L’arpa di Sara Terzano al conservatorio di Alessandria

L’arpa di Sara Terzano in Concerto al Conservatorio di Alessandria racconta Leonardo Da Vinci musicista

Un concerto d’arpa per scoprire Leonardo Da Vinci musicista e inventore di strumenti musicali: Sara Terzano, arpista e compositrice, racconta in musica un lato poco conosciuto del poliedrico artista del Rinascimento celebrato in tutto il mondo come genio universale.
Con “Note d’arpa su Leonardo” (Auditorium del Conservatorio Vivaldi di Alessandria, Mercoledì 11 Dicembre alle ore 17 ingresso libero e gratuito) in occasione de “I Mercoledì del Conservatorio”, stagione del Conservatorio di Musica “A Vivaldi” di Alessandria giunta alla diciottesima edizione, Sara Terzano ridipingerà con l’arpa il ritratto di un inedito Leonardo musicista, compositore, inventore di strumenti musicali e scenografo attraverso un repertorio ricercato ad hoc.
Oltre a suonare brani rinascimentali e pagine dal repertorio originale sull’arpa celtica e moderna alternando brani antichi con pagine di Gabriel Fauré, François Joseph Naderman, Felix Godefroid e Nino Rota, l’arpista improvviserà sui rebus musicali di Leonardo rendendo il concerto unico e irripetibile. A corollario del concerto saranno proiettate le immagini delle opere di Leonardo Da Vinci legate al tema della musica e della scenografia, indagando anche l’ispirazione tratta dalla natura e dal paesaggio e la capacità di tradurre in segni e suoni i ritratti dei personaggi dell’epoca.
L’arpista Sara Terzano, concertista e compositrice, è docente titolare della cattedra di Arpa del Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria; solista del Gruppo Cameristico Alchimea, attinge anche dalla sua formazione da architetto per portare avanti l’originale percorso alla scoperta del dialogo tra le diverse espressioni artistiche. In particolare, partendo dal connubio tra la musica e l’architettura, l’arpista ama creare programmi e repertori ricchi di fascino e suggestioni spesso realizzati in contesti di rilevanza storica e architettonica. Tra i diversi percorsi, Sara Terzano ha presentato anche ad Alessandria il Seminario – Concerto in più appuntamenti “Musica – La Voce delle Arti”, itinerario alla scoperta del dialogo tra l’arte dei suoni e le diverse espressioni della creatività coinvolgendo inoltre le Scuole e gli allievi del Conservatorio stesso.
Ad introdurre il concerto il Duo di saxofoni “Osmosi” formato da Gloria Passoni e Lorenzo Cucchi suonerà il “Konzerstück” di Paul Hindemith, autore di una celebre sonata per arpa.
Il concerto è realizzato in collaborazione con il Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino: per il Museo Sara Terzano mette in scena da anni lezioni-concerto e laboratori didattici nelle Scuole, nella sede del Museo stesso e al Cinema Ambrosio di Torino e cura e realizza i corsi d’aggiornamento sotto forma di concerto su Leonardo da Vinci per i docenti del Piemonte.
Con questo viaggio condotto dall’arpa nel mondo di Leonardo Da Vinci si vuole celebrare anche l’estro e la creatività che sono la scintilla di ogni gesto artistico e musicale.
*********************************************************************************************************************************
Mercoledi’ 11 DICEMBRE 2019
“I Mercoledì del Conservatorio” XVIII Edizione
Auditorium del Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria
Via Parma, 1 ALESSANDRIA | ingresso gratuito – ore 17 INFO AL NUMERO:

NOTE D’ARPA SU LEONARDO
Concerto d’arpa esplorativo con proiezione d’immagini alla scoperta di Leonardo da Vinci musicista tra estro, arte e scienza.
SARA TERZANO, arpa celtica e arpa moderna

Musiche di: Anonimi del XII e XVI secolo, F.J. Naderman, N. Rota, G. Fauré, F. Godefroid, Sara Terzano

SARA TERZANO | arpista – compositrice – architetto

Arpista, compositrice e architetto torinese, si è diplomata in Arpa presso il Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Torino nella classe di Gabriella Bosio (“Premio M. Vico” per il Miglior Diploma), si è poi perfezionata con il M° Francis Pierre all’Ecole Normale de Musique “A. Cortot” di Parigi come borsista della “De Sono Associazione per la Musica” conseguendo il “Diplome Supérieur d’Execution”e al Corso di Alta Specializzazione dell’Accademia della Filarmonica della Scala (Direttore principale: Riccardo Muti). E’ stata premiata in numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo -tra questi- l’edizione 1991 del Concorso Nazionale di Arpa “V. Salvi”. Dal 1989 si è perfezionata in Italia con Luisa Prandina, Giuliana Albisetti, Fabrice Pierre, Ieuan Jones, Park Stickney, Elizabeth Fontan-Binoche, Elena Zaniboni e Maria Oliva De Poli e a Madrid sotto la guida dell’arpista russa Tatiana Taouer. Svolge intensa attività concertistica anche con l’arpa celtica sia come solista che in diverse formazioni cameristiche, con predilezione verso contesti di rilevanza architettonica, storica e paesaggistica.

Fondatrice del Gruppo Cameristico Alchimea, sperimenta nuovi repertori e formazioni con attenzione verso gli orizzonti della musica Jazz e della World Music, dedicandosi anche alla composizione ed all’arrangiamento dei brani. Alchimea è ensemble residente della Rassegna Concertistica “Musica: Magia dei Luoghi”, itinerario musicale e culturale in luoghi di pregio storico e architettonico da lei ideato nel 2008 e del Festival Internazionale di Villa Faraldi dalla XXX Edizione del 2013. Collabora in qualità di Prima Arpa con numerose orchestre tra cui: l’Orchestra Filarmonica di Torino, l’Orchestra della Svizzera Italiana, l’Orchestra del Teatro e l’Orchestra Filarmonica ‘900 del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra dell’Accademia della Filarmonica della Scala, l’Orchestra Sinfonica della Moldavia, l’Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, la Compagnia d’Opera Italiana, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Orchestra Sinfonica della Valle D’Aosta, l’Orchestra Classica Italiana, l’Ensemble Accademia Domino e con il Gruppo Cameristico Gamut. Dal 1994 collabora con il Teatro Regio di Torino, con la Soprintendenza alle Antichità Egizie di Torino e con il Museo Regionale di Scienze Naturali, ideando e realizzando lezioni-concerto e rassegne concertistiche. Propone conferenze-concerto sul tema “Musica, Arte e Architettura” occupandosi dei testi, delle immagini e delle musiche.
Nel 2000 ha pubblicato il cd di musiche inedite per arpa sola “Note per un viaggio immaginario” e il cd “A Merit – Concerto di flauto e arpa” (ed. Videoradio-Fonola) e ha partecipato al film “Nonhosonno” del regista Dario Argento. Nel 2005 ha partecipato a Lugano (Svizzera) al Progetto Martha Argerich della Radio Svizzera Italiana all’interno del “Lugano Festival Musica”, registrato e trasmesso su Radio 2. Nel 2011 ha presentato in diretta live a Radio RAI Suite il Cd “La Loggia delle Fate” che raccoglie sue musiche e arrangiamenti. E’ stata invitata ad esibirsi come Solista in Italia e in Spagna con la Filharmonia de Cambra de Barcelona, l’Orchestra della Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia di Schio, l’Orchestra Cameristica di Varese e la Nova Orquestra De Cambra della Reial Academia Catalana de Belles Arts suonando brani per arpa e orchestra dal principale repertorio (Haendel, Mozart, Debussy) e prime esecuzioni assolute. Realizza e cura Corsi di Perfezionamento per il Laboratorio del Suono del Sermig di Torino e le Masterclasses del Festival internazionale di Villa Faraldi.
Attualmente è’ Docente Titolare della Cattedra di Arpa per l’Alta Formazione Artistica Musicale (MIUR) nei Corsi Tradizionali e nel Nuovo Ordinamento presso il Conservatorio di Musica “A. Vivaldi” di Alessandria; è stata docente anche nei Corsi Tradizionali, nel Triennio e nel Biennio Specialistico al Conservatorio di Musica “N. Rota” di Monopoli dal 2010 al 2015, dal 2003 al 2010 al Conservatorio di Musica “L. Canepa” di Sassari e dal 2010 al 2011 presso il Conservatorio di Musica “G.Verdi” di Como con Staff Training al Conservatoire Royal di Bruxelles, alla Royal Academy of Music ed al Trinity College of Music di Londra.
http://www.saraterzano.it sararpa@yahoo.it

Trattoria Menotti

12 |31 DICEMBRE
TRATTORIA MENOTTI

Metti un teatro a cena
Ideato e diretto da Emilio Russo
Con Marco Balbi, Enrico Ballardini, Paolo Bessegato, Gianna Coletti, Claudia Donadoni, Helena Hellwig, e i “Musica da Rispostiglio”
Regia Emilio Russo
Costumi Pamela Aicardi
Luci Mario Loprevite
Produzione TIEFFE Teatro Milano

Dopo il grande successo della scorsa stagione, riapre Trattoria Menotti, con nuove storie e un menù lombardo tutto da gustare.

Un teatro svuotato da poltrone, quinte, sipari e palcoscenico, dove il pubblico se lo vorrà potrà bere, mangiare, partecipare, ma anche solo guardare ed ascoltare per un viaggio emozionale ricco di suggestioni e sorprese. Non è gradito l’abito scuro!
“Ci son quattro dischi, due tanghi, una polka, un’antica mazurka, due mosci fox – trot, e il twist non c’è nel trani a gogò. Si passa la sera scolando barbera. Nel valpolicella la vecchia zitella cerca l’amor nel trani a gogò…”
Con la sua grande ironia Giorgio Gaber ci ha regalato con questa “cartolina”, un’immagine della Milano degli anni 60 alla quale ci siamo ispirati per allestire la nostra TRATTORIA MENOTTI, un salto in un passato che ci appartiene, anche se non scritto nelle antologie e nei libri di storia. Tracce di una città che voleva cambiare, e quel cambiamento avveniva soprattutto nei luoghi di condivisione, scuole, fabbriche, università, ma anche, e forse soprattutto, nei locali dove si “tirava mattino”, tra un bicchiere, o molti bicchieri di vino, un risotto e un uovo sodo, a cantare, raccontare, a parlare di politica, ma non di potere, semmai di contro potere.
Luoghi dove la tolleranza non era una moda, ma una pratica di vita quotidiana. Palcoscenici minimi, che diventavano le “palestre” per una grande stagione di comici, musicisti e cantautori, ma anche pittori e poeti. Tavolate di puttane, intellettuali e giornalisti, ognuno con i propri abiti da lavoro, mentre la notte si faceva giorno, con ancora la voglia di scambiarsi esperienze e giudizi sul mondo e forse tutti ad immaginare una vita e una città probabilmente molto distante da quella di oggi, o chissà… Nessuna nostalgia e nessun rimpianto, ma forse e solamente un chiedersi cosa è successo, tra i tavoli della Trattoria Menotti.
Emilio Russo
“È la Milano degli anni 60 quella che troviamo al Teatro Menotti, la Milano “agra” di Luciano Branciardi, la Milano scabra e rugginosa della ligera, una Milano da “trani”, da osteria di gente che sbarcava il lunario, di giovani ribelli, di quartieri spie del mondo che cambiava e di amori”. Magda Poli – Corriere della Sera
“La Trattoria Menotti fa ritornare per una sera alla Milano col “coeur in man” e la risata affilata dei tempi di Gaber e Jannacci…Si esce col sorriso stampato sulle labbra e la nostalgia di una città ironica e umana che non esiste più”. Simona Spaventa – La Repubblica
Il pubblico potrà cenare gustando i piatti della tradizione lombarda durante lo spettacolo, anche a Capodanno con la replica speciale delle ore 21:30
Per maggiori info: teatromenotti.org

BIGLIETTERIA

PREZZI
– Intero 30.00 € + 2.00 € prevendita (cena esclusa)
– Cena 25.00 €
– Ridotto over 65/under 15 – 15.00 € + 1.50 € prevendita (cena esclusa)
– SPECIALE CAPODANNO BIGLIETTO + CENA € 120,00
Per maggiori info: http://www.teatromenotti.org

TEATRO MENOTTI
Via Ciro Menotti 11, Milano – tel. 02 36592544 – biglietteria@tieffeteatro.it

ORARI BIGLIETTERIA
Tutti i giorni dalle ore 15.00 alle ore 19.00

Acquisti online
con carta di credito su http://www.teatromenotti.org

ORARI SPETTACOLI
Riposo 16|23|24|25|26| dicembre
Martedì, giovedì e venerdì ore 20.30
Mercoledì, sabato e domenica ore 19.30
Martedì 31 dicembre ore 21:30

UFFICIO STAMPA
Linda Ansalone
0236592538
stampa@teatromenotti.org

Storie di fotografia al femminile

Progetto
“STORIE DI FOTOGRAFIA”
“5 Fotografe e 5 fotografie”
a cura di Daniele Robotti, fotografo professionista.

Mercoledì 11 dicembre 2019 orario 20.30 – 22.00
presso lo Studio di Daniele Robotti al 2 piano di Via San Lorenzo 107, in Alessandria.

La fotografia è donna…? Probabile, vista la sua imprevedibilità 😉 e quindi quale migliore occasione per una completa panoramica su come 5 fotografe interpretano la loro personalissima “visione fotografica”.
Continuano le “Serate di Fotografia” nello studio fotografico di Daniele Robotti, mercoledi 11 dicembre prossimo alle 20,30 in compagnia di 5 (a dire il vero sono 6!) fotografe alessandrine, tutte con un approccio originale nel fare una fotografia mai scontata.
Le sei autrici presenteranno cinque immagini dai loro progetti, che verranno amichevolmente commentate da Daniele Robotti e condivise con il pubblico.

Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee commenta :
“Nuovo appuntamento del Progetto ideato da Daniele ROBOTTI “Storie di Fotografia”, questa volta tutto al femminile: 5 Fotografe alessandrine, anzi sei, presentano 5 fotografie ciascuna, per un confronto sulla diversa tecnica fotografica arricchita dalla sensibilità femminile”.

BIOGRAFIA
Daniele ROBOTTI è un fotografo professionista specializzato nelle immagini di natura, in particolare la documentazione del comportamento degli animali e il loro rapporto con l’uomo, con trent’anni di esperienza in campo fotografico: dalla fotografia di cronaca ai viaggi, dal reportage sociale alla fotografia naturalistica, in agenzia di cronaca e di natura. Ha partecipato alla realizzazione di opere editoriali per i seguenti Editori: DeAgostini, Calderini – Il Sole 24 Ore, Kosmos, Mondadori, Edagricole.
Nel 2016 ha fondato Dogs and More srl una realtà specializzata nella formazione professionale nei campi del comportamento animale e fotografico, al di fuori di queste produzioni trovano spazio altri progetti su argomenti, storie e soggetti legati alle aree del reportage sociale, del ritratto e della fotografia fine-art.
Inoltre ama sperimentare la fotografia astratta e concettuale, e condividere la sua visione fotografica con tutti, senza distinzioni di marca fotocamera, budget, ed esperienze!

