Al via il festival di San Remo

Creando Idee

Dopo le due edizioni «innovative» di Fabio Fazio e le tre all’insegna del «rifacimento» firmate da Carlo Conti, Sanremo tenta un arduo equilibrio tra novità e conservazione, scommettendo su Claudio Baglioni direttore artistico. La formula del Festival, in programma dal 6 al 10 febbraio, prevede non poche inversioni di tendenza rispetto agli ultimi anni, a partire dallo stop alle eliminazioni che tenevano molti cantanti alla larga dalla Riviera dei fiori. Ancora tutto da verificare come Pierfrancesco Favino e Michelle Hunziker, nelle vesti di conduttori, terranno il palco, come pure l’idea del piccolo grande direttore artistico di «obbligare» gli ospiti internazionali a cantare in italiano, ma conti alla mano la «scommessa» sembra vinta. Almeno fino a questo momento. Nonostante tutte le incognite del primo anno di gestione Baglioni, fino a questo momento le attese sono notevoli: lo testimonia il tasso di occupazione alberghiera del 95% che per la settimana del…

View original post 39 altre parole

Mangi tanto, quindi ingrassi ?

Creando Idee

Se si pensa al problema di ingrassare, la prima immagine che viene in mente è quella di Alberto Sordi intento a mangiare una tripla porzione di spaghetti in Un americano a Roma. L’equazione sembra semplice: mangi tanto, quindi ingrassi. Eppure la questione è più complessa. Nell’equazione rientrano anche il metabolismo e le abitudini di vita. Quante volte infatti succede che si cura l’alimentazione, si fa sport, eppure si tende sempre a mettere su un po’ di peso? Un illustre medico ci spiega il problema da un punto di vista diverso. “Non è solo quello che mangiamo a farci ingrassare”, spiega, “ma anche una serie di abitudini che non c’entrano nulla con l’alimentazione”. Vediamone alcune Quante ore dormi Se le ore di sonno non sono sufficienti, il corpo produce cortisolo, l’ormone dello stress, che alza i livelli di glucosio nel sangue alterando il metabolismo. In più, sotto stress, spesso si mangia…

View original post 224 altre parole

Lo street food

Creando Idee

Lo street food non è solo una semplice moda, ma un vero e proprio modo di unire antichi sapori della nostra tradizione culinaria con l’innovazione proveniente da paesi stranieri. Il trend è in crescita, ogni giorno il cibo da strada raggiunge quartieri e aree più o meno frequentate delle nostre città e non solo. La cucina “on the road” è diventata un vero e proprio format se si pensa a chef stellati come Chef Rubio, James Oliver e Koldo Royo, che hanno consacrato l’arte del cibo da strada tramite le loro trasmissioni televisive.Secondo gli ultimi dati della Coldiretti, un italiano su due acquista alimenti mentre si trova in giro per la città Le occasioni di gustare il cibo di strada si moltiplicano sempre di più grazie alla presenza di “Food Truck” o “Api”, appositamente modificati per il commercio itinerante. Il business dello street food è in continua crescita soprattutto nelle…

View original post 328 altre parole

Monitorare la vita

Creando Idee

Negli ultimi anni  la  vita è stata accompagnata da due problemi alquanto fastidiosi: difficoltà a dormire e ritmi di vita troppo concitati. Due problemi collegati, che creano un circolo vizioso dal quale è difficile uscire. Il risultato è quello che si può immaginare: ogni giorno ci sentiamo più stanchi e stressati di quello precedente; senza vedere all’orizzonte una soluzione. Dopo aver provato alcuni rimedi naturali ci troviamo a  provare anche i rimedi digitali. E così, con tutto lo scetticismo, istalliamo sul iPhone applicazioni che garantiscono parecchie funzionalità. Ogni notte, prima di addormentarsi, possiamo attivare  il monitoraggio del sonno e puntare la sveglia scegliendo una tonalità soft di quella con la quale ci svegliamo  solitamente. Una tonalità, peraltro, crescente; il che dovrebbe evitare di saltare sul letto quando il cellulare inizia a suonare all’improvviso. Non solo: tale applicazione controlla come procede la vostra dormita nei minuti immediatamente precedenti l’orario in cui…

View original post 257 altre parole

Dedicata a Padre Turoldo

OpinioniWeb-XYZ

David_Maria_Turoldo Foto tratta da Wikipedia

Domani, 6 febbraio, è il 26° anniversario della morte di padre Turoldo! Uomo, poeta, sacerdote che attraverso la sua penna ha saputo celebrare la fede e l’amore verso Dio in modi unici e irripetibili. Sacerdote e poeta “ribelle” lo hanno definito in molti! In realtà è lui stesso a darci una corretta definizione di questa ribellione: “Perché del libro di Giobbe?… Perché di questo vecchio libro di millenni su cui tanto si è scritto, al quale tuttavia l’umanità riflessiva di quando in quando ritorna come a una fontana “di ribellione” e di lacrime…?”, qui la parola ribellione è stata aggiunta da padre David nel 1991, ben 40 anni dopo aver scritto il testo sopra citato. Continua a spiegare: “Tale la ragione che mi ha spinto nelle braccia di questo uomo, senza più carne, scheletrito, disegnanti nel vuoto della notte la danza della sua violenta e totale…

