In evidenza

La memoria ‘d vègg di Cristina Saracano

Ieri sera, 19 ottobre 2019, presso il Museo Etnografico “C’era una volta” di Alessandria, Piazza Gambarina, si è svolta la nona edizione del concorso dialettale ” A suma tűc Gajóud”, organizzato dall’Associazione Alessandria in Pista, in collaborazione con Il Piccolo e Radio Gold, con la partecipazione del coro dei Uatarón.

Il presentatore Mauro Remotti ha dato il giusto spazio a tutti i concorrenti e a chi si distingue nella nostra città per tenere vivo il ricordo del nostro dialetto.

Mantenere le tradizioni locali, tramandarle alle nuove generazioni, facendo anche un po’ d’ironia, è un modo per ricordare chi siamo e da dove veniamo, per non tralasciare un bagaglio culturale importantissimo.

Anche la lettura di una poesia in alessandrino da parte di una ragazzina, dimostra l’importanza e l’emozione che danno sempre i nostri ricordi.

Vincitore, meritato, per una sua poesia “visiva ed emozionale” scritta in un giorno di vento presso gli argini dietro al cimitero comunale, Franco Galliani.

Un pensiero speciale va anche ad Antonio Silvani, che ha saputo tramandarci questa bellissima eredità linguistica, sono certa che, ovunque sia, ci stia guardando con il sorriso.

Jazzal 2019

 

Emanuele Cisi – No eyes

Emanuele Cisi: sax tenore
Dino Rubino: pianoforte, tromba
Rosario Bonaccorso: contrabbasso
Adam Pache: batteria

“La poesia e il jazz hanno una relazione consolidata da affinità antiche. La poesia e il jazz, e più in generale, la scrittura e la musica hanno in comune la vita e, nelle innumerevoli occasioni in cui i jazzisti hanno pensato di affidare alla poesia le esternazioni del loro atto creativo, quasi sempre la musica se ne è avvantaggiata. Oggi tocca a uno dei sassofonisti più sensibili e capaci della scena, e non solo di quella italiana: Emanuele Cisi. L’ispirazione è una poesia scritta da David Meltzer, No Eyes, e dedicata a Lester Young. Il grande tenorista utilizzava un modo di esprimersi tutto particolare e, nel suo singolare slang, la locuzione «no eyes» stava per «non mi interessa», detto con l’inevitabile indolenza di chi considerava la musica l’unica cosa per la quale valesse la pena continuare a vivere. La vita travagliata del sassofonista ha ispirato registi e scrittori – in Natura morta con custodia di sax di Geoff Dyer uno dei racconti più struggenti, The President, è appunto basato su aneddoti della sua biografia – e il suo modo di suonare, lirico e vitale, ha influenzato generazioni di musicisti. A distanza di quasi sessant’anni dalla morte di Lester (avvenuta in una modesta camera d’albergo a New York, il 15 marzo del 1959) Cisi ha deciso di pubblicare questo straordinario atto d’amore. Nulla di didascalico, in questa musica e, soprattutto, niente che non funzioni. Un mosaico di note, delicate e swinganti, in cui ognuno dei musicisti convocati in sala d’incisione ha svolto egregiamente la sua parte. Un disco assolutamente consigliato. Anzi, di più: indispensabile.” Continua a leggere “Jazzal 2019”

In evidenza

La musica è la miglior medicina dell’anima

Alessandria: ” La musica è la migliore medica dell’anima”

Concerto organizzato da alcuni musicisti Alessandrini appartenenti al movimento internazionale “Our Voice” a favore dell’Associazione Fulvio Minetti ODV. Sabato 26 Ottobre 2019 ore 18,00 Presso l’Hospice “Il Gelso” ASL AL Via Burgonzio 2 – Alessandria

Schermata 2019-10-17 a 23.12.59.png

La serata vedrà esibirsi degli artisti dell’alessandrino appartenenti al movimento culturale internazionale “Our Voice” più in specifico si potranno ascoltare il duetto “SamuElisa” composto da Elisa Vanzan e Samuele Sparacio e successivamente il duo “The Soul Men” composto da Aleandro Diaferia e Samuele Sparacio. Gli artisti interatterranno il pubblico con brani musicali di grandi classici internazionali dagli anni trenta ai giorni nostri.

Le offerte libere raccolte durante il concerto verranno interamente devolute all’Associazione Fulvio Minetti Odv al fine di sostenere i malati terminali e le loro famiglie ma anche di promuovere la ricerca nell’ambito delle Cure Palliative e della Terapia del dolore. L’Associazione Fulvio Minetti opera al fianco del personale ASL AL all’interno dell’Hospice “Il Gelso” di Alessandria e al domicilio sul territorio di Alessandra e Valenza. “Ci auguriamo una ricca partecipazione della cittadinanza a questo evento così significativo, non solo per apprezzare insieme musica coinvolgente e interpreti di qualità, ma anche per potere contribuire insieme ad un fine solidale veramente importante per tutti noi.” precisa Francesca Biolatto, Presidente dell’Associazione Fulvio Minetti.

L’appuntamento è fissato per Sabato 26 Ottobre 2019 alle h 18, presso il salone conferenze dell’Hospice “Ornella Pitzalis” con ingresso da Via Burgonzio n°2.

Our Voice è un Movimento Culturale Internazionale composto da giovani di diverse parti del Mondo e aperto a tutti coloro che possiedono gli stessi ideali di cui si fa portavoce. Attraverso ogni tipo di mezzo comunicativo, artistico e sociale denunciamo le ingiustizie che attualmente affliggono il mondo (quali mafia, corruzione, spaccio di droghe e armi, inquinamento, povertà, e qualunque tipo di violenza).

Concorso dialettale Fozzi Locardi

Alessandria: L’ASSOCIAZIONE ALESSANDRIA IN PISTA PROPONE PER SABATO 19 OTTOBRE LA SERATA FINALE DELLA NONA EDIZIONE DEL CONCORSO DIALETTALE FOZZI – LOCARDI.

Si terrà sabato 19 ottobre, alle ore 21, al Museo Etnografico “C’era una volta”, in piazza della Gambarina n.1, la serata finale della nona edizione del concorso dialettale “A suma tüc Gajóud” – dedicato alla memoria di Gianni Fozzi e Sandro Locardi – organizzato dall’associazione Alessandria in Pista, in collaborazione con il Piccolo e Radio Gold. Nel corso della manifestazione, presentata da Mauro Remotti, saranno premiati i vincitori delle categorie poesia, prosa e canzoni, insieme alla migliore composizione avente per tema “il Piccolo” e la sua rilevanza nella società alessandrina. Un ulteriore riconoscimento verrà assegnato direttamente dal pubblico. L’evento sarà allietato dal coro de “I Uataron”. Al termine, piccolo rinfresco con il vino offerto dalla Cantina Sociale di Mantovana.
A margine della manifestazione, sarà inaugurata una mostra di immagini, curata da Marco Biorci e Tony Frisina, dal titolo: “Gli alessandrini tra ‘800 e ‘900 attraverso l’obiettivo dei fotografi”.

