La Polizia arresta S.B. in esecuzione sentenza definitiva per rapina

La Polizia arresta S.B. in esecuzione sentenza definitiva per rapina

Questura di Alessandria: La Polizia di Stato di Casale Monferrato, sabato 20 u.s. ha tratto in arresto su ordine di esecuzione dell’A.G., Salvatore BALSAMO di anni 45, residente in questo centro.

questura-polizia copia.png

Lo stesso era stato condannato dal Tribunale di Imperia, alla pena della reclusione di anni 3, per una rapina perpetrata nell’anno 2014 in località Arma di Taggia (IM).

Il BALSAMO aveva scontato parte della detenzione e nel frattempo proponeva prima ricorso in secondo grado alla Corte di Appello di Genova e poi alla Suprema Corte di Cassazione, vedendosi confermare in entrambi i casi il verdetto di colpevolezza.

La sentenza diveniva definitiva il 21 marzo 2019 ed in base a tale disposto, il P.M. titolare dell’indagine, il 19 c.m. emetteva l’ordine di esecuzione per la carcerazione a carico del predetto, inoltrato al Commissariato di P.S. per l’esecuzione in relazione alla competenza territoriale.

Il BALSAMO Salvatore era rintracciato dagli investigatori nei pressi della sua abitazione e, dopo le formalità di rito veniva tradotto presso la Casa circondariale di Vercelli al fine di scontare il residuo pena, pari ad 1 anno, 8 mesi e 9 giorni di reclusione.

SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO

SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO

Falso assicuratore alessandrino, sebbene già denunciato in passato e con procedimento penale in corso (con diverse perquisizioni subite) ha continuato la sua attività illecita.

Gli agenti del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, nel corso di un normale servizio di vigilanza stradale, hanno sottoposto a controllo un’autovettura; dalla visione della documentazione esibita, l’attenzione degli operatori è stata attirata dal certificato assicurativo che, sin da subito, ha destato qualche sospetto.

questura-polizia copia

Infatti, da successivi accertamenti presso la banca dati ANIA, il certificato assicurativo risultava  inesistente e, quindi, la vettura risultava circolare senza la prescritta copertura assicurativa.

Di conseguenza, il malcapitato conducente si è visto sequestrare la vettura (in circolazione senza la prescritta copertura assicurativa) ma ha potuto comunque sporgere una dettagliata querela nei confronti del suo assicuratore e questo ha permesso al personale del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, di avviare le indagini.

Le meticolose indagini del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme hanno permesso di giungere ad A.Z., 53enne alessandrino, già titolare di un’Agenzia di Assicurazioni ad Alessandria che, nonostante la revoca da parte dell’IVASS, nel 2017, del mandato ad operare come assicuratore, aveva continuato indisturbato a svolgere la sua attività in modo del tutto illecito a danno di ignari proprietari di autovetture. Continua a leggere “SCOPERTO FALSO ASSICURATORE, DENUNCIATO”

Profughi stipati nel camion per raggiungere la Spagna

Profughi stipati nel camion per raggiungere la Spagna

Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada è intervenuta presso l’Area di servizio Stura Ovest dell’A/26 Genova-Gravellona, sita nel comune di Belforte Monferrato (AL), allertata dal conducente di un autoarticolato, in quanto, dopo essersi fermato per una sosta, ha udito dei rumori provenire dall’interno del semirimorchio.

questura-polizia copia

Allarmato, l’autista ha aperto le porte del rimorchio, notando con sua grande sorpresa che all’ interno vi erano 4 ragazzi, presumibilmente di nazionalità Afgana, stipati insieme alla merce trasportata, che chiedevano aiuto in quanto stremati dal viaggio.

L’autista, partito con il suo carico di detergenti dalla Serbia e diretto in Spagna, alla vista dei 4 profughi, peraltro in apparenti buone condizioni di salute, ha subito allertato la Centrale Operativa della Polizia Stradale di Genova che immediatamente ha provveduto ad inviare sul posto per gli accertamenti del caso una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada.