INFO
Daniele Robotti Tel. 3402292770 info@robotti.it
http://www.robotti.it

http://www.liberamentelab.it

Presepe Storico MCL

“Rappresentare l’evento della nascita di Gesù equivale ad annunciare il mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio con semplicità e gioia. Il presepe, infatti, è come un Vangelo vivo, che trabocca dalle pagine della Sacra Scrittura” (dalla lettera apostolica di Papa Francesco, Admirabile Signum)Comunicato stampa- Il Presepe storico del Movimento Cristiano Lavoratori ritorna in Alessandria. Installato in piazza della Gambarina. L’8 dicembre la sua aperturaIl presepe del Movimento Cristiano Lavoratori ha radici negli anni Settanta del secolo scorso, quando ogni anno veniva allestito nell’atrio della stazione ferroviaria a cura di un gruppo di appassionati ferrovieri aderenti al Movimento. La tradizione fu proseguita dai Presidenti provinciali del Movimento, Alberto Milanese e Luigi Cagnoli, e poi da Giuseppe Cotroneo.
Purtroppo per alcuni anni, a seguito di alcuni atti di vandalismo e il furto di alcune statue, il presepio non fu allestito, ma la tradizione è ripresa nel Natale 2007, quando, dotato di una sua autonoma capanna, è stato collocato in piazza della Liberta, lato via Dante, davanti all’ex Banca d’Italia.
Da lì in avanti non si è più smesso di esporlo nel periodo che va dall’8 dicembre, Festa dell’Immacolata Concezione, fino alla Candelora, il 2 di febbraio. Dal 2013 al 2018, il presepio MCL è stato allestito a Basaluzzo, grazie alla disponibilità del sindaco Gianfranco Ludovici.
Quest’anno, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con l’Associazione Amici del Museo della Gambarina, il Presepio ritorna ad Alessandria. Lo si potrà ammirare proprio in piazza della Gambarina, nello spiazzo prospiciente via Mazzini, accanto al torchio da vino, segno della produttività contadina, di cui il Museo etnografico “C’era una Volta” è attento conservatore.
“Ci pareva importante far ritornare il nostro allestimento in Alessandria – ha dichiarato il Presidente Provinciale MCL Piercarlo Fabbio – perché proprio da questa città ha preso le mosse. Ringrazio l’Amministrazione Comunale per la collaborazione fornita affinché il ritorno si rendesse possibile. Qualche novità contraddistinguerà l’allestimento 2019…”
E le novità sono costituite da alcuni oggetti che gli Amici del Museo della Gambarina metteranno a disposizione per una lettura più approfondita del Presepio: “Oltre alla natività, vorremmo aggiungere qualche elemento che connoti e faccia riconoscere la civiltà rurale – spiega la Presidente onoraria Elena Garneri – che è necessariamente legata al Presepe. I nostri oggetti, gli oggetti del Museo costituiscono una seconda possibile lettura dell’allestimento”.Il Presepe sarà aperto alle ore 18,30, Domenica 8 dicembre. Durante una breve cerimonia, i vicepresidenti del Movimento, Alfonso Conte ed Emiliana Conti, introdurranno le letture proposte da Efrem Bovo e Piercarlo Fabbio, tratte dalla Lettera Apostolica di Papa Francesco Admirabile Signum e da “La Pasqua di Natale”. Sarà presente all’evento Mons. Ivo Piccinini, che benedirà il Presepio.Comunicazioni via email o mobile da indirizzare preferibilmente a:
piercarlo.fabbio@libero.it
Tel. 3482557458

Amore felino di Cristina Saracano

Una chiacchierata con Marina Vicario, che ci presenta la sua antologia “Gatti che passione”.

L’idea di Marina nasce dal suo amore per gli animali, nel caso specifico dei gatti, ritiene che questi non siano assolutamente opportunisti, lo possono testimoniare tante persone che convivono con loro.

L’antologia vuole essere anche un volume informativo, infatti racchiude interventi della Dottoressa Scopelliti, che si occupa di alimentazione, della pedagogista che narra un rapporto particolare tra un gatto e un bambino, della Dottressa Tamagnone, che ci parla di comportamento, del professor Caputi, con un’interessante relazione sul gatto nella storia antica.

Il libro contiene racconti, poesie, filastrocche di 52 autori selezionati tra tutti coloro che hanno inviato materiale da tutta Italia .

È sorprendente la partecipazione numerosa da parti di scrittori non professionisti, a testimonianza di sincero amore per questo felino.

Domani, 8 dicembre 2019, alle ore 16, presso Dolci terre di Novi viale dei Campionissimi, la presentazione con Marina Vicario e Fabio Gagliardi.

Venerdì 13 dicembre 2019, alle ore 21, replica alla soms del Cristo, Corso Acqui 158 Alessandria, con letture degli autori della provincia di Alessandria, curata sempre da Marina Vicario, con l’aiuto di Cristina Saracano.

Un particolare ringraziamento alla casa editrice Pluriversum.

In evidenza

Artemusica 2019

ASSOCIAZIONE CULTURALE MUSICALE ARTEMUSICA Alessandria

FELICE REGGIO alla tromba e IVANA ZINCONE al pianoforte per la XXI EDIZIONE DI “PAROLE, SUONI, COLORI “ DI ARTEMUSICA
Domenica 8 dicembre 2019 ore 17,00 al Museo della Gambarina ad Alessandria.

Alessandria- Domenica 8 dicembre alle ore 17 al Museo della Gambarina ad Alessandria si esibiranno per la XXI edizione di “Parole, Suoni, Colori”(rassegna di sei concerti promossi dall’ Associazione Artemusica di Alessandria in in collaborazione con enti pubblici e privati e con il patrocinio della Provincia di Alessandria e dei Comuni ospitanti e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, sempre attenta e vicina alla valorizzazione del territorio) Felice Reggio alla tromba ed Ivana Zincone al pianoforte.

Il duo farà rivivere, attraverso il potere evocativo della musica, le immagini di alcune delle più amate pellicole cinematografiche di sempre e farà un omaggio a Nino Rota, a Ennio Morricone, Luis Bacalov ed eseguirà anche un brano dello stesso Felice Reggio tratto da “L’uomo del grano”, film su Nazzareno Strampelli uno dei genetisti e agronomi più importanti che si occupò dello studio del frumento. Continua a leggere “Artemusica 2019”

In evidenza

Tace il labbro

Alessandria: 8 dicembre 2019: presso il Teatro Parvum di Alessandria, alle ore 20,30, un appuntamento da non perdere per gli appassionati della musica lirica: l’accademia Nazionale di Belcanto Italiano inaugura il suo II anno accademico con un concerto che vedrà alternarsi sul palcoscenico Allievi e Maestri: i soprani Manuela Rinaldi ed Eleonora Pintus, il baritono Bruno Rinaldi e i tenori Pietro Terranova e Marco Becherini, assieme ai Maestri Astrea Amaduzzi, soprano, e Mattia Peli, pianista, daranno vita ai più celebri personaggi del melodramma italiano e straniero.

In evidenza

Baccini ad Alessandria

Francesco Baccini passa da Alessandria domenica 8 dicembre
per il “Green Days Tour”: il percorso nazionale dedicato alla sensibilizzazione sulla tutela dell’ambiente

Il cantautore e attore Francesco Baccini passerà da Alessandria nel primo pomeriggio di domenica 8 dicembre e incontrerà il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e alcuni altri rappresentanti della Giunta Comunale portando il messaggio che, insieme ad altri noti testimonial, viene veicolato in questi giorni in un percorso nazionale intitolato “Green Days Tour”.
Si tratta della prima edizione di questo percorso: un’iniziativa no profit e non soggetta a raccolta fondi, ideata e proposta dall’Associazione Diritti Nazionali Associati, concepita per sensibilizzare le coscienze all’emergenza emissioni.
A dare il proprio supporto, tantissimi personaggi appartenenti al mondo dello sport e dello spettacolo, decisi a realizzare il “giro d’Italia a staffetta” a cavallo di scooter elettrici superleggeri a emissioni zero, messi a disposizione della causa dalla U-JET e sui quali verranno percorsi, in soli venti giorni, oltre 5.000 km, fino al gran finale a Roma in piazza San Pietro, dove l’ultramaratoneta Modestino Preziosi giungerà correndo accanto al motorino. Continua a leggere “Baccini ad Alessandria”

In evidenza

Bambini bene comune

Ovada: L’Assessorato all’Istruzione del Comune di Ovada presenta una nuova iniziativa che si terrà nel nostro territorio nell’ambito del Progetto triennale “Alleanze Educative: Bambini bene comune”, che ha il Comune di Alessandria come soggetto capofila e vanta un esteso partenariato, tra cui il nostro Comune.

Il progetto è stato selezionato dall’Impresa Sociale Con I Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, grazie al un Bando nazionale volto all’ampliamento e potenziamento dei servizi educativi e di cura dei bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, finanziato dal Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Diverse e integrate le azioni in programma su Alessandria e provincia nell’arco di tre anni, grazie al contributo ottenuto, con interventi che intendono coinvolgere servizi e soggetti che a vario titolo e ruolo si rapportano ai bambini nella fascia 0-6 anni. Continua a leggere “Bambini bene comune”

In evidenza

Seguendo un filo di seta

Novi Ligure: Seguendo un Filo di seta
Il basso Piemonte vivrà un fine settimana all’insegna dei sapori con la 24° edizione di Dolci Terre di Novi, in programma da venerdì 6 a domenica 8 dicembre. Un appuntamento che vede protagoniste le eccellenze eno-gastronomiche come: la focaccia novese, la farinata, il cioccolato i presidi slow food abbinati a vini, birra e distillati locali ma sarà anche, grazie al Distretto del Novese, occasione per scoprire il territorio.
In occasione della rassegna eno-gastronomica, il Distretto del Novese in collaborazione con Oneiros Incoming by Il Mondo di Valigia C&D Viaggi sas, ha messo a punto per domenica 8 dicembre un itinerario alla scoperta di Novi Ligure, filo conduttore di questo tour sarà il “Filo di seta”.
Il Novese, nella seconda metà dell’800, era un territorio particolarmente legato alla produzione della seta: nel 1840 sono censite a Novi Ligure ben 67 filande per la produzione del filato “bianco di Novi”, la fibra tessile più pregiata d’Europa, quotata addirittura alla borsa merci di Londra. Esse impiegavano 3340 operaie, producendo quasi trecento quintali di seta grezza all’anno (un chilogrammo di questo prezioso filato costava circa settanta lire, quasi due mesi e mezzo di paga di un’operaia di filanda). Continua a leggere “Seguendo un filo di seta”

In evidenza

Restyling di via San Giacomo della Vittoria

Alessandria: Il restyling di via San Giacomo della Vittoria

Un nuovo volto per via San Giacomo della Vittoria con luci a led di ultima generazione e rifacimento della pavimentazione e un nuovo arredo urbano per rendere il centro di Alessandria, storica ‘culla’ del commercio di vicinato, ancora più attrattiva e accogliente. Un ulteriore tassello dell’azione che l’Amministrazione comunale di Alessandria sta portando avanti per valorizzare il proprio centro storico con la riqualificazione dei ‘luoghi del commercio’ per offrire nuove opportunità di sviluppo e di sostegno alle attività commerciali, anche in vista delle prossime Festività. Continua a leggere “Restyling di via San Giacomo della Vittoria”

In evidenza

Aleramici in Sicilia

Continua la sinergia tra il Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria per il perfezionamento del documentario sugli “Aleramici in Sicilia”.

Il progetto “Aleramici in Sicilia” è di quelli ambiziosi, destinati a lasciare una traccia indelebile costituita da impegno, dedizione ed amore per la Storia e per il Territorio.
Ideato da Roberto Maestri, già presidente del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e curato e prodotto da Fabrizio di Salvo, il progetto mira ad approfondire i legami storici tra gli Aleramici e la Sicilia, che risultano assai più complessi ed articolati rispetto a quanto potrebbe apparire ad una prima analisi superficiale.
Un grande lavoro, un work in progress reso possibile dall’impegno del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e dal contributo fondamentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.
I collegamenti risalgono all’XI secolo, quando nobili, coloni, viticoltori e soldati provenienti dalla Marca Aleramica (comprendente le Langhe, il Monferrato e il Savonese), e piccole aree occidentali della Lombardia e dell’Emilia, raggiungono la Sicilia. Il processo migratorio assume particolare rilievo per la presenza degli esponenti di alcune importanti famiglie feudali Aleramiche: i del Vasto, gli Agliano, i Del Carretto, gli Incisa, oltre alla presenza, per esigenze militari e diplomatiche, dei Marchesi di Monferrato. Nel corso della seconda metà del XIV secolo si verificò un ulteriore flusso migratorio che coinvolse l’Alessandrino, il Tortonese e l’Oltrepò.
Venne così a formarsi un’isola linguistica Gallo-italica all’interno della Sicilia, definita come Sicilia lombarda o Lombardia siciliana, da cui derivano le espressioni, in uso ancora oggi, di “colonie lombarde di Sicilia”, “comuni lombardi di Sicilia” e “dialetti lombardi di Sicilia”.
Il progetto non intende limitarsi alla riscoperta e alla valorizzazione dei legami storici tra i territori, ma auspica di diventare anche un’opportunità per lo sviluppo di progetti in ambito turistico ed enogastronomico, in particolare riguardanti il vino ma non solo.
Le riprese hanno avuto luogo nel Monferrato ed in Sicilia, oltre a numerose scorribande in Normandia e Svevia, Parigi ed in alcune località della Germania.

Il progetto assume ormai un respiro europeo, che deve condurre alla creazione di una mappa, circostanziata e precisa, delle ramificazioni culturali dei nostri avi.

Nei prossimi mesi le riprese del documentario si sposteranno nuovamente nel Monferrato, culla e stazione di partenza di queste importanti migrazioni, per raccogliere nuovo materiale e renderlo fruibile ai Monferrini attraverso rappresentazioni in costume, filmati e convegni divulgativi, ancora una volta rese possibili dall’impegno del Circolo Culturale “I Marchesi del Monferrato” e dal contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Nell’immagine, un momento delle riprese, coordinate da Fabrizio Di Salvo, svolte in San Fratello (Messina)

La Presidente
Emiliana Conti

La Maestà al Museo dei Campionissimi

AL MUSEO DEI CAMPIONISSI FINO AL 29 MARZO 2020
Presentata la Maestà dell’oratorio della Trinità

Un folto pubblico ha fatto da cornice alla presentazione del restauro della Maestà, comunemente denominato Il Padreterno, statua in cartapesta che nella tradizione novese indica la cassa processionale proveniente dall’oratorio della Ss. Trinità. La cerimonia si è svolta sabato 30 novembre al Museo dei Campionissimi, sede in cui l’opera rimarrà esposta al pubblico fino al prossimo 29 marzo. Oltre alle autorità cittadine, erano presenti le restauratrici Francesca Ventre ed Emanuela Spera, Silvia Vicini del dipartimento di chimica dell’Università di Genova e la responsabile del Museo, Chiara Vignola.

Il Sindaco Gian Paolo Cabella, oltre a portare i saluti dei funzionari del Ministero per i beni e le attività culturali che non hanno potuto partecipare all’evento, nel suo intervento ha sottolineato l’importanza del restauro: «Per i forestieri rappresenta un’attrattiva in più per venire a Novi Ligure e godersi le bellezze che ne fanno un piccolo gioiello barocco, che questa amministrazione intende valorizzare sempre di più; per noi novesi, invece, è un motivo in più per essere affezionati alla propria città e interessati a tramandare alle nuove generazioni ciò che abbiamo ancora di bello, eredità di un illustre passato». Il Sindaco, inoltre, ha messo in evidenza due aspetti che rendono la statua un pezzo unico nel suo genere: « In primo luogo, si tratta di una statua realizzata in cartapesta, un materiale assai raro per le statue e le casse processionali dell’epoca della Controriforma. Una scelta azzeccata dal punto di vista del peso del trasporto, e niente affatto insolita per l’epoca barocca, dato che in questo materiale venivano realizzate scenografie e apparati provvisori che duravano giusto il tempo di uno spettacolo: per questo erano disponibili sul mercato numerosi artigiani in grado di realizzare tutto questo, e tra essi poteva capitare, come nel nostro caso, anche qualche bravo artista L’altra particolarità, a mio dire, è però ancora più importante. E riguarda il modo in cui è stata raffigurata la Santissima Trinità, estremante lontano dall’immagine trionfante e dominatrice dell’universo, e il sentimento della “pietà”. Una scelta che a noi può sembrare strana, abituati come siamo alle raffigurazioni di un Padre-eterno irraggiungibile nell’alto del proprio Cielo ma che qui vediamo esprimere un dolore al quale noi siamo più abituati ad associare l’aggettivo “materno”. È esattamente ciò che disse Giovanni Paolo I, Papa Luciani, durante l’Angelus del 10 settembre 1978: “Noi siamo oggetto da parte di Dio di un amore intramontabile. Sappiamo: ha sempre gli occhi aperti su di noi, anche quando sembra ci sia notte. È papà; di più, è madre. Non vuol farci del male, vuol farci solo del bene, a tutti. I figli, se per caso sono malati, hanno un titolo di più per essere amati dalla mamma. E anche noi, se per caso siamo malati di cattiveria, fuori di strada, abbiamo un titolo di più per essere amati dal Signore”».

