fragili tra i più deboli
Giallo come il miele
(10 novembre 2019 – 18 maggio 2020)

In occasione del 30° anniversario della Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, ieri è stata presentata l’edizione 2019/2020 del corso di formazione “I più fragili tra i più deboli / Giallo come il miele” promosso dall’Associazione “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei”, in sinergia con lo stesso Liceo Scientifico “Galileo Galilei” di Alessandria, e diretto da Leonardo Filippone Dirigente M.I.U.R.-Ufficio Scolastico Regionale-Ambito di Alessandria e Asti.
Le peculiarità della VII edizione del corso — patrocinato tra gli altri anche dal Comune di Alessandria — sono state illustrate nella sede dell’Ufficio Scolastico-IV Ambito territoriale Alessandria-Asti da Silvia Straneo, Assessore comunale ai Servizi Educativi e Scolastici di Alessandria (presente con l’Assessore comunale Piervittorio Ciccaglioni), da Leonardo Filippone, Dirigente dell’Ufficio Scolastico, da Marco Poggi, Vice Questore di Alessandria, da Francesca Martignone in rappresentanza di Leonardo Marchese, Direttore D.i.S.I.T.-Uuniversità del Piemonte Orientale – sede di Alessandria, da Antonella Talenti, Dirigente Direzione Didattica 5° Circolo – Alessandria, da Maria Paola Minetti, Dirigente Istituto Comprensivo Galileo Galilei – Alessandria, e da Maria Vittoria Delpiano, Presidente Associazione Culturale “Amici ed ex Allievi del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Alessandria APS”. Presenti alla conferenza anche Chiara Perrone, in rappresentanza dell’Istituto Comprensivo Caretta di Spinetta Marengo, Pier Luigi Cavalchini (Segretario amministrativo della Associazione Pro-Natura) e Paola Golzio (Presidente Unicef di Alessandria). Continua a leggere “Corso ” I più fragili tra i più deboli. Giallo come il miele”,di Lia Tommi”

Dentro le emozioni, di Lia Tommi

 

 

Dentro le emozioni!

ATTENZIONE!!!!!
A causa delle avverse previsioni atmosferiche l’evento è stato spostato in Casa Di Quartiere Alessandria Via Verona 116.
Gli organizzatori ringraziano sentitamente e affettuosamente tutto il personale della Casa di Quartiere e Fabio Scaltritti per la sensibilità, la disponibilità e l’amicizia

Domenica 22 settembre 2019. Ore 17
Casa Di Quartiere Alessandria Via Verona 116, Alessandria.
Borgo del Teatro, collezione estate – autunno

Dentro le emozioni!
Laboratorio del battito diretto da: Sergio Cherubin.
Laboratorio di teatro diretto da: Laura Marchegiani, Teatrodistinto.

Associazione Centro Down Alessandria.

Eccezionalmente per questa data, per partecipare a una giornata di festa con l’Associazione Centro Down Alessandria, l’ingresso all’evento sarà a offerta libera. Si ringrazia l’Associazione Centro Down Alessandria per la disponibilità e per la proposta!

Per informazioni e prenotazioni
On line: http://www.illegali.it/prenota
Telefono: 3351340361
Email: info@illegali.it
Pagina Facebook: glillegali

Rassegna realizzata con il contributo della Fondazione SociAL

L’Associazione BlogAL ringrazia la Fondazione SociAL per il contributo alla rassegna, il Chiostro Hostel and Hotel per l’ospitalità, il sostegno, l’entusiasmo, l’amicizia dimostrata, la Provincia di Alessandria per il patrocinio concesso alla manifestazione, Distretto d’Innovazione Sociale Borgo Rovereto per il supporto e l’entusiasmo, Anna Piccini per la realizzazione del design grafico dell’iniziativa.

Laboratorio del battito
Il laboratorio è impegnato sul tema dell’accoglienza e sull’accettazione delle “diversità”, intesi come valori aggiunti nel percorso umano. “La disabilità è una risorsa per tutti”!
Sono coinvolti in prima persona non solo i ragazzi ma anche educatori e volontari. Lo scopo è arrivare alla consapevolezza di esserci e riconoscere il proprio talento attraverso il coinvolgimento emotivo personale e di gruppo, il suono dei tamburi e l’approccio teatrale; ingredienti che fanno scaturire vibrazioni positive nell’individuo e che vengono percepite in modo particolarmente intenso da chi, come i ragazzi con deficit sensoriali e cognitivi, è portato ad abbandonarsi in modo più spontaneo e naturale alle sensazioni corporee.

Laboratorio di teatro
Dopo molti anni di lavoro intenso, grazie ad un continuo e generoso scambio di emozioni e contenuti sempre più adulti, per il secondo anno il gruppo di teatro del Centro Down si sperimenta in un’avventura comunicativa coraggiosa e profonda.
Liberi da schemi e copioni, i partecipanti giocano al teatro della vita attraverso l’improvvisazione.
Partono da temi e suggestioni, senza paura, per dar vita a momenti di teatro autentici perché autenticamente loro, capaci di vivere la presenza del pubblico come punto di forza, e occasione per far conoscere una parte importante di sé.

 

 

La scala dei turchi, di Grazia Denaro

index

In Sicilia c’è una meraviglia da visitare, si trova lungo la costa di Agrigento ed è un paradiso naturale plasmato dall’incessante lavoro del mare e del vento. È la Scala dei Turchi, una falesia bianca come il latte che si erge a strapiombo sul mare.

La Scala dei Turchi si trova a Realmonte, in provincia di Agrigento, sembra scolpita dalla sapiente mano di un artista e protegge alcune tra le più belle spiagge della Sicilia. È costituita da una roccia sedimentaria di natura calcarea ed argillosa, la marna, dal caratteristico colore bianco.

Scala dei Turchi 

La Scala dei Turchi sembra sospesa tra cielo e mare, e si trova non troppo distante da Porto Empedocle. Il suo nome è legato alla leggenda secondo cui il luogo era il riparo delle navi turche i quali salivano i gradoni nella roccia per a depredare i luoghi lungo la costa. La tipica forma a scalinata è dovuta al processo di erosione causato da acqua e vento.

Questa scogliera mozzafiato si erge tra spiaggette di sabbia dorata, per raggiungerle occorre passeggiare lungo la scala naturale di pietra calcarea,  dall’alto della sua sommità il panorama è bellissimo, abbraccia tutta la costa di Agrigento fino a Capo Rossello.