Festival luoghi immaginari

Novi Ligure: Festival Luoghi Immaginari XVII edizione 2019 …..”architetture sonore……

Domenica 20 ottobre 2019 alle ore 17.00 presso la Basilica della Maddalena di Novi Ligure Concerto di prestigio Internazionale della XVII edizione del “Festival Luoghi Immaginari” 2019 con un “ Grande Recital Classico” saranno infatti protagonisti due grandi interpreti di assoluta levatura internazionale con il grande violinista Vadim Tchijik – definito “Già Maestro” dalla famosa rivista francese “Diapason” in seguito alla vittoria di numerosi concorsi internazionali di violino come il Concorso N. Paganini a Genova e della pianista armena Armine Gasparian – Varvarian docente di Pianoforte a Parigi con tourneè in Spagna, Italia, Belgio, Francia Lussemburgo; grandi artisti tra i più affermati a livello internazionale del genere.
Artisti di assoluto livello e consolidato curriculum internazionale del loro genere dunque che luoghi immaginari è lusingato di avere ospiti per un consolidato appuntamento che lega il festival al Comune di Novi Ligure sin dal suo esordio che rendono omaggio al festival portando il loro prestigio internazionale alla manifestazione volta nella direzione di una sempre maggiore valorizzazione dei “luoghi d’arte e della musica del nostro territorio della Regione Piemonte”, con un ringraziamento all’ Amministrazione Comunale e all’Assessore alla Cultura Costanzo Cuccuru per il sostegno alla manifestazione. Continua a leggere “Festival luoghi immaginari”

REPORTAGE: “CANTANDO ALLA VITA” presso TEATRO POLIVALENTE di SANDIGLIANO

A breve l’inizio dello spettacolo…

Momenti di magico incanto sabato, il 12 ottobre 2019 presso Teatro Polivalente di Sandigliano (Biella) durante il nostro amato, già 31° “Verseggiando sotto gli astri di Milano” dal titolo “CANTANDO ALLA VITA”. Abbiamo venerato le Muse, ammirando la vita attraverso la poesia, la prosa, la musica e il canto sia lirico che moderno. Tra gli Ospiti Speciali, che ringraziamo con affetto per l’emozioni regalateci con passione e grande fascino, brillavano di luce sublime: la cantante lirica soprano Sofia Maria Riva accompagnata al pianoforte dal M° Francesco Parravicini, gli attori Enzo Brasolin ed Elisabetta Fabbri, il cantautore milanese Corrado Coccia e il M° Vito Silvestro al sassofono.

L’unione delle arti si è compiuta perfettamente, approfondita dalle recite dei poeti selezionati all’evento e provenienti da quasi tutte le regioni del Bel Paese: Daniela Karewicz, Daniele Ossola, Pier Mario Tognoli, Marinella Brandinali, Mariateresa Valvo, Maura Rastellino, Giacomo Picchi, Maria Giuliana Campanelli, Claudia Gaetani, Davide Carella, Francesco Saverio Bascio, Maria Teresa Tedde, Pasqualina Di Blasio,Tito Truglia, Giuseppe Leccardi, Margherita Bonfilio, Patrizia Varnier, Umberto Barbera.

Durante il programma è stato omaggiato anche uno dei più grandi poeti italiani, il vincitore del Premio Nobel 1975 Eugenio Montale, i suoi versi tratti da “Le occasioni” ha interpretato il giovane e talentuoso poeta Giacomo Picchi. Continua a leggere “REPORTAGE: “CANTANDO ALLA VITA” presso TEATRO POLIVALENTE di SANDIGLIANO”

Poesie e Letture a Valenza di Cristina Saracano

Valenza: Martedì 15 ottobre 2019, alle 17,30, all’ UNITRE di Valenza, presso il CAI, si parla di poesia.

Protagonista la poetessa

ANTONIA POZZI.

Letture di Giorgia Manca e Luigia Masteghin. Alla chitarra Matteo Calabrò.

Presenta Elvio Bombonato, portandoci a conoscere meglio quest’autrice dolce e sensibile, spesso dimenticata.

Festa del Cristo: programma finale

cartolina1190946226851928176.jpg

Alessandria: Festa del Cristo, qualcosa di Unico senza precedenti, Valorizzazione Territorio, Sociale e Commercio..e sul Natale programma quasi definito ! Sabato sera i Grandi eventi e domenica oltre 200 bancarelle e negozi aperti ! Sabato sera i DIVINA e I DJ STEFANO PAIN e FRANCESCO PITTALUGA
Arriva la storica Band dei Divina con un seguito di fans, al Don Bosco la Festa dei giovani i grandi nomi dei dj Pittaluga e Pain, ci sono i giochi di una volta ben 32 e il ballo al palchetto (81 anni dopo), il Teatro ed il Salotto del Mandrogno, il progetto con le scuole e la Mostra Sul Piccolo e sui
Grigi ! il 12 una notte sotto le stelle con i locali protagonisti e la domenica si parlerà del Cristo che verrà! Chiara Savino nata e cresciuta al Cristo, finalista di Miss Italia sarà la Madrina..Band ed orchestre locali tutte in Pista dai Cugini Rangone (Franco e Al) a Ricky Show ed Enrico Cremon…sarà la prima Volta del Centogrigio tra i partner dell’Associazione Commercianti così come la prima della piazzetta di Via Nenni in festa ed il ritorno della Fiera in Via Maggioli. La Cia grande protagonista con stand e fiera agricola in corso Acqui, ritornano anche i Canton Da Ratt ed il Luna Park si prepara  un mese pieno di eventi. Continua a leggere “Festa del Cristo: programma finale”

OSPITI SPECIALI del 31° VERSEGGIANDO: CORRADO COCCIA (cantautore) e VITO SILVESTRO (sassofono)

Prosegue la presentazione dei nostri magnifici Ospiti Speciali, protagonisti dell”evento “Cantando alle stelle” nell’ambito del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.

In seguito conosceremo meglio il cantautore Corrado Coccia e il sassofonista Vito Silvestro.

Corrado Coccia (cantautore)

Corrado Coccia

Milanese, nato nel Maggio del 1971, ama definirsi “un cantautore surreale”; ama i bambini, i maghi e le fate! Tra la sua musica preferita: i cantautori italiani (ma non tutti…), la musica classica e Kurt Weill.

Muove i primi passi nel campo musicale prendendo lezioni private di pianoforte; prosegue poi gli studi presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. All’età di 12 anni compone il suo primo brano, senza conoscere né la musica, né il modo di scrivere un corretto italiano, ma capisce che questa è la sua strada. Dopo le prime esperienze di palco (tra cui il secondo posto al concorso “Milano Canta” al Teatro Nazionale di Milano) l’incontro decisivo con quella che diverrà la sua insegnante di canto e composizione, e “maestra di pensiero”: Susanna Parigi. Continua il suo lavoro di scrittura che, con il tempo, diventa più maturo e strutturato. Un altro incontro che cambia la sua vita artistica e personale è quello con il circo Sterza, che darà una svolta anche al suo modo di intendere la musica d’autore. Da questa esperienza nasce un disco intitolato Il circo di Mastrillo. Continua a leggere “OSPITI SPECIALI del 31° VERSEGGIANDO: CORRADO COCCIA (cantautore) e VITO SILVESTRO (sassofono)”

Pacha Ibiza on Tour fa scatenare Pick Up – Torino. Al mixer Danny Wade

Pacha Ibiza on Tour fa scatenare Pick Up – Torino. Al mixer Danny Wade

Domenica 13 ottobre l’atmosfera scatenata del “Pacha Ibiza on Tour” fa ballare il Pick Up di Torino. Infatti un party legato al Pacha, super club simbolo di Ibiza e non solo, quello delle 2 ciliegine, prende vita nel noto locale torinese. 

Pacha Ibiza on Tour foto

In console per un appuntamento da non perdere al mixer arriva Danny Wade, dj resident del Pacha da due anni. Giovanissimo (22enne) è ormai uno dei protagonisti della scena ibizenca e non solo. Ad esempio si è esibito a Tomorrowland Unite.  La sua carriera iniziò col botto quando aveva solo 17 anni e fu protagonista di una performance lunga ben 7 ore, quando sostituì Martin Solveig e Laiback Luke, incappati in un problema col loro volo. L’artista spazia tra House, Deep, Tech, EDM e progressive house.

Nel corso degli anni, il marchio iconico del Pacha, con le sue sue due ciliegie, è diventato un simbolo a livello internazionale. Tutto questo è accaduto grazie allo stile di vita che racconta, una combinazione di glamour, irriverenza e spirito mediterraneo. Gran parte del successo di Pacha è facilmente attribuibile all’alchimia con il suo pubblico che, generazione dopo generazione, continua a identificarsi con l’universo del marchio e il profondo legame con l’isola di Ibiza… e con le due ciliegine del Pacha. Continua a leggere “Pacha Ibiza on Tour fa scatenare Pick Up – Torino. Al mixer Danny Wade”

Piano Echos 2019

PIANOECHOS ”19 SETTIMANE PIANISTICHE INTERNAZIONALI IN MONFERRATO – XVI EDIZIONE 3 – 13 ottobre 2019

Casale Monferrato: GRAN CHIUSURA PER PIANOECHOS ”19 A VALENZA, LU e CASALE!