dal Palazzo Comunale, 2 dicembre 2019

L’Ufficio Stampa

Casale città aperta

Casale Città Aperta: sabato 7 e domenica 8 dicembre monumenti e musei aperti
Torna nel fine settimana l’appuntamento con Casale Città Aperta, tradizionale iniziativa per far conoscere i monumenti e i musei cittadini organizzata dall’Assessorato alla Cultura – Museo Civico e in programma abitualmente durante il Mercatino dell’Antiquariato: seconda domenica del mese e sabato precedente.
Sabato 7 e domenica 8 dicembre, con orario di visita invernale, saranno aperti:
la Cattedrale di Sant’Evasio, la chiesa di San Domenico (dalle 15 alle 17,30), il Teatro Municipale, la chiesa di Santa Caterina (con visibilità limitata a causa dei lavori di restauro), la Torre Civica, Palazzo Vitta e la chiesa di San Michele (sabato dalle 15,00 alle 17,30 e domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 17,30); il Castello del Monferrato sarà aperto con una serie di mostre gratuite a tema natalizio con orario dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00; la Biblioteca del Seminario sarà aperta eccezionalmente in occasione della mostra Frati in cammino (sabato e domenica 15-18).
Domenica, alle ore 15,00 con partenza dal Chiosco Informazioni Turistiche in piazza Castello, si potrà inoltre partecipare a una passeggiata in centro città, con l’accompagnamento dei volontari dell’Associazione Orizzonte Casale che condurranno turisti e curiosi alla scoperta dei monumenti più interessanti.
Prosegue l’offerta voluta dall’Assessorato alla Cultura e sempre valida nel secondo fine settimana di ogni mese, con l’ingresso gratuito al Museo Civico (sabato e domenica dalle 10,30 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 18,30). Situato nell’ex Convento di Santa Croce, include la Pinacoteca con l’esposizione di 250 opere e la Gipsoteca Leonardo Bistolfi (una delle poche collezioni italiane in grado di illustrare l’intero percorso creativo di uno scultore nella sua completezza. Sono esposte 170 sculture del maestro simbolista, di origine casalese, che raggiunse fama internazionale).
La Sinagoga e i Musei Ebraici saranno aperti domenica dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 con ingresso a pagamento: edificata nel 1595, monumento di grande interesse storico e artistico, il Tempio Israelitico oggi si presenta nel suo splendore barocco rococò piemontese (1700-1800). Sono annessi il Museo Ebraico, che espone numerosi argenti, tessuti e oggetti di culto.
Sarà aperto anche il percorso museale Sacrestia Aperta (Tesoro del Duomo), con ingresso a pagamento da via Liutprando, aperto al pubblico sabato dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00 e domenica dalle 15,00 alle 18,00; permette di ammirare preziosi reliquiari, splendidi tessuti e importanti mosaici. Visite ai sottotetti del Duomo la domenica alle ore 15,00, 16,00 e 17,00. Il percorso dei sottotetti è parzialmente accessibile ai disabili.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare lo IAT al numero 0142444330 o consultare il sito http://www.comune.casale-monferrato.al.it/cca.

Donna Rachele, mia nonna

Venerdì 6 dicembre 2019 alle ore 18,00 presso Il Salone di Rappresentanza della Basile, in via Tortona n. 71, Alessandria
si terrà la presentazione del libro dal titolo
“Donna Rachele.
Mia nonna.
La moglie di Benito Mussolini”
a cura di Edda NEGRI MUSSOLINI

Modera Fabrizio PRIANO Presidente dell’Associazione

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta: “Edda Negri Mussolini presenta, con questo libro, quello che per lei vuole essere un omaggio affettuoso alla memoria della nonna, Rachele, protagonista di una delle pagine più importanti della storia italiana. Un racconto familiare, una interessante testimonianza di chi ha vissuto in prima persona un rapporto speciale con Donna Rachele, la sua amata nonna, colei che rappresentava la sua famiglia ma che per tutti gli altri era la moglie di Benito Mussolini. ”.

Edda NEGRI MUSSOLINI nasce a Forlì il 31 ottobre 1963. Sua madre è l’ultima figlia di Rachele Guidi e Benito Mussolini. Il padre è Nando Pucci Negri presentatore ed intrattenitore di programmi televisivi e presentatore ufficiale dell’ Associazione AIBES. Nel 2012 acquisisce, attraverso un decreto Prefettizio il cognome della madre: Mussolini.
Ha condotto in alcune televisioni private per più di dieci anni programmi di Motori e di Golf. Ha animato il pupazzo Topo Gigio. Ha fatto parte delle redazioni di programmi RAI quali: Uno Mattina, Più sani e più belli, I fatti vostri, Geo&Geo. Ha collaborato alla creazione del premio: Una vita per il cinema. È stata Sindaco del Comune di Gemmano in provincia di Rimini. Collabora con alcuni giornali.

“DONNA RACHELE mia nonna. La moglie di Benito Mussolini”
di Edda NEGRI MUSSOLINI ed Emma MORICONI
Il libro, scritto a quattro mani, parla di Rachele Guidi, moglie di Benito Mussolini, attraverso i ricordi della nipote, figlia dell’ultimogenita Anna Maria. Edda, chiamata come la prima figlia dei coniugi Mussolini, madrina di battesimo, ha vissuto con la nonna dopo la prematura scomparsa della madre a soli 39 anni. Rimasta orfana vivrà con le nonne, il padre e la sorella. La nonna Rachele racconterà alla nipote la propria vita di famiglia. Un intreccio tra la storia famigliare e la storia del nostro Paese. Nel libro ritroviamo spaccati di vita quotidiana, amori, nascite, ma anche le tante tragedie che Donna Rachele ha dovuto affrontare nel corso della sua vita. Tutto si snoda dai primi del novecento fino ai giorni nostri con le esperienze di Edda dopo la morte della nonna avvenuta nel 1979. Le autrici hanno voluto anche fare una ricerca negli Archivi di Stato per supportare quanto era stato detto dalla nonna alla nipote Edda. Per ampliare con documenti quello che era la vita quotidiana della famiglia. Alla fine del libro si trovano anche le ricette che la nonna insegnò ad Edda.
Il libro è corredato da oltre cento foto, alcune inedite, che arricchiscono il libro facendolo diventare un libro nel libro.
“Rileggo quello che abbiamo fatto finora ed ecco che affiorano ancora ricordi. Frasi che vorrei mettere. Poi mi accorgo che potrei ancora scarabocchiare altre mille parole, ma alla fine rimarrebbe un unico grande concetto: quanto la nonna Rachele mi manca. Ma so anche che tutto quello che lei mi ha insegnato, la sua saggezza, il suo rispetto verso gli altri, la sua forza di volontà, i suoi valori, sono dentro di me e che con questo libro forse li ho potuti trasmettere a qualcuno insieme a un po’ di lei, a qualcuno che ha capito di quanto questa piccola grande donna dagli occhi così azzurri da perdervisi dentro, come era accaduto al nonno, è riuscita vivere una realtà fatta di tragedie con una forza d’animo che non è facile trovare. Che ha vissuto la vita con una grande dignità senza mai perdere di vista i valori e le radici della sua Romagna, a rimanere con i piedi ben piantati per terra, cercando di non perdere di vista gli obiettivi importanti della vita primo fra tutti: la famiglia

Gatti che passione di Cristina Saracano

Il concorso letterario nazionale ideato da Marina Vicario, per ‘Pluriversum Edizioni”ha dato vita all’antologia “Gatti che passione”con 52 autori selezionati tra la.moltitudine di testi arrivati in redazione. L’opera è arricchita dagli interventi dell’archeologo, Dottor Ferdinando Caputi, della pedagogista, Dottoressa Susy Mariniello, delle illustratrici Elisabetta Mura e Irene Tamagnone e dalla fotografia curata da Germana Belletti.
Il volume, una raccolta di racconti, poesie e filastrocche, che hanno come protagonista assoluto il gatto, animale domestico amato, ma, forse, ancora non molto conosciuto nella letteratura, verrà presentato ad Alessandria il.13 dicembre 2019 alle ore 21 presso la.soms del Cristo, corso Acqui 158,
Interverranno gli autori alessandrini che hanno contribuito con le loro opere ad arricchire l’antologia e ci allieteranno con alcune letture tratte dal libro, sarà possibile acquistarlo e dialogare con gli esperti in una.serata ricca di emozioni e sorprese.

Un cappuccino tra le righe

In Biblioteca Civica Un cappuccino tra le righe
Dopo l’appuntamento di sabato 14 dicembre pronto il calendario 2020

Se amate lasciarvi trasportare dalla lettura e viaggiare con le parole, allora la Biblioteca Civica è il posto per voi. Perché a Casale Monferrato le occasioni per stare in compagnia dei libri saranno tantissime, per leggere ma anche per ascoltare gli scrittori preferiti.
La rassegna letteraria, Un cappuccino tra le righe, ideata e fortemente voluta dall’Assessorato alla Cultura, e curata da Paola Casulli, giornalista, poetessa e blogger, dipendente della Biblioteca Civica, propone una serie di appuntamenti dedicati agli scrittori e scrittrici provenienti da tutto il territorio nazionale, spaziando dai saggi, ai romanzi, dai libri di viaggi e di avventure alle biografie.
Ci sarà anche spazio per andare alla scoperta di piccole case editrici indipendenti, che hanno tanto da raccontare, e reading dedicati alla poesia, con un importante appuntamento dedicato tutto ai versi e alla parola che si terrà nella Giornata Mondiale della Poesia, il 21 marzo 2020.
La rassegna si svolgerà durante tutto l’anno 2020 con sospensione nei mesi di luglio e agosto. Per quanto riguarda l’orario e il giorno di svolgimento degli incontri, saranno di sabato mattina dalle ore 10,00 alle ore 12,00.
In apertura di ogni incontro si offrirà la possibilità di consumare, negli stessi locali della Biblioteca, una colazione con cappuccino caldo, o caffè, e brioche. Da qui il titolo della rassegna: Cappuccino tra le righe.
L’idea di unire la letteratura alla cultura gastronomica è, infatti, un matrimonio che si è quasi sempre rivelato solido e vincente, dando vita a incontri più accattivanti e curiosi. Offrire una colazione a base di cappuccino e croissants caldi sarà la nostra formula: all’odore del caffè si unisce, così, quello della carta stampata, con l’intreccio di due mondi che possono sembrare incompatibili, ma che, invece, possono trasmettere sensazioni positive e diverse da quelle che si provano in una consueta presentazione di libri.
Sarà quindi un anno ricco, da scoprire insieme, anche attraverso la pagina Facebook Un cappuccino tra le righe, dove si racconteranno tutti gli eventi letterari in programma! Si troveranno gli appuntamenti di cui sono già state annunciate le date, ma anche le anticipazioni sugli eventi in programma mese per mese.
Sabato14 dicembre ci sarà l’ultimo incontro del 2019. A parlarci della sua giovane casa editrice indipendente, Capovolte, l’editrice Ilaria Leccardi, giornalista e scrittrice alessandrina. Con lei due sue autrici, Arianna Rocca, che racconterà come, dopo aver lasciato l’attività agonistica, ha portato una proposta sportiva di volontariato in un orfanotrofio femminile in Tanzania, e Agnese Gazzera, che proporrà la biografia di Marielle Franco, l’attivista brasiliana per i diritti umani, uccisa a Rio de Janeiro il 14 marzo 2018.
Info: http://www.comune.casale-monferrato.al.it – 0142 444246 o 0142 444379

Abbattimento platani ai giardini della stazione

Più sicurezza nei Giardini della Stazione con il necessario abbattimento preventivo di otto platani

Domani, mercoledì 4 dicembre, verranno tagliate otto piante ai Giardini della Stazione dopo le verifiche strumentali effettuate a seguito della caduta di un platano, nei mesi scorsi.

Le otto piante per le quali il Servizio Gestione Servizi manutentivi Verde Pubblico e Arredo Urbano provvederà all’abbattimento sono platani e la decisione è stata particolarmente soppesata dall’Amministrazione Comunale (Assessorato al Verde Pubblico, guidato dall’assessore Giovanni Barosini) avendo a cuore la tutela del vasto patrimonio arboreo comunale e, al contempo, la sicurezza dei cittadini anche nel momento di fruizione delle aree verdi pubbliche e del parco dei Giardini della Stazione.

Alcuni fatti, quali l’improvvisa caduta per sradicamento di un platano lo scorso aprile così come quella di un altro platano in piazza Garibaldi lo scorso anno (cadute sempre dovute a danni all’apparato radicale per la presenza di funghi lignivori), hanno indotto l’Amministrazione Comunale a disporre una verifica strumentale della stabilità di tutti i platani presenti nel perimetro dei giardini della Stazione e di altre 41 piante individuate dal censimento effettuato nel 2017.

L’incarico è stato affidato ad una Ditta specializzata che in precedenza aveva già effettuato il rilievo ed il censimento di circa 12.000 piante del Comune di Alessandria e l’esame VTA (Visual Tree Assestment = Valutazione di Stabilità degli Alberi) visivo e/o strumentale in altre aree cittadine.

La verifica che è stata effettuata nelle scorse settimane si è incentrata in particolare sulle indagini fitostatiche strumentali VTA per: a) la verifica della consistenza legnosa a alla base del tronco su 204 esemplari di platano (Platanus spp.) ubicati lungo il perimetro dei Giardini di via Repubblica e la via omonima, lungo lo spalto Borgoglio, lungo la via Savona e su altri 41 esemplari ubicati in altre varie località della città.

Per raggiungere l’obiettivo della sicurezza è stato necessario procedere – una volta individuati i soggetti arborei da sottoporre ad analisi – ad un esame strumentale valutando diversi fattori che influiscono sulla stabilità delle piante, quali le condizioni stazionali, l’età, la specie, i difetti, i danni, le parassitosi, la periodicità degli interventi di manutenzione.

Su tutti gli esemplari arborei indagati si è provveduto ad un’approfondita indagine visiva onde verificare la presenza di fitopatie, fisiologie, difetti morfologici di crescita così da rilevarne le eventuali criticità in merito alla stabilità meccanica.

Oltre a ciò, si è proceduto con un’indagine strumentale eseguita al colletto di ogni singolo albero, eseguita mediante l’utilizzo di resitografo PD400, il quale permette, grazie ad una piccola sonda di 3mm di diametro, spinta con avanzamento e rotazione costanti nei tessuti legnosi, di registrare su di un grafico, la resistenza o meno incontrata e, di conseguenza, evidenziare gli eventuali difetti (decadimenti e cavità) interni.

Dalle analisi svolte è risultata la necessità di abbattere gli otto platani (2 perché secchi e 6 perché classificati come “pericolosi” dagli esami effettuati) ai Giardini della Stazione.