In questo angolo di paradiso troverete calette riparate e angoli di paradiso protette dalla roccia bianca, per raggiungere occorre un po’ di fatica ma sarete ricompensati dalla meraviglia. La scala è stata magistralmente descritta da Andrea Camilleri nella sua opera la prima indagine di Montalbano.

images

foto_giovanni_franco111

Apertura 2019

Finalmente, dopo qualche anno di attesa, riaprirà al pubblico l’unico accesso via terra alla Scala dei Turchi. Da dicembre 2017 infatti, un’ordinanza del Comune di Realmonte, ne impediva il transito a causa della caduta di massi.

Notizie immagini dell’articolo raccolte dal Web.

Il videomaker Marco Cermelli in partenza per l’Islanda: 6 mila chilometri per portare il sorriso di Elena fra i geyser

Di Maria Luisa Pirrone

Può un sorriso avere la forza di sfidare migliaia di chilometri e arrivare intatto alla meta? Se è il sorriso dei bambini, quasi sicuramente. Se è il sorriso di Elena, poi, non ci sono dubbi.

Marco Cermelli, novese, videomaker, pilota di droni e titolare dell’agenzia Effetto Farfalla, lo sa bene e lo porterà con sé, giorno dopo giorno, nel suo prossimo viaggio in Islanda.

FB_IMG_1563808343221.jpg

Ormai da anni, sia dal suo canale Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCMO4v93v9hpEXfOgO0DIy5g) che dagli studi televisivi de “Il mondo insieme” di Licia Colò, ci ha abituati ai racconti per immagini delle sue avventure, storie che fissa con i colori del mondo sulla tela dei suoi documentari: dalla Norvegia alla Namibia, dalla Finlandia alla Tanzania.

Lo ripete prima di ogni partenza, ma questa volta si spingerà davvero “oltre ogni confine”, come dice quello che ormai è diventato il suo motto, oltre che il suo stile di vita.

Nome del prossimo progetto: Italy-Iceland. Partenza il 27 luglio, ritorno il 22 agosto. In mezzo quasi 6 mila chilometri on the road e 5 stati attraversati da Novi Ligure alla terra dei geyser, quasi tutti a bordo del suo eroico camper. L’oceano tra la Danimarca e l’Islanda lo solcherà in traghetto: 56 ore d’acqua, ultima, incredibile fatica prima dell’approdo.

Penso che il viaggio non sia soltanto la meta, ma ogni singolo
chilometro che la separa da casa mia, osservando come cambiano il paesaggio e le
persone”, confessa Marco, visibilmente emozionato. “Affronterò l’oceano e per me sarà come essere un antico esploratore che affronta le onde del mare per giungere in modo lento verso una meta sconosciuta”.

Continua a leggere “Il videomaker Marco Cermelli in partenza per l’Islanda: 6 mila chilometri per portare il sorriso di Elena fra i geyser”

Percorso psicologico in AISM, di Lia Tommi

L’AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multpla Sez. di Alessandria ha attivato il progetto “Percorso psicologico in AISM“, avvalendosi della competenza di professionisti esperti in materia SM. Il supporto psicologico è un’attività di benessere essenziale per le persone neo-diagnosticate che si trovano improvvisamente a dover riprogrammare la propria vita. La SM è in continuo aumento e colpisce maggiormente, a differenza delle altre patologie neurologiche, le persone nella fascia di età che va dai 18 ai 32/42 anni: la diagnosi di SM è uno sconvolgimento della propria vita con conseguenti problemi di depressione. La diagnosi in età giovanile è drammatica per la persona ma anche per i genitori e altri familiari. Il supporto psicologico è, infatti, insostituibile nella persona neo-diagnosticata ma anche in coloro che nel percorso di vita, purtroppo, si trovano a dover subire un cambiamento radicale della propria condizione di vita.

L’AISM, in risposta a questo importante bisogno, ha diramato alle varie sezioni provinciali di tutto il territorio nazionale le linee guida alle quali attenersi e uniformarsi. L’AISM, all’interno del progetto sostenuto dalla Fondazione SociAL nell’ambito del Bando 2018, eroga in modo gratuito n.6 incontri di supporto psicologico individuale presso i locali AISM sul territorio provinciale o anche presso il domicilio del fruitore. Al termine dei predetti incontri la psicologa valuta se la persona ha recuperato, anche in parte, la propria serenità, oppure se sia il caso di consigliare un proseguimento del percorso psicologico con le strutture sanitarie o ancora effettuare l’inserimento in gruppi terapeutici.

I gruppi terapeutici sono rivolti alle persone con SM e patologie similari che hanno l’opportunità di discutere e condividere i propri dubbi e problemi, coordinati dalla psicologa. I gruppi possono essere effettuati anche per le coppie e i familiari o i caregiver.

Le psicologhe attualmente coinvolte nel progetto sono sono 5 per coordinare gli incontri e svolgere il supporto individuale ad Alessandria, a Casale Monferrato, ad Acqui Terme, ad Ovada, a Novi Ligure e a Tortona.

L’AISM – Sez. di Alessandria svolge attività socio assistenziale di supporto alle persone con SM e patologie similari in forma gratuita: trasporto con automezzi attrezzati per le carrozzelle, supporto psicologico individuale e di gruppo, attività motoria, segretariato Sociale, raccolta fondi per ricerca, tutela e rappresentanza dei diritti.

La scomparsa di Giovanna Bevilacqua Scagliotti, presidente Anffas di Casale, di Lia Tommi

Lutto a Casale Monferrato per la scomparsa di Giovanna Bevilacqua Scagliotti, presidente dell’Anffas. È mancata questa mattina, lunedì 8 luglio alle ore 6 all’ospedale dove era stata ricoverata nei giorni scorsi per un malore.Nata il 4 settembre 1938, è stata insegnante e assessore ai servizi sociali. Un personaggio che ha dato moltissimo alla città di Casale e al suo territorio, creando un servizio per le famiglie importantissimo.Il rosario si terrà martedì 9 luglio alle ore 21 nella chiesa di S. Antonio a Casale, dove mercoledì 10 luglio alle ore 10 si svolgerà il funerale.

 

Ondata eccezionale di calore e monitoraggio dei soggetti a rischio, di Lia Tommi

E’ arrivata con intensità e rapidità sorprendenti l’ondata di calore dell’estate 2019, che colpisce in modo particolare l’alessandrino, con temperature e condizioni climatiche generali che mettono a dura prova tutta la popolazione, di qualsiasi età.

Più di tutti però sono i cosiddetti “pazienti fragili” a correre rischi seri per la loro salute in queste condizioni.

L’ASL ha messo a punto un sistema di individuazione dei soggetti particolarmente vulnerabili, incrociando i dati di morbilità forniti dalla Regione Piemonte in merito a persone con disabilità, invalidità, frequenti ricoveri ospedalieri, pluripatologie, e ricavando elenchi di assistiti che vengono sottoposti all’attenzione dei loro Medici di Medicina Generale.

