Momenti di poesia. Senza voce, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Senza voce, di Amos Grilli

senza

Senza voce.

S’intendono
i cuori
amanti.
Fanno
conoscenza
le anime.
Esprime
il suo bene
una mamma.
L’alba ringrazia
il sole.
Perchè
dà luce
al giorno
suo figlio.
La luna
chiede
al mare
di fargli
da specchio.
Ci vuole
silenzio.
Infinito
silenzio.
Per ascoltare
quello che.
Gli occhi dei
bambini
dicono
alle stelle.

Amos.

Momenti di poesia.Se tu fossi, di Amos Grilli

Momenti di poesia.Se tu fossi, di Amos Grilli

tumblr_6e0fc888f240080cd9b1f370a7ade1b9_7e090028_640.png

Se tu fossi.

Se tu fossi sole
vorrei esser terra
scaldata
dal tuo raggio.
Se tu fossi mare
vorrei esser scoglio
dove il tue onde
sbattono.
Se tu fossi fiore
vorrei esser aria
inebriata
dal tuo profumo.
Se tu fossi vento
vorrei esser foglia
mossa
dal tuo soffio.
Se tu fossi rugiada
vorrei esser l’erba
che la tua goccia
bagna.
Se tu fossi poesia d’amore
vorrei esser “L’AMO”
in ogni tuo verso
scritto.
Se tu fossi sogno
vorrei notte
più lunga.
per non odiare
il giorno
che mi sveglia.

Amos.

foto tumbir

Momenti di poesia. Scusa, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Scusa, di Amos Grilli

69306005_1475057142642988_1500036569581486080_n.jpg

Scusa.

….per rimorso
mi scendono
lacrime….

Scusa.
Se ci ho
messo molto
a capire.
Quanto era
grande
il tuo amore
per me.
Scusa.
Se non ho
consolato
un solo dolore
del tuo cuore.
Mentre tu
lo hai fatto
per tutti
del mio.
Scusa.
Se non ti ho
dedicato
lo starti
più accanto.
Incolpando
vigliaccamente
il tempo
che manca.
Scusa.
Se ti avevo
promesso
dolci parole.
Estrapolate
da rime
di poesie.
E dalle storie
d’amore.
Ma per pigrizia
di quei libri.
Non ho mai
sfogliato
una pagina.
Scusa.
Per quel
promesso
e non fatto.
Ora c’è in me
un triste rimorso.
Che mi fa
scendere
una lacrima.
…Scusa mamma.

Amos.

Momenti di poesie. Sopra un cumulo di terra lieve, di Amos Grilli

Momenti di poesie. Sopra un cumulo di terra lieve, di Amos Grilli

tumblr_pwcch3tq1e1qcggg7o1_540.jpg

Sopra un cumulo
di terra lieve.

Non mettete
dei fiori recisi
che poi vanno
a marcire.
Che emanano
odore nauseabondo
quello peggiore.
Che emana
la pelle
della gente
carogna.
Non venite
a piangere
le ipocrite
lacrime.
Oppure per
dire preghiere
false.
Perchè
non vengono
dal cuore.
So che dopo
usciti
dal triste luogo.
Continua a leggere “Momenti di poesie. Sopra un cumulo di terra lieve, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Domani, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Domani, di Amos Grilli

68663479_1460856037396432_496279777380925440_n.jpg

Domani.

…riflessione…

Simile ad
oggi.
Io ti immagino
giorno futuro.
Di stesse ore
e tempo
composto.
Con fare
della gente
che ripete
le solite
movenze.
Che vuole
la pace.
Ma fa sempre
incombere
la guerra.
Tra amori
che nascono.
E altri finiscono.
Tra cuori
che battono
colmi di bene
e amano.
Continua a leggere “Momenti di poesia. Domani, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Quelli che fanno le cose, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Quelli che fanno le cose, di Amos Grilli

68958552_1461268810688488_7743840474368049152_n.jpg

Quelli che fanno
le cose.

