Iniziativa Unicef

Alessandria partecipa a #Go Blue – un mondo dipinto di blu:
l’iniziativa dell’UNICEF per celebrare la Giornata Mondiale
dell’Infanzia e dell’Adolescenza

Il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco ha accolto l’invito pervenuto da Paola Golzio, Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Alessandria, per inserire Alessandria nel novero delle Città italiane aderenti all’iniziativa dell’UNICEF #Go Blue: un mondo dipinto di blu.
Si tratta di un progetto avviato nel mondo nel novembre dello scorso anno mediante il quale – in occasione della data del 20 novembre ossia della Giornata mondiale dell’infanzia – l’UNICEF invita ad illuminare di blu dei monumenti simbolici delle città per chiedere che per ogni bambino, bambina e adolescente ogni diritto sia garantito e realizzato.
Il prossimo 20 novembre 2019 non è una data qualsiasi: si celebrano infatti i trent’anni dall’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza (CRC) e Alessandria, dal 19 al 21 novembre, vedrà illuminati di blu l’Arco Trionfale di piazza Matteotti e, d’intesa con la Provincia di Alessandria, Palazzo Ghilini in piazza della Libertà.

«Il riferimento – sottolinea Paola Golzio, riprendendo le dichiarazioni della Presidenza Nazionale UNICEF – è agli obiettivi enunciati dalla Convenzione , ossia a quel Trattato sui Diritti umani maggiormente ratificato al mondo. In questi 30 anni è stato determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti. Ha ispirato i Governi a adottare nuove Leggi e stanziare nuovi fondi per aumentare l’accesso dei bambini ai servizi e godere dei propri Diritti. Ha contribuito a cambiare la percezione sull’infanzia e l’adolescenza, garantendo a bambini e ragazzi un nuovo protagonismo. Nonostante questo, la Convenzione non è ancora pienamente attuata, conosciuta e capita. Per questo l’UNICEF ha chiesto con particolare enfasi in occasione del trentesimo anniversario del Trattato di ricordare in maniera simbolica l’importanza dell’attuazione dei Diritti per tutti i bambini e gli adolescenti».

«Come Amministrazione Comunale – dichiara il Sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco – abbiamo aderito convintamente all’invito giunto dalla Presidente del Comitato Provinciale UNICEF di Alessandria, nella consapevolezza di quanto sia importante rimarcare il trentesimo anniversario della Convenzione con una serie di gesti, iniziative e sensibilizzazioni. Con la sua valenza simbolica, il progetto #Go Blue: un mondo dipinto di blu” e l’illuminazione dei monumenti anche nella nostra Città, intende ricordare a tutti noi, l’esigenza che il tema e la tutela dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza non siano trattati retoricamente, ma entrino a pieno titolo nelle scelte quotidiane e nella “concretezza” del nostro vivere nella Comunità cittadina. Questa concretezza e questa “fisicità” sono ben rappresentate dalla presenza del colore blu proiettato sui nostri edifici di pregio, così come “concretamente percepibile” intende essere il nostro impegno, come Giunta Comunale, per portare avanti la sensibilizzazione e concorrere, per quanto di nostra competenza, affinché si consolidino sempre di più le garanzie di un futuro sereno per i nostri ragazzi e per tutti gli adolescenti del mondo: un futuro di crescita e di valorizzazione che sia pienamente in linea con quanto sancito dalla Convenzione di cui quest’anno celebriamo anche ad Alessandria il trentesimo anniversario».

La Convenzione è stata ratificata da 196 paesi. L’Italia l’ha recepita nel proprio ordinamento giuridico con Legge n.176 del 27 maggio 1991. Alla Convenzione si affiancano tre Protocolli opzionali concernenti rispettivamente la vendita di bambini, la prostituzione minorile e la pornografia riguardante i minorenni; il coinvolgimento dei bambini nei conflitti armati; le procedure di reclamo.
I primi due sono stati approvati dall’Assemblea generale ONU nel 2000 e ratificati dall’Italia con legge 11 marzo 2002, n. 46. Il terzo Protocollo opzionale, adottato dall’Assemblea generale ONU nel 2011 e ratificato dall’Italia nel 2015, consentirà ai bambini e/o ai loro rappresentanti di sottoporre al Comitato ONU sui diritti dell’infanzia, a determinate condizioni, dei ricorsi in caso di violazione dei diritti sanciti dalla Convenzione.

Per informazioni sul progetto #goblue:
http://www.unicef.it
Città amiche dei bambini e degli adolescenti: tel. 06 47809220

In evidenza

Il Teatro Giacometti accoglie i bambini con “Il piccolo principe”

Il Teatro Giacometti accoglie i bambini con “Il piccolo principe”

DOMENICA 17 NOVEMBRE ALLE 16, 30

La Città di Novi Ligure – insieme ai Comuni di Alessandria, Tortona e Ovada – ha aderito al progetto “Alleanze Educative”, selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Giacometti teatroragazzi2019-20-sassarolo17nov-A3-web.jpg

Nell’ambito delle iniziative che compongono tale progetto si inserisce lo spettacolo teatrale gratuito, che si terrà al Teatro Giacometti di Novi Ligure domenica 17 novembre alle ore 16.30

Il piccolo principe spettacolo per bambini e famiglie di e con Federica Sassaroli.

Il piccolo principe non invecchia, anzi rivive a teatro in una performance adatta a tutte le età e tipo di spettatori. L’opera letteraria pubblicata nel 1943 e tradotta in ben 253 lingue in tutto il mondo è corredata da una serie di acquerelli disegnati dallo stesso autore, utilizzati anche come copertine per le stampe. In questa versione, ideata e a cura di Federica Sassaroli, si entra in teatro e il sipario è spalancato, il palco è spoglio, senza scenografia: i nostri occhi vedono solo questo, buio e vuoto, in apparenza. Continua a leggere “Il Teatro Giacometti accoglie i bambini con “Il piccolo principe””

In evidenza

Carabinieri: Arrestato marocchino per detenzione e spaccio di droga

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

Novi Ligure – Arrestato un marocchino per detenzione di stupefacenti ai fine di spaccio.
Nell’ambito dei servizi svolti dai Carabinieri di Novi Ligure finalizzati a fronteggiare lo spaccio e i reati inerente gli stupefacenti, l’Aliquota Operativa ha tratto in arresto EZ ZOHAYRY Bouabid, marocchino 43enne, sorpreso nella flagranza della detenzione di stupefacenti da destinare a terzi. I Carabinieri, rilevato un viavai di persone presso il domicilio dell’uomo, già noto come spacciatore e già denunciato in passato per lo stesso reato, lo hanno osservato e seguito per un po’ di tempo, fino a quando, notate delle circostanze sospette, lo hanno fermato. Sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 305 euro in contanti, in relazione ai quali non ha saputo fornire alcuna plausibile giustificazione, e di otto involucri di cellophane trasparente contenenti cocaina, del peso complessivo di oltre cinque grammi, un bilancino di precisione e due carte di credito utilizzate dallo stesso per fare uso di sostanze stupefacenti.
Il marocchino è stato tradotto presso la casa circondariale di Alessandria su disposizione della Procura della Repubblica di Alessandria per la convalida dell’arresto.

