Chi sale e chi scende negli ultimi sondaggi elettorali in vista delle politiche

urne-sondaggi-140408190327_big

da INFOSANNIO

(Filippo Merli – http://formiche.net) – Mentre Matteo Salvini parla di un confronto positivo con Silvio Berlusconi, “tranne che sul Milan”, la Lega perde terreno nei confronti di Forza Italia. Insieme al costante calo del Pd, è uno dei dati più significativi che emergono dall’ultimo sondaggio realizzato da Index Research. In vista delle politiche del 2018, la coalizione di centrodestra, secondo la rilevazione, supera ampiamente quella di centrosinistra, anche se il partito più votato, oggi, sarebbe il M5s.

Dopol’uscita di scena di Angelino Alfano e il dietrofront diGiuliano Pisapia, nelle recenti analisi compare per la prima volta Liberi e uguali, il contenitore della sinistra radicale guidato dal presidente del Senato, Pietro Grasso. Il sondaggio di Index, però, va oltre le politiche: per gli interpellati, lo scenario più probabile, dopo il voto col Rosatellum, è l’alleanza tra Berlusconi e Matteo Renzi per un governo di larghe intese. Continua a leggere “Chi sale e chi scende negli ultimi sondaggi elettorali in vista delle politiche”

Proprietari di casa, ovvero pecore da scorticare!

pecore

In una delle ultime riunioni tenutasi al Circolo della Concordia parlando di tasse, ci è stato illustrato il Rapporto 2017 della Corte dei Conti sul coordinamento della finanza pubblica.

Un rapporto che possiamo definire un vero e proprio “grido di dolore”: metà del nostro stipendio se ne va tra contributi e tasse.

IL rapporto della Corte ha fornito al relatore anche lo spunto per una riflessione sulla “TASSAZIONE SULLA CASA”. Ci è stata illustrata, a tal proposito, l’Enciclica Rerum Novarum promulgata dal Pontefice Leone XIII nel 1891.

Leggiamo in essa che “le leggi devono fornire il diritto alla proprietà privata e fare in modo che cresca il più possibile il numero dei proprietari. ..La proprietà privata non venga oppressa da imposte eccessive. ..E’ ingiustizia ed inumanità esigere dai privati più del dovere sotto il pretesto di imposte – perché la proprietà privata concretizza   – una più equa ripartizione della ricchezza nazionale”. Continua a leggere “Proprietari di casa, ovvero pecore da scorticare!”

Martinazzoli: dallo statista bresciano una lezione di serietà, perciò attuale

Balduzzi-a-Pescara_02

Qualche giorno fa, nella Sala della Lupa alla Camera dei deputati, è stato presentato il volume contenente i “Discorsi parlamentari” di Mino Martinazzoli. La raccolta consente di cogliere le peculiarità e la ricchezza del contributo alla vita politica e istituzionale del nostro Paese offerto dallo statista bresciano, la cui lezione di serietà – come scrive Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire – è sempre attuale, forse oggi ancor più di allora. Continua a leggere “Martinazzoli: dallo statista bresciano una lezione di serietà, perciò attuale”

Cosa succede in consiglio comunale: i cittadini e le problematiche di disabilità 

di Cristina Saracano. Alessandria

Il 6 dicembre scorso, presso l’Associazione Idea, Paolo Berta, presidente e Nadia Savoldi, vice presidente ci hanno illustrato le novità in materia di disabilità emerse dopo l’ultimo consiglio comunale.

A seguito di una mozione del Consigliere comunale Bianchini si è discusso in merito alla possibilità di dare maggiore autonomia e uno scatto di categoria contrattuale al Disabilty Manager, ma la segreteria generale ha dato parere negativo, bisognerebbe, invece, lavorare in rete, ora però Paola Testa è praticamente da sola, ma, secondo l’assessore Formaiano, il servizio sarà più operativo a breve, affiancando del personale che si potrà dedicare esclusivamente a tali problemi.

