Sanità, ambiente e ricerca scientifica, di Lia Tommi

“Sanità, ambiente e ricerca scientifica” è il titolo del convegno organizzato da Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in collaborazione con l’ Associazione Cultura e Sviluppo, LAMORO Agenzia di sviluppo del territorio e la Fondazione SolidAL Onlus, il prossimo 24 ottobre nella sala Conferenze Palatium Vetus in Piazza della Libertà, 28.

Il Convegno, patrocinato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e dall’Ordine degli Infermieri della Provincia di Alessandria, prenderà avvio alle 9 con i saluti istituzionali del Presidente della Fondazione della Cassa di Risparmio di Alessandria Pierangelo Taverna, del Presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi, del Sindaco della Città di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco e di Casale Monferrato Concetta Palazzetti.Si tratta della terza giornata informativa a favore dello sviluppo e la crescita del nostro territorio e, dopo l’introduzione di Umberto Fava dell’Agenzia Lamoro, inizieranno i lavori finalizzati ad affrontare il percorso della Regione Piemonte negli ultimi due lustri sul tema dell’amianto e varie declinazioni sul tema della sanità, l’ambiente e la ricerca scientifica in Piemonte. Sono previste le relazioni degli Assessori alla Salute Antonio Saitta, alla Ricerca Giuseppina De Santis e l’Assessore all’Ambiente Alberto Valmaggia in una tavola rotonda moderata dal Consigliere Regionale Domenico Ravetti. L’amianto, il suo impatto sull’ambiente e la conseguente tragedia umana legata al mesotelioma, sono stati per il territorio alessandrino un vero e proprio dramma.

La seconda parte sarà dedicata alle attività e alle infrastrutture create all’interno dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria per sostenere, supportare e rafforzare la ricerca clinica nei vari settori, con particolare attenzione al mesotelioma. Sarà presentato il percorso alessandrino e quello casalese ed è previsto un confronto in una tavola rotonda moderata da Antonio Maconi, Presidente della Fondazione SolidAL, sulle prospettive future con i direttori della sanità alessandrina Giacomo Centini, Direttore generale dell’Ospedale Santi Antonio e Biagio di Alessandria, e Antonio Brambilla, Direttore ASL di Alessandria e con alcuni tra i maggiori esperti italiani della materia: Renato Balduzzi, Componente del Consiglio Superiore della Magistratura, ex Ministero della Salute; Daniela Degiovanni, Direttrice Scientifica di Vitas Onlus; Rossana Boldi, Deputata della Repubblica Italiana e Vicepresidente della Commissione Affari Sociali della Camera; Alberto Martini, Direttore Scientifico dell’Istituto Gaslini di Genova. Saranno presenti all’incontro Rappresentanti tecnici del Ministero della Salute.

15398089772921931270380-1531300842.jpg

A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA

Obiettivo: fornire informazioni ed orientamento sul tema della tutela della salute e problematiche legate all’amianto

Dal prossimo 23 ottobre, presso la Cisl di Casale M.to in Via Rivetta 41, sarà attivo il nuovo Sportello Salute.

cisl trasporto amico ANTEAS CISL a CASALEcisl volantino SPORTELLO SALUTE CISL CASALEcisl CONFERENZA STAMPA SPORTELLO SALUTE CISL CASALE-16-10-18cisl 44109335_10215829582404860_1472396024080236544_n

Il servizio, presentato questa mattina con una conferenza stampa, nasce dalla sinergia tra Cisl territoriale, FNP CISL Alessandria-Asti (federazione che tutela i pensionati), e dall’associazione di volontariato ANTEAS Cisl in collaborazione con il Dott. Franco MONGIO’ (Cisl Medici), al fine di offrire un servizio gratuito di supporto a tutti i cittadini, guardando sopratutto alle fasce più deboli ed anziane.
Oltre a fornire assistenza su tutto ciò che ruota intorno alla tutela/diritto alla salute lo Sportello dedicherà particolare attenzione alle patologie connesse all’amianto.

“Abbiamo creato questo nuovo servizio con l’intento di essere ancora più vicini al territorio, dal momento che come organizzazione sindacale, oltre alla tutela individuale di lavoratori e pensionati, crediamo nell’importanza di promuovere iniziative a favore di tutta la comunità, a maggior ragione in una città divenuta simbolo della lotta contro la fibra-killer”, spiega Marco Ciani, Segretario generale Cisl Alessandria-Asti. Continua a leggere “A CASALE M.TO NASCE IL NUOVO “SPORTELLO SALUTE” CISL APERTO A TUTTA LA CITTADINANZA”

La Torre Civica si colora di rosa per la prevenzione oncologica

La Torre Civica si colora di rosa per la prevenzione oncologica

Casale Monferrato Comune

Casale Monferrato: Già da alcuni giorni e fino alla fine del mese di ottobre, la Torre Civica sarà colorata di rosa attraverso apposita illuminazione in occasione della campagna di prevenzione oncologica “Nastro Rosa” promossa sul territorio nazionale da LILT.

