Serata di sensibilizzazione sui temi della legge Pillon, di Lia Tommi

La proiezione del film “L’affido”, è un evento · di me.dea Onlus – contro la violenza sulle donne, che avrà luogo sabato dalle ore 20:30 alle 23:30, all’Associazione Cultura e Sviluppo, Piazza F. De André, 76, 15121 Alessandria.

“L’affido – Una storia di violenza” è un film del 2017 diretto da Xavier Legrand.
Il film ha vinto il Leone d’argento – Premio speciale per la regia e il Leone del futuro – Premio opera prima “Luigi De Laurentiis” alla 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia.

Miriam e Antoine sono una coppia divorziata. Hanno un figlio di undici anni, Julien. Miriam vuole proteggere suo figlio e tenerlo lontano da suo padre, che lei accusa di aver commesso atti di violenza. Durante il giudizio, chiede l’affidamento esclusivo del minore, soprattutto perché il figlio non vuole più rivedere suo padre, ma il giudice responsabile della causa prenderà un’altra decisione.

Il film sarà introdotto da Sarah Sclauzero, presidente Aps me.dea, e da Barbara Rossi, presidente dell’associazione “La voce della Luna”.
Al termine della proiezione, seguirà dibattito.

Ingresso libero.

“CON I PIEDI NEL FANGO” di Carofiglio ad ACSAL, di Lia Tommi

Gianrico Carofiglio presenta il libro “Con i piedi nel fango”, all’ associazione Cultura e Sviluppo di piazza De André, Alessandria , martedì 15 gennaio , dalle 20 alle 22.

Dopo la pausa natalizia, riprendono le attività culturali dell’Associazione Cultura e Sviluppo. Nella prima conferenza del 2019, che avrà luogo in un giorno e un orario inusuali (martedì 15 gennaio, alle ore 20), si avrà modo di incontrare un relatore di particolare prestigio, ossia il dottor Gianrico Carofiglio.

Magistrato, già senatore della Repubblica e autore di numerosi libri – racconti, romanzi, saggi – tradotti in tutto il mondo, nel 2018 Carofiglio ha pubblicato, con Jacopo Rosatelli, dottore di ricerca in studi politici e professore nelle scuole superiori, un piccolo ma molto denso volume intitolato “Con i piedi nel fango. Conversazioni su politica e verità” (edizioni Gruppo Abele).

Proprio a partire da questo loro appassionato e appassionante “dialogo”, si discuterà con i due autori sul rapporto complesso tra politica e verità, sulla dimensione etica dell’impegno pubblico, sul nostro presente particolarmente incerto e sulla necessità di agire in modo responsabile verso un orizzonte di valori e ragioni condivise.

 

“17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori”

“17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori”

Alessandria: Venerdì 11 GENNAIO, alle ore 20,30 nella sede dell’Associazione Cultura e Sviluppo (Piazza De André 76, Alessandria) torna l’annuale appuntamento con il Cineforum diProgetto Genitori”, promosso dall’Associazione Cultura e Sviluppo in collaborazione con l’Associazione di cultura cinematografica e umanistica La Voce della Luna.

cineforum progetto genitori locandina

Nel corso di una serata speciale dedicata ai ragazzi preadolescenti e adolescenti e alle loro famiglie, verrà proposta la visione del film – candidato ai Golden Globe 2017 – 17 anni (e come uscirne vivi), della regista americana Kelly Fremon Craig, con Hailee Steinfeld e Haley Lu Richardson.

A seguire un momento di dibattito per riflettere e ragionare insieme, in compagnia del professor Michele Maranzana e della dottoressa Barbara Rossi dell’Associazione La Voce della Luna, su problemi e bellezza dell’adolescenza. Continua a leggere ““17 anni e come uscirne vivi”: torna il Cineforum di “Progetto Genitori””

SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio

SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio

Organizzato da La voce della luna – Associazione di cultura cinematografica e umanistica e Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria

Venerdì 21 dicembre 2018 alle ore 21:00 Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria Piazza F. De André, 76, Alessandria.

short

Dettagli

Dal 2010 il giorno più breve dell’anno, il 21 dicembre, è stato consacrato giorno internazionale del cortometraggio. In più di cinquanta Paesi si celebra la ricorrenza programmando corti in sala, in televisione o in eventi specifici. Il successo dell’iniziativa rende lo Short Film Day una vetrina ideale per le opere brevi che, durante l’anno, difficilmente escono dal circuito festivaliero.