Gli Agenti subito hanno attivato la procedura prevista chiedendo l’intervento della Croce Rossa per trasportare le 4 persone, peraltro di età molto giovane, dapprima presso gli Uffici della Questura per l’identificazione e successivamente presso l’Ospedale per i controlli medici e per l’esame “auxologico” dal quale risultava un’età presunta di anni 19.

Infine, dopo i dovuti accertamenti, sono stati trasferiti ed affidati alla Cooperativa Sociale “La Colomba” di Torre Garofoli (AL). 

Donna di 55 anni viaggiava a 151 km/h sulla Sp.30, patente ritirata

Donna di 55 anni viaggiava a 151 km/h sulla Sp.30, patente ritirata

Gli uomini del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme, nel corso di specifici servizi volti al controllo del superamento dei limiti di velocità sulle strade statali della provincia di Alessandria, hanno fermato una BMW X6 che viaggiava 60 km/h oltre il limite consentito.

questura-polizia copia.png

È di Acqui Terme ed è donna, L.T. 55enne che alla guida della sua BMW X6 “sfrecciava” sulla Sp. 30 tra i comuni di Strevi ed Acqui Terme alla velocità di 151 km/h, che è stata fermata dagli uomini del Distaccamento Polizia Stradale di Acqui Terme che erano impegnati al controllo della velocità con il Telelaser Trucam.

Il Telelaser Trucam in dotazione alla Polizia Stradale, sembra un normale Telelaser ma in realtà è dotato di una telecamera che filma istante per istante il veicolo che sta commettendo l’infrazione, anche a distanze notevoli. Continua a leggere “Donna di 55 anni viaggiava a 151 km/h sulla Sp.30, patente ritirata”

Alessandria: DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO A BORDO TRENO

Alessandria: DENUNCIATO DALLA POLIZIA DI STATO A BORDO TRENO

Denunciato.jpg

Nella tarda mattinata di giovedì, 11 aprile, un cittadino italiano 25enne a bordo di treno Regionale da Asti ad Alessandria, a seguito di un controllo da parte degli Agenti della Polfer di Alessandria in servizio di scorta a bordo treno, veniva sorpreso in possesso di 3,5 grammi di sostanza stupefacente, tipo marijuana, imbustata in cellophane e che veniva prontamente sequestrata.

Da successivi accertamenti veniva trovato all’interno del giubbotto un portafoglio con documenti intestati ad un cittadino senegalese, denunciati smarriti nei giorni precedenti.

Il giovane, residente nel bresciano, già noto perché denunciato il 14 febbraio u.s. per detenzione di stupefacente, al tempo 12 grammi di marijuana, nella stazione di Torino Lingotto, veniva pertanto segnalato all’Autorità Amministrativa per lo stupefacente detenuto, e denunciato per ricettazione per i documenti di cui non sapeva giustificare il possesso.

Ruba 2000 litri di gasolio, arrestato

Ruba 2000 litri di gasolio, arrestato

Nella mattinata del 27 Marzo u.s. il titolare di una ditta di escavazioni della provincia Alessandrina, denunciava presso la Sottosezione Polizia Stradale di Ovada, il furto di circa 2000 litri di gasolio asportati dai mezzi d’opera impegnati nei lavori in un cantiere per il ripristino della linea ferroviaria tra i comuni di Prasco ed Acqui Terme.

questura-polizia copia.png

Lo stesso riferiva che il gasolio era stato asportato dai serbatoi dei mezzi d’opera parcheggiati all’interno del cantiere, nelle ore notturne, nelle giornate precedenti e che, per arginare e scoraggiare tale azione predatoria, aveva installato delle telecamere.

Gli uomini dell’Ufficio della Polizia Giudiziaria della Sottosezione Polizia Stradale di Ovada, coordinati dal Comandante del Reparto Sost. Commissario Coordinatore Paolo POLVERINI, dalla visione delle immagini notavano sempre la stessa persona che dopo aver aspettato la chiusura serale del cantiere, si avvicinava ai mezzi d’opera con un tubo di gomma e delle taniche di plastica.

