La redazione

Alessandria città

Alessandria today

La redazione è attualmente composta da:
Pier Carlo Lava – Lia Tommi – Cristina Saracano – Maria Luisa Pirrone – Federica Ghisolfi – Mattia Cattaneo – Rosa Cozzi,  Antonietta Fragnito, Giampaolo Pepe, Cecilia Minisci e altri in arrivo…
La redazione è in continua evoluzione..  siamo in attesa di abilitare due nuove autrici… Grazia Torriglia e Mariarosa Alagna…

Pier Carlo Lava: Sono un cittadino attivo per la città di Alessandria, mi occupo di tutte le problematiche esistenti, amianto, viabilità, piste ciclabili, strade, marciapiedi, parcheggi, isole pedonali, verde urbano, asili, scuole, segnaletica stradale, attività sportive, culturali, welfare animali, problemi degli anziani, dei disabili, segnalandole e dando suggerimenti per sollecitare la Pubblica Amministrazione locale a risolverle.
Inoltre organizzo incontri fra i cittadini, con eventuali petizioni e raccolta firme su vari argomenti, per stimolare la partecipazione degli stessi, finalizzata alla risoluzione dei problemi comuni.

Il blog Alessandria today si pone l’obiettivo di mettere in rete tutto quello che penso ovviamente dal mio punto di vista in particolare su Alessandria, ma non solo, la mia, anzi per tutti quelli chi ci abitano la nostra città, in cui viviamo, lavoriamo e ogni giorno socializziamo. Ho iniziato questa avventura alcuni anni fa quando, avendo più tempo a disposizione, mi sono finalmente reso conto (meglio tardi che mai) che i problemi esistenti erano molti è purtroppo da tempo insoluti. Ho iniziato a rilevarli partendo dal quartiere dove risiedo e poi in seguito su tutta la città, inviando lettere per segnalarli con i relativi suggerimenti all’Amministrazione Comunale e ai media, che devo dire, anche se con qualche differenza, hanno dimostrato una grande disponibilità, collaborazione e soprattutto indipendenza editoriale.
Il blog Alessandria today si prefigge l’obiettivo di rappresentare un ponte ideale fra i cittadini e la Pubblica Amministrazione della nostra città, e per quanto possibile stimolare una partecipazione democratica di tutti alla gestione della cosa pubblica. Lo ritengo inoltre un utile strumento della moderna tecnologia, che attraverso la rete permette di dare voce a tutti, quindi ricordando che “l’unione fa la forza”, porgo un invito a partecipare al dialogo a interagire, inviando commenti, suggerimenti e se è il caso anche critiche, purchè costruttive e nell’interesse di tutti i cittadini.
Concludo porgendo a tutti quelli che leggeranno questa mia breve presentazione, un invito che ultimamente rivolgo sovente a me stesso, per ricordarmi che esiste il prossimo a cui va portato lo stesso rispetto e attenzione che chiedo per me stesso, facendo mie queste parole, “non chiederti che cosa possono fare gli atri per te, ma che cosa puoi fare tu per gli altri”. Grazie a tutti, in anticipo e arrivederci a presto su Alessandria today.
===================================


Lia Tommi, da oltre 30 anni insegno con passione ed entusiasmo nella scuola primaria, in cui ho curato corsi e progetti di psicomotricità e sono attualmente referente per le attività motorie. In ambito culturale, ho condotto la presentazione di diversi libri di autori alessandrini: romanzi, antologie, raccolte di poesie. Altre volte sono stata voce narrante nelle presentazioni e in importanti eventi cittadini. Scrivo poesie e racconti brevi e ho partecipato ad alcuni concorsi letterari.

Sono una persona curiosa e piena di interessi, partecipo con piacere agli eventi che vengono organizzati nella nostra città, sia spettacoli che conferenze. Sono impegnata nel sociale: per alcuni anni sono stata addetta stampa della UISP, che combatte le discriminazioni di ogni genere in ambito sportivo.
Scrivevo articoli per il sito e per il giornalino. Attualmente sono membro del Direttivo. Sono altresì componente del Direttivo ANPI e del Comitato Colibrì, che difende i diritti delle donne e si pone contro la violenza di genere. Sono membro della Consulta Pari Opportunità del Comune di Alessandria, di cui curo il concorso letterario.
====================================


Cristina Saracano, nasco e vivo ad Alessandria, da sempre mi piace leggere di tutto, i romanzi, in particolare, ma anche: saggi, libri per ragazzi, testi scolastici, poesie, quotidiani, periodici…sono una divoratrice di libri, insomma.