In evidenza

Giornata dell’Infanzia e dell’Adolescenza

“Go Blue” – un mondo dipinto di blu per celebrare la Giornata Mondiale dell’Infanzia e dell’Adolescenza
In occasione del 20 novembre – Giornata mondiale dell’infanzia, l’UNICEF invita ad illuminare di blu un monumento simbolico della città, per chiedere che per ogni bambino, bambina e adolescente ogni diritto sia garantito e realizzato. Il prossimo 20 novembre si celebrerà un anniversario importante: i 30 anni dall’approvazione da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (CRC).
La CRC è il trattato sui diritti umani maggiormente ratificato al mondo e in 30 anni è stata determinante nel migliorare la vita di bambini, bambine e adolescenti. Ha ispirato i Governi a adottare nuove leggi e stanziare nuovi fondi per aumentare l’accesso dei bambini ai servizi.e godere dei propri diritti. Ha contribuito a cambiare la percezione sull’infanzia e.l’adolescenza, garantendo a bambini e ragazzi un nuovo protagonismo. Continua a leggere “Giornata dell’Infanzia e dell’Adolescenza”

In evidenza

Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti

Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti

di Pier Carlo Lava

Bruno Volpi_autore21.jpg

Note biografiche dell’autore:

Bruno Volpi, alessandrino, classe 1960, è laureato in Scienze Geologiche e lavora in una delle principali aziende italiane del settore energetico, nell’area della Ricerca ed Innovazione. Appassionato d’arte e letteratura italiana contemporanea, dal 2014 scrive poesie, favole e brevi racconti di genere narrativo e giallo/noir e collabora attivamente con le redazioni della rivista “Il salotto degli Autori” e del quotidiano online “Alessandria Today”. Le sue opere hanno ottenuto riconoscimenti in concorsi letterari nazionali ed internazionali: in particolare è stato premiato come vincitore assoluto del Concorso Nazionale “Fuori dal Cassetto” 2019 e del Concorso Letterario Internazionale «Trofeo Penna d’Autore» 2018 per la narrativa ed è risultato tra i vincitori del Premio Nazionale Letteratura Italiana Contemporanea, dal 2016 al 2018 e del Premio Letterario Europeo Massa Città Fiabesca 2019. Nell’ambito della letteratura giallo/noir, vincitore del Concorso Notti Nere 2017 e finalista del Concorso Giallo in Provincia 2017 e del Premio Giallo Indipendente 2018. È in pubblicazione la raccolta di fiabe “Mamma, ti racconto una storia” Laura Capone Editore.

L'occhio di drago

L’intervista:

Bruno Volpi, alessandrino, geologo di professione, scrittore per passione. In questi giorni esce il tuo romanzo giallo “L’occhio di drago” Erba Moly Editore. Vuoi presentarti ai nostri ascoltatori?

Volentieri! Come hai detto bene tu, lavoro come geologo nella principale industria italiana dell’energia, nel settore della ricerca petrolifera. Lavoro a San Donato Milanese, ma vivo ad Alessandria, che è la mia città natale. Sono appassionato di arte, soprattutto di pittura dell’ottocento e primo novecento e di letteratura contemporanea, soprattutto del filone giallo-noir. Sono tifoso dei grigi, la squadra di calcio della mia città. Che dire ancora? Collaboro con la redazione della rivista “Il salotto degli autori” e con il quotidiano web “Alessandria Today”. E nel tempo che mi rimane, scrivo. Continua a leggere “Intervista a Bruno Volpi scrittore alessandrino che ci parla del suo libro “L’occhio di drago” – le indagini del Commissario Badalotti”

Carabinieri: operazioni nell’ambito dello spaccio di sostanze stupefacenti, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

Carab 112 copia 3

Pozzolo Formigaro – Arrestato marocchino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Nell’ambito dei servizi finalizzati a fronteggiare i reati inerenti gli stupefacenti, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Novi Ligure hanno tratto in arresto in flagranza di reato MOUFROU Rachid, 40enne marocchino già noto alle Forze dell’Ordine, trovato in possesso di sostanze stupefacenti del tipo “marijuana”, “eroina” e “cocaina”.
I Carabinieri, mentre perlustravano un’area antistante il greto del torrente Scrivia di Pozzolo Formigaro, talvolta frequentata da persone dedite all’uso di stupefacenti, si sono fermati, anche per valutare il livello del torrente interessato dalle abbondanti piogge, notando l’autovettura del 40enne sopraggiungere ad alta velocità. Nonostante l’ALT intimatogli, il conducente del veicolo tirava dritto, proseguendo la marcia.

I Carabinieri si sono quindi posti al suo inseguimento, riuscendo a bloccarlo alla prima curva. Alla vista dei Carabinieri, che hanno cercato di…

View original post 486 altre parole

In evidenza

Carabinieri: Arresto per detenzione di stupefacenti a scopo di spaccio, di Lia Tommi

Carab 112

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

Novi Ligure – Arrestato un marocchino per detenzione di stupefacenti ai fine di spaccio.
Nell’ambito dei servizi svolti dai Carabinieri di Novi Ligure finalizzati a fronteggiare lo spaccio e i reati inerente gli stupefacenti, l’Aliquota Operativa ha tratto in arresto EZ ZOHAYRY Bouabid, marocchino 43enne, sorpreso nella flagranza della detenzione di stupefacenti da destinare a terzi.

I Carabinieri, rilevato un viavai di persone presso il domicilio dell’uomo, già noto come spacciatore e già denunciato in passato per lo stesso reato, lo hanno osservato e seguito per un po’ di tempo, fino a quando, notate delle circostanze sospette, lo hanno fermato. Sottoposto a perquisizione personale e domiciliare, è stato trovato in possesso di 305 euro in contanti, in relazione ai quali non ha saputo fornire alcuna plausibile giustificazione, e di otto involucri di cellophane trasparente contenenti cocaina, del peso complessivo di oltre cinque grammi, un bilancino di precisione e due carte di credito utilizzate dallo stesso per fare uso di sostanze stupefacenti.
Il marocchino è stato tradotto presso la casa circondariale di Alessandria su disposizione della Procura della Repubblica di Alessandria per la convalida dell’arresto.

In evidenza

UN SILENZIO, di Silvia De Angelis

donna afumata9076

S’affievolisce un seme di luce

nell’impulso cangiante della sera.

Grovigli di pensieri

si mescolano

a una lieve assenza

invaghita

d’un breve soffio senza sole.

Saggia lontani aromi

persi in uno scialle di nebbia

e quel “vedere non vedere”

acuisce il senso

d’un nesso tenue di memoria.

Si fa concerto muto

nello stupore d’un silenzio

ancorato all’idea d’un cerchio

che retroceda d’un giro

per far ritorno

a un seducente barlume del passato

indenne da sapienza di maturità

@Silvia De Angelis

Federica Sassaroli: “Il piccolo principe ed io”. Spettacolo gratutito – a cura di Marina Vicario

In evidenza

DOPPIO APPUNTAMENTO PER FEDERICA SASSAROLI: L’ATTRICE PORTA IN SCENA IL SUO SPETTACOLO “IL PICCOLO PRINCIPE ED IO”, IN VERSIONE ITALIANA E IN
VERSIONE PLURILINGUE AL TEATRO GIACOMETTI DI NOVI LIGURE (AL).

Federica Sassaroli, attrice, regista, autrice e speaker, sarà in scena con il suo spettacolo “Il Piccolo Principe ed io” domenica 17 Novembre ore 16 presso il Teatro Giacometti di Novi Ligure. La Città di Novi Ligure, insieme ai Comuni di Alessandria, Tortona e Ovada, ha aderito al progetto denominato “Alleanze Educative” selezionato dall’Impresa Sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

L’ingresso è gratuito.