Alessandria s’illumina

SCHEDA INFORMATIVAALESSANDRIA SI ILLUMINA PER IL NATALE 2019’Alessandria si illumina’ è un progetto di rigenerazione di spazi urbani che verrà declinato con una serie di iniziative che interesseranno le principale piazze cittadine ed i giardini pubblici per abbellire e vivacizzare la città in occasione delle prossime festività natalizie.
Il progetto, sostenuto dalla Regione Piemonte, anche attraverso la collaborazione con le associazioni di categoria del commercio del territorio e i media, prevede questa serie di iniziative:MERCATINO E VILLAGGIO DI NATALE AI GIARDINI PUBBLICI
L’Amministrazione comunale, in occasione delle prossime festività, propone in via sperimentale, ai Giardini Pubblici, il Mercatino Natalizio con articoli di qualità artigianali, idee regalo, addobbi ed allestimenti a tema Natale.
Lungo il viale di corso Crimea sono state collocate collocazione 20 casette di legno, in una posizione strategica, immediatamente adiacente al centro cittadino, per rivitalizzare l’area verde di fronte alla stazione.
Nell’area del monumento ai Caduti sarà collocata la ruota panoramica da cui sarà possibile ammirare la città dall’alto, insieme ad attrazioni per bambini come il ‘Villaggio di Babbo Natale.
Saranno svolte attività culturali di animazione a tema natalizio nell’ambito del programma ‘Natale ai Giardini’ (dettagliato in apposita scheda).
Per circa un mese, durante tutto il periodo delle festività, l’intera area sarà illuminata con suggestivi archi luminosi in corrispondenza delle casette e con quattro grandi fari scenografici che proietteranno immagini a tema natalizio nello spazio dei ‘Giardini della Vittoria’ (nell’area compresa tra il lato verso piazza Garibaldi e la zona pedonale perpendicolare a via Trotti).
Nei pressi dell’edicola, sul lato di piazza Garibaldi, saranno collocate le renne luminose come ideale scenografia ideale per le foto ricordo. Un grande albero di Natale illuminato sarà posizionato vicino alla fontana di fronte alla stazione.ALLESTIMENTI LUMINOSI E SCENOGRAFICI (FIGURE TRIDIMENSIONALI E FARI DECORATIVI) NELLE PIAZZE CITTADINE
Per regalare alla Città una atmosfera di festa con allestimenti a tema, saranno installate delle architetture tridimensionali luminose (grandi oltre tre metri):
– una sfera luminosa sarà posta in via Dante (in prossimità della profumeria Piera)
– un grande pacco regalo sarà collocato in piazza Santo Stefano.
Contestualmente saranno installati 14 proiettori architetturali (fari decorativi) per le proiezioni di luci scenografiche nelle principali piazze cittadine:
– piazza S. Stefano (chiesa) 1 proiettore
– piazza Santa Lucia (chiesa) 1 proiettore
– piazzetta della Lega 3 proiettori
– c.so Roma (Chiesa S. Giovannino) 1 proiettore
– via San Giacomo della Vittoria (Chiesa) 1 proiettore
– Chiesa S. Giovanni Evangelista (quartiere Cristo) – 1 proiettore
– palazzo Cuttica -1 proiettore
– piazza Santa Maria di Castello -1 proiettore
– Giardini pubblici (area compresa tra il lato verso Piazza Garibaldi e la zona pedonale perpendicolare a via Trotti) – 4 proiettori.ALBERI DI NATALE ILLUMINATI
Alberi di grandi dimensioni illuminati saranno allestiti in diversi luoghi in città e nei quartieri periferici con la seguente collocazione:
– piazza Libertà di fronte al palazzo comunale
– piazza Ceriana al quartiere Cristo
– Arco in piazza Matteotti
– zona della stazione ferroviaria nei pressi della fontana
– Spinetta MarengoLUMINARIE PER LE VIE DEL CENTRO
Il Comune di Alessandria parteciperà con propria contribuzione economica alle spese per la fornitura dell’energia elettrica delle luminarie che, come consuetudine, vengono installate a cura degli esercenti delle attività commerciali cittadine.FILODIFFUSIONE
Lo shopping per i regali natalizi sarà accompagnato dalla diffusione sonora di un palinsesto musicale che sarà ideato ad hoc e trasmesso attraverso l’impianto di filodiffusione permanente installato nelle più importanti vie dello shopping del centro cittadino, con la diffusione di spot e jingle promozionali che saranno appositamente ideati per la manifestazione.
L’individuazione del gestore del servizio di filodiffusione che effettuerà la programmazione delle trasmissioni avverrà attraverso una procedura di evidenza pubblicaSTRISCIONE PROMOZIONALE
Uno striscione promozionale di dimensioni molto grandi (m. 20 x 5) sarà collocato sulla facciata del palazzo comunale che verrà in parte ‘scoperta’ a conclusione dei lavori di rifacimento della facciata, come regalo alla cittadinanza.
Domenica 8 dicembre si svolgerà un apposito evento dedicato (di cui seguiranno dettagli) in concomitanza con l’inaugurazione della rinnovata via san Giacomo della Vittoria.

Dolci terre di Novi

AL CENTRO FIERISTICO DAL 6 ALL’8 DICEMBRE 2019
Al via la 24esima edizione di Dolci Terre di Novi

Tutto è pronto per la 24esima edizione di “Dolci Terre di Novi”, uno dei più attesi appuntamenti dell’anno che si svolgerà al centro fieristico di viale dei Campionissimi dal 6 all’8 dicembre. La rassegna delle produzioni dolciarie vitivinicole e gastronomiche, organizzata dal Comune di Novi Ligure, per il 24esimo anno consecutivo continua a rappresentare un punto di riferimento tra le iniziative di settore. Il taglio del nastro è fissato alle ore 10 di venerdì 6 dicembre.

Alla tre giorni del gusto è confermato lo spazio dedicato al prestigioso mercato delle Dolci Terre: oltre cento bancarelle di prodotti tipici della zona, e non solo, realizzato in collaborazione con le Associazioni dei settori agricolo, artigianale e commerciale.
L’allestimento ripropone la formula collaudata dei percorsi del gusto, itinerari che si snoderanno all’interno dei padiglioni espositivi raggruppando le diverse produzioni agroalimentari in categorie omogenee: formaggi e salumi, prodotti della terra, dolci, vini e distillati, pastifici. Non mancheranno i prodotti dei Presidi Slow Food e quelli De.Co a denominazione comunale.

Confermata anche la presenza dei Maestri Panificatori che sforneranno la focaccia novese De.Co abbinata, come da tradizione, al grande vino bianco del Piemonte: il Gavi Docg del Consorzio tutela del Gavi che sarà presente in enoteca con il Dolcetto di Ovada Doc, il Barbera del Monferrato Doc ed il Brachetto di Acqui e con i vini premiati al 45° Concorso Enologico della provincia di Alessandria “Premio Marengo DOC”, organizzato dalla Camera di Commercio di Alessandria tramite la propria azienda speciale Asperia.

Nello spazio degustazioni saranno poi di scena i piatti della tradizione novese a cura dello Chef Davide Ghezzi e la farinata di Novi, piatto tipico a base di farina di ceci, con ceci della Merella De.Co.; presente anche lo spazio aperitivo Dolci Terre con i gioielli gastronomici del territorio e la possibilità di degustare: zuppa di ceci della Merella, ravioli in tutti i modi, polenta con gorgonzola, chiocciole alla borgogna, bagna caoda e robiola di Roccaverano.

Da non perdere l’appuntamento di sabato 7 dicembre (ore 17,30) con “Caglio che Luppoli”, prestigioso laboratorio Slow Food alla scoperta degli abbinamenti tra formaggi del mondo e le birre artigianali organizzato dalla Condotta Slow Food di Gavi Ovada.

Nei giorni della kermesse, nei locali del centro fieristico continuano gli appuntamenti della fiera del libro e degli illustratori La Torre di Carta con il Salotto Letterario che prevede presentazioni di libri e altri eventi culturali.

Sempre durante la rassegna sabato 7 dicembre per le vie centrali si svolgerà la manifestazione Canti Natalizi in Centro Storico, rassegna di corali che prenderà il via alle ore 15 e terminerà con il concerto gospel del gruppo Free Voices Gospel Choir diretto da Laura Robuschi. Si tratta di una delle formazioni gospel più significative in Italia. Oltre 600 concerti all’attivo, 50 coristi, 5 musicisti e un corpo di ballo per uno spettacolo coinvolgente ed emozionante. Vincitori nel 2000 del Gospel Award come miglior coro dell’anno.

Periodo: dal 6 all’8 dicembre 2019
Inaugurazione: venerdì 6 dicembre ore 10
Orario di apertura: tutti i giorni dalle ore 10 alle 22
Ingresso gratuito, ampio parcheggio
Info: http://www.comunenoviligure.al.it
Ufficio Turismo 0143 772259; turismo@comune.noviligure.al.it

dal Palazzo Comunale, 2 dicembre 2019

L’Ufficio Stampa

Green jobs: il cambiamento

Metti in circolo il cambiamento… A partire da Firenze!
Al via il progetto per promuovere il cambiamento culturale
verso i principi dell’economia circolareDal 5 all’8 dicembre 60 giovani, tra cui 16 dal Piemonte, per una formazione mirata ai Green Jobs
Il 6 dicembre conferenza sul clima e flash mobAttivarsi per la tutela ambientale e la lotta ai cambiamenti climatici praticando le buone regole dell’economia circolare e dare il proprio contributo alla sua diffusione con un’idea green. Proporre nuovi stili di vita allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti, incentivare al riuso dei materiali e far emergere il settore della Green economy come mezzo di inclusione sociale. In poche parole: “Metti in circolo il cambiamento”. Un progetto di educazione alla cittadinanza globale, coordinato dall’associazione LVIA e cofinanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale, che vuole sostenere il processo di transizione verso l’economia circolare coinvolgendo la cittadinanza, mondo delle aziende, enti e amministrazioni.Sarà la mission del gruppo di 16 giovani selezionati in Piemonte che, insieme agli altri partecipanti provenienti da Emilia Romagna, Toscana e Sicilia, parteciperanno al Campus residenziale dal 5 all’8 dicembre a Firenze grazie al bando di selezione del progetto di cui sono partner i comuni piemontesi di Torino e Cuneo insieme a Confcooperative Piemonte e con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio Cuneo.60 giovani dai profili variegati, dai neet ai migranti passando per i super skilled specializzati in materia ambientale. Prevale la presenza femminile (34), rispetto agli uomini (26), quasi tutti attivi nell’ambito di gruppi ambientalisti.L’avvio della quattro giorni di formazione al Campus residenziale nazionale, allestito dal 5 al 8 dicembre presso la “Casa Don Bosco” a Firenze, è anche l’occasione per il lancio ufficiale di Metti in circolo il cambiamento. Perché saranno i ragazzi selezionati i veri protagonisti delle azioni di progetto, pronti a mettere in pratica e a diffondere quanto appreso al Campus e nelle attività di formazione che continueranno poi sui territori. Le giornate fiorentine coinvolgeranno i giovani in laboratori dedicati allo sviluppo sostenibile, monitoraggio ambientale e emergenza climatica. Ma non solo, perché l’obiettivo del Campus è proprio quello di informare e formare i candidati alle nuove professioni legate all’economia circolare. Il prossimo appuntamento con “Metti in circolo il cambiamento” sarà a Firenze, nell’ambito del Campus, il 6 dicembre alle ore 15.00 presso la Biblioteca delle Oblate per la conferenza “I cambiamenti climatici: istruzioni per l’uso”, aperta al pubblico e curata dal noto ricercatore forestale Giorgio Vacchiano; a seguire alle 17.30 i ragazzi di Metti in circolo il cambiamento daranno vita ad un flash mob a piazza del Duomo in nome della giustizia climatica.
Al Campus ampio spazio verrà dedicato alle competenze verdi con interventi di manager di imprese che guardano all’economia circolare, dei rappresentanti di Confcooperative e 4Manager, e di alcune esperienze virtuose del territorio. Non mancherà il confronto con gli amministratori pubblici, tra cui i rappresentanti dei comuni di Firenze e della Regione Toscana. Conclusa questa fase i ragazzi verranno accompagnati nei loro territori in percorsi formativi on the job personalizzati e ispirati ai principi dell’economia circolare. La sfida per i partecipanti sarà quella di elaborare proposte per la riduzione dei rifiuti e il riciclo dei materiali, le 12 migliori idee green verranno premiate con un fondo di 3mila euro ciascuna per la loro realizzazione.“Il connubio tra economia circolare e inclusione sociale è ciò che ha spinto l’associazione LVIA, con una consolidata esperienza in Africa in progetti di sviluppo sostenibile, a promuovere con 11 partner Metti in circolo il cambiamento – dichiara Alessandro Bobba, presidente di LVIA -. Un progetto nazionale di educazione alla cittadinanza globale che vuole favorire il necessario processo di cambiamento culturale e di competenze della cittadinanza verso i princìpi dell’economia basata sul modello riduci-riutilizza- ricicla”.Giovani, scuola e cittadinanza saranno il collante che legherà tutte le attività del progetto fino a dicembre 2020. Metti in circolo il cambiamento entrerà nelle scuole coinvolgendo i docenti nella co-progettazione di percorsi didattici sul tema dell’economia circolare da destinare a 99 classi. Gli studenti potranno esprimere quanto appreso attraverso la scrittura di cortometraggi; i 4 migliori saranno premiati e realizzati con il supporto di professionisti. Il progetto sarà diffuso su tutto il territorio nazionale grazie al road show “Circoliamo”, una campagna di informazione itinerante supportata da un’exhibit in 20 località, organizzata da Legambiente. Infine, per coinvolgere le comunità locali, parallelamente a conferenze e dibattiti pubblici saranno utilizzate forme innovative come una escape room educativa a cura dell’Associazione Eufemia e workshop di citizen science realizzati da WeMake S.rl.Metti in circolo il cambiamento vuole quindi contribuire concretamente allo sviluppo di una economia circolare ed ecosostenibile capace di coinvolgere il mondo imprenditoriale tradizionale, le start up, le nuove organizzazioni e la società civile in processi educativi e formativi capaci di aprire nuove prospettive professionali e sociali.L’ufficio stampa: Milena Dominici (349.0597187)
Info sul progetto e sull’economia circolare qui: https://lvia.it/metti-in-circolo-il-cambiamento/

Storie alessandrine

Nuovo appuntamento, giovedì 5 dicembre, alle ore 17:00, della rassegna letteraria Storie alessandrine: un libro, tante vite promossa da: Amici del Museo Etnografico Gambarina, Alessandria in Pista – Librinpista, Spazioidea, Società Alessandrina di Italianistica e Circolo Provinciale della Stampa. Presso i locali del Museo, in piazza della Gambarina n.1, sarà la volta di Salvatore Rizzello con “dialoghi intorno all’economia”. Presenta: Albino Neri.

Alessandria s’illumina per il Natale 2019

Alessandria si illumina
per il Natale 2019
Giochi di luce su piazze e chiese della Città

Presentare ufficialmente il progetto “Alessandria si illumina per il Natale 2019. Giochi di luce su piazze e chiese della Città”: è questo l’obiettivo della conferenza stampa odierna a Palazzo Comunale di Alessandria.
Un incontro a cui sono stati invitati – per mettere in evidenza gli apporti e la sinergica collaborazione dell’intera Città, delle sue Istituzioni e dei tanti Soggetti pubblici e privati coinvolti – il Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, l’Assessore alla Cultura, Turismo e Commercio della Regione Piemonte, Vittoria Poggio, l’Assessore Comunale al Turismo e Commercio di Alessandria, Mattia Roggero, l’Assessore Comunale alle Manifestazioni ed Eventi, Cherima Fteita, l’Assessore Comunale al Bilancio, Cinzia Lumiera, l’Assessore Comunale ai Lavori e Verde Pubblico, Giovanni Barosini, l’Assessore Comunale alle Politiche Sociali, Piervittorio Ciccaglioni, il Presidente della Camera di Commercio di Alessandria, Gian Paolo Coscia, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, Luciano Mariano, il Presidente di Confesercenti della Provincia di Alessandria, Manuela Ulandi, il Direttore di Ascom-Confcommercio della Provincia di Alessandria, Alice Pedrazzi, il Presidente di CulturAle-ASM Costruire Insieme, Cristina Antoni, il Presidente dell’Associazione Attività e Commercio di corso Acqui, Roberto Mutti, e il Responsabile del Club Monferrato Chapter, Vittorio Gatti.
A seguire, le schede di approfondimento delle diverse attività e iniziative proposte per le Festività Natalizie 2019.

Natale al Cristo

Comunicato tampa

“Il Natale al Cristo” chiuderà un anno di eventi che resteranno nella Storia per un Quartiere che è riuscito a ripartire grazie alla collaborazione tra Commercianti, Associazioni e Cittadini.

Il Natale dell’Associazione presieduta da Roberto Mutti partirà il 7 dicembre alle ore 16,00 con Il primo Presepe in Corso Acqui!

Il Natale è qualcosa di straordinario, qualcosa di profondo che arriva fino al cuore. Chiunque in questo periodo dell’anno può riscoprire lo spirito di solidarietà, l’armonia dell’amicizia e la semplicità della condivisione: valori tipici del Natale.

È da questi valori di solidarietà, amicizia e condivisione che Laura Borghino parrucchieri e Agenzia Tecnocasa zona Cristo si apprestano a celebrare al meglio le festività natalizie con “Il primo Presepe in Corso Acqui”.

Realizzato da Giuseppe Tibaldi, artigiano locale, quasi completamente in legno e dipinto a mano potremo ammirare la Sacra Famiglia, intorno alla quale troveranno spazio i personaggi tipici del Presepe e le varie decorazioni una scenografia che rispetta l’antica tradizione natalizia ambientata tra le attività di vita quotidiana e contemporanea.

Il 7 dicembre 2019 alle ore 16.00 in Corso Acqui n. 40 e 47 verrà presentata la prima edizione del Presepe, accompagnata da un Brindisi d’auguri di Buone Feste.

