Vaccini: Slitta l’obbligo, chi pagherà se ci saranno delle vittime?

Vaccini: Slitta l’obbligo, chi pagherà se ci saranno delle vittime?

doctor make vaccinating to patient

di Pier Carlo Lava

Il nuovo Governo M5S – Lega, ha fatto approvare al Senato un emendamento inserito nel decreto Milleproroghe che fa slittare di un anno al 2019-2020 l’obbligo vaccinale per l’iscrizione dei bambini alla scuola d’infanzia.

Si può essere d’accordo oppure no, ma resta il fatto che è una decisione gravissima che mette a rischio la salute dei bambini e potrebbe anche causare delle vittime.

La copertura vaccinale è l’unico metodo per garantire che accadano delle tragedie, ma questo a quanto pare non preoccupa gli estensori dell’emendamento.

Ulteriori dettagli su: https://www.huffingtonpost.it/2018/08/03/slitta-al-2019-lobbligo-vaccinale-per-la-scuola-dinfanzia-ok-allemendamento-nel-milleproroghe_a_23495524/?utm_hp_ref=it-homepage

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)

Questo slideshow richiede JavaScript.

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Sullo smartphone appare la riproduzione degli organi e permette già di individuare sul piccolo schermo l’area dell’intervento e le vie di accesso. I monitor interni invece rilanciano l’immagine reale: la microtelecamera inquadra i sottili tubi da cui sbucano gli strumenti che stanno per essere utilizzati per un intervento di splenopancreasectomia distale per un tumore della coda pancreatica. L’operazione è poi andata bene, benché sia una di quelle il cui indice di complessità viene classificato come ‘alto’.

Fabio Priora, direttore della Struttura complessa di Chirurgia generale dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, ripone in tasca il cellulare e spiega come l’operazione che si appresta a compiere sia “certamente complessa”, ma rappresenti perfettamente la nuova frontiera dell’innovazione chirurgica cui ha guardato Giuseppe Spinoglio quando ha avuto l’intuizione di puntare sul robot chirurgico. Spinoglio ha guidato per lungo tempo la chirurgia alessandrina e ha creduto nella robotica al punto di trasformare la prima esperienza pionieristica in un centro di riferimento nazionale e internazionale, coinvolgendo anche la Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria che ha investito risorse per sostenere il progetto di sviluppo che fra il 2005 e il 2010 ha registrato il salto di qualità. Continua a leggere “Uomo e robot, insieme si può. La chirurgia di eccellenza di Alessandria, voluta da Spinoglio e oggi diretta da Priora, è destinata ‘a crescere’ assicura Centini (in attesa del recupero delle vecchie sale)”

Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan

Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan

Ritiro Valsartan Infografica

Farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan sono stati ritirati in tutto il mondo, a causa della contaminazione da parte di una sostanza ritenuta probabilmente cancerogena.

Uno degli aspetti più importanti di questo ritiro è che coloro che assumono Valsartan comprendano che non devono sospendere l’assunzione senza aver prima consultato un operatore sanitario.

Noi di MyTherapy – un app per la gestione del trattamento– vogliamo aiutare i pazienti a prendere le loro medicine in modo responsabile. Continua a leggere “Ritiro farmaci antipertensivi e cardiovascolari contenenti Valsartan”

“Articolo 32”: proiezione del docufilm di Emergency alla Casa di Quartiere

Di Maria Luisa Pirrone

“La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività”, recita l’articolo 32 della Costituzione italiana.

“Articolo 32” è anche il titolo del film documentario che verrà proiettato questa sera alle 21,15 alla Casa di Quartiere e che parla proprio del lavoro di Emergency in italia, raccontando un paese dove anche un diritto umano fondamentale, come quello ad essere curato, non trova attuazione.

Famiglie in fuga dalla guerra, stagionali impegnati nella raccolta dei pomodori e tanti italiani, i cosiddetti “nuovi poveri”, descrivono le loro difficoltà ad accedere alle cure mediche di cui hanno bisogno.

Il racconto degli operatori si alterna al dialogo con Erri De Luca, Ascanio Celestini e Cecilia Strada.

Il gruppo Emergency di Alessandria sarà presente con un banchetto di raccolta fondi e per un aggiornamento sui progetti in corso.

