Ricerche, Ricercatori, Ricercati, di Nuccio Lodato

Alessandria today

ricerche university@@2712201521421442

di Nuccio Lodato Alessandria da: http://www.cittafutura.al.it/

Le ricerche si estendono sempre, lo si sa, ”in tutte le direzioni”. Tanto quelle politiche che le scientifiche che le penali. I due ex-poli sono travagliati nella ricerca di implausibili alleanze interne ed esterne, che l’indeterminabilità delle legge elettorale prossima non ventura rende irricercabili, almeno per ora. I ricercatori si lasciano alle spalle il buio silenzio inaccogliente dei loro atenei per ricercare affannati qualche biglietto low cost o last minute [non di Ryanair, per favore: lì conviene anzi abbandonare le ricerche, a meno che non siricerchino piloti in fuga, e pertanto ricercati) per andare a ricercarsi un posto da ricercatorein qualche ateneo d’oltre confine (al termine della ricerca scopriranno magari pure che tutto il mondo è paese: ma una cosa alla volta per carità). 

View original post 362 altre parole

AI CANCELLI DEL CIELO, di Anna De Filpo

Alessandria today

Ai cancelli

di Anna De Filpo

di AI CANCELLI DEL CIELO

La’, dove parla un silenzio abitato
e i ricordi si fanno di pietra,
donne dal passo incorporeo,
sfrondato di vita, cuciono la gioia
tra i rumori assoluti del tempo!
Han disperso gli affetti in petali fioriti,
solo regola e preghiera, la vita!
Corre nell’ iride il cielo
e le sbarre non fanno paura!
Sono un misto di sogni e di fede!
E mentre il mondo
compie i suoi giri in fatica
e gli aĺberi si vestono del tempo,
le mantellate respirano la pace,
dentro i severi cancelli!

DIRITTI RISERVATI, Anna DE FILPO @ COPYRIGHT. 07/12/2017. PHOTOWEB

View original post

Il vento è ricordo, di Annalinda De Toffol

Alessandria today

Il vento è ricordo

di Annalinda De Toffol

Il vento è ricordo
come la pioggia
che cadeva fitta su di noi.
Noi
abbracciati e fradici
a cercar stelle,
a spostar nuvole.
sotto un cielo irreale.
Noi
senza parole
tra emozioni e baci
rubati a quel tempo allora infinito.
Infinito non era,
un tramonto e poi l’alba
a dirci addio
tra una lacrima, un sussurro.
Noi
persi ora nei ricordi
a rammentare gesti,
desideri nascosti rimasti lassù,
in quel cielo di nuvole fatto di sogni.

ADT. 21/11/2017
Immagine dal web

View original post

Tredici rondò su Praga – Jaroslav Seifert

Alessandria today

josef-sudek-zimnc3ad-praha-1958-e1512054308528
DA « MOZART A PRAGA »
I.

Ah, se quel flauto io sapessi sonare
come so mettere i miei versi in rima!
Perché la parola? Che vuoi che esprima
per lei che prende voglia di danzare

quando sente il vento appena spirare
nel lungo silenzio del freddo clima?
Ah, se quel flauto io sapessi sonare
come so mettere i miei versi in rima!

Salgo alla tomba. Il cancello mi appare,
ma è buio, hanno chiuso forse la cima.
No, ancora no! Restai lí a guardare,
bisbigliando per i morti la rima:

Ah, se quel flauto io sapessi sonare!

View original post 1.009 altre parole

Recensione a “La Regina del Silenzio“, di ettoremar

Alessandria today

recens

di ettoremar

Ho appena questa bella fiaba scritta da Paolo Rumiz in due settimane per i tipi de La nave di Teseo, e, come tutti i romanzi, e gli articoli, di Rumiz, anche questo mi è piaciuto molto. Anche se lui sostiene (a Radio 3 il libro del giorno del 23/11/17 https://shar.es/1M26IH) che è per bambini, anzi andrebbe letto ad alta voce a un bambino, penso che possa piacere molto anche agli adulti, o ai nonni che lo leggano ai loro nipotini. Come in ogni favola, c’è l’eroe buono, ci sono i cattivi, c’è la lotta tra il bene e il male… il tutto con un linguaggio epico che mi ha ricordato addirittura Omero, come il fatto di far seguire al nome proprio un appellativo: Vadim dalle larghe spalle, Urdan il Terribile figlio di Ozran dalla rossa barba e di Ubidaga dal naso adunco, ecc.