Dopo il mese di giugno, durante il quale il celebre monumento cittadino si era colorato di azzurro per la campagna “Percorso Azzurro”, il Comune, in accordo con AMC, ha deciso di aderire alla richiesta per sensibilizzare un numero sempre più ampio di donne sull’importanza della prevenzione e diagnosi precoce dei tumori al seno.

“Quel che il corpo racconta”: un convegno in Alessandria sul rapporto mente-corpo

di Maria Luisa Pirrone

Alessandria: Il 19 e 20 ottobre presso il Liceo Scientifico G. Galilei di Alessandria si svolgerà il convegno dal titolo “Quel che il corpo racconta”, organizzato dall’associazione Alboran.

L’associazione, attiva sul territorio alessandrino dal 2005, è composta da psicoterapeuti ad orientamento psicodinamico individuale e di gruppo, con la specificità dell’utilizzo dello psicodramma analitico.

Il convegno, incentrato sulla comunicazione attraverso il corpo, è un evento formativo rivolto a medici, psicologi, insegnanti, educatori professionali, assistenti sociali, infermieri, operatori della riabilitazione. Vedrà la partecipazione di specialisti di rilievo nazionale in campo psicologico e medico e tratterà la complessa tematica della relazione mente-corpo, di come l’una sia portatrice di comunicazioni dell’altro, con un approccio trasversale attraverso tutto l’arco di vita.

L’interesse primario del convegno è quello di promuovere il dialogo e il confronto tra professionisti che si occupano, a livello diverso, del complesso rapporto dialogico mente – corpo durante le varie fasi della vita.

Si porrà l’attenzione a cosa accade quando l’emotività traumatica rimane incistata nel processo primario, quando il corpo è rappresentato da un indistinto “psicosomatico”. Si indagherà se e in che termini i sintomi possano essere considerati rudimentali racconti di una sofferenza che il corpo narra e ripete alla ricerca di qualcuno che se ne prenda cura.

Si analizzerà il significato celato dietro l’uso del corpo da parte delle giovani generazioni, sempre più strumento di comunicazione ambigua attraverso segni indelebili impressi sulla pelle, oggetti metallici che la attraversano, pasticche che trasformano le percezioni, privazioni alimentari inaudite.

E ancora, sarà esplorato il posto che occupa il corpo nell’era digitale, dove la “rete” sembra mediare tutte le relazioni e relegare il corpo alle sue funzioni vitali di base.

Per ulteriori informazioni si può contattare il numero 339-5993055 o visitare il sito http://www.alboranpsicoterapia.com.

Di seguito i relatori, tutte le informazioni per l’iscrizione e il programma delle giornate:

Settimana Nazionale della Dislessia 2018, di Lia Tommi

Dall’1 al 7 di ottobre 2018 AID organizza la terza edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA).

L’iniziativa prevede un articolato programma di eventi di informazione e sensibilizzazione, su tutto il territorio nazionale, organizzati a livello locale da oltre 1.000 volontari, di oltre 80 sezioni AID, in collaborazione con 300 istituzioni tra enti pubblici e istituti scolastici.

Filo conduttore della manifestazione di quest’anno la sinergia di due elementi fondamentali nella visione dell’Associazione, sin dalla sua fondazione: il potenziale e la collaborazione. Ogni persona ha una propria unicità: è importante cooperare per imparare a valorizzare il potenziale di ciascuno, al di là delle difficoltà.

Questo punto di vista diventa cruciale quando ci si relaziona con persone con DSA, siano essi bambini, ragazzi o adulti. Le difficoltà non sono infatti invalicabili: cambiando strategie d’apprendimento o metodologie di lavoro è possibile valorizzare il potenziale di ognuno di loro.

Per far sì che ogni persona con DSA riesca ad esprimere il proprio potenziale, è necessaria la collaborazione di tutti i soggetti interessati: genitori, studenti, docenti, specialisti del settore sanitario, università e datori di lavoro.

Con la Settimana Nazionale della Dislessia 2018 AID si pone quindi l’obiettivo di includere nella riflessione sui DSA anche gli adulti, aprendosi a temi come l’accesso al mondo universitario, l’inserimento lavorativo e tutte le questioni che concernono il passaggio all’età adulta.