I Medici di Famiglia monitorano, con un’attenzione specifica, soprattutto coloro che non possono contare su una rete di relazioni di aiuto significative, come un famigliare convivente, o dei figli che si fanno carico della loro assistenza, e che pertanto risultano più vulnerabili in frangenti come questo.

I consigli di comportamento sono fondamentali per fronteggiare l’allarme caldo:

BERE MOLTO, almeno 2 litri di acqua al giorno, iniziando al mattino la bottiglia e ffinendola alla sera, per avere un controllo sulla quantità

MANGIARE FRUTTA, soprattutto quella più dissetante

INDOSSARE ABITI LEGGERI

USCIRE NELLE ORE FRESCHE DELLA GIORNATA

CHIAMARE IL 118 IN CASO DI MALESSERE

Cerimonia ufficiale di consegna di un automezzo ad AISM Alessandria, di Lia Tommi

La cerimonia di consegna ufficiale dell’automezzo di P.M.G. Italia a favore dell’A.I.S.M. di Alessandria

Si è svolta questa mattina la cerimonia di consegna ufficiale di un automezzo attrezzato che consentirà all’A.I.S.M. (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) di Alessandria di operare ancora più agevolmente a servizio delle persone affette da questa malattia.
Un ruolo rilevante nell’evento – e, ancor prima, nel favorire l’elaborazione e concretizzazione del progetto – è quello svolto dall’Amministrazione Comunale di Alessandria e, in particolare, dall’Assessorato ai Servizi alla Persona e Politiche Sociali guidato da Piervittorio Ciccaglioni.
La cerimonia si è svolta in piazza della Libertà alla presenza dell’Assessore Piervittorio Ciccaglioni, insieme al Vicesindaco Davide Buzzi Langhi, all’Assessore Comunale Monica Formaiano (con delega all’Associazionismo) e alla Consigliera Comunale Elisabetta Onetti. Continua a leggere “Cerimonia ufficiale di consegna di un automezzo ad AISM Alessandria, di Lia Tommi”

Presentazione attività del laboratorio multimediale Centro Hanna, di Lia Tommi

Presentate, presso l’IC Pertini, le attività del laboratorio multimediale Centro Hanna, va in scena Pinocchio

Il Centro Nuove tecnologie per l’integrazione Hanna, promosso dal Comune di Ovada da oltre vent’anni, con sede presso l’IC Pertini di Ovada ha concluso

Lunedì 1 luglio 2019 – ore 18.00
il Comitato di Torino della Società Dante Alighieri
celebra
LA GIORNATA DELLA DANTE
con un evento dedicato ai 500 anni dalla morte di Leonardo

Le infinite ragioni
Il manoscritto segreto di Leonardo da Vinci
di Giuseppe Bresciani

Circolo dei Lettori – Sala Gioco – via Bogino, 9 – Torino

Lunedì 1 luglio dalle ore 18.00, presso la bella Sala Gioco del Circolo dei Lettori si rinnova l’impegno del Comitato Dante torinese per celebrare La Giornata della Dante, con un evento dedicato all’anno leonardesco.

Il presidente Giovanni Saccani presenta l’opera di Giuseppe Bresciani Le infinite ragioni. Il manoscritto segreto di Leonardo da Vinci, alla presenza dell’autore. Romanzo storico e intimista caratterizzato da forme espressive e contenuti linguistici raffinati, ha un finale a sorpresa che induce il lettore a riflettere sulle origini del grande genio. Il suo mistero è condensato nelle parole che danno il titolo al romanzo: “La natura è piena d’infinite ragioni, che non furon mai in isperienzia”. Continua a leggere “Presentazione attività del laboratorio multimediale Centro Hanna, di Lia Tommi”

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today @ Web Media Network ?

Ti piace scrivere, vuoi fare parte della redazione di Alessandria today @ Web Media Network ?

di Pier Carlo Lava

ibook

Alessandria today @ Web Media Network nasce a dicembre 2017, partendo da zero ha già raggiunto 530.000 visite con una crescita costante e continua dovuta all’impegno di tutti i numerosi Autori e Autrici che scrivono e pubblicano i loro post, che con l‘occasione ringrazio per l’impegno profuso e la qualità del livello creativo del loro lavoro.

La redazione vuole ulteriormente crescere, perciò vorrei invitare chi ne vuole fare parte e pubblicare direttamente nel blog a scrivermi in privato sul messenger di facebook (Pier Carlo Lava) oppure per mail precisando quanto segue:

Nome e cognome, num. di cellulare, indirizzo email e una breve biografia con foto.

L’invito è rivolto a tutti in particolare ai blogger, in tal senso informo che attualmente sono già molti nella redazione.

Non ci sono particolari restrizioni sui temi dei post, se non un civile rispetto dei numerosi lettori di oltre 130 paesi nel mondo.

Grazie per l’attenzione e cari saluti a tutti.

Evento benefico pro Gaslini Genova e Fondazione Telethon

“UN SORRISO PER LA VITA”

Evento benefico pro Gaslini Genova e Fondazione Telethon

Una partita di calcio di solidarietà tra la rappresentativa Vecchie Glorie Genoa C.F.C. E gli over 40 di Silvano d’Orba (AL) per raccogliere fondi per i bambini meno fortunati. L’incontro si svolgerà sabato 15 giugno alle h. 18 presso il campo sportivo comunale Stefano Rapetti di Silvano D’Orba, per sostenere i progetti del’Istituto Giannina Gaslini di Genova e della Fondazione Telethon.

gaslini-ambulatori-950x375Telethon

Il supporto dei finanziamenti Telethon a ricercatori presso il Gaslini di Genova ha origini lontane che di anno in anno viene implementato per alimentare una preziosa risorsa sia per la comunità biomedica nazionale ed internazionale, sia per i pazienti e le loro famiglie puntando a trasformare i risultati della ricerca scientifica di eccellenza, selezionata e sostenuta nel tempo, in farmaci e terapie disponibili per tutti i pazienti del mondo.

E’ questa la visione che da tempo si sta realizzando in realtà, grazie al continuo sviluppo di collaborazione tra il Gaslini di Genova e Telethon perchè la ricerca non si fermi al risultato scientifico di successo, ma diventi realmente accessibile per ogni malato. Continua a leggere “Evento benefico pro Gaslini Genova e Fondazione Telethon”

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori… “La condizione acerba”, di Roberta Borgia (biografia)

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori… “La condizione acerba”, di Roberta Borgia

“L’arte invecchia d’arte o di vendetta? Lo chiedo alla lancetta dei secondi, che minaccia di ferire il suo quadrante. Sembra stizzita dalla rinuncia al mio consueto, mentre contemplo il titanismo del suo giro”.

1a La condizione acreba copia

Raramente, (specialmente in questo periodo in cui la poesia sta diventando la “Cenerentola” della letteratura e i lettori del genere sono sempre più rari) ci si trova davanti a poesie di questo livello.