Il Centro Nazionale del Cortometraggio ha realizzato un programma di corti italiani recenti che vuole essere una galleria sulla produzione italiana, dedicata al nostro Paese e all’estero. Una formula che permette una larga diffusione del corto italiano nel mondo, con riscontri sempre estremamente positivi. Continua a leggere “SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio”

2001 Odissea nello spazio, di Cristina Saracano

Alessandria: Oggi, dalle 18, presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, piazza De Andrè 76, si discute su un film che ha segnato un’epoca e uno stile : 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick.

Interviene Roberto Lasagna, saggista e critico cinematografico, autore di un libro su Kubrick uscito nel 1997.

Durante il dibattito verranno proiettati alcuni spezzoni del film.

Moderano Maria Grazia Caldirola e Benedetta Pallavidino.

Incontri d’autore all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi

Alessandria: Sarà presentato nel ciclo “Incontri d’autore” MERCOLEDI 19 DICEMBRE, ore 18-19,30, il libro “2001: ODISSEA NELLO SPAZIO “di Stanley Kubrick, di Roberto Lasagna.

Si è detto spesso, a ragione, che la storia del cinema di fantascienza si divide un due parti: prima e dopo 2001: Odissea nello spazio. Oggi il 2001 è un futuro ormai passato, da molti anni, e la storia lo ricorderà non per un’impresa spaziale oltre la Porta delle Stelle bensì per un attacco aereo nel cielo di New York. Anche il 1968, anno di svolta (perlomeno sognata), sul pianeta Terra, ha ormai cinquant’anni, e quasi nessuna delle sue utopie si è realizzata.

Ma l’Uomo attende ancora, e attenderà sempre, un giro di valzer tra le stelle, un messaggio dagli spazi infiniti, un universo migliore, un feto comico in cui infine rinascere; e 2001: Odissea nello spazio resta il capolavoro di Kubrick e il miglior film di fantascienza mai realizzato, infinitamente più ricco, infinitamente più misterioso e infinitamente più moderno dei moderni film di fantascienza.

Roberto Lasagna, saggista e critico, ha pubblicato numerosi libri su registi e attori, alcuni tradotti anche in altri paesi. Sull’opera di Kubrick ha scritto “I film di Stanley Kubrick” (con Saverio Zumbo, 1997) e “Il mondo di Kubrick. Cinema, estetica, filosofia” (2015).Introducono e moderano l’incontro Maria Grazia Caldirola e Benedetto Pallavidino.

Carlo Cottarelli all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi

Alessandria: A cosa serve l’economia? A quale livello di scientificità può ambire? Dopo la crisi del 2008, gli economisti sono stati messi fortemente in discussione, ma nei momenti di emergenza come quello che stiamo vivendo, è soprattutto a loro che ci si rivolge per trovare soluzioni concrete.

Tra approccio teorico e proposte pratiche, l’Associazione Cultura e Sviluppo propone nel prossimo incontro dei Giovedì culturali una riflessione a più voci, ospitando tre professori di economia : Carlo Cottarelli, Salvatore Rizzello e Francesco Guala – che si confronteranno dapprima sulla situazione economica globale, e discuteranno poi, con uno sguardo rivolto al nostro Paese, il volume “I sette peccati capitali dell’economia italiana”.

L’economia in Italia è cresciuta poco negli ultimi vent’anni, ha accelerato un po’ nel 2017, ma è stato così anche per molti altri Paesi. Perché non riesce a recuperare? Secondo l’economista Carlo Cottarelli, autore del testo, esistono alcuni ostacoli molto ingombranti. Sono appunto sette i “peccati capitali” che bloccano il nostro Paese: l’evasione fiscale, la corruzione, la troppa burocrazia, la lentezza della giustizia, il crollo demografico, il divario tra Nord e Sud, la difficoltà a convivere con l’euro. Quali sono le cause di questi peccati? Davvero commettiamo più errori degli altri paesi? Ma, soprattutto, ci sono segnali di miglioramento e speranza per il futuro?

Per discutere di questi temi GIOVEDI 20 DICEMBRE 2018, ore 21-23, si terra la conferenza dal titolo “A COSA SERVE L’ECONOMIA? Dalla teoria alla spending review”.

Ospiti saranno: CARLO COTTARELLI, Direttore dell’Osservatorio sui Conti Pubblici Italiani, è stato Direttore Esecutivo al Fondo Monetario Internazionale e Commissario per la Revisione della Spesa Pubblica in Italia; FRANCESCO GUALA, Professore Ordinario di Economia Politica – Università di Milano, Presidente dell’Associazione Cultura e Sviluppo, SALVATORE RIZZELLO, Professore Ordinario di Economia Politica e Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza e Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell’Università di Alessandria.

