W il made in Italy, di Cristina Saracano

Alessandria: Dalla Coldiretti arrivano buone notizie: quest’estate il denaro speso dagli italiani in vacanza è stato per buona parte destinato all’alimentazione.

Il 34% dei 38,5 milioni di vacanzieri, ha consumato pasti fuori casa, riempendo trattorie, pizzerie e ristoranti.

7 stranieri su 10 in vacanza da noi, hanno acquistato prodotti tipici e il 59% di loro, tornato in patria, continua a comprare alimenti italiani.

Si segnala anche per il 2018 il record storico per il made in Italy agroalimentare.

Avanti così!

Fonte: ansa

Fiaip Torino: Case-albergo, anche a Torino il nuovo investimento immobiliare

Fiaip Torino: Case-albergo, anche a Torino il nuovo investimento immobiliare

E’ da poco entrato in vigore il regolamento sui condhotel: Fiaip è pronta a seguire i clienti in questo business.

imagegen

Un po’ casa, un po’ albergo: ci sono novità nel business immobiliare, che per esempio una città in espansione turistica come Torino può cogliere al volo. Da quest’anno è in vigore il nuovo regolamento che disciplina il “condhotel”: “Un’opportunità di investimento immobiliare, ma anche un nuovo modo di fare impresa nel campo dell’accoglienza turistica”, dichiara Aurelio Amerio, presidente di Fiaip Torino, la Federazione degli agenti immobiliari professionali (da non confondersi con gli immobiliaristi).

“La nostra associazione – aggiunge – è pronta per svolgere attività di consulenza in questo campo nei confronti di tutti i cittadini che abbiano intenzione di acquistare immobili per questa finalità o trasformare quelli già di proprietà al fine di perseguire tale interessante business”. Continua a leggere “Fiaip Torino: Case-albergo, anche a Torino il nuovo investimento immobiliare”

Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi, di Francesco Semprini. La Stampa

Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi

Verranno sostituiti da dosatori. Il risparmio più che economico sarà ambientale
Francesco Semprini New York. http://www.lastampa.it

Shampoo, balsamo, crema per il corpo e, per i più fortunati, bagno schiuma.

Da oggi i «flaconcini» onnipresenti nelle camere di albergo di tutto il Pianeta rischiano di diventare oggetti d’epoca. Le grandi catene dell’ospitalità stanno infatti progressivamente sostituendo le bottigliette da circa 40 ml con dosatori di misura più ampia direttamente installati dentro vasche, box doccia o accanto ai lavandini.

Si tratta di una soluzione – sostengono gli operatori del settore – sicuramente più economica, che consente di ridurre gli sprechi di liquidi per l’igiene personale, e che, soprattutto, ha un minor impatto ambientale.

Sono infatti miliardi le bottigliette di plastica presenti nei grandi hotel, ma anche negli alberghi di dimensione inferiore, che occorre smaltire ogni anno. Basti pensare che ogni 12 mesi si consumano almeno mille bottigliette di prodotto per ogni camera d’albergo, il tutto moltiplicato per le oltre 5 milioni di stanze presenti negli Usa, con costi di smaltimento e impatti sull’ecosistema non trascurabili.

Continua a leggere “Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi, di Francesco Semprini. La Stampa”