Visto ciò, anche perché i furti nelle giornate precedenti erano stati perpetrati sempre nello stesso orario, il personale della Polizia Giudiziaria, decideva di appostarsi all’interno del cantiere. Continua a leggere “Ruba 2000 litri di gasolio, arrestato”

“ARRESTATO PER TENTATA RAPINA IMPROPRIA ALL’ESSELUNGA”

“ARRESTATO PER TENTATA RAPINA IMPROPRIA ALL’ESSELUNGA”

Questura di Alessandria:  Nella serata di domenica 7 Aprile u.s. il personale della Sezione Volanti della Questura di  Alessandria traeva in arresto CHAFICK Omar nato il 16.09.1981 in Palestina, senza fissa dimora, con precedenti di Polizia,  in quanto resosi responsabile del reato di tentata rapina impropria ai danni del supermercato Esselunga.

questura-polizia copia

Intorno alle ore 19.35 il personale della Squadra Volante si portava, su disposizione della locale Sala Operativa, in questo c.so Borsalino presso il Supermercato Esselunga per la segnalazione di un furto.

Giunti sul posto gli agenti identificavano il responsabile per il tale CHAFICK Omar colto dal personale della vigilanza nell’atto di occultare prodotti di elettronica, alimentare e per l’igiene personale, nello zaino che portava con sé ed all’interno dei pantaloni. Giunto alle casse pagava solo alcuni dei prodotti per poi allontanarsi.

Fermato dalla vigilanza veniva successivamente identificato dal personale Volante e sottoposto a perquisizione che dava esito positivo in quanto veniva rinvenuto un coltello di circa 12 cm di lunghezza.

Successivamente, dopo aver minacciato di morte il sorvegliante, CHAFICK cercava di divincolarsi dagli agenti di Polizia con l’intento di darsi alla fuga, cercando poi di colpire a più riprese gli operatori, veniva perciò prontamente bloccato ed arrestato.

Su disposizione del P.M. di turno veniva condotto presso le Camere di Sicurezza della locale Questura in attesa della celebrazione del rito in direttissima. L’arresto veniva convalidato nella giornata di lunedì.

Polizia: Arresto di L.S. pluripregiudicato, per furto aggravato di un auto

Polizia: Arresto di L.S. pluripregiudicato, per furto aggravato di un auto

Nella serata del 30 marzo u.s. personale della Squadra Volanti della Questura di Alessandria procedeva all’arresto di  LODDO Stefano, nato il 02.02.1974, s.f.d., pluripregiudicato,  poiché resosi responsabile del reato di furto aggravato su un’autovettura.

questura-polizia copia

Alle ore 21.20 circa, le pattuglie della Squadra Volanti venivano inviate dalla locale Sala Operativa in questa via Benedetto Croce per la segnalazione di un furto su autovettura,  allertata dal proprietario del veicolo che sorprendeva il malvivente mentre rovistava sulla stessa.

Il LODDO colto sul fatto veniva infatti  fermato dal proprietario che nel frattempo aveva già allertato le Forze di Polizia, ma nonostante ciò riusciva a darsi alla fuga.  Giunti celermente sul posto, gli agenti si mettevano immediatamente sulle tracce del malvivente, visto scappare dal proprietario, di cui forniva analitica descrizione.

LODDO veniva, pertanto, rintracciato poco dopo e grazie al pronto intervento delle Volanti si consentiva l’arresto in flagranza di reato. L’arresto veniva successivamente convalidato dall’A.G.

