Maltempo e agricoltura

Anche in provincia a pesare sono i problemi strutturali con frane e smottamenti
Maltempo, raddoppiati nubifragi a ovembre
Campi allagati e danni all’agricoltura
Il settore agricolo è quello più impegnato a contrastare
i cambiamenti climatici ma anche quello più colpito.

A testimoniarlo è anche la provincia di Alessandria. A novembre in Italia sono più che raddoppiate le tempeste di pioggia, vento, neve, grandine e trombed’aria, con un aumento record del +121% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
A pesare sono anche i problemi strutturali con frane e smottamenti sulle strade rurali dove si sono registrati problemi per la circolazione con sottopassi e strade allagate a Spinetta Marengo, a Litta Parodi, San Michele, in valle Scrivia, Novi Ligure e la zona di Ovada.
“Campi allagati e danni ingenti, ma a pesare sono anche i problemi strutturali con frane e smottamenti sulle strade rurali che rendono difficile la circolazione, con la situazione che è ulteriormente peggiorata nelle zone dimontagna dove il maltempo ha reso difficili i collegamenti”, ha affermato il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco.
L’eccezionalità degli eventi atmosferici è ormai diventata la norma anche in Italia tanto che siamo di fronte ad una evidente tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali e territoriali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. “Il settore agricolo è quello più impegnato a contrastare i cambiamenti climatici ma anche quello più colpito. – ha aggiunto il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – Le precipitazioni, sempre più intense e frequenti, si abbattono su un territorio reso fragile dalla cementificazione e dall’abbandono con più di nove comuni su dieci in Italia a rischio per frane o alluvioni. E’ indicativo un dato: 3 persone su 4 sono spaventate dai repentini cambi del meteo e sono 7 milioni gli italiani che vivono in aree a rischio frane, alluvionied esondazioni di fiumi in una situazione di incertezza determinata dall’andamento meteorologico che condiziona la vita e il lavoro”.
Per questo l’Italia deve difendere il proprio patrimonio agricolo e la propria disponibilità di terra fertile con un adeguato riconoscimento sociale, culturale ed economico del ruolo dell’attività nelle campagne.

AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore

AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore

Amag serbatoio-acqua-alessandria1.png

Alessandria: Nella notte fra martedì e mercoledì il call center aziendale di Amag Reti Idriche ha ricevuto una richiesta da via Scazzola, e una squadra di pronto intervento era sul posto già alle 2.40 del mattino.

I tecnici hanno riscontrato un’abbondante fuoriuscita di acqua dal piano stradale, conseguente alla rottura della tubazione dell’acquedotto, e hanno provveduto ad isolare la zona. Poichè le caditoie stradali esistenti non riuscivano a smaltire l’intera portata di acqua fuoriuscita, si è verificato l’allagamento della cabina interrata ENEL, che immediatamente entrava in autoprotezione, interrompendo l’erogazione elettrica nella zona.

I tecnici di ENEL Distribuzione sono prontamente intervenuti, svuotando dell’acqua la cabina invasa e mettendola in sicurezza. Continua a leggere “AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore”

Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil: Mobilitazione nazionale per il rilancio del settore costruzioni

Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil: Mobilitazione nazionale  per il rilancio del settore costruzioni

Il settore delle costruzioni non si arrende e torna a farsi sentire.
Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil consapevoli dell’importanza del comparto delle costruzioni per il rilancio del lavoro e dell’economia dell’intero Paese come ovviamente per l’occupazione hanno organizzato per il prossimo venerdì 15 novembre in 100 città italiane la mobilitazione Noi non ci fermiamo.

Fillea-Cgil-filca-Cisl-Feneal-Uil-420x219

Ad Alessandria è previsto un nutrito presidio dei lavoratori del settore che si terrà davanti alal Prefettura di Alessandria dalle 10.30 alle 12 di venerdì 15 novembre.

L’obiettivo di Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil è concreto: riaprire i cantieri fermi e bloccati per il bene del Paese. Per evitare che l’Italia resti in una posizione di stallo, nonostante i primi timidi segnali di ripresa dopo un decennio buio, è fondamentale una politica industriale per la creazione di lavoro che deve passare per infrastrutture e messa in sicurezza del territorio. Questo farebbe avanzare il Paese, dando posti di lavoro stabili.

Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil hanno lavorato ad una piattaforma completa da presentare al Governo contenente un piano di proposte concrete incentrata  sul rilancio dei settori costruzioni e materiali. Continua a leggere “Feneal UIL, Filca Cisl e Fillea Cgil: Mobilitazione nazionale per il rilancio del settore costruzioni”

Corso di formazione ambiente ed economia

Alessandria: AMAG propone un corso di formazione su ambiente, acqua, economia circolare rivolto ai docenti della scuola primaria e secondaria. Giovedì 14 novembre il primo incontro.

Il Gruppo AMAG organizza, in collaborazione con le sue società AMAG Ambiente e AMAG Reti Idriche, un corso di formazione per i docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado, di due incontri, per affrontare il tema dell’ambiente e della sua salvaguardia.

Il primo incontro si terrà giovedì 14 novembre 2019 dalle ore 16,00 alle ore 18,00 sul tema “Acqua, un bene sempre più scarso” .
Il seminario con l’utilizzo di carte geografiche ed infografiche spiegherà la nuova geografia dell’acqua. La disponibilità d’acqua a livello globale sta mutando e le cause sono molteplici, dall’aumento dei consumi e della popolazione al cambiamento climatico. Nella parte didattica verranno presentati alcuni esercizi da fare in classe con i bambini, come realizzare mappe dell’acqua e scoprire quanta acqua è necessaria per fare un prodotto.
L’incontro si terrà presso la Sala Multimediale del Gruppo AMAG, via Damiano Chiesa n. 18 ad Alessandria, al pianterreno. Continua a leggere “Corso di formazione ambiente ed economia”

Offesa per aziende agricole italiane

Offesa per le aziende agricole nazionali che con difficoltà coltivano il grano in Italia Linea Verde, è sdegno: lo “spot” dedicato al grano canadese offende il Made in Italy
Il servizio a favore della pasta svizzera tradisce l’impegno di Rai Uno e anni di battaglie

Anche a livello provinciale non si placano le polemiche dopo quanto mandato in onda da RaiUno domenica scorsa durante la trasmissione Linea Verde.
“E’ inaccettabile che una trasmissione del servizio pubblico Rai dedicata all’agricoltura e al cibo italiani si trasformi in uno “spot” a favore della pasta svizzera fatta con grano canadese trattato con l’erbicida glifosato in preraccolta, secondo modalità che sul territorio nazionale sono addirittura esplicitamente vietate. – ha affermato il Presidente Coldiretti Alessandria Mauro Bianco – I contenuti della puntata di Linea Verde andata in onda domenica 10 novembre dal territorio elvetico della Valposchiavo tradisce l’impegno quotidiano e le tante battaglie portati avanti dalla Rai e dalla Rete ammiraglia in favore della produzioni Made in Italy”.
Uno dei servizi della trasmissione dedicato a un mulino industriale ha finito per rappresentare una vera e propria campagna promozionale per un tipo particolare di pasta fatta in Svizzera con grano importato dal Canada, per ammissione del titolare dello stabilimento.
“Non dimentichiamo che la provincia di Alessandria è a forte vocazione cerealicola, questo è un vero e proprio insulto al prodotto simbolo del Made in Italy giustificato nel servizio addirittura dalla falsa pretesa che – aggiunge il Direttore Coldiretti Alessandria Roberto Rampazzo – il grano straniero sarebbe di maggiore qualità. Si tratta di un’offesa per gli italiani che pagano il canone e, soprattutto, per le oltre trecentomila aziende agricole nazionali che, con enormi difficoltà e spesso in aree interne, continuano a coltivare il grano in Italia dove matura grazie al sole, e non per effetto di sostanze chimiche accusate peraltro di essere cancerogene, come accade per quello canadese”.
Occorre difendere e promuovere le realtà produttive nazionali in una situazione in cui negli ultimi dieci anni è scomparso in Italia un campo di grano su cinque con la perdita di posti di lavoro e il rischio concreto della desertificazione, che lascia il campo libero al degrado e al dissesto idrogeologico.

Alessandria, 12 novembre 2019

con invito alla divulgazione

Ufficio Stampa Coldiretti Alessandria
corso Crimea, 69 – 15121 Alessandria – tel. 0131.235891 – fax 0131.252144
cell. 335.7536015 – e-mail: ufficiostampa.al@coldiretti.it

Paolo Arrobbio eletto Presidente del Comitato di Gestione della Rete Idrica AGC: “AMAG Reti Idriche è società sana e fortemente patrimonializzata: ecco tutti i dati”

Paolo Arrobbio eletto Presidente del Comitato di Gestione della Rete Idrica AGC: “AMAG Reti Idriche è società sana e fortemente patrimonializzata: ecco tutti i dati”

redim 

“AMAG Reti Idriche è società sana e fortemente patrimonializzata: possibile un piano di investimenti di 25 milioni di euro con il sistema bancario, grazie ai risultati della società: 71 milioni di euro di patrimonio netto e oltre 24 milioni di crediti”. Lo sottolinea Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG, che spiega: “Dal conto economico semestrale di AMAG Reti Idriche si evince un’alta marginalità pari a Euro 1,9 ml. di Euro ante imposte, derivante dalla dinamica evolutiva della tariffa, dai maggiori ricavi conseguenti all’acquisizione di nuovi Comuni ed ai minori costi sostenuti, marginalità che va ben oltre le prudenze del budget che prevedeva un risultato di 0,15 ml. di Euro. La marginalità evidenziata consentirà in sede di chiusura di fine anno di operare un ulteriore accantonamento in fondo svalutazione crediti, rafforzando la società”. Continua a leggere “Paolo Arrobbio eletto Presidente del Comitato di Gestione della Rete Idrica AGC: “AMAG Reti Idriche è società sana e fortemente patrimonializzata: ecco tutti i dati””

Gruppo AMAG: il cda propone Alfonso Conte e Paolo Bobbio come nuovi Amministratori Unici di AMAG Reti Idriche e AMAG Reti Gas

Gruppo AMAG: il cda propone Alfonso Conte e Paolo Bobbio come nuovi Amministratori Unici di AMAG Reti Idriche e AMAG Reti Gas.

