Conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”

Conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”

Castelceriolo: Venerdì 12 Aprile 2019, si è conclusa la stagione musicale del Cinema Macallè “Movie Blues 2018 / 2019”. 

Sul palco Ray Gelato accompagnato da The Good Fellas, una Big Band che ha proposto una serata di grande swing con suoni anni 50 blues, rock’n’roll. 

Ray Gelato and The Good Fellas 1Ray Gelato and The Good Fellas

Questa stagione ha visto alternarsi sul palco del Cinema Macallè artisti di livello internazionale come la pianista cantante californiana Taryn Donath con il  suo Jump Blues, Paolo Bonfanti con la su Big Band che ha proposto il suo progetto musicale dedicato a New Orleans dal titolo Crescent City Funk, alla meravigliosa voce di Sydney Ellis supportata dalla band del grande pianista Henry Carpaneto e dal leggendario chitarrista inglese Wilko Johnson.

Il pubblico proveniente da tutto il Nord Italia ha sempre affollato la sala, apprezzando le proposte musicali.

La Direzione artistica è già al lavoro per la stagione 2019 / 2020 che inizierà nel mese di ottobre e vedrà la conferma di artisti di fama mondiale.

Grazie ad Alegas e Al51puntolab per il supporto e la collaborazione. 

Io Amo il Macallè !

Salvatore Coluccio e Fausto Montanari

È per “Verseggiare” che siamo nati – kermesse di grandi emozioni a Sovico

Foto finale di gruppo

(by I.T.Kostka)

Sabato, il 13 aprile a Sovico, presso l’accogliente e gremita Sala Civica Aldo Moro, grazie all’ospitalità delle autorità locali tra cui il Presidente della ProLoco di Sovico Corrado Villa, l’Assessore alla cultura Liliana Saini e il Sindaco Alfredo Colombo, abbiamo vissuto un altro immenso momento di condivisione artistica sotto l’egida del programma ciclico culturale itinerante “Verseggiando sotto gli astri…”.

La kermesse ispirata ai versi del grande Pablo Neruda “È per rinascere che siamo nati. Ogni giorno”, ha sorpreso il pubblico con notevole poliedricità delle performances e stilistiche proposte. Gli Ospiti Speciali di alto rilievo artistico hanno incantato gli spettatori con sublimi esibizioni piene di passione e fine talento: il M° Francesco Parravicini (pianoforte) e il cantautore Roberto Durkovic nei loro contrastanti e raffinati recital individuali e, ovviamente, il M° Umberto Bombardelli (compositore), l’attore Diego Ghisetti, il violinista Roberto Arnoldi e gli autori Barbara Rabita e Antonio Laneve nel melologo “Sogni accelerati” ispirato ai testi tratti dal libro “Convergenze” – un connubio straordinario tra diverse sfumature dell’arte contemporanea come musica, poesia e lettura scenica.

Tante lacrime di commozione e felicità hanno segnato i volti e le voci dei Poeti partecipanti alle recite (Francesco Saverio Bascio, Lorenza Auguadra, Maria Teresa Tedde, Umberto Barbera, Anna Vercesi, Massimiliana Pieri, Giusy Guarino, Giulia Rutigliano, Rosalba Napolitano, Giusy Trisolini, Maria Rosa Oneto,
Gianpiera Sironi, Giuseppe Leccardi, Pasqualina Di Blasio, Margherita Bonfilio, Patrizia Varnier, Izabella Teresa Kostka) e, a sorpresa, anche quella del Presidente della ProLoco di Sovico Corrado Villa (in veste di un sensibile poeta). Continua a leggere “È per “Verseggiare” che siamo nati – kermesse di grandi emozioni a Sovico”

Rassegna concertistica “Musei & Musica” Gli artisti

Rassegna concertistica “Musei & Musica” Gli artisti

13 aprile 2019 ore 18,30Palazzo Cuttica – Via Parma 1, Alessandria

Concerto Inaugurale con VOJIN KOCIĆ, chitarra1° premio concorso Michele Pittaluga di Alessandria 2018