E, dato che la lettura è una fonte di conoscenza, ma anche una palestra, per me, mi cimento a scrivere anch’io!. Ho partecipato a concorsi letterari a livello locale: Monferrato Scriptori Festival, Le donne si raccontano, Concorso dialettale Fozzi-Locardi, ho scritto sui Blog “10 mondi letterari” e Parole e ombra”.
Ultimamente sono diventata anche un po’ attrice: leggo i miei scritti durante gli Open Mic e gli Slam Poetry, insieme ai Delectors ad Aperto per Cultura, Festa del pensiero e altre manifestazioni a livello locale. Insomma, mi piace interessarmi all’arte, perchè credo che sia come un atto d’amore!
====================================


Maria Luisa Pirrone, biografia semiseria.. Domandarsi “chi sono” porta sempre e inevitabilmente alla filosofia, ma qui tenterò di attenermi il più possibile alla realtà. Mi chiamo Maria Luisa Pirrone e ho 39 anni. Ho una formazione linguistica e letteraria e attualmente realizzo visite guidate e laboratori didattici per le scuole nei musei, oltre a dedicarmi ad almeno un centinaio di altre attività lavorative che la crisi del mondo moderno impone di fare. Nonostante ciò, la vita mi ha sempre riportato, a fasi alterne, al mondo della cultura, della sua promozione e fruizione.

È evidentemente la mia strada, il mio ‘talento’ migliore e ciò che amo più fare: trasmettere e raccontare l’Arte in tutte le sue declinazioni è come portare nella vita delle persone un piccolo seme di felicità. Mi occupo anche di assistenza turistica e in passato ho collaborato per con alcune testate giornalistiche. Amo scrivere poesie perché mi permettono di condensare in poche righe concetti profondissimi. Vorrei scrivere un romanzo un giorno, o un saggio, ma forse sono troppo pigra per avere la costanza giusta. La poesia è la mia unità di misura perfetta.
A volte ho la sensazione di essere la reincarnazione di qualche nobile signora dei salotti letterari ottocenteschi… non saprei spiegare altrimenti la mia smodata passione per ogni sorta di evento culturale cittadino. Concerto, mostra o convegno che sia, se ho del tempo libero siate certi che mi troverete là. Nella mia vita c’è però un amore ancora più sublime: viaggiare. Forse per storia familiare e genetica, ho l’anima del migrante. Sono l’unica rappresentante piemontese di una famiglia radicalmente siciliana, ho vissuto in Spagna, in Grecia e vorrei preparare una valigia al mese per sentirmi davvero completa. Ma alla fine torno sempre nella mia Alessandria.
==================================


Federica Ghisolfi, sono nata a Tortona il 2/09/1978, e vivo a Novi Ligure, mi sono Diploma nel 2006 in Dirigente di Comunità presso l’Istituto “Aimone Cravetta” di Savigliano con 60/100.

Negli anni successivi ho ottenuto l’attestato da O.S.S (Operatore Socio Sanitario). In seguito ho iniziato a lavorare presso Case di Riposo e attualmente lavoro nelle scuole come Assistente alle Autonomie.
Svolgo  opera di volontariato presso la Croce Rossa di Novi Ligure. Mi definisco una persona solare, allegra, che ama leggere e stare in mezzo alla gente. Il mio hobby preferito è il calcio tifo per il Milan e i Grigi, la squadra di Alessandria.
===================================

Cecilia Minisci

Cecilia Minisci, poetessa è entrata a fare parte della redazione di Alessandria today

La redazione di Alessandria today da il benvenuto ad una nuova componente, la poetessa Cecilia Minisci, che i nostri lettori hanno già avito modo di apprezzare leggendo i suoi primi post, qui di seguito la sua biografia.