Un livello alto, molto alto.

Roberta Borgia emoziona, ed emoziona profondamente. Le sue immagini non sono mai banali, le sue parole rinuncia- no ad una ricercatezza forzata, artificia- le, per arrivare dirette all’obiettivo della poesia.

Che è (e lo dice la parola stessa, nelle sue radici più antiche), la “creazione”, ovvero la tensione allo svelare le radici dell’esistenza, a spiegare il dolore, la fatica, a tratti forse l’inutilità stessa del nostro essere.

In questo libro, finalmente, si ritorna ad una poesia che prende il lettore e lo por- ta, verso dopo verso, immagine dopo immagine a riflettere, profondamente. Prima su sé stesso, poi su quanto lo circonda.

Roberta Borgia copia

ROBERTA BORGIA nasce a Messina nel 1982.

Ottiene una segnalazione al 7° Premio Nazionale Divo Bavona. Pubblica nel nu- mero “Speciale Violenza sulle Donne” del- la rivista Isola Nera, diretta dalla scrittrice, candidata al Premio Nobel per la Letteratu- ra, Giovanna Mulas. La poesia “Messina” è stata letta da Alessandro Quasimodo, atto- re e figlio del Premio Nobel Salvatore Qua- simodo,nell’ambito del progetto “Alessandro Quasimodo legge i Poeti Con- temporanei”.

Ha ricevuto una menzione di merito per la partecipazione al Premio Internazionale Salvatore Quasimodo. Vive con il marito e i figli in una casa immersa nella natura, sui colli Peloritani che si affacciano sullo Stret- to di Messina.

Programma XXV Edizione della festa di Borgo Rovereto, 8-9 giugno 2019

Programma XXV Edizione della festa di Borgo Rovereto 8-9 giugno 2019

1a Schermata 2019-06-08 a 13.07.501aa Schermata 2019-06-08 a 13.07.54

Alessandria today: Festa di Borgo Rovereto a cura dell’Associazione dei Commercianti di Borgo Rovereto, 8- 9 giugno 2019

Relativamente alla Festa di Borgo Rovereto, trasmettiamo in allegato il programma ufficiale della manifestazione curato in esclusiva dall’Associazione dei Commercianti di Borgo Rovereto, il cui marchio è registrato.

Prendiamo pertanto le distanze da qualsiasi evento che utilizzi il nome della “Festa di Borgo Rovereto”, sfruttando il richiamo che questo importante appuntamento ha saputo creare in venticinque anni, senza averne concordato i contenuti con la nostra Associazione, tanto da non essere stato inserito in alcun materiale di comunicazione ufficiale da noi prodotto (pagine social, sito internet, materiale cartaceo).

Momenti di poesia. Notte in Blues, di Mirella Ester Pennone Masi

Momenti di poesia. Notte in Blues, di Mirella Ester Pennone Masi

Notte in Blues

Notte in Blues

Risvegli un vociare dolente

Scorri il vento tuo in angoli bui

Accedi nei miei pensieri

E mi liberi dall’intrico notturno

Da inumane sofferenze.

Colmi il segreto dei boschi

E di stelle pulsanti

Tra spirali di resurrezioni

A quel sentore di anime vicine

Bisognose di luce.

Dell’intima mia inquietudine

Rendi mite questa insonnia

Alla luce furtiva di un lampione.

Sopra il tetto, in alto nel cielo

È tutto un vernissage d’autore

La bellezza emozionante

Di questa notte!

Cade una stella

Ma non chiedo la felicità eterna.

Ora tutto tace

Tace l’infinito;

Adesso soltanto il mio cuore

Urla un Blues.

(Mirella Ester Pennone Masi 5/06/2019)

photo web

Dl Calabria: Molinari (Lega), giuste dimissioni relatrice Nesci

Dl Calabria: Molinari (Lega), giuste dimissioni relatrice Nesci

riccardo-molinari.jpg

Roma, 30 mag. – “Bene le dimissioni di Dalila Nesci da relatrice del decreto Calabria per conflitto d’interessi. La Lega, non appena appresa questa situazione durante il dibattito d’aula, dopo un’attenta valutazione ha chiesto alla relatrice di fare un passo indietro. Stupisce solo che la questione sia sfuggita agli attenti osservatori dei 5S.

Correttezza, trasparenza e credibilità devono essere alla base di ogni azione politica. Non era accettabile che un collaboratore, per di più a titolo gratuito, della relatrice che ha in mano il decreto sulla sanità in Calabria sia anche candidato ad assumere la carica di commissario di una delle Asl calabresi. Non possono esserci ombre e opacità su un provvedimento così delicato per la sanità calabrese”.

Lo dichiara il capogruppo della Lega Riccardo Molinari.

PREMIO INTERNAZIONALE PER POESIA IN ITALIANO, DIALETTI, LINGUE STRANIERE E ACROSTICI

PREMIO INTERNAZIONALE PER POESIA IN ITALIANO, DIALETTI, LINGUE STRANIERE E ACROSTICI

il-sirmionelugana-2019-ix-edizione

Il Sirmionelugana2019 IX edizione

Premio Letterario Internazionale per poesia in lingua italiana, dialetti, lingua straniere e acrostici  

“Il Sirmionelugana2019” Nona Edizione.

Il concorso è riservato a

Sezione A: poesie in lingua italiana

Sezione B: poesie in dialetto e lingue straniere

Sezione C:acrostici.

Termine iscrizioni: 31 luglio 2019 

IMARZIA ROBECCHI

Premio Il Sirmionelugana2019

PER INFO SUL CONCORSO: amministrazione@circumnavigarte.it 

Premio Il Sirmionelugana 2019

Momenti di poesia. IL RESTO È SILENZIO, di Anna Fiorillo-Clavelli

Momenti di poesia. IL RESTO È SILENZIO, di

Anna Fiorillo-Clavelli

Il resto.png

IL RESTO È SILENZIO

Prendere la mano
di un bambino,
stringerla forte e dare
la sicurezza che solo
la mano di un adulto
può trasmettere
nella mano
di un bambino,
fino ad arrivare
al suo cuore e
ci rimarrà per sempre.
I bambini si devono
difendere,
troppe ingiustizie
sono riversate su di loro.
L’anima dei bambini
va difesa.