– 8 dicembre presso il Centro Incontro Cristo ( via San Giovanni Evangelista) : Pranzo, pomeriggio danzante per i soci e consegna della raccolta fondi dei Centri Incontri a favore delle famiglie del 3 vigili del fuoco

– 14 dicembre : I Tradizionali Zampognari in Corso Acqui Dalle 9,30 alle 18,00

Era il 1986 quando a Vottignasco gli zampognari, per la prima volta, nelle caratteristiche vie del paese, suonarono nella notte di Natale. ” Tu scendi dalle stelle, o Re del cielo, e vieni in una grotta al freddo e al gelo”… era proprio una notte fredda, quell’anno, scaldata dall’attesa della Notte Santa e dal dolce suono delle melodie uscite dalle ciaramelle. La passione per questo strumento antichissimo, forse già conosciuto dai Sanniti e utilizzato dai Romani, era nata da Modesto Cigottero che organizzò il primo gruppo nel paese.Fu così che da allora, ogni anno, la vigilia di Natale, a Vottignasco, non mancarono mai gli zampognari e con familiarità entrarono nelle case per portare l’augurio di “Pace e bene” agli anziani, alle famiglie, ai bambini che incuriositi attendevano la serata. L’iniziativa prosegue!
Ora, da anni, Marcello Cigottero, Piervanni Paschetta, Chiaffredo Ambrogio con la stessa passione, lo stesso cuore e lo stesso amore per le cose buone, semplici e sane portano avanti questa attività che diventa ormai tradizione, con il piacere di comunicare, mediante la
musica, l’atmosfera del Natale. Gli Zampognari di Vottignasco (due zampogne e una ciaramella) suonano strumenti originali in legno di olivo che vengono fabbricati dagli artigiani di Scapoli, un caratteristico paesino in provincia di Isernia.
Anche i vestiti degli zampognari sono caratteristici: calzoni di velluto, corpetto in lana di pecora, mantello pesante di panno nero, cappello e scarponi. Tra le varie attività di aggiornamento il gruppo, ogni anno, partecipa l’ultimo fine settimana di luglio al Festival Internazionale della zampogna che si tiene a Scapoli. La manifestazione originale e caratteristica attira in questo piccolo paese immerso nei monti del Molise, come un presepio, musicisti, cultori della zampogna da tutta Europa e turisti che nutrono
la passione per questi strumenti a fiato. A Vottignasco gli zampognari fanno il loro percorso Natalizio nelle famiglie che li ospitano con affabilità, lasciano un dono simbolico e augurale, rallegrano le vie del paese, richiamano la dolce atmosfera natalizia. Suonano, inoltre, sul
territorio, nelle scuole, nelle case di riposo, nei centri paesani dov’è gradita la loro presenza. Cresce in amicizia e sintonia il Gruppo di Marcello, Piervanni, Chiaffredo insieme agli Amici che gli sono vicini e che li apprezzano per questa scelta così gentile e squisita.
Il clima creato dagli zampognari offre la sensazione dell’ambiente sano da cui provengono e dei valori in cui credono! Solo il cuore che ama può percepire a fondo.
– 15 dicembre : l’Arrivo di Babbo Natale in Corso Acqui….per tutti i bambini !

– 20 e 21 dicembre presso il Centro Incontro Cristo Torneo di Burraco a favore del progetto C.A.S.A.

– 21 dicembre : Spettacolo Natalizio in Corso Acqui con IL CARRETTO DI NATALE , spettacolo itinerante di canto, storie, musica, giocoleria, gag comiche con carretto musicale
Due personaggi venuti da un luogo indefinito, forse la Lapponia o forse qualche altro luogo fantastico, percorrono le vie del paese, interagendo con le persone che passano, con il loro carretto che diffonde musica natalizia
carico di sorprese musicali e volanti. Lui spinge il carretto e lei lo incita nelle salite e quando trovano uno slargo, un portico, un marciapiede, una piazzetta adatta si fermano e dal carretto tirano fuori le loro meraviglie:
canzoni di Natale per voce e sega musicale, violino e concertina, camparofono e chitarra, racconti e storie intrecciate a numeri di giocoleria con oggetti di uso comune e continue gag e invenzioni con il pubblico.

– 22 dicembre : Alle ore 16,30 sfilata “Parata dei Babbo Natale” in Corso Acqui con le Harley Davidson Monferrato Chapter con il contributo della Città di Alessandria. Punto Ristoro presso Maker Bakery , Corso Acqui 178

– 22 dicembre presso il Centro Incontro Cristo panettone e brindisi, musica , intervento del coro LE NOTE SUI REGISTRI, premiazione torneo di Burraco e consegna ricavato

NATALE SOLIDALE in collaborazione con IL CISSACA, iniziativa per cui i commercianti si impegnano a collaborare con il Cissaca per promuovere il progetto Casa.
“Un bel Natale al Quartiere Cristo – spiega il Presidente Mutti – Le Luci di Natale quest’anno molto belle, l’albero che sarà allestito sul piazzale della Parrocchia San Giovanni Evangelista, il coinvolgimento del Don Bosco e poi le tante iniziative. Dal Centro Incontro ai Negozi in Corso Acqui. Ci saranno gli Zampognari e i Babbo Natale sia a piedi sia in Moto. Tornerà il Presepe caratteristico , gran parte del Natale sarà dedicato al SOCIALE con il Cissaca. Guardiamo già al prossimo anno, l’idea è quella si illuminare con le luci natalizie nel 2020 anche via Maggioli e Corso Acqui. Intanto i primi di gennaio presneteremo il programma annuale ricco di eventi. Un grazie ancora una volta al contributo dei Nostri Commercianti ed alla collaborazione del Gruppo Amag”

Al Cristo il carretto di Natale

Il carretto di Natale, il 21 dicembre al Cristo:canto, storie, musica, giocoleria, gag comiche con carretto musicale

Due personaggi venuti da un luogo indefinito, forse la Lapponia o forse qualche altro luogo fantastico, percorrono le vie del paese, interagendo con le persone che passano, con il loro carretto che diffonde musica natalizia
carico di sorprese musicali e volanti. Lui spinge il carretto e lei lo incita nelle salite e quando trovano uno slargo, un portico, un marciapiede, una piazzetta adatta si fermano e dal carretto tirano fuori le loro meraviglie:
canzoni di Natale per voce e sega musicale, violino e concertina, camparofono e chitarra, racconti e storie intrecciate a numeri di giocoleria con oggetti di uso comune e continue gag e invenzioni con il pubblico.

Allestimento:
preparazione e montaggio 2h 30′ più il tempo necessario per il sopralluogo del percorso.
E’ necessario un permesso di transito e di sosta per carico–scarico e montaggio-
smontaggio del Carretto non troppo lontano dal luogo di inizio della rappresentazione.
Per montaggio-smontaggio è necessario uno spazio accanto al camper della compagnia,
all’incirca dell’ampiezza di un parcheggio e illuminato in notturna. In caso di tempo
incerto (previsioni di pioggia) lo spazio per montaggio-smontaggio deve essere riparato
dalla pioggia.
Se non occorre spostare il camper in altro luogo troppo lontano lo usiamo anche come
camerino; in caso contrario è necessario un camerino riscaldato.
Spazio scenico necessario per le tappe di spettacolo:
da un minimo per due persone che suonano e cantano più il loro carretto a spazi più
ampi dove siano possibili interventi di giocoleria.
Negli interventi in notturna gli spazi per le tappe di spettacolo che comprendono numeri
di giocoleria devono essere sufficientemente illuminati e quelli per le tappe che
comprendono numeri di narrazione, canto e musica non devono essere troppo vicini a
sorgenti di musica amplificata (gruppi musicali, altoparlanti, diffusori di musica ecc).
Nel caso non sia possibile individuare alcuno spazio con le caratteristiche sopra descritte
(cioè nessuno spazio illuminato e nessuno spazio lontano da sorgenti di musica
amplificata) sarà comunque possibile effettuare la parte itinerante della performance.
Percorso:
il Carretto di Natale non ama il fondo sconnesso, teme le salite ripide, se può evita gli
scalini, ma riesce ad arrivare quasi dappertutto.
Ingombro in larghezza (per il passaggio) 90 cm.
Durata: disponibilità indicativamente di 2-3 ore di spettacolo/animazione, anche frazionabili.
Adattabile ad esigenze specifiche dell’evento.
Audio: autonomo con radiomicrofoni e amplificazione a batteria. Autonomia 3 ore effettive
Dimensioni del Carretto: montato con stanghe e pennoncino: 90 cm larghezza x 2m circa
lunghezza x 2m circa altezza
Nel caso si effettuino più giorni di spettacolo consecutivi:
fra un giorno e l’altro di spettacolo serve un posto custodito agibile e di dimensioni
adeguate per “parcheggiare” il Carretto (ingombro del carretto 90cm x 90cm x 100cm
altezza) e dove ci sia un attacco di corrente (va benissimo una presa domestica) per
ricaricare le batterie dell’amplificazione .
Se gli interventi non sono nella stessa location (e quindi si deve smontare il Carretto per
trasportarlo da un posto all’altro) serve comunque un luogo custodito con una presa di
corrente per ricaricare l’amplificazione (ingombro dell’amplificazione circa 30cm x30cm
per 50cm di altezza).
Compagnia Claudio e Consuelo
corso Enotria 21/1 – 12051 Alba (Cn) Elisa tel. 339-4638307
info@claudioeconsuelo.it http://www.claudioeconsuelo.it facebook: Claudio e Consuelo

Ricordo di Serafino Cavazza

SABATO 7 DICEMBRE PRESSO LA BIBLIOTECA CIVICA
Il ricordo di Serafino Cavazza

Sabato 7 dicembre alle ore 10, presso la sala conferenze della Biblioteca civica di Novi Ligure, sarà ricordato lo storico Serafino Cavazza (1922-1989) a trent’anni dalla scomparsa, in un incontro fortemente voluto dalle associazioni storiche Centro Studi “In Novitate” e Società Storica del Novese e dalla rivista “Novinostra-In Novitate”.
All’evento, che verterà sull’eredità culturale di Cavazza e sul suo contributo agli studi storici, parteciperanno: in videoconferenza da Londra l’ing. Pietro Rescia; il prof. Giuseppe Rocca; il prof. Lorenzo Massobrio. Coordinerà gli interventi il dott. Andrea Sisti. Encomiabile l’iniziativa della famiglia Cavazza di donare alle biblioteche locali e a quelle scolastiche i libri in rimanenza dello storico e di offrire, a conclusione della mattinata, un piacevole rinfresco natalizio.

Serafino Cavazza amò Novi e il Novese con tutto sé stesso, dedicando il proprio tempo libero a ricomporne la storia dagli albori ai “giorni nostri”. Nelle sue ricerche, ha spaziato dalla storia generale alla microstoria, dalle varie espressioni del mondo religioso, con particolare attenzione a quello orionino, alle realtà industriali e sportive. Inoltre, molte sono le biografie da lui curate, che affiancano opere ancor oggi fondamentali per la storiografia locale.
Quello di Cavazza è stato un impegno che non si è limitato alla ricerca, alle venticinque opere pubblicate e a una lunga collaborazione giornalistica. Consigliere comunale dal 1956 al 1960, nel 1960 lo troviamo tra i fondatori della Società Storica del Novese e della rivista “Novinostra”. Nel 1983, fonda il Centro Studi “In Novitate”, di cui è il primo Presidente, e l’omonima rivista. Da segnalare che, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, promosse l’iniziativa di apporre, in quelle che erano le vecchie contrade di Novi, targhe toponomastiche per rinsaldare il legame con la tradizione. Commissario Straordinario dell’Ospedale San Giacomo, per 25 anni fu Presidente della Società “Dante Alighieri”. Il 2 giugno 1971 gli venne conferita, dal Presidente della Repubblica Saragat, l’onorificenza di Cavaliere.

dal Palazzo Comunale, 26 novembre 2019

L’Ufficio Stampa

Christian De Sica all’Alessandrino

“CHRISTIAN RACCONTA CHRISTIAN DE SICA”
Sabato 7 dicembre ore 21 Teatro Alessandrino

Christian De Sica torna al suo grande amore: il teatro. L’attore, regista e showman italiano si racconta al pubblico con parole e canzoni, narrando gli incontri della sua vita e gli aneddoti della sua carriera. In un dialogo spumeggiante con Pino Strabioli, brillante attore e raffinato interprete, con lui sul palco nella inedita veste di cerimoniere dello show, e insieme a un’incredibile band diretta dal Maestro Marco Tiso.

Attraverso monologhi irresistibili e storie commoventi, De Sica ripercorre gli anni accanto al grande papà Vittorio, gli inizi della sua carriera e i racconti di quel cinema natalizio che ha accompagnato e tratteggiato l’ultimo trentennio della storia italiana.

Lo spettacolo mostra un De Sica allo specchio, uomo e interprete, nei suoi ruoli più autentici: prima quello di figlio, poi marito, padre e artista eclettico.
Il suo talento raro gli consente di passare con leggerezza dal racconto del curioso incontro con un’attempata Wanda Osiris, al ricordo del liceo con Carlo Verdone, alternando con la sua splendida voce interpretazioni di pezzi swing italiani e stranieri con le intramontabili note di Sinatra.
Accompagnato al pianoforte dal Maestro Riccardo Biseo, Christian racconta De Sica emozionando, cantando, divertendo ed entusiasmando.

La tournée tocca le più grandi città italiane da nord a sud e poi la Svizzera. Questa di “Extrateatro” sarà un’occasione più che rara per vederlo anche ad Alessandria.

Lo spettacolo è prodotto da Niccolò Petitto, scritto da Christian De Sica, che ne cura anche la regia, e da Raffaello Fusaro.

Info, prenotazioni e organizzazione: Gruppo Anteprima Tel. 0131 250600 (Piazza Garibaldi 40, Alessandria) oppure biglietti su http://www.ticketone.it

Arte diffusa: “Emozioni”

L’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee
INVITA
Lunedì 2 dicembre 2019 alle ore 18,00 presso
CAFFÈ ALESSANDRINO Piazza Garibaldi, 39 – Alessandria Tel. 0131-441903
all’inaugurazione della mostra
“EMOZIONI”
di Niki TAVERNA
Progetto ARTE DIFFUSA

Fabrizio PRIANO
Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di idee commenta:
“Con la mostra dedicata alla pittrice Niki TAVERNA. proseguono gli appuntamenti del Progetto ARTE DIFFUSA, eventi dedicati all’Arte presso alcuni locali della nostra Città. NIKI Taverna, con questi nuovi lavori, presenta una mostra ricca non solo di belle opere ma di forti emozioni come recita il titolo stesso. Artista elegante e raffinata, esprime nelle sue opere emozioni contrastanti dando vita alla sua poetica con l’utilizzo dell’acquerello e di altre tecniche pittoriche”

“EMOZIONI “ di Niki Taverna 2 DICEMBRE 2019

Questa piccola mostra ha vari aspetti ,va dall’acquerello puro alla tecnica mista e all’astratto ,sono tante anime della mia creativita’.Queste opere vogliono dare emozioni differenti, gli acquerelli puri dai colori soffusi e trasparenti a soggetto figurativo, danno serenita’ a chi li osserva, i soggetti a tecnica mista colore e carta lavorata e stropicciata trasmettono una materica corposita’ al tatto , gli astratti infine, semplice mescolanza di forme e colori istintivi, o si amano o si odiano al primo impatto visivo .
Un mondo vario , il mio mondo interiore che attraverso questa esposizione passa a voi che guardate ,sperando di regalarvi emozioni .
Dipingere e’ per me gioia , e voglio sempre sperimentare il nuovo ,per questo i miei quadri sono cosi differenti ma sono tutti uniti da un unico filo conduttore la passione per l’arte .
Niki Taverna