Questa intensa e appassionante edizione del Festival PianoEchos si chiuderà con sei imperdibili concerti che, tra giovedì e domenica, riempiranno di musica il Monferrato.
Si inizia giovedì 10 ottobre alle 21.00, al Teatro Sociale di Valenza, con il recital di Shiran Wang, nuovo astro nascente del pianismo cinese. Elogiata a livello internazionale come “la principessa del pianoforte” la Wang ha vinto il Primo Premio al “Concorso Pianistico Internazionale Prokofiev” in Ucraina e al “Concorso Rachmaninov” di Mosca. Nonostante la giovane età si è già esibita nelle più prestigiose sale da concerto del mondo come la Sala d’Oro del Musikverein di Vienna, la Philharmonie di Berlino e la Herkulessaal di Monaco di Baviera. Ha suonato con famosi musicisti come Mischa Maisky e Maxim Shostakovich, esibendosi con orchestre di rilievo mondiale come la Royal Philhamonic Orchestra, i Berliner Symphoniker e la Budapest Symphony Orchestra. Nel 2015 ha registrato con la Vienna Symphony Orchestra un CD con i Concerti di J.S. Bach pubblicato dalla prestigiosa etichetta Deutsche Grammophone. Max Wilcox, ex-capo della divisione classica di RCA America e produttore discografico di Arthur Rubinstein, ha previsto che la Wang sarà la Rubinstein del futuro. In programma capolavori di Beethoven, Rachmaninov, Chopin e Liszt. Continua a leggere “Piano Echos 2019”

31° Verseggiando: tra gli Ospiti Speciali SOFIA MARIA RIVA (soprano) e FRANCESCO PARRAVICINI (pianoforte)

Nel ricco programma del 31° Verseggiando sotto gli astri di Milano avremo l’occasione di ammirare numerosi Ospiti Speciali di alta caratura artistica. Per la prima volta accoglieremo nella nostra Famiglia la giovane e sublime soprano SOFIA MARIA RIVA, accompagnata al pianoforte dal M° FRANCESCO PARRAVICINI (per la seconda volta tra i nostri preziosi Ospiti).

In seguito pubblico le loro brevi note biografiche.

Sofia Maria Riva (soprano)

Sofia Maria Riva

Dopo la maturità classica, prosegue gli studi presso l’Università IULM di Milano, frequentando il corso di laurea in Arti, design e spettacolo.
Il canto è sempre stata la sua passione, sin da piccola.
Nel 2011 si iscrive alla classe di canto presso la Fondazione Musicale “Vincenzo Appiani” di Monza, per poi avvicinarsi nel 2013 alla lirica sotto la guida del Mezzosoprano Tiziana Carraro, con cui sviluppa capacità e conoscenze musicali oltre alla tecnica e allo stile vocale.
Dal 2015 fa parte del coro “Laudamus Dominum” di Sovico, una piccola realtà che negli anni si è rivolta verso opere di ampio respiro, dove si esibisce anche come solista, sia durante le celebrazioni sacre sia in occasione di concerti.
Nel 2017 è stata protagonista di manifestazioni musicali interpretando arie da camera e famosi brani d’opera di autori quali: G. Rossini, G. Donizetti, C. W. Gluck, G. F. Handel, G. B. Pergolesi, W. A. Mozart, G. Bizet, G. Puccini, P. Mascagni. V. Bellini, S. Donaudy, F. Poulenc, J. E. F. Massenet, F. Cilea.
Tra il 2018 e il 2019 ha svolto una serie di concerti proponendo il repertorio della romanza da salotto italiana di F. P. Tosti, Gastaldon, Verdi, Bellini, Donizetti. Continua a leggere “31° Verseggiando: tra gli Ospiti Speciali SOFIA MARIA RIVA (soprano) e FRANCESCO PARRAVICINI (pianoforte)”

Momenti di Cultura. Il performer-artista polivalente Mario Andrea Morbelli presso AL51puntoLab. Articolo di Maurizio Coscia.

Venerdì, 4 ottobre 2019 dalle ore 18, si è svolta una rassegna artistica presso AL51puntoLab – salotto culturale sito ad Alessandria in via Trotti – che ha avuto come protagonista Mario Andrea Morbelli, pittore, rapper, autore di canzoni e anche scrittore. La rassegna è stata organizzata da Alessandra Rauti con la collaborazione delle artiste Chiara Bianca e Giorgia SciorattoMario Andrea Morbelli si è impegnato in una sua performance con accompagnamento musicale da parte del musicista Andrea Narratore Scagnelli. Si è trattato di un reading-concerto bello ed eclettico in cui il performer ha dato sfoggio del suo stile rapper e di una mimica incredibile nel seguire il senso delle parole pronunciate al microfono e, comunque, tratte dalla sua recente pubblicazione, “Io ci vengo, ma non mi affeziono a nessuno“. Libro presentato in precedenza con la medesima modalità presso lo stesso spazio culturale – espositivo.

1

Durante l’evento, l’artista acquese ha anche inaugurato la sua prima mostra personale intitolata, “Ci sono le nuvole in casa” con opere realizzate ad olio, tecnica da lui utilizzata per la prima volta. L’esposizione sarà visitabile presso AL51PuntoLab per i successivi 15 giorni.

Ci sono le nuvole in casa

Galleria d’Arte AL51puntoLab

via Trotti 58 – Alessandria
Referenti: Alessandra Rauti, Chiara Bianca, Giorgia Scioratto

copertina2

Festa del Cristo: programma completo

Alessandria: Festa del Cristo, qualcosa di Unico senza precedenti, Valorizzazione Territorio, Sociale e Commercio..e sul Natale programma quasi definito !
Arriva la storica Band dei Divina con un seguito di fans, al Don Bosco la Festa dei giovani i grandi nomi dei dj Pittaluga e Pain, ci sono i giochi di una volta ben 32 e il ballo al palchetto (81 anni dopo), il Teatro ed il Salotto del Mandrogno, il progetto con le scuole e la Mostra Sul Piccolo e sui Grigi ! il 12 una notte sotto le stelle con i locali protagonisti e la domenica si parlerà del Cristo che verrà! Chiara Savino nata e cresciuta al Cristo , finalista di Miss Italia sarà la Madrina..Band ed orchestre locali tutte in Pista dai Cugini Rangone (Franco e Al) a Ricky Show ed Enrico Cremon…sarà la prima Volta del Centogrigio tra i partner dell’Associazione Commercianti così come la prima della piazzetta di Via Nenni in festa ed il ritorno della Fiera in Via Maggioli. Continua a leggere “Festa del Cristo: programma completo”

Galleria d’Arte. AL51puntoLab, salotto artistico-culturale in via Trotti ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.

copertina2

La Galleria d’Arte AL51puntoLab è sita in via trotti, ad Alessandria e, organizzata dalle sue tre socie fondatrici, Alessandra, Chiara e Giorgia, costituisce un importante riferimento culturale per numerosi artisti alessandrini – e non – che, nel corso del tempo, hanno avuto modo – e continuano – a esporre – o presentare – le loro opere pittoriche, fotografiche e scultoree. La galleria è uno spazio dedicato a chi ama l’arte, nato dalla volontà di strutturare un salotto di idee, immagini, visioni, forme tridimensionali, musica, letteratura e colori, aperto al pubblico. L’ambiente sorto da questa sinergia intellettuale e manuale è qualcosa di veramente coinvolgente dal punto di vista emotivo e custodisce il gusto per la ricerca artistica innovativa insieme con la rivalutazione degli aspetti più tradizionali della pittura, in particolare.

AL51puntoLab è giunto all’apertura del suo terzo spazio espositivo, sempre in via Trotti e organizza una serie di corsi per dare la possibilità, a chi vi fosse interessato, di conseguire tecnica e preparazione in disegno, pittura, lingue, musica per principianti e non. Sono in attivazione anche corsi di scrittura creativa, calcografia e di incisione.

Con cadenza settimanale il salotto artistico-culturale propone conferenze su arte, filosofia e letteratura.