1 Schermata 2019-04-11 a 10.02.37

Grazie alla sua musicalità, al suo modo di suonare espressivo, al virtuosismo nell’interpretazione della musica per chitarra dal Rinascimento alla musica del XXI secolo, Vojin Kocić rientra di diritto tra i migliori interpreti della scena chitarristica internazionale. I critici lo hanno definito “Maestro di delicatezza” (SRF). Nato a Smederevo, in Serbia, nel 1990, Vojin Kocić prende le prime lezioni di chitarra all’età di otto anni, nella sua città natale, con Jovica Milošević, e poi con Darko Karajić, presso la Scuola di musica “Josip Slavenski” di Belgrado. In seguito riceve offerte per continuare gli studi da parte di prestigiose scuole di molti paesi tra cui Germania, Austria, Italia, Grecia, Svizzera. Nel 2011, dopo un solo anno di studi presso la Facoltà di Musica di Belgrado nella classe di Srđan Tošić, su suggerimento di Oscar Gilla (allievo di Segovia), decide di proseguire la formazione con Anders Miolin presso l’Università delle Arti di Zurigo, dove consegue il Diploma e la specializzazione, ottenendo risultati lusinghieri e numerose borse di studio e riconoscimenti come miglior studente. Vojin completa il proprio perfezionamento nel 2007, 2010, 2014 e 2015 con lo stesso Oscar Gilla presso l’Accademia Chigiana di Siena, dove riceve il “Diploma d’Onore” per i suoi successi artistici, unico chitarrista ad ottenere questo riconoscimento nella storia dell’Accademia. Ha inoltre frequentato corsi di perfezionamento con famosi maestri come Pepe Romero, Leo Brouwer, Hubert Kappel, Zoran Dukić, Dušan Bogdanović, Carlo Marchione, Pavel Steidl, Anielo Desiderio e molti altri. Sin dagli inizi della sua carriera, quando aveva solo otto anni, Vojin ha ricevuto oltre cinquanta riconoscimenti internazionali, tra cui primi premi in prestigiosi concorsi, premi speciali, borse di studio. È stato acclamato come “prodigio” e come miglior giovane musicista in ogni anno accademico da lui frequentato. Si è aggiudicato il primo concorso internazionale nella categoria “senza limiti di età” quando aveva solo 14 anni e successivamente ha vinto altri 17 premi in prestigiosi concorsi. Tra i suoi ultimi successi è senz’altro da citare il Primo Premio al Concorso Internazionale di chitarre Heinsberg (Germania 2017) dove, come vincitore, gli è stata data l’opportunità di registrare il suo primo CD a Toronto per la famosa etichetta discografica NAXOS. Nel dicembre 2014 a Ginevra Vojin si è aggiudicato l’ottava edizione del “Prix Credit Suisse Jeunes Solistes” (concorso per tutti gli strumenti e per cantanti d’opera). ). È stato quindi scelto come miglior giovane musicista in Svizzera e, oltre al premio di 25.000 franchi, ha avuto l’opportunità di debuttare al prestigioso Festival di Lucerna nel 2015. Ha tenuto oltre 200 concerti da solista in vari paesi europei e come solista si è esibito con prestigiose orchestre. Suoi concerti sono stati trasmessi da emittenti radiofoniche e televisive come SRF 2 (Svizzera), Radio Swiss Classic, NPO Radio 4 (Paesi Bassi), RAI (Italia), MONDE (Francia), Radio Televisione della Slovenia (Ars), RTCG (Montenegro), Radio Televisione della Serbia. Tiene regolarmente Master Class in festival internazionali in Germania, Svizzera, Italia, Austria. Inoltre fa spesso parte di giurie in concorsi musicali internazionali. Oltre alla chitarra classica, Vojin si dedica alla Musica Antica su strumenti storici come la vihuela, il liuto rinascimentale, la chitarra barocca e il liuto barocco, su cui si è esibito molte volte. Suona una chitarra classica Masaki Sakurai (2017) e una Greg Smallman (2010), utilizza corde Dâddario e incide per la casa discografica NAXOS.

16 maggio 2019 ore 18,30Marengo Museum, Alessandria

Marco Tamayo e Anabel Montesinos,  chitarra, e il Quartetto d’archi dell’Orchestra Classica di Alessandria

