Liriche di luce, di ELISA GINANNESCHI

Liriche di luce, di ELISA GINANNESCHI

Liriche di luce include tutto: percorre le tappe dalla scoperta di un innamoramento anti-anagrafico al vissuto…

Questo libro sta partecipando al “PREMIO ILMIOESORDIO”. Supportalo!. Seleziona il formato e acquista il libro Formato cartaceo Prezzo 9,00 €

Liriche di luce.jpg

Presentazione dell’opera

Libro

Liriche di luce include tutto: percorre le tappe dalla scoperta di un innamoramento anti-anagrafico al vissuto di lutto per la perdita dell’amato.

Il titolo muove dalla componente di luminosa speranza e recondita gioiosità che permea tutte le composizioni: un amore maturo, scardinato dalle leggi della morale sociale, può finalmente aver luogo. “Liriche di luce” riflette il temerario attraversamento di questa forma d’amare e ne è la più compiuta conversione.

Il sentimento, quando ci pervade, risplende di una sostanza nuova. Nel mio caso, la sostanza più tangibile è la Poesia.

da: https://ilmiolibro.kataweb.it

In libreria: Memorie di trasformazione. Storie da Manicomio, di Cinzia Migani edito da Negretto Editore

In libreria: Memorie di trasformazione. Storie da Manicomio di Cinzia Migani edito da Negretto Editore

Se uno si soffermasse ad osservare le statistiche manicomiali redatte nel corso dell’Ottocento non potrebbe fare a meno di porsi un interrogativo: la malattia mentale è contagiosa? Quale virus contagiò la popolazione italiana in quegli anni, visto che mano a mano che passavano i giorni le persone sembravano essere sempre più insane di mente? Che si trattasse di un virus altamente contagioso? O semplicemente di un effetto della scelta di considerare più marcato e definito il confine tra normale e patologico, tra ordine e disordine sociale negli anni in cui si consolidò il sistema manicomiale in Italia?‒ Cinzia Migani

Cinzia Migani - Poto by Elisabetta MandrioliMemorie di Trasformazione - Storie da Manicomio

In tutte le librerie virtuali e fisiche dal primo settembre 2018 è disponibile “Memorie di trasformazione. Storie da Manicomio”, pubblicato nella collana “Cause e affetti” diretta dalla stessa autrice, Cinzia Migani, per la casa editrice mantovana Negretto Editore

Il saggio si apre con la premessa che, oltre a esporre le motivazioni che hanno portato alla stesura di un testo che consta più di 350 pagine, ricorda e ringrazia il professor Ferruccio Giacanelli deceduto nel 2012 a Bologna e con il quale l’autrice Cinzia Migani ha potuto collaborare nell’indagine sul Manicomio di Bologna tra la fine degli anni ’80 ed inizio anni ’90. Una ricerca perseguita con gran coraggio e dedizione tra il disagio del precariato e l’assenza di fondi sino ai primi anni del Duemila. Continua a leggere “In libreria: Memorie di trasformazione. Storie da Manicomio, di Cinzia Migani edito da Negretto Editore”

Maurizio Gazzaniga scrittore, si presenta ai lettori di Alessandria today

Maurizio Gazzaniga scrittore, si presenta ai lettori di Alessandria today

di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia dello scrittore Maurizio Gazzaniga, del quale in seguito pubblicheremo anche un intervista in esclusiva per il blog.

Maurizio Gazzaniga

Biografia

Sono nato a Pavia nel 1962 da madre milanese e padre bergamasco.  Fatta eccezione per una breve parentesi bolognese, ho sempre vissuto a Pavia o nei suoi immediati dintorni.

Ho avuto la fortuna di trascorrere un’infanzia serena, contrassegnata da un continuo vagabondare tra campagne, boschi e fiumi, alla ricerca di piante e fiori, di funghi, pesci o altri organismi acquatici. Questo mi ha consentito di scoprire la natura in molte delle sue affascinanti sfaccettature e di farmene innamorare tanto da orientare in età adulta i miei studi universitari.