Sarebbe inoltre necessario attuare il PEBA, piano eliminazione barriere architettoniche, che ostacolano fortemente la vita delle persone con disabilità. Continua a leggere “Cosa succede in consiglio comunale: i cittadini e le problematiche di disabilità “

USA si arrogano il merito della liberazione della Siria e vi resteranno finché farà loro comodo 

Guerra in Siria © Infophoto (1)-2

Cavaliere di Monferrato by maciknight57

Il governo USA (sia quello ufficiale che occulto o profondo) si sta sempre più rendendo patetico e risibile con le sue dichiarazioni e scelte strategiche fallimentari, sostenute da una propaganda mediatica sempre meno convincente, che alimenta sempre più la conflittualità e la diffidenza nei loro confronti. Continuando di questo passo rimarranno sotto il loro giogo solo quei paesi ricattabili, che non possono sottrarsi alla prepotenza americana per la loro intrinseca debolezza, tutti gli altri si allontaneranno, perderanno sempre più alleati.

Ma la cosa più grave è che provocheranno un sempre più grave scollamento tra le popolazioni delle varie nazioni e le loro leadership, essendo queste ultime a libro paga degli USA. Le popolazioni saranno sempre più ostili agli USA comprendendone le intenzioni egoistiche e bellicose che fomentano ulteriori e rischiosi conflitti bellici che potrebbero estendersi, intenzioni palesemente contrarie al desiderio di pace della stragrande maggioranza della popolazione dei paesi cosiddetti “occidentali”. Continua a leggere “USA si arrogano il merito della liberazione della Siria e vi resteranno finché farà loro comodo “

Aggressione autista AMAG Mobilità: commento del vicesindaco Davide Buzzi Langhi

Autobus ATM

Alessandria: A seguito della recente aggressione di un autista in servizio su un autobus di AMAG Mobilità, il vicesindaco ed assessore alle Partecipate, Davide Buzzi Langhi, ha commentato come segue:

“Ho immediatamente chiesto un incontro con i vertici di AMAG Mobilità per approfondire il tema della sicurezza sia per i conducenti che per i passeggeri dei mezzi pubblici. E’ nostra intenzione pianificare insieme ai vertici dell’azienda le migliori strategie per evitare il ripetersi di episodi di questa gravità.

AMAG mobilità ha già investito molto in termini di sicurezza, l’azienda è molto scrupolosa e gestisce con attenzione il servizio pubblico.

Questa società in evoluzione, tuttavia, richiede che, sempre più costantemente, si alzi il livello di allerta per la tutela dei cittadini. Continua a leggere “Aggressione autista AMAG Mobilità: commento del vicesindaco Davide Buzzi Langhi”

M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS

Alessandria: E sera, siete in ufficio seduti alla scrivania davanti al pc, state solo pensando ad arrivare alla fine di una dura giornata di lavoro e a tornare a casa per passare una tranquilla serata in famiglia. All’improvviso sette sconosciuti ubriachi entrano dalla porta alle vostre spalle.

Cominciano a fare un gran baccano a minacciarvi mentre chiedete loro di smettere. Cercate di calmarli spiegando loro che state solo cercando di fare il vostro lavoro in pace. Vi aggrediscono con calci e pugni e vi mandano all’ospedale.

Questo fortunatamente capita di rado a chi di noi lavora in un ufficio, in una ditta o in un supermercato. ‘E capitato invece ad un conducente di autobus del nostro servizio di trasporto pubblico Giovedì sera intorno alle 20.00, con una prognosi ospedaliera di 5 gg. Continua a leggere “M5S Alessandria: MAGGIORE SICUREZZA SUGLI AUTOBUS”

Perchè un blog

19577523_1368388413257016_2969217984284384081_o.jpg

Pier Carlo Lava. Alessandria.

Le mie esperienze lavorative: ho svolto per molti anni il ruolo di Dirigente Industriale nel settore commerciale & marketing, un mondo che affascina, motiva e stimola e che ha contribuito a farmi crescere sotto il profilo professionale e umano. 

Molti di noi potendo ricominciare da capo intraprenderebbero altre attività, altri percorsi ma, personalmente, non cambierei quasi nulla e ripeterei la stessa scelta professionale. Forse l’unica cosa che cambierei sarebbe quella di dare maggiore spazio alla famiglia perchè confesso di averla un pò trascurata a causa del mio lavoro. Sono da sette anni un cittadino attivo per la città di Alessandria, mi occupo di tutte le problematiche esistenti, segnalandole alla Pubblica Amministrazione in carica e proponendo soluzioni per risolverle.