2 Schermata 2019-04-11 a 10.02.45.png

Marco Tamayo, chitarrista cubano di cittadinanza austriaca, acclamato come il “Re della chitarra” dal quotidiano “La Stampa”, è vincitore di alcuni dei più importanti concorsi internazionali tra cui il Michele Pittaluga Premio città di Alessandria nel 1999, l’Andres Segovia di Granada e quello di La Herradura in Spagna, Il Nikita Koshkin di Rust in Austria, il Leo Brouwer de La Havana a Cuba nel 1994. Si è esibito con importanti orchestre e sotto la direzione di eccellenti Direttori in ogni parte del globo ed è una delle figure di spicco della chitarra classica dei giorni nostri. Attualmente insegna al Mozarteum di Salisburgo e al Landeskonservatorium Gustav Mahler di Klagenfurt. E’ inoltre Docente ospite all’Accademia Musicale di Danzica in Polonia, e, nel recente passato, ha insegnato anche presso l’Università di Sydney in Australia. Il suo saggio dal titolo “Essential Principles for the performance on the classical guitar” ha cambiato, rinnovandolo l’approccio allo strumento ed il metodo di insegnamento. I suoi studenti godono di ottima reputazione in ambiente internazionale. Marco Tamayo è Direttore Artistico del Concorso Internazionale di chitarra Michele Pittaluga ed è anche Cittadino Onorario di Alessandria e di Solero. Marco Tamayo suona una chitarra Simon Marty, è un Artista Savarez e usa corde Alliance Blue-Cantiga. Ha fondato e dirige la Marco Tamayo Edition, una casa editrice nata nel 2014 che propone pubblicazioni aggiornate di edizioni per chitarra classica. Continua a leggere “Rassegna concertistica “Musei & Musica” Gli artisti”

Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria

Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria

Alessandria: Musei & Musica” è la nuova offerta culturale per il territorio alessandrino che coinvolge, da un lato, i musei più importanti della Città di Alessandria e, dall’altro, giovani promettenti musicisti di rilevanza internazionale.

Locandina Programma generale Rassegna Musei e Musica_Alessandria.jpg

La rassegna concertistica intende in particolare mettere in luce il prestigio delle collezioni presso il Museo di Palazzo Cuttica (via Parma, Alessandria) e quello di Marengo Museum (via Delavo, Spinetta Marengo) e, al contempo, offrire la fruizione di concerti di musica classica, proposti in un orario speciale: l’ora dell’aperitivo.

“Musei & Musica” è promosso da CulturAle-ASM Costruire Insieme e dall’Amministrazione Comunale di Alessandria, in collaborazione con il Concorso Internazionale di Chitarra Classica “Michele Pittaluga”, il Club per l’Unesco di Alessandria e la Fondazione Gioventù Musicale d’Italia di Milano.

IMG_2588IMG_2592

Alla conferenza stampa di presentazione, che si è svolta questa mattina nella Sala Giunta del Palazzo Comunale di Alessandria, erano presenti il Sindaco della Città di Alessandria, con delega alle Politiche culturali, l’Assessore comunale alle Manifestazioni ed Eventi di Alessandria, Cristina Antoni, Presidente di CulturAle-ASM Costruire Insieme di Alessandria e Micaela Pittaluga, Presidente Comitato Promotore del Concorso Internazionale di Chitarra classica “Michele Pittaluga” di Alessandria.

L’obiettivo precipuo della rassegna è quello di favorire la fruizione del patrimonio artistico e dell’arte dei Musei Civici alessandrini, di diffondere la musica e la cultura musicale, in particolare tra i giovani, e di valorizzare e sostenere giovani musicisti talentuosi attraverso esperienze di eccellenza Continua a leggere “Rassegna concertistica “Musei & Musica” aprile-luglio 2019, Musei Civici di Alessandria”

Cinema Macallè: Ray Gelato meets The Good Fellas

Cinema Macallè: Ray Gelato meets The Good Fellas

Il Cinema Macallè chiude la stagione musicale 2018 / 2019 con una serata di Grande Swing 

Ray Gelato con The Good Fellas

Concerto Imperdibile di Ray Gelato e The Good Fellas   

Venerdì 12 Aprile 2019 

Ray Gelato meets The Good Fellas

Apertura Porte ore 21,15 Inizio Concerto ore 22,15

Ingresso € 30 Platea € 25 Galleria

Info e Prenotazioni 389 422 61 72

WEB Ray Gelato https://www.raygelato.com/

WEB  The Good Fellas https://www.facebook.com/TheGoodFellasItaly/

RAY GELATO.jpg

Ray (Raymond Keith Irwin) Gelato, nato a Londra, figlio di un italo-americano di Atlantic City militare Usa in Inghilterra, è influenzato fin da piccolo dai dischi del padre che ascolta Sinatra e Sammy Davis Jr. Nelle schede critiche e biografiche Ray Gelato è definito sassofonista, cantante e leader di band jazz, swing e jump blues, oltre a essere noto come uno dei principali musicisti che hanno riportato in auge lo swing.