Continua a leggere “Momenti di poesia. IL RESTO È SILENZIO, di Anna Fiorillo-Clavelli”

SOGNAVO DI ESSERE EVA KANT, di Lorella Ronconi

sognavo lorella_ronconi_eva_kant

di Lorella Ronconi

VOLEVO UN SUPEREROE PER AMORE

Volevo essere Eva Kant da grande, volevo aver un supereroe per amore. Complice, amica, amante di un uomo che non avesse paura, un compagno di avventure, un essere che andava oltre ogni piccolezza umana. Un eroe da difendere, un supereroe che difendeva il mondo. Volevo essere l’ombra, e il bastone di un colui che condivideva con me ogni sua avventura; volare libera tra i pericoli e consapevole che mai e poi mai sarei stata sola, prigioniera nella cella buia e fredda dei problemi, nella sofferenza. Volevo essere Eva Kant, aspettare il mio eroe con l’auto rossa fiammante, guidarlo fulminea nel nostro rifugio segreto e amarci fino all’alba. But, la vita è una grande sorpresa, non ci sono supereroi e neanche amori, faticoso, très beaucoup, ma sempre bello vivere. Mi vida, ti amo, anyway.

© Lorella Ronconi

https://lorellaronconi.wordpress.com/

Benvenuta, Gloria di Cristina Saracano

Questa mattina, alla bottega solidale Socialwood di piazza Don Soria, è arrivata Gloria, una nuova collaboratrice, che si aggiunge agli operatori già attivi.

Socialwood, interamente ristrutturato, appunto, in legno, vende prodotti alimentari e di piccolo artigianato, interamente realizzati dai detenuti di diverse strutture italiane.

Perché per migliorare, non è necessario “star dentro”, ma tirar fuori il bello che ognuno di noi ja dentro.

A oltre 40 anni dalla Legge Basaglia… “Fuori come va?”, giovedì conferenza a Cultura e Sviluppo

Sono trascorsi poco più di 40 anni da quando è stata promulgata la Legge Basaglia che, disponendo la chiusura dei manicomi, ha segnato una svolta rivoluzionaria nel mondo della cura e dell’assistenza ai pazienti psichiatrici, una cesura con il passato dalla quale non si può che andare avanti sulla strada del diritto, della libertà e della dignità.

Su questa svolta si rifletterà il 7 febbraio nel prossimo appuntamento dei Giovedì Culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo, analizzando i cambiamenti avvenuti e il funzionamento attuale dei servizi di salute mentale, anche a livello locale.

“Solo comprendendo che il valore della persona – sana o malata – va oltre il valore della salute e della malattia, si può capire come la malattia possa essere usata come strumento di appropriazione o di alienazione da sé, quindi come strumento di liberazione o di dominio”, scrive Franca Ongaro Basaglia.

Il processo di deistituzionalizzazione ha favorito il rafforzamento degli utenti come soggetti di diritto, dotati di contrattualità? Questo rafforzamento ha riguardato anche operatori, familiari, volontari, cittadini che hanno un rapporto diretto con il servizio? Cosa succede alle persone che vivono un’esperienza di malattia e come avviene la loro reale partecipazione? Come si svolge il processo attraverso cui la guarigione si realizza? Continua a leggere “A oltre 40 anni dalla Legge Basaglia… “Fuori come va?”, giovedì conferenza a Cultura e Sviluppo”

Beltmap, il Google Maps per non vedenti che permette di essere indipendenti: con riserva!

Riporto una notizia di questa cintura che aiuterebbe i non vedenti a districarsi nel traffico della città. Naturalmente sarebbe tutta da sperimentare e il tono della notizia è, credo, troppo enfatico. Una cintura che emana vibrazioni in sostituzione della guida audio: Beltmappermette di raggiungere qualsiasi meta in autonomia.
È l’equivalente di Google Maps per aiutare ipovedenti e non vedenti a camminare in città. Beltmap riesce, infatti, a risolvere i problemi che chi non vede, o vede molto poco, riscontra con l’audio-guida delle mappe di Google. Grazie a una cintura che emana vibrazioni, connessa all’app per smartphone, l’invenzione di questa startup consente di orientarsi ovunque ci si trovi, mantenendo le mani libere e permettendo di concentrare l’udito soltanto sui rumori dell’ambiente circostante.
Superati i limiti di Google Maps
Se le mappe di Google danno indicazioni poco precise sulla direzione, ma riferiscono soltanto se svoltare a sinistra o a desta, Beltmap fornisce informazioni esatte proprio nel momento in cui si deve cambiare direzione.
“Altro problema sostanziale per un ipovedente o non vedente è rappresentato dal fatto che, seguendo l’audio-guida di Google, l’utente si debba concentrare sulle informazioni fornite dal motore di ricerca, prestando meno attenzione, invece, ai rumori provenienti dall’esterno, per lui essenziali.
Beltmap, avvalendosi di vibrazioni, non implica la necessità di udire messaggi, permettendo di potersi concentrare sui rumori esterni”, rivela a StartupItalia il founder di Beltmap, Francesco Volpi.
Se il cane guida, infine, rappresenta un compagno affidabile e fedele per chi soffre di queste patologie, non è, comunque, in grado di condurre la persona verso mete a lui sconosciute. Beltmap consente, invece, a queste persone di spostarsi in maniera indipendente, in sicurezza.
Come funziona Beltmap
“L’utente, dopo aver impostato la propria destinazione sull’app tramite comando vocale, può riporre in tasca il proprio smartphone. Sarà esclusivamente la cintura, infatti, tramite vibrazione, a guidarlo verso la meta impostata”, spiega il fondatore Volpi. Nello specifico, questa vibrerà, ad esempio, sul fianco sinistro nel momento in cui debba girare in quella direzione (e viceversa), mentre emetterà vibrazioni centrali per proseguire
a diritto. Continua a leggere “Beltmap, il Google Maps per non vedenti che permette di essere indipendenti: con riserva!”

Accessibilità dei servizi pubblici a sportello, a che punto siamo?

Tutto sembrerebbe scontato: legge Stanca, diversi regolamenti e circolari, che non lascerebbero scampo, ormai il disagio dei cittadini è vecchia storia ….. ma a chi non è mai capitato di aver trovato personale allo sportello decisamente non preparato ad affrontare problematiche inerenti le persone disabili ma non solo, anche per gli anziani in difficoltà con la tecnologia.

Già è difficile raggiungere lo sportello: corridoi, scale, tornelli, prenotazione del numero;per non parlare dei bancomat, vero spauracchio anche solo per gli anziani, posto dove apporre la firma, imbarazzo dell’impiegato che, se è incline alla bontà,magari ti aiuta! eccetera.

