L’INFERMIERA SARA, di Emanuela Taddei

L’INFERMIERA SARA, di Emanuela Taddei

https://www.amazon.it

Questo breve romanzo narra delle vicissitudini di Sara, un’infermiera come tante altre, una di quelle che si possono incontrare, per caso o per necessità, in Ospedale o in Casa di Riposo.

L'Infermiera Sara

Il lettore si troverà catapultato in un mondo insospettato, irto di strane dinamiche, dove nulla deve essere dato per scontato, perché quello dell’infermiere è un lavoro complicato, di cui la gente percepisce soltanto le evidenze più superficiali.

La vicenda di Sara è l’occasione per sfiorare temi scottanti, scabrosi, spesso argomento di dibattito, ma più sovente accantonati per fare spazio alla cronaca, all’episodio toccante, alla denuncia dell’inevitabile pecora nera.

Il racconto che proponiamo non ha di certo la presunzione di affrontare in modo approfondito la vastità di quei temi, ma di offrire spunti di riflessione e istigare a considerare con occhi più benevoli coloro che si occupano 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 della salute dei cittadini (Pasqua, Natale e Ferragosto compresi). Continua a leggere “L’INFERMIERA SARA, di Emanuela Taddei”

Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon

Daily

di francogavio https://democraticieriformisti.wordpress.com/

Alessandria: La lettura dello scoop giornalistico che fece la scorsa settimana il Daily Mirror (uno dei più venduti tabloid inglesi) sulle condizioni di lavoro delle maestranze Amazon a Tilbury nel Regno Unito ad alcuni di noi non lascia per nulla esterrefatti. Forse, qualche giovane rampante presente nell’ultima Leopolda penserà che si tratti di una delle solite fake news costruite artatamente dagli scherani di Putin o da qualche complottista grillo-leghista per insudiciare il generoso apporto del capitale d’oltreoceano in qualità di creatore di posti di lavoro nella vecchia Europa. Sinceramente, vorremmo anche noi che lo fosse. Purtroppo, il prestigio della stampa britannica, le doti “atletiche” di Alan Selby (l’inviato del Mirror), nonché la documentazione fotografica, complessivamente ci induce a pensare che il tutto corrisponda a verità.  Non ci sarebbe altro d’aggiungere se non una inquietante analogia con il passato.

A metà degli anni 30, George Orwell fu “ingaggiato” da un noto quotidiano britannico affinché svolgesse un’indagine sulle condizioni di vita dei minatori inglesi nella regione industriale delle Midlands. Ne sortì un libro “The Road to Wigan Pier” (La strada che porta al molo di Wigan), ove lo scrittore scozzese non si fece scrupolo di denunciare il degrado in cui viveva la classe operaia del tempo e lo sfruttamento a cui era sottoposta. Ma fu altrettanto severo con quella che lui ritenne “l’indifferenza” dei sindacati e la “spocchia” dei burocrati Labouristi. Il partito reagì in modo furente “censurando” l’opera e ostracizzando Orwell. Lo stesso accadde, sebbene in misura minore, non appena fu pubblicato 1984. Continua a leggere “Daily Mirror (UK): una vita inumana lavorare in Amazon”

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

La scrittrice Federica Colamaria si presenta su Alessandria today

di Pier Carlo Lava

La redazione di Alessandria today è lieta di presentare ai lettori la biografia e le opere della scrittrice Federica Colamaria.

Federica Colamaria.jpg

Federica Colamaria – biografia

Federica Colamaria nasce in Brianza nel 1985. Sin da bambina mostra predisposizione per la scrittura, cimentandosi nell’ideazione di brevi racconti e aggiudicandosi alcuni premi scolastici sia di prosa che di poesia.

Dopo la Laurea Magistrale in design della comunicazione e il Master in art direction e copywriting, presso il Politecnico di Milano, trova impiego come copywriter e social media manager in agenzie pubblicitarie e digital milanesi. Attualmente, svolge lo stesso lavoro come libera professionista.

Sulla sua pagina Facebook “Federica Colamaria – Scrittrice”, pubblica quotidianamente haiku, mentre alcuni suoi racconti sono pubblicati sulla piattaforma web The Incipit.com con lo pseudonimo “Tinarica”.