RAY GELATO1

Tra gli “highlights” della carriera, lo stesso Ray nel suo sito annovera otto esibizioni a Umbria Jazz, il Montreal Jazz Festival, la Carnegie Hall, il Blue Note di New York, dove ha suonato anche al Lincoln Center. Ha suonato alle nozze di Paul McCartney, ha aperto per Robbie Williams alla Royal Albert Hall, e si è esibito in due occasioni per la Regina Elisabetta.

Ad Accompagnare sul palco l’artista inglese  The Good Fellas, nati nel lontano 1993 da un’idea del contrabbassista Mr. Lucky Luciano e l’inseparabile batterista Fabrice “Bum Bum” La Motta. The Good Fellas sono una delle swing band italiane più note e gettonate con un grande numero di concerti sulle spalle. Al loro attivo partecipazioni a festival del calibro dell’Umbria Jazz e del Summer Jamboree di Senigallia. Molte anche le collaborazioni tra cui quelle con il grande Germano Montefiori, il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo e con Cochi e Renato nel loro ultimo tour teatrale.

Apertura Porte ore 21,15 Inizio Concerto ore 22,15 , Ingresso € 30 Platea € 25 Galleria POCHI POSTI DISPONIBILI

Info e Prenotazioni 389 422 61 72

“Movie Blues” la stagione musicale del Cinema Macallè è organizzata con il sostegno di Alegas e Al51 Alessandria 

da Salvatore Coluccio

“Note di viaggio” di Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira: un progetto fiabesco diventato spettacolo da togliere il fiato

” Gli scienziati dicono che siamo fatti di atomi, ma un albero mi ha sussurrato che siamo fatti di sogni, un’onda mi ha detto che siamo fatti di viaggi, un bambino che gioca con le fate mi ha raccontato che siamo fatti di meraviglia”.
(cit. Fabrizio Caramagna)

Siamo fatti di viaggi e sogni fiabeschi, di fragranze speziate e magia dei Paesi lontani, dove le donne velate con le loro danze sensuali dipingono davanti ai nostri occhi immagini surreali di sorprendente bellezza e raffinatezza. Sicuramente da un grande incanto è nata una coraggiosa e preziosa idea artistica dal nome “Sharg Uldusù” che: ” … propone progetti che hanno in comune l’amore per le musiche del vicino e medio Oriente con le possibili collaborazioni che ne possono derivare”. Un progetto che “… abbraccia una vasta area geografica che parte dall’ agorà Mediterraneo, il Mare Nostrum, ricco di storia e culture che abbiamo condiviso per secoli e che oggi ci appaiono così lontane. Uno sguardo rigorosamente laico che abbraccia l’arte e la bellezza, condividendo valori estetici di un mondo che si vorrebbe migliore (…)” cit. Ermanno Librasi, fonte originale http://www.sharguldusu.it/

Proprio all’interno dell’appena menzionato “Sharg Uldusù” è nato un incantevole spettacolo dal titolo “Note di viaggio”: un incontro magico di tre personaggi di estrema sensibilità e attitudine artistica, di tre straordinari professionisti del settore uniti dalla stessa passione e voglia di far conoscere attraverso un linguaggio musicale, canoro e del corpo le antiche e moderne culture del Mediterraneo, un connubio sublime di tre grandi personalità artistiche come Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira. Nessuno può rimanere indifferente alla loro travolgente arte che racconta con estrema spiritualità e carisma il pellegrinaggio dell’umanità intera dall’Oriente all’Occidente, la storia e la ricchezza culturale di popoli lontani ma, allo stesso tempo, così vicini al Mare Nostrum.

Lo spettacolo “Note di viaggio”, con la sua prima ufficiale durante il programma “Verseggiando sotto gli astri di… Fagnano Olona” organizzato nell’ambito della rassegna “Percorsi Culturali”, ha lasciato tutto il pubblico senza fiato, con i cuori battenti all’impazzata e con gli occhi lucidi e stregati da cotanta bellezza.

La visione di “Note di viaggio” è un’emozione unica e imperdibile, consigliata a Tutti!

Izabella Teresa Kostka, Milano 2019

ERMANNO LIBRASI – Metal & Bass Clarinet, S. Sax, Balaban (Duduk Azerbaijan), Furulya (Flauto balcanico), Zurna (Oboe turco), EWI, Elettronica

