Il 27 Ottobre – a Gavi – Ritorna sulle scene LA SIGNORINA PAPILLON

a cura di Marina Vicario

SUPERHUMAN, la stagione organizzata dall’Associazione Commedia Community in collaborazione con il Collettivo Teatrale

Officine Gorilla, debutta anche al Teatro Civico di Gavi, domenica 27 ottobre alle ore 21, con una produzione della Compagnia della Juta: LA SIGNORINA PAPILLON di Stefano Benni.

Il testo, brillante a attuale, nonostante sia stato rappresentato per la prima volta nel 1992, ha molti riferimenti al nostro
quotidiano.
Rose Papillon abita in un giardino alla periferia di una sognante Parigi di fine ‘800, che assomiglia molto all’Italia di oggi.
La ragazza si destreggia tra due pretendenti, il poeta Millet e il militare Armand. I due, con l’amica Marie Luise e le loro mille assurdità, riescono a destabilizzare le certezze di Rose, barricata dentro il suo giardino. Le notizie del mondo esterno le arrivano filtrate dai tre personaggi: ci si domanda spesso cosa sia vero e cosa i tre intrusi si inventino per impressionare e raggirare la protagonista.
Rose assomiglia a noi, che giornalmente veniamo in contatto con notizie riportate dai social network e da altre fonti più o meno attendibili. In questo “giardino” di informazioni, come accade a Rose, ci vengono presentati stili di vita, mode e ideologie
pensate per attrarci come falene verso la luce.
Il linguaggio da opera comica maschera il messaggio sociale che Stefano Benni già nel 1992 lanciava, ma che oggi torna a farsi
sentire più che mai. Il mondo fuori vuole a tutti i costi strappare Rose dal suo giardino per strumentalizzarne la purezza e integrarla in una società che ci lusinga, terrorizza e che ci promette un miglioramento solo dietro l’accetazione del conformismo.
Lo spettacolo ci porta, con ironia, a domandarci se sia meglio chiudersi nel nostro giardino o arrendersi.

La Compagnia Teatro della Juta di Arquata Scrivia, dopo Quando la moglie è in vacanza e La Bisbetica Domata, torna a Gavi
portando in scena, diretti da Luca Zilovich, Giacomo Bisceglie, Federica Cardamone, Giulia Maino e Michele Puleio.
La stagione del Teatro Civico di Gavi è realizzata da Commedia Community con il sostegno del Comune di Gavi e della
Fondazione Piemonte Dal Vivo , in collaborazione con l’Associazione degli Esercenti gaviesi e il Distretto del Novese .
Per info e prenotazioni: 345.060.4219 o teatrodellajuta@gmail.com
Ingresso posto unico €10.
è ancora possibile abbonarsi a SUPERHUMAN, queste le possibili forme di adesione alle stagioni di Arquata e Gavi:
 Stagione Arquata + Stagione Gavi (17 spettacoli) € 140
 Stagione Arquata (9 spettacoli) € 80
 Stagione Gavi (8 spettacoli) € 70
 Carnet 5 spettacoli € 45
 Carnet 10 spettacoli € 85
 Under 26 (Arquata + Gavi) € 90
Prossimi appuntamenti con Superhuman: sabato 9 novembre LEI NON SA CHI SONO IO con Federica Sassaroli al Teatro della Juta di
Arquata e venerdì 15 novembre LA SOMMA DI DUE con Marina Massironi al Teatro Civico di Gavi.
PARTNERS DELLA STAGIONE 19/20: Consorzio le Botteghe di Arquata, Associazione Commercianti Gaviesi, Unitre Arquata – Grondona,
Unidue Valli di Serravalle.

In evidenza

La memoria ‘d vègg di Cristina Saracano

Ieri sera, 19 ottobre 2019, presso il Museo Etnografico “C’era una volta” di Alessandria, Piazza Gambarina, si è svolta la nona edizione del concorso dialettale ” A suma tűc Gajóud”, organizzato dall’Associazione Alessandria in Pista, in collaborazione con Il Piccolo e Radio Gold, con la partecipazione del coro dei Uatarón.

Il presentatore Mauro Remotti ha dato il giusto spazio a tutti i concorrenti e a chi si distingue nella nostra città per tenere vivo il ricordo del nostro dialetto.

Mantenere le tradizioni locali, tramandarle alle nuove generazioni, facendo anche un po’ d’ironia, è un modo per ricordare chi siamo e da dove veniamo, per non tralasciare un bagaglio culturale importantissimo.

Anche la lettura di una poesia in alessandrino da parte di una ragazzina, dimostra l’importanza e l’emozione che danno sempre i nostri ricordi.

Vincitore, meritato, per una sua poesia “visiva ed emozionale” scritta in un giorno di vento presso gli argini dietro al cimitero comunale, Franco Galliani.

Un pensiero speciale va anche ad Antonio Silvani, che ha saputo tramandarci questa bellissima eredità linguistica, sono certa che, ovunque sia, ci stia guardando con il sorriso.

Arte&Mostre. “Leonardo da Vinci – I volti del genio”, tappa ad Alessandria del “road-show” di presentazione della mostra di Torino. Articolo di Maurizio Coscia.

Qual era il volto di Leonardo da Vinci?

Nel corso dei secoli, se n’è discusso molto e sono state realizzate alcune rappresentazioni pittoriche contemporanee, ma anche postume alla morte del genio fiorentino dell’arte, della tecnica e della scienza, sulla base di sue descrizioni fisiche, riportate da differenti autori e, comunque, concordanti nel mettere in risalto che, Leonardo, fosse uomo di fascino e di bell’aspetto.

Venerdì sera 18 ottobre 2019, il prof. Barbatelli, illustre esperto italiano di Storia dell’Arte, ha trattato questo argomento presso la Biblioteca civica di Alessandria, durante la tappa alessandrina del “road-show” preparativo della mostra dedicata a “Leonardo da Vinci – I volti del genio”, suddivisa in differenti aree tematiche e che si terrà a Torino, a partire dal 7 dicembre 2019 e fino al 31 maggio 2020, presso il Mastio della Cittadella – Museo Storico Nazionale d’Artiglieria.

Il professor Barbatelli, è “scopritore” a Salerno della cosiddetta “Tavola Lucana”. In essa, vi è la raffigurazione di un volto maschile, ruotato di una certa angolazione, sul piano orizzontale, intorno all’asse verticale, che mette in evidenza uno sguardo captante che sembra seguire l’osservatore in tutti i punti dello spazio dove possa spostarsi. Quest’opera era stata considerata, dal suo proprietario, un ritratto di Galileo Galilei. Continua a leggere “Arte&Mostre. “Leonardo da Vinci – I volti del genio”, tappa ad Alessandria del “road-show” di presentazione della mostra di Torino. Articolo di Maurizio Coscia.”

In evidenza

Halloween in Biblioteca

Serravalle Scrivia
Topini Brividosi: “Aspettando Halloween in Biblioteca!”: giochi e racconti per festeggiare insieme un’antica tradizione”.
Giovedì 31 ottobre presso la Biblioteca di Serravalle Scrivia.

Giovedì 31 ottobre, dalle 17.00, la Biblioteca Comunale “Roberto Allegri” di Serravalle Scrivia organizza “Topini Brividosi: Aspettando Halloween in Biblioteca!”, il tradizionale incontro di Halloween della Biblioteca di Serravalle Scrivia, che questa volta è pensato per i bambini dai 0 ai 6 anni e che comprenderà racconti e giochi ispirati alle suggestive atmosfere di Halloween.
Si tratta di un laboratorio ludico didattico con letture ad alta voce legate al progetto nazionale Nati per Leggere e giochi che metteranno alla prova la destrezza dei piccoli concorrenti.
La Biblioteca si propone, attraverso un’atmosfera di festa e di gioco e prendendo spunto dalla suggestione che esercita la festa di Halloween sui bambini, di favorire l’aggregazione in modo costruttivo, di sviluppare i sensi, l’abilità manuale, di stimolare la memoria e la creatività dei bambini che vengono sempre invitati ad esercitare correttezza e grande spirito di squadra. Le maggiori e più importanti ricorrenze annuali sono l’occasione per stimolare i più piccoli sul tema delle tradizioni popolari, delle fiabe e delle leggende, scoprendo insieme a loro tutto il potenziale di insegnamenti profondi che queste forme culturali hanno e di arricchire la nostra esperienza.

In evidenza

La musica è la miglior medicina dell’anima

Alessandria: ” La musica è la migliore medica dell’anima”

Concerto organizzato da alcuni musicisti Alessandrini appartenenti al movimento internazionale “Our Voice” a favore dell’Associazione Fulvio Minetti ODV. Sabato 26 Ottobre 2019 ore 18,00 Presso l’Hospice “Il Gelso” ASL AL Via Burgonzio 2 – Alessandria

Schermata 2019-10-17 a 23.12.59.png

La serata vedrà esibirsi degli artisti dell’alessandrino appartenenti al movimento culturale internazionale “Our Voice” più in specifico si potranno ascoltare il duetto “SamuElisa” composto da Elisa Vanzan e Samuele Sparacio e successivamente il duo “The Soul Men” composto da Aleandro Diaferia e Samuele Sparacio. Gli artisti interatterranno il pubblico con brani musicali di grandi classici internazionali dagli anni trenta ai giorni nostri.

Le offerte libere raccolte durante il concerto verranno interamente devolute all’Associazione Fulvio Minetti Odv al fine di sostenere i malati terminali e le loro famiglie ma anche di promuovere la ricerca nell’ambito delle Cure Palliative e della Terapia del dolore. L’Associazione Fulvio Minetti opera al fianco del personale ASL AL all’interno dell’Hospice “Il Gelso” di Alessandria e al domicilio sul territorio di Alessandra e Valenza. “Ci auguriamo una ricca partecipazione della cittadinanza a questo evento così significativo, non solo per apprezzare insieme musica coinvolgente e interpreti di qualità, ma anche per potere contribuire insieme ad un fine solidale veramente importante per tutti noi.” precisa Francesca Biolatto, Presidente dell’Associazione Fulvio Minetti.