“Gocce di rugiada in un mare di noia” è il suo primo romanzo, a cui fa seguito “L’uomo del futuro”. Entrambi, pubblicati su Amazon in formato cartaceo ed ebook Kindle.

Istantanee di momenti in costante divenire: Aforismi, poesie, pensieri, riflessioni, racconti, umorismo, di Fabio Avena

Istantanee di momenti in costante divenire: Aforismi, poesie, pensieri, riflessioni, racconti, umorismo, di Fabio Avena

Il nuovo nuovo libro di Fabio Avena è adesso disponibile per l’acquisto in edizione cartacea esclusivamente su Amazon.
Istantanee di momenti in costante divenire .

41jYF+MK6IL._SX331_BO1,204,203,200_.jpg

Raccolta personale di scritti che raccoglie le mie opere principali in un vasto intervallo temporale che va dal 2001 al 2019, dai miei esordi ad oggi.
Libro che contiene al suo interno:
• Diverse liriche poetiche dall’ampio respiro globale che trattano diverse tematiche a me care, dall’attualità alla mia visione personale della società, da poesie introspettive a Lodi al Creatore, da misticismo a fantasia, da romanticismo a ironia, da versi profondi ad arguti e originali giochi di parole in versi.
• Dieci racconti di varia lunghezza con un filo comune nella trama e un epilogo collettivo, che toccano diversi generi letterari spaziando dal noir al fantasy, dal fantascientifico al dramma, dal romance al dark, dall’avventuroso al paradossale, dal picaresco al sociale, dal cyberpunk all’intima introspezione in prosa.
• Aforismi, pensieri vari, considerazioni personali, riflessioni incentrate su varie tematiche, dinamiche sociali e interpersonali, suggerimenti positivi e consigli genuini su svariati aspetti e sfaccettature dell’umano vivere.
• Pensieri umoristici, tra ironia ed autoironia. Continua a leggere “Istantanee di momenti in costante divenire: Aforismi, poesie, pensieri, riflessioni, racconti, umorismo, di Fabio Avena”

La nuova scommessa di Amazon, aprire una catena di supermercati

La nuova scommessa di Amazon, aprire una catena di supermercati

Dopo aver acquisito Whole Foods del 2017, la società di Jeff Bezos punta ad ampliare la sua offerta di cibo

A24-RED  2 Marzo 201915:11 http://america24.com/

Amazon ha una nuova scommessa: i supermercati. Dopo aver acquisito per quasi 14 miliardi di dollari Whole Foods nel 2017, il colosso dell’ecommerce guidato da Jeff Bezos punta ad aprire una catena di negozi di alimentari negli Stati Uniti. La notizia arriva dal Wall Street Journal che cita fonti vicine alla vicenda secondo cui il primo store verrà aperto a Los Angeles entro la fine dell’anno.

1280px-Amazon_logo_plain.svg.png

Secondo quanto si legge sul giornale della capitale, Amazon avrebbe già sottoscritto una serie di contratti d’affitto per alcuni spazi destinati ad ospitare questi negozi. Tra le città citate dal Journal ci sono San Fancisco, Seattle, Chicago, Washington e Philadelphia. In ogni caso si tratterà di supermercati distinti da Whole Foods che punteranno ad avere un’offerta ancor più ampia e prezzi più bassi della rinomata catena di supermercati. Non è ancora chiaro, però, se i nuovi negozi avranno o meno il nome Amazon.

Dopo oltre due decenni in cui ha letteralmente rivoluzionato il commercio, spostando gli acquirenti su internet, Amazon sta investendo negli ultimi anni nella vendita al dettaglio andando a minacciare ulteriormente la sopravvivenza dei piccoli negozi. In tal senso, quest’ultima mossa rappresenta solo l’ultimo passo per aumentare la propria presenza nel commercio “fisico” e in particolare nel settore food dove mira ad ampliare un’offerta già ampia. Continua a leggere “La nuova scommessa di Amazon, aprire una catena di supermercati”

Finché c’è prosecco c’è speranza, di Fulvio Ervas

Finché c’è prosecco c’è speranza, di Fulvio Ervas

Ferragosto di fuoco per l’ispettore Stucky: in gita tra le colline del prosecco con le belle vicine di casa, si sveglia in un letto non suo, in posizione non consona. Unica certezza, le stelle. Di ritorno a Treviso, cercando conforto tra i calici, trova il suo oste di fiducia malinconico: non si capacita del suicidio plateale del conte Ancillotto, fornitore di vini d’eccellenza.