Il blog: Alessandriatoday.wordpress.com vuole essere un mezzo per informare i cittadini e l’Amministrazione comunale in merito alle problematiche in questione.

La Sanità italiana, miliardi di sprechi, che pagano sempre i cittadini

Ospedale

di Pier Carlo Lava. Alessandria

Secondo alcuni media un farmaco su 10 finisce nella spazzatura, con uno spreco di 1,6 miliardi di euro all’anno. 

Non mancano consulenze d’oro per 780 milioni di euro, servizi di mensa e pulizia pagati più di quanto si deve, con uno spreco di circa 1 miliardo di euro. 

Project financing molto costosi per costruire ospedali a volte inutilizzati, spese legali inutili, con costi per 2 miliardi di euro.  Continua a leggere “La Sanità italiana, miliardi di sprechi, che pagano sempre i cittadini”

Articolo 1-MDP

streamingDomenica 3 dicembre a partire dalle ore 10 nella sede di Articolo 1-MDP di Alessandria in via Palermo 31 sarà possibile seguire in streaming l’assemblea nazionale della lista di sinistra unitaria promossa da MDP, Possibile e Sinistra Italiana, in programma a Roma.
Sarà un occasione di ascolto degli interventi dell’evento romano e di confronto tra i militanti e i simpatizzanti nello spirito di costruzione di una lista aperta e inclusiva anche delle esperienze dei territori e del civismo.

Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde

Der martin-schulz-spd

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com

Già il titolo di questo editoriale del Der Spiegel muove qualche singolare supposizione. Se poi si scorre il testo, il timido sospetto si tramuta in sorpresa, al punto che dopo averlo letto non si può fare a meno di chiederci: che cosa sta succedendo in Germania? Non appena furono divulgati i risultati definitivi nella tarda sera del 24 settembre, alcuni brillanti commentatori constatarono la quasi impossibilità di celebrare una coalizione Giamaica, essendo già noto il diniego della SPD di partecipare al governo della Repubblica Federale: troppe le differenze che separano i liberali dai verdi e per di più le schermaglie tra CDU e CSU, a parer loro, cominciano a non essere più nascoste all’elettore tedesco. Sennonché, buona parte dei media nazionali e internazionali – a esclusione della BBC – propalavano una sorta di parabola politica, secondo cui i tedeschi, in quanto custodi di valori “etnici”, avrebbero necessariamente escogitato un fine meccanismo di “check and balance” tale da riuscire a trovare un accordo persino con il diavolo, pur di santificare l’unità politica della nazione. Continua a leggere “Der Spiegel (DE) La Germania vince, la Merkel perde”

Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord

germania-2

https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La Lega Nord vuole uno Stato federale, arrivando al cuore della questione noi dobbiamo lanciare una controffensiva decisa, con proposte concrete e con una filosofia di fondo. Smascherando le evidenti contraddizioni che il centrodestra presenta in questa ubriacatura neo-regionalista. Occorre ricordare a tutti che una simile revisione costituzionale presupporrebbe un concetto di solidarietà da scolpire nella pietra. In ogni comunità nazionale sono presenti aree in surplus e in deficit di PIL in % rispetto al totale.

Conviene cambiare l’impostazione attuale?

Come si pongono i sovranisti del centrodestra di fronte a questa frammentazione? Un prevalere di interessi particolari che incrementerebbe il peso dell’Europa (sui fondi strutturali dialoga di fatto direttamente con le Regioni). Cosa ne pensano i tanti Sindaci delusi dalla distanza che vivono tutti i giorni nei confronti delle Regioni?

E’ disponibile la lega Nord, nel nuovo Stato Federale, a ridare forza alle autonomie locali?

Ai Comuni per esempio, con un federalismo fiscale vero? E’ disponibile a ripensare enti di mezzo di area vasta fra i Comuni e le Regioni, eletti dai cittadini, che riprendano in mano in modo organico materie come trasporti, rifiuti e strade? Continua a leggere “Autonomia e federalismo in Germania e le contraddizioni della Lega Nord”

La rottura fra la sinistra e il PD è politica

di Filippo Boatti http://www.cittafutura.al.it/

Non c’è dubbio, negli ultimi tempi ho personalmente espresso molte riserve e perplessità su un percorso politico della sinistra non lineare e troppo pasticciato, privo del polso di una vera classe dirigente e tutto giocato all’interno della tattica di Palazzo ma poco o nulla interessante per il mondo reale esterno, sofferente per gli effetti della “crisi” (come vengono eufemisticamente chiamate una serie di politiche sbagliate ma volute) all’inseguimento dell’improbabile federatore Pisapia o dell’estetizzante “Brancaccio”.