Amag Ambiente.png

Il 25 novembre la decisione dell’Assemblea dei soci

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo AMAG, riunitosi lunedì 4 novembre 2019, ha provveduto ad indicare i nomi dei nuovi Amministratori Unici di AMAG Reti Idriche e AMAG Reti Gas.

Alfonso Conte, Manager d’azienda e Presidente provinciale EFAL/MCL, è stato proposto come Amministratore Unico di AMAG Reti Idriche.

Paolo Bobbio, imprenditore e già Presidente di REAM, è stato indicato come Amministratore Unico di AMAG Reti Gas.

Entrambi sono stati individuati dal cda all’interno di ‘cinquine’ di nominativi selezionati da apposita Commissione esaminatrice, che ha analizzato nel dettaglio i curricula di tutti i candidati.

Spetterà all’Assemblea dei soci del Gruppo AMAG, convocata per il 25 novembre, approvare la decisione del cda. La durata degli incarichi è triennale.

Per informazioni:

Ufficio Comunicazione Gruppo Amag

Tel. 0131283635

E-mail: comunicazione@gruppoamag.com

Proposte di amministratori per il gruppo Amag

Gruppo AMAG: il cda propone Alfonso Conte e Paolo Bobbio come nuovi Amministratori Unici di AMAG Reti Idriche e AMAG Reti Gas. Il 25 novembre la decisione dell’Assemblea dei soci

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo AMAG, riunitosi lunedì 4 novembre 2019, ha provveduto ad indicare i nomi dei nuovi Amministratori Unici di AMAG Reti Idriche e AMAG Reti Gas.

Alfonso Conte, Manager d’azienda e Presidente provinciale EFAL/MCL, è stato proposto come Amministratore Unico di AMAG Reti Idriche.

Paolo Bobbio, imprenditore e già Presidente di REAM, è stato indicato come Amministratore Unico di AMAG Reti Gas.

Entrambi sono stati individuati dal cda all’interno di ‘cinquine’ di nominativi selezionati da apposita Commissione esaminatrice, che ha analizzato nel dettaglio i curricula di tutti i candidati.

Spetterà all’Assemblea dei soci del Gruppo AMAG, convocata per il 25 novembre, approvare la decisione del cda. La durata degli incarichi è triennale.

Per informazioni:

Ufficio Comunicazione Gruppo Amag
Tel. 0131283635
E-mail: comunicazione@gruppoamag.com

ArcelorMittal, Berutti: “rischio chiusura per incapacità del Governo. Conte risponda alla mia interrogazione”

ArcelorMittal, Berutti: “rischio chiusura per incapacità del Governo. Conte risponda alla mia interrogazione”

Massimo Berutti

Roma, 5 novembre 2019 – “L’irresponsabilità della maggioranza e del Governo stanno portando l’ex Ilva ad una situazione terribile. Si rischia di perdere 20mila posti di lavoro tra Cornigliano, Novi Ligure e Taranto e di buttare all’aria un settore strategico per il Paese”. È quanto dichiara in una nota il Senatore Massimo Berutti commentando l’annuncio di recesso da parte di ArcelorMittal dai contratti per l’ex Ilva. “Conte e Patuanelli – prosegue Berutti – rispondano immediatamente alla mia interrogazione su cosa intendano fare per riparare una situazione che hanno provocato con le loro strane trovate e la loro incapacità. Noi siamo pronti a batterci con i lavoratori”.

Il gruppo Amag di Alessandria? Non sta poi tanto male, ma gli oltre 50 milioni di crediti pesano sulla trasformazione in una holding efficiente

Il gruppo Amag di Alessandria? Non sta poi tanto male, ma gli oltre 50 milioni di crediti pesano sulla trasformazione in una holding efficiente

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Il gruppo Amag.png

Come sta il Gruppo Amag di Alessandria? Salute discreta con l’aspetto finanziario che non riserva particolari preoccupazioni, è la sintesi che arriva da Paolo Arrobbio, presidente della multiutility. Che subito dopo non nasconde quello che definisce il «vero problema»: i crediti. Il totale al fine settembre era pari a oltre 53 milioni e cinquecentomila euro, con Amag Reti Idriche e Alegas a fare la parte del leone.

Per gestire il recupero dei crediti è stato anche allestito un ufficio apposito che in un paio di mesi ha rastrellato un milione di euro, ma il lavoro sarà ancora lungo e complesso. Arrobbio ha parlato con chiarezza di fronte alle Commissioni consiliari Programmazione e Bilancio e Sviluppo del Territorio, riunite nell’aula di Palazzo Rosso. Con il presidente hanno risposto alle domande dei consiglieri, l’amministratore delegato di Amag, Adelio Ferrari, e l’assessore e vicesindaco di Alessandria, Davide Buzzi Langhi. Continua a leggere “Il gruppo Amag di Alessandria? Non sta poi tanto male, ma gli oltre 50 milioni di crediti pesano sulla trasformazione in una holding efficiente”

Start Cup Piemonte Valle d’Aosta: vince ClearBox, l’azienda per ClearBox, ​l’azienda, vince la ​XV Start Cup Piemonte Valle d’Aosta​

Start Cup Piemonte Valle d’Aosta: vince ClearBox, l’azienda per ClearBox, l’azienda, vince la XV Start Cup Piemonte Valle d’Aosta​.

La competizione, promossa dagli incubatori I3P, 2i3T ed Enne3, ha visto salire sul podio anche Enermove, che mette a punto​ ​sistemi per la ricarica wireless in movimento di carrelli elettrici industriali a guida manuale per logistica e grande distribuzione, e Usophy, il “Netflix dei libri universitari”. Assegnati anche premi e menzioni speciali per un montepremi totale di 60.000 euro.un’Intelligenza Artificiale antropocentricache sviluppa soluzioni di Intelligenza Artificiale antropocentrica​.

1 UPO Start Cup Piemonte e Valle d’Aosta_ vince ClearBox, l’azienda per un’Intelligenza Artificiale antropocentrica  .jpg

Analizzare e ridisegnare il complesso e delicato rapporto tra gli essere umani e l’Intelligenza Artificiale (IA), per creare una sinergia in grado di sfruttare appieno il potere della IA, pur mantenendo il controllo umano: questo l’obiettivo di ClearBox,l’azienda che si è aggiudicata ad Alessandria il primo posto della XV edizione della Start Cup Piemonte Valle d’Aosta 2019, iniziativa promossa dagli incubatori I3P, 2i3T ed Enne3 per sostenere la nascita di startup ad alto contenuto di conoscenza e promuovere lo sviluppo economico del territorio piemontese e valdostano.

ClearBox AI Solutions ha un team internazionale composto anche da ricercatori italiani che, dopo esperienze all’estero, hanno scelto di tornare Italia per lanciare questo progetto imprenditoriale. ClearBox, che è incubata presso I3P – Incubatore d’Imprese Innovative del Politecnico di Torino, propone soluzioni di Intelligenza Artificiale antropocentrica: applicate ai modelli di Machine Learning (ML), sono in grado di indagare le variabili per le quali il modello ha preso una certa decisione e di generare una spiegazione comprensibile anche a utenti meno esperti.

Al secondo posto della Start Cup Piemonte Valle d’Aosta si classifica Enermove, supportata dall’I3P: la startup progetta, realizza e installa sistemi per la ricarica wireless in movimento di carrelli elettrici industriali a guida manuale per logistica e grande distribuzione, eliminando così le attuali problematiche della ricarica e i costi del fermo macchina. Enermove si aggiudica un premio in denaro di 7.500 euro. Continua a leggere “Start Cup Piemonte Valle d’Aosta: vince ClearBox, l’azienda per ClearBox, ​l’azienda, vince la ​XV Start Cup Piemonte Valle d’Aosta​”

Sopralluogo Assessore Protopapa

Protopapa su danni alluvione: “Procedure per indennizzi da accelerare”
Visita dell’Assessore nell’azienda Fontanassa s.s.

Nuovo sopralluogo dell’assessore regionale all’Agricoltura Marco Protopapa dopo gli eventi alluvionali nell’alessandrino.
È stata verificata la situazione dei danni nell’Azienda vitivinicola Fontanassa s.s. di Gavi di Gemme Filippo, associata Cia Alessandria, la cui cantina è andata quasi interamente distrutta da una frana che ha invaso i locali. Botti di acciaio piegate, barrique sommerse dal fango, locale frigo distrutto, tramezze divisorie spezzate sono il bilancio di pochi istanti di disastro, calcolato per centinaia di migliaia di euro; nei prossimi giorni i titolari dell’azienda (Filippo, Marco e Roberto Gemme) provvederanno alla perizia precisa dell’ammontare.
Protopapa ha evidenziato preoccupazione per la fragilità del territorio, certamente accentuata dall’evento estremo che ha colpito il Gaviese. “Esprimo sincera vicinanza alle aziende agricole colpite dall’alluvione – ha dichiarato l’assessore – e confermo l’impegno ad accelerare le procedure previste per gli indennizzi”.

Buffer’ e scalo ferroviario: la svolta della logistica alessandrina è davvero a portata di mano? Ance è convinta di sì. E anche Rfi

Buffer’ e scalo ferroviario: la svolta della logistica alessandrina è davvero a portata di mano? Ance è convinta di sì. E anche Rfi

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Buffer.png

Alessandria: «Senza infrastrutture non c’è sviluppo». Paolo Valvassore, presidente di Ance (associazione nazionale costruttori edili) Alessandria lo dice senza giri di parole all’inizio della relazione di apertura della parte pubblica dell’assemblea provinciale. L’intervento, i relatori e la tavola rotonda finale hanno declinato in diversi modi il titolo dell’incontro – “Rigenerazione urbana e logistica. Quali prospettive per il nostro territorio” – e hanno dimostrato che oggi lo scenario è davvero cambiato e che lo sviluppo tanto agognato può essere davvero a portata di mano. Però, solo rispettando alcune precise condizioni.

«La rigenerazione urbana – ha affermato Valvassore – è legata a doppio filo con la logistica. La prima appare in superficie, la seconda opera sotto permettendo un connubio destinato allo sviluppo del territorio. Dalla seconda, la logistica, nasce – ha aggiunto il presidente Ance – la rigenerazione urbana di cui abbiamo urgente necessità per il territorio, un tempo definito ‘ombelico del triangolo industriale’, ma ridotto ormai a ‘ventre molle’ del triangolo industriale».