41mcZUROCYL._SX305_BO1,204,203,200_.jpg

Perché dovrebbe suicidarsi, un uomo che ama le donne, camminare, guardare il fuoco e, naturalmente, il vino? Mentre Stucky indaga a modo suo, conversando con la governante, l’amante a cottimo e il prete, piomba in paese Celinda Salvatierra, tellurica come le terre andine da cui proviene. I l’unica erede del conte Ancillotto, e semina il panico tra i viticoltori minacciando di sradicare le vigne per impiantare filari di banani a perdita d’occhio. In una notte di temporale, tre colpi di pistola si confondono con i tuoni.

L’ingegner Speggiorin, direttore del cementificio, cade nel fango per sempre. Stucky intravede i soliti intrighi mondani dietro queste morti innaturali corna, rivalità, vendetta – ma sa che la vera risposta è nei gas, nel vento. Nelle bollicine del prosecco, nella polvere che si innalza dai camini del cementificio e si posa su insalate, acque, grappoli dorati. Nella ruggine che il matto del paese gratta sulle tombe dei concittadini, impartendo benedizioni, ma anche “fra-gnoccole a destra e a sinistra con palo di robinia…”

Copertina flessibile – 27 mag 2010

https://www.amazon.it

Istanbul – il viaggio sospeso, di Elsa Zambonini Durul. Bestseller di Amazon!!!

Istanbul – il viaggio sospeso, di Elsa Zambonini Durul

Bestseller di Amazon!!!

isatmbul !Prima_webiastambul

La storia di Lisa Andreoli si intreccia con quella della prozia Lisa Morpurgo, ebrea costretta col marito a una precipitosa fuga dall’Italia a causa delle persecuzioni razziali. Il viaggio dei due coniugi verso la Terra Santa, iniziato separatamente dai figli, si era interrotto a Istanbul, dove la coppia aveva trovato rifugio presso un’abitazione privata, per attendere l’arrivo dei figli.

Qui i due avevano ricevuto l’aiuto inaspettato di Angelo Roncalli, allora vicario apostolico in Turchia, che in quegli anni era riuscito ad aiutare più di 20.000 ebrei.

La pronipote Lisa Andreoli ritrova il diario di quegli anni, ma la sua lettura non sembra essere semplice rievocazione.

Tra intrighi internazionali e personaggi senza scrupoli, Lisa A. mette in pericolo la propria vita e quella dei propri cari nel tentativo di contribuire a una giusta causa.

Un’ avventura emozionante vissuta nel fascino di Istanbul e dei suoi paesaggi.

Il respiro della grande Madre, di Floriana Autrice Naso

Il respiro della grande Madre, di Floriana Autrice Naso

https://www.amazon.it/dp/B07H38BHW4
Finalmente è on-line! scaricalo ora a0.99!

41d1f6HFlmL


Greta, una giovane subacquea dai capelli rossi, viene aggredita mentre fa jogging nella zona dei Navigli. Legata, bendata e imbavagliata si ritrova in balia di uno sconosciuto che approfitta brutalmente di lei, ma che inaspettatamente le risparmia la vita. L’accaduto accresce le ansie e i tormenti che già attanagliavano la sua travagliata esistenza: un rapporto difficile con la madre e uno inesistente con il padre, un colonnello dell’aeronautica militare, che ha abbandonato la sua famiglia rendendola una donna diffidente e solitaria. Nemmeno il legame di affetto che instaura con un ragazzino di dieci anni riesce a scalfire la sua corazza. Continua a leggere “Il respiro della grande Madre, di Floriana Autrice Naso”

“Amazon deve assumere 1.300 interinali in Italia”

“Amazon deve assumere 1.300 interinali in Italia”

The logo of Amazon is pictured inside the company's office in Bengaluru

Il pronunciamento dell’Ispettorato del Lavoro: “Lavoratori potranno chiedere di essere assunti a tempo indeterminato da subito”

By Huffington Post

ABHISHEK CHINNAPPA / REUTERS

Amazon ha sforato le quote per l’utilizzo di “lavoratori somministrati” e ora dovrà assumere 1.300 ‘interinali’ che potranno chiedere la stabilizzazione dal primo giorno del loro utilizzo. È quanto ha notificato l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ad Amazon dopo aver avviato un accertamento nei confronti della società Amazon Italia Logistica. Nessun rilievo invece dalle verifiche fatte sui controlli a distanza dei lavoratori.