In questo modo gli argomenti trattati riprenderanno le fasi che contribuiscono alla realizzazione personale dell’individuo: dall’infanzia, al percorso scolastico, all’apprendimento di un metodo di studio, alla formazione dei docenti, genitori e specialisti, fino alle sfide da affrontare a partire dalla maggiore età.

È fondamentale che questo percorso si sviluppi in maniera positiva, in ogni suo aspetto, per consentire un’effettiva inclusione e una reale scoperta delle potenzialità personali.

Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019”

Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019”

Alessandria: Donare un sorriso a chi soffre, o comunque a chi affronta la degenza ospedaliera e una malattia, non è semplice. Ma c’è chi, con grande forza di volontà ed altruismo, riesce a creare qualche momento magico, a distogliere per qualche minuto i pensieri da ciò che si sta vivendo, regalando un po’ di allegria. Ogni piccolo gesto infatti è determinante per rafforzare la speranza di chi sta vivendo un tratto difficile del proprio cammino.

CLOWN MARAMEO Copertina Calendario 2019-001

Sono i Clown Marameo, attivi in Alessandria da ormai più di sedici anni.

I Marameo sono presenti ogni fine settimana all’ospedale infantile “C. Arrigo”, all’ospedale civile “SS. Antonio e Biagio” e al centro di riabilitazione “Borsalino” di Alessandria oltre che in alcune case di riposo della provincia e a sostegno di diverse altre associazioni.

Anche quest’anno è possibile sostenere i Marameo attraverso il loro calendario dell’anno 2019. I fondi raccolti da questa distribuzione saranno devoluti alla Fondazione Uspidalet Onlus e all’Associazione “Un naso rosso per…” Onlus. Continua a leggere “Clown Marameo O.N.L.U.S.: “Tu chiamalo se vuoi…2019””

Giulia Grillo M5S: Basta con il numero chiuso alla facoltà di Medicina

Giulia Grillo M5S: Basta con il numero chiuso alla facoltà di Medicina

di Pier Carlo Lava

Premettiamo che non siamo d’accordo sull’autocertificazione per il vaccino che riteniamo un grave errore, ma sull’argomento in oggetto condividiamo quanto sostiene la Ministra della salute Giulia Grillo nel post sulla sua pagina facebook, infatti secondo quanto riportato da alcuni media risulterebbe che ci sarà un emorragia di 45.000 medici nei prossimi 5 anni, che si determinerà in Italia per effetto dei pensionamenti e che riguarderà sia i medici di famiglia sia i medici del Servizio sanitario nazionale. Allarme ancora maggiore a 10 anni, al 2028, infatti, saranno andati in pensione 33.392 medici di base e 47.284 medici ospedalieri, per un totale di 80.676.

In questo caso a lanciare l’allarme sono la Federazione medici di medicina generale Fimmg, con una elaborazione dei dati più recenti per ANSA, ed il sindacato dei medici dirigenti Anaao. Preoccupa inoltre anche la situazione di anestesisti e ginecologi, dei primi ne mancano circa 4mila, relativamente ai ginecologi “Entro i prossimi dieci anni ne andranno in pensione 5mila e solo la metà verranno sostituiti”. 

Secondo l’Ordine dei medici il problema della carenza è dovuta anche al fatto che il 35% dei dottori lascia prima del tempo per prepensionamento o per andare nel privato. O per i prepensionamenti di massa, che servono a riequilibrare i bilanci dei centri ospedalieri, o appunto per andare direttamente nel più remunerativo privato. (fonte Avvenire e corriere.it).

Giulia Grillo

Da quando sono ministro della Salute mi sono subito concentrata sul tema della carenza di medici, ereditato da anni di disattenzione dei precedenti governi e da un’errata programmazione. Stiamo già lavorando su norme per sbloccare le assunzioni, superamento del numero chiuso in Medicina e misure per mandare via i dirigenti politicizzati, premiando invece merito e reali competenze.