“ARRESTATI PER TENTATO FURTO AGGRAVATO PRESSO IL BAR ROVIDA SIGNORELLI IN PIAZZA GARIBALDI ”

“ARRESTATI PER TENTATO FURTO AGGRAVATO PRESSO IL BAR ROVIDA SIGNORELLI IN PIAZZA GARIBALDI ”

Questura di Alessandria: Alle ore 02.15  del 04 Aprile u.s. il personale della Squadra Volanti di Alessandria traeva in arresto in flagranza di reato due cittadini di nazionalità albanese, tali  MEMAJ Sokol, nato il 6.5.1988 e KERCUKU Haxhi nato il 22.07.1969, entrambi domiciliati in Alessandria e  pluripregiudicati per reati contro il patrimonio, poiché resisi responsabili, in concorso tra loro,  del reato di tentato furto aggravato perpetrato in danno al bar “ Rovida Signorelli” sito in questa piazza Garibaldi.

questura-polizia copia

Nel corso dell’ordinaria attività di controllo del territorio, il personale delle Volanti notava due individui  sospetti armeggiare, nel cuore della notte, vicino alla porta d’ingresso del sopra citato bar.

Gli stessi  alla vista della volante si allontanavano precipitosamente cercando di far perdere le proprie tracce.

Solo grazie alla rapidità ed al pronto intervento degli operatori di volanti si consentiva di bloccare i malviventi ed impedire il furto.

Nel coso dei successivi accertamenti si  verificava che i malviventi avevano forzato la porta d’ingresso del bar “Rovida Signorelli  allo scopo di consumare il furto, e prima di essere controllati, avevano cercato di  disfarsi di arnesi atti allo scasso, precisamente di un martelletto frangivetri, due paia di guanti in lattice e una torcia,  che venivano recuperati e sottoposti a sequestro penale dal personale operante.

Per quanto sopra i malviventi venivano tratti in arresto e su disposizione del P.M. di turno condotti presso le camere di sicurezza della Questura di Alessandria in attesa del giudizio in direttissima.

Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato

Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato

Sicurezza assoluta e vita tranquilla sono sempre desiderate, ma mai raggiunte né raggiungibili se non attraverso una lotta di tutti i giorni, una fatica sempre rinnovata” (Luigi Einaudi)

26-01-2015 BELLUNO NUOVO QUESTORE DI BELLUNO MICHELE MORELLI

(Comandante, dia pure il riposo)

Oggi ricorre il 167^ anniversario della Polizia di Stato, Istituzione tra le più apprezzate della nostra Italia, che con orgoglio rappresento nella provincia alessandrina. Ma lungi da me  tramutare questo momento in apologia di se’ stessi, un errore che ognuno di noi poliziotti deve evitare, essendo ognuno di noi non la Polizia, bensì “parte” della Polizia.

E’ la Polizia, e non l’individualismo, a costituire il nostro eadem sentire e al concetto, non ai soggetti, dobbiamo ricondurre il nostro modo d’agire. Ora, poiché la forza della nostra Amministrazione è – tra le altre – il  sapersi proiettare nell’innovazione rimanendo sui solchi della tradizione, è del pari da rifiutare il refrain per il quale la Polizia di Stato è solo quella “di una volta”, o che lo sia oggi solo un settore per quanto importante. Sono retaggi nostalgici  ed antistorici, che non hanno ragione d’essere.

La Polizia di Stato era ed è, e comprende chi ne ha fatto parte, chi ne fa parte e chi si approccia a farne parte, come gli Allievi Agenti del 204^ Corso di formazione che, in rappresentanza, sono qui tra noi. A loro, che sono il nostro futuro, come ai neo Sovrintendenti, chiedo di riflettere sui concetti testé esposti, sicuro di trovarne terreno fertile. A tutti i presenti, chiedo di condividere un pensiero, commosso e sentito, nei riguardi di coloro che hanno sacrificato la propria vita per il bene comune primario della collettività al pari della libertà, ossia la Sicurezza. Sacrificio e fatica, parafrasando la frase d’apertura di Luigi Einaudi, hanno percorso i 167 anni della storia della Polizia di Stato, e sacrificio e fatica non hanno rumore: ad essi va portato rispetto, col silenzio… Continua a leggere “Discorso del Questore di Alessandria alla Festa della Polizia di Stato”

Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!

Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!