Insomma leggere questa prosa…

View original post 21 altre parole

Pinocchio conquista Londra non senza un po’ di humour

a_scene_from_pinocchio_centre_joe_idris-roberts_pinocchio._image_by_manuel_harlan-kMxB-U11011529186158P2C-1024x576@LaStampa.it

La creatura di Collodi. Al National Theatre l’unico umano è il burattino, gli altri sono marionette Lo spettacolo presentato come una rivisitazione del classico di Walt Disney

da: http://www.lastampa.it/ Pubblicato il 18/12/2017

CATERINA SOFFICI. LONDRA

A Londra lo show di Natale è un nuovo Pinocchio. Una versione teatrale spettacolare, con una coreografia degna dei musical prodotti nel West End. Con effetti visivi mozzafiato e già definito «un capolavoro» dalla critica britannica.  

Può Pinocchio essere nuovo? Sì, essendo come tutti i classici un sempreverde. Non conta quante volte li si rivisita e reinterpreta, se fatti bene non perdono mai la freschezza. Tutto sta, appunto, nel come lo si fa. E in questo Pinocchio che va in scena al National Theatre la novità più vistosa è di ordine scenico: il burattino è interpretato da un ragazzino, mentre gli uomini sono delle marionette. Geppetto e Mangiafuoco sono dei burattini giganteschi, alti cinque metri. Mentre il grillo parlante e gli altri personaggi sono pupazzi mossi abilmente dai pupari del National Theatre con la stessa tecnica usata per War Horse: gli attori danno voce e movimento alle marionette, si vedono sul palcoscenico e fanno parte dello spettacolo, in un gioco di finzione e realtà molto efficace. La balena è un’ossatura simile all’arcata di una chiesa gotica, accompagnata da lampi e tuoni.  Continua a leggere “Pinocchio conquista Londra non senza un po’ di humour”

Non abbandonate il progetto di riqualificazione del lungofiume!

Gi abonante-giorgio

da abo Giorgio Abonante. Alessandria

Prof. Luigi Nosenzo (Università di Pavia)

Ultimato e inaugurato il ponte Meier, abbellito il lungo-Tanaro con la risistemazione dell’area verde oggi denominata Parco Italia, resta ancora un vistoso problema da risolvere in loco: è praticamente impossibile accedere al letto del fiume!

Dalla passeggiata del Parco Italia si osserva una grande varietà di uccelli  occupare l’alveo del fiume, aironi, gabbiani, anatre, cormorani, ecc.. oltre a centinaia di piccioni. Sono lì perchè ci arrivano volando, beati loro! I pescatori e i cittadini, che le ali proprio non le hanno, sono stati invece estromessi. Ci riferiamo in particolare alla zona a valle del salto d’acqua presente sotto il ponte, che, fino a pochi anni fa, era, per antica tradizione, un punto di riferimento dei pescatori alessandrini. Continua a leggere “Non abbandonate il progetto di riqualificazione del lungofiume!”

Il mio coltello, di plce4myhead

Ho capito.
Ho capito chi per me è il coltello.

Sei tu.
Sei stato sempre e solo tu.

Mi hai ferita. Mi hai lasciato uno squarcio nel petto.
E quando vuoi,quando ti annoi,infili il coltello nella ferita.
Quella ferita si è richiusa e riaperta centinaia di volte.
Sono abituata,ormai,alla sensazione di soffocamento che sento quando si riapre quello squarcio nel mio petto.
Tu.
Tu,basta una sola tua parola.
Una parola è il mio mondo crolla.
Mi stringo il petto con la mano,sento il cuore che vuole scivolare via.
Se abbasso lo sguardo vedo il sangue scolarmi addosso.
Tu sei il mio sangue,e mi fai sanguinare. Sempre.
Vuoi uscire da questo corpo,ti senti oppresso dentro di me.
Ma ricorda,ricorda che ti ho protetto sempre,che mai ti ho lasciato di notte solo per la strada pericolosa.
Continua a leggere “Il mio coltello, di plce4myhead”

Ho scritto pensieri.. di Laura Neri poesie

ho scritto

di Laura Neri poesie

Ho scritto pensieri..
versi sensazioni
sensazioni nascenti
da uno sguardo
un cercarsi furtivo
Nasce il dediderio
l’incontro…
Un urlo del cuore
frasi che non si dicono
solo uno sguardo dietro
i vetri appannati
di lacrime .E chissa’
quante frasi interrotte
mani nervose si cercano
e si sfuggono..
Troppe le cose da dire
ma occorre tempo
e poi …tempo
Laura@Diritti Riservati

IO BAMBINO NERO, di Luigi Meloni

Io bambino nero

di Luigi Meloni

IO BAMBINO NERO

Io bambino scuro di pelle ho il destino legato
da catene, vivo nella terra dove il sole ribolle,
sotto i miei passi,tra bombe che innesco sul terreno
da guerrigliero gia all eta di 7 anni.