NIKI TAVERNA INTERVENTI CRITICI di PAOLO LEVI , ALDO MARIA PERO, ENZO PAPA, ALFREDO PASOLINO , CLAUDIA BALDI , SABRINA FALZONE , CARLO PESCE , GUIDO FOLCO
E’ impossibile e falso sostenere che l’acquerello è il parente povero del dipinto . E’ sufficiente esaminare i lavori di carta di NIKI TAVERNA per sostenere il contrario, nell’ acquerello la mente guida la mano ed entrambe devono agire con grande equilibrio , è questa una delle doti principali della nostra pittrice che conosce la tranquilla ma rischiosissima rapidità del gesto senza ripensamenti. Quello che trovo importante nella ricerca dell’artista è il saper conciliare poesia e abilità esecutiva, sono interessanti in ogni sua creazione ,in un’atmosfera pensosa ed intimista , i passaggi fra trasparenze doppie ,fra chiaro e scuro , in un gioco dialettico che è anche dialogo tra le due diverse anime dell’elegante materia .La nostra pittrice sposta spesso l’obiettivo della sua anima indagatrice dalla figurazione all’astrazione lirica e comunque il termine lirico è imprescindibile dalla sua intuizione creativa, che ha la dote e il merito di non rivolgersi mai a una sperimentazione gratuita .Al contrario, nell’affrontare questi lavori di delicata espressività informale, ritroviamo allusività poetiche di forme apparentemente riconoscibili e avvertiamo nel suo gesto non improvvisato l’ interiorità di chi sa interrogare la forma per tradurla in una sintesi visiva immediatamente leggibile.
PAOLO LEVI
L’ inizio di carriera di NIKI TAVERNA si è collocato in ambito figurativo, la natura stessa dell’acquerello induce a rappresentazioni sintetiche e quindi con involontaria propensione allo espressionismo ,è infatti una tecnica basata sulla rapidità del tratto e sull’esclusione di compiacimenti analitici. Dopo una serie di soste meditative su altre possibilità espressive NIKI TAVERNA è giunta all’astrattismo, quella dell’artista alessandrina è stata una scelta dettata da ragioni espressive ,in lei esistono diversi gradi e forme di astrattismo ,in alcuni casi offre prove magistrali di espressionismo astratto ,o aggiornate incursioni nell’astrattismo figurale , trasferendo su carta un complesso mondo di immagini e pensieri. Siamo insomma di fronte ad un’ artista giunta ad una maturità espressiva dalla quale è logico attendersi prove altrettanto significative negli anni a venire .
ALDO MARIA PERO Savona
NIKI TAVERNA è un’acquarellista d’ impressioni rapide ,inizialmente di ricordo macchiaiolo ,ora evoluta in un linguaggio sulle frontiere dell’informale poco trattato dai pittori acquarellisti .La pittrice riassume le forme e le sensazioni coloristiche dei soggetti ambientali esterni ,che elegge a soggetti d’arte ,attraverso sguardi rapidi e compendiari sulle forme che già in natura si presentano in configurazioni astratte ,come stagni, greti, esondazioni, in un insieme omogeneo ,reso per mezzo di stesure fluide, veloci ed efficaci . I contrasti di colori luminosi e di tinte profonde conferiscono alle opere un vigore visivo che restituisce alla realtà la fugace percezione del vero.
ENZO PAPA Torino
……….uno stato d’animo ricco di sogni ,sensazioni intimiste e d’ intensità espressiva della gestualità, guidata dalla mano di una bravissima intuizione emotiva ………………………………….
ALFREDO PASOLINO
…………la natura ,la realtà circostante sono i soggetti descritti da NIKI TAVERNA colti attraverso le trasparenze cromatiche dell’acquerello sintesi delicata di forme e sensazioni, trattato ora in modo tradizionale ora seguendo uno stile più essenziale ed espressivo legato all’informale………………………………..
CLAUDIA BALDI Pietrasanta

Uno dei meriti dell’artista Niki Taverna consiste nell’aver rivalutato l’acquerello e nel trasporre questa raffinatissima tecnica artistica nella dimensione informale ,valorizzandone gli aspetti materici e luministici.
Più che un semplice acquerello si tratta in realtà di una tecnica mista arricchita dall’impiego di colori acrilici, carta lavorata a mano o persino lembi di tessuto. L’originalità di questo” modus pingendi “ si coniuga con l’eleganza della luce , con una particolare inclinazione al gioco delle trasparenze e all’ambivalenza dei pieni e dei vuoti. Una sottile correlazione tra la bidimensionalità dell’acquerello e la tridimensionalità materica contribuisce a creare suggestione e stupore nella ricerca artistica di Niki Taverna.
SABRINA FALZONE Milano
La poetica di NIKI TAVERNA si sviluppa su una ricerca molto vicina all’astratto/materico ed è incentrata sulla rappresentazione di paesaggi interiori che suscitano l’interesse dello spettatore per le interessanti soluzioni formali .L’artista infatti esprime la sua sensazione su sottili fogli di carta che si arricciano e si increspano ,collocati su un supporto come la tela piuttosto insolito per l’acquerello .Sono immagini particolari dotate di una evidente peculiarità e forza.
CARLO PESCE Aless.
Turner diceva che le sue immagini evanescenti perse nella nebbia di una laguna o del mare in tempesta ,non volevano far comprendere al pubblico il reale ,ma mostrare l’emozione e il momento di uno spettacolo naturale inimitabile ed effimero. E’ cosi che la pittura romantica diventa astrazione , svelando il senso e l’essenza dell’universo ,proprio come fa NIKI TAVERNA con i suoi lavori declinati con originale studio dello spazio e della materia pittorica. Non tanto e non solo colore, in realtà lieve e quasi impalpabile , ma struttura ,corpo modellato, volume che l’artista plasma sulla carta ricreando l’immagine psicologica dell’essere, la sua emozione. E’ quindi un’arte complessa , che pur avvalendosi di tecniche differenti diventa armoniosa e vibrante raffigurazione dell’io simbolicamente attenta a narrare storie che dal vero arrivano all’idea.
GUIDO FOLCO Torino

NIKI TAVERNA BIOGRAFIA

Nata ad Alessandria, dove risiede. Ha frequentato l’Accademia d’Arte Ligustica di Genova , poi si è dedicata alla progettazione d’interni avviando un proprio studio professionale. E’ sempre stata una creativa sperimentando negli anni tecniche artistiche differenti : ceramica, restauro , modellato in creta , la pittura però ha sempre occupato un posto importante e da molti anni è la sua attività e interesse principale . Ha ricevuto le prime nozioni artistiche dallo scomparso pittore alessandrino Pietro Villa , è stata allieva del Maestro F. Fontana a Milano attraverso il quale si è accostata alla tecnica dell’acquerello figurativo, ma è poi passata all’informale elaborando una tecnica mista carta / acquerello, plasmando la materia cartacea con i toni trasparenti e solari dell’acquerello, utilizzando qualche volta acrilico e stoffa realizzando opere allusive della realtà e quasi tridimensionali. Ha partecipato a molte collettive e personali in Piemonte , Liguria , Lombardia ,Toscana , Emilia-Romagna, Francia , Austria.

LA MIA POETICA

Nella tecnica mista informale la pittura diventa materica, colore e carta, colore schizzato, pennellato, carta stropicciata, strappata, modellata. Nella poetica dell’artista la luce trasparente e la solarità dell’acquerello sono la parte ancora intatta e positiva della nostra esistenza, su questo sfondo evanescente si annegano come parte negativa , ma non sempre, le pieghe ondulate e sinuose, gli strappi laceri e irregolari, i vuoti desolati e i pieni corposi della materia cartacea come rughe, che il tempo instancabilmente disegna sul volto di ognuno.
Ogni solco e rilievo qui rappresentato è una esperienza e una emozione di vita.

MOSTRE

2009 ALESSANDRIA Complesso Monumentale di Santa Croce
2010ALESSANDRIA Camera Commercio
2010 ALESSANDRIA Sala Esperide
2010 ALESSANDRIA Galleria Les Artistes
2010 ALESSANDRIA Galleria Grey Gallery
2010 ROCCHETTA TANARO Al. S. Caterina
2010 CAMARGUE Sainte Marie la Mer Francia
2010 LA MORRA Galleria Arte Pozzo
2010 NOVI LIGURE Centro Metafora
2010 REFRANCORE ASTI Sala d’Arte
2010 BORGO SAN DALMAZZO Lumac art
2010 POZZOLO FORMIGARO Cantine Castello
2011 MILANO Accademia Antares Hotel
2011 ALESSANDRIA Spazio Tripo Arredamenti
2011 MASONE Museo Tubino Genova
2011 LA MORRA Chiesa San Rocco Cn.
2011 BOSCO MARENGO Santa Croce Al.
——-2011 PERSONALE Museo Etnografico Gambarina Al.
2012 TORINO Spazio Arte Castello
2012 GENOVA Arte Fiera 2012
2012 SAVONA Villa Cambiaso
2012 PERSONALE Galleria arte del XXI secolo Savona
2012 ALESSANDRIA Galleria Les Artistes collettiva di acquerelli
2012 CANALE “ Mettiamo le opere in Comune “
2012 PIACENZA Galleria La Spadarina
2013 LA MORRA Cuneo Torre Campanaria
2014 PIETRASANTA Studio d’Arte La Marina
2014 ALESSANDRIA Galleria Mondadori
2014 LIDO DI CAMAIORE Lucca Galleria Europa
2014 ROCCHETTA TANARO Asti .(Concorso pittura 1°PREMIO )
2014 ALESSANDRIA Teatro Parvum La Boheme
2015 PERSONALE ALESSANDRIA Sala d’Arte Melchionni
2015 LERMA Alessandria VI concorso di pittura
2015 SANTO STEFANO BELBO Premio Cesare Pavese 2015
2015 ALESSANDRIA Teatro Parvum La Boheme
2016 PERSONALE Alessandria Sala d’Arte Melchionni
2016 ALESSANDRIA Galleria Mondadori
2016 CARPENETO Floreale Alessandria
2016 BOCCADASSE Genova (bipersonale )
2017 ALESSANDRIA Sala d’Arte Melchionni
2017 ALESSANDRIA Chiostro S.Maria di Castello
2017 ALESSANDRIA Giardino Botanico Dina Bellotti
2017 ALESSANDRIA Galleria Mondadori
2018 TORINO Circolo degli Artisti
2018 TORINO MUSEO MIIT (OPERA PREMIATA)
2018 PEGLI Genova Circolo Artisti (tripersonale)
2018 ALESSANDRIA (personale)
2018PIACENZA Palazzo Farnese
2018 PIACENZA Circolo Artisti Galleria Oddi Ricci
2018 VENEZIA Palazzo Albrizzi Capello
2019 INNSBRUCK Galleria Art Innovation
2019 MONTEMAGNO (AL) Casa sul portone
2019 BOSCO MARENGO Santa croce
2019 GAVI LIGURE Corte Zerbo (personale)
2019 ALESSANDRIA Caffe’ alessandrino (personale)

CONTATTI

WWW.WIX.COM/NIKITAVERNA/NIKI
NIKIT333@gmail.com cell 3313174176 studio corso roma 144 alessandria

Inaugurazione anno accademico UPO

LA SOSTENIBILITÀ AL CENTRO DELL’INAUGURAZIONE
DELL’ANNO ACCADEMICO DELL’UPO
Pronuncerà la prolusione Maurizio Tira, ingegnere, rettore dell’Università di Brescia.
Tra una settimana esatta, giovedì 5 dicembre, l’Università del Piemonte Orientale inaugurerà l’anno accademico 2019/2020, il ventiduesimo dalla sua fondazione; è pressoché tutto pronto per la cerimonia che come da tradizione sarà ospitata dal Teatro Civico di Vercelli (via Monte di Pietà 15) a partire dalle ore 10:30.
C’è molta attesa per la relazione di apertura del rettore Gian Carlo Avanzi, che dedicherà ampio spazio al tema della sostenibilità, parola chiave della cerimonia di quest’anno.
Il tema, già al centro degli Obiettivi 2030 delle Nazioni Unite, è divenuto essenziale con la disciplina del fabbisogno finanziario imposto dalla Legge di Bilancio 2019: l’Upo, che negli ultimi anni è cresciuta in modo virtuoso e con performance eccellenti, riconosciute e premiate dallo stesso Ministero, si vedrà costretta ad autolimitarsi. Occorreranno perciò nuove prospettive di sviluppo sostenibile.
L’intervento del Rettore non solo presenterà le iniziative già intraprese – tra cui il Cruscotto di Monitoraggio, che permetterà una pianificazione strategica e la appatura dei Processi, che porterà a un cambiamento organizzativo dell’Ateneo – ma annuncerà i nuovi progetti per il futuro, come la costituzione di un centro interdipartimentale o l’inserimento di “insegnamenti sostenibili” nell’offerta formativa.
L’intervento del direttore generale Andrea Turolla si svilupperà intorno allo stesso asse e traccerà, in una prospettiva di medio termine, un ideale percorso di sviluppo qualitativo e quantitativo dell’Ateneo, sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale ed economico.
Al suo intervento seguirà quello della dottoressa Amanda Luisa Guida, rappresentante degli studenti in Senato Accademico: il suo discorso, dando voce al corpo studentesco dell’Upo, suonerà come un appello ad adottare politiche il più possibile green e sostenibili, di fronte a un’attualità che sembra non lasciare più tempo per i rinvii.
La cerimonia proseguirà con la sottoscrizione della Convenzione quadro tra Università e l’Azienda Ospedaliera di Alessandria SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo per il sostegno e lo sviluppo delle attività didattiche, di ricerca scientifica e assistenziali della Scuola di Medicina; la convenzione, che durerà cinque anni e sarà seguita da un Accordo attuativo, sarà firmata dal Rettore e dal dott. Giacomo Centini, direttore generale dell’Azienda ospedaliera.
Il tema della sostenibilità sarà ripreso dalla prolusione ufficiale, affidata quest’anno al professor Maurizio Tira, rettore dell’Università degli Studi di Brescia, dove è ordinario di Tecnica urbanistica. Il suo intervento, dal titolo “Sostenere lo sviluppo sostenibile per un governo durevole del territorio”, chiuderà la prima parte della cerimonia.
La seconda parte si aprirà con un momento simbolico, in linea con il tema della giornata: l’iniziativa di dotare gli studenti dell’Upo di una borraccia, grazie all’intervento del Comitato dei Club Service Novaresi. Il primo lotto sarà distribuito nelle prossime settimane e sul palco del Civico, simbolicamente, saranno consegnate le prime borracce a uno studente e a una studentessa appena immatricolati.
Sarà quindi il momento delle premiazioni. Introdotti dal Coro e dall’Orchestra dell’Università, diretti da Andrea Mogni ed Emanuele Fresia, cui è affidata la colonna sonora della cerimonia, sfileranno sul palco i migliori laureati triennali e magistrali dell’anno accademico 2017/2018.
A questi si aggiungeranno quattro premi speciali: il Premio “Francesco Malinverni”, dedicato alla memoria dell’ufficiale medico novarese, impegnato sul fronte russo durante la Seconda Guerra Mondiale e catturato dalle truppe sovietiche. Giunto alla nona edizione, il riconoscimento andrà a un laureato in Medicina e Chirurgia, che si sia particolarmente distinto nelle discipline internistiche.
È alla nona edizione anche il Premio dedicato alla memoria del professor Giuseppe Dellacasa, indimenticato docente di Fisica del Dipartimento di Scienze e innovazione tecnologica, scomparso nel 2010; il premio viene assegnato al laureato autore della migliore tesi di laurea magistrale in campo di ricerca sperimentale.
Il Premio “Michele La Rocca” è invece alla prima edizione ed è istituito da Federmanager Vercelli. Funzionario, dirigente e condirettore dell’Unione industriale vercellese, Michele La Rocca si dedicò per molti anni all’Associazione, quasi a tempo pieno negli anni della pensione. Il riconoscimento andrà al miglior laureato in Giurisprudenza.
Anche il Premio “Gabriele Coppa” è stato istituito quest’anno da Soluzioni EDP Gruppo Sme.UP, l’azienda leader nel settore dell’Information Technology, che realizza progetti per la gestione d’impresa basati sull’utilizzo di prodotti, servizi e tecnologie all’avanguardia. Il premio è dedicato al dott. Gabriele Coppa, alumnus dell’Upo, laureatosi in Economia aziendale, poi specializzatosi all’Università Cattolica di Milano in Management per l’Impresa. Mancato prematuramente lo scorso maggio a soli 33 anni, lavorava da pochi anni in Soluzioni EDP Gruppo Sme.UP. Il Premio andrà al miglior laureato in Informatica.
La carrellata dei premi si concluderà con i riconoscimenti per due docenti dell’Ateneo. Saranno consegnate le targhe celebrative a Graziella Berta e a Gianni Bona, nominati nei mesi scorsi dall’ex Ministero Marco Bussetti, rispettivamente Professore Emerito e Professore Onorario dell’Università del Piemonte Orientale.