Questura di Alessandria: Nella mattinata di lunedì 10 aprile, presso il Teatro Comunale di Casale Monferrato ha avuto luogo la cerimonia del 167^ Anniversario della Fondazione della Polizia di Stato (10 aprile 1981, data di pubblicazione della L. n. 121), il cui tema celebrativo è stato anche quest’anno, “Esserci Sempre”.

La prima parte della cerimonia ha avuto luogo, a partire dalle ore 09.45,  all’interno del cortile della Caserma “Franzini” sede della Questura, ove sono stati resi gli onori ai caduti della Polizia di Stato mediante la deposizione, da parte del Questore, di una corona d’alloro al monumento loro dedicato. Alla deposizione, erano presenti il Prefetto di Alessandria, i responsabili degli uffici, rappresentanze del personale nonché il Presidente dell’A.N.P.S. unitamente ad una rappresentanza della Sezione con Bandiera o Labaro.

questura-polizia copia

Il momento commemorativo, è stato celebrato dal Cappellano della Polizia di Stato, Don Augusto Piccoli che si è soffermato con i presenti per una breve meditazione spirituale.

Alle successive ore 11.00 la manifestazione, alla quale hanno preso parte le Autorità Istituzionali e religiose  della provincia, fra cui il Prefetto, il Sindaco, il Vescovo, il Presidente del Tribunale, il Procuratore della Repubblica ed i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, del Corpo Forestale e dei Vigili del Fuoco, è proseguita presso il Teatro Comunale di Casale Monferrato.

Quest’anno alla manifestazione erano presenti anche gli alunni dell’Istituto Superiore Cesare Balbo di Casale Monferrato.

Per sottolineare la continuità degli ideali di sacrificio e di abnegazione degli appartenenti alla Polizia di Stato alla cerimonia sono stati, altresì, invitati,  i familiari delle Vittime del Dovere Continua a leggere “Tutto il personale della Polizia di Stato unito nelle celebrazioni del 167^ anno dalla data della fondazione, nel motto: “Esserci Sempre”!”

“167^anniversario dalla Fondazione della Polizia di Stato”

“167^anniversario dalla Fondazione della Polizia di Stato”

Questura di Alessandria: La Polizia di Stato celebra domani il 167° anniversario dalla fondazione, alla presenza delle più alte cariche dello Stato.

questura-polizia copia

Sarà la splendida “Terrazza del Pincio”, a Roma, ad ospitare l’evento, che si svolge il 10 aprile, data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge n. 121 del 1981 che ha delineato l’organizzazione ed i compiti della Polizia di Stato.

#Essercisempre, il popolare hashtag della Polizia di Stato, ben identifica lo scopo dell’iniziativa: condividere la ricorrenza con i cittadini, ai quali è rivolto l’operato quotidiano delle donne e degli uomini della Polizia di Stato.

Durante la cerimonia verranno consegnate le onorificenze e le ricompense ai poliziotti caduti in servizio, a quelli che hanno portato a termine importanti attività operative, nonché agli sportivi olimpici del Gruppo Fiamme Oro che hanno conseguito importanti risultati sportivi nel corso dell’anno. Continua a leggere ““167^anniversario dalla Fondazione della Polizia di Stato””

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova – Torino

CATTURANDO rintracciato dalla Polizia di stato sul treno genova  – Torino

Nell’ambito degli assidui controlli di viaggiatori attuati dal Compartimento Polfer di Torino, sulle tratte e nelle Stazioni di competenza, verso le ore 17 di lunedì 1° aprile u.s. una pattuglia Polfer di Novi Ligure in servizio di scorta su treno regionale Genova/Torino, procedeva all’identificazione di un cittadino italiano di trentadue anni, domiciliato nell’alessandrino.

foto novi ligure

All’esito delle risultanze del preliminare controllo in Banca Dati Interforze, effettuato sul posto tramite palmare di servizio, l’uomo veniva accompagnato presso gli Uffici Polfer di Novi Ligure per ulteriori accertamenti, al termine dei quali veniva constatata l’effettività di un Ordine di Esecuzione per la Carcerazione, emesso nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pavia, per l’espiazione di anni 6 mesi 9 e giorni 1 reclusione, riferibili a cumuli di pena per numerosi furti commessi in esercizi pubblici, nell’ Alessandrino e nei comuni di Milano e Genova.