View original post 254 altre parole

il santuario di Castelmonte

VOCI DAI BORGHI

Il santuario di Castelmonte, dedicato alla Vergine, è un celebre luogo di culto del Friuli Venezia Giulia. Sorge nel comune di Prepotto, non lontano da Cividale del Friuli.
Appollaiato su una cima delle Prealpi Giulie a circa 618 metri s.l.m., il santuario rappresenta una delle manifestazioni cristiane più antiche della regione.
Sebbene le antiche tradizioni locali rimandavano l’origine dell’insediamento al V secolo, all’indomani del Concilio di Efeso (431 d.C.), nel quale venne stabilito a maggioranza che il titolo di Maria fosse Theotokos, “Colei che ha dato la vita a Dio”, tuttavia, fino a qualche decennio fa, non vi era alcun documento che lo attestasse. Senonché, nel 1963, in occasione dell’ultimazione della chiesa inferiore dedicata a San Michele Arcangelo, su disegno dell’architetto Alpago Novello, che traeva spazio sulla precedente cripta del santuario, emersero delle evidenze di due vani con pavimentazione in cocciopesto, che furono identificati come lacerti risalenti all’epoca romana o…

View original post 1.797 altre parole

Tutti pronti! Si va in (s)Cena… con delitto

Cene con delitto Letterarie

Non c’è due senza tre. Dopo i successi ottenuti con le prime due Cene con delitto al Mondadori Store il Circolo Artistico e Letterario Hogwords ha l’opportunità di riproporre il suo spettacolo anche il 23 febbraio sempre alle ore 20,30 in Piazza Luigi Barbieri 15 (prenotazione tavoli obbligatoria componendo lo 0121040043. I primi tre classificati alla gara investigativa verranno premiati con un diploma mentre il vincitore porterà a casa una coppa. Il video con le immagini delle serate precedenti lo si trova qui https://youtu.be/C8jbSDQ1hu8
PhotoFunia-15171358755

View original post

Il Pikaciccio a dieta …. l’insalatina del Ciccio ….

Il Pikaciccio

Forse ce la facciamo quest’anno …. dopo quattro anni di piacevoli intensi bagordi …. abbiamo deciso di metterci a dieta…..

Tra detrattori e tifosi siamo partiti da ben 2 giorni…..

Obbiettivo 10 Kg il Ciccio – 5 Kg Pika……..

I primi due giorni di dieta liquida ….. minestrina da ospedale post Capodanno.

Terzo giorno ….. Il Ciccio decide di liberare la creatività per chiudere il buco allo stomaco alle 10 di sera ed ecco la sua rivisitazione dell’insalatina ……. buonissima … forse per la fame ma un insalata decisamente saporita…

Premessa prima della ricetta quello nella foto non è un fiaschetto di vino …….

Ingredienti :

Insalatina, noi abbiamo usato la misticanza

1 uovo

80 gr Mais

1 limone

1 spicchio d’aglio

olio evo

sale e pepe

Preparazione :

Tritate molto finemente l’aglio unite l’olio il limone l’olio il sale ed il pepe ed il vostro condimento sarà pronto.

Lavate…

View original post 80 altre parole

Lentissima agonia, cupa follia, di Raymonde Simone Ferrier

Lentissima agonia, cupa follia

di Raymonde Simone Ferrier

Lentissima agonia, cupa follia,

il tuo cercar in me di spegnerti,
in te di recintarmi neutralizzandomi;
ma su quel calvario ti sei arrampicato
e pare che a scenderne tu sia alla fine riuscito.
Il mio sfumato “Noi” è invece troppo profondo
per giungere mai a toccare il proprio fondo.
Troppo diramata annodata e ribelle la sua radice per estirparla.
Capitomboli allegri e paurosi ha fatto lungo il declivio
ma sul pendio del monte si è fermato, ancora vivo.
Candide carni sono state marchiate a terra e a fuoco,
crini ed ali strappati a quell’Unicorno: come non sentirlo?
Non udirlo ferito nitrire,
il suo impazzito fermo galoppo in me non percepire?
La sua solitaria agonia, la sua scintilla di recidiva follia
sono tutta la mia poesia.

Continua a leggere “Lentissima agonia, cupa follia, di Raymonde Simone Ferrier”

Noi due, di Leonardo Berni

Noi due 407333639_3389732173386709730_n

di Leonardo Berni

Noi due

Il pendolo del tempo si è fermato

da quando partì l’ultima astronave.

Io rimasi, la Terra è la mia patria.

Nelle case deserte,nelle strade

solo il silenzio.di una città vuota

dove il vento,la polvere e la pioggia

cancellano ogni segno del passato.

Siamo rimasti in due… sono sicura.

Sono scese le ombre della sera.

La solitudine preme sul mio cuore.

Ti aspetto uomo,vienimi a cercare.

L.B.

Dolce melodia, di Grazia Torriglia

Dolce melodia

di Grazia Torriglia

Dolce melodia
Entra
Sempre nuova
Anche se già conosciuta ,
Come una musica pacata
A rubarmi il cuore .
Profonda , racconta la tua anima ,
Mentre mi parla , con lento convincimento ,
Il tuo contrastato sentire .
Note struggenti
Avvolgono i miei pensieri
Mentre si consumano
Gli ultimi attimi
Di questa dolce melodia .

Grazia Torriglia

Il merlo bianco, di Maria Cannatella

Il Merlo bianco

di Maria  Cannatella

Filastrocca 

Un merlo bianco di volare era tanto stanco, 

su in alto nel cielo sentiva forte  troppo gelo.

Voleva riposare, ma anche continuare a volare,

aveva tanta fretta di arrivare,

perché gli altri merli lo stavano ad aspettare. 

Ma decise di fare un riposino in un giardino dove vide un bambino.

Appoggiato  sopra un ramoscello, sentiva rumore di un ruscello. 

Continua a leggere “Il merlo bianco, di Maria Cannatella”