Lo sviluppo della componente logistica, sempre a giudizio di Ance, non è «un investimento a ciclo chiuso o a vantaggio di una ristretta cerchia di operatori», bensì rappresenta «una possibilità che coinvolge e attrae, a catena, nuovi operatori del settore produttivo e dei servizi, ciascuno con le proprie esigenze insediative» e tutti in grado di innestare positive «ricadute occupazionali». In questo ambito un ruolo «fondamentale» è giocato dalla Fondazione Slala (Sistema logistico del nord ovest d’Italia, il presidente è Cesare Rossini) cui ha aderito Ance Alessandria. Continua a leggere “Buffer’ e scalo ferroviario: la svolta della logistica alessandrina è davvero a portata di mano? Ance è convinta di sì. E anche Rfi”

Lavori teleriscaldamento

Alessandria panorama copia

Alessandria: Teleriscaldamento, chiusure a intermittenza per ridurre i disagi dei residenti
Venerdì 25 ottobre si è riunito il Tavolo permanente voluto dall’Assessore ai Lavori Pubblici. Procede la collaborazione tra Comune e TELENERGIA per informare correttamente la cittadinanza e limitare i disagi provocati dai cantieri.

TELENERGIA, la società titolare del progetto del teleriscaldamento di Alessandria, sta proseguendo i lavori di scavo e posa delle tubazioni nei quartieri Europa e Pista per dotare la città di una rete di calore pulito. L’intervento è monitorato costantemente dal Comune, che nella giornata di venerdì 25 ottobre, ha riunione il Tavolo permanente voluto dall’Assessore ai Lavori Pubblici, Giovanni Barosini. Continua a leggere “Lavori teleriscaldamento”

Enne3, incubatore di impresa dell’università, apre ad Alessandria: “Adesso è il momento di sviluppare idee folli, sogni, desideri”

Enne3, incubatore di impresa dell’università, apre ad Alessandria: “Adesso è il momento di sviluppare idee folli, sogni, desideri”

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Enne 3

Alessandria: L’idea è stata ufficializzata nel 2015 e nell’ottobre del 2019 si concretizza. Così Alessandria, grazie a Novara, avrà finalmente il primo incubatore di impresa, Enne3, nato peraltro all’interno dell’Università del Piemonte Orientale alla fine del 2009. Allora aveva un capitale sociale di quattrocentomila euro e i soci erano l’Ateneo, Finpiemonte, i novaresi Associazione Industriale, Comune, Camera di commercio e Provincia.

Dopo alcune non brillanti annate e una recente ripresa positiva, sia in termini economici, sia di nuovi insediamenti d’impresa, è arrivato il momento della dismissione di alcune quote societarie detenute dalle amministrazioni pubbliche. La prima è stata rilevata dalla Fondazione Bpn di Novara per il 10,2 per cento (valore 35.900 euro), mentre una quota analoga del valore di 35.000 euro è stata acquisita dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria a conclusione dell’asta pubblica indetta dal Comune di Novara che doveva cedere le quote di proprietà.

«Una volta definitivo il nuovo assetto, Enne3 sarà in grado di aprire una sede anche ad Alessandria» aveva assicurato Cesare Emanuel, allora Rettore dell’università e oggi presidente dell’incubatore il cui direttore è Lorenzo Lener. I contatti con il territorio sono continuati, raccogliendo la disponibilità della Fondazione Cra, all’epoca presieduta da Pier Angelo Taverna. Oggi, con Luciano Mariano al vertice della fondazione alessandrina, si completa il lungo percorso che vedrà l’incubatore di impresa Enne3 aprire una sede ad Alessandria, all’interno del Dipartimento di scienze e innovazione tecnologica (Disit) di viale Michel. Continua a leggere “Enne3, incubatore di impresa dell’università, apre ad Alessandria: “Adesso è il momento di sviluppare idee folli, sogni, desideri””

Sportello unico edilizia Alessandria

LA RIVOLUZIONE DELLO SPORTELLO UNICO EDILIZIA DELLA CITTÀ DI ALESSANDRIA

La Pubblica Amministrazione è impegnata da anni nella ricerca di strumenti evoluti di e-government in grado di agevolare i rapporti con i cittadini. La Città di Alessandria sta introducendo una vera e propria rivoluzione nel settore Urbanistica e Patrimonio con l’adozione di un front-office digitale intelligente che semplifica la gestione delle pratiche e rende le procedure chiare, tracciabili e certe. Quest’importante innovazione sarà presentata il prossimo 7 novembre presso il Palazzo del Monferrato di Alessandria durante il convegno Evoluzione ed automazione dello Sportello Unico nella Pubblica Amministrazione.

Inviare una pratica edilizia direttamente dal proprio ufficio e seguirne puntualmente l’iter dal proprio pc sembra quasi fantascienza. Non è così per la Città di Alessandria, che con l’adozione del nuovo Sportello Unico Edilizia sta abbattendo uno dei più coriacei muri della burocrazia italiana. Giovedì 7 novembre dalle ore 8.30 presso la Sala Conferenze del Palazzo del Monferrato di Alessandria le autorità cittadine in collaborazione con It@ledit S.r.l., l’azienda partner del progetto, presenteranno il nuovo sistema applicativo illustrandone in dettaglio il funzionamento e i risultati. Continua a leggere “Sportello unico edilizia Alessandria”

Guala Closures, menzione per lo sviluppo internazionale. Ma anche nuovo interesse di gruppi e fondi che guardano alla società alessandrina

Guala Closures, menzione per lo sviluppo internazionale. Ma anche nuovo interesse di gruppi e fondi che guardano alla società alessandrina

Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Guala

Alessandria: Premiata per la strategia di internazionalizzazione. E nuovamente nel mirino di gruppi internazionali. È la Guala Closures di Alessandria, 4.700 dipendenti, 29 stabilimenti in 5 continenti, oltre 15 miliardi di chiusure vendute ogni anno un fatturato 2018 di 543 milioni di euro. La società guidata da Marco Giovannini (presidente e amministratore delegato) ha ricevuto, in occasione della cerimonia di consegna del ‘Premio Eccellenze d’impresa 2019’ (nato dalla partnership tra Gea-Consulenti di Direzione, Arca Fondi Sgr e Harvard Business Review Italia), la menzione speciale per le «strategie di internazionalizzazione che l’hanno portata ad avere una presenza attiva in oltre cento paesi. Un footprint globale certificato anche dai risultati economici del Gruppo che fanno registrare un fatturato realizzato per più del novanta per cento all’estero» si legge su una nota. Lo stesso Giovannini, per l’occasione, ribadisce che l’internazionalizzazione è l’asset strategico «realizzato all’insegna dell’innovazione e della sostenibilità, elementi capaci di portare un vero valore aggiunto ai clienti e a tutte le comunità dei paesi in cui operiamo».

Finora dai cinque centri di ricerca e sviluppo sparsi in tutto il mondo sono usciti oltre 140 brevetti che hanno cambiato completamente il mercato delle chiusure per bevande.Un esempio è l’ultimo prodotto: i tappi connessi per vino, liquori e olio d’oliva. La linea si chiama Něstgate e comprende, al momento, sette chiusure per vino, liquori e olio d’oliva, dal design elegante; prevede un’ampia scelta di varianti fra legno e sughero, anti-riempimento, rivestimento in alluminio o resina per il segmento lusso. I tappi sfruttano la tecnologia Nfc che con un semplice ‘tocco’ viene raccontato al consumatore il brand che, a sua volta, potrà raccogliere dati per le relazioni con i clienti e per controllare la tracciabilità dei prodotti. Continua a leggere “Guala Closures, menzione per lo sviluppo internazionale. Ma anche nuovo interesse di gruppi e fondi che guardano alla società alessandrina”

Donazione della famiglia Pera

Alessandria: Importante Donazione della Famiglia Pera al Centro Vita Indipendente di Via Battisti. Presenti i veritici del Cissaca con il Presidente Gianni Ivaldi. Pera da sempre è uno dei maggiori “sponsor” degli eventi del Cristo dove è nata l’Azienda di famiglia.

Pera

La Famiglia Pera , un’altra azienda storica del Quartiere Cristo di Alessandria sempre in prima linea nella valorizzazione del Territorio ed in particolare del Sociale. Negli scorsi Giorni la Famiglia Pera ha effettuato una donazione al Centro Vita Indipendente di Via Battisti ad Alessandria. All’incontro presenti i vertici del Cissaca in primis il Presidente Gianni Ivaldi.
3 mila euro donati dalla famiglia Pera, al ‘Centro Vita Indipendente’, con questo contributo sarà ampliata la piccola biblioteca e verrà rinnovato il mobilio. “Da tempo desideravamo fare qualcosa di concreto per il quartiere. L’idea di contribuire al miglioramento di questa bella struttura è nata dall’incontro con Gianni Ivaldi” hanno spiegato i componenti della famiglia Pera, al quale il presidente del Cissaca ha rivolto un sentito ringraziamento: “In un momento in cui l’attenzione al sociale sta un po’ scemando, gesti simili sono davvero qualcosa di meraviglioso”. “Le risorse a nostra disposizione sono limitate, quindi aiuti economici di tale entità diventano per noi fondamentali. Ad Alessandria c’è bisogno di costruire nuove possibilità”, ha aggiunto Stefania Guasasco, responsabile ai Servizi Sociali Territoriali della partecipata del Comune. La famiglia Pera è uno dei maggiori sponsor degli eventi del Quartiere Cristo e durante l’anno sostiene importanti progetti per la valorizzazione del Cristo.
Continua a leggere “Donazione della famiglia Pera”

Valeria Yurlovich, quando la fotografia è arte ed emozione pura

Valeria Yurlovich, quando la fotografia è arte ed emozione pura

di Pier Carlo Lava

Alessandria, ho incontrato la fotografa professionista Valeria Yurlovich nel suo studio fotografico di via Marengo 70, per un intervista particolare che riguarda i servizi fotografici ai bambini neonati (o in sala parto).