Ogni 3 mesi è in uscita la fanzine esclusiva Fattoriale de AL51puntoLab.

immagine di copertina

Continua a leggere “Galleria d’Arte. AL51puntoLab, salotto artistico-culturale in via Trotti ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.”

“PROKSIME DE POEZIO”: MAGNIFICA SERATA a RADIO GLADYS

Magnifica esperienza venerdì sera, 04.10.2019, all’emittente radiofonica RADIO GLADYS, durante il programma PROKSIME DE POEZIO condotto magistralmente da Ciro Bruno. Durante l’intervista ho parlato della mia scrittura, dell’attività culturale, del Realismo Terminale fondato dal poeta Guido Oldani e di tanti argomenti a sorpresa ancora. Ringrazio tutto lo staff per l’affetto e l’accoglienza, soprattutto la signora Elena e il signor Armando. L’esperienza indimenticabile da ripetere! Ringrazio tutti gli ascoltatori per i messaggi di apprezzamento in diretta.

Alcuni link per ascoltare frammenti dell’intervista in diretta:

– 1° parlo della mia scrittura e dell’attività culturale svolta:

https://youtu.be/oxBjHohQQGQ

– 2° a proposito del Realismo Terminale fondato dal poeta Guido Oldani:

https://youtu.be/taKtnRKrRic

– 3° parliamo delle competizioni poetiche e recito un mio testo dal titolo “Anima spoglia”:

https://youtu.be/2JPJkER88oY

– 4° Chi sono i poeti? La conclusione del programma:

https://youtu.be/QwLfZDCm2OY

Izabella Teresa Kostka

Col redattore radiofonico Ciro Bruno, 04.10.2019, Radio Gladys, Milano Continua a leggere ““PROKSIME DE POEZIO”: MAGNIFICA SERATA a RADIO GLADYS”

EVENTI: Programma culturale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” ritorna al Teatro Polivalente di Sandigliano (BI)

Dopo il grande successo dell’appuntamento di febbraio, il programma culturale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” ritorna a Sandigliano.

Con grande piacere Vi invitiamo al 31° pomeriggio di canto lirico, poesia, teatro e musica intitolato “Cantando alla vita”, organizzato nell’ambito del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”. La kermesse avrà luogo sabato 12 ottobre 2019 dalle ore 17.00, presso il Teatro Centro Polivalente di Sandigliano (BI), via Maroino 14.

L’evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Sandigliano e l’importante supporto organizzativo dell’Associazione Amici del Cinema. Nel corso della serata si esibiranno sul palco numerosi affermati artisti, tra cui il cantante lirica soprano Sofia Riva accompagnata al pianoforte dal M° Francesco Parravicini, il cantautore e pianista Corrado Coccia col M° Vito Silvestro al sassofono, gli attori Enzo Brasolin ed Elisabetta Fabbri e ben diciotto poeti contemporanei provenienti da diverse regioni del Bel Paese. Condurrà lo spettacolo Izabella Teresa Kostka, scrittrice italo – polacca, fondatrice e coordinatrice generale del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”. Si ringrazia il poeta biellese Umberto Barbera per il suo prezioso contributo all’organizzazione dell’evento.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Momenti di Cultura. Rupe Mutevole, casa editrice di Bedonia (Parma). Articolo di Maurizio Coscia.

rupe-mutevole-banner1

Fondata nel 2004, RUPE MUTEVOLE Edizioni ha sede e luogo della sua attività editoriale in località Libbia, di Bedonia in provincia di Parma. La casa editrice compie, quest’anno, 15 anni di presenza sul mercato, con una costante crescita e aumento della sua offerta, non solo rivolta al settore-libri. La sua costituzione fu innovativa e caratterizzata dal desiderio della signora Maria Cristina del Torchio di dar luogo a una realtà in grado di curare collane che spaziassero dalla narrativa, ai saggi, alla letteratura straniera, passando per la poesia e le fiabe. Si desiderava e si vuole pubblicare libri che lascino un’impronta duratura, che facciano vibrare lo spirito dei lettori e lo conducano oltre una realtà divisa e contraddittoria. Continua a leggere “Momenti di Cultura. Rupe Mutevole, casa editrice di Bedonia (Parma). Articolo di Maurizio Coscia.”

Books & Blues

GIOVEDI’ 3 OTTOBRE TORNA IN BIBLIOTECA BOOKS&BLUES
CON UNA SERATA DEDICATA A DOMENICO MUDUGNO

Ritorna, dopo il successo dell’edizione 2018-2019, Books&Blues in Biblioteca, l’ormai “tradizionale” ciclo di incontri in cui si parla, e ovviamente si suona, di libri e di musica, e poi di tutto un po’.
Ad aprire il ciclo di tre incontri che ci porteranno alla fine dell’anno con gli Auguri di Buone Feste tra libri e note musicali, un omaggio ad uno dei più grandi musicisti e interpreti della canzone italiana.

“In una stazione radio del Michigan o dell’Indiana, chi si ricorda, arrivò un signore con il disco mio e lo mandò in onda: il giorno dopo si ebbero duemila telefonate di gente che voleva risentirlo. Lo rimandò in onda: il giorno appresso altre duemila telefonate. L’exploit di Volare nacque così!”
Era l’estate 1958 e la straordinaria fortuna americana di Mr. Volare iniziava quasi casualmente da una radio di periferia: Nel blu dipinto di blu diventò in brevissimo tempo un grandissimo successo, restando saldamente al primo posto nell’hit parade americana per ben tredici settimane consecutive, record tuttora ineguagliato per un disco italiano.
Alla fine di quello straordinario 1958, iniziato con la vittoria al Festival di Sanremo i dati di vendita furono esaltanti, battendo ogni record per un disco italiano: ben 800.000 copie in Italia e oltre 22 milioni nel mondo!
Da quel momento il “mito” di Domenico Modugno, artista poliedrico (decine di film tra pellicole importanti e B movie, sceneggiati televisivi, moltissimo teatro) e autore e interprete di tanta, tantissima musica, diventa inarrestabile: dai primi 78 giri sino alla collezione di oltre trenta LP (diffusi in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Sud America) e alle sia pur limitate colonne sonore (ma tra esse figura quelle per Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini).

Per parlare, e suonare, Domenico Modugno ritorna a Casale Monferrato Books&Blues in Biblioteca in una serata dal titolo “Nel blu dipinto di Blues” – Jacopo Tomatis e Nicola Bruno parlano di/suonano Domenico Modugno”.

L’appuntamento è presso la Biblioteca Civica “Giovanni Canna”, via Corte d’Appello 12, giovedì 3 ottobre, alle ore 21.

Jacopo Tomatis, uno dei più importanti musicologi italiani, già ospite di Books & Blues, torna dunque in Biblioteca per parlare di uno dei grandi autori e interpreto della canzone italiana.
Nicola Bruno, talentuosissimo bassista, dialogherà con lui e soprattutto suonerà e canterà alcune canzoni di Modugno, riarrangiandole per l’occasione.
Sarà come sempre presente il direttore artistico di Books&Blues, Paolo Bonfanti.

Ad occhi chiusi, di Lia Tommi

1569500849923-1749968013-1500657779.jpg

Ad occhi chiusi con l’Ensemble Lorenzo Perosi

MUSICA – Sabato 28 Settembre, alle ore 21, presso la Sala Consiliare del Comune di Valenza (Palazzo Pellizzari), l’ “Ensemble Lorenzo Perosi“, in formazione di piano-trio, accompagnerà il pubblico in un “viaggio musicale dall’Europa al Nuovo Mondo, alla ricerca dell’emozione” dal titolo “Ad occhi chiusi”. 

Marcello Bianchi (violino), Claudio Merlo (violoncello) e Daniela Demicheli (pianoforte) coinvolgeranno il pubblico in un intenso percorso musicale costellato da celeberrimi brani, con qualche ” deviazione” verso il folklore ungherese, la musica da film ed il tango argentino. L’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Valenza, è ad ingresso gratuito.  