Nelle leggi ecircolari si manifesta il diritto di esprimere la propria volontà in autonomia,ma come? Predisponendo, ad esempio, i servizi in tutti i canali dicomunicazione possibili (telefono, mail, internet). In una circolare, 3/17, si raccomandala formazione del personale, oltre che l’utilizzo dei nuovi strumenti messi adisposizione dalla tecnologia Vengono inoltre date indicazioni: sulla gestionedelle attese agli sportelli, sulla mobilità all’interno degli uffici, sullapredisposizione di postazioni adeguatamente attrezzate con ausili assistivi conlo scopo di permettere alle persone di portare a termine le operazioni inautonomia. La circolare sembra chiara ….. ora gli enti pubblici non avrebberopiù alibi per ottemperare a queste direttive. Ci riusciranno, oppure prevarràancora il pressappochismo, lo spontaneismo, la superficialità che si èimpadronita di tutti noi? Già mi sembra di comprendere la risposta…….

Chi sono gli audiodescrittori? intervista ad Alessandra Novelli, a cura di Valter Scarfia

 

Già ho trattato l’argomento audiodescrizione in un precedente articolo del blog, inserendo anche un video sul canale youtube per darne una breve dimostrazione, ma vorrei approfondire l’argomento. Ho avuto la fortuna di incontrare Alessandra che si definisce appunto una audiodescrittrice:

D: cosa fa un audiodescrittore e quale è stato il percorso per diventarlo.
R: Caro Valter, intanto ti ringrazio per l’interesse e per il tuo impegno nel voler diffondere anche quest’aspetto dell’accessibilità su cui si sta cercando di lavorare molto. Da qualche tempo, appunto, mi occupo di audiodescrizioni. Tuttavia, ammetto che mi fa ancora specie definirmi “audiodescrittrice” perché ogni prodotto ti pone davanti a sfide nuove e in questo lavoro non si finisce mai di imparare.

Volendo provare a riassumere in poche parole cosa fa un audiodescrittore, direi che si occupa di rendere accessibile dei contenuti alle persone cieche e ipovedenti. Ho parlato di “contenuti” in modo generico perché esistono diversi tipi di audiodescrizione: quella filmica, quella museale, quella teatrale… L’obiettivo primario di questa disciplina, di questa tecnica, è appunto quello di tradurre le immagini in parole. Come dice Joel Snyder, uno dei massimi esperti nel settore, “the visual is made verbal”. Io nello specifico per ora ho lavorato su alcuni prodotti televisivi seriali e su un lungometraggio. In ambito audiovisivo, l’audiodescrizione è una traccia vocale che si aggiunge al prodotto originale, che descrive la scena in atto inserendosi nelle pause tra i dialoghi e i rumori significativi. Continua a leggere “Chi sono gli audiodescrittori? intervista ad Alessandra Novelli, a cura di Valter Scarfia”

IL DRAMMA DI ACHILLE E LA TARTARUGA, di Valter Scarfia

“DAL MIO BLOG: http://vscarfia.comm “.

Alessandria: Nei miei corsi agli insegnanti di sostegno, a proposito di tecnologia legata alle disabilità, espongo sempre questo binomio: Achille e la tartaruga. Achille è l’evoluzione tecnologica, veloce, impetuosa, straripante. La Tartaruga: lenta, impacciata, confusa.

Più volte ho evidenziato Luci ed Ombre della tecnologia; indubbi vantaggi che consentono di svolgere diverse mansioni che prima erano precluse ma, contestualmente, inducono dipendenze, ansia da prestazione. Quando un disabile ha acquisito una abilità tecnologica e sarebbe pronto per sfuttarla a pieno, ecco che Achille è già corso avanti imponendo nuove tecnologie, nuove opportunità e la Tartaruga mestamente deve faticosamente fare un balzo in avanti.

Quale insegnamento possiamo trarne da tutto ciò? è proprio possibile che la Tartaruga possa diventare Achille? oppure, non sarebbe meglio per tutti che Achille diventasse la Tartaruga?
Le “lepri tecnologiche”, che corrono sempre più velocemente con il solo scopo di arrivare prime, non sapranno costruire un mondo duraturo, pacifico e solidale. Continua a leggere “IL DRAMMA DI ACHILLE E LA TARTARUGA, di Valter Scarfia”

Buona volontà, di Cristina Saracano

Buona volontà

Che fatica deve fare

una mamma per campare:

una casa da pulire,

e poi bimbi d’accudire,

e la spesa non scordare

se un buon piatto vuoi gustare.

 

E se invece sei impiegato

non sei meno fortunato:

fai quadrare tutti i conti,

e al telefono racconti

intrattieni i  fornitori,

senza fare mai errori!

 

La maestra, sorridente,

spiega a tutti ed è paziente,

anche con i più piccini,

i vivaci, i birichini.

Torna a sera molto stanca

ed il sonno non le manca!

Continua a leggere “Buona volontà, di Cristina Saracano”

La città vivibile, di Cristina Saracano

di Cristina Saracano

Alessandria: Una città non deve avere sette o settantasette meraviglie
Una città deve saper dare risposte alle domande, o farti una domanda che ti obbliga a risponderle…

Così diceva Italo Calvino nelle “Città invisibili”

Io dico che le città devono essere vivibili e accessibili a tutti: anziani, bambini, persone con disabilità.

Alessandria non è così: basta guardare le sue barriere e gli ostacoli per salire e scendere dai marciapiedi con una carrozzella. Basterebbe il 5 per cento di pendenza perché un disabile possa fare tutto da solo.

Gli amici dell’associazione Idea non chiedono l’impossibile, chiedono di poter avere quella città vivibile.

D.O.C. in concerto a Cantalupo Ligure in favore di AIL: la buona musica che aiuta

Di Maria Luisa Pirrone

Sabato 11 agosto alle 21,15 a Cantalupo Ligure si potrà assistere a un bel connubio tra musica e solidarietà con i D.O.C. (Direzione Ostinata e Contraria), che presenteranno “E qualcosa rimane…”, concerto con le più belle canzoni degli ultimi 50 anni, da De André ai Pink Floyd, dai Nomadi e la P.F.M. a Battisti, da De Gregori a Fossati e tanti altri.

L’evento è collegato alla terza edizione del Valborberatrail-Memorial Mario Tacchella, una gara di trail running a scopo benefico che verrà disputata, sempre a Cantalupo, il 28 e 29 settembre.

L’ingresso al concerto sarà ad offerta libera e l’intero ricavato verrà devoluto alla sezione alessandrina dell’AIL, associazione italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma.