L’appuntamento è fissato per Sabato 26 Ottobre 2019 alle h 18, presso il salone conferenze dell’Hospice “Ornella Pitzalis” con ingresso da Via Burgonzio n°2.

Our Voice è un Movimento Culturale Internazionale composto da giovani di diverse parti del Mondo e aperto a tutti coloro che possiedono gli stessi ideali di cui si fa portavoce. Attraverso ogni tipo di mezzo comunicativo, artistico e sociale denunciamo le ingiustizie che attualmente affliggono il mondo (quali mafia, corruzione, spaccio di droghe e armi, inquinamento, povertà, e qualunque tipo di violenza).

Concorso dialettale Fozzi Locardi

Alessandria: L’ASSOCIAZIONE ALESSANDRIA IN PISTA PROPONE PER SABATO 19 OTTOBRE LA SERATA FINALE DELLA NONA EDIZIONE DEL CONCORSO DIALETTALE FOZZI – LOCARDI.

Si terrà sabato 19 ottobre, alle ore 21, al Museo Etnografico “C’era una volta”, in piazza della Gambarina n.1, la serata finale della nona edizione del concorso dialettale “A suma tüc Gajóud” – dedicato alla memoria di Gianni Fozzi e Sandro Locardi – organizzato dall’associazione Alessandria in Pista, in collaborazione con il Piccolo e Radio Gold. Nel corso della manifestazione, presentata da Mauro Remotti, saranno premiati i vincitori delle categorie poesia, prosa e canzoni, insieme alla migliore composizione avente per tema “il Piccolo” e la sua rilevanza nella società alessandrina. Un ulteriore riconoscimento verrà assegnato direttamente dal pubblico. L’evento sarà allietato dal coro de “I Uataron”. Al termine, piccolo rinfresco con il vino offerto dalla Cantina Sociale di Mantovana.
A margine della manifestazione, sarà inaugurata una mostra di immagini, curata da Marco Biorci e Tony Frisina, dal titolo: “Gli alessandrini tra ‘800 e ‘900 attraverso l’obiettivo dei fotografi”.

Ultimi posti per Bistagno in palcoscenico

Ultimi posti in abbonamento disponibili per la Rassegna “Bistagno in Palcoscenico” 2019/2020
Ultimi posti in abbonamento disponibili per il Cartellone Principale della Rassegna Bistagno in Palcoscenico 2019/2020, diretta da Quizzy Teatro, in collaborazione con S.O.M.S. e con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo.
Anche per questa stagione è in aumento la richiesta di carnet, ragione per cui ci si affretta a proporre l’abbonamento a cinque spettacoli di comprovata qualità e prestigio, programmando, perciò, in anticipo la chiusura della Campagna.
Si inizia venerdì 22 novembre 2019 con LA SOMMA DI DUE, interpretato da Marina Massironi (Aldo, Giovanni e Giacomo) e Nicoletta Fabbri. Lo spettacolo, diretto da Elisabetta Ratti e prodotto da Nido di Ragno/C.M.C, è la storia di due sorelle divise dal divorzio dei genitori. In un vorticoso prendersi e lasciarsi, Angelica e Carlotta si rincorrono per non perdersi e aiutarsi nel difficile cammino verso la conoscenza di sé stesse. La pièce è l’adattamento teatrale del romanzo “Sorelle” di Lidia Ravera, che narra una storia fatta di legami indissolubili, in un mondo in cui i rapporti reali scompaiono, ma dove il bisogno di “sorellanza” è sempre più forte. Continua a leggere “Ultimi posti per Bistagno in palcoscenico”

Danza Terapia

Novi Ligure: RIVOLTO A MINORI DAI 9 AI 14 ANNI Laboratorio gratuito di danza terapia

Comun Novi Ligure

“L’arte scuote dall’anima la polvere accumulata nella vita di tutti i giorni” diceva Picasso. Ed è con questa convinzione che il progetto “Explora: Spazi e Tempi per crescere” selezionato dall’impresa sociale “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha avviato una serie di iniziative a favore dei minori del territorio.
La Cooperativa Sociale Azimut ed il Centro danza Roberta Borello, a partire da sabato 26 ottobre e fino al mese di maggio, avvieranno un laboratorio gratuito di DanzaTerapia rivolto a minori, dai 9 ai 14 anni, che presentano bisogni educativi speciali o diversamente abili.
La proposta scaturisce dal concetto della Danza come mezzo per incontrarsi e condividere differenti esperienze, dimostrando di essere il mezzo per creare armonie, empatie e dare valore alle reciproche uguaglianze attraverso il dialogo fisico. In particolar modo per coloro che hanno disturbi dell’apprendimento l’esplorazione dello spazio attraverso il movimento può rappresentare un’esperienza di grande impatto, sperimentando le proprie attitudini artistiche e creative in modo totalmente libero, senza preconcetti. Continua a leggere “Danza Terapia”

Festival luoghi immaginari

Novi Ligure: Festival Luoghi Immaginari XVII edizione 2019 …..”architetture sonore……

Domenica 20 ottobre 2019 alle ore 17.00 presso la Basilica della Maddalena di Novi Ligure Concerto di prestigio Internazionale della XVII edizione del “Festival Luoghi Immaginari” 2019 con un “ Grande Recital Classico” saranno infatti protagonisti due grandi interpreti di assoluta levatura internazionale con il grande violinista Vadim Tchijik – definito “Già Maestro” dalla famosa rivista francese “Diapason” in seguito alla vittoria di numerosi concorsi internazionali di violino come il Concorso N. Paganini a Genova e della pianista armena Armine Gasparian – Varvarian docente di Pianoforte a Parigi con tourneè in Spagna, Italia, Belgio, Francia Lussemburgo; grandi artisti tra i più affermati a livello internazionale del genere.
Artisti di assoluto livello e consolidato curriculum internazionale del loro genere dunque che luoghi immaginari è lusingato di avere ospiti per un consolidato appuntamento che lega il festival al Comune di Novi Ligure sin dal suo esordio che rendono omaggio al festival portando il loro prestigio internazionale alla manifestazione volta nella direzione di una sempre maggiore valorizzazione dei “luoghi d’arte e della musica del nostro territorio della Regione Piemonte”, con un ringraziamento all’ Amministrazione Comunale e all’Assessore alla Cultura Costanzo Cuccuru per il sostegno alla manifestazione. Continua a leggere “Festival luoghi immaginari”

Asocial nerwork

Venerdì 18 ottobre al Teatro Sociale di Valenza lo spettacolo “ASOCIAL NETWORK”

*Uno spaccato attuale sulla quotidianità dei nativi digitali*

Un racconto, sviluppato con pungente ironia, sul nostro* legame, spesso malato, con le nuove tecnologie e i “social”*. È questo lo spettacolo “*Asocial Network- S**torie di nativi digitali*”, in programma al *Teatro Sociale di Valenza **venerdì 18 ottobre (ore 21.00).*

Sul palcoscenico la stessa autrice del testo, *Silvia Paonessa*, insieme a* Marco Benedetti*, voce fuori scena, ci parlerà della storia di Anita, una storia semplice, una storia come tante, quella di una ragazza comune.

“Asocial Network”, con la *regia di Federico Zanandrea*, ci trasporta nel mondo dei cosiddetti *nativi digitali, *le generazioni degli anni Ottanta e Novanta che hanno vissuto fin dalla nascita in simbiosi con le nuove tecnologie, che ne hanno plasmato il modo di apprendere, di conoscere, di comunicare, ma soprattutto l’approccio alla realtà. Continua a leggere “Asocial nerwork”

REPORTAGE: “CANTANDO ALLA VITA” presso TEATRO POLIVALENTE di SANDIGLIANO

A breve l’inizio dello spettacolo…

Momenti di magico incanto sabato, il 12 ottobre 2019 presso Teatro Polivalente di Sandigliano (Biella) durante il nostro amato, già 31° “Verseggiando sotto gli astri di Milano” dal titolo “CANTANDO ALLA VITA”. Abbiamo venerato le Muse, ammirando la vita attraverso la poesia, la prosa, la musica e il canto sia lirico che moderno. Tra gli Ospiti Speciali, che ringraziamo con affetto per l’emozioni regalateci con passione e grande fascino, brillavano di luce sublime: la cantante lirica soprano Sofia Maria Riva accompagnata al pianoforte dal M° Francesco Parravicini, gli attori Enzo Brasolin ed Elisabetta Fabbri, il cantautore milanese Corrado Coccia e il M° Vito Silvestro al sassofono.

L’unione delle arti si è compiuta perfettamente, approfondita dalle recite dei poeti selezionati all’evento e provenienti da quasi tutte le regioni del Bel Paese: Daniela Karewicz, Daniele Ossola, Pier Mario Tognoli, Marinella Brandinali, Mariateresa Valvo, Maura Rastellino, Giacomo Picchi, Maria Giuliana Campanelli, Claudia Gaetani, Davide Carella, Francesco Saverio Bascio, Maria Teresa Tedde, Pasqualina Di Blasio,Tito Truglia, Giuseppe Leccardi, Margherita Bonfilio, Patrizia Varnier, Umberto Barbera.

Durante il programma è stato omaggiato anche uno dei più grandi poeti italiani, il vincitore del Premio Nobel 1975 Eugenio Montale, i suoi versi tratti da “Le occasioni” ha interpretato il giovane e talentuoso poeta Giacomo Picchi. Continua a leggere “REPORTAGE: “CANTANDO ALLA VITA” presso TEATRO POLIVALENTE di SANDIGLIANO”

Choco Days 2019 a Novi Ligure (AL). Articolo di Maurizio Coscia.