Ho sentito in una favola che ci sono bambini come
me che hanno da mangiare, e bere mentre io passo
la mia giornata correndo a prendere l’ acqua sporca
per bere,e a rovistare in tutti buchi per trovare
un po di cibo.
Continua a leggere “IO BAMBINO NERO, di Luigi Meloni”

Borsalino, una storia alessandrina, di Cristina Saracano

screenshot_2017-12-18-20-52-50-1448178554

di Cristina Saracano. Alessandria

Un tempo la mia città si identificava con la Borsalino.

Molte persone avevano lasciato la campagna per lavorare tra i cappelli più famosi al mondo, indossati anche dai divi del cinema americano.

Ricordo la ciminiera, i due condomini costruiti per accogliere le famiglie di alcuni dipendenti.

Inoltre ricordo che i fondatori furono benefattori per la nostra città costruendo un educatorio e un sanatorio. Continua a leggere “Borsalino, una storia alessandrina, di Cristina Saracano”

Never done Tag. Il gioco del Mai, di plce4myhead

di plce4myhead

Beh,che dire ragazzi,la mia sorellina Asia mi ha palesemente invitata a fare questo Tag citandomi all’interno del suo svolgimento.

In pratica vi copierò questa lista da quella che feci con la psicologa qualche mese fa,il suo titolo era “Cose che voglio fare”
Meh,dai,scherzo.
Con voi voglio sputtanarmi del tutto! Al 10%

Le dieci cose che non ho mai fatto nella mia vita,bene.

1
Non sono mai andata in discoteca.
Questa è una cosa davvero stupida ma insieme alla psicologa l’abbiamo messa nella lista,perche quando avrò voglia di andare in discoteca e qualcuno con cui farlo,vorrà dire che starò bene.
Poi non ci torno più,mi fa schifo.
Continua a leggere “Never done Tag. Il gioco del Mai, di plce4myhead”

“A UNA MADRE” DI SONIA CAPOROSSI, da Poetarum Silva

da Poetarum Silva

Tramonto in versi di un iconoclasta
Quando l’astro dell’estro muore nell’ombra
Del suo prosastico baluginare
Io mi rispecchio in te
Frammento affabile infranto
Di immagini anamorfiche
A cui rassomigliare
Io mi rifletto in te
Lo specchio spocchioso che spacco
Ogni giorno ed ogni sera
Per non rassomigliarti più.

Alba in versi di un valentiniano
Quando il maglio del mostro sorge nell’ombra
Dal mio poetico pinnacolare
Nel plasma sanguigno di un fitto dolore
Io mi ritrovo in te
Amica che ammara al riflusso dell’onda
Di un cieco vagare per mari d’intesa
Nel bieco pleroma dei miei troppi Dei
Passati di moda, diversi dai tuoi
Gli stessi che invoco ogni giorno ed ogni sera
Per non ritrovarti più.
Continua a leggere ““A UNA MADRE” DI SONIA CAPOROSSI, da Poetarum Silva”

Fare affari con il web

La nuova frontiera del marketing è la rete, ecco il successo per le vostre aziende. Come testimoniano tutte le più recenti ricerche, sono ormai milioni le piccole e medie imprese che in tutto il mondo investono nel web marketing,  utilizzando sempre di più i device mobile, come smartphone e tablet, che coinvolgono oltre il 35% della popolazione mondiale. L’Italia dimostra una grande attitudine verso la tecnologia mobile: 158% di penetrazione, conquistando il primato assoluto tra i Paesi della Comunità Europea. Un recente studio, promosso dall’American Chamber of Commerce in Italy, con il contributo scientifico e analitico di McKinsey & Company, ha evidenziato come le aziende con una forte presenza nel mondo digitale siano cresciute a una velocità più che doppia rispetto alle altre. L’Istat ha analizzato che le aziende che investono nel web, hanno avuto un aumento della produttività del 7% fino al 23% con un incremento per addetto di 4.900  euro. Così come, secondo una ricerca di IAB Italia del 2012, le aziende italiane che investono nel digitale crescono in termini di vendite, con il 5,7% di incremento rispetto a quelle che non investono.

Questo è lo spazio che il nostro giornale online mette a disposizione di enti e aziende pubbliche e private che vogliono promuovere i loro prodotti, eventi, servizi, e tutto ciò che si vuole mettere a conoscenza del grande pubblico. Uno spazio illimitato da arricchire attraverso approfondimenti scritti e immagini, per poter raggiungere un numero di visualizzazioni “infinite” oltre che, da molteplici locazioni geografiche (non solo dall’Italia, ma anche dall’estero).

Per informazioni non esitate a contattarci all’indirizzo email: commerciale@lospiffero.com

da: http://www.lospiffero.com/