“Si è concluso, con notificazione del verbale di contestazione del 30 maggio – annuncia l’Ispettorato Nazionale del lavoro – l’accertamento iniziato nei confronti della ditta Amazon Italia Logistica lo scorso 7 dicembre. È stato contestato all’azienda di aver utilizzato, nel periodo da luglio a dicembre 2017, i lavoratori somministrati oltre i limiti quantitativi individuati dal contratto collettivo applicato”. Continua a leggere ““Amazon deve assumere 1.300 interinali in Italia””

Amazon diventa sempre più banca, di Francesco Semprini. La Stampa

a37cf782072a384cf2a30e29c22bb307-kzQC-U11012694223516YHE-1024x576@LaStampa.it

L’alleanza con Jp Morgan offrirà conti correnti per attirare il pubblico giovane

AP

Il gruppo Amazon allarga costantemente l’offerta dei servizi al pubblico. Fra le altre cose, diventa sempre più simile a una banca

Francesco Semprini New York

Amazon bussa di nuovo al portone di Wall Street, e questa volta lo fa per offrire al suo pubblico, specialmente quello giovane, il conto corrente del nuovo millennio. Il colosso di Jeff Bezos è infatti in trattative con alcune grandi banche degli Stati Uniti, a partire da Jp Morgan Chase, per realizzare un prodotto in grado di attirare i più giovani e coloro che non hanno ancora un istituto di riferimento. «L’iniziativa non punta a far diventare Amazon una banca», provano a depotenziare alcune fonti sentite dal Wall Street Journal. Ma anche se il gigante dell’e-commerce non diventerà formalmente un istituto di credito, di fatto si proporrà come operatore in grado di agevolare il pagamento di servizi e prodotti (abbattendo i costi) attraverso un apposito conto corrente… continua su: http://www.lastampa.it/2018/03/06/economia/amazon-diventa-sempre-pi-banca-GVxr3IIDqeBzzPsPeBFREN/pagina.html

Davide contro Golia? La piccola casa editrice romana e/o si mette contro Amazon; che per ripicca non vende più i suoi libri e le rispedisce tutti quelli che aveva in magazzino

di ettoremar Ettore Marini

Da Repubblica: Elena Ferrante contro Amazon La e/ o ritira i libri: “ Sconti eccessivi”

RAFFAELLA DE SANTIS

Elena Ferrante contro Amazon? Può sembrare un azzardo, ma l’editore e/o che pubblica l’autrice cult dell’Amicageniale, sicuramente la più gettonata per i regali natalizi, ha rotto i rapporti commerciali con Amazon. Lo ha fatto durante le feste, quando in tanti comprano libri online evitandosi la confusione dello shopping all’ultimo momento.

Nel lungo comunicato diffuso ieri, firmato da Sandro Ferri e Sandra Ozzola, marito e moglie fondatori della casa editrice romana, è scritto a chiare lettere: «Abbiamo detto NO». E il NO maiuscolo prefigura un conflitto più ampio, è un grido di liberazione, uno slogan che potrebbe finire nelle fascette dei libri “de-amazzonizzati”. Al telefono Sandro Ferri spiega meglio: «Lo sconto che ci hanno chiesto non era accettabile». Per capire bisogna sapere che in genere gli editori riconoscono ai rivenditori uno sconto sul prezzo di copertina. Nel caso di Amazon è compreso tra il 40 e il 45%: ciò significa che se un libro costa 10 euro, Amazon se ne prende quattro e più. Ma può arrivare anche ad intascare la metà: e/o ha scelto di non accettare queste condizioni, pur non rivelando la cifra incriminata. Continua a leggere “Davide contro Golia? La piccola casa editrice romana e/o si mette contro Amazon; che per ripicca non vende più i suoi libri e le rispedisce tutti quelli che aveva in magazzino”