Giornata mondiale dell’autismo, oltre i pregiudizi: le storie di chi fa il conservatorio, lavora nell’hi tech o apre una pizzeria

pizzaut-675

La determinazione di genitori ed educatori riesce a far raggiungere a molti ragazzi traguardi difficili. Pier Carlo Morello è diventato dottore in Scienze umane e pedagogiche. Everis ha appena assunto dieci persone con Asperger o autismo grazie a un progetto nato in Danimarca. Il progetto Atlantide 2 costruirà una rete integrata che accompagni la persona nel passaggio dall’età scolastica a quella adulta

 

C’è chi studia al conservatorio, chi sogna di gestire una pizzeria, chi si è guadagnato un lavoro a tempo indeterminato per un’azienda che si occupa di tecnologia e chi si è laureato superando difficoltà e pregiudizi. Sono ragazzi autistici. Secondo le indagini dell’Isfol (l’Istituto per lo Sviluppo della Formazione Professionale dei Lavoratori) in Italia oggi solo una persona con autismo su 10 ha un impiego e molto dipende dal percorso avviato dalla nascita all’età adulta, dal supporto della famiglia, degli educatori, del sistema assistenziale che ha ancora molte lacune. Alcune storie mostrano come la determinazione di genitori ed educatori speciali riesca a far raggiungere a questi ragazzi traguardi insperati, altre come qualcosa si stia muovendo. Anche nella lenta Italia, dove spesso questi ragazzi sono abbandonati a loro stessi e dove è più facile ricevere una porta in faccia. Continua a leggere “Giornata mondiale dell’autismo, oltre i pregiudizi: le storie di chi fa il conservatorio, lavora nell’hi tech o apre una pizzeria”

FAVA, DISABILI: “MENTRE I VERTICI SPENDEVANO PER HOTEL E RISTORANTI, LE MISURE PER LE PERSONE CON DISABILITÀ ERANO ASSENTI”

disabili

Corte dei Conti, apertura dell’anno giudiziario: centinaia di migliaia di euro sottratti agli interventi a favore degli assistiti nell’indifferenza degli organi preposti ai controlli.

Palermo, 23/02/2018 – “Nei giorni scorsi ho incontrato una delegazione di familiari di persone con disabilità, che mi hanno evidenziato in particolare tutti i limiti nell’erogazione dei servizi e le gravissime carenze del settore. Oggi dalla Corte dei Conti, ad apertura dell’anno giudiziario, arriva la conferma di come centinaia di migliaia di euro siano stati sottratti agli interventi a favore degli assistiti nell’indifferenza degli organi preposti ai controlli”.Lo dichiara Claudio Fava, deputato regionale de I cento passi, in merito alla relazione del Presidente Luciana Savagnone illustrata oggi.
Per Fava “Siamo davanti ad una mala gestione doppiamente insopportabile, perché oltre a erodere i fondi pubblici si è tradotta in mancata assistenza. Mentre i vertici dell’Iridas spendevano in hotel e ristoranti, le misure di sostegno e integrazione per le persone con disabilità erano assenti.””Dal Governo regionale – conclude Fava – ci aspettiamo che non si limiti alla solita presa d’atto ma intervenga concretamente per la garanzia dei diritti dei cittadini con disabilità”.

http://www.nebrodiedintorni.it/2018/02/fava-disabili-mentre-i-vertici.html?utm_source=feedburner&utm_medium=email&utm_campaign=Feed%3A+blogspot%2FvvFmz+%28Nebrodi+e+Dintorni%29

 

Ricostituito il Fondo non autosufficienze a 500 milioni. Almeno il 50% per SLA e Alzheimer

ministero-lavoro

Il 9 febbraio scorso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 27 novembre 2017 recante il “Riparto del fondo per le non autosufficienze per l’anno 2017” (ne parlavamo qui). Le risorse nazionali messe in campo per il Fondo non autosufficienza per l’anno 2017 sono di 463.600.000 euro, di cui 448,6 milioni alle Regioni e una quota pari a 15 milioni al Ministero del Lavoro per progetti sperimentali in materia di vita indipendente. A queste vanno aggiunti gli altri 50 milioni messi a disposizione dalle Regioni a statuto ordinario, per raggiungere la cifra prestabilita prima della decurtazione risultata dall’intesa in Conferenza Stato-Regioni il 23 febbraio 2017. Il totale ammonta quindi a 498,6 milioni di euroContinua a leggere “Ricostituito il Fondo non autosufficienze a 500 milioni. Almeno il 50% per SLA e Alzheimer”

Laboratorio teatrale per persone con disabilita␣ e non

TeatronelloSpazIO2 (1)

Alessandria: Conferenza stampa de il DLF Alessandria – Asti, il Cissaca, il Peter Larsen Dance Studio, l’Associazione Commedia Community, per presentare il progetto

Teatro nello spaz…IO quinta Edizione, aboratorio teatrale per persone con disabilita␣ e non.

Partners del progetto sono il centro diurno “Martin Pescatore” (CODESS), il centro diurno “San Giuliano” (ANTEO), il Servizio E.T.H. “Cissaca” (PRO.GES), la Comunità␣ “Santa Agata Fossili” (INTERACTIVE), Il Consorzio “FOR.AL”, la Scuola materna “Sezzadio”, la Scuola primaria “Villaggio Europa”, la Scuola

secondaria I°grado “A. Ma nzoni”. L’iniziativa e␣ realizzata con il contributo dellaFondazione SociAL, dell’Associazione Nazionale DLF, della

Fondazione CRT e della Societa␣ di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo.

La conferenza stampa si terra␣ il giorno martedi␣ 27 febbraio 2018 presso il Teatro Ambra Viale Brigata Ravenna, 8 – Alessandria, alle ore 11.00.

(spettacolo di chiusura 30 maggio p.v., ore 17)

Tiziano Cosentino Presidente DLF Alessandria – Asti

Mauro Buzzi Presidente CDA Cissaca

BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI: ALLA SICILIA 4,4 MILIONI

delrio-ministro-0

Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Le Regioni ripartiranno a loro volta i finanziamenti ricevuti ai Comuni richiedenti per contribuire alle spese dei privati cittadini. Il riparto dei 180 milioni è il seguente: Sicilia 4,4 milioni. Dopo la firma, il decreto verrà pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed entrerà in vigore dopo quindici giorni da quella data.

Roma, 15 febbraio 2018 – E’ stato reso oggi parere positivo dalla Conferenza Unificata alla proposta di riparto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, di 180 milioni di euro alle Regioni, per contribuire al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati. Il Ministro Delrio firmerà quindi il decreto interministeriale di concerto con il Ministro dell’Economia delle Finanze, Pier Carlo Padoan, e il Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti.La misura è stata voluta dal Governo inserendo nel Fondo Investimenti, previsto dalla legge di Bilancio 2017, il rifinanziamento della legge 13 del 9 gennaio 1989, “Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati”, che dal 2003 non veniva rifinanziata.Questi fondi, molto attesi dalle Regioni e dai cittadini, coprono buona parte dei fabbisogni inevasi fino al 2017, segnalati negli ultimi mesi dalle Regioni al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.Le Regioni ripartiranno a loro volta i finanziamenti ricevuti ai Comuni richiedenti per contribuire alle spese dei privati cittadini. Continua a leggere “BARRIERE ARCHITETTONICHE NEGLI EDIFICI PRIVATI: ALLA SICILIA 4,4 MILIONI”