A Novi Ligure (AL), i Choco Days ovvero i tre giorni dedicati al cioccolato sono terminati. Da venerdì 11 a domenica 13 ottobre 2019, il centro storico cittadino è stato invaso da bancarelle dei migliori artigiani cioccolatieri e da molta gente intervenuta in occasione della rinnovata manifestazione, quanto mai appropriata per una località della provincia alessandrina che si pone come sede privilegiata, anche a livello nazionale, nella produzione alimentare di cioccolato, in primo luogo, per la presenza di varie aziende di questo settore.

La manifestazione è stata organizzata dalla Choco Ducale in collaborazione con il consorzio dei commercianti Cuore di Novi. Si è trattato di un goloso fine settimana interamente dedicato al cioccolato, sano e buono, ricco di eventi collaterali. Vi sono state  degustazioni, cooking show, lezioni per adulti e laboratori per bambini. Inoltre, c’è stata una degustazione di focaccia novese con crema spalmabile alle nocciole e animazione per i più piccoli. Gli stand della mostra mercato, dedicata al cioccolato, sono rimasti aperti dalle 10.00 alle 20.00: è stato possibile scoprire il ricco assortimento di gustose praline, tavolette al latte, fondenti e aromatizzate, creme spalmabili, liquori al cioccolato, le deliziose sacher e le intramontabili crepes con panna e cioccolato caldo. Gli stand, presenti all’evento, hanno proposto anche sculture di cioccolato, cuori e tante piccole raffinate creazioni da gustare. C’è stata anche la possibilità di assaggiare prodotti gluten free. Tra le attrazioni della festa vi è anche stata la Fabbrica del Cioccolato, che ha mostra le varie fasi di lavorazione del cioccolato secondo il protocollo Choco Word Educational. Infine, i negozi del centro sono rimasti aperti anche domenica pomeriggio ed è stata possibile una visita guidata, a gruppi, del Teatro Marenco di Novi Ligure, in via Girardengo, organizzata dai volontari del FAI.

Immagini relative ai Choco Days 2019

IMG_20191012_172402IMG_20191012_172421

Continua a leggere “Choco Days 2019 a Novi Ligure (AL). Articolo di Maurizio Coscia.”

Marco Benedetti si racconta di Cristina Saracano

20191012_1124443629807557367565288

Nato ad Alessandria l’11 maggio 1984, ha studiato nella nostra città fino al conseguimento del Diploma di Maturità Scientifica, poi, si è dedicato alla sua passione: il doppiaggio.

Poco più che ventenne, alternando studi universitari e lavoro, si è dedicato a doppiare spot pubblicitari, all’inizio del nuovo millennio era un’attività divertente e ben pagata.

Purtroppo la crisi economica ha avuto un suo ruolo anche in questo mondo: il mestiere di doppiatore è diventato snaturato, fatto in serie, dominato dai colossi a noi sempre noti: Amazon, Netflix e similari.

Marco adesso si dedica all’attività di produzione cineaudiovisiva e collabora per il teatro, infatti, tra l’altro, cura la parte relativa alle voci fuori campo di uno spettacolo, Asocial network, storie di nativi digitali che andrà in scena a Valenza il 18 ottobre prossimo.

Marco spera di poter portare sul palcoscenico i suoi lavori teatrali anche ad Alessandria, al Teatro Comunale, desiderio, per ora non esaudibile, ma che gli auguro anch’io con tutto il cuore.

Continua a leggere “Marco Benedetti si racconta di Cristina Saracano”

Asocial Network. Storie di nativi digitali

Breve anticipazione allo spettacolo Asocial Network _ Storie di Nativi digitali, che andrà in scena il 18 ottobre 2019 alle 21 al Teatro Sociale di Valenza.

Regia di Federico Zanandrea, voci fuori campo di Marco Benedetti.

Nel corso di un black-out, prigioniera di un appartamento troppo avveniristico per avere serrature e maniglie, Anita si trova a confrontarsi con una realtà inaspettata e buia, con la sola compagnia del fidato e sofisticato assistente vocale Ciri – dalla voce e dalla personalità addirittura più che umani.

Nel ridicolo e disperante collasso della sua comfort zone, Anita giungerà a fronteggiare la propria coscienza e le proprie paure profonde – in un susseguirsi di dialoghi tanto comici e surreali quanto drammaticamente attuali per chiunque del pubblico abbia almeno per una volta fatto la tragica esperienza di chiamare un call center, o di dover «descrivere il suo problema in max 90 caratteri».
Nella girandola degli eventi, Asocial Network – Storie di nativi digitali tocca i temi fondamentali della vita e dell’esistenza oggi, nell’Era degli Algoritmi e dei Comandi Vocali.”

Momenti di Cultura. Giuliano Saba, artista di Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.

Giuliano Saba

Biografia di Giuliano Saba

Giuliano Saba nasce in Sardegna, a Gonnosfanadiga, in provincia di Cagliari, nel 1949 e, dopo aver lavorato presso un’azienda tessile sarda, si sposta dal suo paese d’origine, viaggiando in Europa e in America e svolgendo anche l’attività di saldatore in Piemonte. Arriva ad Alessandria nel 1971 e nutre, fin dall’inizio, simpatia per la città, un tempo luogo d’elezione dell’industria tessile per la produzione, in particolare, dei cappelli Borsalino. Questo periodo è da lui ricordato in un’intervista di Pier Carlo Lava, presso il Caffè alessandrino durante una sua esposizione.

La professionalità lavorativa acquisita dall’artista, nel corso del tempo, svolgendo la sua attività di saldatore con acciaio e ottone, costituisce la base per la realizzazione di tutte le sue sculture. Infatti, a Giuliano Saba piace lavorare con l’acciaio inox che ritiene un materiale dotato di durezza, ma adatto alla realizzazione artistica e con l’ottone. Tra le sue opere ricordiamo “La Follia”, frutto delle immagini mentali evocate durante una sua lettura. Si tratta di una scultura in metallo saldato che è stata esposta anche a Venezia nel 2018 in occasione della Cinquantesima Biennale d’Arte.

Giuliano Saba è artista poliedrico e, oltre a essere uno scultore, si è dedicato con passione anche alla poesia e alla realizzazione di numerose opere pittoriche. Nella sua pittura si osserva l’utilizzo di colori acrilici e primari, accesi, tra i quali prevale il rosso. Infatti, l’artista è una persona vitale, dotata di una vivacità mentale e fisica che esprime nei suoi quadri.

Giuliano Saba è associato al MAC – Monferrato Arte e Cultura e ha, in precedenza, esposto presso: Continua a leggere “Momenti di Cultura. Giuliano Saba, artista di Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.”

12 Ottobre 2019 – Giuseppe Cederna in scena ad Arquata Scrivia

a cura di Marina Vicario

Si apre Sabato 12 ottobre al Teatro di Arquata Scrivia (ore 21) la stagione teatrale 2019-20, SUPERHUMAN, che quest’anno è dedicata agli eroi senza superpoteri, agli eroi del quotidiano. La rassegna del Teatro della Juta è come sempre organizzata in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e con il patrocinio del Comune di Arquata Scrivia e del Comune di Gavi.

Il nuovo corso parte con lo spettacolo DA QUESTA PARTE DEL MARE, tratto dal libro (e dal disco) di Gianmaria Testa e portato magistralmente in scena da Giuseppe Cederna. Firma la regia Giorgio Gallione.
Lo spettacolo è il racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dar vita ad ognuna delle canzoni dell’album omonimo ed è un po’, anche, inevitabilmente, il racconto di Gianmaria stesso e delle sue radici. E’ il racconto dei grandi movimenti di popolo di questi anni, ma è anche il racconto delle radici e della loro importanza. Radici che non sono catene, ma sguardi lunghi.

E’ il libro con cui Gianmaria si è congedato in pace, dopo una vita onesta e dritta. È un patrimonio di riflessioni umanissime, senza presunzioni di assolutezza. Un distillato di parole preziose che riesce a restituirci ancora e per sempre la voce di Gianmaria. E’ uno sguardo lucido, durato più di 20 anni, sull’oggi. Una lingua poetica, affilata, tagliente, insieme burbera ed emozionata. Bellissima.
L’attore Giuseppe Cederna più volte ha condiviso il palcoscenico con Gianmaria, e con lui condivide ancora, soprattutto, una commossa visione del mondo. Giorgio Gallione, altro amico di Gianmaria, cura la regia, provando a tradurre in linguaggio, immagini e forma teatrali, parole pensate per la pagina scritta, ma dense di sonorità e musica.

“Da questa parte del mare” è un viaggio struggente, lirico e ruvido, per storie e canzoni, sulle migrazioni umane, ma anche sulle radici e sul senso dell’“umano”. In scena alcuni sassi e un cerchio di terra che abbraccia un simbolico mare nostrum da attraversare e da difendere. Sul palco un attore che da voce a quelli che non hanno voce per essere ascoltati.

Lo spettacolo è un continuo alternarsi di voci e personalità distinte, trovate e ritrovate su un mare che abbraccia e divide, culla e annega. L’attore si incarna nelle loro storie raccontate attraverso una recitazione impeccabile, affettuosa e graffiante, lacerante e tenerissima. Gianmaria Testa, con la sua voce sempre profonda, sempre viva, fa il controcanto in un dialogo fitto ed molto emozionate, insieme ai pensieri di Alessandra Ballerini e Marco Revelli, che hanno contribuito alla stesura del testo.
La produzione è a cura di Fuorivia e Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale in collaborazione con Teatro dell’Archivolto.

L’attore Giuseppe Cederna in scena


Giuseppe Cederna,
figlio dello scrittore e politico Antonio Cederna e nipote della scrittrice e giornalista Camilla Cederna,vanta tra le sue interpretazioni più note quella del soldato Antonio Farina nel film Mediterraneo. Sempre diretto da Gabriele Salvatores, aveva precedentemente interpretato il ruolo di uno degli amici trentenni in Marrakech Express. Al cinema la sua carriera prosegue con la partecipazione a numerosi film, come Un’anima divisa in due di Silvio Soldini, Il Partigiano Johnny di Guido Chiesa, Nine di Rob Marshall, Maschi contro femmine e Femmine contro Maschi di Fausto Brizzi. Prende parte a diverse serie TV, come L’Ispettore Coliandro, 1992, 1993 e Made in Italy, mentre a teatro è protagonista, insieme agli Yo Yo Mundi del recital Resistenza e dal 2016 porta in scena il monologo Mozart – ritratto di un clown.