Il X Festival Internazionale di Musica “Alessandria Barocca e non solo…” promosso dall’Associazione Pantheon sotto la direzione artistica di Daniela Demicheli, chiude con questo concerto  il mese di Settembre,  che ha presentato un cartellone ricco di incontri con la grande musica ed i grandi interpreti e dà appuntamento al pubblico al 12, 13, 19 e 26 ottobre.

“Avanti con la danza!”- concluso a Palazzo Fogaccia il 4° Straordinario Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.

“Avanti con la danza! Lasciate che la gioia sia sconfinata,
Non dormite fino al mattino, quando la Giovinezza e il Piacere si incontrano
per inseguire con i piedi danzanti le ore colme di eccitazione.
Su con la danza!”
(cit. Lord Byron)

Sabato 21 settembre 2019, nella suggestiva cornice del famoso Palazzo Fogaccia a Clusone (BG), il luogo più magico che si possa sognare, si è conclusa la serata organizzata in occasione del 4° Straordinario Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”, nato nel 2015 presso Cerifos di Milano da un’idea della poetessa e scrittrice italo – polacca Izabella Teresa Kostka.

Gli interni del palazzo

Continua a leggere ““Avanti con la danza!”- concluso a Palazzo Fogaccia il 4° Straordinario Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.”

La cultura ha incontrato il gusto con Art&Wine, di Lia Tommi

facebook_1569247099453-2037144322.jpg

Nel centro del chiostro , sopra l’erba curatissima con piante di rose in fiore,si era installato il gruppo “Piano B” (violino, chitarra e voce e tastierista), che , a partire dalle 21 , ha tenuto un concerto di pop rock americano.

Nella parte coperta , sotto il portico del Chiostro, c’erano i tavoli con diversi piatti, serviti da ragazzi molto ben vestiti e amabili

Continuando il percorso c’erano posti per sedersi e vedere il concerto Tutto organizzato con ordine e gusto.

C’era l’invito a vedere la mostra “Arte a Santa Croce “, che ha avuto grande affluenza di pubblico Persino il ritiro dei piatti era organizzato benissimo .

Apericena, musica e arte, un cocktail perfetto per una serata magica, che si è svolta sabato 21 settembre a Santa Croce di Bosco Marengo.

PROGETTO BONI-PEDRINI

Boni-Pedrini_66-67_Ph_Sabrina_Cirillo_web

1 | 3 OTTOBRE
Infinito Srl produzioni
66/67
UN CONCERTO DI ALESSIO BONI E OMAR PEDRINI

Con Larry Mancini (voce e basso), Carlo Poddighe (voce, chitarra e tastiere), Stefano

Malchiodi (batteria)
Testi di Alessio Boni e Nina Verdelli

Un progetto musicale nato dall’unione artistica tra Alessio Boni e Omar Pedrini.
Un susseguirsi in scena di musica, visuals, recitato e cantato che coinvolgerà il pubblico
con lo scopo di trasmettere la poeticità dei testi, resi poi canzoni grazie alla musica.
Brani potenti ed emozionali della storia della musica, letti e cantati in lingua inglese, che
dagli anni ‘60 ad oggi hanno composto la colonna sonora della vita di tanti, John Lennon,
Lou Reed, Pink Floyd, Simon & Garfunkel, David Bowie, Bob Marley ed altri ancora.
«Questo è uno spettacolo – scrive Alessio Boni – che nasce da un’amicizia e da una serie
di coincidenze. A dividere me e Omar Pedrini è solo un anno, io sono del 1966, lui del
1967 (da qui il titolo) e un lago: il lago d’Iseo che separa il bresciano dal bergamasco.
Non solo, inconsapevolmente io e lui ci siamo scambiati i sogni, io da piccolo avrei voluto
fare la rockstar, Omar l’attore. Forse i nostri desideri incompiuti ci hanno dato la spinta per creare questo spettacolo.
Cresciuti con gli stessi riferimenti musicali, siamo entrambi convinti che alcune canzoni
siano poesie. Poesie spesso perdute, perché i testi sono per la maggior parte in inglese e
non tutti li comprendono. Lo scopo di questo concertato è raccontare il contesto, spiegare
il testo di una canzone, per poi farlo apprezzare appieno con musica e canto. L’augurio è
che, capendo di più, si gusti di più».

BIGLIETTERIA

PREZZI
• Intero – 30.00 € + 2.00 € prevendita
• Ridotto over 65/under 14 – 15.00 € + 1.50 € prevendita

ABBONAMENTI
10 ingressi + 2 omaggi: € 240,00
5 ingressi: € 140,00

Jazz 2019

LOCANDINA WEB

Dopo quattro anni di “Red Note”, la rassegna nata in collaborazione con l’hotel Alli Due Buoi Rossi, l’Alessandria Jazz Club cambia aria e cerca nuove formule per proporre il jazz nella nostra città.
La nuova rassegna si chiama “Jazzal 2019” e si svolgerà da ottobre a marzo al Teatro Parvum in via Mazzini 85. Questa volta la musica non verrà abbinata al cibo e al bere, ma si tratterà di puri e semplici concerti. Il Parvum è già di per sé una realtà molto viva in quanto viene utilizzato quasi giornalmente da numerose associazioni di volontariato per le loro manifestazioni. Il teatro è gestito dall’ Associazione per la Promozione del Volontariato Alessandrino (A.PRO.VA.) la quale si è detta
ben lieta di stringere con il nostro club un accordo di collaborazione che permette a noi di avere un luogo idoneo per la nostra rassegna, e ad A.PRO.VA. di ospitare, all’interno delle sue iniziative, un programma di concerti prestigiosi con artisti di fama nazionale o internazionale.
All’apertura della rassegna, e nei concerti successivi sarà data al pubblico la possibilità di
sottoscrivere la tessera associativa del club con la quale sarà possibile avere uno sconto sul biglietto d’ingresso, e agli under 30 di entrare a metà prezzo.
Veniamo ora alla parte più interessante, il programma artistico.
Si comincia alla grande venerdì 25 ottobre con “Emanuele Cisi – No eyes”, il saxofonista
torinese con il suo super quartetto rilegge il repertorio di Lester Young e lo reinterpreta. Su un piano decisamente diverso la serata del primo novembre con la straordinaria violinista Anais Drago e i suoi Jellyfish; la musica è ispirata al genio dissacratore di Frank Zappa. Un ospite inglese (con nome francese) il 15 novembre, è il vibrafonista Roger Beaujolais con il suo trio italiano, presentano composizioni originali dello stesso Beaujolais. Il gruppo di scena il 29 novembre si chiama “Italian organ trio” perché caratterizzato dall’organo hammond, ma il suo
leader è il chitarrista Lorenzo Petrocca; presentano “O soul mio”, un tributo ai maestri della tradizione organistica jazz con alcuni arrangiamenti di brani italiani.
Dopo una pausa invernale di due mesi Jazzal 2019 ricomincia il 7 febbraio con un quartetto di giovanissimi talenti guidati dal batterista e talent scout Stefano Bagnoli: è il “We kids quartet”, una ventata di giovinezza. Il 21 febbraio sarà la voce di Giulia Cancedda a portarci sulle orme di una delle vocalist più originali degli ultimi decenni con il progetto “On Joni Mitchell’s paths”.
Ancora voci in jazz il 6 marzo con un gruppo che vede al suo interno ben quattro cantanti, è il progetto “Voices in jazz” guidato dal trombettista Gianpaolo Casati. E per concludere il 20 marzo il pianista, batterista e compositore Luigi Bonafede, con il suo Poker Quartet , ci presenterà un programma di sue composizioni.
Per ulteriori informazioni visitate il sito del club:
http://www.alessandriajazzclub.com
“Jazzal 2019” si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell'ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territorio”.