La Redazione

Cecilia Minisci note biografiche

Nota biobibliografica. Cecilia Minisci nasce nel 1954 a San Giacomo d’Acri, un piccolo paese della provincia di Cosenza; frequenta il Liceo Classico “V. Julia” di Acri (CS), all’età di 15 anni va negli Stati Uniti a Westerly (nello Stato del Rhode Island), dove frequenta l’High School per un anno. Tornata in Italia, riprende gli studi classici per laurearsi poi in Scienze economiche presso l’Università della Calabria. Insegna matematica dal 1985 presso l’ I.T.E. “R. Serra” di Cesena (FC), dove vive dal 1987. Legata fortemente alla terra d’origine, la Calabria, luogo che porta ancora i segni del suo glorioso passato, Cecilia si reca periodicamente nella casa di famiglia a San Giacomo d’Acri (CS), che la ispira a scrivere e dove affonda nei ricordi che vuole conservare e far rivivere al lettore attraverso le sue poesie. I suoi componimenti sono il racconto della sua anima, del forte amore verso gli amici animali e gli “ultimi”, della bellezza dei luoghi tra mare e montagne, tra Natura selvaggia e mondo “nuovo” che trasforma la bellezza; ed è in questo che il passato riaffiora in lei nei ricordi, come evocazione di un mondo scomparso. Da sempre vicina alla poesia, l’Autrice ne scopre la composizione da pochi anni, e decide di pubblicare le proprie opere per condivisione dei propri sentimenti e dei propri pensieri che nascono dalle cose quotidiane e dagli eventi della vita. Le sue poesie diventano quasi una denuncia di un mondo in cui non riesce più a ritrovarsi, in un quadro di sofferenza della natura e degli esseri, di un mondo in cui i diritti spesso vengono inascoltati, altre volte calpestati, dove spesso regnano l’ingiusto e la mediocrità, la superficialità e l’indifferenza. Nel 2015 vince il Primo Premio al concorso Nazionale “Galarte XVII Edizione” con la lirica “Il dolore degli ultimi innocenti”, ricevendo la seguente nota di merito: “Per il fascino della lirica intensa che poggia sulla maestria del controllo della parola, sulla capacità di condurla nuda alla pagina per accentuarne il valore autonomo ed essenziale. Una parola efficacemente intima, magistralmente distesa e comunicativa.” Nello stesso anno, ha pubblicato con Aletti Editore le due raccolte poetiche “Graecalis – Sei poeti a confronto” e “Il silenzio è il linguaggio di tutte le forti passioni – Tre poeti a raffronto”. Ha partecipato ad altri concorsi letterari, quali “Il Federiciano” dal 2015 al 2017, al “Premio Graziano” nel 2016, indetto dalla casa editrice “Il filorosso”, ottenendo da quest’ultimo la pubblicazione della poesia “Nemico il cielo”, nella sezione poesia inedita; ha partecipato, nello stesso anno, al concorso “Mario Luzi”, per il quale ha ottenuto l’inserimento dei componimenti “Neve notturna” e “Un pezzo di storia che muore” nell’antologia “Enciclopedia di Poesia Contemporanea”. Sempre nel 2016, pubblica con Aletti Editore la sua prima opera monografica dal titolo “Il mondo coi miei occhi”. Nel 2017, riceve la Menzione di Merito in seno al II° “Premio Internazionale Salvatore Quasimodo” nella sezione Libro edito di poesia. Partecipa ai reading poetici “Verseggiando sotto gli astri di Milano” , organizzati dal Centro Studi Cerifos di Milano, che in seguito seleziona l’Autrice con le due liriche “L’urlo di Angelo” e “Un novembre di Fossoli”, per l’inserimento nell’antologia di poesia sociale “Non uccidere. Caino e Abele dei nostri giorni”, finalizzata a promuovere l’attività dell’Associazione contro la violenza sulle donne “Pronto Donna” di Arezzo. E’ insignita del Primo Premio nel I° Concorso nazionale di Poesia, Premio “Francesco Forchia” – “I Versi non scritti…”, promosso dalla Si Teverola Onlus – Associazione di Volontariato di Teverola (CS), con l’opera “Oriente che muori”. Riceve, inoltre, l’Artistica Targa di Merito al Premio “Alda Merini” 2017, patrocinata dall’Accademia dei Bronzi di Catanzaro, ed ottiene la pubblicazione nell’antologia “Parole per Alda” della lirica “E ancora mi sorprendo”. Nello stesso anno, nel contesto del “Premio Europeo Clemente Rebora 2017” , organizzato dalla Associazione Culturale “La Fenice”, viene selezionata sia per il II° Evento Reading Poetico – “In cammino verso la pace” presso il Caffè Storico Letterario “Le Giubbe Rosse” di Firenze, ricevendo la Menzione di Merito, sia per il III° Evento Reading Poetico – “In cammino verso la pace” a Busto Arsizio (VA), presso il Liceo Artistico – Coreutico “Paolo Candiani”, ricevendo una ulteriore Menzione di Merito. A conclusione del “Premio Europeo Clemente Rebora 2017”, tenutosi a Biassono (MB – 11 novembre 2017), riceve il Premio speciale con l’opera “Un novembre di Fossoli”, patrocinato dai Comuni di Firenze, Monserrato, Busto Arsizio, Biassono e dall’Associazione culturale “La Fenice”. Pubblica l’ultima raccolta aggiornata dal titolo “Dalla tempesta al cielo” (Edizioni Pasquale Gnasso, novembre 2017).