Per info e prenotazioni: 345.060.4219 o teatrodellajuta@gmail.com

Ingresso posto unico €12.

è ancora possibile abbonarsi a SUPERHUMAN, queste le possibili forme di adesione alle stagioni di Arquata e Gavi:

  • Stagione Arquata + Stagione Gavi (17 spettacoli) € 140
  • Stagione Arquata (9 spettacoli) € 80
  • Stagione Gavi (8 spettacoli) € 70
  • Carnet 5 spettacoli € 45
  • Carnet 10 spettacoli € 85
  • Under 26 (Arquata + Gavi) € 90

Prossimi appuntamenti con Superhuman: domenica 27 ottobre LA SIGNORINA PAPILLON al Teatro Civico di Gavi e sabato 9 novembre LEI NON SA CHI SONO IO con Federica Sassaroli a Teatro della Juta di Arquata.

PARTNERS DELLA STAGIONE 19/20: Consorzio le Botteghe di Arquata, Associazione Commercianti Gaviesi, Unitre Arquata – Grondona, Unidue Valli di Serravalle.

Teatro della Juta Info e prenotazioni: 345 0604219 www.teatrodellajuta.it; mail: teatrodellajuta@gmail.com.

OSPITI SPECIALI del 31° VERSEGGIANDO: CORRADO COCCIA (cantautore) e VITO SILVESTRO (sassofono)

Prosegue la presentazione dei nostri magnifici Ospiti Speciali, protagonisti dell”evento “Cantando alle stelle” nell’ambito del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.

In seguito conosceremo meglio il cantautore Corrado Coccia e il sassofonista Vito Silvestro.

Corrado Coccia (cantautore)

Corrado Coccia

Milanese, nato nel Maggio del 1971, ama definirsi “un cantautore surreale”; ama i bambini, i maghi e le fate! Tra la sua musica preferita: i cantautori italiani (ma non tutti…), la musica classica e Kurt Weill.

Muove i primi passi nel campo musicale prendendo lezioni private di pianoforte; prosegue poi gli studi presso il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. All’età di 12 anni compone il suo primo brano, senza conoscere né la musica, né il modo di scrivere un corretto italiano, ma capisce che questa è la sua strada. Dopo le prime esperienze di palco (tra cui il secondo posto al concorso “Milano Canta” al Teatro Nazionale di Milano) l’incontro decisivo con quella che diverrà la sua insegnante di canto e composizione, e “maestra di pensiero”: Susanna Parigi. Continua il suo lavoro di scrittura che, con il tempo, diventa più maturo e strutturato. Un altro incontro che cambia la sua vita artistica e personale è quello con il circo Sterza, che darà una svolta anche al suo modo di intendere la musica d’autore. Da questa esperienza nasce un disco intitolato Il circo di Mastrillo. Continua a leggere “OSPITI SPECIALI del 31° VERSEGGIANDO: CORRADO COCCIA (cantautore) e VITO SILVESTRO (sassofono)”

Arte&Pittura. Inaugurazione della mostra pittorica “Impronte, echi e colori della mia terra”, di Giuliano Saba presso Saltallocchio Cafè al rione Cristo di Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.

Alessandria: L’Associazione Culturale LiberaMente – Laboratorio di idee è lieta di invitare la cittadinanza, sabato 12 ottobre 2019, alle ore 18, all’inaugurazione della mostra personale dell’artista contemporaneo Giuliano Saba, dal titolo “Impronte, echi e colori della mia terra”, presso Saltallocchio Café del quartiere Cristo di Alessandria, in corso Acqui, 123. La mostra rientra nel programma “Arte diffusa” che l’Associazione ha avviato da tempo per consentire ai residenti di accedere a eventi di interesse artistico e culturale, tra i quali mostre pittoriche e fotografiche. Presente all’inaugurazione della mostra, Fabrizio Priano, presidente dell’Associazione e Francesca Parrilla.

Giuliano Saba, “Impronte, echi e colori della mia terra”.

img_20191006_185401.jpg

Di seguito, alcune immagini delle opere esposte nella mostra visitabile fino a novembre

img_20191006_185726.jpg

Continua a leggere “Arte&Pittura. Inaugurazione della mostra pittorica “Impronte, echi e colori della mia terra”, di Giuliano Saba presso Saltallocchio Cafè al rione Cristo di Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.”

Arte&Teatro. Teatro della Juta in scena con “Anfitrione” di Plauto presso Centro d’incontro Cristo ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.

Mercoledì 9 ottobre alle ore 21, il Teatro della Juta di Arquata Scrivia (AL) è andato in scena presso il Centro di Incontro Cristo, in via san Giovanni Evangelista, con la stupenda rivisitazione tratta da Plauto della tragicommedia “Anfitrione”, suddivisa in due atti.

Si sono esibiti nel dramma teatrale Luca Zilovich, Sofia Brocani e Giacomo Bisceglie. Le maschere e i costumi sono stati realizzati da Alice Rizzato, mentre le musiche originali sono di Raffaello Basiglio. Luca Zilovich è con “Anfitrione” alla sua terza regia per il Teatro della Juta. La produzione è a cura di Enzo Ventriglia, Direttore Artistico del Teatro di Arquata e del Civico di Gavi. Continua a leggere “Arte&Teatro. Teatro della Juta in scena con “Anfitrione” di Plauto presso Centro d’incontro Cristo ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.”

31° Verseggiando: tra gli Ospiti Speciali SOFIA MARIA RIVA (soprano) e FRANCESCO PARRAVICINI (pianoforte)

Nel ricco programma del 31° Verseggiando sotto gli astri di Milano avremo l’occasione di ammirare numerosi Ospiti Speciali di alta caratura artistica. Per la prima volta accoglieremo nella nostra Famiglia la giovane e sublime soprano SOFIA MARIA RIVA, accompagnata al pianoforte dal M° FRANCESCO PARRAVICINI (per la seconda volta tra i nostri preziosi Ospiti).

In seguito pubblico le loro brevi note biografiche.

Sofia Maria Riva (soprano)

Sofia Maria Riva

Dopo la maturità classica, prosegue gli studi presso l’Università IULM di Milano, frequentando il corso di laurea in Arti, design e spettacolo.
Il canto è sempre stata la sua passione, sin da piccola.
Nel 2011 si iscrive alla classe di canto presso la Fondazione Musicale “Vincenzo Appiani” di Monza, per poi avvicinarsi nel 2013 alla lirica sotto la guida del Mezzosoprano Tiziana Carraro, con cui sviluppa capacità e conoscenze musicali oltre alla tecnica e allo stile vocale.
Dal 2015 fa parte del coro “Laudamus Dominum” di Sovico, una piccola realtà che negli anni si è rivolta verso opere di ampio respiro, dove si esibisce anche come solista, sia durante le celebrazioni sacre sia in occasione di concerti.
Nel 2017 è stata protagonista di manifestazioni musicali interpretando arie da camera e famosi brani d’opera di autori quali: G. Rossini, G. Donizetti, C. W. Gluck, G. F. Handel, G. B. Pergolesi, W. A. Mozart, G. Bizet, G. Puccini, P. Mascagni. V. Bellini, S. Donaudy, F. Poulenc, J. E. F. Massenet, F. Cilea.
Tra il 2018 e il 2019 ha svolto una serie di concerti proponendo il repertorio della romanza da salotto italiana di F. P. Tosti, Gastaldon, Verdi, Bellini, Donizetti. Continua a leggere “31° Verseggiando: tra gli Ospiti Speciali SOFIA MARIA RIVA (soprano) e FRANCESCO PARRAVICINI (pianoforte)”

Ricordando un presentatore alessandrino, di Cristina Saracano

Alessandria: Ieri, all’Auditorium San Baudolino, via Bonardi, quartiere Cristo, si è svolta l’Anteprima del Salotto del Mandrogno, presentata, come sempre dall’esuberante Massimo Brusasco e con una platea di ospiti d’eccezione.

La puntata, infatti, era dedicata a Paolo Paoli, presentatore alessandrino che con le sue idee e la sua caparbietà ha innovato la televisione e la radio locali, portando la conoscenza del nostro territorio, delle sue bellezze, dell’enogastronomia, in tutte le case.

L’evento è stato arricchito dalla bravura musicale e canora del Gigli and Friends, di tutti coloro, a cominciare dalle figlie, che lo hanno ricordato con tanto affetto, da un’esibizione di ballo a cura di una scuola a lui molto cara, e, anche da un piccolo omaggio all’altrettanto indimenticato Sandro Locardi, poeta dialettale alessandrino, che Paolo tanto amava.

Cultura ed emozioni.

Foto di Caterina Zavattaro e Giuliano Saba

Continua a leggere “Ricordando un presentatore alessandrino, di Cristina Saracano”

Momenti di Cultura. Il performer-artista polivalente Mario Andrea Morbelli presso AL51puntoLab. Articolo di Maurizio Coscia.

Venerdì, 4 ottobre 2019 dalle ore 18, si è svolta una rassegna artistica presso AL51puntoLab – salotto culturale sito ad Alessandria in via Trotti – che ha avuto come protagonista Mario Andrea Morbelli, pittore, rapper, autore di canzoni e anche scrittore. La rassegna è stata organizzata da Alessandra Rauti con la collaborazione delle artiste Chiara Bianca e Giorgia SciorattoMario Andrea Morbelli si è impegnato in una sua performance con accompagnamento musicale da parte del musicista Andrea Narratore Scagnelli. Si è trattato di un reading-concerto bello ed eclettico in cui il performer ha dato sfoggio del suo stile rapper e di una mimica incredibile nel seguire il senso delle parole pronunciate al microfono e, comunque, tratte dalla sua recente pubblicazione, “Io ci vengo, ma non mi affeziono a nessuno“. Libro presentato in precedenza con la medesima modalità presso lo stesso spazio culturale – espositivo.

