Momenti di poesia – Nella distanza – di Paola Cingolani

Me ne sono andata lontano
e mi sono abbracciata da sola
chiedendomi
da quanto mi abitavo in clandestinità?

Da quanti anni mi andavo nascondendo?

Ho provato una grande tenerezza
ogni mia risorsa
ogni mio aspetto bello
ogni mio silenzio pieno di senso
l’ho riposto _ io stessa _ senza rischiare
per non avere ancora qualcuno addosso
perché non mi sarei permessa il lusso
d’affetti _ a senso unico _ di pertinenza mia soltanto
di lasciarmi depredare
saccheggiare
svuotare
violare
corpo e anima
da chi ne parla
quasi la conoscesse
quasi ne avesse una.

Risiedo nella distanza
questo rende semplici le cose
a quanti desiderano io non sia mai esistita
a me stessa soprattutto _ ché mi vivo oltre _ tutti loro
al mio esistere _ ché abbisogna d’aria pulita _ e fiato nuovo.

A chi raccoglie quel che resta
dissotterrando pure il passato
e _ visionario _ dice d’aver letto un’etichetta
che scelga le offerte speciali _ non sono un saldo _ guai

questo è come non ero e non sarò _ né adesso _ né mai.

94312a0bbd60bbafdfe7f49e02763f11

@lementelettriche 22/09/2019 Poetry by Paola Cingolani

Emanuele Locci: “Rilanciare le democrazie decidenti: il ruolo delle assemblee elettive locali”.

Emanuele Locci: “Rilanciare le democrazie decidenti: il ruolo delle assemblee elettive locali”.

Alessandria: Lunedì 23 settembre, nella sala Consiglio del Comune di Alessandria, dalle 10 alle 13, si terrà  la prima Conferenza dei Presidenti dei Consigli Comunali del Piemonte intitolata “Rilanciare le democrazie decidenti: il ruolo delle assemblee elettive locali”.

Locci.png

La conferenza si occuperà di approfondire il ruolo delle democrazie decidenti e il ruolo delle assemblee elettive locali, aspetti fondamentali per i cittadini.

La giornata è stata realizzata con la collaborazione e il supporto di ANCI Piemonte ed ha l’obiettivo di attivare, in questo ambito, la rete dei presidenti dei Consigli comunali piemontesi per discutere le peculiarità del ruolo ed elaborare proposte da rivolgere al Parlamento attraverso la Conferenza dei consigli comunali di cui il presidente del Consiglio Comunale alessandrino, Emanuele Locci è membro del direttivo. Continua a leggere “Emanuele Locci: “Rilanciare le democrazie decidenti: il ruolo delle assemblee elettive locali”.”

Momenti di poesia – Momento per momento – di Paola Cingolani

 

Avrai rari momenti nella vita
nei quali non è del rimpianto
che sopporterai il peso,
e non sarà della giovane età
che patirai la nostalgia.
 
 
Avrai rari momenti nella vita
nei quali il coraggio ti spingerà
talmente tanto che oserai,
e non sarà certo la speranza
che vorrai invocare.
 
 
Avrai dei momenti così intensi
nei quali ti fermerai a vedere
che altri s’allontaneranno,
e non sarà importante nulla
nemmeno la distanza.
 
 
Avrai di quei momenti nella vita
nei quali una mancanza sorda  
ti verrà a tormentare,
e sarà un privilegio vero
chi te la lascerà elaborare.
 
 
La parola giusta sarà a sorpresa
verrà a dartela chi non credevi
stessa cosa sarà il silenzio,
quello di chi ha già capito
e un tale dolore l’ha affrontato.
 
 
b4f057a0454bb1eef551c9aeb8cb7321
@lementelettriche 19/09/2019 – Poetry by Paola Cingolani

 

 

Momenti di poesia – Auspicando l’oltre – di Paola Cingolani

La distanza è salvifica
diviene rifugio _ m’acquieta _
ora che mi contrappongo ad alcuni
m’accorgo quanto l’inasprirsi ottunda
e _ nel mio universo parallelo _ respiro

 
La comprensione è pacifica
diviene serenità _ m’inorgoglisce _
ora che alzo il capo sempre di più
confermo come non voglio essere
e _ nel mio stato mentale _ incedo

 
L’ostinazione è venefica
diviene agonia _ tramortisce _
ora che la respingo con fermezza
realizzo quanto mi possa fare spavento
e _ nel mio auspicare l’oltre _ sorrido

 
 

 

Julie de Waroquier

J. de Waroquier Photo @lementelettriche Poetry Paola Cingolani 17/09/2019

Indennizzi per gli “esodati del commercio”. On. Gualtiero Caffaratto: “Risolvere il problema, nuovo Governo segua strada tracciata dalla Lega”

Indennizzi per gli “esodati del commercio”. On. Gualtiero Caffaratto: “Risolvere il problema, nuovo Governo segua strada tracciata dalla Lega”

“Come Lega non vogliamo che quanto di buono è stato fatto, in particolare dall’ex Sottosegretario Durigon, vada perso; occorre risolvere il problema degli indennizzi mancati che interessa numerosi commercianti, costretti a chiudere la loro attività per la crisi, nel 2017 e nel 2018.” Così l’on. Gualtiero Caffaratto, Deputato della Lega e membro della Commissione Lavoro Pubblico e Privato della Camera, firmatario dell’interrogazione presentata ieri al Ministro del Lavoro sui cosiddetti “esodati del commercio”.

Gualtiero Caffaratto Lega

“Dal 1 gennaio di quest’anno – spiega Caffaratto – è tornato strutturale il Fondo per gli indennizzi da cessazione di attività commerciale in crisi, cancellato dal Governo Pd nel 2016 e ripristinato dal nostro Esecutivo nel 2019. Il problema è dunque riferito a quegli esercenti costretti a chiudere la propria attività nel biennio 2017-2018 e che ancora non avevano raggiunto i contributi necessari alla pensione.

Questi lavoratori si trovano dunque privi dell’indennizzo che spetterebbe loro, bloccati in un limbo senza le giuste tutele. Tutto questo è nato a causa di una circolare Inps, che aveva escluso dal contributo coloro che hanno cessato l’attività nel periodo in questione, dando così un’interpretazione restrittiva della norma. Grazie all’intervento della Lega e in particolare del Sottosegretario Durigon, si erano venuti a creare i presupposti per una soluzione di tipo strutturale che andasse a correggere questa stortura. Allo stato dell’arte però, con il nuovo Esecutivo, il rischio è che questi impegni vengano disattesi e la questioni resti irrisolta, cosa che preoccupa non poco tutti gli interessati. Chiediamo dunque, con questa interrogazione, al Ministero di intervenire, mantenendo le promesse fatte ai commercianti e rivedendo la circolare Inps, al fine di includere, come giusto, nell’indennizzo – conclude Caffaratto – anche il biennio 2017-2018.”

Ufficio Stampa Lega Piemonte

Ministro Costa: “Trovare sostanze alternative ai PFAS

Ministro Costa: “Trovare sostanze alternative ai PFAS

https://www.rete-ambientalista.it

Il ministro all’Ambiente Sergio Costa  ha  conferito l’incarico all’Istituto di ricerca farmacologica Mario Negri di Milano di trovare  sostanze alternative ai micidiali Pfas per l’industria.

unnamed.jpg

Ma alla Solvay di Spinetta Marengo esse sono già in lavorazione dopo che l’azienda belga è stata obbligata a cessare l’utilizzo del PFOA a seguito della denuncia e della campagna nazionale  nel 2008  della Sezione di Alessandria per il bando del PFOA (padelle antiaderenti, goretex, eccetera).  Questi sostituti (ADV e C604) sono a vario titolo tossici/cancerogeni/mutageni/teratogeni  e, abbiamo denunciato,  sono addirittura  già presenti insieme al PFOA nel sangue dei lavoratori. Ma senza controllo e intervento delle autorità sanitarie pubbliche. Clicca qui, nel documento del “Movimento di lotta per la salute Maccacaro”,  tutte le gravissime responsabilità  della Regione Piemonte.

Clicca qui la testimonianza del lavoratore al quale Solvay rifiuta il risarcimento danni alla salute addirittura dopo  la sentenza del Tribunale: ennesima rappresaglia dopo  7 cause in pretura, 4 in appello, 2 in cassazione, tutte concluse con vittoria ma piene di sofferenze: dequalificazione professionale, cassa integrazione, mobbing, trasferimenti, licenziamento…   

Momenti di poesia – Quasi indolore – di Paola Cingolani

Esci
da questo stato
di confusione
solo
se rientrassi
nella piena
consapevolezza
di te
potresti
salvarti.
Forse.
Tuttavia
ho idea
sia troppo
e tardi.

I castelli
si fanno
in terra
non in aria.

Cadrai
come tutti
dalle nuvole
anche tu.

Resta
quasi indolore
è la sabbia
che s’asciuga.

3b8f5b71c6641eb1a79815fdf5100294

@lementelettriche 15/09/2019 versi di Paola Cingolani

Momenti di poesia – Il cielo non si smezza, mai – di Paola Cingolani

Pensatevi in modo anticonvenzionale: è nell’insolito la vera, grande scoperta.

Pensatevi fuori dagli schemi: non vivete come foste in gabbia, la ruota è dei criceti.

Pensatevi liberi e senza regole comuni: il vostro sentire appartiene solo a voi.

Pensatevi solidi: siate la scogliera dove, anche le onde più forti, s’infrangeranno.

Pensatevi unici: non aspettate l’altra metà del cielo, il cielo non si smezza, mai.

Pensatevi indipendenti: nessun burattinaio reggerà mai il filo d’una marionetta sola.

Pensatevi innamorati: amatevi, accettatevi, se non ne sarete capaci nessuno lo farà.

Pensatevi senza tempo: l’unica cosa non ipotecabile è l’esistenza degli esseri umani.

Pensatevi profondamente: indagate in voi, sguazzate negli abissi del mare che siete.

Pensatevi tanto pazzi da folleggiare, tanto umani da soffrire, tanto belli da sorridere..

Pensatevi così veri da essere, così concreti da non apparire, così giusti da volerlo dire.

Pensatevi stelle cadenti: non siete lampadine accese né intermittenti.

Pensatevi intellettualmente, eticamente, umanamente degni d’essere detti onesti.

Pensatevi affamati di conoscenza prima ancora che di cibo.

Pensatevi tanto diversi immaginando un bellissimo lemma: migliori.

Pensatevi con il coraggio di rimettere tutto in discussione in ogni istante.

Pensatevi senza le false illusioni di ieri o non potrete costruire né l’oggi, né il domani.

Pensateci sempre perché, là dove finisce ogni ovvietà, magicamente iniziate voi.

 

 

001

(15/09/2017)  @lementelettriche by Paola Cingolani

Momenti di poesia – Un infinito gioco delle parti – di Paola Cingolani

Alcuni sbattono assai fragorosamente le porte
credendo che quel tonfo sordo faccia spavento
e probabilmente c’è anche chi se ne prende cura.

 

Altri fanno estrema attenzione e incedono piano
evitando di urtare chi sta già oltre la stessa soglia
e naturalmente ricevono ben più consensi e favori.

 

Poi ci sono quelli che si identificano nel muro
aiutando le porte battenti a schiacciare gli altri
e io adoro l’idea che sconquassino alcune ante.

 

Per ogni soglia c’è una porta.
Per ogni porta una maniglia.
Per ogni muro c’è una crepa.
Per ogni ferita una cicatrice.
Per ogni livido una carezza.
Per ogni angoscia un’empatia.

 

Ogni tempo passa e scorre.
Ogni inizio ha una sua fine.
Ogni tutto muta in niente.
Ogni niente è stato un tutto.
Ogni realtà diventa irreale.
Ogni virtuale diviene reale.

 

Un infinito gioco delle parti
e chissà dove ci siamo posti
– avremo mai bussato?
– avremo mai scalfito muri?
– avremo più ferito o più curato?
– avremo mai capito se è reale?
– avremo mai veduto il virtuale?
– avremo sempre colto il momento?
e chissà quante labili certezze
ci sfioreranno senza risposte
o quante domande mal riposte.

 

Rinnovarsi ogni giorno è un’arte nobile
riconducibile ad una questione di stile
l’approccio con le infinite stanze è variabile
e sicuramente non ci sarà mai dato a capire.

 

 

porte-da-sfondare-vecchie

@lementelettriche 14/09/2019 Paola Cingolani

Momenti di poesia – Mimetizzando i nostri dolori – di Paola Cingolani

L’umanità non è stanziale
le cose cambiano _ tutte _
così le nostre sensazioni

generando altre emozioni.

Idee in un continuo divenire
si incontrano _ e scontrano _
per prendere il sopravvento
su logiche o tempistiche note.
Ogni volta c’è uno spettacolo
arti varie _ comicità o drammi _
su di una grande giostra dove
posti a girare siamo solo noi.
Ci mascheriamo da pagliacci
per non farci vedere acrobati
ma dobbiamo truccarci il viso

mimetizzando i nostri dolori.

 

 

Rimel Neffati

Rimel Neffati Photo – @lementelettriche 12/09/2019 Poetry by Paola Cingolani

 

 

Berutti: “Cambiamo cresce nei sondaggi, avanti tutta con amici vecchi e nuovi per il bene del Paese”

Berutti: “Cambiamo cresce nei sondaggi, avanti tutta con amici vecchi e nuovi per il bene del Paese”

massimo-berutti

Roma, 11 settembre 2019 Roma, 11 settembre 2019 – “L’esordio di Cambiamo nei sondaggi elettorali di settembre con un 2,3% è un ottimo punto di partenza”.

Lo dichiara in una nota il Senatore Massimo Berutti, che prosegue: “siamo partiti nel mese di agosto con le peggiori condizioni possibili tra pausa estiva e crisi di Governo, ma la forza delle proposte di Cambiamento che abbiamo iniziato a condividere si sta dimostrando trainante.“L’esordio di Cambiamo nei sondaggi elettorali di settembre con un 2,3

Sia per chi si è sempre riconosciuto nelle istanze del centrodestra, a partire dai tanti amici che stanno lasciando Forza Italia per Cambiamo, che per chi cerca le risposte giuste per il bene del Paese nella fedeltà ai principi, nella concretezza della buona amministrazione e nel sano Cambiamento di scenari non più sostenibili.

Il buon avvio a livello nazionale si rispecchia anche negli ottimi dati che abbiamo sul Piemonte, da dove arrivano continuamente nuove adesioni e c’è tanta voglia di iniziare a mettersi in gioco, dal basso, per dare concretezza ad un Cambiamento a favore delle imprese, delle famiglie e delle tante persone per bene che vogliono una politica che cambi davvero in meglio la realtà”.

Momenti di poesia – Non è riempimento vano – di Paola Cingolani

L’amore è qualcosa di cui tutti
si riempono la bocca
_ fiumi di parole _ dette e scritte
tanto che
così fosse
il mondo sarebbe ben differente.
L’amore non è quello che si dice.
L’amore non è quello conosciuto.
Sono tutte questioni poco pensate
_ troppo di pancia _ e inflazionate.
Non è un palliativo né è una cura
e _ se manca la fiducia _ non c’è.
Non è riempimento vano
a tempo più o meno determinato
non lo si congela
non lo si baratta
non è l’inesistenza
non ci si adegua senza
non prevede sostituzioni
non si rimedia la mancanza
non è cosa da replicanti
non ci si può illudere
non da soli
non ciclicamente _ si deve dubitare _
specie quando d’altro non resta niente.
Comprarsi un cane o un gatto aiuta
è salutare _ impegna meno _
perché dire ti stimo ha più valore
quanto meno non si acuisce
perché la fiducia non si affievolisce.
L’amore vero lo si tace
non se ne fornisce indizio
non se ne da alcuna nuova
esso è di pertinenza solo di chi lo prova.

22ba185c60d35a9b8eb5aaad91c40bce

@lementelettriche 11/09/2019 Paola Cingolani

FORZA ITALIA: Per il rilancio del Teatro Comunale di Alessandria

Per il rilancio del Teatro Comunale di Alessandria

La questione della riapertura a pieno regime del Teatro Comunale, sollecitata con forza dal capogruppo di Forza Italia al Consiglio Comunale, Maurizio Sciaudone, sta particolarmente a cuore al nostro partito.

Teatro comunale Alessandria.jpg

Riteniamo che la doverosa risposta del Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, abbia preso una direzione meramente burocratica, che certamente vincola il domani del contenitore, pur senza impedirne la riattivazione, né tantomeno l’azione di proposta sul Teatro del futuro per Alessandria.

Del resto, più di un operatore interessato si è spinto a segnalare come molti luoghi destinati all’azione culturale in città, versino in condizioni non congrue a fornire un servizio di qualità agli alessandrini e non solo, in quanto tali strutture tendono a soddisfare un bacino d’utenza territorialmente più vasto della sola area municipale.

Il Teatro è un caso emblematico e lavorare per elaborare proposte che lo restituiscano nel più breve tempo possibile ai concittadini, pensiamo sia indispensabile.

Bonificato a seguito di un incidente di cantiere che aveva disperso in alcuni locali fibre di amianto, già, di fatto considerabile sicuro alla rilevazione dell’agosto 2011 effettuata dall’Università di Padova, la struttura ha subito ulteriori e più puntuali interventi di pulizia, fino a giungere alla dichiarazione di restituibilità fornita dalle istituzioni competenti. Purtuttavia, le scelte dell’Amministrazione guidata da Rita Rossa non sono andate nella direzione di investimenti necessari all’utilizzo complessivo della struttura, che non può essere ridotta al solo impiego della Sala Ferrero, inadatta, per esempio, a ricevere la messa in scena di spettacoli organizzati da compagnie di primaria importanza, né tantomeno di presentare una capienza utile a compensare economicamente l’accoglienza di rappresentazioni anche di caratura minore. Continua a leggere “FORZA ITALIA: Per il rilancio del Teatro Comunale di Alessandria”

Governo, Casolati/Ferrero/Bergesio (Lega), da Conte nessun riferimento a Tav e infrastrutture fondamentali, inaccettabile

Governo, Casolati/Ferrero/Bergesio (Lega), da Conte nessun riferimento a Tav e infrastrutture fondamentali, inaccettabile

Lega logo

Roma, 10 set – “Nel suo lungo intervento al Senato il Premier Conte, capo del governo delle poltrone, ha parlato di tanti argomenti, ma si è dimenticato di menzionare la Tav, il completamento dell’Asti-Cuneo A33 e altre opere infrastrutturali fondamentali per il Piemonte e per l’Italia: questo è inaccettabile. È vergognoso che un Presidente del Consiglio non dia risposte, senza fare neppure un accenno, su argomenti così importanti per i territori e per l’Italia, facendo così un grave torto ai cittadini, ai lavoratori e a tutto l’indotto. Spiace prendere atto che già dalla nascita questo governo, caro a Bruxelles e a Berlino, frutto di manovre di palazzo, risulta essere sempre più lontano dagli italiani e dai loro problemi: vigileremo costantemente affinché il Piemonte venga messo al centro dei programmi infrastrutturali con opere pubbliche fondamentali per le imprese e le famiglie”.

Lo dichiarano in una nota Marzia Casolati, Roberta Ferrero e Giorgio Maria Bergesio, senatori piemontesi della Lega.

Ufficio Stampa Lega Senato

ufficiostampalega@senato.it

Momenti di poesia – S’è estinta la tua parola – di Paola Cingolani

? un punto di domanda
_ ché troppe cose non conosco _
uno per gli amori
uno per i dolori
uno per il detto
uno per il non detto
uno per tutto ciò che non so

? un punto interrogativo
_ uno per ogni cosa _
ché con l’estinguersi della tua parola
hai riacceso e ridato più vita alla mia

14086195_1730834630499003_8693367445656823973_o
Anna O. Photography @lementelettriche Poetry – 10/09/2019 Paola Cingolani