Valeria ha tenuto recentemente un corso a Spoleto per fotografi professionisti provenienti da tutta Italia sulle particolari caratteristiche del servizio fotografico in questione, nel video le sue risposte alle mie domande. video: https://youtu.be/AHRprjFAwo0

Note biografiche

Valeria è una fotografa professionista.
Si è abituata a guardare il mondo attraverso l’obiettivo della macchina fotografica, per cercare “lo scatto migliore” anche quando chissà perché si ritrovava senza la sua Nikon tra le mani per creare con gli oggetti che la circondavano la composizione vincente.

Valeria è appassionata di fotografia fin da piccola. Passava ore ed ore a guardare nei vecchi album di famiglia le foto ingiallite dal tempo. Poi, all’età di 7 anni ha fatto il suo primo scatto ed in quell’istante si è innamorata di questo mondo pieno di fascino e di mistero. Continua a leggere “Valeria Yurlovich, quando la fotografia è arte ed emozione pura”

Sodalizio Alegas Cia

Alessandria: ALEGAS, alla Festa del Cristo si rinnova la partnership con CIA allo sportello di Corso Acqui 76. Sempre più stretto il sodalizio fra ALEGAS e CIA-Agricoltori Italiani Alessandria al servizio del territorio.

alegas_logo_2

Constatato il successo della partnership avviata lo scorso anno al quartiere Cristo (dove la sede CIA di Corso Acqui 76, angolo piazza Ceriana, ospita lo sportello Alegas, con incontri su appuntamento), le due realtà hanno deciso di consolidare la loro collaborazione in occasione della Festa del Cristo.

Sabato 12 e domenica 13 ottobre addetti ALEGAS saranno presenti con uno stand davanti alla sede CIA di Corso Acqui 76, per fornire gratuitamente consulenza sulle possibilità di risparmio energetico, effettuare valutazioni dei costi di gas e luce per le attività economiche e per i privati, e offrire assistenza per l’attivazione di contratti.

“Il Quartiere Cristo è il più popolato di Alessandria – sottolinea Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG – e da sempre qui il nostro Gruppo è forte e radicato, attento alle esigenze della clientela e pronto a fornire non solo servizi competitivi ai migliori prezzi del mercato, ma un pieno e fattivo sostegno alle attività sociali, sportive e culturali. Siamo sempre in prima linea al fianco dei cittadini del Cristo, a partire dai più deboli, e pronti a sostenere con entusiasmo iniziative come la Festa Patronale, che contribuiscono alla crescita del quartiere, ma anche di tutta Alessandria, e del territorio circostante”. Continua a leggere “Sodalizio Alegas Cia”

Letture in biblioteca: Sistema Cliente

Alessandria: Fabrizio Priano Presidente dell’Associazione Culturale Libera Mente-Laboratorio di Idee presenta il progetto “Letture in Biblioteca” con il quale si intende promuovere la lettura di libri semplificandone la comprensione attraverso l’incontro con i relativi Autori nel luogo maggiormente deputato alla lettura : la Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria.
Gli incontri calendarizzati per l’anno 2019 vedranno susseguirsi di diversi Autori i quali presenteranno i propri libri , ciascuno con argomenti di genere diverso.

Giovedì 10 ottobre 2019 alle ore 17,00 nuovo appuntamento del progetto “Letture in Biblioteca “ con la presentazione del libro di Raffaella FRASCA COMATI dal titolo “Sistema Cliente®: Come Fidelizzare i Clienti per Aumentare il Tuo Fatturato e Battere la Concorrenza (senza abbassare i prezzi)”, presso la Sala Bobbio della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria in piazza Vittorio Veneto, 1. Continua a leggere “Letture in biblioteca: Sistema Cliente”

Susy Matrisciano M5S: Tavolo crisi Pernigotti, non sono ancora chiare le prospettive per l’azienda

Susy Matrisciano M5S: Tavolo crisi Pernigotti, non sono ancora chiare le prospettive per l’azienda

Si è svolto ieri al Ministero dello Sviluppo economico il tavolo di crisi della Pernigotti, presieduto dal Sottosegretario Alessandra Todde, a cui ho partecipato insieme ai rappresentanti delle aziende coinvolte, l’advisor, gli enti locali e i sindacati.

Susy Matrisciano.jpg

La Pernigotti ha illustrato i termini del nuovo accordo sottoscritto con il gruppo Optima per la cessione del ramo relativo ai preparati per gelati del marchio Pernigotti Maestri Gelatieri Italiani.  Secondo Pernigotti questo accordo con Optima garantirà le risorse necessarie per rilanciare gli investimenti nello stabilimento novese, ammodernando gli impianti e mantenendo così la produzione di cioccolato e torroni.

Riguardo ai lavoratori è stata annunciata una riorganizzazione che conterà su diversi strumenti, a partire dagli ammortizzatori sociali, per rendere economicamente sostenibile lo stabilimento.

Tuttavia, a mio giudizio, non sono ancora completamente chiare le prospettive di rilancio e i piani di investimento dell’azienda.

La nostra attenzione dovrà restare alta per l’effettiva tutela dei lavoratori che sono attualmente impiegati  nelle produzioni natalizie. Il nostro impegno sarà massimo affinché venga garantito il futuro di un marchio storico italiano e di tutti quei lavoratori che nel corso degli anni hanno reso i prodotti Pernigotti un eccellenza internazionale.

Pertanto aspettiamo di leggere in dettaglio il nuovo piano industriale che verrà presentato al prossimo tavolo di crisi convocato al MiSE entro la fine di ottobre.

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

La splendida collezione primavera – estate di Leonarda Nada Nuovo alla Milano Fashion Week, di Lia Tommi

 

Una collezione  sublime,  ricca di raffinatezza,  di colori vivaci, tessuti  preziosi  e dettagli  originali, in particolare ricami a mano e piume di struzzo.

Ne scaturisce una femminilità  dolce e vivace al tempo stesso, che sa emozionare.

Questa collezione  primavera – estate  è  ispirata  alla Puglia,  terra natale di Nada, una terra mediterranea,  di cromature   nitide e brillanti , di sapori accesi  e profumi intensi.

La collezione  è  stata accolta con calorosi  applausi durante la sfilata  del 22 settembre al “Milano  Fashion Day “, nell’ambito  degli eventi della Milano Fashion  Week, nella prestigiosa  Sala Liberty del Circolo Filologico Milanese.

Scomparso il noto imprenditore tortonese Giuseppe Mutti, di Lia Tommi

Giuseppe Mutti, noto imprenditore tortonese ,   è  scomparso  venerdì 20 settembre, all’età di 92 anni .

15690693144861935058527-1376774379.jpg

Sua è la costruzione di tutto il Quartiere Oasi, della scuola “Rodari” del Centro commerciale “Oasi” e i tantissimi altri edifici.

Giuseppe Mutti era nato il 9 febbraio 1927, e abitava alla frazione San Ruffino di Sarezzano.

Lascia la moglie Maria Rosa e i tre figli maschi: Pietro Paolo, Fabrizio e Marco Luca oltre a nuore,  nipoti, un cognato e tanti parenti.

Il rosario  sarà recitato  sabato 21 settembre, alle ore 19  nella chiesa del Sacro Cuore, all’Oasi, e domenica 22 (ore 20.30) nella chiesa di Sarezzano.

I funerali invece avranno luogo lunedì 23 settembre alle ore 10.30 nella chiesa del Sacro Cuore a Tortona. La salma sarà poi  tumulata  nel cimitero di Sarezzano.

In attesa delle esequie la salma si trova presso la Casa Funeraria Cadirola lungo la statale per Genova a Tortona e sarà possibile farle visita nei seguenti orari: sabato dalle 9 alle 19 e domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 15 alle 18.

AMAG RETI IDRICHE ALESSANDRIA

AMAG RETI IDRICHE ALESSANDRIA

Alessandria: AMAG Reti Idriche nasce dallo scorporo di Amag Spa il 1 Dicembre 2016.

Alessandria, Serbatoio Idrico Via Don Bosco

AMAG SPA si occupa del ciclo integrato dell’acqua (acquedotto, fognatura e depurazione), in un vasto territorio compreso tra l’Alessandrino, l’Acquese, la Valle Bormida e la Langa Astigiana. A.M.A.G. è presente sul territorio alessandrino dal 1976, è una società interamente pubblica, partecipata da 56 Comuni ed 1 Comunità Montana. Sono in fase di acquisizione altri 5 Comuni: Oviglio, Bergamasco, Carentino, Castelspina, Cassinelle.

Mediante, 80 pozzi, 1.384 km circa di reti di distribuzione e 50.000 utenti allacciati, AMAG SPA è in grado di soddisfare il fabbisogno idrico di circa 150.000 abitanti

La pressione di rete varia dai 3,5 bar. per le zone di pianura ai 75 bar. delle aree montane dell’Alta Langa.
In rete sono presenti 150 serbatoi con capacità di accumulo totale di 14.500 mc. di acqua.

Continua a leggere “AMAG RETI IDRICHE ALESSANDRIA”

AMAG Reti Idriche: Lavori in corso al depuratore Orti di Alessandria. Investimento da quasi 5 milioni di euro al servizio della città

AMAG Reti Idriche: Lavori in corso al depuratore Orti di Alessandria. Investimento da quasi 5 milioni di euro al servizio della città

Foto-aerea-depuratore-Orti-190206-1-300x169

Alessandria: Sono in pieno svolgimento in queste ore i lavori di adeguamento del depuratore Amag Reti Idriche che si trova al Quartiere Orti di Alessandria. Gli interventi sono finalizzati al raggiungimento dei parametri di abbattimento degli inquinanti richiesti dalle normative di settore.