1

Durante l’evento, l’artista acquese ha anche inaugurato la sua prima mostra personale intitolata, “Ci sono le nuvole in casa” con opere realizzate ad olio, tecnica da lui utilizzata per la prima volta. L’esposizione sarà visitabile presso AL51PuntoLab per i successivi 15 giorni.

Ci sono le nuvole in casa

Galleria d’Arte AL51puntoLab

via Trotti 58 – Alessandria
Referenti: Alessandra Rauti, Chiara Bianca, Giorgia Scioratto

copertina2

Galleria d’Arte. AL51puntoLab, salotto artistico-culturale in via Trotti ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.

copertina2

La Galleria d’Arte AL51puntoLab è sita in via trotti, ad Alessandria e, organizzata dalle sue tre socie fondatrici, Alessandra, Chiara e Giorgia, costituisce un importante riferimento culturale per numerosi artisti alessandrini – e non – che, nel corso del tempo, hanno avuto modo – e continuano – a esporre – o presentare – le loro opere pittoriche, fotografiche e scultoree. La galleria è uno spazio dedicato a chi ama l’arte, nato dalla volontà di strutturare un salotto di idee, immagini, visioni, forme tridimensionali, musica, letteratura e colori, aperto al pubblico. L’ambiente sorto da questa sinergia intellettuale e manuale è qualcosa di veramente coinvolgente dal punto di vista emotivo e custodisce il gusto per la ricerca artistica innovativa insieme con la rivalutazione degli aspetti più tradizionali della pittura, in particolare.

AL51puntoLab è giunto all’apertura del suo terzo spazio espositivo, sempre in via Trotti e organizza una serie di corsi per dare la possibilità, a chi vi fosse interessato, di conseguire tecnica e preparazione in disegno, pittura, lingue, musica per principianti e non. Sono in attivazione anche corsi di scrittura creativa, calcografia e di incisione.

Con cadenza settimanale il salotto artistico-culturale propone conferenze su arte, filosofia e letteratura.

Ogni 3 mesi è in uscita la fanzine esclusiva Fattoriale de AL51puntoLab.

immagine di copertina

Continua a leggere “Galleria d’Arte. AL51puntoLab, salotto artistico-culturale in via Trotti ad Alessandria. Articolo di Maurizio Coscia.”

“PROKSIME DE POEZIO”: MAGNIFICA SERATA a RADIO GLADYS

Magnifica esperienza venerdì sera, 04.10.2019, all’emittente radiofonica RADIO GLADYS, durante il programma PROKSIME DE POEZIO condotto magistralmente da Ciro Bruno. Durante l’intervista ho parlato della mia scrittura, dell’attività culturale, del Realismo Terminale fondato dal poeta Guido Oldani e di tanti argomenti a sorpresa ancora. Ringrazio tutto lo staff per l’affetto e l’accoglienza, soprattutto la signora Elena e il signor Armando. L’esperienza indimenticabile da ripetere! Ringrazio tutti gli ascoltatori per i messaggi di apprezzamento in diretta.

Alcuni link per ascoltare frammenti dell’intervista in diretta:

– 1° parlo della mia scrittura e dell’attività culturale svolta:

https://youtu.be/oxBjHohQQGQ

– 2° a proposito del Realismo Terminale fondato dal poeta Guido Oldani:

https://youtu.be/taKtnRKrRic

– 3° parliamo delle competizioni poetiche e recito un mio testo dal titolo “Anima spoglia”:

https://youtu.be/2JPJkER88oY

– 4° Chi sono i poeti? La conclusione del programma:

https://youtu.be/QwLfZDCm2OY

Izabella Teresa Kostka

Col redattore radiofonico Ciro Bruno, 04.10.2019, Radio Gladys, Milano Continua a leggere ““PROKSIME DE POEZIO”: MAGNIFICA SERATA a RADIO GLADYS”

Quizzy teatro sintetico

Da Giovedì 7 Novembre 2019, dalle ore 20 alle ore 23, presso il Teatro S.O.M.S. di Bistagno (AL), in Corso Carlo Testa 10, ricomincia il Laboratorio di Teatro Fisico Sintetico, ideato e organizzato da Quizzy Teatro, realtà territoriale stabile di organizzazione e produzione, parte del progetto “Corto Circuito”, sostenuto e promosso dalla Fondazione “Piemonte dal Vivo”.

1012435_1500760593475098_6199531255821040488_n.png

Il laboratorio è finalizzato a integrare la formazione di un gruppo stabile di ricerca sull’azione fisica, in grado di creare spettacoli e performance che contaminino il teatro e la danza, in rapporto alla voce e alla parola. Sintetico vuole essere un contenitore di comunicazioni immediate ed efficaci, in grado di esprimere idee, riflessioni ed emozioni sulla società contemporanea e il sentire sociale, il tutto espresso attraverso la ricerca di una sintesi espressiva, in cui gesto e parola sono condensati in un agire scenico diretto ed essenziale.

In particolare il laboratorio mira a sviluppare tecniche di rilassamento corporeo e respirazione, potenziamento dell’ascolto e del Pensiero Laterale, Neutro Scenico per acquisire nuove competenze motorie, Voce Naturale ossia riscoperta ed esplorazione di toni, timbri, volumi, ritmiche e sonorità spontanee, paralinguistica ovvero qualità della voce e articolazione, studio della dizione e dell’ortoepia, Storytelling ed elementi di drammaturgia, scomposizione del movimento e del gesto in relazione allo spazio, al tempo, alla musica e alla parola, autoconsapevolezza delle proprie peculiarità fisiche e creative, istintività e impulsività d’azione-reazione, pratiche di straniamento e immedesimazione, improvvisazione strutturata e ideazione collettiva, regia, nozioni di acrobatica, gestione delle dinamiche narrative interne al testo, allestimento, prove e debutto di uno spettacolo professionale. Fulcro della ricerca di Sintetico è lavorare sul corpo come mezzo di comunicazione empatico, transculturale, diretto ed immediato; liberarlo e potenziarlo significa sviluppare, con tecnica e competenza, l’espressività fisica, la vocalità e la credibilità interpretativa, anche in senso più tradizionale. Continua a leggere “Quizzy teatro sintetico”

EVENTI: Programma culturale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” ritorna al Teatro Polivalente di Sandigliano (BI)

Dopo il grande successo dell’appuntamento di febbraio, il programma culturale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” ritorna a Sandigliano.

Con grande piacere Vi invitiamo al 31° pomeriggio di canto lirico, poesia, teatro e musica intitolato “Cantando alla vita”, organizzato nell’ambito del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”. La kermesse avrà luogo sabato 12 ottobre 2019 dalle ore 17.00, presso il Teatro Centro Polivalente di Sandigliano (BI), via Maroino 14.

L’evento ha ottenuto il patrocinio del Comune di Sandigliano e l’importante supporto organizzativo dell’Associazione Amici del Cinema. Nel corso della serata si esibiranno sul palco numerosi affermati artisti, tra cui il cantante lirica soprano Sofia Riva accompagnata al pianoforte dal M° Francesco Parravicini, il cantautore e pianista Corrado Coccia col M° Vito Silvestro al sassofono, gli attori Enzo Brasolin ed Elisabetta Fabbri e ben diciotto poeti contemporanei provenienti da diverse regioni del Bel Paese. Condurrà lo spettacolo Izabella Teresa Kostka, scrittrice italo – polacca, fondatrice e coordinatrice generale del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”. Si ringrazia il poeta biellese Umberto Barbera per il suo prezioso contributo all’organizzazione dell’evento.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Momenti di Cultura. Rupe Mutevole, casa editrice di Bedonia (Parma). Articolo di Maurizio Coscia.

rupe-mutevole-banner1

Fondata nel 2004, RUPE MUTEVOLE Edizioni ha sede e luogo della sua attività editoriale in località Libbia, di Bedonia in provincia di Parma. La casa editrice compie, quest’anno, 15 anni di presenza sul mercato, con una costante crescita e aumento della sua offerta, non solo rivolta al settore-libri. La sua costituzione fu innovativa e caratterizzata dal desiderio della signora Maria Cristina del Torchio di dar luogo a una realtà in grado di curare collane che spaziassero dalla narrativa, ai saggi, alla letteratura straniera, passando per la poesia e le fiabe. Si desiderava e si vuole pubblicare libri che lascino un’impronta duratura, che facciano vibrare lo spirito dei lettori e lo conducano oltre una realtà divisa e contraddittoria. Continua a leggere “Momenti di Cultura. Rupe Mutevole, casa editrice di Bedonia (Parma). Articolo di Maurizio Coscia.”

Festa del quartiere Cristo

Alessandria: Festa del Cristo, qualcosa di Unico senza precedenti, Valorizzazione Territorio, Sociale e Commercio..e sul Natale programma quasi definito !
Arriva la storica Band dei Divina con un seguito di fans, al Don Bosco la Festa dei giovani i grandi nomi dei dj Pittaluga e Pain, ci sono i giochi di una volta ben 32 e il ballo al palchetto (81 anni dopo), il Teatro ed il Salotto del Mandrogno, il progetto con le scuole e la Mostra Sul Piccolo e sui Grigi ! il 12 una notte sotto le stelle con i locali protagonisti e la domenica si parlerà del Cristo che verrà! Chiara Savino nata e cresciuta al Cristo , finalista di Miss Italia sarà la Madrina..Band ed orchestre locali tutte in Pista dai Cugini Rangone (Franco e Al) a Ricky Show ed Enrico Cremon…sarà la prima Volta del Centogrigio tra i partner dell’Associazione Commercianti così come la prima della piazzetta di Via Nenni in festa ed il ritorno della Fiera in Via Maggioli.