 

“Articolo 32”

Regia Antonio Di Peppo

Con Erri De Luca, Ascanio Celestini, Cecilia Strada

Produzione Mario Viscardi Piano B

Casa di Quartiere, via Verona 116, Alessandria

Giovedì 19 luglio, ore 21,15

La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato

La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato

Clinica Sant'Anna Casale MOnferrato

Ancora una volta.. ancora la Clinica Sant’ Anna..

A distanza di oltre due anni, nonostante si è passati da dichiarazioni di esubero, licenziamenti individuali, ricorso alla cassa integrazione, alla temporanea chiusura della clinica e alla sua riconversione a struttura psichiatrica, al demansionamento di figure professionali, alla volontà di esternalizzare parte dei servizi della clinica…..siamo ancora a discutere di licenziamenti….

Infatti, dopo innumerevoli incontri tra le OO. SS., la clinica e la Cooperativa Sociale Coopera, società indicata dalla stessa clinica come società subentrante e la faticosa intesa trovata con la Cooperativa per l’assorbimento di tutto il personale con le garanzie richieste per i lavoratori, la direzione ci ripensa e comunica alle OO. SS. l’ intenzione di voler procedere con quattro licenziamenti individuali… Continua a leggere “La CGIL, in merito alla clinica Sant’Anna di Casale Monferrato”

Il Centro Cuore alessandrino di nuovo al Congresso Mondiale Cardiotoracico

Il Centro Cuore alessandrino di nuovo al Congresso Mondiale Cardiotoracico

Scelti due lavori sulla tecnica di Bentall, grazie a un eccezionale tasso di sopravvivenza e a procedure innovative 

Dopo il Sudafrica e il Kazakistan, il 14 e 15 settembre il Dipartimento Cardiovascolare “Centro Cuore” della Clinica Città di Alessandria volerà in Slovenia, a Lubiana. Per il terzo anno consecutivo, infatti, parteciperà al Congresso Mondiale Cardiotoracico, giunto alla 28esima edizione.

Tutti e due i lavori che il Centro Cuore ha inviato, che riguardano la tecnica di Bentall, sono stati selezionati tra tanti per la presentazione orale e, in seguito, saranno pubblicati per intero sulla rivista della Società che organizza il Congresso, la “World Society of CardioVascular and Thoracic Surgeons”.

Merito di un tasso di sopravvivenza a lungo termine, dopo un intervento praticato con la tecnica di Bentall, raro nella letteratura mondiale e a una procedura innovativa nel trattamento degli pseudoaneurismi che possono insorgere dopo le operazioni che applicano la stessa metodica. Continua a leggere “Il Centro Cuore alessandrino di nuovo al Congresso Mondiale Cardiotoracico”

Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.

Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.

sindaco_bardone

Tortona: Il Sindaco Gianluca Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona Lorenzo Bianchi hanno avuto un primo colloquio con il Dott. Antonio Brambilla, recentemente nominato Direttore Generale dell’ASL AL, incontrandolo lunedì pomeriggio (2 luglio 2018), con ampio anticipo rispetto agli incontri formali programmati per visitare le strutture sanitarie della Città.

Il Sindaco di Tortona infatti, inviando le congratulazioni per il prestigioso incarico conferito al Dott. Brambilla, gli aveva espresso piena disponibilità a concordare, appena possibile, un incontro per condividere alcuni aspetti della situazione ospedaliera e distrettuale, da tempo in attesa di risoluzione e che sono di particolare interesse per il Territorio. Continua a leggere “Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.”

Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.

Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.

sindaco_bardone

Tortona: Il Sindaco Gianluca Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona Lorenzo Bianchi hanno avuto un primo colloquio con il Dott. Antonio Brambilla, recentemente nominato Direttore Generale dell’ASL AL, incontrandolo lunedì pomeriggio (2 luglio 2018), con ampio anticipo rispetto agli incontri formali programmati per visitare le strutture sanitarie della Città.

Il Sindaco di Tortona infatti, inviando le congratulazioni per il prestigioso incarico conferito al Dott. Brambilla, gli aveva espresso piena disponibilità a concordare, appena possibile, un incontro per condividere alcuni aspetti della situazione ospedaliera e distrettuale, da tempo in attesa di risoluzione e che sono di particolare interesse per il Territorio. Continua a leggere “Il Sindaco Bardone e l’Assessore alla Sanità del Comune di Tortona a colloquio con il Direttore Generale dell’ASL AL.”

Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica

Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica

unnamed

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Tutti contenti per l’apertura del corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia anche nel polo formativo di Alessandria per l’anno accademico 2018-2019. La conferenza stampa organizzata nella sede del Disit (Dipartimento di scienze e innovazione tecnologica) di viale Michel, che ospiterà il triennio di didattica, è stata organizzata non per dare la notizia, bensì per fare parlare un po’ tutti quelli che hanno contribuito al risultato.

Quello dell’assegnazione di cinquanta posti in più all’Università del Piemonte Orientale (Upo), con la Scuola di Medicina presieduta da Marco Krengli che passa da 95 a 145 posti. Ed è grazie a questi cinquanta che verrà attivato ad Alessandria il corso decentrato di medicina.

Il capoluogo avrà creato delle condizioni territoriali che hanno portato a questo risultato, ma quello che ha sbloccato l’accesso programmato ai corsi di laurea di medicina è stato l’aumento dei posti a livello nazionale che sono passati da 9100 a 9779. Una richiesta avanzata da anni, alla luce della progressiva carenza di figure professionali, e che finalmente ha trovato una, seppur minima, risposta. Continua a leggere “Sozzetti: Corso di medicina ad Alessandria: tutti contenti. Ma senza specializzazione rischierà di essere solo una replica”

Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse

Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse

medicina

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.co

Lo sdoppiamento del corso di medicina ad Alessandria è a un passo. Il decreto dei ministeri dell’Istruzione, Università, Ricerca e della Salute ha fissato a livello nazionale in 9.779 il numero di posti per le immatricolazioni al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia per l’anno accademico 2018/19.

All’Università del Piemonte Orientale (Upo) sono stati assegnati 145 posti e sarà perciò possibile “aprire un secondo canale formativo ad Alessandria, che inizierà ad immatricolare già dall’anno accademico 2018/2019 – previo il superamento del test di accesso nazionale” come precisa una nota diffusa da Ateneo, Regione Piemonte e Comune di Alessandria. Continua a leggere “Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse”

Sozzetti: All’ospedale di Alessandria, dopo due direttori toscani, arriva un direttore novarese

Sozzetti: All’ospedale di Alessandria, dopo due direttori toscani, arriva un direttore novarese

All'ospedale

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com/

Alessandria: Dopo due direttori toscani (Giacomo Centini, generale, e Roberta Volpini, amministrativo) arriva un direttore novarese. Per la precisione da Borgomanero dove è stata responsabile della direzione medica di presidio.

Si chiama Daniela Kozel, classe 1971, e assume l’incarico all’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria nei giorni dell’annuncio dell’approvazione da parte del ministero dell’Istruzione, d’intesa con quello della Sanità, dell’aumento dei posti per il corso di laurea di medicina dell’Università del Piemonte Orientale che si tradurrà nell’attivazione del secondo corso di laurea ad Alessandria.

Un salto di qualità importante per Daniela Kozel, che arriva da una struttura da circa 240 posti letto che serve Borgomanero (circa 21.000 abitanti) e l’area nord della provincia di Novara. E una sfida non solo per la complessità dell’operazione universitaria, ma per il ruolo dell’ospedale alessandrino, hub di riferimento per il Quadrante di Alessandria e Asti (oltre seicentomila abitanti) e centro di specialità che Giacomo Centini ha annunciato di voler potenziare.

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

unnamed

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Quando le delibere arrivano all’ultimo giorno di mandato, magari avendo avuto mesi per definire i contenuti, fanno sempre discutere. Se poi sono quelle dell’azienda ospedaliera di Alessandria e riguardano la struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia, ancora di più. Cosa è successo? Che il 31 maggio, ultimo giorno del mese di proroga del mandato di Giovanna Baraldi, ex direttore generale dell’azienda ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, vengono approvati alcuni atti con cui ora si trova a che fare il nuovo direttore, Giacomo Centini.