Ma non è stato solo quello della mia infanzia a segnarmi. A farlo sono stati anche i meravigliosi racconti di mio nonno sui suoi viaggi avventurosi in giro per il mondo o le favole che amava scrivere e narrarmi durante le lunghe e fredde serate di quei giorni ormai lontani in cui l’inverno faceva ancora il proprio mestiere.  Continua a leggere “Maurizio Gazzaniga scrittore, si presenta ai lettori di Alessandria today”

Le nebbie di Maralhant. Il canto dell’Enth, di Maurizio Gazzaniga

Le nebbie di Maralhant. Il canto dell’Enth, di Maurizio Gazzaniga

Presentazione romanzo

Come nasce un romanzo? Da dove giunge l’ispirazione che porta uno scrittore a riempire con fiumi di parole pagine altrimenti destinate a rimanere desolatamente vuote e bianche?

Non credo di poter essere smentito nel ritenere che molti lettori, prima o poi, si siano posti una domanda del genere. Ovviamente non mi è possibile rispondere per altri scrittori, ma posso benissimo farlo per quanto mi riguarda. L’idea che mi portò a concepire la trilogia “LE NEBBIE DI MARALHANT” di cui “Il canto dell’Enth” costituisce il primo romanzo, nacque qualche anno fa durante le vacanze estive in una delle tante escursioni sulle dolomiti bellunesi.

Le nebbie

Al termine di una lunga e faticosa arrampicata su uno stretto sentiero che serpeggiava capricciosamente tra imponenti massi di roccia d’origine vulcanica, all’improvviso e quasi senza nemmeno rendermene conto, mi trovai immerso in un luogo fatato capace di lasciarmi a bocca aperta per la meraviglia.

Circondata da imponenti larici secolari che vi gettavano sopra un’ombra morbida e vellutata, si stendeva una piana interamente ammantata da un tappeto di soffice muschio agghindato da fiori multicolori su cui si posavano miriadi di variopinte e leggiadre farfalle. A rendere ancora più magico quel luogo era anche la presenza di strani funghi arancioni che parevano come fatti di gelatina. Continua a leggere “Le nebbie di Maralhant. Il canto dell’Enth, di Maurizio Gazzaniga”

Da oggi in libreria, il nuovo libro di Vittorio Feltri ” Il Borghese” edito da Mondadori

Da oggi in libreria, il nuovo libro di Vittorio Feltri ” Il Borghese” edito da Mondadori

Da oggi 1aDa oggi 1aa

RIPENSANDO ALL’ORIENTE, di Mauro Giovanelli

RIPENSANDO ALL’ORIENTE, di Mauro Giovanelli

RIPENSANDO ALL'ORIENTE

RIPENSANDO ALL’ORIENTE

Naomi,
questo è il soprannome con cui ho preferito chiamarti, si addice alla tua personalità, il pensiero imprigionato nella tempesta di sogni che i tuoi diciannove anni appena compiuti esigono distraendoti da ciò che sei, un fiore appena sbocciato che profuma di visioni e promesse. Ignori di essere bella, hai necessità di conferme, non ti basti ed oggi sono pochi coloro che possono darti certezze del tuo essere, il viso sconvolgente, gli occhi languidi di intensità unica, il corpo un trionfo di sensualità e vita.
Naomi… Stupefacente! In esso sono racchiusi innumerevoli segreti di una letteratura del periodo in cui ti sono stato coetaneo, un passato che hai tramutato in magico presente nei pochi giorni che ci siamo concessi. La tua lettera, accompagnata dalle splendide immagini di te, è un dono inaspettato che mi agita mentre un irresistibile richiamo della tua carne fa tremare le mie mani al punto che fatico a scrivere queste poche righe.

Continua a leggere “RIPENSANDO ALL’ORIENTE, di Mauro Giovanelli”

Caso Asia Argento & C, di Giovanna Mulas

Caso Asia Argento & C, di Giovanna Mulas

Caso Asia Argento & C. Come i miei Lettori sanno, nel 2001, alla mia richiesta di separazione dall’uomo che, allora, era mio marito e il padre dei miei quattro figli; subii tre tentativi di omicidio l’ultimo dei quali, per strangolamento e accoltellamento, mi lasciò quasi morta. Comunque morta dentro. Vissi in una sorta di limbo per oltre tre anni, allontanandomi da quella che era stata fino a quel momento la mia vita,

G.M.

la società, la mia Arte…Caddi in ciò che chiamo, quasi con affetto, ‘il mio pozzo nero’, mai davvero abbandonato del tutto: una profonda depressione per la quale rischiai anche di perdere i miei figli.