In tantissime aree del Paese, per alcune discipline medico specialistiche i concorsi vanno deserti, i candidati non partecipano (come nel caso di Parma con zero partecipanti) e quasi ovunque partecipa un numero esiguo. Continua a leggere “Giulia Grillo M5S: Basta con il numero chiuso alla facoltà di Medicina”

Ravetti PD. Sanità, liste d’attesa: Un piano regionale contro i disagi, monitoraggio in Commissione regionale

Ravetti PD. Sanità, liste d’attesa: Un piano regionale contro i disagi, monitoraggio in Commissione regionale

Torino. “Chiediamo che il monitoraggio del piano sulle liste d’attesa venga periodicamente illustrato in Commissione Sanità del Consiglio regionale, in modo da verificare il reale raggiungimento degli obiettivi”. Lo afferma il capogruppo del Partito democratico in Consiglio regionale, Domenico Ravetti, commentando l’annuncio del presidente della Giunta e dell’assessore alla sanità, Sergio Chiamparino e Antonio Saitta, di un piano da 14 milioni di euro per abbattere le liste d’attesa nelle prestazioni sanitarie.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

“E’ piano importante  – continua – che mette in campo tutti gli strumenti e le risorse necessarie per aggredire una situazione che va assolutamente migliorata. L’obiettivo – prosegue – è quello di arrivare all’azzeramento con il coinvolgimento diretto dei direttori generali che avranno la responsabilità dei risultati. La Regione Piemonte – conclude – sta mettendo il massimo impegno per ridurre i disagi subiti dai  piemontesi, consapevoli che la sanità rappresenta il servizio ai cittadini più importante tra le competenze regionali”.

Polmonite nel Bresciano, oltre 150 casi

Polmonite nel Bresciano, oltre 150 casi

Polmonite

http://www.rainews.it/

Ats raccomanda di sostituire i filtri dei rubinetti o di lavarli con anticalcare, di lasciar scorrere l’acqua calda e poi la fredda prima di utilizzarla, allontanandosi dal punto di emissione dopo l’apertura dei rubinetti ed aprendo le finestre.

Viene anche suggerito di portare la temperatura dell’acqua calda a 70-80°C per tre giorni consecutivi assicurando il suo deflusso da tutti i punti di erogazione per almeno 30 minuti al giorno Tweet 09 settembre 2018

Potrebbe essere un batterio presente nell’acqua la causa dei centocinquanta casi di polmonite registrati nella bassa bresciana. Solo gli accessi al Pronto soccorso degli ospedali della zona sono stati 121, ma i casi di polmonite superano i 150. Continua a leggere “Polmonite nel Bresciano, oltre 150 casi”

Va in pensione il Pap Test, ora le donne faranno il Test Hpv

Va in pensione il Pap Test, ora le donne faranno il Test Hpv

Una novità che gradualmente riguarderà tutta Italia per lo screening sul virus del Papilloma Virus Humano, responsabile del tumore al collo dell’utero
Ansa

Blood cells and Papilloma Virus in the vein

ILEXX VIA GETTY IMAGES

https://www.huffingtonpost.it

Dopo oltre 70 anni, l’utilizzo del Pap Test come primo screening per individuare lesioni precancerose al collo dell’utero sta lasciando il posto al Test Hpv, un esame ancora poco noto e in grado di individuare in modo molto precoce la presenza del Papilloma Virus Humano. Già realtà in 6 regioni italiane del Centro Nord, l’utilizzo del Test Hpv dovrebbe andare a regime entro il 2020 a livello nazionale, mentre il Pap Test resta consigliato in seconda battuta, per approfondire eventuali casi di positività.

L’Hpv o papilloma virus è molto diffuso nella popolazione, si trasmette per via sessuale e la maggior parte delle persone ne è portatrice senza saperlo. Alcuni tipi di HPV possono portare all’insorgenza del tumore del collo dell’utero e il nuovo test è in grado di individuarne la presenza prima ancora che si presentino modificazioni visibili al Pap test. Ma si effettua nello stesso modo di quest’ultimo, ovvero tramite prelievo di un campione di cellule dalla cervice uterina. Secondo il Piano Nazionale Prevenzione 2014-18 del Ministero della Salute, entro il 2018 tutte le regioni avrebbero dovuto prevedere il Test Hpv come screening primario per donne tra 30 e 64 anni. Continua a leggere “Va in pensione il Pap Test, ora le donne faranno il Test Hpv”

Vaccini: Slitta l’obbligo, chi pagherà se ci saranno delle vittime?

Vaccini: Slitta l’obbligo, chi pagherà se ci saranno delle vittime?

doctor make vaccinating to patient

di Pier Carlo Lava

Il nuovo Governo M5S – Lega, ha fatto approvare al Senato un emendamento inserito nel decreto Milleproroghe che fa slittare di un anno al 2019-2020 l’obbligo vaccinale per l’iscrizione dei bambini alla scuola d’infanzia.

Si può essere d’accordo oppure no, ma resta il fatto che è una decisione gravissima che mette a rischio la salute dei bambini e potrebbe anche causare delle vittime.