I rudi matematici ai Caffè Scienza

Alessandria: Appuntamento ai Caffè Scienza, lunedì 10 dicembre dalle 17,30 alle 19 all’Associazione Cultura e Sviluppo

Meglio i giochi matematici o le intriganti biografie dei grandi geni della storia? Meglio le due cose insieme, ben mescolate. I Rudi Mathematici raccontano alcuni protagonisti della matematica in momenti cruciali delle loro vite (reali) mentre risolvono alcuni quesiti (immaginari) che nella realtà non hanno mai davvero affrontato.

Troviamo così Isaac Newton alle prese con un caso di omicidio, oppure un crucciato John Von Neumann che ruba caramelle e discetta sulla lunghezza dell’equatore mentre  la Terra rischia di saltare in aria.

Per non parlare delle passioni emotive di un presidente del consiglio italiano e di quelle francesi di un ormai vecchio Leonardo da Vinci. E di come Paul Erdos, G.H. Hardy, Emmy Nöther e molti altri avrebbero potuto incantarci se mai avessimo avuto la fortuna di conoscerli. Continua a leggere “I rudi matematici ai Caffè Scienza”

Si parla della Lega all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi

Alessandria: Nel prossimo appuntamento dei Giovedì Culturali, all’ Associazione Cultura e Sviluppo di piazza De André, ad Alessandria, si parlerà di politica e di attualità. È il partito più longevo del sistema politico italiano, la formazione da più tempo insediata all’interno del nostro Parlamento. Stiamo parlando della Lega (Nord), sopravvissuta al declino del suo leader/fondatore Umberto Bossi, e attualmente una delle due forze di governo – insieme al Movimento 5 Stelle – sotto la guida di Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e Ministro dell’Interno.

“La Lega di Salvini. Estrema destra di governo” (Il Mulino, 2018) è il nuovo libro di Gianluca Passarelli e Dario Tuorto, entrambi ricercatori e docenti universitari che si interrogano, sulla base di dati scientifici e interviste, sui cambiamenti del partito del “prima gli italiani” che ha efficacemente preso il posto del “prima il Nord” e che si colloca oggi nell’area dell’estrema destra, anche in ambito europeo e internazionale.La presentazione del volume sarà l’occasione per discutere a tutto campo dell’attuale situazione politica: insieme agli autori, vi sarà il giornalista del Corriere della Sera, Marco Imarisio, che traccerà un quadro sullo scenario nazionale. Che fine hanno fatto i temi cari alla Lega Nord, partito territoriale delle origini? Come possono essere interpretati i rapporti tra Lega e M5s e quali sono le prospettive future, anche in vista delle elezioni europee della prossima primavera? Continua a leggere “Si parla della Lega all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi”

Movimento e musica del ’68, di Lia Tommi

Il Sessantotto, a distanza di cinquant’anni, rimane un momento altamente simbolico, soprattutto grazie alle manifestazioni studentesche (e poi operaie) che ebbero luogo in moltissimi Paesi. Anche l’Associazione Cultura e Sviluppo ha pensato di riflettere su quello snodo fondamentale con un appuntamento dei Giovedì culturali articolato in due momenti distinti, che si terrà il 22 novembre.

Nella prima parte, a partire dalle ore 19, il professor Bruno Cartosio (Università di Bergamo) rifletterà su ciò che il movimento del ’68 ha rappresentato, e sulla sua eredità, con particolare attenzione per gli Stati Uniti. Con lui interverrà Pier Paolo Poggio (Fondazione Luigi Micheletti), con uno sguardo più orientato all’Italia e all’Europa.

Nella seconda parte della serata, si esibiranno invece due gruppi musicali, i Suoni Ribelli (Gianluca Bianchi, fisarmonica, flauto, voce; Mimma Caldirola, voce; Enzo Macrì, voce, regia; Dino Porcu, chitarra; Otello Vanni, chitarra e voce) e i Nuovi Trovieri (Gianni Ghè, Gianfranco Calorio e Giancarlo Monfredini), che insieme proporranno uno spettacolo dal titolo “Come un tram senza freni. La musica del ’68 e dintorni.”