Jazzal 2019, la nuova proposta per diffondere il jazz, di Lia Tommi

1569016623508-1608753870724884910.jpg

Dopo quattro anni di “Red Note”, la rassegna nata in collaborazione con l’hotel Alli Due Buoi Rossi, l’Alessandria Jazz Club cambia aria e cerca nuove formule per proporre il jazz nella nostra città.
La nuova rassegna si chiama “Jazzal 2019” e si svolgerà da ottobre a marzo al Teatro Parvum in via Mazzini 85. Questa volta la musica non verrà abbinata al cibo e al bere, ma si tratterà di puri e semplici concerti. Il Parvum è già di per sé una realtà molto viva in quanto viene utilizzato quasi giornalmente da numerose associazioni di volontariato per le loro manifestazioni. Il teatro è gestito dall’ Associazione per la Promozione del Volontariato Alessandrino (A.PRO.VA.) la quale si è detta ben lieta di stringere con il nostro club un accordo di collaborazione che permette a noi di avere un luogo idoneo per la nostra rassegna, e ad A.PRO.VA. di ospitare, all’interno delle sue iniziative, un programma di concerti prestigiosi con artisti di fama nazionale o internazionale.
All’apertura della rassegna, e nei concerti successivi sarà data al pubblico la possibilità di sottoscrivere la tessera associativa del club con la quale sarà possibile avere uno sconto sul biglietto d’ingresso, e agli under 30 di entrare a metà prezzo.
Veniamo ora alla parte più interessante, il programma artistico.
Si comincia alla grande venerdì 25 ottobre con “Emanuele Cisi – No eyes”, il saxofonista torinese con il suo super quartetto rilegge il repertorio di Lester Young e lo reinterpreta. Su un piano decisamente diverso la serata del primo novembre con la straordinaria violinista Anais Drago e i suoi Jellyfish; la musica è ispirata al genio dissacratore di Frank Zappa. Un ospite inglese (con nome francese) il 15 novembre, è il vibrafonista Roger Beaujolais con il suo trio italiano, presentano composizioni originali dello stesso Beaujolais. Il gruppo di scena il 29 novembre si chiama “Italian organ trio” perché caratterizzato dall’organo hammond, ma il suo leader è il chitarrista Lorenzo Petrocca; presentano “O soul mio”, un tributo ai maestri della tradizione organistica jazz con alcuni arrangiamenti di brani italiani.
Dopo una pausa invernale di due mesi Jazzal 2019 ricomincia il 7 febbraio con un quartetto di giovanissimi talenti guidati dal batterista e talent scout Stefano Bagnoli: è il “We kids quartet”, una ventata di giovinezza. Il 21 febbraio sarà la voce di Giulia Cancedda a portarci sulle orme di una delle vocalist più originali degli ultimi decenni con il progetto “On Joni Mitchell’s paths”. Ancora voci in jazz il 6 marzo con un gruppo che vede al suo interno ben quattro cantanti, è il progetto “Voices in jazz” guidato dal trombettista Gianpaolo Casati. E per concludere il 20 marzo il pianista, batterista e compositore Luigi Bonafede, con il suo Poker Quartet , ci presenterà un programma di sue composizioni.
Per ulteriori informazioni visitate il sito del club:
“Jazzal 2019” si svolge grazie al sostegno della Fondazione Social, della Fondazione CRT, della Fondazione CR Alessandria e rientra nell’ambito del festival diffuso “Piemonte Jazz Festival” e del “Festival Identità e territorio”.

L’oktoberfest ad Alessandria

Orchestre bavaresi e musica live oltre a birra e piatti tipici al Paulaner Oktoberfest Alessandria
“Alpen Vagabunden” e “Ansambel Juhej” protagoniste con le migliori cover band del momento

19.09.2019 – La birra e i piatti tipici della tradizione bavarese non saranno gli unici protagonisti della tanto attesa prima edizione del Paulaner Oktoberfest Alessandria, in programma da giovedì 17 a lunedì 28 ottobre nell’area ex piazza d’Armi, in viale Milite Ignoto. Il grande padiglione coperto e riscaldato da 2.700 metri quadrati ospiterà, infatti, tanta musica dal vivo durante tutte le giornate dell’evento. Gli “Alpen Vagabunden” e gli “Ansambel Juhej” sono i due gruppi bavaresi scelti per animare con il loro folklore le cene quotidiane – e anche i pranzi nel fine settimana – del vasto pubblico atteso nel corso delle dodici giornate della manifestazione. Inoltre, nei due week end di apertura sono stati programmati quattro appuntamenti di musica live con le migliori cover band del momento, che porteranno allegria e festosità tra i tavoli. Un evento dedicato a tutti e non solo agli amanti della birra, dunque, che porterà in città aria di festa, oltre che l’occasione unica di vivere l’esperienza di un vero e proprio Oktoberfest “in miniatura” fedele in tutto e per tutto al celebre festival di cultura e tradizione popolare che si tiene ogni anno a Monaco di Baviera. Tutti gli aggiornamenti sui social dell’evento e sul sito http://www.oktoberfestalessandria.it.
“Lo scenografico allestimento del palcoscenico firmato Paulaner di Oktoberfest Alessandria – spiegano gli organizzatori della Sidevents Srl – farà da cornice a due gruppi musicali bavaresi che saranno il punto di riferimento per tutti i presenti che si lasceranno coinvolgere nei prosit quotidiani. La prima settimana, dal 17 al 21 ottobre, vedrà protagonisti gli ‘Alpen Vagabunden’, che con un repertorio di oltre quaranta canzoni, proporranno un vero e proprio show di animazione e folklore.
Dal 22 al 28 ottobre, invece, a trascinare i commensali con uno spettacolo musicale folk e pop dai tratti umoristici saranno gli “Ansambel Juhej”, complesso composto da tromba, clarinetto, fisarmonica e chitarra”.
Per quanto riguarda la musica delle serate dei week end, i live delle cover band sono previsti a partire dalle ore 22, al termine delle esibizioni dei gruppi bavaresi. Si comincia venerdì 18 ottobre con gli “Oxxxa”, una delle più popolari ed apprezzate realtà nel panorama della musica dal vivo in Italia, per continuare sabato 19 ottobre con i “Groovejet”, che chiuderanno il primo week end del Paulaner Oktoberfest Alessandria con il loro vasto repertorio, in cui trovano spazio le ultime canzoni del mondo dance, pop e latin, supportate dai classici della musica italiana ed internazionale. Venerdì 25 ottobre sarà la volta degli “Elemento 90” con uno show unico dedicato interamente ai meravigliosi anni ‘90 e, per finire, sabato 26 ottobre si esibiranno i “Sismica”, che proporranno il loro “Disco Hits New Generation”, fatto di due ore di brani cantati e mixati senza interruzioni, come in un vero e proprio dj-set.
Per maggiori informazioni sui gruppi musicali bavaresi che accompagneranno tutte le giornate di apertura è possibile visitare le pagine: facebook.com/ansambelvagabundi.alpenvagabunden e facebook.com/Ansambel-JUHEJ-JUHEJ-Oberkrainer-134231056759902/.

L’emozione alle stelle per il 4° Anniversario del programma culturale internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”: GRAN GALÀ al PALAZZO FOGACCIA il 21 settembre 2019

progetto grafico ©itkedizioni

(by Izabella Teresa Kostka)

Non si fermano i preparativi e salgono le emozioni in occasione del grande evento previsto per il 21 settembre 2019 alle ore 17.00. Presso la storica e prestigiosa struttura di Palazzo Fogaccia a Clusone (BG), una delle più belle cornici che si possa desiderare, resa disponibile grazie all’accoglienza del Principe Alberto Giovanelli, si svolgerà Gran Galà del 4° Straordinario Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”, nato nel 2015 presso “Cerifos” a Milano.

Info sul luogo dell’evento:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Fogaccia_(Clusone)

Il programma della serata sarà impregnato di arte di ogni genere: dall’incanto delle note poetico – musicali del duo teatrale “Poeticanti” (Paolo Provasi e Roberta Turconi), attraverso le recite degli attori Enzo Brasolin e Domitilla Colombo, con la magia della voce e musica del cantautore Corrado Coccia e Vito Silvestro (sassofono), fino allo spettacolare clou della serata – le danze ottocentesche in costume a cura di “Società di danza. Circolo di Stezzano”, coordinato dalla maestra Lorenza Guerini. Tra i poeti invitati potremo ascoltare i versi di: Margherita Bonfilio, Carla Abenante, Pasqualina Di Blasio, Umberto Barbera, Francesco Saverio Bascio, Annamaria Citino, Annamaria Gallo, Barbara Rabita, Antonio Laneve, Corrado Villa, Massimiliana Pieri, Tania Di Malta, Maria Teresa Tedde, Patrizia Varnier, Tito Truglia e Izabella Teresa Kostka (fondatrice, coordinatrice generale del “Verseggiando…” e presentatrice dell’evento).