Lunedì 18 Novembre alle ore 9 lo spettacolo nella versione scolastica e plurilingue (italiano,
inglese, spagnolo e francese) sarà messo in scena per i ragazzi dell’IC di Novi 1.
L’adattamento del testo è stato scritto e diretto dalla stessa Sassaroli, con l’aiuto di Marta Molinari per il movimenti scenici e con le musiche originali di Matteo Calabrò.
In questa versione dello spettacolo, basato sul celebre racconto di Antoine de Saint-Exupéry, “Il piccolo principe”, si entra in teatro e il sipario è spalancato, il palco è spoglio, senza scenografia: i nostri occhi vedono solo questo, buio e vuoto, in apparenza. Ma ecco materializzato il messaggio che Antoine De Saint-Exupéry ha dato nel suo libro senza tempo: “L’essenziale è invisibile agli occhi”. In scena una sola attrice farà apparire, con la magia della narrazione e di semplici elementi scenografici, storie e personaggi di una pietra miliare della letteratura. In uno spazio apparentemente vuoto gli spettatori si ritroveranno in bilico tra verità e magia , tra azione ed ascolto, tra comicità ed intimità . Una versione che restituisce tutta la magia e la forza del teatro che non ha bisogno di orpelli, per presentare una storia d’amore e d’amicizia per imparare a guardare in profondità se stessi e la relazione con gli altri. Continua a leggere “Federica Sassaroli: “Il piccolo principe ed io”. Spettacolo gratutito – a cura di Marina Vicario”

In evidenza

Momenti di poesia. I nodi e le ombre dei miei giorni di Grazia Denaro

53161744_620605195050517_485975450758152192_n

Mattino di pioggia

batte sui vetri,

guardo fuori dalla finestra

e tutto un fluttuante sotto l’acqua

che il vento disperde

e schizza in ogni dove.

 

Non vedo più la strada

che tante volte

abbiamo percorso insieme

avvolti dall’incantevole

groviglio di emozioni

che emanavano le nostre anime.

 

Non c’era niente di più bello

di noi due che ci amavamo

con ogni respiro.

 

Alzo gli occhi al cielo sospirando

e ti cerco nell’apogeo grigio

di novembre gravido di pioggia

che mi risponde lacrimando

sui nodi e le ombre

dei miei giorni.

 

@Grazia Denaro@

 

 

I grandi amori, di Antonietta Fragnito

 

Apparire

 

Noi ci parliamo d’ amore ogni volta che ci odiamo
E ci amiamo forte tutte le volte che non ci cerchiamo
Perche’ siamo dei sofisticati
Ci piace il pathos
L’ inganno
L’ agguato
Ci piace tirarla per le lunghe
Siamo certi che chi non cede vince
Noi passiamo il resto dei giorni a spiare la resistenza l’ uno dell’ altro
I grandi amori sono così
plateali e tragici
Amano sovvertire ogni stupida regola

In evidenza

Una riflessione su: MARE SENZ’ACQUA, di Silvia De Angelis

Una riflessione su: MARE SENZ’ACQUA, di Silvia De Angelis

Qui il link della poesia:

https://alessandria.today/2019/11/15/mare-senzacqua-di-silvia-de-angelis/

MARE SENZ’ACQUA, di Silvia De Angelis

di Pier Carlo Lava

Quando la poesia racconta la vita, le emozioni, i sentimenti e la nostra continua ricerca dell’essere che forse non troveremo mai… Se manca la vera essenza del nostro essere quotidiano, che forse oggi non si ricerca più… non c’è bisogno vagare nel deserto quando anche tra la follia umana che circonda la solitudine dell’anima ci inaridisce inesorabilmente l’esistenza.

Conferenza stampa

Le SS.VV. sono invitate a partecipare alla conferenza stampa indetta per il giorno

martedì 19 novembre alle ore 17,30

presso la Sala Giunta del Palazzo Comunale

per la presentazione della Mostra “ORMIG: 70 anni di storia del sollevamento ad Ovada”, organizzata in collaborazione con l’accademia Urbense di Ovada-

Cordiali saluti.

Ovada, 15 novembre 2019

Il Sindaco
Paolo Giuseppe Lantero

In evidenza

Intervista a Bruno Volpi, autore del giallo “L’occhio di drago”

Intervista a Bruno Volpi, autore del giallo “L’occhio di drago”

di Pier Carlo Lava

Alessandria today e Alessandria post sono liete di intervistare per i reciproci lettori lo scrittore alessandrino Bruno Volpi, autore del giallo appena uscito in libreria “L’occhio di drago”. La mail della casa editrice per chi volesse ordinare online il libro e riceverlo poi a casa senza spese di spedizione: info@erbamolyeditore.it

Bruno Volpi, alessandrino, geologo di professione, scrittore per passione. In questi giorni esce il tuo romanzo giallo “L’occhio di drago” Erba Moly Editore. Vuoi presentarti ai nostri ascoltatori?

Ecco, parliamo appunto di te come scrittore. Come ti è nata questa passione?

Veniamo allora al romanzo. Una storia ambientata nella nostra città. C’è una ragione particolare per questa scelta?

Hai introdotto il protagonista, il commissario Badalotti. Ma, in realtà, c’è anche un ispettore che lo aiuta nelle indagini.

Ci racconti qualcosa della storia?

Il tuo romanzo può anche vantare un’introduzione molto speciale.

Il libro è in vendita da questa settimana. Dove lo possiamo trovare?

Per concludere, dicci due motivi per acquistare il tuo libro.

video intervista: https://youtu.be/lijchMBtjoI

Momenti di poesia. Io andavo, di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Io andavo, di Stefania Pellegrini

Io andavo con il cuore stretto
tra le vie la mente a cercare
proprio quella
la strada nota
e in sudore affannata
s’appigliava a ogni impronta
a ogni curva conosciuta.
Brancolava incerta
tra i colori, le forme
delle case, della scuola
odorava fresco il selciato
e nell’aria smaniava ansiosa.
Mamma non c’era più
a ricordare.
Quella… no, forse l’altra
… eccola infine
radiosa bianca
la casa
nei bagliori del tramonto.
Mamma dov’eri?
Forse accanto.
Ma triste me
a cui non era dato sentirti.

Stefania Pellegrini
(dalla raccolta Isole)

Aiutateci ad Aiutarvi

UNIONE SINDACALE DI BASE
VIGILI DEL FUOCO
ALESSANDRIA

AIUTATECI AD AIUTARVI

Le luci dei riflettori si stanno inesorabilmente spegnendo sul tragico omicidio dei tre vvf e del erimento di altri due vvf avvenuto a Quargnento.

Non avevamo dubbi sulla solidarietà e vicinanza della gente che in questi tristi giorni ha imostrato con un grande affetto a testimonianza del ruolo sociale che questo corpo azionale dei vvf espleta nel paese a favore indistintamente di tutti i cittadini di ogni ordine, rado sociale e colore della pelle.

Le benefiche sottoscrizioni economiche che si susseguono a sostegno delle famiglie di chi a perso la vita e di chi dovrà anticipare le spese x le cure mediche sono un’altra imostrazione di solidarietà che va a colmare il vuoto istituzionale del governo attuale e dei recedenti che si sono susseguiti.

Ora leggiamo di iniziative x intitolare strade..addirittura che la città diventi città dei pompieri on raduni..convegni sulla falsa riga di cortina d’mpezzo e che la decisione spetterebbe al
ministero interno.

Crediamo che, seppur di lodevole impatto, ai vigili del fuoco e ai cittadini in questo momento
serva altro come priorità assoluta.

Ad Alessandria e provincia siamo costretti a lavorare con organici ridotti, manca personale,
gli automezzi sono vecchi e sempre in riparazione, la formazione e i mantenimento di tempo
libero e gratuitamente, stipendi e pensioni da paura.

Sono anni che denunciamo queste cose a chi ci rappresenta politicamente e
istituzionalmente …dx sx di tutti i colori…stelle e pianeti….il nulla ..solo passerelle mediatiche
e..pacche sulla schiena .

I CITTADINI DEVONO SAPERE CHI RINGRAZIARE NEL CASO DI RICHIESTA AIUTO ON POTESSIMO ARRIVARE A TEMPO O DOVER SCEGLIERE TRA UN INCENDIO O N SOCCORSO PERSONA.

PERTANTO SE VERAMENTE AI POLITICI LOCALI E NAZIONALI STA VERAMENTE A UORE UN CORPO NAZIONALE DEI VVF AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ SI DIANO A FARE NEL METTERE IN CONDIZIONI DI POTER LAVORARE AL MEGLIO CON IGNITÀ.