Gli anni Sessanta non furono solo il decennio dei diritti civili e della guerra del Vietnam, delle rivolte di strada e degli assassinii politici, ma anche dei Beatles e dei Rolling Stones, di Bob Dylan e Joan Baez. La musica e il suo linguaggio universale furono gli elementi che unirono i ragazzi di tutte le nazionalità. I Rockes, I Nomadi, Guccini, L’Equipe 84, e tanti altri, inserirono nel contesto musicale italiano oltre ai capelli lunghi, ai jeans e all’abbigliamento stravagante, anche i temi della rivolta sociale. Nei testi, spesso tradotti dall’inglese, si raccontava oltre al disagio esistenziale della condizione giovanile, la speranza di un mondo nuovo e la contrarietà alla guerra. E poi c’era la canzone politica. Esclusa dai media, aveva tuttavia i suoi canali di diffusione nel “movimento”. Ogni occasione era buona per tirare fuori la chitarra e intonare “Contessa” o “Cara Moglie”. La musica del “Nuovo canzoniere italiano” con Ivan Della Mea, Giovanna Marini, Paolo Pietrangeli, Paolo Ciarchi, Rudi Assuntino, Gualtiero Bertelli costituiva la vera colonna sonora della contestazione. “Come un tram senza freni” è un viaggio nella musica che ha accompagnato la generazione dei “sognatori”, con brevi testi e inserti multimediali dell’epoca.

Incontro su detenuti e carcere all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi

Alessandria: Nell’ambito dei Giovedì Culturali, l’Associazione Cultura e Sviluppo, unitamente all’Associazione Don Angelo Campora, organizza un’iniziativa per riportare l’attenzione sulla realtà carceraria, troppo spesso dimenticata e non considerata al pari di altre istituzioni che operano sul territorio come l’Ospedale, l’Università o il Sindacato.

In un momento storico in cui si tende a separare e allontanare piuttosto che ad unire e avvicinare, l’incontro – andando controcorrente – si pone invece in linea con il tracciato già a suo tempo indicato dalla Riforma Penitenziaria del 1975, i cui principi ispiratori e le cui finalità oggi devono essere confermati e, se necessario, difesi. Troppo spesso considerata una “città nella città”, slegata dal contesto che la circonda, Alessandria convive con una realtà carceraria composita, composta da due istituti con peculiarità differenti, la Casa Circondariale di piazza don Soria e l’Istituto Penitenziario di San Michele.

L’iniziativa del prossimo 15 novembre, dunque, auspica di poter dare un contributo all’abbandono della concezione delle “due città”, per discutere, ragionare e progettare senza più tenere separate le Istituzioni Carcerarie dalla città dove sono ubicate. A collaborare a questa operazione di inclusione sociale sono chiamate le Istituzioni, gli Enti, le Associazioni, i Volontari, i mass media ed ogni altra Agenzia ed Organismo, a vario titolo interessati. Continua a leggere “Incontro su detenuti e carcere all’Associazione Cultura e Sviluppo, di Lia Tommi”

Cambiamenti climatici e loro impatto sugli ecosistemi, di Lia Tommi

Alessandria: Negli ultimi 50 anni gli uomini hanno cambiato gli ecosistemi più rapidamente e in modo più intenso di qualunque altro periodo della storia umana. I cambiamenti climatici sono un costo per la società: all’eccessivo e insostenibile sfruttamento delle risorse si accompagna la vulnerabilità del sistema climatico , che è oggi il tema più attuale e importante delle politiche ambientali. Dall’ultimo rapporto dell’IPCC, Intergovernmental Panel on Climate Change, emerge che siamo nell’era del cambiamento climatico, i cui effetti cominciano a manifestarsi in diversi regioni del globo.

Ora tocca a noi far fronte al cambiamento climatico nella vita di tutti i giorni.Gli eventi catastrofici di dissesto idrogeologico (inondazioni, frane, erosione) che si sono verificati di recente nel nostro Paese hanno riproposto all’attenzione dell’opinione pubblica il tema dell’impatto dei cambiamenti climatici sulla frequenza e sull’intensità dei fenomeni.

Recentemente la comunità scientifica si è posta il problema del costo sociale, ovvero dell’impatto delle emissioni di gas serra sull’economia complessiva del Pianeta. Ormai si parla di rischio sistemico o strutturale. Devono nascere una nuova economia e una nuova etica politica per accompagnare la crescita della nostra società verso forme più sostenibili in grado di lasciare alle nuove generazioni un futuro più sicuro e accogliente. La sfida della lotta al cambiamento climatico coinvolge infatti la quasi totalità dei settori della nostra vita quotidiana.