Il depuratore di Alessandria Orti è al servizio della Città da molti decenni: l’impianto nella sua attuale configurazione è rispettoso dei disposti normativi degli anni in cui fu costruito, e AMAG ha deciso di investire 4.470.000,00 euro per portare l’impianto al massimo delle sue potenzialità e trattare nel miglior modo possibile i 16.500 metri cubi al giorno di reflui che vengono recapitati nella rete fognaria Continua a leggere “AMAG Reti Idriche: Lavori in corso al depuratore Orti di Alessandria. Investimento da quasi 5 milioni di euro al servizio della città”

Borgo Città Nuova: in Pista aperto il nuovo mercato agricolo, di Lia Tommi

1568310865863-587495546-1474162381.jpg

Borgo Città Nuova: in Pista aperto il nuovo mercato agricolo

Dopo le esperienze di successo in piazza della Libertà (il mercoledì), in piazza Ceriana (il giovedì) ad Alessandria e in piazza Malaspina a Tortona (il venerdì), Cia e Confagricoltura aprono un nuovo mercato agricolo ad Alessandria, al quartiere Pista, in Borgo Città Nuova.
Nell’area antistante gli esercizi commerciali, i produttori agricoli saranno presenti tutti i martedì mattina, dalle ore 7.30 alle 13 circa. Il mercato è stato avviato lo scorso martedì e l’inaugurazione ufficiale, alla presenza del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e dei dirigenti delle due Organizzazioni, è fissata al primo ottobre, alle ore 9.30.
Gli agricoltori proporranno tutti i martedì una vasta gamma di prodotti: riso, frutta e ortaggi di stagione, marmellate ecomposte, salumi, miele, erbe aromatiche essiccate, formaggi caprini e vaccini, vino, piante e fiori, farine e altro.
Il presidente di Confagricoltura Alessandria Luca Brondelli di Brondello e il presidente di Cia Alessandria Gian Piero Ameglio spiegano: “La conferma positiva della cittadinanza alle nostre iniziative di vendita diretta e l’entusiasmo dei nostri produttori associati hanno portato alla costituzione di un ulteriore appuntamento fisso che diventa un servizio nuovo e aggiuntivo per il quartiere, dove non è mai stata realizzata un’iniziativa analoga. Già nel primo giorno di prova l’afflusso della clientela è stato significativo e di ottimo riscontro”.

Alessandria, 12 settembre 2019

Damiani acquista il Palafiere di Valenza: dal 2022 sarà polo del lusso, museo e centro di formazione. Intanto Vendorafa vince a Las Vegas

Damiani acquista il Palafiere di Valenza: dal 2022 sarà polo del lusso, museo e centro di formazione. Intanto Vendorafa vince a Las Vegas

https://160caratteri.wordpress.com/

Author: Enrico Sozzetti

Damiani.png

Quello che era diventato il simbolo del fallimento di un progetto pubblico di promozione e valorizzazione, è finalmente pronto per essere trasformato nel secondo, in ordine di tempo, polo del lusso di Valenza. Al termine di un percorso burocratico durante il quale non sono mancati ostacoli e tempi più lunghi del previsto, il gruppo Damiani ha annunciato ufficialmente l’acquisto dell’ex Palafiere di Valenza, già sede della mostra del gioiello e dell’Aov (associazione orafa valenzana).

Damiani è diventato proprietario dell’immobile che sorge a poche decine di metri dal complesso di Bulgari (in fase di ulteriore espansione) che non sarà solo la sede del gruppo, ma anche di un museo d’impresa e di una scuola di formazione per orafi e incastonatori (un centro di formazione è già presente all’interno di Bulgari).

L’investimento stimato si attesta sui dieci milioni di euro e il «polo d’avanguardia», come viene definito, dal primo semestre del 2022 «racconterà l’eccellenza del brand Damiani, la storia, la visione contemporanea e il ruolo di protagonista nel più importante distretto di alta gioielleria al mondo, quello di Valenza». Il progetto di riqualificazione, si legge su una nota, ha avuto «il supporto di Banca Intesa, della Bce, della Regione Piemonte e del Comune di Valenza».

Le intezioni del gruppo sono chiare. «Con questo progetto vogliamo rafforzare la nostra tradizione produttiva che è iniziata nel 1924 proprio a Valenza con il laboratorio orafo di nostro nonno» commenta Guido Damiani, presidente del gruppo. Il nuovo quartiere generale «attirerà a Valenza esperti di gioielleria, commercianti, stampa, appassionati di lusso e celebrities, dando a molti la possibilità di vedere come nascono i gioielli Damiani e vivere un’esperienza unica nel cuore pulsante della manifattura orafa Made in Italy». Continua a leggere “Damiani acquista il Palafiere di Valenza: dal 2022 sarà polo del lusso, museo e centro di formazione. Intanto Vendorafa vince a Las Vegas”

ALEGAS: punto informativo in centro ad Alessandria venerdì ad Aperto per Cultura e sabato alla presentazione della stagione dell’Alessandria Volley

ALEGAS: punto informativo in centro ad Alessandria venerdì ad Aperto per Cultura e sabato alla presentazione della stagione dell’Alessandria Volley

Alegas, l’azienda del Gruppo AMAG che si occupa della vendita del gas e dell’energia elettrica, sarà presente venerdì 6 settembre alla manifestazione “Aperto per Cultura” con un suo punto informativo situato all’inizio di Corso Roma (presso info point Ascom) a partire dalle ore 18 fino alle ore 23 circa.

Alegas

Il giorno successivo, sabato 7 settembre, Alegas sarà nuovamente presente con un suo desk in Piazzetta della Lega dalle ore 17 alle ore 19.30 in occasione della presentazione della stagione 2019-20 dell’Alessandria Volley, di cui Alegas è sponsor.

“E’ per noi motivo di soddisfazione e di orgoglio – afferma Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG – sostenere in maniera concreta un’iniziativa di grande qualità e ‘richiamo’ come Aperto per Cultura, capace di accendere su Alessandria e sulla sua offerta culturale, artistica ed enogastronomica i riflettori di un pubblico ampio, che va ben oltre le mura cittadine. Così come l’Alessandria Volley del resto, che negli ultimi anni ha ottenuto una serie di importanti successi sportivi, e sta contribuendo alla diffusione, tra le generazioni più giovani e non solo, dei migliori valori dello sport, della competizione positiva, dello stare insieme”.

Andrea Innocenti, Amministratore Unico di ALEGAS, si sofferma sull’offerta di prodotti e servizi dell’azienda, e sul suo legame con il territorio: “I nostri punti informativi in occasione degli eventi del week end – afferma – sono significativi del nostro modo di intendere il rapporto con Alessandria, e con tutto il nostro bacino di riferimento, peraltro sempre più ampio: a diretto contatto con le persone, per illustrare non solo la nostra proposta competitiva sul fronte gas ed elettricità, ma anche la nostra filosofia aziendale, basata su un rapporto diretto con la clientela. Sia nella fase pre vendita che in quella post vendita, la presenza diretta di ALEGAS sul territorio – con sportelli fisici e non solo tramite call center e web – rappresenta un valore aggiunto fondamentale per i nostri clienti e una garanzia di affidabilità e serietà“. Continua a leggere “ALEGAS: punto informativo in centro ad Alessandria venerdì ad Aperto per Cultura e sabato alla presentazione della stagione dell’Alessandria Volley”

Economia. Considerazioni sulla Qualità di Maurizio Coscia.

Qualita-Garantita-big-13-135

La Qualità (quella con la Q maiuscola) costa, ma PREMIA… e rilevo, invece, come la tendenza, al giorno d’oggi – anche a causa della globalizzazione del mercato – sia sempre più quella di accontentarsi di soluzioni che lasciano a desiderare dal punto di vista qualitativo, pur di tendere al risparmio e guadagnare sulla vendita a basso costo di servizi e prodotti scadenti. Ciò è anche una conseguenza del voler essere concorrenziali per forza, in base al principio: “Più si riesce ad abbassare il prezzo di ciò che si offre sul mercato e più si vende”.

Tuttavia, a mio avviso, questa è una strategia che, se nel breve periodo può portare a qualche risultato, nel lungo non può far altro che rivelare tutti i suoi limiti ed effetti dannosi per il fornitore. I clienti possono anche rappresentare una massa indeterminata di acquirenti da allettare con la prospettiva di ottenere prodotti e servizi a basso costo, ma, nel momento in cui si rendono conto che qualcosa che hanno acquistato è scadente o non funziona come dovrebbe, non solo smettono di acquistarla, ma ne fanno anche una pessima pubblicità, con tutto il conseguente ritorno negativo in termini economici per il fornitore.

Meglio, allora, puntare subito a crearsi un’immagine di serietà professionale e di Qualità, concreta, in quanto testimoniata dalla rispondenza delle caratteristiche dei propri prodotti e servizi a quelle che sono le aspettative di Qualità della clientela. Si può parlare di Qualità Concreta di prodotti e servizi da differenti punti di vista e sono molteplici i mezzi tecnici (e non) che concorrono a realizzarla, tuttavia, a mio avviso, al giorno d’oggi, in un mercato del lavoro DIFFERENTE da quello di un tempo in cui è stato introdotto un ampio margine di flessibilità – con incertezza di reddito ed incentivo economico, in alcuni casi – rimane, comunque, importante la gratificazione personale che il lavoratore è in grado di attingere direttamente dalla sua attività lavorativa. In mancanza di riconoscimento del merito con stabilizzazione del contratto di lavoro, un grosso danno alla Qualità può essere determinato dal fattore umano.

Oggigiorno, in tanti contesti lavorativi odierni, entrano ed escono lavoratori “flessibili”,  senza una prospettiva di lavoro stabile per il futuro che non hanno alcun reale interesse a svolgere bene e con dedizione le loro mansioni temporanee. In queste condizioni di lavoro così flessibili, rispetto al passato, a mio avviso, è, in aggiunta ad altri fattori, difficile parlare di Qualità nella produzione di beni e servizi.

 

L’autore di questo articolo è Maurizio Coscia,  scrittore del libro “Il Viaggio di Simone

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Evan-Jung

Ricordi: Sempre più in alto con la Grappa Bocchino, la mitica pubblicità dal 1976 al 1980

Ricordi: Sempre più in alto con la Grappa Bocchino, la mitica pubblicità dal 1976 al 1980

di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Vi ricordate questa celeberrima pubblicità di Mike Bongiorno? Andò in onda dal 1976 al 1980.

 

Chi ha una certa età si ricorderà certamente della famosa pubblicità della Grappa Bocchino “Sempre più in alto” con il popolare e compianto presentatore Mike Bongiorno.

La Grappa Bocchino è un distillato nato alla fine dell’ottocento nelle cantine di Carlo Bocchino.

Il testimone della pubblicità di questa grappa un prodotto conosciuto da tutti e probabilmente uno degli spot pubblicitari più famosi in assoluto di tutta la tv italiana è stato  realizzato con il compianto Mike Bongiorno, che con un effetto scenico e innovativo per l’epoca si fece calare da un elicottero sulla cima del monte Cervino.