Numerosi Ospiti invitati e l’atmosfera di grande festa arricchiranno indubbiamente il tanto atteso momento di gioia e di solenne condivisione artistica.

Per motivi organizzativi l’ingresso è consentito esclusivamente alle persone invitate.

The final countdown!!

Izabella Teresa Kostka, Milano 19.09.2019

Foto propietà “Società di danza”
Palazzo Fogaccia, foto dal web

Premio Enzo Buarné 2019, di Lia Tommi

SOMS Novi Ligure

Premio Enzo Buarné – Quarta edizione
Venerdì 20 settembre
teatro musica e buffet nella SEDE SOMS in VIA CAVANNA 12, Novi Ligure

Enzo Buarné è stato tra i fondatori sia della SOMS di Novi Ligure che del Teatro del Rimbombo. Uomo di grande generosità, di grandi ideali e di grande cultura, ha dedicato tutta la sua vita alla Solidarietà e al Teatro. Un esempio che non deve andare perduto. Per questo, la SOMS Novi Ligure, con la collaborazione di Laura Gualtieri del Teatro del Rimbombo, nel 2016 ha istituito il Premio Enzo Buarné che venerdì 20 settembre celebra la sua Quarta Edizione premiando un attore e un autore e musicista ben noti al pubblico locale e nazionale: DAVIDE FABBROCINO e PAOLO ENRICO ARCHETTI MAESTRI, che vanno ad aggiungersi nell’Albo d’Oro del Premio ai nomi di Andrea Vasone (2016), Andrea Robbiano (2017), Bebo Storti e Aldo Ottobrino (2018).
Tante le novità della quarta edizione del Premio Buarné: a partire dalla sede, per la prima volta a Novi Ligure nei locali di Via Cavanna 12, e alla data, spostata al 20 settembre proprio per le vicende e i lavori necessari per la fruibilità della sede medesima,, lavori solo parzialmente conclusi. Anche la scelta di limitare ad una sola giornata l’evento si deve a questi impegni e alla data preautunnale, così come la scelta, obbligata in mancanza al momento di una attrezzata cucina interna alla sede SOMS, di proporre agli ospiti “solo” un ricco buffet con bevande invece degli ormai celebri menu della SOMS a cui i fedelissimi del Premio erano ben abituati. Continua a leggere “Premio Enzo Buarné 2019, di Lia Tommi”

“CANTANDO ALLA VITA” – appuntamento teatrale del “Verseggiando sotto gli astri di Milano”

PRO MEMORIA
Siamo in attesa del patrocinio del comune ma ancora fino al 25 settembre potete candidarVi per partecipare alla serata teatrale del Verseggiando con:

• un recital lirico della cantante soprano Sofia Riva, al pianoforte il M° Francesco Parravicini
• le recite degli attori Elisabetta Fabbri ed Enzo Brasolin
• le note incantevoli del cantautore Corrado Coccia e il M° Vito Silvestro al sassofono.

Tutti i dettagli nel link allegato:

https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com/2019/07/23/31-verseggiando-a-teatro-cantando-alla-vita-selezione-partecipanti-fino-al-25-settembre/?preview=true

Izabella Teresa Kostka

#izabellateresakostka

#verseggiando

https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com

70° anniversario del Concorso Internazionale di Musica “Viotti”, di Lia Tommi

I

l Concorso internazionale di musica “G.B. Viotti” è una competizione annuale con una storia sbalorditiva, tra le prime al mondo per fondazione, la più longeva per numero di edizioni. L’edizione 2019 è dedicata al pianoforte e celebra il 70° anniversario. Dopo la preselezione, la gara si svolgerà a Vercelli dal 9 al 19 ottobre; sono previsti diversi eventi off per festeggiare il traguardo.
Il Concorso è un gioiello culturale italiano e mondiale; alterna le sezioni di pianoforte e di canto, ma nel corso della sua lunga storia ha organizzato ben diciannove sezioni musicali. È socio fondatore della World Federation of International Music Competitions. Ha selezionato più di diecimila artisti da oltre cento nazioni e la sua preziosità è avvalorata dal palmarès dei vincitori, che proprio da questo concorso, giovanissimi, hanno iniziato carriere prestigiose.
I termini per l’iscrizione sono scaduti il 21 luglio e sono pervenute 151 domande da 29 paesi di tutti e cinque i continenti. La giuria composta da Pietro Borgonovo, Massimiliano Génot e Ruggero Laganà ha pazientemente valutato tutti i video caricati su YouTube e il 21 agosto ha pubblicato le decisioni. Arriveranno a Vercelli 64 candidati (il 36% degli iscritti, poco più di un terzo), provenienti da 20 paesi.
Venerdì 4 ottobre, alle ore 18, in attesa del Concorso, ci sarà “Direttori per un giorno!”, con alcune sorprese del Conservatorio “Cantelli” di Novara in Piazza Cavour. Domenica 6 ottobre, nell’ambito di “Raccolti Festival”, nello spazio dell’ex monastero di San Pietro Martire (via Dante, 91), si terrà, alle ore 18, la performance narrata “Il pianoforte segreto. Storie inattese nell’album del Concorso Viotti”, con Paolo Pomati e Luigi Ranghino. Continua a leggere “70° anniversario del Concorso Internazionale di Musica “Viotti”, di Lia Tommi”

Gran Galà al Palazzo Fogaccia a Clusone il 21 settembre 2019, in occasione del 4° Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”

Ci stiamo avvicinando al 21 settembre: Gran Galà in occasione del 4° Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” presso lo spettacolare Palazzo Fogaccia a Clusone (BG).
La serata unirà la DANZA, il TEATRO, la MUSICA e ovviamente la POESIA e tutto questo nella storica e affascinante cornice di una delle più belle strutture della nostra zona. Il conto alla rovescia in corso!!!! Seguirà la cena. Tra gli Ospiti:
– Società di Danza ( danze ottocentesche in costume)
– “Poeticanti” con la loro magia
– Enzo Brasolin e Domitilla Colombo con un breve spettacolo preparato per questa solenne occasione
– Corrado Coccia e Vito Silvestro tra le note del pianoforte e del sassofono
– Poeti “Verseggiatori” invitati
Per ragioni organizzative e di sicurezza l’ingresso è consentito esclusivamente sull’invito.
The final countdown!!

Izabella Teresa Kostka

#verseggiandosottogliastri

#izabellateresakostka

#anniversario

verseggiando.eventi@yahoo.it

poezja@mail.com

INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.

Luigi Pagano

~
INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.

1. I.T.K.: Esiste un proverbio che dice “Vedere Napoli e morire”: per i tuoi fans internazionali sei il simbolo di un italiano D.O.C: solare, caloroso, estroverso, un affascinante e talentuoso artista, cantante. Raccontaci un po’ delle tue radici italiane e del legame indissolubile con la tua Terra d’origine.

Lp: Sono nato a Pompei in provincia di Napoli. Ho sempre vissuto sul mare dalla parte di Torre Annunziata (Oplonti). Dal balcone dove sono nato vedevo il Vesuvio, il monte Faito e un pezzettino di mare che oggi non si vede più a causa delle costruzioni ma se salgo qualche rampa di scale ne vedo ancora. Ho Vissuto per 25 anni in medioriente tra mare e deserto trovando un po’ di Napoli ovunque, nella musica e nelle culture arabe. Napoli è più vicina a Beirut che non a New York quindi Napoli è più Libano che America infatti, è la città meno americanizzata d’Italia. Le radici napoletane sono forti di una cultura secolare e noi napoletani siamo consapevoli di avere una grande storia per questo siamo orgogliosamente “TERRONI”. Ovunque vada porto sempre con me Napoli. Le canzoni che scrivo hanno il ritmo e le sonorità mediterranee, non sono ricercate ma escono spontaneamente dalla mia anima.