La Cia grande protagonista con stand e fiera agricola in corso Acqui, ritornano anche i Canton Da Ratt ed il Luna Park si prepara un mese pieno di eventi. I ricordi di Pierino, Bob Accardo , Paolo Paoli e Sandro locardi. La Soms ed il Centro Incontro grandi protagoniste ma anche le parrocchie tutte e 3 (San Baudolino, San giuseppe Artigiano e San Giovanni Evangelista – il 6 la processione in corso Acqui con Don Claudio ed il Vescovo Mons. Gallese) Sarà una festa che parlerà di sociale e valorizzazione del Territorio con Cissaca e Punto D, ma anche di ricordi del CRISTO DI IERI, DI OGGI E DI DOMANI. Un quartiere in forte crescita che non si nasconde piu’ e guarda alle prossime elezioni Comunali….con possibili liste civiche ! Il 13 sarà presente anche il Mercato originale di FORTE DEI MARMI Continua a leggere “Festa del quartiere Cristo”

I 10 benefici del Flamenco – traduzione dal blog spagnolo El Rocio a cura di Marina Vicario

a cura di Marina Vicario

L’insegnante di flamenco
SARA STANCHI

Il flamenco è il ballo della tradizione popolare spagnola e ancor oggi rimane un punto saldo nella cultura della penisola iberica.

La mia insegnante di flamenco Sara Stanchi ha condiviso, nel gruppo Facebook: Flamenco Gitano, un articolo, dedicato ai benefici del flamenco, trattodal blog: El Rocio, di cui vi metto qui di seguito il link: https://www.elrocio.es/blog/113_los-10-beneficios-del-baile-flamenco.html?fbclid=IwAR0i91ac0fE48m_FLVBtdj8nV8DUGjk8IODnUZ_splnjM4brK26b2V0BBkc
Visto l’interesse generale di molti appassionati di flamenco, mi sono permessa di tradurlo, anche se, leggendolo in spagnolo, si capisce senza difficoltà, vista la similarità delle due lingue romanze.

Il flamenco è calore, bellezza, sensualità, passione, allegria e movimento.

Buona lettura!

I 10 benefici del flamenco
Sapevi che ballare il flamenco ti aiuta a perdere peso e mantenere il tuo corpo in sintonia, tra le altre cose? A El Rocio prendiamo in considerazione i numerosi benefici che la danza del flamenco porta e, anche se sarebbe l’ideale per iniziare in tenera età, ti mostreremo i 10 benefici della pratica della danza flamenco.

VANTAGGI DEL FLAMENCO NEGLI ADULTI

1. È un eccellente esercizio cardiovascolare. Questo perché aumenta la nostra capacità polmonare, la flessibilità del corpo e la fermezza muscolare. Inoltre, il flamenco educa le nostre abitudini posturali muovendoci, camminando e anche quando siamo seduti.

2. La danza aiuta a prevenire molti disturbi come la prevenzione e il trattamento dell’osteoporosi. Le donne e gli uomini adulti che ballano mantengono le articolazioni lubrificate.

3. Il flamenco e tutti i tipi di danza aiutano a bruciare calorie; Più intensa e veloce è la danza, meglio è. Il flamenco è una danza che richiede intensità, concentrazione e movimento, è uno dei più consigliati per perdere peso e mantenere l’equilibrio del corpo.

4. La danza flamenco aumenta i livelli del cosiddetto colesterolo buono (HDL) e abbassa i livelli del colesterolo cattivo (LDL). Aiuta le persone con diabete a controllare il livello di glucosio nel sangue.

5. D’altra parte, dovendo essere concentrati e ricordare i passi che facciamo esercizio mentale, ossigenando il cervello e contribuendo alla ritenzione e alla memoria. Se usi il tuo tempo di danza come una disconnessione, è un altro modo per aiutare la mente a liberarsi.

6. Ci aiuta nell’equilibrio e nel coordinamento del corpo, riducendo la propensione a determinate lesioni e migliorando il coordinamento e i riflessi.

7. Nella parte sociale, essere in gruppo è molto positivo perché la danza unisce. Persone molto diverse, di diversa estrazione possono muoversi al ritmo dello stesso brano. Questo apre la mente ed espande lo spirito. E apre le opzioni per incontrare persone.

8. Aumentare l’autostima, poiché il fatto di unirsi a un gruppo per ballare, dove sono richiesti costumi speciali, ci costringe a cercare di apparire al meglio.

9. Interagire con la musica del corpo e del flamenco solleva il nostro morale per affrontare ogni giorno.

10. È un ottimo rimedio per la depressione, il bipolarismo e lo stress, poiché quando si balla il corpo genera endocrini per migliorare il nostro umore.

E quindi via col flamenco chicas!

Maria Enrica Barbieri, Chiara Alma Atra, Antonella Traverso, Helibeth La Betty Gatti e Daniela Forella.

Continua a leggere “I 10 benefici del Flamenco – traduzione dal blog spagnolo El Rocio a cura di Marina Vicario”

La stagione al teatro Alessandrino

La Stagione 2019-2020
del Teatro Alessandrino

L’incontro odierno, presso il Teatro Alessandrino, ha ufficializzato la Stagione 2019-2020 del Teatro Alessandrino: una serie di date e di spettacoli particolarmente interessanti per un pubblico vasto che, nuovamente per la prossima Stagione, il Teatro di via Verdi 12 ad Alessandria saprà coinvolgere con efficacia.
Presenti all’incontro l’Assessore Comunale alle Manifestazioni ed Eventi, Cherima Fteita che ha portato i saluti del Sindaco della Città di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco, e dell’intera Amministrazione Comunale.
«Il ruolo da decenni svolto dal Teatro Alessandrino “nella” e “per” la comunità alessandrina nell’ambito della promozione artistica e culturale va ampiamente riconosciuto – ha dichiarato l’Assessore Cherima Fteita – e oggi l’Amministrazione Comunale non poteva mancare a questo importante appuntamento. Il percorso artistico proposto dalla Stagione Teatrale 2019-2020 è di grande prestigio e Alessandria è orgogliosa di fruire di un Teatro, quale il Teatro Alessandrino, che rappresenta senza ombra di dubbio un’eccellenza del nostro territorio».
Insieme all’Assessore Fteita, Paolo Pasquale, Titolare e Amministratore Unico del Teatro Alessandrino, e Massimo Bagliani, Direttore artistico della Stagione Teatrale 2019-2020 che ha condotto, con maestria e professionalità, la presentazione dettagliata di tutti gli eventi della nuova Stagione Teatrale.
Le peculiarità del programma sono così sintetizzabili: otto eventi “+ uno” che si articolano dal 14 novembre 2019 (Anna Finocchiaro) al 30 marzo 2020 (Vittorio Sgarbi).
All’interno di questo arco temporale una serie diversificata di proposte di interessante rilievo culturale (dalla commedia, agli spettacoli acrobatici, dai tanghi all’opera buffa rossiniana…) e correlate al prestigio e alla notorietà degli interpreti.
Questo dunque il programma della Stagione Teatrale 2019-2020:
 14 novembre – Angela Finocchiaro in “Ho perso il filo”
 31 dicembre – “The Black Blues Brothers” (uno spettacolo acrobatico, comico, musicale)
 11 gennaio – “Grease”
 21 gennaio – Gabriella Pession e Lino Guanciale in “After Miss Julie”
 8 febbraio – Tanguero Guillermo Berzins e Orchestra Corazon de Tango in “Tango Fatal”
 22 febbraio – Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta in “Scusa sono in riunione… Ti posso richiamare?”
 13 marzo – Opera Buffa di Gioachino Rossini “Il Barbiere di Siviglia”
 30 marzo – “Raffaello”: uno spettacolo con Vittorio Sgarbi
A questi otto spettacoli e proposte si aggiunge quello in programma venerdì 8 novembre 2019 dal titolo “Una bossa per te”: un evento straordinario (ad entrata libera) in cui la cantautrice brasiliana Daniella Firpo interpreta la musica di Roberto Grignolio.

Il “Cinema Teatro Alessandrino” è stato inaugurato il 19/3/1966 per volontà del fondatore
Sig. Giuseppe Pasquale.
Prevalentemente sala cinematografica la struttura ha visto agli inizi degli anni 70 anche una successione di spettacoli teatrali di grande livello.
Sul palcoscenico si sono esibite le più grandi compagnie teatrali del tempo. Si ricordano i grandi spettacoli di Walter Chiari, Gino Bramieri, Macario, e i concerti di Mina e Giorgio Gaber.
Tantissimi anche gli spettacoli denominati “avanspettacolo” che venivano effettuati ogni 15 giorni il lunedì ottenendo grande successo in quanto lo spettatore poteva oltre che ad assistere a uno spettacolo di teatro leggero vedere anche un film.
Ad oggi sono tante le compagnie che si esibiscono ancora sul nostro palcoscenico sia per quanto riguarda la prosa, i saggi di danza, le rappresentazioni studentesche e i concerti.