La rottura

Anche i tempi e i modi della scissione a sinistra del PD sono stati poco convincenti e sono certamente criticabili. Mentre senza dubbio i contenuti in positivo di un progetto alternativo stentano ad emergere con chiarezza, fra mille ritardi. Così come non mi convince la designazione di Grasso (persona peraltro assai stimabile) a leader del progetto, caso unico al mondo di una sinistra che sceglie come proprio portavoce un personaggio istituzionale esterno, mentre tutti hanno giustamente un capo politico o un esponente del mondo del lavoro. Paradossi dell’eterna e inescusabile anomalia della sinistra italiana. Continua a leggere “La rottura fra la sinistra e il PD è politica”

I duellanti, tra corsi e ricorsi, di Mauro Calise

di Mauro Calise www.cittafutura.al

Sembra ci sia una maledizione vichiana sulla – povera – politica italiana. Con la leadership di Renzi costretta a rincorrere – ricorsare – la parabola che fu del ventennio (pardon, venticinquennio) berlusconiano. Con una serie di scese in campo, discese ardite e – tentativi di – risalite che sono state il tratto distintivo del coriaceo tycoon di Arcore. E che il segretario Pd – ex premier ed ex sindaco – sta provando a replicare. Ovviamente, con personalità e contenuti molto diversi. Ma con la stessa determinazione a non mollare – mai – la scena. Se qualcuno sta aspettando sulla riva il cadavere – politico – di Renzi, è bene che si armi di pazienza. Moltissima.

I duellanti

E’ questo il messaggio – duro e puro – della Leopolda. Confezionato con le armi migliori del repertorio proto-renziano: la freschezza dei contenuti ancorati, al tempo stesso, a una solida radice identitaria, e la capacità di comunicare e appassionare il segmento oggi più vitale e dinamico dell’opinione pubblica italiana. Si, agli occhi del vecchio – e nuovo – establishment il segretario Pd potrà pure apparire alquanto malconcio e per lo più sulla difensiva. Ma non si intravede nessuno capace di strappargli lo scettro di innovatore riformista, che lo differenzia – e avvantaggia – nettamente nella competizione interna. E lo contrappone aspramente all’identikit di Berlusconi o di Di Maio. Entrambi o troppo vecchi o troppo nuovi per essere credibili agli occhi di quell’Italia che vuole davvero «cambiare verso». Continua a leggere “I duellanti, tra corsi e ricorsi, di Mauro Calise”

Politica e antipatie personali, di Nicola Parodi

di Nicola Parodi http://www.cittafutura.al.it/

Praticamente tutti i commentatori politici attribuiscono grande peso a “ antipatie, astio, odio” fra i vari leader come causa delle difficoltà al realizzarsi di un alleanza delle varie forze del centrosinistra.

Sicuramente le antipatie personali pesano ma dobbiamo considerare le reazioni di antipatia ai modi renziani solo un fatto negativo?

L’avversione alla prepotenza è una reazione emotiva, frutto di una selezione naturale durata diverse centinaia di migliaia di anni, che costituisce una delle basi su cui è costruita la morale umana.

Politica

Nel libro Storia naturale della morale umana (Raffaello Cortina Editore) Michael Tomasello ci propone una spiegazione della nascita della morale umana. Semplificando,[1] la necessità di cacciare insieme ha evolutivamente favorito gli individui che collaboravano tra di loro riconoscendo nell’altro un individuo con pari dignità con un tipo di “obbligazione” reciproca che l’autore chiama “morale della seconda persona”. Successivamente il passaggio all’economia basata sull’agricoltura le comunità cresciute di numero hanno dovuto dotarsi di una morale del “noi” cui è sottostante comunque la morale della seconda persona. Continua a leggere “Politica e antipatie personali, di Nicola Parodi”