# # # # # # #

Natale secondo Coldiretti

Da domani al Mercato Coperto di Campagna Amica le arance 100% siciliane
Natale: consumi, in un clima di preoccupazione generale sostegno alla ripresa con filiera corta
Budget di 140 euro a famiglia per gli acquisti della tavola delle feste,
grande attenzione alla scelta delle materie prime fresche e genuine

Quest’anno per la tavola e i cibi di Natale il budget di spesa si aggira sui 140 euro a famiglia, in linea con il dato dello scorso anno.
“In un clima di preoccupazione generale il fatturato alimentare segna un aumento del 4,2%, un segnale positivo avvicinandoci al momento dell’anno in cui tradizionalmente si verificano i valori più elevati di consumi alimentari. Non a caso un trend che si sta affermando – afferma il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco – è la preferenza all’acquisto di prodotti Made in Italy, spesso legati al territorio, anche per aiutare l’economia locale e garantire maggiori opportunità di lavoro a sostegno della ripresa. Accanto ai tradizionali luoghi di acquisto dei cibi delle feste un crescente successo viene rilevato per i mercati degli agricoltori di Campagna Amica”.
E da domani, proprio al Mercato Coperto di via Guasco ad Alessandria, arrivano le arance del circuito di Campagna Amica 100% Made in Sicilia, direttamente da Ribera: ma le novità sono appena iniziate perché in vista del Natale sarà possibile anche scegliere e farsi confezionare cesti “su misura” per tutti i gusti e tutte le tasche.
E da lunedì, per tutto il mese di dicembre, i gazebo dell’agrimercato di Campagna Amica di corso Crimea ad Alessandria divideranno lo spazio della “piazza del cavallo” con il progetto “Natale ai Giardini” per la riqualificazione della più importante area verde cittadina.
“E’ un momento non facile per il territorio provinciale, lo sappiamo bene, la nostra economia ha bisogno di nuovi incentivi e nuove opportunità. – ha aggiunto il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – La convivialità trova nel Natale la sua massima espressione, proprio per questo nel Mercato Coperto di via Guasco organizzeremo eventi rivolti al sociale, alla filiera corta, promuovendo nei confronti del consumatore la grande attenzione alla ricerca di materie prime fresche e genuine da acquistare direttamente dai produttori per assecondare la crescente voglia di conoscenza sulle caratteristiche del prodotto e sui metodi per ottenerlo”.

Alessandria, 29 novembre 2019

con invito alla divulgazione

Ufficio Stampa Coldiretti Alessandria
corso Crimea, 69 – 15121 Alessandria – tel. 0131.235891 – fax 0131.252144
cell. 335.7536015 – e-mail: ufficiostampa.al@coldiretti.it

Aperitivo con…

In vista della giornata mondiale contro l’AIDS, l’associazione Tessere Le Identità ha promosso con il contributo di Anlaids Sezione Lombarda un momento informativo chiamato “Aperitivo col Preservativo”. L’importanza dell’evento, a cui la cittadinanza è chiamata a partecipare, sta nel suo scopo di divulgazione scientifica su un argomento troppo spesso ignorato.

Sebbene la riduzione delle nuove diagnosi di HIV che si osserva ormai da anni nella nostra regione si confermi un dato positivo importante, la velocità con cui cala l’incidenza e soprattutto l’elevata quota costante di persone che arrivano tardi alla diagnosi impongono di consolidare e potenziare ulteriormente l’impegno nella lotta all’HIV.

L’HIV è un’infezione prevenibile attraverso l’adozione di comportamenti efficaci nel limitare la sua diffusione, e perciò la sua trasmissione è evitabile. Investire in prevenzione primaria è un intervento prioritario, essenziale e indifferibile.

Una diagnosi tardiva, oltre a ridurre la probabilità per il paziente di un pieno recupero immunologico una volta iniziato il trattamento farmacologico, gioca un ruolo chiave nelle dinamiche di diffusione dell’infezione nella popolazione. È pertanto prioritario promuovere la diagnosi precoce potenziando l’offerta del test HIV, su tutto il territorio, prevedendo un offerta attiva mirata alle persone che hanno comportamento sessuale a rischio, fanno parte di gruppi con elevata prevalenza di HIV, presentano specifiche condizioni cliniche.

Per la giornata mondiale lotta AIDS Tessere le Identità propone per il 6 dicembre dalle ore 19 l’evento “Aperitivo col preservativo” presso Ortozero in Alessandria e in cui ci sarà, oltre la musica del dj Yatu, la possibilità di fare il test rapido per l’HIV offerto da Anlaids Sezione Lombarda e la consulenza gratuita e professionale da parte di personale sanitario.

Anlaids Sezione Lombarda
Responsabile progetto – Carmine Falanga
Tel. 3391071524
Mail falanga@anlaidslombardia.it

Tessere Le Identità
Associazione LGBTQI di AlessandriaCasa di Quartiere, Via Verona 116 – AL
info@tessereleidentita.it CELL 392.2916031

Italianissima

ITALIANISSIMA
SANREMO EDITION
LA MIGLIORE MUSICA ITALIANA DA ASCOLTARE E BALLARE
a sostegno dell’AIRC per la ricerca sul cancro

giovedì 5 dicembre ore 21, Teatro Alessandrino

Giovedì 5 dicembre una grande serata al Teatro Alessandrino per uno spettacolo a sostegno dell’AIRC, Associazione italiana per la ricerca sul cancro: si tratta di ITALIANISSIMA, il format teatrale-musicale che sta riscuotendo un grandissimo successo e che permette di riascoltare le più belle melodie del nostro Sanremo e non solo.

Un appuntamento con la musica di cantautori ed interpreti italiani di tutti i tempi, che forse non hanno vinto il Festival,ma hanno conquistato sicuramente il nostro cuore!

Cantanti ed interpreti femminili che con le loro voci ci hanno emozionato e fatto cantare nei migliori anni della nostra vita: si tratta di Mina, Baglioni, Berte’, Morandi, Albano, Modugno, Mia Martini, Battisti, Celentano, Renato Zero, Ramazzotti,Tozzi, Ron, Giorgia, Zucchero, Vasco Rossi, Alan Sorrenti, solo per citarne alcuni.

Il repertorio italiano è rivisto da musicisti della RAI, che frequentano il mondo dello show televisivo da sempre e sanno restituirci l’atmosfera magica degli anni della nostra migliore Tv.

Uno spettacolo tutto da ascoltare, guardare e e ballare, sapendo che anche la Ricerca sul cancro farà dei piccoli passi avanti grazie al contributo di tutti gli spettatori!

Teatro Alessandrino, Via G. Verdi 12 Alessandria

Per info, prenotazioni e costi:
Gruppo Anteprima Tel. 0131 250600 (Piazza Garibaldi 40, Alessandria), http://www.gruppoanteprima.com.

Spirit of Nerina

Spirit of Nerina torna a Varazze per confermare il primo posto

Dopo aver conquistato il primo posto nella classifica provvisoria, l’Alessandria Sailing Team torna in regata il prossimo fine settimana per il 30° Campionato Invernale del Ponente Ligure a Varazze, che chiuderà la prima parte della 44 Autumn Cup.
Le previsioni meteo danno vento molto debole nella giornata di sabato, mentre domenica è previsto vento intorno ai 18 nodi con pioggia.
In equipaggio: Gerardo Aliberti, Paolo Ricaldone, Oscar Montrucchio, Gabriele Spotorno, Paolo Sena, Gianluca Viganò, Davide Orlandi.
Buon vento!

Genny Notarianni – 339/2044466 – genny.notarianni@libero.it

Natale solidale al Cristo

“I Natale al Cristo” chiuderà un anno di eventi che resteranno nella Storia per un Quartiere che è riuscito a ripartire grazie alla collaborazione tra Commercianti, Associazioni e Cittadini.

Il Natale dell’Associazione presieduta da Roberto Muttu partirà il 7 dicembre alle ore 16,00 con Il primo Presepe in Corso Acqui!

Il Natale è qualcosa di straordinario, qualcosa di profondo che arriva fino al cuore. Chiunque in questo periodo dell’anno può riscoprire lo spirito di solidarietà, l’armonia dell’amicizia e la semplicità della condivisione: valori tipici del Natale.

È da questi valori di solidarietà, amicizia e condivisione che Laura Borghino parrucchieri e Agenzia Tecnocasa zona Cristo si apprestano a celebrare al meglio le festività natalizie con “Il primo Presepe in Corso Acqui”.

Realizzato da Giuseppe Tibaldi, artigiano locale, quasi completamente in legno e dipinto a mano potremo ammirare la Sacra Famiglia, intorno alla quale troveranno spazio i personaggi tipici del Presepe e le varie decorazioni una scenografia che rispetta l’antica tradizione natalizia ambientata tra le attività di vita quotidiana e contemporanea.

Il 7 dicembre 2019 alle ore 16.00 in Corso Acqui n. 40 e 47 verrà presentata la prima edizione del Presepe, accompagnata da un Brindisi d’auguri di Buone Feste.

– 8 dicembre presso il Centro Incontro Cristo ( via San Giovanni Evangelista) : Pranzo, pomeriggio danzante per i soci e consegna della raccolta fondi dei Centri Incontri a favore delle famiglie del 3 vigili del fuoco

– 14 dicembre : I Tradizionali Zampognari in Corso Acqui

– 15 dicembre : l’Arrivo di Babbo Natale in Corso Acqui….per tutti i bambini !

– 20 e 21 dicembre presso il Centro Incontro Cristo Torneo di Burraco a favore del progetto C.A.S.A.

– 21 dicembre : Spettacolo Natalizio in Corso Acqui

– 22 dicembre : Alle ore 16,30 sfilata “Parata dei Babbo Natale” in Corso Acqui con le Harley Davidson Monferrato Chapter con il contributo della Città di Alessandria. Punto Ristoro presso Maker Bakery , Corso Acqui 178

– 22 dicembre presso il Centro Incontro Cristo panettone e brindisi, musica , intervento del coro LE NOTE SUI REGISTRI, premiazione torneo di Burraco e consegna ricavato

NATALE SOLIDALE in collaborazione con IL CISSACA, iniziativa per cui i commercianti si impegnano a collaborare con il Cissaca per promuovere il progetto Casa.
“Un bel Natale al Quartiere Cristo – spiega il Presidente Mutti – Le Luci di Natale quest’anno molto belle, l’albero che sarà allestito sul piazzale della Parrocchia San Giovanni Evangelista, il coinvolgimento del Don Bosco e poi le tante iniziative. Dal Centro Incontro ai Negozi in Corso Acqui. Ci saranno gli Zampognari e i Babbo Natale sia a piedi sia in Moto. Tornerà il Presepe caratteristico , gran parte del Natale sarà dedicato al SOCIALE con il Cissaca. Guardiamo già al prossimo anno, l’idea è quella si illuminare con le luci natalizie nel 2020 anche via Maggioli e Corso Acqui. Intanto i primi di gennaio presneteremo il programma annuale ricco di eventi. Un grazie ancora una volta al contributo dei Nostri Commercianti ed alla collaborazione del Gruppo Amag”

La grotta e la stella

Concerto
“LA GROTTA E LA STELLA”
del
Gruppo dell’IncantoAlessandria, Museo della Gambarina
Domenica 1 Dicembre 2019
ore 17.00Entrare nel vivo dell’atmosfera natalizia in un luogo – il museo della Gambarina di Alessandria – che pulsa letteralmente di atmosfere tradizionali: è l’obiettivo del presente concerto costruito sui racconti e sulle canzoni del Natale di Paglia e del Pane di Natale.
Da questi precedenti allestimenti vengono infatti ripresi i brani letterari, riproponendoli nei modi della pura narrazione attoriale; così pure le canzoni, eseguite in questo caso fuori dal contesto teatrale per il quale sono state composte.Il Gruppo dell’Incanto propone dunque, in La Grotta e la Stella, un insieme di narrazione, affidato alle voci di Daniela Desana e di David Turri; di canzoni e musiche con Serafina Carpari, Gino Capogna, Mario Martinengo, Andrea Negruzzo e Giorgio Penotti. Canzoni originali composte da Aldino Leoni per il Natale di Paglia, oltre a due canti tradizionali di origine monferrina e anglosassone dedicati a Maria di Nazaret.L’appuntamento è per domenica 1 Dicembre, alle ore 17.00, presso il Museo della Gambarina di Alessandria.

Il Natale nel Monferrato

SI ACCENDONO LE LUCI DI UN NATALE SCINTILLANTE
Il Natale di Casale e del Monferrato

CAMAGNA
Sabato 14 dicembre 2019 – ore 21.00
“The best Christmas tour” concerto del coro “San Bartolomeo Gospel Choir”
Presso Chiesa Parrocchiale Sant’Eusebio

CELLA MONTE
26 dicembre – ore 17,00
Concerto di Natale presso la Chiesa Parrocchiale di S, Quirico e S. Giulitta con il S. Bartolomeo Gospel Choir

CONIOLO
– 7 dicembre 2019 “Allestimento dell’Albero di Natale” presso Piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa a partire dalle ore 14,00 con i bambini;
– 22 dicembre 2019 rappresentazione teatrale “2019 Anni dopo” alle ore 18,00 presso l’Oratorio adiacente alla Chiesa Parrocchiale;
24 dicembre 2019 “Auguri sotto l’Albero” con panettone e cioccolata calda dopo la Messa di Natale a partire dalle ore 22,45 all’uscita dalla Chiesa Parrocchiale

CONZANO
“Natività d’Autore”- Villa Vidua, inaugurazione domenica 8 dicembre ore 16,30.
L’esposizione, allestita fino al 26 gennaio, sarà suddivisa in sezioni: la prima dedicata ai presepi, una seconda dedicata all’ “L’interpretazione della Natività in chiave contemporanea”, un’altra sezione dedicata al “Divin Bambino” e, infine, una sala per creatività di bambini e ragazzi. Tornerà inoltre l’esposizione “Un secolo di auguri: letterine, cartoline e francobolli” in collaborazione con il Circolo Filatelico di Casale Monferrato. La mostra sarà visitabile nei giorni festivi, dalle ore 10 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18,30. Altre visite su appuntamento.

LU/CUCCARO
1 Dicembre Loc. Lu: presso i locali dell’oratorio, dopo la santa messa delle ore 10, accensione albero di Natale, per proseguire nel pomeriggio con i mercatini, spettacolo per bambini (Due in Uno del mago Andrea), ore 18: accensione luminarie P.zza Gherzi con rinfresco finale
7 Dicembre Loc. Cuccaro: ore 20.30 sccensione luci natalizie in P.zza dell’Ulivo, ore 21.00 concerto Gospel “The Joy Gospel Singers” in chiesa
8 Dicembre Loc. Cuccaro : ore 10 apertura Casa di Babbo Natale presso il Vecchio Forno
15 Dicembre loc. Lu : ore 15 spettacolo itinerante per bambini, ore 16 trasferimento alla casa di Babbo Natale in Loc Cuccaro
24 Dicembre : ore 21 Presepio Vivente
6 Gennaio “Corsa delle Befane” – tra le due località con premio finale per le più originali
orari apertura Casa di Babbo Natale: 8 dicembre : dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.00
14-15-21-22-23-24 dicembre: dalle 15 alle 18

MIRABELLO
8 DICEMBRE
-h10.00 inaugurazione esposizione alberi di Natale realizzati dalle associazioni locali e dalle scuole
-h11.00 inaugurazione e apertura della mostra dei presepi in piazza Marconi realizzati a mano (sarà possibile visitare la mostra tutti i fine settimana durante il periodo natalizio con gli orari che saranno riportati nel sito del Comune)
h 17.00 Presso la chiesa parrocchiale 12°esima edizione del concerto benefico a favore del Centro Clinico e di Ricerca Nemo in memoria di un giovane mirabellese, Mirco Vogliotti.
14 DICEMBRE
Pomeriggio dedicato ai bambini dalle 14:30 presso piazzetta Marconi laboratorio natalizio creativo per i bambini, letture di racconti natalizi presso i locali della biblioteca e consegna delle letterine a Babbo Natale riscaldati da calde bevande offerte dalla pro-loco
21 DICEMBRE
Nel pomeriggio Auguri con brindisi con gli ospiti della casa di riposo
24 DICEMBRE
Nella notte di Natale lancio delle lanterne luminose e vin brulè per tutti

MOMBELLO
– Madama Bagna Cauda nei giorni 7 e 8 dicembre 2019 (manifestazione storica che si ripete da oltre 20 anni)
– 2° Concorso “Fuori di Presepe” – Esposizione Presepi fuori nelle vie ) con inizio l’8 dicembre e termine il 6 gennaio – concorso tra i residenti (privati e attività)