Una scelta dettata anche dal fatto che Mike era un grande appassionato di montagna.

Celebre il claim di questa pubblicità “La Grappa Bocchino la trovi sempre più in alto! Concludendo… concludendo… concludendo…”

Mike.png

Leggi anche “Sempre più in alto” le avventure tra i monti di Mike Bongiorno: https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2013/01/04/news/sempre-piu-in-alto-le-avventure-tra-i-monti-di-mike-bongiorno-1.6288734

Nocciole, valore autentico di mercato? Le politiche associative dicono una cosa, però i numeri della provincia di Alessandria sono ben altro

Nocciole, valore autentico di mercato? Le politiche associative dicono una cosa, però i numeri della provincia di Alessandria sono ben altro

di Enrico Sozzetti  Date: 7 agosto 2019  https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Paese strano l’Italia. Dove il concetto di mercato è spesso declinato in modo decisamente stravagante. C’è chi vuole fare impresa, per fortuna, e investe. E c’è chi annuncia piani importanti, ma per alcuni degli aspetti più strategici e decisivi aspetta che paghi lo Stato.

nocciola.jpg

È accaduto anche per la Pernigotti per il cui futuro «con noi, la Spes (cooperativa sociale torinese nata nel 1970 che dovrebbe rilevare la produzione di cioccolato, ndr) e una società finanziaria dello Stato (che potrebbe essere Invitalia), il Ministero dello sviluppo economico sta cercando di creare una società a tre (newco, nuova società) anche con l’obiettivo di costruire un nuovo stabilimento a Novi».

Lo ha detto all’agenzia Ansa, Giordano Emendatori che ha siglato l’accordo per la cessione del marchio ‘Maestri Gelatieri’. «È tutto nello stato delle ipotesi, ma se si verificano determinate condizioni, come l’intervento dello Stato, siamo disponibili a considerare l’obiettivo della costruzione di un nuovo stabilimento fra 3-5 anni». Ma se non avvenisse, l’imprenditore romagnolo cosa farebbe? Continua a leggere “Nocciole, valore autentico di mercato? Le politiche associative dicono una cosa, però i numeri della provincia di Alessandria sono ben altro”

Pernigotti, entro settembre verrà chiusa la trattativa di vendita. Si può essere davvero contenti?

Pernigotti, entro settembre verrà chiusa la trattativa di vendita. Si può essere davvero contenti?

6 agosto 2019 di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com/

pernigotti2-e1565103137343.jpg

Tutti soddisfatti per la Pernigotti di Novi Ligure e gli accordi raggiunti a Roma, nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico. Il primo è stato raggiunto «con ‘Emendatori’, azienda che fa capo all’imprenditore Giordano Emendatori, per la cessione da parte di Pernigotti della divisione “Ice & Pastry” (“I&P”) che comprende la produzione e commercializzazione di basi e ingredienti per gelati e prodotti di pasticceria; il secondo accordo è con il Gruppo Spes e riguarda la produzione di cioccolato, praline e torroni nello stabilimento novese, tramite l’impiego del personale, dei macchinari e dello storico know-how di Pernigotti».

La nota diffusa al termine dell’incontro precisa che «per entrambi gli accordi, il closing (conclusione della trattativa di vendita) è previsto entro la fine del mese di settembre». Dal 23 luglio, Pernigotti ha intanto ripreso la produzione per «la campagna commerciale del Natale 2019, richiamando al lavoro 110 lavoratori tra dipendenti in cassa integrazione e somministrati».

In ogni  caso la Pernigotti Spa resterà titolare del marchio “Pernigotti 1860”, continuando la distribuzione e commercializzazione di cioccolato, praline, torrone e creme spalmabili. La proprietà turca, la famiglia Toksoz, non ha mai arretrato di un solo millimetro su questo punto, anche perché il valore industriale è in questo marchio, nato poco dopo la metà dell’Ottocento a Novi Ligure. Quali possano essere gli sviluppi alla luce del futuro assetto, è tutto da verificare. Anche perché le due realtà imprenditoriali con cui è stato raggiunto l’accordo sono molto diverse fra loro. Continua a leggere “Pernigotti, entro settembre verrà chiusa la trattativa di vendita. Si può essere davvero contenti?”

ALEGAS: Attenti alle truffe telefoniche, e a domicilio. Rivolgetevi ai nostri sportelli di Alessandria e Tortona, aperti tutto il mese di agosto

ALEGAS: Attenti alle truffe telefoniche, e a domicilio. Rivolgetevi ai nostri sportelli di Alessandria e Tortona, aperti tutto il mese di agosto

alegas attenti Truffe anziani 5 .jpg

Alessandria: “Attenti alle truffe, sia telefoniche che a domicilio: continuiamo a ricevere segnalazioni, ad Alessandria come ad Acqui Terme o a Tortona, di persone, soprattutto anziane, sollecitate con proposte di ogni tipo, magari usate come pretesto per entrare in casa. Per avere chiarimenti, prima di firmare proposte di qualsiasi tipo, contattate i nostri addetti: siamo aperti tutto il mese di agosto”.

Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG, e Andrea Innocenti, Amministratore Unico di ALEGAS, intervengono a doppia voce per segnalare un fenomeno che, nelle settimane estive, pare farsi più intenso, e certamente rischioso.

Ovviamente è ALEGAS, l’azienda del Gruppo AMAG attiva nella vendita di luce e gas, ad essere più spesso utilizzata da malintenzionati come pretesto per proposte poco trasparenti. Continua a leggere “ALEGAS: Attenti alle truffe telefoniche, e a domicilio. Rivolgetevi ai nostri sportelli di Alessandria e Tortona, aperti tutto il mese di agosto”

Le bottiglie ‘connesse’ di Guala Closures sbarcano in California grazie a Böen

Le bottiglie ‘connesse’ di Guala Closures sbarcano in California grazie a Böen

2 agosto 2019 Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Le bottiglie connesse sono a stelle e strisce. E grazie a un semplice gesto come quello di avvicinare uno smartphone alla chiusura il consumatore «viene trasportato direttamente nella tenuta di Böen».

Le bott guala-boen.jpg

Il marchio della California, parte di Copper Cane Wines & Provisions di Joseph Wagner, è infatti il primo brand vinicolo statunitense che adotta la tecnologia Near-Field Communication (Nfc), sviluppata da Guala Closures e SharpEnd che consente un accesso immediato alle informazioni sul vino acquistato. Una operazione resa possibile dalla tecnologia e da e-Wak, la chiusura per il vino in alluminio con tecnologia Nfc integrata di Guala Closures, recentemente premiata all’Alufoil Trophy 2019.

«Senza scaricare alcuna applicazione e semplicemente avvicinando lo smartphone alla bottiglia – si legge su una nota diffusa da Guala Closures – è possibile accedere alle informazioni sul vino, immergersi nei vigneti, viaggiare virtualmente fino alla tenuta di Böen, conoscere come è stato prodotto il vino, trovare abbinamenti e condividere le esperienze con altri appassionati, sia all’interno della piattaforma, sia attraverso i social media». Continua a leggere “Le bottiglie ‘connesse’ di Guala Closures sbarcano in California grazie a Böen”

I leoni di Sicilia: i Florio – impressioni di Grazia Denaro

I leoni di Sicilia. La saga dei Florio

– Stefania Auci –

Perché quel malessere era tornato? Come poteva spiegargli che dentro aveva un grumo di buio che lo spingeva ad andare avanti, ancora, sempre, ad accumulare, ingrandirsi, trovare nuove imprese? Lui, ricco di nascita, non avrebbe mai potuto capire.
Per quanto potesse amarla e considerarsi suo figlio, Palermo lo trattava da estraneo. Lui aveva provato a farsi accettare, l’aveva corteggiata con la ricchezza, aveva dato lavoro, aveva portato benessere. 
Forse era questo che non gli perdonava: il lavoro. Il potere. Gli occhi aperti sul mondo quando invece Palermo i suoi occhi li teneva ben chiusi. 

Formato: Copertina flessibile

Genere:  Romanzo
Pagine: 448
Editore: Editrice Nord

<br />


Giudizio Sintetico

Ottimo


Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia – Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva e pulsante da sembrare contemporanea.

Chiudete gli occhi, immaginate di lasciare la terra in cui siete nati, a bordo di una nave, per trasferirvi nella più grande città di un’isola nuova, dove sguardi e persone sembrano vivere grazie ad un equilibrio secolare, posti, gerarchie e ruoli che non possono e non devono essere modificati.

Provate a pensare, sempre ad occhi chiusi, ad un sogno, un desiderio che varca la soglia di un negozio che odora di vecchio, di abbandonato, quattro mura che hanno tutte le potenzialità per divenire l’aromateria che vi permetta di iniziare questa vita nuova, nel cuore di Palermo, dove i rifornimenti non mancano e voi, coppia di fratelli giunti da Bagnara Calabra, potete iniziare a spendere sudore, determinazione e speranze.

Questo gioco di immaginazione è realtà, si chiama Famiglia Florio e ci porta al centro di Via dei Materassai, cuore commerciale della città, si allarga sulla “Cala” e tocca il mare, con i suoi odori, il pesce e la tradizione.

Certo, non siamo noi i protagonisti, ma il romanzo di Stefania Auci rende talmente reale l’intero contesto da poter, per un attimo, viaggiare totalmente in quel tempo e in questa meravigliosa storia…

Il primo volume della duologia dedicata ai Florio, ci porta a conoscere una sinfonia che parte con un unico strumento e finisce con un boato, una famiglia unica che pulsa nel cuore della Belle Epoque, dove Paolo e Ignazio pongono le basi solide di una delle più famose famiglie industriali italiane.

Unendo ai sentimenti e ai timori personali il fascino della movimentata storia siciliana e italiana del tempo, Stefania Auci crea una narrazione capace di stimolare l’immaginazione, come vi dicevo prima, tanto da dare volto ad ogni singolo personaggio delle tre generazioni che incontriamo.

Partendo dalle spezie, passando dallo zolfo alla metallurgia, dai tonni alla cantieristica giungendo al Marsala, i Florio hanno costruito, con Paolo e Ignazio, Vincenzo e tutti gli altri, un impero capace di renderli i “signori della Sicilia” seduti ai tavoli più importanti e protagonisti delle fasi travagliate della storia nazionali.