=================================

CATTANEO MATTIA – Nato a Trescore Balneario (BG) il 31-07-1988, abita a San Paolo d’Argon (BG) ed è laureato in Scienze della comunicazione. Adora la montagna e la natura.
Lavora come assistente educatore presso una cooperativa. Poeta e scrittore, ha pubblicato alcune poesie presso una collana di poesia contemporanea edita da Pagine edizioni nel 2015. Successivamente ha pubblicato la silloge poetica “Dritto al cuore” (Antologica Atelier Edizioni – Febbraio 2016).
Collabora con l’attore e poeta Carlo Arrigoni, e nello specifico nelle seguenti letture sceniche: “Per non dimenticare – la giornata della memoria” (Gennaio 2016), “Profumo di libertà” (Aprile 2016),Anteprima del recital di Carlo Arrigoni – Prologo “Acqua Violenta” (Settembre 2016). Ad inizio Marzo è stato pubblicato il suo secondo libro di poesia edito da Antologica Atelier Edizioni, “La luna e i suoi occhi

====================================

Rosa Cozzi, scrittrice e poetessa, per farla conoscere meglio ai lettori gli abbiamo chiesto di pubblicare la sua biografia.

Sono nata 72 anni fa a Praia a Mare (Cs) , da genitori lucani, sfollati durante l’ultima guerra .

21762022_1894280807501197_8336558698821896982_n

Venni al mondo  quando tutto era terminato, ma sin da piccola cercai di sapere sempre

di più su questo argomento.
Mi trasferii in Liguria a 12 anni, e a 17 anni e mezzo sposai mio marito, francese, discendente del ramo povero dei conti L.di Roquemaure. Dopo il matrimonio ci trasferimmo a Montecarlo dove vivemmo per 20 anni. Diventai mamma di quattro figli.

Ritornai a Ventimiglia e da allora continuo a viverci.
Nel frattempo sono diventata nonna di nove nipoti (quattro maschi, e cinque femminucce) e bisnonna di due pronipotine. Ho da sempre amato scrivere poesie, nel 2016 ho pubblicato una silloge “Colsi una rosa e ti dissi “, di quaranta poesie.
A dicembre 2017 ho ancora pubblicato una raccolta di favole illustrate, adatta a bambini dai 4/10 anni, presto ci sarà una ristampa. Inoltre mi diverto a scrivere piccoli racconti. Ho iniziato a scrivere le mie memorie, ma ” io speriamo che me la cavi”. Parlo, scrivo, e leggo perfettamente in lingua francese. Amo particolarmente preparare manicaretti di mia invenzione, e ancora di più invitare gli amici per ”avvelenarli” !…  Però tornano sempre !…
Ho un blog: pensieri pensierosi e parole amorose.blogspot.it; e un sito YouTube di rosa cozzi dove ci sono le mie poesie videorecitate. Gestisco una pagina su Goole+ col mio nome. Ho diverse pagine su Facebook: La cucina di Rosa; Le favole di Rosa ; Rosa Cozzi. Solo le mie poesie;  Storie di amori, delitti, e risate;

===================================

Giampaolo Pepe, scrittore, per farlo conoscere meglio ai lettori gli abbiamo chiesto di pubblicare la sua biografia.

Pepe Giampaolo

Mi chiamo Giampaolo Pepe, classe 1964

Sono di Novi Ligure

Scrivo da… non ricordo più quanto… per passione, per comunicare e per informare.

Il titolo di studio è la scuola media superiore ed il lavoro è presso un’azienda di materie plastiche come impiegato. Collaboro saltuariamente, che vuol dire quasi tutte le settimane con settimanali del tortonese e del novese. Sono parecchio attivo sui social-network più utilizzati e curo un blog, https://storiediterritori.wordpress.com/ nato da pochi mesi ma già piuttosto seguito.

=================================

Antonietta Fragnito, poetessa e scrittrice, per farla conoscere meglio gli abbiamo chiesto di pubblicare la sua biografia:

Antonietta FragnitoMi chiamo Antonietta  Fragnito.

Sono nata a San Giorgio la Molara, un grazioso paesino in provincia di Benevento, nell’anno 1950.

Coltivo un sogno: diventare una vera poetessa e scrivere la poesia più bella in assoluto.

Vivo di poco, mi nutro di letture, bevo speranza, mi curo con la carezza della vita.

Dormo sulla battigia del mio cuore. 

Affronto ogni giorno miei naufragi, impenitente, a quasi settant’anni. 

Ho pubblicato, di recente, il mio primo  libro di poesie.

Si chiama “ Rossetto vermiglio  sul volto della luna”