Innegabilmente fu questo timore, oltre al sostegno costante di persone realmente fidate, a farmi risalire la china. E la vita continua, si, continua. Senza te o con te, ma continua.

Ha sempre continuato a splendere, il sole, anche quando noi non lo vedevamo.

E il mare chiamava; fino a quando non sono ritornata a trovarlo, per rispondergli.

Asia Argento: umanamente posso e debbo comprendere tutto; non sta all’uomo giudicare altro uomo. Continua a leggere “Caso Asia Argento & C, di Giovanna Mulas”

LE CANZONI CHE DIMENTICHEREMO, di vittoriano borrelli

LE CANZONI CHE DIMENTICHEREMO, di vittoriano borrelli

Quest’estate, come le altre che l’hanno preceduta, sta volando via portandosi via sprazzi di spensieratezza e qualche amore sbocciato troppo in fretta. Con la bella stagione anche le canzoni che hanno scritto la sua colonna sonora svaniranno con l’intiepidirsi del sole e le prime giornate piovose dell’autunno.

LE CANZONI CHE DIMENTICHEREMO

Ti scrivo tu mi scrivi, poi torna tutto come prima”, cantava Renato Zero nella bellissima Spiagge di qualche anno fa. Come non dargli ragione? L’estate ti dà e ti toglie tutto in una manciata di tempo che sembra non sia mai arrivato né passato, perché l’attimo è così, neutro e fuggente.

Tutto arriva e passa come un bel carrozzone sul quale sfilano le canzonette del momento che saranno ben presto dimenticate senza eccezione alcuna, nemmeno per quelle che abbiamo ascoltato durante questa stagione.

Come di consueto ho compilato le mie pagelle delle hit italiane più gettonate, giudizi complessivamente poco lusinghieri per un nostalgico come me delle belle canzoni di un tempo. Forse i giovani di oggi diranno la stessa cosa tra qualche anno perché il rimpianto affiora più facilmente quando i ricordi passano e si sbiadiscono. Continua a leggere “LE CANZONI CHE DIMENTICHEREMO, di vittoriano borrelli”

Il cappotto, di Maura Mantellino

Il cappotto, di Maura Mantellino

Maura Mantellino

Nero, liso, lungo e annoiato

il cappotto è appeso

nell’armadio.

Babbo lo indossava

la domenica per la messa

e sotto la pellegrina

era bello cercare

la sua mano calda.

Era bello il cappotto,

elegante, sobrio, raffinato,

dava l’impressione

che nulla di brutto

potesse accadere.

Nonostante le avversità,

le difficoltà,

l’angoscia del futuro,

i tormenti,

la guerra,

la povertà,

noi bambini

come naufraghi

ci aggrappavamo

alla sua stoffa,

ruvida, pesante,

ma accogliente.

Ora da anni

è appeso lì silente

sulla gruccia grigia

odoroso di menta

e acqua di colonia.

Fotografia nel cuore scatti, di Rossana Angeli

Fotografia nel cuore scatti, di Rossana Angeli

Rossana Angeli ha la passione per l’arte sotto tutte le sue forme, cimentandosi con successo nella poesia, nella fotografia e nel decoupage.
In ogni cosa che fa ci mette se stessa.
Non pensa mai al suo ego, rispondendo unicamente ai richiami del cuore.
Cerca sempre una via di uscita ai problemi della vita.

Rossana Angeli


Il suo è un continuo volo nell’arte, sebbene senta che questa é bandita dalle coscienze ed è considerata futile, non essendole di sostentamento economico, e quindi considerata una perdita di tempo.
Rossana non puó farne a meno perché lei vede l’arte ovunque.
Perfino nella magia della natura ha scoperto l’arte nel fare mazzetti composizioni floreali.
La sua casa é fatta di lei, di quello che porta nel cuore, senza fronzoli e umile, ma le persone che sono state da lei dicono che c’é tanta pace ed armonia.
Rossana ama il tutto nel tutto, molto meditativa nell’osservazione di sé stessa e ció che la circonda, questo la rende percettiva al sentire e percepire ció che il mondo moderno non sente più.