Con dialetto e sottigliezze linguistiche e narrative, Stefania Auci, racconta di uomini scherniti, “i facchinari”, di perseveranza, cadute e forza che hanno condotto a stanze pubbliche, ville ma anche  e soprattutto tra le camere private di questa famiglia, dove donne, bambini e genitori donano anche angoli quotidiani e storie d’amore solide e appassionanti.

Il magnetismo che si unisce parallelamente a questa storia, non termina con l’ultima pagina, ma si prolunga con l’insistente e famelica curiosità che porta il lettore a documentarsi, cercare e chiedersi come continua questa brillante saga, quali sono i luoghi che l’hanno vista nascere e crescere.

Saghe familiari, storicità, commerci, dialetti, navi, tradizione amore, sogni, cene, intuizioni, sommosse popolari, amicizie, merletti, testardaggine e radici, eh sì, c’è proprio di tutti e di più in questo romanzo, un libro dal quale mi separo con difficoltà… si capisce vero?!

Un libro che avvince per la forza d’animo, la perseveranza e la peculiarità di far lievitare un patrimonio fino all’inverosimile con la costanza e la perseveranza nell’ampliare i vari commerci nell’arco dei decenni. Importante l’istituzione della Targa Florio come premio annuale al vincitore del giro automobilistico di tutta la Sicilia. Una famiglia anche se ha perso lo smalto iniziale, rimane nella storia della Sicilia e dell’Italia per la sua intraprendenza nel mondo degli affari e per il suo innalzarsi nella scala sociale. Un libro che consiglio di leggere, l’ho apprezzato moltissimo.

L’Ovadese Maela Mandelli ai vertici di Trussardi

L’Ovadese Maela Mandelli ai vertici di Trussardi

Il Piccolo.png

OVADA

La manager è stata nominata Chief Executive Officer e lavorerà al rilancio della maison italiana

29 Luglio 2019 ore 15:23 http://www.ilpiccolo.net/ di REDAZIONE

maela_mandelli_.jpg

A sinistra Maela Mandelli con Giuseppe Pinto da poco Chief Operating Officer

OVADA – Sarà Maela Mandelli il nuovo Chief Executive Officer della maison italiana Trussardi. La manager, ha ricoperto per sei anni il ruolo di managing director Paesi Bassi, Grecia, Medio Oriente e Africa di Pvh Corporation, il gruppo multibrand proprietario, tra gli altri, dei brand Calvin Klein eTommy Hilfiger.

In precedenza, ha maturato esperienze commerciali di rilievo in Diesel, in cui ricopriva la carica di global sale director, e in Nike, dove nel 2007, dopo dieci anni dal suo ingresso in azienda, è stata promossa a business director Emea per l’abbigliamento.

Ora sarà al fianco del presidente Tomaso Trussardi e si occuperà di accelerare il piano di rilancio e di sviluppo internazionale del gruppo promosso da QuattroR Sgr, la società di gestione del risparmio che da febbraio 2019 detiene il 70% del gruppo. 

Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria

Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria

Le nuove card sostituiscono i biglietti cartacei. Il via a Settembre ma AMAG Mobilità invita gli utenti a recarsi negli uffici per espletare la pratica già a partire dal 1 Agosto ed evitare così eventuali code e disagi.

Schermata 2019-07-29 a 17.13.40

Annunciamo oggi l’avvio di una nuova tappa del percorso di riqualificazione del servizio di trasporto pubblico della città di Alessandria, dopo quelle che hanno riguardato l’ammodernamento del parco automezzi.

Ci riferiamo alle tecnologie a bordo bus, e, in particolare, agli apparati tecnologici installati su ogni mezzo del parco circolante che, nell’immediato futuro, ci daranno la possibilità di installare le paline elettroniche con gli orari in tempo reale alle fermate degli autobus ma che ci consentono da subito di utilizzare il BIP, Biglietto Integrato Piemonte.

AMAG Mobilità comunica l’avvio della fase di distribuzione delle tessere BIP che saranno a disposizione degli abbonati a partire da giovedì 1 agosto p.v. in vista dell’avvio del sistema che diventerà operativo su tutti i mezzi del Trasporto Pubblico Locale nel prossimo mese di settembre. La Direzione invita gli utenti a recarsi nelle prossime settimane, minimizzando così il rischio di code alla ripresa dopo la pausa estiva. Continua a leggere “Il BIP (Biglietto Integrato Piemonte) diventa realtà anche ad Alessandria”

ALEGAS per il terzo anno consecutivo sponsor dell’ HSL Derthona, di 3

ALEGAS per il terzo anno sponsor dell’HSL Derthona: “Crescere e vincere insieme, per il territorio”

19029302_1939057329674070_3135241135162203416_n-1.jpg

Un team calcistico vincente, l’HSL Derthona, che arriva da due promozioni consecutive, e si appresta ad una nuova stagione da protagonista, simbolo della sua città.
Un’azienda vitale e innovativa come ALEGAS, che fa squadra per il territorio, e che ha nel proprio DNA il sostegno delle migliori attività sportive, sociali e culturali di tutto l’Alessandrino.

“La partnership con l’HSL Derthona continua – sottolinea Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG – e per il terzo anno consecutivo il logo ALEGAS sarà sulla maglia dei leoncini tortonesi. La nostra azienda del gas e dell’energia, grazie ad un’offerta integrata e dai prezzi molto competitivi, è la vera ‘punta di diamante’ della nostra multiutility. Come il Derthona abbiamo ‘fame’ di vittorie, e l’obiettivo nei prossimi 12 mesi è continuare a crescere. Anche quest’anno saremo sponsor del calcio tortonese, sperando di festeggiare, nel 2020, la terza promozione consecutiva dell’HSL Derthona. Venerdì sera saremo allo Chalet Castello, in occasione della presentazione ufficiale della squadra e dei progetti per la nuova stagione alle porte, saremo al fianco della Società, dello staff tecnico e dei giocatori. Ma soprattutto dei tanti tifosi, che sono la vera risorsa di un team vincente”. Continua a leggere “ALEGAS per il terzo anno consecutivo sponsor dell’ HSL Derthona, di 3”

Bisio Progetti vince contro Nestlé. E punta a crescere nel mercato miliardario delle capsule per caffè e bevande

Bisio Progetti vince contro Nestlé. E punta a crescere nel mercato miliardario delle capsule per caffè e bevande

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

header-image-e1564071175129.jpg

Una produzione media all’anno di 2,5 miliardi di capsule compatibili per il caffè che colloca l’azienda al primo posto fra i produttori a livello europeo, che oggi è il mercato che rappresenta il novanta per cento di quello mondiale. Un giro di affari di quasi sessanta milioni di euro e duecento dipendenti.

Una realtà industriale importante per il territorio, certo non paragonabile per dimensioni e fatturato a colossi internazionali. Eppure la ricerca e lo sviluppo su cui ogni anno l’azienda investe una percentuale rilevante e i brevetti messi a punto le hanno permesso di vincere contro una multinazionale.

Protagonista è la Bisio Progetti (Gruppo Guala di Alessandria) che ha vinto una causa contro la Nestlè e potrà produrre le capsule per caffè compatibili con il sistema Dolce Gusto, quelle della multinazionale svizzera.

Il Tribunale di Milano ha chiuso così una vicenda che ha preso le mosse nel dicembre del 2016. Bisio Progetti si era rivolta al Tribunale di Milano, Sezione specializzata in Materia di impresa, per «instaurare» (è la definizione giuridica) una causa nei confronti della Nestlé. «È un’azione di accertamento negativo della contraffazione dei brevetti. Continua a leggere “Bisio Progetti vince contro Nestlé. E punta a crescere nel mercato miliardario delle capsule per caffè e bevande”

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led

Date: 23 luglio 2019

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Le aziende a partecipazione pubblica possono coniugare qualità del servizio e attenzione ai clienti con la necessità di fare utili, essere competitivi, investire in ricerca, sviluppo e innovazione? La risposta è nella gestione industriale, nella qualità manageriale dei vertici e nel ruolo della politica. Che è l’anello più critico della catena.

amag-e1563908323754.jpg

La storia del gruppo Amag di Alessandria è esemplare, come ha dimostrato l’andamento dell’audizione del presidente, Paolo Arrobbio, e dell’amministratore delegato, Adelio Ferrari, da parte delle Commissioni consiliari Sviluppo del Territorio e Programmazione e Bilancio del Comune di Alessandria.

I numeri e i dati di bilancio snocciolati da Arrobbio, le precisazioni sul concorso, poi revocato, per l’assunzione di tre persone con una modalità che equiparava i titoli di studio al possesso della patente, gli obiettivi aziendali, non hanno rappresentato pressoché alcuna novità rispetto a quanto discusso e dibattuto, nelle scorse settimane, dalla politica e a quanto illustrato all’assemblea dei soci in occasione della presentazione del bilancio e del rinnovo delle cariche con l’arrivo di Ferrari al posto di Mauro Bressan.

Ma è dall’analisi dei conti, e dagli interventi in aula, che si capisce quanto la politica possa far compiere balzi in avanti a una azienda partecipata o rendere quasi insostenibile la gestione. Continua a leggere “Amag Alessandria, i conti che arrivano dal passato e il futuro con le luci a led”

M5S. Maria Assunta Matrisciano: La Pernigotti riparte

M5S. Maria Assunta Matrisciano: La Pernigotti riparte

In questi giorni la Pernigotti riprende la produzione nello stabilimento di Novi Ligure.

67484307_471244456992912_6606019185715707904_n.jpg

Sappiamo benissimo quanto sia ancora lunga la strada davanti a noi per salvaguardare produzione e occupazione, ma il fatto che 70 operai (con l’obiettivo di arrivare a 130 entro Natale) ricomincino subito a fare torrone, cioccolato e gelati non può che essere una buona notizia.

Il Governo si è immediatamente messo al lavoro per Pernigotti, sia grazie alla reintroduzione – nel Decreto Genova – della cassa integrazione per cessazione cancellata dal Jobs Act sia avviando un confronto con la proprietà per giungere alla migliore soluzione possibile per decine di famiglie.

Passo dopo passo andiamo avanti avendo come unico interesse il benessere e la dignità dei lavoratori. In qualità di parlamentare del territorio, insieme ai miei colleghi darò un contributo affinché alla Pernigotti di Novi Ligure la situazione torni finalmente com’era un tempo.