Familiari caregiver, le difficoltà dell’assistenza: lo studio americano

Familiari_caregiver

In media i caregiver di famiglia (mariti, mogli, genitori, fratelli o amici) dedicano due ore a settimana in attività legate alla salute del loro caro. Più del 20 per cento degli intervistati ha dichiarato di entrare con il proprio assistito all’interno dello studio medico e di parlare al telefono con il dottore di riferimento. Circa la metà dei partecipanti al sondaggio ha affermato di affrontare insieme al proprio parente con malattia cronica una serie di questioni cruciali sulla sua condizione: gli effetti collaterali delle medicine, i costi delle cure, la gestione del dolore e così via… Continua a leggere “Familiari caregiver, le difficoltà dell’assistenza: lo studio americano”

Rilascio contrassegni di sosta per disabili

permeurdisabili2012stampa1-s600x600-1

Alessandria: Da domani, venerdì 2 febbraio 2018, gli utenti con disabilità permanenti o temporanee che intendono richiedere il rilascio del contrassegno di parcheggio per persone con disabilità, possono rivolgersi al Nucleo Autorizzazioni del Servizio Autonomo di Polizia Locale della Città di Alessandria, in via Borsalino, 4.

Possono essere richieste due tipologie di permessi:

  • Permesso rosa con cui è possibile sostare gratuitamente nelle zone a tariffazione (zone blu) comprese nelle vie Burgonzio, Venezia, Santa Caterina da Siena, 1821.

La validità del contrassegno decade non appena siano venute meno le condizioni necessarie per il rilascio e alla scadenza deve essere consegnato al  Nucleo Autorizzazioni che lo ha rilasciato. Continua a leggere “Rilascio contrassegni di sosta per disabili”

Il “Trasporto Amico” dell’Anteas alessandrina inaugura l’undicesima autovettura e cerca nuovi autisti volontari

CISL

Alessandria: Trasporto Amico é un’iniziativa promossa da ANTEAS-FNP-CISL di Alessandria che consiste nel trasporto gratuito, a mezzo di autovetture opportunamente attrezzate, di persone anziane, disabili o comunque impossibilitate a servirsi di mezzi propri, per raggiungere ospedali, strutture sanitarie e riabilitative, per visite, esami o terapie.

Dal 2010, anno di inizio attività del servizio, il numero di auto in dotazione é passato dalle due iniziali alle undici complessivamente utilizzate; ad oggi quelle che costituiscono l’attuale parco macchine sono otto, di cui una operante nella zona di Acqui Terme (AL), dal momento che tre auto hanno onorevolmente svolto il loro servizio sino a “fine corsa”. Continua a leggere “Il “Trasporto Amico” dell’Anteas alessandrina inaugura l’undicesima autovettura e cerca nuovi autisti volontari”

Gianni Ravazzi e l’associazione Natura e Ragazzi: “Impariamo dai bambini a rispettare l’ambiente”

1517507246102927801777 - Copia

Di Maria Luisa Pirrone

Alessandria

Alessandria today ha intervistato Gianni Ravazzi, consigliere comunale ed ex presidente di RNA-Associazione Natura e Ragazzi.

Abbiamo voluto approfondire la conoscenza di questa ONLUS nata nel 2016 con lo scopo di sostenere il Giardino Botanico di Alessandria “Dina Bellotti” e altre realtà scientifico-naturalistiche del territorio attraverso visite guidate e laboratori didattici gratuiti rivolti alle scuole di ogni ordine e grado. Continua a leggere “Gianni Ravazzi e l’associazione Natura e Ragazzi: “Impariamo dai bambini a rispettare l’ambiente””

Paolo Berta: Occorre ripensare le scelte decise nel Consiglio comunale del 19 dicembre 2017

Paolo Berta

SINTESI INTERVENTO CONSIGLIO COMUNALE DEL 19 DICEMBRE DEL CAPOGRUPPO PD BERTA PAOLO

In merito alla presentazione del bilancio preventivo e del documento unico di programmazione, avvenuta ieri in Consiglio Comunale, mi sento di esprimere alcune considerazioni.

Ho apprezzato che il bilancio preventivo sia stato approvato entro la fine dell’anno e che, a differenza di ciò che era avvenuto nelle amministrazioni di destra precedenti, tutti e tre i revisori dei conti del Comune abbiano dato parere positivo a tutti i provvedimenti (anche se il merito andrebbe condiviso con la giunta Rossa), ciononostante ci sono alcune questioni che mi preme rilevare.

Per quanto riguarda il C.I.S.S.A.C.A (consorzio che gestisce le politiche sociali per conto del Comune di Alessandria e altri comuni), da alcuni giorni circola con insistenza la notizia non solo della sostituzione dell’attuale Presidente – scelta del tutto legittima poiché la responsabilità politica è giusto che sia assunta da una persona di fiducia dell’attuale maggioranza- ma anche dell’assunzione di un nuovo direttore, in sostituzione dei due attuali, o meglio in aggiunta alle due figure dirigenziali che ci sono attualmente. Continua a leggere “Paolo Berta: Occorre ripensare le scelte decise nel Consiglio comunale del 19 dicembre 2017”

Voglia di dolcezza, di Cristina Saracano

photogrid_1513615864249-845752042

di Cristina Saracano

Alessandria: L’intervista al personale dell’Hospice Il Gelso, di cui ho già scritto precedentemente, continua.

La signora Valeria Ghelleri, responsabile del servizio infermieristico e la signora Francesca Biolatto, presidente dell’Associzione Fulvio Minetti Onlus, illustrano come ci prenda cura, con tutto l’amore e la dedizione possibili, dei pazienti.

Le prime attenzioni avvengono ancora al domicilio degli interessati, poi, su segnalazione degli stessi, del medico curante, o dei parenti, si decide il ricovero nella struttura. Continua a leggere “Voglia di dolcezza, di Cristina Saracano”

Sofferenza? No, grazie, di Cristina Saracano

di Cristina Saracano


Alessandria: Presso la struttura Hospice Il Gelso, si è parlato di dolore, sofferenza, cure palliative ed eutanasia.

La cura palliativa terminale, ad esempio, è un processo che controlla i sintomi, si riduce il livello di coscienza del paziente per accompagnarlo alla morte nel miglior modo possibile. Così ci spiega la dottoressa Mirella Palella.

La differenza tra la cura palliativa terminale e l’eutanasia, invece, illustrata dal Dottor Giovanni De Pascalis, consiste negli obiettivi: con la prima si riesce a controllare la sofferenza, con la seconda si ottiene la morte con diversi farmaci che arrestano l’attività cardiaca. Continua a leggere “Sofferenza? No, grazie, di Cristina Saracano”