2. I.T.K.: Com’è iniziata la tua carriera artistica: l’hai sempre sognata oppure è iniziata in modo spontaneo, accidentale? Hai suonato coi più grandi artisti di fama internazionale, tra cui Paul McCartney, e con famose star del cinema, partecipando anche a numerosi importanti programmi televisivi. Ti va di parlarne?

Lp: In casa mia ci sono sempre stati degli strumenti, mio padre era appassionato di canto. Mio fratello di 10 anni più grande di me suonava la chitarra e per me lui è sempre stato un esempio così ho incominciato ad emularlo. Quando i miei genitori si sono accorti che avevo un po di talento mi hanno fatto studiare. Mio fratello qualche volta mi pagava le lezioni. Io non vengo da una famiglia ricca ma sicuramente da una famiglia ricca di valori. Mio padre ha fatto sì che tutti noi figli (4) studiassimo. Ho formato la prima band a 14 anni e poi qualche anno dopo ho incominciato a lavorare nei pianobar di Napoli e provincia e non solo.
Paul l’ho conosciuto alle Maldive quando con mia moglie Agnes suonavamo lì. Ci siamo restati per 7 mesi e Paul per 3. È stato più un rapporto personale che professionale. Quando finivo di suonare ci incontravamo nelle spiaggia sotto la sua villa e suonavamo le nostre chitarre fino al mattino. Paul mi ha insegnato l’umiltà. Più si è grandi e più si è umili.
Io e mia moglie Agnes abbiamo vissuto per 7 anni in Kuwait dove è nato il nostro unico figlio Riccardo. Lavoravamo per la Sheraton hotels ma spesso di mattina eravamo ospiti di un pogramma TV che c’è anche in Polonia con nome di DD TVN, in Kuwait si chiamava GOOD MORNING KUWAIT.
In Polonia dove vivo sono spesso ospite in programmi TV come JAKA TO MELODIA?, WIELKI TEST, DD TVN, MAMMA MIA, CAFÈ PIOSENKA, e spessissimo con la mia famiglia in SPRAWA DLA REPORTERA ecc, ecc. Non ho mai forzato la mano per arrivare e neanche bussato alle porte. Continua a leggere “INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.”

Continua PEM! PAROLE E MUSICA IN MONFERRATO, di Lia Tommi

CONTINUA “PEM! PAROLE E MUSICA IN MONFERRATO”

CON GIOVANNI TRUPPI, ROY PACI, MARINA REI, ENSI, CARLOT-TA, FRANCESCA INCUDINE

FINO AL 3 OTTOBRE LA 14a EDIZIONE DELLA RASSEGNA PIEMONTESE DI INCONTRI, MUSICA E RACCONTI FRA LE COLLINE PATRIMONIO UNESCO, CON LA DIREZIONE ARTISTICA DI ENRICO DEREGIBUS

Prosegue, martedì 3 settembre, con una serata con Giovanni Truppi la rassegna piemontese “PeM! Parole e Musica in Monferrato”, dopo il successo dei primi tre eventi con l’incontro con gli Zen Circus, la presentazione del libro di Maurizio Crosetti “Il suo nome è Fausto Coppi” e la camminata letteraria con l’attore Giuseppe Cederna, che hanno raccolto quasi 1000 persone.

Tutti gli appuntamenti, a ingresso gratuito, sono in luoghi di grande fascino tra San Salvatore, Valenza e Lu Cuccaro, tra le colline del Monferrato, sito Unesco, in provincia di Alessandria, a un’ora da Torino, Milano e Genova.

Cuore del festival sono una serie di incontri con artisti di primo piano della musica italiana, che non daranno vita a un concerto ma si racconteranno accompagnati da una manciata di canzoni al Parco della Torre di San Salvatore, intervistati dal direttore artistico di PeM, Enrico Deregibus. Continua a leggere “Continua PEM! PAROLE E MUSICA IN MONFERRATO, di Lia Tommi”

FABRIZIO  DE  ANDRE‘,  GEORDIE  1966, Ballata scozzese del sec. XVII, recensione di Elvio Bombonato

FABRIZIO  DE  ANDRE‘  GEORDIE  1966, Ballata scozzese del sec. XVII, recensione di Elvio Bombonato

Fabrizio

Mentre attraversavo London Bridge
un giorno senza sole
vidi una donna pianger d’amore,
piangeva per il suo Geordie.                                                                                                                          

Impiccheranno Geordie con una corda d’oro,
è un privilegio raro.
Rubò sei cervi nel parco del re
vendendoli per denaro.

Sellate il suo cavallo dalla bianca criniera
sellatele il suo pony
cavalcherà fino a Londra stasera
ad implorare per Geordie

Geordie non rubò mai neppure per me
un frutto o un fiore raro.
Rubò sei cervi nel parco del re
vendendoli per denaro.

Salvate le sue labbra, salvate il suo sorriso,
non ha vent’anni ancora
cadrà l’inverno anche sopra il suo viso,
potrete impiccarlo allora.

Né il cuore degli inglesi né lo scettro del re
Geordie potran salvare,
anche se piangeran con te
la legge non può cambiare.


Così lo impiccheranno con una corda d’oro,
è un privilegio raro.
Rubò sei cervi nel parco del re
vendendoli per denaro.

https://www.youtube.com/watch?v=f4841jZx7Gc

La ballata narrativa si presta all’esercizio sulle inferenze: ciò che non viene detto, eppure c’è. Il testo non contiene le zone di passaggio né altre informazioni per ricostruire la vicenda, che tuttavia si possono facilmente dedurre.   Chi è la donna? la fidanzata, la moglie, la sorella, un’amica di Geordie.

Infatti partirà col suo pony (è benestante) per presentarsi all’udienza. Ha un luogo in cui lavarsi e indossare l’abito. Geordie ha rubato (e venduto: chi li ha comprati? un debito di gioco?) i cervi per una bravata, è nobile (verrà impiccato con una corda d’oro; è giudicato dal re, non dal baronetto del luogo).  Continua a leggere “FABRIZIO  DE  ANDRE‘,  GEORDIE  1966, Ballata scozzese del sec. XVII, recensione di Elvio Bombonato”

L'arte dei piccoli passi

ci sono tante strade da percorrere insieme

La Chimica Delle Parole

L'unica cosa certa è il cambiamento

CapoVerso: New Leader

Per una buona leadership

Il sasso nello stagno di AnGre

insistenze poetico-artistiche per (ri)connettere Cultura & Persona a cura di Angela Greco & Co.

Gifted and Talent: tra realtà e quotidianità

Informarsi e formarsi sulla Plusdotazione nei bambini, per essere più consapevoli e responsabili

"...e poi Letteratura e Politica"

La specie si odia. E mi permetto di aggiungere: "A volte di coppie non si può parlare, ma d'amore sì; altre volte di coppie sì, ma non d'amore, e è il caso un po' più ordinario". R. Musil, 'L'uomo senza qualità', Ed. Einaudi, 1996, p. 1386. Ah, a proposito di 'relazioni': SE APRI IL TUO CUORE SI TRATTA DI AMICIZIA. SE APRI LE GAMBE SI TRATTA DI SESSO. SE APRI ENTRAMBI E' AMORE

Quarchedundepegi's Blog

Just another WordPress.com weblog

VALENTINE MOONRISE

Parole di una sconosciuta

laulilla film blog

un sito per parlare di cinema liberamente, ma se volete anche d'altro

Poesie di Massimiliana

Benvenuti nel mondo della poesia di Massy!

danielastraccamore

Le Passioni non conoscono ostacoli

Writer's Choice

Blog filled with the Breathings of my heart

LOCANDA DELL'ARTE

DIMORA OSPITALE E MUSEO APERTO

Bricolage

Appunt'attenti di un'acuta osservatrice

it rains in my heart

Just another WordPress.com site

Ilblogdinucciavip

"...I consigli lo sai, non si ascoltano mai e puoi seguire solo il tuo istinto..." (S.B.)

lementelettriche

Just another WordPress.com site

Controvento

“La lettura della poesia è un atto anarchico” Hans M. Enzensberger

imrobertastone

La vita di una piccola espatriata in dolce attesa [Mamma dal 2016 ❤️ ]