Info:

Teatro Alessandrino
Via Verdi 12, Alessandria
Telefono: +39 0131 252644
E-mail: cinema.alessandrino@libero.it
http://www.cinemalessandrino.it

Il premio “Giovani talenti novesi” ad Andrea Robbiano, di Lia Tommi

locandina torredoro 20191497018542..jpg

IL PREMIO GIOVANI TALENTI NOVESI AD ANDREA ROBBIANO
La Torre d’Oro in memoria di Dino Bergaglio

Sarà conferito alla memoria di Dino Bergaglio il premio “Torre d’Oro” edizione 2019. La cerimonia si terrà al Museo dei Campionissimi domenica 6 ottobre alle ore 10,30. La novità di questa 35esima edizione è rappresentata dall’istituzione del Premio Giovani Talenti Novesi che sarà consegnato ad Andrea Francesco Robbiano, attore, scrittore e regista di testi teatrali. Entrambi i riconoscimenti sono frutto di un’idea di Dino Biagio Bergaglio.
Per ricordare il profilo umano e culturale di Dino Bergaglio, storico e Commendatore della Repubblica Italiana, interverranno Carlo Varni, Cavaliere di Gran Croce, e Andrea Sisti, Direttore della rivista Novinostra – In Novitate.
Bergaglio è stato un narratore instancabile delle vicende e personaggi del nostro passato. Autore di diversi libri e articoli di storia locale, ha sempre tenuto in grande considerazione la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale legato alle tradizioni del novese, un patrimonio di memorie che dà senso e ricchezza al presente. Renzo Piccinini, Presidente del Centro Studi “In Novitate” ripercorrerà i momenti vissuti con l’amico Dino, il socio fondatore, Vice Presidente del Centro Studi parlerà dell’istituzione del Premio Giovani Talenti del Novese. Il Premio è nato appunto dalla proposta di Bergaglio di conferire un riconoscimento ai giovani novesi, di età non superiore ai quarant’anni, che si distinguono nella cultura, nello sport, nell’economia, nel sociale, contribuendo in tal modo al progresso economico e civile del territorio. “Giovani talenti novesi”, da un lato, riconosce i risultati e il talento di chi, pur giovane, ha già mostrato il proprio valore, dall’altro, sostiene e incoraggia una carriera in costruzione, proiettata sul futuro, ma fondata sui valori genuini della tradizione e della “Novesità”.
Pietro De Pascalis esperto di teatro, regista, attore della Compagnia Manifatture Teatrali Milanesi illustrerà le benemerenze del premiando: Andrea Francesco Robbiano. Giovane e versatile attore novese, autore e regista di testi teatrali, ha conseguito la maturità al Liceo Classico “Andrea Doria” di Novi Ligure; è stato vincitore della borsa di studio per il 4° anno, alla Scuola Teatrale “Quelli di Grock”. Vincitore del premio “Eolo 2015”, come miglior attore del teatro ragazzi, per lo spettacolo “Fuori Misura – il Leopardi come non ve l’ha mai raccontato nessuno” monologo di Valeria Cavalli, oltre trecento le repliche. Fa parte della compagnia MTM ed è impegnato in tournée europee. Dal 2003, nell’ambito della compagnia “Teatro del Rimbombo” di Novi, è autore e regista di svariati spettacoli; dal 2014 è direttore artistico del “Piccolo Teatro Enzo Buarné”. Ha maturato un’esperienza professionale nel campo dell’animazione, dell’educazione delle varie tecniche teatrali e dei percorsi emozionali, impartiti a minori e adulti in laboratori teatrali, tra cui La Scuola di Recitazione di Castelnuovo Bormida e il Laboratorio Teatrale Liceo Scientifico E. Amaldi di Novi Ligure.
L’evento si avvale del patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Alessandria, del Comune di Novi Ligure; è organizzato sotto l’egida della rivista Novinostra -In Novitate e la preziosa collaborazione dei fratelli Gianni e Domenico Ravetti .

“Avanti con la danza!”- concluso a Palazzo Fogaccia il 4° Straordinario Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.

“Avanti con la danza! Lasciate che la gioia sia sconfinata,
Non dormite fino al mattino, quando la Giovinezza e il Piacere si incontrano
per inseguire con i piedi danzanti le ore colme di eccitazione.
Su con la danza!”
(cit. Lord Byron)

Sabato 21 settembre 2019, nella suggestiva cornice del famoso Palazzo Fogaccia a Clusone (BG), il luogo più magico che si possa sognare, si è conclusa la serata organizzata in occasione del 4° Straordinario Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”, nato nel 2015 presso Cerifos di Milano da un’idea della poetessa e scrittrice italo – polacca Izabella Teresa Kostka.

Gli interni del palazzo

Continua a leggere ““Avanti con la danza!”- concluso a Palazzo Fogaccia il 4° Straordinario Anniversario del programma “Verseggiando sotto gli astri di Milano”.”

La cultura ha incontrato il gusto con Art&Wine, di Lia Tommi

facebook_1569247099453-2037144322.jpg

Nel centro del chiostro , sopra l’erba curatissima con piante di rose in fiore,si era installato il gruppo “Piano B” (violino, chitarra e voce e tastierista), che , a partire dalle 21 , ha tenuto un concerto di pop rock americano.

Nella parte coperta , sotto il portico del Chiostro, c’erano i tavoli con diversi piatti, serviti da ragazzi molto ben vestiti e amabili

Continuando il percorso c’erano posti per sedersi e vedere il concerto Tutto organizzato con ordine e gusto.

C’era l’invito a vedere la mostra “Arte a Santa Croce “, che ha avuto grande affluenza di pubblico Persino il ritiro dei piatti era organizzato benissimo .

Apericena, musica e arte, un cocktail perfetto per una serata magica, che si è svolta sabato 21 settembre a Santa Croce di Bosco Marengo.

“All’alba della civiltà” ad ARTES, di Lia Tommi

1569069671658-2121754320935446203.jpg

Associazione culturale e ASD ARTES ALESSANDRIA. 4 OTTOBRE 2019 . h 17. Via U. Rattazzi 47

Commenti, Letture , Musiche > per conoscere il mondo

Laura Anania – Davide Delfino
a cura di Pier Luigi Cavalchini

ALL’ALBA DELLA CIVILTÀ

Il libro “All’Alba della Civiltà”, di recentissima pubblicazione, tratta della martoriata area mediorientale, delle culture, delle tradizioni e della lunga storia che l’hanno caratterizzata. Il libro è curato dalprof. Pier Luigi Cavalchini
ARTES. scuola di danza musica e teatro &etta da Patrizia Campassi: punto di rferimento culturale ed artistico per bambini: adolescenti e giovani: attraverso uno specfico percorso didattico: contnbuisce alla formazione di e potenziali artisti La danza: disciplina dal grande valore estetico e morale: è un alte particolarmente rigorosa: per la quale sono previste forza di volontà: abnegazione ed impegno costante al fine di acquisire consapevolezza corporea: concentrazione: svüuppando inoltre negli allievi senslbüità e capacità tecnico — espressive: in un percorso di studio che tenga conto delle loro diverse età.

L’emozione alle stelle per il 4° Anniversario del programma culturale internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”: GRAN GALÀ al PALAZZO FOGACCIA il 21 settembre 2019

progetto grafico ©itkedizioni

(by Izabella Teresa Kostka)

Non si fermano i preparativi e salgono le emozioni in occasione del grande evento previsto per il 21 settembre 2019 alle ore 17.00. Presso la storica e prestigiosa struttura di Palazzo Fogaccia a Clusone (BG), una delle più belle cornici che si possa desiderare, resa disponibile grazie all’accoglienza del Principe Alberto Giovanelli, si svolgerà Gran Galà del 4° Straordinario Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”, nato nel 2015 presso “Cerifos” a Milano.

Info sul luogo dell’evento:

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Palazzo_Fogaccia_(Clusone)

Il programma della serata sarà impregnato di arte di ogni genere: dall’incanto delle note poetico – musicali del duo teatrale “Poeticanti” (Paolo Provasi e Roberta Turconi), attraverso le recite degli attori Enzo Brasolin e Domitilla Colombo, con la magia della voce e musica del cantautore Corrado Coccia e Vito Silvestro (sassofono), fino allo spettacolare clou della serata – le danze ottocentesche in costume a cura di “Società di danza. Circolo di Stezzano”, coordinato dalla maestra Lorenza Guerini. Tra i poeti invitati potremo ascoltare i versi di: Margherita Bonfilio, Carla Abenante, Pasqualina Di Blasio, Umberto Barbera, Francesco Saverio Bascio, Annamaria Citino, Annamaria Gallo, Barbara Rabita, Antonio Laneve, Corrado Villa, Massimiliana Pieri, Tania Di Malta, Maria Teresa Tedde, Patrizia Varnier, Tito Truglia e Izabella Teresa Kostka (fondatrice, coordinatrice generale del “Verseggiando…” e presentatrice dell’evento).

Numerosi Ospiti invitati e l’atmosfera di grande festa arricchiranno indubbiamente il tanto atteso momento di gioia e di solenne condivisione artistica.

Per motivi organizzativi l’ingresso è consentito esclusivamente alle persone invitate.

The final countdown!!

Izabella Teresa Kostka, Milano 19.09.2019

Foto propietà “Società di danza”

Palazzo Fogaccia, foto dal web

Momenti di Cultura. Inaugurazione della XII edizione della rassegna ARTE IN SANTA CROCE a Bosco Marengo (AL). Articolo di Maurizio Coscia.

Nei locali dell’ex convento domenicano l’Associazione Amici di Santa Croce con il patrocinio del Comune di Bosco Marengo ha organizzato la XII edizione della rassegna ARTE IN SANTA CROCE.

IMG_20190914_160900
Complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo (AL)

La mostra è stata inaugurata sabato 14 settembre alle ore 15.30 e prosegue fino al 29 settembre con i seguenti orari di apertura, nel fine settimana: sabato e domenica dalle ore 16 alle ore 19, con ingresso libero.

IMG_20190914_161117IMG_20190914_161345IMG_20190914_161535

Continua a leggere “Momenti di Cultura. Inaugurazione della XII edizione della rassegna ARTE IN SANTA CROCE a Bosco Marengo (AL). Articolo di Maurizio Coscia.”

Ritorna l’open mic di Cristina Saracano

Ggiovedì 19 settembre, dalle 21,15, presso la Soms di Corso Acqui 158, AlessaAndria, ritorna l’open mic.

Microfoni aperti per declamare una poesia, un racconto, proprio o altrui, in tre minuti di tempo, o, semplicemente, per stare in compagnia.

Presentano gli inarrestabili Franco Galliani e Fabio Gagliardi, ci accompagna la musica dei Nuova Sintonia.

Momenti di poesia. La regina dei gabbiani di Maurizio Coscia.

IMG_20190907_191602

Stese sulla carezza del vento,

ali aperte conquistano

una direzione.

E restano in volo

corpi piumati,

brizzolati,

che virano,

fendendo l’aria,

girano come fossero su di una giostra.

E, poi, scendono,

atterrando su zampe a stelo,

balzellano,

cercando tra i grani di sabbia

e sbattono ancora le piume.