Clarinettista di formazione classica, insegnante di Educazione musicale e organizzatore di eventi culturali e lezioni/concerto presso diversi istituti.
Si dedica successivamente allo studio della musica jazz e del saxofono esibendosi con numerosi gruppi e dirigendo la Saint Gregory Jazz Band, formazione di 21 elementi dedita allo swing.
Nei primi anni ’90 segue la svolta etnica intrapresa da molti artisti che praticano l’improvvisazione come possibile linguaggio di incontro tra culture musicali diverse. Collabora con parecchi gruppi multietnici dedicandosi allo studio di strumenti musicali appartenenti alle tradizioni araba, turca e persiana come Duduk, Zurna, Kaval, e Baglama. Compone e arrangia il repertorio del gruppo Armonia Mundi sui cd “ Cigana “ ed. Aria – 1998 e “Baladi “ ed. Mingus – 1999.
Insieme al musicista di Teheran Darioush Madani fonda l’Ensemble Karevan che, tra l’altro, accompagnerà lo scrittore Younis Tawfik nelle presentazioni del suo libro “ La Straniera “ ed. Bompiani.
Si esibisce col gruppo tedesco Embryo col quale registra una suite che vede la partecipazione del virtuoso cinese di erh-hu Xizhi Nie.
Con Zakaria Aouna, percussionista di Rabat, crea Sahara Karevan che propone musica arabo-andalusa con danza del ventre.
Nel 2002 conosce Fakhraddin Gafarov, virtuoso di Tar azero e già direttore del Conservatorio Nazionale di Baku, capitale dell’Azerbaijan. Da questo incontro nasce l’Ensemble Sharg Uldusù (Stella d’Oriente) che propone una accurata selezione di melodie del vicino e medio oriente in numerosi concerti sia in Italia che all’estero e registra i CD “Sarevan “ ed. Nuvole in Viaggio – 2004, “ Sahara Karevan “ ed. SK – 2005 e “ Ghel Ghel “ ed. SK-2008.
Il 2012 è l’anno dell’incontro con l’armonicista jazz Max De Aloe che invita l’Ensemble Sharg Uldusù al decimo Gallarate Jazz Festival.
Nasce così una proficua collaborazione che porterà alla fondazione di Sharg Uldusù 4Tet con il virtuoso di Oud Elias Nardi e il poliedrico percussionista Francesco D’Auria.

Ermanno Librasi, foto: Umberto Barbera

DANIEL KOLLE – voce e percussioni.

Nato a Douala in Camerun nel ‘69, Daniel Kollè è figlio di un pastore protestante e titolare di un diploma in filosofia e lettere. Fa le sue prime apparizioni musicali in Italia nel ‘96, collaborando con vari gruppi e associazioni di tendenze afro, etnico e tribali.
Dall’esperienza maturata nei cori delle zone centrali dell’Africa, si esibisce inizialmente come corista vocalista. Ben presto però arricchisce il suo messaggio musicale esibendosi contemporaneamente come vocalista-percussionista accompagnatore.
Nello stesso periodo approfondisce le sue conoscenze partecipando a vari corsi e seminari in prestigiosi istituti milanesi, come il C.P.M. (Centro Professione Musica) e la Civica Scuola Jazz affiancando personaggi come Giorgio PALOMBINO e Toni ARCO.
Quello di Daniel è un percorso acustico che vanta molte tappe, dalle collaborazioni con diversi ensemble musicali, alla costituzione della Bantu Band, gruppo con il quale ha partecipato a innumerevoli manifestazioni canore e Festival in tutta Italia, in Europa e in Sud America. Tra queste,una tappa di rilievo è stata il Festival in memoria di Lucio Battisti a Poggio Bustone (città natale del cantautore italiano) nel 2001, dove ha emozionato la platea con una versione afro del brano “Canto Libero“; ma anche il Tour europeo e quello brasiliano con il coro Cantosospeso, la cantante americana Liz Mc Comb, Mouna Mari della Tunisia, Angelique Kidjo del Benin, Sandro Cerino, Mauro Pagani e Luca Dell’Anna (Italia); Rubens de la Corte e Davi Vieira (Brasile), Kolon Kandya (Burkina Faso); Lazare Ohandja (Camerun); Mercan Dede (Turchia); Ermanno Librasi (Medio Oriente). Tutte situazioni nell’ambito delle contaminazioni world music. Tra i riconoscimenti ricevuti vi è il primo posto conquistato all’Extra Festival di Radio Popolare nel 2004 con i likembe, per la rivisitazione all’africana del celebre pezzo “Lo shampoo” di Giorgio Gaber.
Dal ’96 ad oggi, musicista docente, impegnato in educazione alla mondialità ed inter-culturalità in varie scuole, palestre e biblioteche sul territorio nazionale. Continua a leggere ““Note di viaggio” di Ermanno Librasi, Daniel Kolle e Laura Zahira: un progetto fiabesco diventato spettacolo da togliere il fiato”