Link al post facebook:

https://www.facebook.com/MatriscianoSusyM5S/photos/a.149269015857126/471244453659579/?type=3&theater

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

Capogruppo M5S 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)

E’ Ora di dire BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava

BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Sono anni che il nostro paese è diventato preda da cacciare delle multinazionali che che non trovano nessun ostacolo a fare acquisti di imprese in ogni settore merceologico, siano esse società di piccole, medie o grandi dimensioni, arrivano fanno la loro offerta e acquistano senza problemi.

pier.jpg

Il numero delle imprese italiane sopratutto nei grandi brand conosciuti e affermati nel mondo, per qualità dei prodotti, innovazione e design finite in mano a società estere ormai non si conta più come se non facesse notizia.

A volte poi succede come nel caso della Pernigotti di Novi Ligure un antica e rinomata società italiana del settore dolciario famosa per il torrone, i cremini, i gianduiotti, le uova di Pasqua e i preparati per gelateria che viene acquistata da una società turca, strapagata e malgestita al punto che in pochi anni accumula milioni di euro di perdite e poi decide di chiudere lasciando sul lastrico centinaia di lavoratori.

Oppure come nel caso del Mercatono UNO che recentemente era stato acquisito da una società che in solo otto mesi ha accumulato perdite enormi e ora di colpo ha deciso di chiudere senza preoccuparsi della situazione di migliaia di lavoratori e delle relative famiglie e ovviamente nessuno Governo compreso si è preoccupato di verificare chi era la società acquirente… Continua a leggere “E’ Ora di dire BASTA! free shopping delle imprese italiane, di Pier Carlo Lava”

Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale

Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale

Il manager milanese, con una lunga esperienza nel settore lattiero-caseario, sostituirà Franco Butti che a Settembre andrà in pensione dopo ventiquattro anni di lavoro in Centrale di cui gli ultimi sette come DG.

Alessandria, 18 Luglio 2019

Pietro Cerlesi.jpg

È stato un Consiglio di Amministrazione particolarmente importante per la storia della Centrale del Latte di Alessandria e Asti quello svoltosi ieri: Franco Butti, in azienda dal 1995, lascerà il posto entro il 30 settembre prossimo a Pietro Cerlesi che assumerà il ruolo di Direttore Generale.

A comunicare lo storico passaggio di consegne è il Presidente, Gian Paolo Coscia: “Oggi abbiamo presentato ufficialmente l’ingresso in Centrale di Pietro Cerlesi, avvenuto in seguito alla scelta del Direttore Butti di andare in pensione. A nome di tutto il Consiglio intendo ringraziare Franco Butti per lo straordinario impegno profuso a favore della Centrale in tanti anni di appassionato lavoro e, in particolare, per la guida sicura con cui ha diretto l’azienda negli ultimi anni. La scelta del nuovo Direttore avviene dopo una lunga e accurata analisi di mercato e siamo certi che la consolidata esperienza di Pietro Cerlesi nella filiera del latte e dei suoi derivati rappresenti la migliore garanzia per portare avanti le politiche di sviluppo avviate con il recente rafforzamento della governance”.

Pietro Cerlesi, milanese, classe 1959, arriva in Centrale da Italcanditi – Vitalfood, dove dirigeva lo stabilimento di Pedrengo (BG), dopo una lunga esperienza nel settore lattiero-caseario: laureato in Scienze Agrarie, alla fine degli anni ‘ottanta entra in Centrale del Latte di Milano dove percorre un articolato percorso di crescita che lo porta a diventare Capo Servizio Produzione e Responsabile di stabilimento, per poi andare a dirigere tra il 2007 e il 2008 lo stabilimento di Bologna del Gruppo Granarolo. Successivamente assume la direzione operativa di Centrali Produttori Latte Lombardia per poi ricoprire dal 2012 al 2016 la direzione generale di ABIT Piemonte (Gruppo TreValli Cooperlat). Continua a leggere “Cambio al vertice della Centrale del Latte: Pietro Cerlesi sarà il nuovo Direttore Generale”

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico

Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

maurizio-miglietta

Alessandria: Le previsioni degli imprenditori alessandrini per i prossimi tre mesi mescolano segni positivi e negativi, preoccupazione e ottimismo, volontà di investire e incertezze sul futuro del paese. Il periodo estivo coincide peraltro sempre con un calo delle attività e quindi un rallentamento è fisiologico, benché l’estate 2019 stia facendo i conti con segnali particolarmente contrastanti sui mercati.

In ogni caso gli imprenditori alessandrini sono intenzionati a «reagire e mantenere il ruolo sociale», perché in fondo la provincia di Alessandria, «non è messa troppo male rispetto ad altre». È all’insegna della «reazione» a una fase di frenata, anche se non forte, e di profonda incertezza, l’edizione numero 179 dell’indagine congiunturale trimestrale di Confindustria Alessandria cui ha collaborato un campione di 106 aziende associate su 450. Maurizio Miglietta, presidente di Confindustria (nella foto), Renzo Gatti, direttore, e Giuseppe Monighini, responsabile dell’Ufficio Studi, snocciolano dati, analisi e commenti con un solo comune denominatore: se l’economia rallenta, gli imprenditori investono.

E se i numeri di produzione, occupazione ed esportazione nei settori metalmeccanico, chimico, gomma-plastica e alimentare vedono prevalere più segni negativi che positivi, è anche vero che complessivamente l’indicatore dell’occupazione registra un più 4, il totale degli ordini un più 1 e gli ordini export un più 2 (ma un meno 5 di produzione). Il terzo trimestre del 2019 è lontano dallo stesso periodo del 2018 quando l’occupazione era a più 6, la produzione a più 13, il totale ordini a più 7 e gli ordini export più 12. Continua a leggere “Confindustria: aumentano i segni ‘meno’, ma gli imprenditori reagiscono. Però non trovano personale specializzato e si pensa a un progetto insieme al mondo scolastico”

EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda

EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda

Effettua interventi senza l’utilizzo di ponteggi o piattaforme aeree utilizzando la tecnica innovativa e all’avanguardia della doppia fune di sicurezza che consente di offrire al cliente finale non solo servizi di qualità con standard di eccellenza e l’ovvio abbattimento del costo del ponteggio ma soprattutto una serie di vantaggi intangibili che non hanno prezzo: nessun ostacolo alla vista, totale libertà, luce, pulizia e totale sicurezza, anche durante i lavori.

DSC_0015.jpg

Nella foto interventi in corso in via Don Giovine Alessandria – Quartiere Borsalino

Una vera rivoluzione nel mondo dell’edilizia e una formula vincente che si traduce nei numeri: nell’ultimo anno EdiliziAcrobatica® ha registrato un aumento del fatturato del +50% e aumentato il numero di dipendenti e collaboratori arrivando oggi ad un organico di più di 650 persone.

E la crescita continua: EdiliziAcrobatica® oggi ha una Direzione Generale a Genova e 71 Sedi operative sul territorio, tra dirette e franchising. Un’azienda in continua espansione che crea nuove opportunità di lavoro in tutta Italia.

Tutti gli interventi esterni di ristrutturazione, ripristino, pulizia, installazione e manutenzione sono svolti da operai acrobatici senza l’utilizzo di costosi e fastidiosi ponteggi o di altre attrezzature per il sollevamento del personale addetto. Grazie alla tecnica dei lavori su corda i muratori acrobatici arrivano ovunque, non avendo limiti di altezza operativa. Inoltre, la tecnologia del lavoro su corda permette di intervenire in tempi record. Continua a leggere “EDILIZIACROBATICA® azienda leader in Italia del settore edile per lavori su corda”

Pernigotti, MATRISCIANO (M5S): Dal tavolo al MiSE segnali positivi.

Pernigotti, MATRISCIANO (M5S): Dal tavolo al MiSE segnali positivi

pernigotti 17luglio 2019.jpg

“Le due manifestazioni di interesse presentate da soggetti italiani per lo stabilimento Pernigotti di Novi Ligure, sulle quali sono in corso approfondimenti relativamente ai piani industriali, testimoniano il grande impegno profuso in questi mesi dal MiSE per giungere alla migliore soluzione possibile, salvaguardando entrambe le linee di produzione e l’occupazione di tutti i lavoratori che si trovano in cassa integrazione.

Il fatto che l’azienda abbia confermato lo stato avanzato delle trattative con i potenziali investitori, garantendo la continuità operativa degli impianti produttivi, è un segnale positivo che lascia fiduciosi per il futuro dello stabilimento”.

susy-matrisciano.jpg

Così in una nota Susy Matrisciano, senatrice del MoVimento 5 Stelle membro della Commissione Lavoro al termine del tavolo Pernigotti al MiSE.

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

Pernigotti, Berutti (FI): “dare attuazione concreta ai progetti presentati e partire dal caso Pernigotti per non commettere più errori”

Pernigotti, Berutti (FI): “dare attuazione concreta ai progetti presentati e partire dal caso Pernigotti per non commettere più errori”

Roma, 18 luglio 2019 – “L’incontro al Mise su Pernigotti ha consentito di inquadrare una serie di opzioni che possono avere valore per la salvaguardia dei posti di lavoro. È però il tempo di dare attuazione concreta ai progetti presentati, di passare dalle promesse ai fatti”.

È quanto dichiara il senatore di Forza Italia, Massimo Berutti, a seguito della partecipazione al Tavolo tenuto al Ministero dello Sviluppo economico sulla Pernigotti SpA di Novi Ligure.

massmo-berutti-1-1-1

“Le possibili soluzioni distinte su gelateria, gianduiotti e torrone potranno non essere ottimali, ma sono certamente positive per la tutela dei lavoratori, che resta una priorità. Al di là delle soluzioni contingenti, che devono essere concretizzate quanto prima, il caso Pernigotti deve spingerci ad un’azione di sistema che metta le eccellenze italiane in condizione di competere a livello globale senza il bisogno di interventi imprenditoriali stranieri che in certi casi si rivelano deleteri per le realtà nazionali.

È per queste ragioni che è necessario intervenire su tributi, fisco e credito, così da mettere le imprese italiane in condizione di difendere le nostre produzioni ed eccellenze nelle sfide internazionali”.