Critica a cura di Valentino Bucciarelli.

“ISIDE: la Dea e il suo culto nel Piemonte Romano” di Ilaria Montiglio

“ISIDE: la Dea e il suo culto nel Piemonte Romano” di Ilaria Montiglio

Alessandria: Giovedì 20 settembre la presentazione del volume alla Biblioteca Civica “Francesca Calvo”

Giovedì 20 settembre 2018 alle ore 17.30 è in programma la presentazione del volume “Come ISIDE: la Dea e il suo culto nel Piemonte Romano” di Ilaria Montiglio (edizioni Sottosopra, luglio 2018).

L’incontro — che si svolgerà nella Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria (piazza Vittorio Veneto) alla presenza dell’autrice — è organizzato dalla Biblioteca Civica e, inserendosi nella rassegna
I giovedì del libro nella Biblioteca Francesca Calvo”,  intende proporre alla cittadinanza storie e presentazioni di particolare suggestione.

Per l’incontro del 20 settembre, l’attenzione è rivolta a un interessante libro dell’egittologa Ilaria Montiglio che sviluppa un’ampia discussione su un aspetto, forse a molti poco noto, inerente le attestazioni del culto della dea Iside sul territorio piemontese all’indomani della conquista dell’Egitto da parte di Roma. Continua a leggere ““ISIDE: la Dea e il suo culto nel Piemonte Romano” di Ilaria Montiglio”

La vita è una cosa fantastica e affascinante, di Gregorio Asero

La vita è una cosa fantastica e affascinante, di Gregorio Asero

Tutto sommato la vita è una cosa fantastica e affascinante, perché a volte ti riserva delle sorprese incredibili, è come quando cammini in riva al mare o stai serenamente passeggiando in qualche sentiero montano, quando all’improvviso ti arriva tra i piedi qualcosa di bello, di inaspettato.

Gregorio Asero

Ecco questa è la sensazione che provo quando “scendo” al mio paese e mi capita di vedere gente che chiacchiera e passeggia pigramente, quasi con nonchalance come se il tempo non avesse senso; come se il tempo avesse tempo da perdere.

Questa è la mia terra: così vasta e complessa che non basterebbe una vita per conoscerla e apprezzarla come merita.

E’ un’isola spettacolare che custodisce tesori unici al mondo. Qui vorrei restare, qui ho le radici e i ricordi di quando ero fanciullo, e qui vorrei morire, sì perché penso che la mia morte sarebbe meno dolorosa se avvenisse nella mia terra nativa. Continua a leggere “La vita è una cosa fantastica e affascinante, di Gregorio Asero”

Presentazione del nuovo libro di TAMARA BRAZZI ‘Veronica ed Io’

Presentazione del nuovo libro di TAMARA BRAZZI ‘Veronica ed Io’

Romanzo dal contenuto storico su Veronica Franco, cortigiana del Cinquecento veneziano.

Torino: Domani, martedì 18 settembre sarà presentato il nuovo libro di Tamara Brazzi “Veronica ed Io” (La Valigia Rossa edizioni), romanzo su Veronica Franco, cortigiana del ‘500 veneziano. L’appuntamento è alle 18 a Palazzo Cisterna (via Maria Vittoria 12, Torino).

Prsent Copertina media-ridotta

La serata-reading “La seduzione delle cortigiane” è organizzata dall’associazione cultural-sociale Cromie-Vivere a colori con il patrocinio della Città metropolitana di Torino. Durante l’incontro l’attrice Vanessa Giuliani leggerà alcuni passi tratti dal libro accompagnata dal violinista Walter Matacena, da poco rientrato dal tour estivo con Max Gazzé. Seguirà rinfresco.