Di questi temi si parlerà all’Associazione Cultura e Sviluppo (piazza De André, Alessandria), GIOVEDI 25 OTTOBRE 2018, ore 19,00 – 22,30 (con pausa buffet alle 20,30), nell’incontro dal titolo “CAMBIAMENTI CLIMATICI: GLI IMPATTI SUGLI ECOSISTEMI” Ospite sarà RICCARDO VALENTINI , fisico, professore ordinario all’Università degli Studi della Tuscia, membro dell’Intergovernmental Panel on Climate Change, a cui è stato conferito il Nobel nel 2007.

Introduce e modera l’incontro la professoressa PAOLA RIVARO dell’Università di Genova, dal 1994 coinvolta nelle attività del Programma Nazionale di Ricerche in Antartide.

Fai la tua domanda, di Cristina Saracano

img_20181017_0942556394449175234155052.jpg

Domani, 18 ottobre 2018, all’associazione Cultura e Sviluppo di Alessandria, piazza De Andre’ 76, un dibattito diverso dal solito: dalle 18 alle 20, con buffet finale, l’associazione parlerà di sè.

Sì, perché in tutti questi anni di dibattiti, conferenze, ospiti, proiezioni di docufilms, non ci si è ancora interrogati sul vero ruolo di ACSAL.

Quindi, chi vorrà, potrà anche porre quesiti, scrivendo le proprie richieste a failatuadomanda@culturaesviluppo.it, e, nel corso della serata, verranno soddisfatte le curiosità.

Inoltre, sempre durante questo appuntamento, ci sarà un passaggio di consegne ai vertici: Giorgio Guala,  cederà il suo posto al nipote Francesco, figlio di Roberto, uno dei fondatori dell’Associazione stessa.

Caffè Scienza sulla sicurezza alimentare, di Lia Tommi

LA SICUREZZA ALIMENTARE “DAL CAMPO ALLA TAVOLA”.

LUNEDI 15 OTTOBRE, ore 17,30 – 19,00.

Associazione Cultura e Sviluppo, piazza De André, Alessandria

Il concetto di sicurezza alimentare è in evoluzione da quando, nel 1975, fu introdotto dalla FAO; questo include sia l’accesso alle risorse alimentari sia la qualità degli alimenti e l’assenza di elementi nocivi alla salute.

.facebook_1539519987243.jpg939857355.jpg

Per garantire la sicurezza degli alimenti nei confronti dei consumatori, l’Unione Europea ha adottato la strategia globale di intervento “sicurezza dai campi alla tavola”. L’impianto normativo comunitario in materia di sicurezza alimentare è stato recepito nel cosiddetto “Pacchetto Igiene” del 2006 per il quale tutti gli Stati Membri hanno gli stessi criteri riguardo l’igiene della produzione degli alimenti e quindi i controlli di natura sanitaria.

I principi generali sui quali verte la legislazione comunitaria sono basati sull’analisi del rischio, sulla responsabilità primaria dell’operatore di settore, sulla rintracciabilità di filiera e sul coinvolgimento del consumatore come parte attiva della sicurezza alimentare stessa.

Tanto l’Unione Europea quanto l’Organizzazione Mondiale della Sanità hanno messo in evidenza come “la sicurezza alimentare sia una responsabilità condivisa dal campo alla tavola”. In quest’ottica il concetto di rintracciabilità, fondato sulla necessità di poter risalire a monte nella filiera produttiva e di distribuzione dell’alimento, risulta fondamentale. Continua a leggere “Caffè Scienza sulla sicurezza alimentare, di Lia Tommi”

Il futuro della memoria, di Cristina Saracano

Alessandria: Giovedi’ 11 ottobre dalle 19,30 alle 23, con pausa buffet alle 20,30 si terrà all’associazione Cultura e Sviluppo, piazza de Andrè 76, Alessandria, l’incontro “Il futuro della memoria”

Saranno ospiti Marco Bechis, regista Caterina Giargia, art director, Andrea Pogliano, docente di Sociologia all’Università del Piemonte Orientale, moderatore Roberto Lasagna, critico cinematografico.

L’evento apre il Festival Adelio Ferrero, Cinema e Critica.

L’opera cinematografica di Bechis tiene legato il presente con la memoria storica: l’orrore della dittatura argentina e il dramma dei desaparecidos, sottratti appena nati alla famiglia di origine e dati in dono ai militari assassini sono rappresentati molto bene nel suo film “Garage Olimpo”.

Marco Bechis, sequestrato dalla polizia argentina nel 1977, successivamente incarcerato, rilasciato ed espulso dal paese sudamericano, arriva in Italia nel 1979.

I suoi film hanno vinto 14 premi internazionali.

Successivamente ha fondato con Caterina Giargia, Karta film, diventando, oltre che regista, produttore.