Gli operanti dopo aver sottoposto l’uomo ai rilievi fotodattiloscopici ed antropometrici presso il Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Alessandria, al termine delle attività di rito, procedevano a trasferirlo presso la Casa Circondariale di Alessandria.

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

“7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI”

Sulla base delle indagini di Polizia Giudiziaria eseguite dalla Digos della Questura di Alessandria e dei successivi accertamenti sulle posizioni giuridiche penali dei soggetti coinvolti, a seguito di episodi di violenza verificatisi nel corso di due diversi eventi sportivi, il Questore di Alessandria ha emesso n.7 provvedimenti di Divieto di Accesso alle Manifestazioni Sportive curati dalla Divisione Anticrimine.

Tre i provvedimenti emessi per i  fatti accaduti il 12 Dicembre 2018, prima della partita “Alessandria Calcio 1912- Novara” in cui  tre Ultras, di cui due appartenenti alla tifoseria ospite, si sono resi responsabili di tafferugli in prossimità del varco di accesso (in zona riservata al passaggio dei soli residenti in loco) del locale impianto sportivo “Moccagatta”, a seguito dei quali  rimanevano contusi due stewards. I DASPO emessi nei confronti di P.F. e L.M della durata di 1 anno, mentre per M.G. della durata di 5 anni con obbligo di presentazione all’Autorità di P.S. di Novara.

Quattro, invece, i  provvedimenti emessi per i fatti accaduti il 20 gennaio 2019 durante la partita “Juventus U23- Carrarese”  in cui alcuni Ultras della carrarese presenti nella curva sud di questo stadio Moccagatta, accampando dinamiche interne a quella tifoseria, nel corso della partita deliberatamente e gratuitamente inseguivano e colpivano più volte con pugni sul capo un altro tifoso della carrarese tanto da costringerlo prima a rifugiarsi nella zona di sicurezza presidiata dagli stewards e poi ad uscire dall’impianto per ricorrere all’ausilio delle Forze dell’Ordine, per gli stessi fatti i responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria ai sensi degli artt. 110, 339 e 610 c.p. (violenza privata aggravata in concorso). Continua a leggere ““7 PROVVEDIMENTI DASPO EMESSI DAL QUESTORE MORELLI””

Dispositivo antinquinamento alterato

Dispositivo antinquinamento alterato

Questura di Alessandria: V.D. 62enne residente a Casale Monferrato, nella mattinata del 23 marzo u.s., alla guida dell’autocarro Iveco di proprietà di una ditta Astigiana, veniva sottoposto a controllo da parte degli Agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Casale Sud.

questura-polizia copia

L’attenzione degli Agenti è stata attirata dalle emissioni dei gas di scarico dell’autocarro tant’è che, da un’attenta ispezione del veicolo, hanno rinvenuto, occultata all’interno del cruscotto strumenti, dietro al vano porta fusibili, una centralina elettronica esterna collegata con dei cavi al sistema di controllo SCR (Selective Catalyc Reduction), modificando ed alterando così la funzionalità del dispositivo antinquinamento.

Il sistema SCR, infatti, serve a comandare un’adeguata iniezione di AdBlue a monte del catalizzatore riducente, in modo che all’interno di quest’ultimo possa avvenire una reazione chimica che consente di trasformare gli ossidi di azoto in gas meno dannosi, in quanto già presenti nell’atmosfera terrestre (vapore acqueo, anidride carbonica e azoto molecolare), quando le valvole EGR non sono più sufficienti  ed è necessario ricorrere al post-trattamento dei gas di scarico. Continua a leggere “Dispositivo antinquinamento alterato”