Il quarto romanzo di Tamara Brazzi, per la sua valenza storica, è stato già inserito nell’Archivio di Stato di Venezia e nella collezione della Fondazione Querini Stampalia. Il libro riporta alla luce la vita della più ricercata donna della Venezia Rinascimentale, Veronica Franco, nella storia contemporanea di Cristina: due personaggi lontani nel tempo, ma allo stesso modo vicini per gli avvenimenti che attraversano. Continua a leggere “Presentazione del nuovo libro di TAMARA BRAZZI ‘Veronica ed Io’”

Intervista alla scrittrice Sara Obici, l’autrice di “Emozioni Intrecciate”, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista alla scrittrice Sara Obici, l’autrice di “Emozioni Intrecciate”, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di presentare ai lettori un intervista in esclusiva per il blog, alla scrittrice Sara Obici. Sara vive a Mascalucia in provincia di Catania i suoi interessi sono molteplici, ma in particolare è attratta da tutto ciò che è artistico nel quale riconosce un valore. Scrive da sempre cercando di comunicare a chi legge la sua visione della realtà che la circonda.

sara_obici copiaemozioni_intrecciate_cover copia

Ciao Sara e benvenuta su Alessandria today! E’ veramente un piacere farti un’intervista, ci vuoi raccontare dove sei nata, chi sei, cosa fai nella vita (oltre a scrivere) aggiungendo qualcosa anche sulla città dove vivi?

Ciao e Grazie per l’opportunità, il piacere è tutto mio. Nel rispondere a domande del tipo “chi sei” e similari bisogna quasi sempre procedere con un’approssimazione stringata degli aspetti della propria vita che si vuole far conoscere agli altri, e questi sono i miei: Mi chiamo Sara Obici, sono nata a Catania nel 1992, e nella vita, oltre (come avrete notato) a riflettere in maniera sarcastica ed irritante sul significato anche delle domande più banali, studio per la laurea specialistica (Informatica indirizzo videogame). Vivo a Mascalucia, città in provincia di Catania, e i miei interessi sono tutto ciò che è artistico o comunque tutto ciò nel quale sono in grado di riconoscere un valore.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Scrivo da sempre, probabilmente scrivevo ancor prima di riuscire a leggere. Uno dei primi ricordi che ho è di me stessa, sdraiata sul tappeto della mia vecchia casa, mentre creo dei piccoli fumetti con i post it. Credo che per me sia qualcosa di naturale ed innato, come quelle cose che non sai bene se siano un dono o una maledizione, ma sei sicura che sono lì. Da allora, fortunatamente, la mia consapevolezza e il mio stile sono molto cambiati, ma l’esigenza che mi spinge a scrivere è sempre la stessa: cercare di comunicare al mondo la mia visione della realtà.

Chi è per te uno scrittore?

Credo che uno scrittore sia una persona in grado di “sperimentare” in modo profondo un concetto o un’emozione fondamentale dell’esistenza. Una riflessione filosofica, un’epifania personale, un particolare fotogramma di una certa realtà, o qualcosa di simile. Ma la consapevolezza di questo “qualcosa” di importante non basta, perché, a partire da questa “rivelazione”, di qualsiasi natura sia, deve poi scatenarsi comunque l’esigenza di descrivere (in prosa) ciò che si è sperimentato. Questa esigenza raramente nasce per puro narcisismo personale, o per tentare di rimanere immortali nella storia dell’umanità, ma spesso deriva dalla genuina voglia dello scrittore di ampliare la consapevolezza delle altre persone, per migliorare la loro sensibilità e la loro visione della realtà. Continua a leggere “Intervista alla scrittrice Sara Obici, l’autrice di “Emozioni Intrecciate”, a cura di Pier Carlo Lava”

OLTRE I LIMITI DELLA PASSIONE, di Marcella Nardi

oltre il limite

di Marcella Nardi
quando il desiderio travolge la passione
Un travolgente romance/erotico. Per chi già la conosce, ecco una giovane Marcella Randi, una donna che nel privato è sensuale, passionale e, sotto le lenzuola, ama la trasgressione…
Marcella Randi, che non è ancora un poliziotto, ci appare timorosa e spregiudicata al tempo stesso. Ha scoperto un suo lato oscuro: il piacere di sentirsi posseduta e di stimolare i desideri più sfrenati del suo amante.

Continua a leggere “OLTRE I LIMITI DELLA PASSIONE, di Marcella Nardi”