La copertura vaccinale è l’unico metodo per garantire che accadano delle tragedie, ma questo a quanto pare non preoccupa gli estensori dell’emendamento.

Ulteriori dettagli su: https://www.huffingtonpost.it/2018/08/03/slitta-al-2019-lobbligo-vaccinale-per-la-scuola-dinfanzia-ok-allemendamento-nel-milleproroghe_a_23495524/?utm_hp_ref=it-homepage

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Questo slideshow richiede JavaScript.

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Sullo smartphone appare la riproduzione degli organi e permette già di individuare sul piccolo schermo l’area dell’intervento e le vie di accesso. I monitor interni invece rilanciano l’immagine reale: la microtelecamera inquadra i sottili tubi da cui sbucano gli strumenti che stanno per essere utilizzati per un intervento di splenopancreasectomia distale per un tumore della coda pancreatica. L’operazione è poi andata bene, benché sia una di quelle il cui indice di complessità viene classificato come ‘alto’.

Fabio Priora, direttore della Struttura complessa di Chirurgia generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, ripone in tasca il cellulare e spiega come l’operazione che si appresta a compiere sia “certamente complessa”, ma rappresenti perfettamente la nuova frontiera dell’innovazione chirurgica cui ha guardato Giuseppe Spinoglio quando ha avuto l’intuizione di puntare sul robot chirurgico. Spinoglio ha guidato per lungo tempo la chirurgia alessandrina e ha creduto nella robotica al punto di trasformare la prima esperienza pionieristica in un centro di riferimento nazionale e internazionale, coinvolgendo anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha investito risorse per sostenere il progetto di sviluppo che fra il 2005 e il 2010 ha registrato il salto di qualità. Continua a leggere “Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)”

Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan

Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan

Ritiro Valsartan Infografica

Farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan sono stati ritirati in tutto il mondo, a causa della contaminazione da parte di una sostanza ritenuta probabilmente cancerogena.

Uno degli aspetti più importanti di questo ritiro è che coloro che assumono Valsartan comprendano che non devono sospendere l’assunzione senza aver prima consultato un operatore sanitario.

Noi di MyTherapy – un app per la gestione del trattamento– vogliamo aiutare i pazienti a prendere le loro medicine in modo responsabile. Continua a leggere “Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan”

“Articolo 32”: proiezione del docufilm di Emergency alla Casa di Quartiere

Di Maria Luisa Pirrone

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, recita l’articolo 32 della Costituzione italiana.

“Articolo 32” è anche il titolo del film documentario che verrà proiettato questa sera alle 21,15 alla Casa di Quartiere e che parla proprio del lavoro di Emergency in italia, raccontando un paese dove anche un diritto umano fondamentale, come quello ad essere curato, non trova attuazione.

Famiglie in fuga dalla guerra, stagionali impegnati nella raccolta dei pomodori e tanti italiani, i cosiddetti “nuovi poveri”, descrivono le loro difficoltà ad accedere alle cure mediche di cui hanno bisogno.

Il racconto degli operatori si alterna al dialogo con Erri De Luca, Ascanio Celestini e Cecilia Strada.

Il gruppo Emergency di Alessandria sarà presente con un banchetto di raccolta fondi e per un aggiornamento sui progetti in corso.

 

“Articolo 32”

Regia Antonio Di Peppo

Con Erri De Luca, Ascanio Celestini, Cecilia Strada

Produzione Mario Viscardi Piano B

Casa di Quartiere, via Verona 116, Alessandria

Giovedì 19 luglio, ore 21,15

La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato

La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato

Clinica Sant'Anna Casale MOnferrato

Ancora una volta.. ancora la Clinica Sant’ Anna..

A distanza di oltre due anni, nonostante si è passati da dichiarazioni di esubero, licenziamenti individuali, ricorso alla cassa integrazione, alla temporanea chiusura della clinica e alla sua riconversione a struttura psichiatrica, al demansionamento di figure professionali, alla volontà di esternalizzare parte dei servizi della clinica…..siamo ancora a discutere di licenziamenti….

Infatti, dopo innumerevoli incontri tra le OO. SS., la clinica e la Cooperativa Sociale Coopera, società indicata dalla stessa clinica come società subentrante e la faticosa intesa trovata con la Cooperativa per l’assorbimento di tutto il personale con le garanzie richieste per i lavoratori, la direzione ci ripensa e comunica alle OO. SS. l’ intenzione di voler procedere con quattro licenziamenti individuali… Continua a leggere “La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato”