Di Maio M5S: serve una legge sul salario minimo e una legge per combattere la grande evasione fiscale.

Di Maio M5S: serve una legge sul salario minimo e una legge per combattere la grande evasione fiscale.

Premesso che concordiamo sul salario minimo, prendiamo atto che anche Luigi di Maio esterna la necessità di fare una legge per combattere uno dei cancri più importanti che non ci consentono di avere risorse da investire per la crescita dell’Italia, cioè l’evasione fiscale.

Purtroppo per gli italiani onesti che pagano regolarmente le tasse, sinora, nonostante le tante promesse che ci sono state fatte dai politici di tutti i governi che hanno preceduto quello attuale nessuno ci è mai riuscito, vedremo se questa volta sarà diverso oppure sarà la solita promessa non mantenuta, non ci resta che attendere e incrociare le dita…

Pier Carlo Lava

Luigi Di Maio

da profilo facebook di Luigi Di Maio

Questa mattina, durante una simpatica intervista su Radio KissKiss, mi hanno ad un certo punto chiesto quali fossero, almeno per me, i tre provvedimenti simbolo del mio primo anno da ministro. Io ho risposto: taglio dei vitalizi, reddito di cittadinanza e decreto dignità. Il taglio dei vitalizi è stata una doverosa operazione-credibilità che questo governo doveva ai cittadini, il miglior modo per iniziare. È stato un po’ come quando ingrani la prima per far partire la macchina. E pensare che nella scorsa legislatura ci dicevano che era una cosa impossibile da fare, mentre noi, con i risparmi ottenuti dal taglio di questi privilegi, abbiamo finanziato la pensione di cittadinanza per rialzarla a chi ancora percepiva 500 euro al mese dopo aver lavorato una vita. Poi c’è il decreto dignità. Hanno sbraitato ai quattro venti che sarebbe stato un fallimento, mentre i nuovi dati sull’occupazione ci dicono che i contratti stabili stanno aumentando. Ma ciononostante sono consapevole del fatto che dobbiamo fare sempre di più. Infine, per quanto riguarda il reddito di cittadinanza, siamo già a oltre 1 milione di domande accettate, con una platea di 2,5 milioni di beneficiari. Voglio dirlo ancora una volta: sono davvero felice per queste persone.

Pensando invece al futuro, quindi alle cose da fare, ho ribadito chiaramente che entro la fine dell’anno serve una legge sul salario minimo e una legge per combattere la grande evasione fiscale.

Io ce la sto mettendo tutta per portare avanti questo mandato che mi onora, ma che è anche costellato di oneri e per questo darò sempre il massimo per tutelare i cittadini italiani.

Vuoto da perdersi – Paola Cingolani – “Momenti di poesia”

Tanto vuoto _ a perdere _
ché a perdersi basta poco
un niente
e galleggi nel gorgo del nulla
_ nulla di fatto _ è l’inutilità
qualcosa che non serve più
è servita in modo marginale
insufficiente anche a dire
_ nulla di detto _
ché a una bottiglia rispettabile
per lo meno
dovremmo attribuire un messaggio

situazioni stile commedia dell’assurdo
attori di una parte misera
gente che aspetta ancora Godot
ma non ha capito
_ chissà se lo capirà mai _
che non arriva

ma tu lo sai
aspetti se ne accorgano _ sei paziente _
aspetti si vogliano ricredere
aspetti scoprano un modo giusto
e non finiscano _ privi di qualsiasi detto _
nel gorgo vorticoso del vuoto
le solite bottiglie prive di messaggio
ma ti resta solo l’onestà di attribuzione
a questa loro arrendevole pochezza
della tua immeritata amarezza

ci saranno bottiglie nuove
e serviranno a dissetarli
perché non restino arsi
vuoto da perdersi
vuoto da perdere
vuoto _ solo _
è il vuoto

 

@lementelettriche  20/06/2019

13445600_10207774557654384_3767469185475981605_n
(Si ringrazia Paolo Capitini per la gentile concessione della foto)

Giuseppe Conte alla Ue, il mio Paese non può cero essere accusato di voler compromettere il progetto europeo

Giuseppe Conte alla Ue, il mio Paese non può cero essere accusato di voler compromettere il progetto europeo

Pier Carlo Lava

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte scrive ai 27 Paesi membri Ue, al Presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, e al Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk.

L’obiettivo è quello di evitare la procedura di infrazione all’Italia ventilata dalla Ue, vedremo se ci riuscirà… il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha inviato la seguente lettera:

Giuseppe Conte

dal profilo facebook di Giuseppe Conte

Come anticipato nei giorni scorsi, ieri sera ho inviato una lettera agli altri 27 Paesi membri Ue, al Presidente della Commissione Ue, Jean Claude Juncker, e al Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. Qui di seguito il testo integrale.

Siamo all’inizio di una nuova legislatura europea e dobbiamo approfittare di questa preziosa occasione per raccogliere le nuove sfide, lavorando al rinnovamento delle regole comuni e alla introduzione di strumenti che possano soddisfare più efficacemente i bisogni dei cittadini. L’Italia vuole cogliere questa opportunità di cambiamento.

Il processo di integrazione, che nei primi decenni successivi alla seconda guerra mondiale ha rappresentato l’orizzonte ideale per le nostre democrazie avanzate, sembra aver perso la sua originaria forza propulsiva, con il risultato che si moltiplicano gli interrogativi e le perplessità sul futuro dell’Unione europea, quando invece proprio l’attuale congiuntura storica dovrebbe suggerire maggiore unità e più condivise strategie per consentire agli Stati membri di sostenere il peso della competizione globale.
Lo scenario geostrategico appare mutato. L’avanzamento tecnologico pone questioni non ancora esplorate, che rischiano di porre in discussione gli stessi fondamenti antropologici. Si prospettano nuove traiettorie demografiche, suscettibili di indirizzare il continente europeo verso una stagnazione secolare.
I nostri popoli ci richiamano alla responsabilità, ricordandoci che la politica, se asservita alle ragioni dell’economia e, in particolare, della finanza e se orientata esclusivamente a contenere i debiti sovrani, abdica alla propria missione, finendo per perdere la propria legittimazione.

Continua a leggere “Giuseppe Conte alla Ue, il mio Paese non può cero essere accusato di voler compromettere il progetto europeo”

Cittadella di Alessandria: le chiavi nelle mani di una Pro loco, le autorizzazioni (quando esistono) sono datate e la Soprintendenza è in attesa del nuovo responsabile

Cittadella di Alessandria: le chiavi nelle mani di una Pro loco, le autorizzazioni (quando esistono) sono datate e la Soprintendenza è in attesa del nuovo responsabile

Date: 19 giugno 2019 Author: Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com

Nella Cittadella di Alessandria c’è qualcosa che non va. E non da poco tempo. Ma evidentemente, secondo la classica regola italiana del “tanto si è sempre fatto in questo modo” che trasforma la consuetudine in legge, va bene così, almeno fino a quando qualcuno non se ne accorge una volta per tutte.

cittadella.jpg

È accaduto durante la Commissione Consiliare Affari Istituzionali e Partecipazione convocata per discutere due punti all’ordine del giorno: il primo, tecnico, relativo alla discussione e al parere sulla «Conferma degli organismi collegiali di competenza del Consiglio Comunale» e il secondo alla mozione “Regolamento comunale per l’utilizzo temporaneo e continuativo della Cittadella di Alessandria”, presentata dal Movimento 5 Stelle (illustrata da Michelangelo Serra) e sottoscritta da Maurizio Sciaudone di Forza Italia.

Ed è qui che si è acceso lo scontro politico fra Sciaudone ed Enrico Mazzoni del Pd e si è scoperto che diverse cose non vanno. La prima che non torna è la tempistica del tanto auspicato regolamento per gestire la Cittadella in modo corretto e con regole uguali per tutti: è ‘solo’ dal novembre 2017 che se ne parla. Continua a leggere “Cittadella di Alessandria: le chiavi nelle mani di una Pro loco, le autorizzazioni (quando esistono) sono datate e la Soprintendenza è in attesa del nuovo responsabile”

Giovanni Barosini sollecita i tecnici del Comune a controllare i ripristini degli interventi stradali di open fiber

Giovanni Barosini sollecita i tecnici del Comune a controllare i ripristini degli interventi stradali di open fiber

IMG_20190619_192548_resized_20190619_073654812IMG_20190619_192532_resized_20190619_073654287IMG_20190619_192559_1_resized_20190619_073653705

Alessandria today, siamo lieti di apprendere che l’Assessore competente per delega solleciti i tecnici del Comune ad una maggiore attenzione a come vengono svolti i lavori pubblici da parte delle varie imprese operanti sulla città, in tal senso sarebbe però il caso di far controllare anche i lavori di ripristino, parziali e incompleti, rispettivamente a quanto avevamo segnalato, relativi al parco giochi di via Don Giovine al quartiere Borsalino.

In tal senso occorre precisare quanto segue:

Sono stati riverniciati i giochi – Messe a dimora tre piante, ma manca ancora la sistemazione della recinzione in legno, occorre rimettere gli assi mancanti, dove spuntano chiodi rugginosi e verniciarla tutta prima possibilmente che marcisca, inoltre non guasterebbe un taglio dell’erba …

Grazie… Pier Carlo Lava

barosini-copia

Alessandria: Giovanni Barosini, Assessore Lavori pubblici (Patrimonio, Aree verdi, Cimiteri, Welfare animale) invita nuovamente e formalmente i tecnici del Comune a verificare di persona e scrupolosamente che TUTTI i lavori e ripristini a seguito degli interventi stradali per l’installazione della fibra da parte di Open Fiber vengano eseguiti a regola d’arte e ad attivare, immediatamente, l’Avvocatura del comune non appena si rilevino inadempienze contrattuali.

Barosini chiede inoltre che gli venga comunicato con anticipo le date di ripristino delle vie elencate in convenzione da eseguire con asfaltatura completa o comunque non meno di Mt 3,5 di larghezza.

Caro Enrico, (Nascimbeni)

Caro Enrico, ci mancherai ogni  volta che leggevo i tuoi post era una perla di saggezza, ogni volta che commentavo i tuoi post quasi sempre mi rispondevi anche quando non ero’ d’ accordo, ho avuto l ‘ onore di conoscerti per telefono eri pure una persona umile quando mi dissi al telefono che i veri poeti erano montale, ‘ ungaretti, lo eri pure tu.

ci  eravamo sentiti perche’ ti erano piaciuti i miei testi e ‘ volevi pubblicarli poi non ho saputo piu’ niente ma fa nulla oramai. e ti ringraziero sempre quando mi difesi per due volte nella mia bacheca da degli attacchi .grazie enrico anche se non ti ho mai conosciuto ti sentivo vicino, grazie di tutto

Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

Le piante abbattute vanno sostituite, di Pier Carlo Lava

Alessandria today: Come tutti dovremmo sapere le piante fanno ombra, riducono la temperature nei periodi estivi, combattono lo smog e sappiamo bene quanto ne ha bisogno Alessandria, che come inquinamento da PM10 è da anni nei primi cinque posti fra i 104 capoluoghi di provincia in Italia e infine migliorano l’immagine della città e la qualità della vita.

IMG_20190531_191859_resized_20190607_084410134IMG_20190605_114700_resized_20190607_084408519

Pertanto alla luce di quanto sopra è indispensabile che in città si incrementi il numero delle piante e nel caso di qualche abbattimento di quelle esistenti si provveda tempestivamente a sostituirle.

Poco tempo fa in via Moccagatta ne sono state abbattute due che sono morte in quanto ammalate, a causa del fatto che a partire dalla calda estate del 2012, allora erano ancora giovani, non sono state mai più bagnate, i ceppi e i tronchi tagliati sono ancora al suolo.

Invitiamo perciò l’Amministrazione comunale e nelle specifico l’Assessore al verde urbano Giovanni Barosini a dare le relative disposizioni per sostituirle

La nipote del Mare – di Paola Cingolani – Momenti di poesia –

Ho osservato la mia scogliera
sempre immobile
principio di stabilità assoluta
si staglia là
è equidistante
tanto da me
quanto dall’orizzonte.

Ho riflettuto molto a lungo
l’ho mirata e rimirata
anche se coperta d’onde
emerge dal mare
non si sposta
la vedo svettare
quasi a reclamarti dal cielo.

Di fronte a quella scogliera
come fosse casuale
sulle altre pietre
più bianche
più giovani
fra sabbia e acqua blu
viene anche mia figlia
lei magari ti trova
nel profondo
come me.

Per possedere mondi sommersi
qui dove ogni singolo scoglio
è stato nostro approdo
la nostra stessa vita
il più antico eri tu
l’universo tutto
che alberga
ancora
in te.

Su quell’arenile
solido supporto
l’ingegno di tua nipote
e tu sai quanto ti cerca
per arginare l’erosione
non certo della costa.

Dovrò ingegnarmi anche io
ché _ a dirtela così com’è _
sono sofferente
d’una smania
cronicizzata
e resto qui
sulla riva
a pesare
come se
a muovere me
non bastasse
una draga.

 

64706859_10215973109853371_8437390238547968000_n
@lementelettriche – 18/06/2019 – Giulia by Mary Della Giovanna Photography –

Dl Crescita, Matrisciano Costanzo M5S: Pensione di inabilità per lavoratori colpiti da amianto

Dl Crescita, Matrisciano Costanzo M5S: Pensione di inabilità per lavoratori colpiti da amianto.

Schermata 2019-06-18 a 17.36.57

“Quello raggiunto con l’approvazione dell’emendamento che riconosce la pensione di inabilità al 100% ai lavoratori del settore amianto ammalati di patologie asbesto-correlate di origini professionali è il risultato di una grande battaglia di civiltà che, come MoVimento 5 Stelle, portiamo avanti da anni. Per settimane abbiamo lottato affinché questo emendamento potesse superare lo scoglio dell’ammissibilità delle commissioni Bilancio e Finanze. Grazie a questa norma, tutti quei lavoratori con una patologia asbesto correlata accertata e riconosciuta, che finora non riuscivano ad andare in pensione, potranno farlo”. Lo dichiarano in una nota Jessica Costanzo e Susy Matrisciano, portavoci del MoVimento 5 Stelle in commissione lavoro alla Camera e al Senato. Continua a leggere “Dl Crescita, Matrisciano Costanzo M5S: Pensione di inabilità per lavoratori colpiti da amianto”

Gianfranco Cuttica di Revigliasco sull’emendamento inserito nel “Decreto Crescita”, approvato dalla Commissione Finanze della Camera

Gianfranco Cuttica di Revigliasco sull’emendamento inserito nel “Decreto Crescita”, approvato dalla Commissione Finanze della Camera

Dichiarazione del Sindaco di Alessandria sull’emendamento inserito nel “Decreto Crescita”, approvato dalla Commissione Finanze della Camera

Cuttica

Alessandria: Ieri la Commissione Finanze della Camera – grazie ad un preciso accordo della maggioranza di Governo – ha approvato un emendamento del “Decreto Crescita” che prevede un importante sostegno a favore della Città di Alessandria, ossia l’assegnazione di risorse straordinarie per 20 milioni di euro (10 nel 2020 e 10 nel 2021) nonché, per un verso, misure fondamentali per consentire ai bilanci dell’Ente di “riassestarsi” (grazie alle quali sarà possibile rientrare dei debiti pregressi nei prossimi vent’anni e non più in quindici) e, per altro verso, la previsione – per i Comuni come Alessandria con popolazione superiore ai 60.000 abitanti in dissesto finanziario che hanno deliberato la procedura di riequilibrio pluriennale – della possibilità di ridurre del 5% gli importi sia dei contratti in essere che di quelli relativi a procedure già affidate aventi a oggetto l’acquisto o la fornitura di beni e servizi (una riduzione che, senza danneggiare eccessivamente le imprese, consentirà ai Comuni beneficiari considerevoli risparmi).

A questo riguardo, il Sindaco, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, ha rilasciato la seguente dichiarazione.

«L’emendamento approvato ieri in Commissione Finanze della Camera rappresenta un elemento prezioso e significativo della strategia che è stata messa in campo per valorizzare, sostenere e rilanciare la nostra Città a partire dall’aspetto economico-finanziario. Continua a leggere “Gianfranco Cuttica di Revigliasco sull’emendamento inserito nel “Decreto Crescita”, approvato dalla Commissione Finanze della Camera”

Ancora e sempre oblio – di Paola Cingolani – Momenti di poesia –

56757225_10215992045286439_2170682948209082368_n

 

Arriva l’ora triste
quando tutto perde il suo senso
ogni colore svanisce


come se nebbia fitta volesse soffocarti
come se guardare avanti non ti servisse
non più
come se _ la tua necessità di sorvolare
limiti e recinzioni _ t’abbandoni di colpo 


anche lei


e attendi


scruti ogni infinita moltitudine
rifletti su ciò che sarebbe stato possibile
ma soffochi d’impossibile
non è stato
paradossalmente immota

 


disorientata

 

da parole che valuti intermittenti
a volte dure
altre dolci
che si frappongono
fra te e tutto l’universo tuo
a segmentare le presenze
in silenzi spettrali


ti si schiaccia coi nulla di fatto
ed è ancora e sempre oblio

 

 

 

@lementelettriche 18/06/2019

(Si ringrazia Paolo Capitini per la gentile concessione della foto)

 

L’animo umano – di Paola Cingolani – “Momenti di poesia”

L’animo umano è delicato
come i cristalli
basta un soffio
basta un tintinnio
basta un movimento
di poco incauto
più o meno volendo
e lo si rompe

è uno specchio
che s’incrina

è una ferita
che s’infetta

è una piaga
che non rimargina

_ se rimargina
resta un segno _

e non vi sono età
per le ferite
dato che vivere
oramai
sembra essere
una sassaiola
di parole inferte

non resta altro
se non scrivere
cercando la poesia
per rifiutare tutto
per placarsi
in divenire
o si muore

2ecf21d6ff6a5e9c78ad356099e98342

@lementelettriche 18/06/2019

Legambiente alla nuova Giunta regionale: “La lotta ai cambiamenti climatici sia al centro delle politiche”

Legambiente alla nuova Giunta regionale: “La lotta ai cambiamenti climatici sia al centro delle politiche”

Con una lettera Legambiente augura buon lavoro al neo presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e all’intera Giunta regionale: “Disponibili al confronto e collaborazione”

Legambiente Piemonte e Valle d'Aosta

“Ci auguriamo che le grandi questioni ambientali siano al centro dell’impegno della Regione Piemonte per i prossimi anni, consapevoli del fatto che la sfida ai cambiamenti climatici e la riduzione delle emissioni di CO2 sono le grandi questioni che vanno affrontate a livello globale, partendo però da azioni territoriali”.

Con queste parole Fabio Dovana, presidente di Legambiente e Valle d’Aosta, augura buon lavoro al neo presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e all’intera Giunta regionale. “Siamo disponibili fin da subito al confronto e alla collaborazione. L’adattamento ai cambiamenti climatici è la vera grande sfida del tempo in cui viviamo. Per vincerla, dobbiamo rendere le nostre città più resilienti e sicure, cogliendo l’opportunità di farle diventare anche più vivibili e belle. Continua a leggere “Legambiente alla nuova Giunta regionale: “La lotta ai cambiamenti climatici sia al centro delle politiche””

Confartigianato, Bergesio (Lega) con delegazione di Cuneo: sostegno a imprese del territorio, fondamentali per economia

Confartigianato, Bergesio (Lega) con delegazione di Cuneo: sostegno a imprese del territorio, fondamentali per economia

Confartigianato Roma

Roma, 18 giu – “Questa mattina a Roma, nel centro congressi ‘La Nuvola’, ho partecipato all’assemblea nazionale di Confartigianato.

Erano presenti anche gli imprenditori di Cuneo e provincia, con il presidente Luca Crosetto, il direttore Joseph Meineri  e i delegati provinciali. Massimo impegno per sostenere le imprese del territorio, vere e proprie eccellenze di cui siamo orgogliosi, fondamentali per l’economia del Piemonte e di tutto il Paese.

Come ha evidenziato il ministro Matteo Salvini nel suo intervento nel corso dell’assemblea, avanti tutta per flat tax e taglio delle tasse, provvedimenti concreti e di buon senso per sostenere le imprese, creare occupazione e rilanciare il Paese”.

Lo dichiara Giorgio Maria Bergesio, senatore piemontese della Lega.

Ufficio Stampa Lega Senato

Molinari su norma Salva Comuni: “20 milioni di euro per Alessandria: promessa mantenuta, non esiste solo Roma”

Molinari su norma Salva Comuni: “20 milioni di euro per Alessandria: promessa mantenuta, non esiste solo Roma”

“Oggi è un giorno straordinario per Alessandria: l’emendamento inserito nel Decreto Crescita, approvato lunedì dalla Commissione Finanze della Camera, garantirà al nostro comune risorse straordinarie per venti milioni di euro (10 nel 2020 e 10 nel 2021), fondamentali per consentire ai bilanci dell’ente di ‘riassestarsi’. Tutto ciò grazie ad un preciso accordo della maggioranza di governo. Inoltre ci sarà la possibilità di rientrare dei debiti pregressi nei prossimi vent’anni, e non più in  quindici”.

riccardo-molinari

Lo afferma Riccardo Molinari, Presidente dei Deputati della Lega, che poi sottolinea: “L’attuale giunta di Palazzo Rosso, a guida Lega, insediandosi due anni fa trovò una situazione contabile molto più complicata del previsto, che è stata affrontata dal sindaco Cuttica e dalla sua maggioranza con professionalità e trasparenza, ponendosi l’obiettivo di un vero, definitivo risanamento contabile dell’ente, non disgiunto a progetti di sviluppo a sostegno della città, e di tutto il territorio circostante. Oggi dal Parlamento arriva un segnale di attenzione fortissimo: non esiste solo Roma, e realtà come Alessandria vanno sostenute, e aiutate ad uscire da una situazione complicata, per guardare al futuro con slancio, e non con preoccupazione”. 

Alla città di Alessandria è riconosciuto un contributo in conto capitale di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021,  con un provvedimento ‘ad hoc’ fortemente caldeggiato dall’on. Molinari, che spiega: “Si tratta in realtà di una compensazione. Ai tempi del dissesto il Comune si è inserito nella massa debitoria in pratica come debitore di se stesso: aveva già pagato 31 milioni e l’Osl del Ministero fece rientrare quella somma solo per il 40%: mancavano quindi all’attivo venti milioni. Con questo decreto sono stati trovati venti milioni di euro, dieci per l’anno prossimo e altrettanti per il 2021, che di fatto Alessandria doveva già avere. C’era stato un errore nella contabilità del dissesto e noi lo abbiamo sanato”. Continua a leggere “Molinari su norma Salva Comuni: “20 milioni di euro per Alessandria: promessa mantenuta, non esiste solo Roma””