Qualcuno li osserva:

si avvicinano cauti,

si allontanano veloci,

diffidenti o fiduciosi?

Lei è là,

una ragazza dalla voce sciolta,

legata alla sua telefonata,

seduta sulla sabbia,

sulla riva della spiaggia,

mentre pezzi di pane

volano via dalle sue mani.

Ecco…

tornano indietro.

La regina dei gabbiani

li ha tutti attorno

ha creato la sua corte…

i gabbiani,

che conquistano il pezzo di pane,

improvvisano il loro gorgoglio acuto

che è come un verso di ringraziamento

nel becco aperto,

rivolto verso l’alto,

innanzi alla regina.

La telefonata continua.

 

L’autore di questo articolo è Maurizio Coscia,  scrittore del libro “Il Viaggio di Simone

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Evan-Jung

 

 

 

 

 

 

Premio Enzo Buarné 2019, di Lia Tommi

SOMS Novi Ligure

Premio Enzo Buarné – Quarta edizione
Venerdì 20 settembre
teatro musica e buffet nella SEDE SOMS in VIA CAVANNA 12, Novi Ligure

Enzo Buarné è stato tra i fondatori sia della SOMS di Novi Ligure che del Teatro del Rimbombo. Uomo di grande generosità, di grandi ideali e di grande cultura, ha dedicato tutta la sua vita alla Solidarietà e al Teatro. Un esempio che non deve andare perduto. Per questo, la SOMS Novi Ligure, con la collaborazione di Laura Gualtieri del Teatro del Rimbombo, nel 2016 ha istituito il Premio Enzo Buarné che venerdì 20 settembre celebra la sua Quarta Edizione premiando un attore e un autore e musicista ben noti al pubblico locale e nazionale: DAVIDE FABBROCINO e PAOLO ENRICO ARCHETTI MAESTRI, che vanno ad aggiungersi nell’Albo d’Oro del Premio ai nomi di Andrea Vasone (2016), Andrea Robbiano (2017), Bebo Storti e Aldo Ottobrino (2018).
Tante le novità della quarta edizione del Premio Buarné: a partire dalla sede, per la prima volta a Novi Ligure nei locali di Via Cavanna 12, e alla data, spostata al 20 settembre proprio per le vicende e i lavori necessari per la fruibilità della sede medesima,, lavori solo parzialmente conclusi. Anche la scelta di limitare ad una sola giornata l’evento si deve a questi impegni e alla data preautunnale, così come la scelta, obbligata in mancanza al momento di una attrezzata cucina interna alla sede SOMS, di proporre agli ospiti “solo” un ricco buffet con bevande invece degli ormai celebri menu della SOMS a cui i fedelissimi del Premio erano ben abituati. Continua a leggere “Premio Enzo Buarné 2019, di Lia Tommi”

“CANTANDO ALLA VITA” – appuntamento teatrale del “Verseggiando sotto gli astri di Milano”

PRO MEMORIA
Siamo in attesa del patrocinio del comune ma ancora fino al 25 settembre potete candidarVi per partecipare alla serata teatrale del Verseggiando con:

• un recital lirico della cantante soprano Sofia Riva, al pianoforte il M° Francesco Parravicini
• le recite degli attori Elisabetta Fabbri ed Enzo Brasolin
• le note incantevoli del cantautore Corrado Coccia e il M° Vito Silvestro al sassofono.

Tutti i dettagli nel link allegato:

https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com/2019/07/23/31-verseggiando-a-teatro-cantando-alla-vita-selezione-partecipanti-fino-al-25-settembre/?preview=true

Izabella Teresa Kostka

#izabellateresakostka

#verseggiando

https://verseggiandosottogliastridimilano.wordpress.com

Gran Galà al Palazzo Fogaccia a Clusone il 21 settembre 2019, in occasione del 4° Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano”

Ci stiamo avvicinando al 21 settembre: Gran Galà in occasione del 4° Anniversario del programma culturale ciclico internazionale “Verseggiando sotto gli astri di Milano” presso lo spettacolare Palazzo Fogaccia a Clusone (BG).
La serata unirà la DANZA, il TEATRO, la MUSICA e ovviamente la POESIA e tutto questo nella storica e affascinante cornice di una delle più belle strutture della nostra zona. Il conto alla rovescia in corso!!!! Seguirà la cena. Tra gli Ospiti:
– Società di Danza ( danze ottocentesche in costume)
– “Poeticanti” con la loro magia
– Enzo Brasolin e Domitilla Colombo con un breve spettacolo preparato per questa solenne occasione
– Corrado Coccia e Vito Silvestro tra le note del pianoforte e del sassofono
– Poeti “Verseggiatori” invitati
Per ragioni organizzative e di sicurezza l’ingresso è consentito esclusivamente sull’invito.
The final countdown!!

Izabella Teresa Kostka

#verseggiandosottogliastri

#izabellateresakostka

#anniversario

verseggiando.eventi@yahoo.it

poezja@mail.com

INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.

Luigi Pagano

~
INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.

1. I.T.K.: Esiste un proverbio che dice “Vedere Napoli e morire”: per i tuoi fans internazionali sei il simbolo di un italiano D.O.C: solare, caloroso, estroverso, un affascinante e talentuoso artista, cantante. Raccontaci un po’ delle tue radici italiane e del legame indissolubile con la tua Terra d’origine.

Lp: Sono nato a Pompei in provincia di Napoli. Ho sempre vissuto sul mare dalla parte di Torre Annunziata (Oplonti). Dal balcone dove sono nato vedevo il Vesuvio, il monte Faito e un pezzettino di mare che oggi non si vede più a causa delle costruzioni ma se salgo qualche rampa di scale ne vedo ancora. Ho Vissuto per 25 anni in medioriente tra mare e deserto trovando un po’ di Napoli ovunque, nella musica e nelle culture arabe. Napoli è più vicina a Beirut che non a New York quindi Napoli è più Libano che America infatti, è la città meno americanizzata d’Italia. Le radici napoletane sono forti di una cultura secolare e noi napoletani siamo consapevoli di avere una grande storia per questo siamo orgogliosamente “TERRONI”. Ovunque vada porto sempre con me Napoli. Le canzoni che scrivo hanno il ritmo e le sonorità mediterranee, non sono ricercate ma escono spontaneamente dalla mia anima.

2. I.T.K.: Com’è iniziata la tua carriera artistica: l’hai sempre sognata oppure è iniziata in modo spontaneo, accidentale? Hai suonato coi più grandi artisti di fama internazionale, tra cui Paul McCartney, e con famose star del cinema, partecipando anche a numerosi importanti programmi televisivi. Ti va di parlarne?

Lp: In casa mia ci sono sempre stati degli strumenti, mio padre era appassionato di canto. Mio fratello di 10 anni più grande di me suonava la chitarra e per me lui è sempre stato un esempio così ho incominciato ad emularlo. Quando i miei genitori si sono accorti che avevo un po di talento mi hanno fatto studiare. Mio fratello qualche volta mi pagava le lezioni. Io non vengo da una famiglia ricca ma sicuramente da una famiglia ricca di valori. Mio padre ha fatto sì che tutti noi figli (4) studiassimo. Ho formato la prima band a 14 anni e poi qualche anno dopo ho incominciato a lavorare nei pianobar di Napoli e provincia e non solo.
Paul l’ho conosciuto alle Maldive quando con mia moglie Agnes suonavamo lì. Ci siamo restati per 7 mesi e Paul per 3. È stato più un rapporto personale che professionale. Quando finivo di suonare ci incontravamo nelle spiaggia sotto la sua villa e suonavamo le nostre chitarre fino al mattino. Paul mi ha insegnato l’umiltà. Più si è grandi e più si è umili.
Io e mia moglie Agnes abbiamo vissuto per 7 anni in Kuwait dove è nato il nostro unico figlio Riccardo. Lavoravamo per la Sheraton hotels ma spesso di mattina eravamo ospiti di un pogramma TV che c’è anche in Polonia con nome di DD TVN, in Kuwait si chiamava GOOD MORNING KUWAIT.
In Polonia dove vivo sono spesso ospite in programmi TV come JAKA TO MELODIA?, WIELKI TEST, DD TVN, MAMMA MIA, CAFÈ PIOSENKA, e spessissimo con la mia famiglia in SPRAWA DLA REPORTERA ecc, ecc. Non ho mai forzato la mano per arrivare e neanche bussato alle porte. Continua a leggere “INTERVISTA AL CANTAUTORE LUIGI PAGANO: “Ho la sindrome dello zigano, ho bisogno di sentirmi straniero” a cura di Izabella Teresa Kostka.”

Intervista a Monica Massone, di Cristina Saracano

Alessandria: Pier Carlo Lava ha incontrato per Alessandria Today, Monica Massone di Quizzy Teatro.

La compagnia teatrale ufficialmente nasce nel 2014, riprendendo l’attività precedente, presente sul territorio dal 2008.

La sua è passione e lavoro, Quizzy è rimasta fedele negli anni ai laboratori teatrali generici, secondo Monica, con l’istituzione di Piemonte dal vivo le attività teatrali sono divenute attività organizzative vere e proprie, con maggiori compiti e responsabilità verso il pubblico. Per Monica il teatro deve essere fatto di grandi testi e di grandi attori, per poter dare il meglio al pubblico.

Per la stagione 2019 / 2020 saranno in programma, tra gli altri, un omaggio a Fabrizio De André, una rappresentazione di teatro civile rifacendosi alla storia di Paolo Borsellino, quindi, spettacoli forti, comunque alternati a un paio di spettacoli per famiglie e bambini.

Il palcoscenico è sempre quello di Bistagno, sede affettiva e storica di Quizzy. Quizzy Teatro non ha partners, orgogliosamente e faticosamente i membri della compagnia fanno tutto da soli.

Chi sceglie uno spettacolo di Quizzy Teatro, sceglie il divertimento e la cultura. Quindi, anche per questa stagione, fate una buona scelta!