Il progetto si chiama ‘Mamma con bambino e Tin (Terapia intensiva neonatale)’ e prevede di trasferire la terapia intensiva neonatale dal ‘Cesare Arrigo’ al settimo piano del ‘civile’, negli spazi lasciati liberi dalla terapia intensiva polivalente che è entrata in funzione a fianco del nuovo blocco operatorio realizzato sopra il Pronto Soccorso. Lo spostamento dovrebbe avvenire entro settembre. Continua a leggere “Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria”

Ravetti, PD “Manteniamo tutti gli ospedali, assumiamo personale e tecnologie per i servizi territoriali, riempiamo gli spazi con servizi ospedalieri accessori. Tutto il resto è polemica inutile”

Ravetti, PD “Manteniamo tutti gli ospedali, assumiamo personale e tecnologie per i servizi territoriali, riempiamo gli spazi con servizi ospedalieri accessori. Tutto il resto è polemica inutile”

215 Domenico Ravetti.jpg

La IV Commissione Sanità ha incontrato Ires per lo studio sull’edilizia sanitaria in provincia di Alessandria

L’incontro con Ires in IV Commissione ha fatto emergere la verità. Abbiamo ospedali con caratteristiche migliori rispetto alla media regionale. I presidi sono idonei agli usi attuali e disponibili all’adeguamento o alla trasformazione. La fotografia della società alessandrina si caratterizza per un tasso di natalità inferiore alla media regionale e per un’elevata quota di ultra sessantacinquenni (27,4% contro la media regionale del 25%).

E’ di tutta evidenza che, proprio per i nuovi bisogni di salute dei cittadini, nel medio e nel lungo periodo maggiori risorse dovranno essere allocate per i servizi territoriali e domiciliari in particolare per assumere personale medico e infermieristico oltre che per l’acquisto delle necessarie dotazioni tecnologiche. Continua a leggere “Ravetti, PD “Manteniamo tutti gli ospedali, assumiamo personale e tecnologie per i servizi territoriali, riempiamo gli spazi con servizi ospedalieri accessori. Tutto il resto è polemica inutile””

Alessandria-AIL ONLUS: martedì 26 giugno presentazione delle attività 2017

Alessandria-AIL ONLUS: martedì 26 giugno presentazione delle attività 2017.

di Maria Luisa Pirrone

Alessandria: La sezione alessandrina dell’AIL (Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma) presenterà le attività svolte nel 2017 in una serata divulgativa organizzata per domani, martedì 26 giugno, alle 21 presso l’Associazione Cultura e Sviluppo, in piazza De André 76.

Di seguito il programma:

Ore 21
Attività di Alessandria-AIL nel 2017
Dott. Giovanni Zingarini (Presidente)

Ore 21.15
Grazie a tutti i volontari

Ore 21:30
Collaborazione con l’ASO di Novara

Ore 21.45
La musica fa bene
Donatrice di CSE – Musicista Rock

Ore 22
Parlando di collaborazione…..esperienze di :
-Data Manager
-Fisioterapiste
-Estetiste oncologiche

Ore 22.30
Storie di vita – Storie di Caregiver

Ore 22.45
La leonessa continua a ruggire e balla per noi…

Ravetti, PD: POLEMICHE INUTILI

Ravetti, PD: POLEMICHE INUTILI

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Ad ottobre 2017 con un emendamento votato all’unanimità in Aula al Piano Obiettivi di Ires avevo chiesto l’elaborazione di uno studio sull’edilizia sanitaria in provincia di Alessandria. Lo studio di Ires è stato consegnato in questi giorni e mette in campo alcune ipotesi su cui lavorare. Ipotesi che prescindono in larghissima misura dalla riforma sanitaria Saitta – Chiamparino. Ires evidenzia che sono nelle disponibilità di Aso e Asl Alessandria edifici con un potenziale per oltre 700 posti letto in eccedenza rispetto al bisogno di salute dei cittadini. Da ciò ne deriva che le Istituzioni locali possono mantenere tutto com’è, oppure riempire gli spazi vuoti con servizi territoriali magari legati al piano cronicità, oppure costruire una struttura da 320 posti letto tra Novi Ligure e Tortona, notizia nemmeno tanto originale visto che il dibattito e il relativo studio su un ospedale tra Novi e Tortona era stato alimentato da più versanti politici negli anni scorsi. Io capisco tutto, anche quello che  volte è bene non capire. Ma i porti da chiudere sarebbero quelli delle polemiche inutili. Per questa ragione ho chiesto al Presidente della Provincia di Alessandria di organizzare un incontro pubblico per la presentazione dello studio di Ires, una presentazione senza i simboli dei Partiti. 

Domenico Ravetti

Presidente Gruppo Consiliare PD