In evidenza

Una riflessione su: Apparire agli altri, di Silvia De Angelis

Una riflessione su: Apparire agli altri, di Silvia De Angelis

Qui il link della poesia:

https://piercarlolava.blogspot.com/2019/11/apparire-agli-altri-di-silvia-de-angelis_14.html?showComment=1573888425996#c956478352429311849

Apparire.jpg

di Pier Carlo Lava

Apparire conta più di essere?… Un’altra ennesima, bellissima e profetica poesia di un futuro che è già adesso, che vuole essere un messaggio quanto mai attuale nell’oggi fatto più di apparenza per strappare consensi e like, che di sostanza nell’essere che non si ricerca quasi più, come se fosse inutile e persino controproducente, tanto superficiale è la valutazione che viene fatta solo con lo sguardo dell’altro che incontriamo…. brava Silvia

Valeria Quarta e Giovanni Ruffino in un raffinato concerto all’Isola Ritrovata, di Lia Tommi

Alessandria: Valeria Quarta e Giovanni Ruffino saranno in concerto all’Isola Ritrovata , in via santa Maria di Castello, ad Alessandria, il 16 novembre dalle ore 22.

Valeria Quarta, cantautrice e percussionista di Torino, inizia il suo percorso canoro nell’ambito del Jazz, studiando al centro di formazione musicale Amadeus Mozart di Torino.
Si appassiona alla musica tradizionale del Sud Italia, specializzandosi in piccole percussioni e tamburi a cornice.
La sua natura musicale resiliente le fa prendere parte a numerosi progetti, come: Le tre sorelle, “canti e musiche tradizionali del Sud Italia, “Folkatomik” la tradizione del Sud Italia incontra l’elettronica, “Senzafili,canzone d’autore.

Giovanni Ruffino, piemontese doc, autore, compositore, interprete, chitarrista e contrabbassista,molto noto in Francia per le sue interpretazioni di Georges Brassens in piemontese che ha tradotto con Roberto Rivoira.
Le sue composizione percorrono un universo musicale personalissimo che lui stesso definisce “tra jazz e musica classica contemporanea”: melodie accurate ed eleganti, accompagnate da testi poetici veicolati da una voce profonda ed un’interpretazione autentica. In Francia si è esibito in molto festival ed eventi, spesso in duo col clarinettista Piero Ponzo

Oltre le mura di Gerico

Non di questo mondo

Immagina le mura
prova, è facile,
ingrigite e piene di graffiti
tra una noncurata vegetazione.

Immagina che non ci siano cancelli
non è difficile,
sono aperti da anni ormai,
e tutti se ne sono andati
mangiando le rose.

Immagina una chiesetta,
col suo bel sagrato
circondato da alberi
e tra gli alberi una madonnina
e ti dà le spalle.

Ora immagina un bimbo
ribelle e fuggitivo,
vagabondo ed esploratore.
Troppo vagabondo e troppo esploratore.
Trovava sempre un pertugio tra quegli alberi
e uno spazio, e una panca
proprio davanti alla madonnina
sotto gli occhi della madonnina
tra le roselline selvatiche.

Immagina ora un pomeriggio in pace,
uno dei pochi,
si stava bene su quella panca nel verde
si scordavano i muri
la madonnina ascoltava in silenzio.

Questo è più difficile
lì non si poteva stare
ma lui, ricordi, era ribelle e fuggitivo.

Ma soprattutto, che parte delle mura stai immaginando?

View original post

In evidenza

MARE SENZ’ACQUA, di Silvia De Angelis

donna triste6''''

Nel muto attimo

vissuto in cerchi d’acqua

che s’infrangono

ho capito che l’assenza

dell’essenza che ti riguarda

albeggia

insistente

sul sogno senza voce

interprete del mio giorno.

Nella pantomima del vivere

fragili battiti di farfalla

sfiorano la pelle

inaridita

di gramigna di solitudine

linea specchiata a rovescio

d’un mare senz’acqua.

@Silvia De Angelis

In evidenza

Polizia: Fermato clandestino in piazza della LIberà

Alessandria: “Fermato clandestino in Piazza della Libertà: Accompagnato al CPR di Torino in attesa di espulsione”

Questura copia 3.jpg

Il giorno 13 novembre u.s. personale della Squadra Volante della Questura di Alessandria, durante l’ordinaria attività del territorio in questa Piazza della Libertà, procedeva al controllo ed alla contestuale identificazione di tale S. M. cittadino algerino del ’79, senza fissa dimora già noto alle forze dell’ordine per reati di immigrazione clandestina, stupefacenti, furto, danneggiamento percosse, porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Da successivi accertamenti il soggetto risultava essere clandestino sul territorio nazionale, già munito di decreti di espulsione e contestuali ordini del questore di abbandonare il territorio nazionale e per la cui continua inottemperanza è stato più volte denunciato. Pertanto, si procedeva ad eseguire le notifiche delle relative contestazioni amministrative. Successivamente agli adempimenti del caso veniva accompagnato presso il “Centro di Permanenza per i Rimpatri” (CPR) di Torino in attesa di espulsione.

#poliziadistato #essercisempre

@questuraalessandria

In evidenza

Dichiarazioni sulla Pernigotti

Novi Ligure: Pernigotti, dichiarazione del Sindaco Cabella

Nel pomeriggio di ieri, giovedì 14 novembre, si è svolto a Roma nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico un tavolo sulla vicenda Pernigotti al quale erano presenti i rappresentanti del Mise e del Ministero del Lavoro, della Regione Piemonte, del Comune di Novi Ligure, della proprietà della società e delle organizzazioni sindacali. Questa la dichiarazione rilasciata dal Sindaco di Novi Ligure, Gian Paolo Cabella, al termine dell’incontro:

Gian Paolo Cabella Novi LIgure Sindaco

«Pierluigi Colombi, chief financial officer di Pernigotti Spa, ha illustrato le linee programmatiche dell’azienda ribadendo l’intenzione, già anticipata nell’incontro di ottobre, di proseguire nella produzione diretta del cioccolato. Colombi, inoltre, ha manifestato varie ipotesi: la ristrutturazione dello stabilimento esistente, la ricerca di una costruzione idonea a una ricollocazione, la ricerca di un’area per la costruzione di un nuovo sito produttivo. L’Amministrazione comunale da me rappresentata in quel frangente – sottolinea Cabella – ha ribadito la massima disponibilità a livello urbanistico per favorire le intenzioni della Pernigotti, a condizione che la produzione rimanga nel territorio di Novi a sostegno dell’occupazione».

Giornata mondiale del diabete

Sabato 16 novembre dalle ore 9 alle ore 14 e dalle ore 16 alle 19 in piazzetta della Lega in Alessandria attivo un servizio screening diabete in occasione della Giornata Mondiale del Diabete.
A cura del Lions International è un’opportunità messa a disposizione dal Comitato Salute – Coordinatrice dott.ssa Roberta Pisani – del Lions Club Bosco Marengo Santa Croce – Presidente Enrica Cattaneo – di concerto con gli altri clubs della zona.
Service molto sentito dalla comunità Lions di tutto il messaggio gode anche dell’incoraggiante messaggio del Presidente Internazionale Jung-Yul Choi che sprona a effettuare la valutazione del rischio de questa piaga sociale.

Mariavittoria Delpiano Off. Marketing / Comunicazione – 339 5803142
info.lcboscomarengosantacroce@gmail.com

Momenti di riflessione – Il mio senso della vita – di Paola Cingolani

Da un paio di anni mi sono detta che nella vita ci sono due grandi “P”.
Preziosa.
Precaria.
Ne ho subito aggiunta un’altra, di “P”.
Paradossale.
Posso – quindi devo – arrivare alla quarta “P”, fondamentale nella mia esistenza: “Paola”.

La morte improvvisa di alcuni miei affetti mi ha fatta arrivare a questo: la vita è preziosa perché precaria. Spesso paradossale, tutto sembra un grande arcano ma – a guardarlo bene – è proprio quando ci sentiamo appesi a un filo che dobbiamo trovare la forza di guardare le cose diversamente.
La ricerca del senso della vita va condotta dentro di noi. Ed ecco che arrivo a Paola, la mia quarta lettera “P”.

Ho il dovere di dire con onestà le cose che penso, anche per questo – in molti – mi apprezzano. Non ho energie da spendere inutilmente, nel tentativo vano di convincere un altro di come sono o di come non sono. Che mi veda come vuole, ha il diritto di vedermi anche come il diavolo in persona e di evitarmi, è padrone del suo libero arbitrio.
Però non mi deve nuocere, nessuno ha questo diritto.
Se decide che io sono una persona da evitare, mi deve evitare, e basta.
Deve dirmi “Io non mi rapporto bene con te per questo e quest’altro”, ne prendo atto, saluto cordialmente e amici più di prima.
Non è che io debba arrivare a leggere nel pensiero e nei comportamenti – spendendo tempo dunque vita preziosa – ascoltando giudizi e pregiudizi di chi mi attribuisce torti asseconda di quelle che sono le sue convenienze.

Non se è stato “parzialmente sincero”, non se è stato disonesto intellettualmente perché – sia chiaro – accetto consigli o insegnamenti solo da chi è migliore di me.

A farmi etichettare malamente (da chi mi dovrebbe solo ringraziare per essere stata più generosa e più onesta?) non ci sto.

E – mi sembra sia giusto e lecito – io abbia il diritto di arrabbiarmi là dove si è offesa la mia intelligenza.

Questa dell’indignazione è la reazione più umana di chiunque scopra un affronto morale.

Ma, considerando come io non intenda campare male (dando liceità di ferirmi a chi è più scorretto di me) ho smesso anche di arrabbiarmi. Ho chiuso in credito, dato che sono in attivo di verità.

Non si può condividere un ragionamento, anche minimo, con qualsiasi persona avvezza ad alzare muraglie: inutile dispendio di buona fede; ormai – le prove di cui dispongo a livello logico – sono schiaccianti.
Per non dire di quelle pratiche, inconfutabili.
Prove che non mi sono procurata da sola, fingendo il nulla, come non avessi visto; invece ho visto, capito e atteso il momento opportuno per non ferire chi ha avuto il mio stesso trattamento, se non peggiore.

Quando si intersecano rapporti con le persone, è doveroso si giudichi quello che accade con le stesse persone. Bisogna trovare una sintesi di idee, il resto è solo mancanza di civiltà. E, a questo punto, rimetto Paola in posizione centrale nella mia vita preziosa, precaria, paradossale. Chi mi sarà vicino – ora – avrà molta più consapevolezza di quanto si possa credere.

 

c6063ba27c5da8b13b060f1f6edcbbb6

Campionato “Berretti”

C A M P I O N A T O N A Z I O N A L E ” D. B E R R E T T I ”
VARIAZIONE GARE DEL 16 NOVEMBRE 2019
La Lega, in relazione alle richieste avanzate dalle società interessate, a modifica di cui al Com. Uff. n.26/TB
del 29.10.2019, ha disposto per le sottonotate gare le variazioni di seguito riportate:
SABATO 16 NOVEMBRE 2019
GIRONE “D”
REGGIO AUDACE – CARPI C.S. “F. Bonacini A”, Via della Canalina 21/a, Reggio Emilia Ore 12.00
GIRONE “F”
REGGINA – CATANIA C.S. “S. Agata 3”, via delle Industrie, Reggio Calabria Ore 11.30
LUNEDÌ 18 NOVEMBRE 2019
GIRONE “F”
CASERTANA – CAVESE Stadio “Comunale”, loc. Cervarecce, Capriati a Volturno (CE) Ore 15.00
Pubblicato in Firenze il 14 Novembre 2019
IL PRESIDENTE
Francesco Ghirelli

In evidenza

Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today

Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Periodo di Transizione copia

Alessandria today è lieta di pubblicare la biografia del poeta, scrittore, e compositore Fabio Strinati, del quale in seguito verrà pubblicata anche un’intervista in esclusiva per il blog, ma chi è Fabio Strinati, conosciamolo meglio:

Fabio Strinati (poeta, scrittore, compositore) nasce a San Severino Marche il 19/01/1983 e vive ad Esanatoglia, un paesino della provincia di Macerata nelle Marche.

Molto importante per la sua formazione, l’incontro con il pianista Fabrizio Ottaviucci. Ottaviucci è conosciuto soprattutto per la sua attività di interprete della musica contemporanea, per le sue prestigiose e durature collaborazioni con maestri del calibro di Markus Stockhausen e Stefano Scodanibbio, per le sue interpretazioni di Scelsi, Stockhausen, Cage, Riley e molti altri ancora. Partecipa a diverse edizioni di “Itinerari D’Ascolto”, manifestazione di musica contemporanea organizzata da Fabrizio Ottaviucci, come interprete e compositore.

Fabio Strinati inizia nel 2014 a dedicarsi alla scrittura, e in maniera continuativa. Nell’ottobre del 2014 pubblica il suo primo libro di poesie dal titolo ” Pensieri nello scrigno. Nelle spighe di grano è il ritmo”. Raccolta di poesie pubblicata con la Casa Editrice ed Associazione Culturale Il Foglio Letterario che ha come suo direttore, lo scrittore italiano Gordiano Lupi. Il libro è stato interpretato dall’attrice Maria Rosaria Omaggio in uno spettacolo al Teatro Lo Spazio di Roma nell’agosto del 2015.

Continua a leggere “Fabio Strinati, poeta, scrittore e compositore, si presenta ai lettori di Alessandria today”

In evidenza

Se dovessi rinascere ripeterei la stessa scelta professionale

Chi sono?

Lava Pier Carlo – Alessandria: Le mie esperienze lavorative: ho svolto per molti anni il ruolo di Dirigente Industriale nel settore commerciale & marketing, un mondo che affascina, motiva e stimola e che ha contribuito a farmi crescere sotto il profilo professionale e umano. 

Logo Alessandria today ok copia.png

Molti di noi potendo ricominciare da capo intraprenderebbero altre attività, altri percorsi ma, personalmente, non cambierei quasi nulla e ripeterei la stessa scelta professionale.

Forse l’unica cosa che cambierei sarebbe quella di dare maggiore spazio alla famiglia perchè confesso di averla trascurata a causa del mio lavoro.

Sono da circa dieci anni un cittadino attivo per la città di Alessandria, mi occupo di tutte le problematiche esistenti, segnalandole alla Pubblica Amministrazione in carica e cercando soluzioni per risolverle anche tramite il mio blog“Alessandria Post”, le pagine social collegate: facebook, twitter, tumbir, pinterest e la mia Home page su YouTube.

Background (esperienze professionali):

• Exportex s.p.a. Milano   Venditore Alessandria – Capo zona Piemonte

• Bairo s.p.a. Bologna   Capo zona Liguria – Sardegna

• Bristol Mayer s.p.a. Milano   Capo distretto Aree Nielsen 1 e 2

• Barbero s.p.a. Canale d’Alba   Capo zona Piemonte

• Gazzoni s.p.a. Bologna   Direttore Vendite Italia

• Cora Costigliole d’Asti   Direttore Vendite Italia

• Pernigotti s.p.a. Novi Ligure   Direttore G.D.O. Italia

• Bosca-Tosti s.p.a. Canelli   Direttore Commerciale & Marketing Italia

• Consulente Commerciale & Martketing  Società Industriali

• Consulente & Account   Agenzie di Marketing e comunicazione d’impresa

Pier Carlo Lava

In evidenza

Una considerazione su: LAZY MIND, di Silvia De Angelis

Una considerazione su: LAZY MIND, di Silvia De Angelis

Link della poesia: https://piercarlolava.blogspot.com/2019/11/lazy-mind-di-silvia-de-angelis.html

donna cresta43

Complimenti per questa ispirata poesia… brava Silvia, una persona, non importa se uomo o donna che si arrende, che non ha più sogni, obiettivi, aspirazioni e desideri di conoscere, crescere e continuare ad imparare (vivi ogni giorno come se fosse l’ultimo e impara sempre come se non dovessi morire mai…) lo fa per due probabili motivi:

  1. Ha raggiunto una certa età e contrariamente ad altri tira i remi in barca… forse pensa, a mio modesto avviso sbagliando,  di non avere più nulla da dare…
  2. Il mondo cambia continuamente e si evolve rapidamente e lui o lei ha raggiunto i suoi limiti e anche volendo non riesce a mantenere il passo e andare oltre…

Pier Carlo Lava

In evidenza

Iniziative Biblioteca Luzzati a Casale Monferrato

 

Tutte le iniziative di novembre alla Biblioteca Luzzati
Proseguono i festeggiamenti per i dieci anni della Biblioteca delle Ragazze e dei Ragazzi Emanuele Luzzati (situata all’interno del Castello di Casale Monferrato) e per il ventennale dell’iniziativa Nati per Leggere – che, in Piemonte, si declina in Nati per leggere Piemonte, progetto sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del programma ZeroSei. Per celebrare al meglio il doppio compleanno, per il mese di novembre sono in programma moltissimi eventi a partecipazione gratuita.
Per tutto il mese ci saranno – per il ciclo NPL (Nati per Leggere) – gli appuntamenti di Martedì e giovedì da favola con letture “a bassa voce” a cura delle insegnanti volontarie Teresa e Gabriella. Verranno lette favole su richiesta dei bambini e dei loro accompagnatori dalle 15 alle 17,00 martedì 5 e 19 e giovedì 7, 14, 21 e 28 novembre. Continua a leggere “Iniziative Biblioteca Luzzati a Casale Monferrato”

AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore

AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore

Amag serbatoio-acqua-alessandria1.png

Alessandria: Nella notte fra martedì e mercoledì il call center aziendale di Amag Reti Idriche ha ricevuto una richiesta da via Scazzola, e una squadra di pronto intervento era sul posto già alle 2.40 del mattino.

I tecnici hanno riscontrato un’abbondante fuoriuscita di acqua dal piano stradale, conseguente alla rottura della tubazione dell’acquedotto, e hanno provveduto ad isolare la zona. Poichè le caditoie stradali esistenti non riuscivano a smaltire l’intera portata di acqua fuoriuscita, si è verificato l’allagamento della cabina interrata ENEL, che immediatamente entrava in autoprotezione, interrompendo l’erogazione elettrica nella zona.

I tecnici di ENEL Distribuzione sono prontamente intervenuti, svuotando dell’acqua la cabina invasa e mettendola in sicurezza. Continua a leggere “AMAG Reti Idriche:  Problemi alle tubazioni dell’acquedotto del Cristo risolti nel corso di poche ore”

In evidenza

Giornata regionale protezione civile

GIORNATA REGIONALE DELLA PROTEZIONE CIVILE – MARTEDI’ 19 NOVEMBRE 2019 – MUSEO DEI CAMPIONISSIMI

In riferimento ai recenti eventi alluvionali ed alle calamità naturali che ultimamente hanno interessato il territorio cittadino, al fine di promuovere una “cultura” di Protezione Civile, l’Amministrazione Comunale ed il VII Settore organizzano una giornata di sensibilizzazione ed informazione alla cittadinanza.
In data MARTEDì 19 novembre 2019 con orario 08.30 – 12.00 si terrà presso il Museo dei Campionissimi la Giornata Regionale della Protezione Civile con incontri con gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado ed i cittadini durante i quali sarà illustrato il Piano di Protezione Civile Comunale di Novi Ligure e verrà dato particolare risalto agli scenari di rischio idraulico ed idrogeologico insistenti sul territorio novese.

Dalla sede comunale, 14/11/2019

In evidenza

Teatro Menotti: “DONNE…DIRITTI E ROVESCI, CIAO ALESSANDRA… IL DIRITTO DI SENTIRE”

Teatro Menotti: “DONNE…DIRITTI E ROVESCI, CIAO ALESSANDRA…
IL DIRITTO DI SENTIRE”

16 novembre 2019 – 16:00/18:00

in collaborazione con Municipio 3 patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia

bookcitywapp

IDEAZIONE E COORDINAMENTO: Pamela Aicardi

Il Teatro Menotti sarà per la terza volta sede di Bookcity.

Nell’evento di quest’anno verranno affrontate tematiche importanti quali i Diritti, ma anche i “rovesci” delle Donne e l’Accessibilità all’esperienza culturale.

Disparità salariale, il ruolo della donna nella società moderna, l’uguaglianza di genere sostanziale, l’imprevedibilità dell’esistenza, sono alcuni degli argomenti che verranno trattati dai numerosi relatori presenti.

Un particolare accento sarà dato ad un tema estremamente caro al Teatro Menotti, quello dell’accessibilità. È infatti in fase di sviluppo un progetto molto innovativo, volto a rendere fruibile l’esperienza teatrale del pubblico ipoudente.


Seguirà un omaggio ad Alessandra Appiano, amica del Menotti che nella prima edizione di Bookcity aveva presentato in teatro il suo ultimo libro: “Ti meriti un amore”.
Continua a leggere “Teatro Menotti: “DONNE…DIRITTI E ROVESCI, CIAO ALESSANDRA… IL DIRITTO DI SENTIRE””

In evidenza

Momenti di poesia. Richiamo nella sera, di Stefania Pellegrini

Momenti di poesia. Richiamo nella sera, di Stefania Pellegrini.

Pigolio di luci e fior di sera
il mare è solo ricordo
ma io vado cercandone l’ombra.
Seppur lontano
richiamo mi cresce dentro
brusio d’ape in amore
alito di vento.
Un lento montare d’onde
ansanti a tratti
di ricordi in attesa
torna ai passi
di strade dismesse.
Squarci di luci tra veli di nebbie
ride il sole da luoghi lontani
l’aria odora di gelsomini bianchi.
Dolce riflusso
si fa spazio e culla
l’anima si fa corolla e trova la pace
nel cuore.

Stefania Pellegrini ©
(dalla raccolta Isole)

In evidenza

Museo Borsalino, la fiction infinita. Adesso spuntano la Fondazione e un nuovo nome, mentre la parola fine slitta (forse) al 2020

Museo Borsalino, la fiction infinita. Adesso spuntano la Fondazione e un nuovo nome, mentre la parola fine slitta (forse) al 2020

Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Museo Borsalino.png

Alessandria: Chiamala fiction, telenovela, romanzo a puntate, ma il risultato non cambia. La storia del museo del cappello Borsalino è davvero infinita. E adesso arrivano due novità: la società Borsalino sta costituendo una fondazione per la gestione dell’area espositiva (e completare il secondo lotto di intervento a piano terra di Palazzo Borsalino dove sono previsti un bar e nuovi servizi igienici), mentre intanto spunta un nuovo nome. Se finora in tutti gli atti ufficiali si leggeva ‘Museo del cappello Borsalino’, le foto degli interni, rese pubbliche, dicono altro. In una di queste infatti si legge chiaramente ‘Borsalino Museum’.

Che succede? Per capire qual è lo stato dell’arte dell’avanzamento dei lavori è stata utile la relazione della dirigente Rosella Legnazzi, che ha anche precisato i futuri passaggi tecnici perché il cambio del soggetto giuridico (dall’azienda alla fondazione Borsalino) imporrà la sottoscrizione di una nuova convenzione con l’amministrazione comunale. Ma i consiglieri che hanno richiesto la convocazione delle commissioni consiliari e si aspettavano di vedere chiariti i dubbi sulla gestione politica e culturale del museo sono rimasti delusi perché quella che è mancata è stata proprio la politica, a cominciare dal sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco (ha la delega alla cultura), grande assente dai lavori consiliari benché ripetutamente evocato e atteso. Continua a leggere “Museo Borsalino, la fiction infinita. Adesso spuntano la Fondazione e un nuovo nome, mentre la parola fine slitta (forse) al 2020”

In evidenza

La storia della cucina e della tradizione nella semplicità di due lettere: PP. Il dolce ‘speciale’ di Piero Parisio e il marchio registrato dal figlio Maurizio

La storia della cucina e della tradizione nella semplicità di due lettere: PP. Il dolce ‘speciale’ di Piero Parisio e il marchio registrato dal figlio Maurizio

La storia.png

Author: Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

La registrazione di un marchio industriale è normale. Lo è decisamente meno quella di una ricetta. Non che non accada (alcuni ristoranti, in particolare quelli stellati, lo stanno facendo), però il fenomeno resta ancora relativamente circoscritto. E così, quando avviene, quell’attestato del Ministero dello Sviluppo economico assume un valore che va oltre la tutela del piatto e diventa il suggello dell’inventiva e della creatività che sono gli elementi distintivi della cucina italiana.

1 Schermata 2019-11-15 a 09.12.01.png

La storia del marchio che raccontiamo è racchiusa in due lettere: PP. Ovvero, Speciale P.iero P.arisio. Un dolce nato ad Acqui Terme e diventato leggendario. Semplice, niente di elaborato, dove il segreto, oggi tutelato dal marchio, è nelle giuste dosi oltre che in ingredienti di qualità. L’idea di Piero Parisio, nato il 14 novembre 1928 e mancato nel 2015, sboccia negli anni Settanta del secolo scorso. E non poteva essere diversamente a chi appartiene a una famiglia di ristoratori e ha deciso di proseguire nel solco della tradizione (come farà poi il figlio Maurizio).

2 Schermata 2019-11-15 a 09.12.37.png

Ma cosa è lo ‘Speciale P.P.’? È un dolce a base di zabaione, gelato alla vaniglia e cioccolato fuso. Ma è anche storia e tradizione, quella di una famiglia che alla ristorazione ha anteposto tutto e che ha contribuito a fare diventare il suo nome, insieme al dolce, degli autentici simboli identificativi di Acqui Terme. È nella città termale, in provincia di Alessandria, che Carlo Parisio fonda, nel 1933, il primo ristorante che si affacciava sulla piazza della stazione ferroviaria.

3 Schermata 2019-11-15 a 09.13.13

Piero Parisio vi entra negli anni Cinquanta dove continua a lavorare fino al 1985, quando, nel mese di maggio, inaugura il nuovo ristorante ‘Al Molino’, aperto sulla circonvallazione. Dopo cinque anni arriva la svolta successiva e nel febbraio del 1991 apre nel centro di Acqui, in via Cesare Battisti, con il nome “Parisio 1933”. All’interno di quei locali passa la storia della ristorazione, diventando il punto di riferimento per moltissimi clienti che arrivano da fuori e uno dei simboli forti del territorio.

4 Schermata 2019-11-15 a 09.13.48

La decisione di registrare il marchio l’ha presa Maurizio Parisio. «È un regalo che mi ha fatto mio papà». Lo dice mentre sfoglia un quaderno a quadretti, un po’ sgualcito. I gesti sono attenti. Sfiora le pagine dove spiccano parole dalla calligrafia elegante e scritte con la stilografica. I segreti di papà Piero sono tutti lì. Compreso lo “Speciale P.P.”. Quello che ora è tutelato dal marchio registrato. L’unica concessione è di fotografare il titolo e la prima riga del testo. Il resto è un segreto. Conservato in ottime mani.

In evidenza

MATRISCIANO M5S: Approvato dal Consiglio dei Ministri lo stato di emergenza per l’alessandrino

MATRISCIANO M5S: Approvato dal Consiglio dei Ministri lo stato di emergenza per l’alessandrino

susy-matrisciano-m5s.png

“Questo pomeriggio durante il Consiglio dei Ministri è stato approvato lo stato di emergenza per l’alessandrino e per tutti i territori che sono stati colpiti dal maltempo delle ultime settimane e hanno subito notevoli danni. Il Governo ha stanziato 17 milioni per far fronte alle esigenze più immediate. Con questa azione si possono tranquillizzare alcuni colleghi dell’opposizione che, a seguito del disastro di Venezia, temevano una disparità di trattamento pensando che ci sarebbero stati cittadini di serie A e cittadini di serie B. Tutti i territori verranno trattati in ugual misura e riceveranno le dovute attenzioni e risorse per far fronte alle immediate esigenze per i danni causati dal maltempo”. Così in una nota la dichiarazione della senatrice alessandrina Susy Matrisciano

Susy Matrisciano

Portavoce M5S al Senato della Repubblica

Capogruppo M5S 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale)

In evidenza

Liquidambar styraciflua

L

Alessandria: Il Liquidambar styraciflua è un albero di rilevante pregio per la tipologia di essenza e le ragguardevoli dimensioni (oltre 30 m di altezza e 130 cm di diametro del fusto), collocato nei giardini della stazione, sul lato di corso Crimea, all’altezza di via Trotti.
Nei mesi scorsi è stato oggetto di accurate indagini strumentali per valutare la stabilità della pianta a seguito della presenza di una cavità interna e di diverse ampie ferite sul suo fusto.
Sono stati eseguiti esami sonici, penetrometrici e delle prove di trazione dinamica, applicando un carico manuale e verificando il comportamento dell’albero.
I risultati delle indagini strumentali di stabilità hanno indicato che per la messa in sicurezza della pianta e la salvaguardia della sua capacità vegetativa è necessario procedere con una serie di interventi mirati tra cui la recisione di una branca cariata e un inoculo di micorrize e funghi per il rafforzamento degli apparati radicali.
Ai piedi della pianta sono stati posati 3-4 cm circa di corteccia di conifera e l’area è stata interdetta con una recinzione per impedirne il calpestio.
Nel corso dell’inverno si provvederà alla potatura di parte della chioma per l’accorciamento dei rami di almeno tre metri. In primavera, infine, si effettuerà un intervento di endoterapia con inoculo di una soluzione di fosfito-potassico (Kalex) diluito al 20%.
“Si tratta di un intervento dalla duplice valenza: da un lato è volto a garantire la sicurezza pubblica, dall’altro va nella direzione di una attenta cura del nostro verde pubblico – ha commentato l’assessore al Verde Pubblico, Giovanni Barosini -. Ricordo che la nostra città vanta un patrimonio arboreo consistente con oltre 12 mila piante censite e 6.000 circa non censite che necessitano di attenzione e monitoraggio: un‘azione che cerchiamo di svolgere al meglio nella consapevolezza dei costi che la qual cosa sottende, anche per evitare che possano ripetersi episodi come quello accaduto la scorsa primavera ai Giardini Pubblici della Stazione con la caduta di un platano che avrebbe potuto avere conseguenze negative per l’incolumità pubblica”.

In evidenza

Dedicata ai tre pompieri morti la medaglia al Merito Civile assegnata al Corpo dei Vigili del fuoco

In evidenza

PAROLE OSTILI – Il linguaggio è quello che siamo e facciamo, di Lia Tommi

Alessandria: Corso di formazione dal titolo: “PAROLE OSTILI – Il linguaggio è quello che siamo e facciamo”,
promosso dalla Camera del Lavoro di Alessandria , FLC CGIL di Alessandria e PROTEO FARE SAPERE (soggetto qualificato per la formazione) .
Il corso si terrà presso il teatro del Dopolavoro ferroviario , viale Brigate Ravenna 8, Alessandria , il giorno mercoledì 27 novembre 2019 dalle ora 10 alle ore 13.

manifesto per crediti formativi1002256414..jpg

L’iniziativa essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08.06.2005) è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola), con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi e come formazione e aggiornamento dei Dirigenti Scolastici ai sensi dell’art. 21 CCNL 15/7/2011 Area V e dispone dell’autorizzazione alla partecipazione in orario di servizio.

In evidenza

UPO contro la violenza sulle donne

UPO PROMUOVE IL DIBATTITO PER SUPERARE LA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
Due incontri, a Novara e ad Alessandria, per ragionare sul tema in maniera interdisciplinare

UPO

In occasione della ricorrenza della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne del prossimo 25 novembre, l’Università del Piemonte Orientale ha deciso di organizzare due incontri multidisciplinari dal titolo “Dal mito al processo: dialogo tra saperi”, che si terranno il giorno 26 novembre a Novara (Aula magna della Scuola di Medicina, in via Solaroli 17) e il giorno 3 dicembre ad Alessandria (DIGSPES, Palazzo Borsalino, via Cavour 84); entrambi gli incontri si svolgeranno dalle 14 alle 18.
L’evento sarà aperto alla cittadinanza, agli studenti, al personale tecnico-amministrativo e ai docenti dell’UPO; in riconoscimento del valore dell’iniziativa, Enti e organizzazioni del territorio hanno concesso il loro patrocinio e l’Ordine degli Avvocati di Novara lo ha accreditato come evento formativo per i suoi iscritti. Continua a leggere “UPO contro la violenza sulle donne”

In evidenza

I DIALETTI CAMPANI, di Silvia De Angelis

costume campano

La lingua napoletana influenza gran parte dei dialetti della Regione Campania, donandole, con la sua particolare cadenza, un fascino veramente esclusivo.

I vernacoli campani, infatti, rappresentano un’accurata variazione della

lingua napoletana, da cui si possono escludere il dialetto cilentano e quello irpino, che sono davvero un’eccezione.

Del resto, possiamo affermare, che i dialetti non sono una varietà linguistica unitaria, relativa ad una particolare zona geografica, ma

“un continuum” di molteplicità, dovuto a diversi motivi geografici, il cui fenomeno si definisce “variazione diatopica”, come definito dagli studiosi della geografia linguistica.

‘E spingole frangese     di Salvatore Di Giacomo

Nu iornuo mme ne iette da la casa,

Ienno vennenno spingole frangese;

mme chiamma na figliola : – Trase, trase!

Quanta spingole daie pe nu turnese?-

E io che songo nu poco veziuso,

subbeto me mmuccaie dint’ a sta casa…

“Ah, chi vo’ belli spingole frangese!

Ah, chi vo’ belli spingolr, ah, chi vo’!…”

Dich’io : – Si tu mme daie tre quattro vase

Te dongo tutt’ ‘e spingole frangese!

Pizzeche e vase nun fanno pertose,

e può iènghere ‘e spingole ‘o paese.-

Sentite a me, ca pure mparaviso

‘e vase vanno a cinco nu turnese.

“Ah, chi vo’ belli spingole frangese!

Ah chi vo belli spingole, ah, chi vo’!…”

Dicette : – Core mio, chist’ è ‘o paese,

ca si te pròre ‘o naso muore acciso!-

E io rispunnette : – Agge pacienzia, scuse;

‘a tengo ‘a nnammurata e sta ‘o paese…

E tene ‘a faccia comme ‘e ffronne ‘e rosa,

e tene ‘ a vocca comjme a na cerasa!…

“A h, chi vo’ belli spingole frangese!

Ah, chi vo’ belli spingole, ah, chi vo’!…”

Questa canzone fu composta per la festa di Piedigrotta e musicata da Enrico De Leva; fu inclusa nel volume di Canzoni Napoletane (1895), riproposto come sezione dell’opera complessiva intitolata “Canzone”

T r a d u z i o n e

Gli spilli di sicurezza

Un giorno me ne andai da casa,

mi misi a vendere gli spilli di sicurezza;

mi chiama una ragazza : entra, entra!

Quanti spilli mi dai per un tornese? (mezzo soldo)

e io che sono un po’ donnaiolo,

subito mi ficcai in questa casa…

Oh, chi vuole belli spilli! Oh, chi vuole belli spilli!

Dico io se mi dai tre o quattro baci

ti do tutti gli spilli di sicurezza!

Pizzicotti e baci non lasciano il segno (proverbio napoletano)

e puoi riempire di spilli il paese.-

Datemi retta, anche in Paradiso

i baci vanno a cinque il tornese.

Oh, chi vuole belli spilli! Oh, chi vuole belli spilli!

Disse : Cuore mio questo è il paese,

 Oh, chi vuole belli che, se ti viene il prurito, muori ammazzato!-

E io risposi :abbi pazienza, scusa;

l’innamorata l’ho e sta al paese…

E ha il volto come petali di rosa,

e

 ha la bocca come una ciliegia!…-spilli!

In evidenza

Provvedimenti viabili

Alessandria panorama.jpg

Alessandria: Provvedimenti viabili
Lavori edili presso il fabbricato sito in via Mazzini nn. 1/3 – 19 novembre
Per la necessità di permettere lo svolgimento dei lavori edili presso il fabbricato sito in via Mazzini, nei pressi dei civici 1 e 3, mediante il posizionamento di mezzi operativi, dalle ore 08:30 alle ore 17:30 del giorno 19/11/2019 sono vietati il transito e la fermata con rimozione forzata in via Mazzini, nel tratto compreso tra via piazza della Libertà e via Ghilini per il posizionamento e transito dei mezzi operativi.

Lavori edili presso il fabbricato sito in via San Ubaldo nr. 1- angolo via dei Guasco – 20 novembre

Per permettere lo svolgimento dei lavori edili presso il fabbricato sito in via San Ubaldo nr. 1 angolo, angolo via Dei Guasco, mediante il posizionamento di mezzi operativi (piattaforma elevatrice), dalle ore 8 alle ore 12 del giorno 20 novembre sono vietati il transito e la fermata con rimozione forzata in via SAN UBALDO, nel tratto compreso tra via dei Guasco e via Verona per il posizionamento e transito dei mezzi operativi.

Operazioni di potatura delle alberate comunali in viale Milite Ignoto – 18 novembre

Per la necessità di autorizzare lo svolgimento dei lavori di potatura sulle alberate comunali di viale Milite Ignoto, con inizio dal 18/11/2019 fino al termine previsto per il giorno 31/12/2019, dalle ore 8 alle ore 18, sarà vietata la sosta con rimozione forzata in viale Milite Ignoto, limitatamente al lato destro del senso di marcia di entrambe le semicarreggiate. Contestualmente verrà effettuato il restringimento della semicarreggiata e la chiusura della corsia di transito lato spartitraffico alberato, per il posizionamento dei mezzi operativi.

Coppa Italia Serie C

“C O P P A I T A L I A S E R I E C”
SECONDO TURNO – SEDICESIMI DI FINALE GARA DEL 13 NOVEMBRE 2019
Si riporta il risultato della gara del Secondo Turno – Sedicesimi di Finale disputata il 13
Novembre 2019:
TRIESTINA – VIRTUSVECOMP VERONA 1-0
DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO
Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito da Silvia Zabaldi e dal Rappresentante
dell’A.I.A. Sig. Silvano Torrini, nella seduta del 14 Novembre 2019 ha adottato le deliberazioni
che di seguito integralmente si riportano:
“”
GARA DEL 13 NOVEMBRE 2019
PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
In base alle risultanze degli atti ufficiali sono state deliberate le seguenti sanzioni disciplinari:
ALLENATORE ESPULSO
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
GAUTIERI CARMINE (TRIESTINA)
per comportamento non regolamentare in campo e reiterate proteste nei confronti
dell’Arbitro
CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA
SCRUGLI ANDREA (TRIESTINA)
per atto di violenza verso un avversario in azione di gioco.