MORANO
DOMENICA 1/12 ore 9.30 “Festa del Ringraziamento” – S.Messa e benedizione dei mezzi agricoli, seguira’aperitivo a cura dei volontari parrocchiali
DOMENICA 8/12 ore 11,00 S.Messa ore 12,00 Pranzo degli Auguri a cura della “Locanda del Commercio” – Rikre, ore 15,30 Storie Natalizie – letture in biblioteca, ore 16,30 “Babbo Natale ti scrivo perche’…”, ore 17,30 consegna Borsa di studio”Piccolo Murandin”, merenda offerta dalle Associazioni (Chiesa della SS. Trinita’), Accensione delle Luminarie
DOMENICA 15/12 ore 9,30 S.Messa, ore 10,30 Laboratorio creativo “Cut Up” Scopri l’artista che c’è in te, taglia, colora e crea… , per bambini dai 6 ai 10 anni e i loro genitori- al termine caffè e biscotti (Sala Polifunzionale Comunale)
ore 16,00 La Compagnia “I Senza Vergogna” presenta “Taxi a due piazze” – ingresso €7,00 (Rikre)
VENERDI’ 20/12 ore 10,00 Spettacolo degli Auguri con gli alunni delle scuole dell’infanzia e primaria (Sala Polifunzionale Comunale)
SABATO 21/12 ore 21,00 Concerto del Coro Interparrocchiale (Chiesa di S. Giovanni Battista)
MARTEDI 24/12 ore 19, 00 Folletti e slitta di Babbo Natale consegna dei doni ai bambini grazie all’ AVIS e vie del centro storico animate dai volontari in costume, ore 22,30 S.Messa al termine Vin Brulè’ e Panettone offerti dalla Famija Muraneisa

MURISENGO
“Natale è….!”
Esposizione di allestimenti natalizi* e casa di Babbo Natale *con Concorso aperto a tutti: per partecipare contattare il n.335.6567048 (iscrizione gratuita)
DOMENICA 8 DICEMBRE
Ore 9:00 Inizio distribuzione delle schede per la votazione degli allestimenti in concorso (presso Tabaccheria Turino), ore 10:30 Apertura della casa di Babbo Natale (Via Umberto I n.103) dove sarà possibile: Realizzare e appendere un addobbo all’albero di Natale, Incontrare Babbo Natale e i suoi elfi (ore 15:00), Ascoltare le fiabe di Natale nella sua dimora e…. chi vuole potrà donare un giocattolo da dare in beneficenza
DOMENICA 15 DICEMBRE
Giornata curata dalla Polisportiva
SABATO 21 DICEMBRE
Ore 14:30 Cantando tra i presepi con I Polifonici Monferrini, sarà possibile: Fare una suggestiva passeggiata tra gli allestimenti allietata da canti natalizi, Apprezzare le bellezze del centro storico di Murisengo, illustrate dall’elfo guida, e l’ospitalità degli abitanti con “dolci fermate” lungo il percorso
DOMENICA 22 DICEMBRE
Ore 10:30 prosegue la visita alla casa di Babbo Natale, dove sarà possibile: Realizzare e appendere un addobbo all’albero di Natale, Scambiare giocattoli con amici vecchi e nuovi, ore 15:00 Incontrare Babbo Natale e i suoi elfi, Ascoltare le fiabe di Natale nella sua dimora, Ore 17:00 Spedire i desideri di grandi e piccini con posta “aerea”
LUNEDI 6 GENNAIO
Giornata curata dalla Polisportiva
DOMENICA 12 GENNAIO
Premiazione dei vincitori del concorso presso la casa di Babbo Natale, ore 16:00 Lettura della classifica
Consegna dei premi ai primi 3 classificati, Consegna dei diplomi a tutti i partecipanti, Estrazione di un premio tra tutti i votanti, Rinfresco per tutti i presenti
Dall’8 dicembre al 6 gennaio sarà possibile ammirare gli allestimenti proposti lungo le vie del capoluogo e votare le opere più belle. L’ubicazione degli allestimenti sarà indicata su specifica cartina.
Presso la Tabaccheria Turino sarà possibile ritirare le schede per la votazione. E’ possibile seguire le iniziative su facebook Associazione Culturale Elleboro.
Le iniziative sono curate dall’Associazione Culturale Elleboro di Murisengo e dalla Polisportiva di Murisengo

OCCIMIANO
– 21 dicembre ore 21.00 Concerto di Natale del Corpo Musicale Banda La Filarmonica presso Chiesa Parrocchiale San Valerio

ROSIGNANO
Dall’8 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 – “Camminando nel Presepe” esposizione diffusa di 80 opere di ispirazione presepiale realizzate da artisti affermati, scolaresche e dilettanti, visitabili passeggiando da località Roveto a Garriano , Cappelletta attraverso la frazione Colma di Rosignano M.to, a cura dell’Associazione “Amis d’la Curma”.
Inaugurazione 8 dicembre 2019 ore 15.30 nella Cappella di San Bartolomeo a Colma di Rosignano, concerto “Aspettando il Natale” con la Corale “La Fiaccola” di Gabiano diretto da Alessandro Coggiola, a seguire rinfresco offerto dall’Associazione “Amis d’la Curma”

SALA
24 dicembre – Tradizionali auguri in piazza con Alpini e vin brulè dopo la Santa Messa di mezzanotte

TERRUGGIA
14 Dicembre ore 20,30: saggio del corso extrascolastico di musica allievi CEM presso Teatro Comunale – ingresso gratuito

15 Dicembre: Tradizionale recita natalizia in oratorio a cura dei bambini di Terruggia – ore 15,00 – Oratorio Parrocchiale

21 Dicembre: Concerto di musica natalizia – Orchestra di Pietro Martinoli – ore 18,00 teatro – ingresso gratuito

24 dicembre: dalle ore 16,00 a teatro Spettacolo di natale per bambini a cura della Pro loco:…. aspettando Babbo Natale – ore 18,00 arrivo di Babbo Natale in piazza per la distribuzioni dei doni ai bambini (preventivamente consegnati in Comune..) – ingresso gratuito

25 dicembre: dopo la Messa di mezzanotte, all’uscita della chiesa, distribuzione di vin brulè a cura di TerruggiaLiberamente.

TREVILLE
– Domenica 17 novembre e domenica 24 novembre alle ore 16 presso il Salone Comunale di Casa Devasini la Biblioteca Comunale G. Spina di Treville in collaborazione con la Cooperativa S.e.n.a.p.e. di Casale e con il patrocinio del Comune di Treville organizza “Personaggi sopra l’albero”, laboratori natalizi con l’uso della stoffa per bambini a partire dai 7 anni. Gli incontri saranno introdotti dalla lettura della favola “Magia di Neve” a cura dei volontari della biblioteca. I personaggi della storia verranno poi realizzati in stoffa sotto la guida delle sarte di Senape e ogni bambino potrà portare a casa il proprio personaggio per appenderlo all’albero di natale;
– Domenica 1 dicembre ore 15 in piazza Surbone a Treville il Circolo Ancol Treville con il patrocinio del Comune organizza “L’addobbo dell’Albero e del Presepe”;
– Dal 1 dicembre al 6 gennaio nel centro storico di Treville si presenta “Un racconto per il borgo”: la favola natalizia “Corriere Espresso” scritta da Paolo Testa verrà suddivisa in 12 tabelloni illustrati ed esposta lungo le vie del paese. Una passeggiata che, partendo da Piazza Devasini, vi condurrà alla visita di Treville e alla lettura a tappe di una storia per bambini e per tutti coloro che conservano nel proprio cuore la magia del Natale. Iniziativa a cura della Biblioteca Comunale G. Spina e del Circolo Ancol Treville con il patrocinio del Comune;
– Domenica 8 dicembre ore 16 nel Salone Comunale di Casa Devasini, a cura della Biblioteca di Treville, presentazione del calendario “L’Armanàch ad Tarvilla 2020”. Durante il pomeriggio premiazione del Concorso per giovani lettori “Treville&SeiLibri” con elezione del Super Lettore 2019 della Biblioteca di Treville. Nell’occasione verrà presentato il nuovo libro di racconti di Paolo Testa “La magia del Natale”. Interventi di Mauro Bardella;
– Domenica 22 dicembre dalle ore 17 nel Salone Comunale di Casa Devasini, a cura della Parrocchia di Sant’Ambrogio di Treville in collaborazione all’Accademia Musicale Lizard (distaccamento di Ozzano) e all’Associazione Nazionale Alpini distaccamento di Casale con il patrocinio del Comune di Treville, “Auguri in Musica”: esibizione degli allievi dell’Accademia Lizard e degli “Ampiàs Sunà”. Partecipazione libera. Per chi lo desidera seguirà Apericena su prenotazione (3396566904 – 3883567882). Il ricavato sarà devoluto al Progetto Libra in collaborazione all’Ospedale S. Spirito di Casale;
– Domenica 5 gennaio alla sera nel Salone Comunale di Casa Devasini, a cura del Circolo Ancol di Treville, del Comune di Treville e in collaborazione alla Biblioteca Comunale G. Spina: “Arriva la Befana”, incontro con la magica e famosa vecchina che ogni anno giunge a Treville con un carico di calze per i bambini (prenotazioni al 3883227542). Lettura della nuova favola nata per l’occasione dalla penna di Paolo Testa.

VILLAMIROGLIO
Festa Patronale di Santo Stefano

Eventi natalizi a Casale Monferrato

Sabato 30 novembre Si accendono le luci di Natale
Al via i festeggiamenti con mostre, concerti, leccornie e… tanta gioia!

L’appuntamento con le festività natalizie a Casale Monferrato sarà sabato 30 novembre alle ore 18,00 in piazza Mazzini: sarà, infatti, dal centralissimo salotto della città che inizierà Si accendono le luci di un Natale scintillante.
E sarà proprio la simbolica accensione delle luminarie cittadine a dare il via al ricco programma di iniziative che si susseguiranno fino a gennaio 2020. Oltre quaranta appuntamenti, infatti, accompagneranno i festeggiamenti natalizi, tra mostre, concerti, esibizioni, eventi culturali ed enogastronomici, laboratori, visite guidate, pattinaggio sul ghiaccio, tombole, mercatini, trekking, fiaccolate: praticamente iniziative per tutti i gusti e per tutte le età.
«Le molte iniziative organizzate dal Comune, dalle associazioni e dagli enti casalesi – hanno sottolineato il sindaco Federico Riboldi e il vice sindaco, con la delega a Manifestazioni ed Eventi, Emanuele Capra – permetteranno di far trascorrere le prossime festività in città, scoprendo (o riscoprendo) le molte eccellenze presenti: dal commercio locale al teatro, dalle proposte culturali a quelle artistiche, fino ad arrivare alla sempre apprezzata enogastronomia. Un grazie va quindi a tutti coloro che col proprio impegno regaleranno a tutti una città ricca di appuntamenti, colorata, festosa e, soprattutto, piena di gioia».
Il via, come detto, sarà sabato 30 novembre alle ore 18,00, quando saranno accese le luci di Natale con l’accompagnamento musicale del quintetto Gli Ottoni Matildici, che si esibiranno nelle vie del centro vestiti da Babbo Natale, con distribuzione di cioccolata e tè a cura della Croce Rossa Italiana – Comitato di Casale Monferrato.
«Anche quest’anno – ha spiegato il vice sindaco Emanuele Capra – le luminarie di piazza Mazzini, delle vie del centro e degli ingressi alla città sono gentilmente offerte da Energica che, con il progetto Guarda in su!, illuminerà di nuovo Casale Monferrato al meglio. Un sentito grazie va quindi a Energica e ai commercianti che hanno contribuito affinché le belle e originali luci natalizie siano un segno distintivo di Casale». Il Comune, oltre ad aver scelto gli addobbi luminosi di piazza Mazzini, si occuperà delle luminarie dei quartieri e degli alberi di Natale delle frazioni.
E per entrare subito nello spirito natalizio, già sabato ci si potrà scatenare sull’ormai tradizionale pista del ghiaccio allestita in piazza Castello. Durante la giornata non mancheranno comunque altri eventi, come l’inaugurazione di due mostre al Castello del Monferrato (Mosaico alle ore 17,00 e Rebirth alle ore 17,30), mentre a San Germano la parrocchia organizza dalle ore 15,30 la seconda edizione di L’ugola d’oro.
Il programma completo delle iniziative che si svolgeranno a Casale Monferrato e nei Comuni del territorio lo troverete qui allegato e sarà disponibile (in continuo aggiornamento) alla pagina http://www.comune.casale-monferrato.al.it/natale2019 a partire dai prossimi giorni.

Giornata dell’orientamento scolastico

SABATO 30 NOVEMBRE PRESSO LA SCUOLA PASCOLI
Giornata dell’orientamento scolastico

Quale sarà la scuola giusta per me? Questa è la domanda che si pongono i ragazzi al termine della scuola dell’obbligo, una domanda che è soprattutto un dubbio e che, ovviamente, coinvolge anche le famiglie.
Per sostenere e orientare i ragazzi nella complessità della scelta formativa sabato 30 novembre, dalle ore 9 alle 12, i locali della scuola Pascoli di corso Italia a Novi Ligure ospiteranno una nuova edizione del salone dell’orientamento organizzato dall’Istituto Comprensivo 1 con il patrocinio del Comune di Novi Ligure.
In prima linea le insegnanti Giordano, Catale e Caielli fermamente convinte della validità dell’iniziativa che quest’anno ospiterà: Liceo Amaldi, IIS Ciampini – Boccardo, Casa di Carità Arti e Mestieri, Azimut cooperativa sociale -Punto Giovani, Istituto Cnos-Fap Serravalle Scrivia, Liceo Artistico “Carrá” Valenza, Istituto Santa Chiara -Tortona, Marconi – Tortona, IIS Saluzzo – Plana Alessandria, IIS Nervi-Fermi Alessandria, Alexandria International School AL, Istituto Tecnico Volta -AL, Ciofs Piemonte -Tortona, FOR.AL, Istituto Superiore Parodi – Acqui Terme, I.T.A. Luparia San Martino di Rosignano Monferrato.
Il Salone sarà articolato in due sezioni parallele: da una parte gli stand delle Scuole Superiori e le Agenzie Formative della Provincia di Alessandria, gestiti direttamente da docenti e studenti, in cui saranno presentati i piani di studio dei singoli Istituti e si potranno conoscere le iniziative di orientamento proposte (porte aperte, visite, colloqui) e dove i ragazzi e i loro genitori potranno raccogliere il maggior numero possibile di informazioni, dall’altra attività laboratoriali di orientamento “Imparare a scegliere”, organizzati dal Servizio Punto Giovani, che darà ai ragazzi l’opportunità di riflettere circa i dubbi e i timori legati alla scelta formativa futura. Il laboratorio sarà ripetuto nel corso della mattinata (9.30 – 11.00) per consentire una maggiore partecipazione.

dal Palazzo Comunale, 27 novembre 2019

L’Ufficio Stampa

Arpa Gentil

ARPA GENTIL con una giovane promessa del “Vivaldi”

Sabato 30 novembre alle 17:00, al Museo Etnografico per il ciclo MUSICALIA, un concerto interamente dedicato all’arpa, con una giovane promessa alessandrina, Floriana Cuomo. Floriana ha iniziato lo studio dell’arpa molto piccola, sotto la guida di Elisabetta Zanaboni, proseguendo poi gli studi nella classe di Sara Terzano.
Proporrà un programma con brani tratti dall’importante repertorio arpistico sette-ottocentesco, attraverso il quale è stato definito e codificato lo stile dello strumento, nell’alternanza tra virtuosismo strumentale e poetiche suggestioni romantiche.
In alternanza con i brani musicali, la voce recitante di Alessandro Tocco interpreterà testi poetici riferiti all’arpa.
Floriana Cuomo ha partecipato a numerose manifestazioni pubbliche promosse dal Conservatorio Vivaldi: da solista, in formazione cameristica e nell’orchestra del conservatorio diretta da M. Rota , in occasione di svariati eventi (Giornate europee del patrimonio, Invasioni musicali di Tortona, tutte le edizioni della Maratona del Conservatorio…)
Nel 2017 ha suonato per “Torino città delle mille corde” in una formazione di 140 arpe.
Ha vinto il primo premio al Concorso Musica Insieme di Asti nel 2018.
Nel 2019 ha partecipato alla Masterclass di Villa Faraldi (SV).
Parallelamente agli studi al “Vivaldi”, presso cui è diplomanda, ha frequentato il liceo Plana. Segue attualmente anche il corso di laurea in Storia presso l’Università agli studi di Torino.