….operando…

Fanno le gocce
il mare.
I petali
la corolla
del fiore.
Sul pentagramma
la musica
la fanno
le note.
Sul foglio bianco
le parole fanno
la poesia
e la canzone.
Fanno nel cielo
unione
le stelle.
Nel suolo
l’odio separa
la gente
per la razza
e il colore
della pelle.
Fanno le pietre
i muri delle
case dove
gli uomini
si uniscono
e stanno
vicini.
Con altre
si costruiscono
barriere
lungo i confini.
Continua a leggere “Momenti di poesia. Quelli che fanno le cose, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. E la mota prese vita, di Amos Grilli

Momenti di poesia. E la mota prese vita, di Amos Grilli

67746555_1455963034552399_8111556049330241536_n.jpg

E la mota
prese vita.

….l’inizio della
distruzione
di massa…

E venne il giorno
dell’uomo.
Lo scelto il
prediletto.
Colui che doveva
prendere
padronanza
della terrra.
Questo essere
dalla mota
prese forma.
La cosa è assai
sicura.
Perchè è frutto
di una divina
scrittura.
Beato colui
che non vede
e crede.
Si rallegrò
l’inventore
dell’opera
si perfetta.
Continua a leggere “Momenti di poesia. E la mota prese vita, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. La leggenda di un nome … Iris… di Amos Grilli

Momenti di poesia. La leggenda di un nome ….Iris… di  Amos Grilli

67359029_1452173774931325_8099082931726712832_n.jpg

La leggenda

di un nome

….Iris…

In un tempo
lontano.
Forse alla
nascita
del mondo.
Dopo
che il sole.
Era andato
a riposarsi
nel suo eterno
crepuscolo.
Oltre la riga
confine
del mare.
E avere dato
il suo lume
agli astri notturni.

Continua a leggere “Momenti di poesia. La leggenda di un nome … Iris… di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Ipocriti, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Ipocriti, di Amos Grilli

ipocriti.jpg

Ipocriti.

Non versate false lacrime
sul bimbo squarciato dalla
bomba.
Se avete armato l’assassino.

Non mostrate dispiacenza
al migrante che cerca nouva terra
Se poi gli negate asilo.

Non dite di dar valore all’amicizia.
Se poi la tradite.

Non fate la carezza al cane.
Se poi l’abbandonate.

Non dite di rispettare le donne.
Se poi le umiliate.

Non dite di compatire il povero.
Se poi vi schifa
la miseria.

Non dite di voler tendere una mano.
Se poi la ritirate.

Non indossate panni che a voi
non si addicono.
Nudatevi e mostratevi con i vostri
panni veri.
Quelli fatti con la stoffa
dell’ipocrisia.


Amos

Momenti di poesia. Il mio tempo… di Amos Grilli

Momenti di poesia. Il mio tempo… di Amos Grilli

67240119_1444146292400740_1304747365864833024_n.jpg

Il mio tempo
vissuto.

….tra avuto
e molto negato….

Vita ora si va
facendo
lungo.
Il mio tempo
assieme a te
vissuto.
Passato
tra avuto
e molto
negato.
Pure io
non diedi
se avevo
da dare.
Non fu avarizia
pensando
al guadagno
per farne
risparmio.
Continua a leggere “Momenti di poesia. Il mio tempo… di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Mamme di Palestina, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Mamme di Palestina, di Amos Grilli

Mamme.jpg

Quante urla
straziate.
Mentre
le vostre
lacrime
salate.
Bagnano
mortali
ferite.
Voi costrette
a fuggire
dalla invasa
terrra.
Fatta loco
di odio faida
e guerra.
Voi fate coraggio
se pur la paura
vi prende
in ostaggio.
Voi vedete
il bagliore
lasciato
dal fuoco
delle bombe.
Che lasciano
voragini.
Che servono
per tombe
dei vostri
figli.
Dicono
che di notte
tornate.
Mentre
al mattino.
Scorre
nuova rugiada
sui petali
dei gigli.

Amos.

Momenti di poesia. Lacrime… a…mare… di Amos Grilli

Momenti di poesia. Lacrime… a…mare… di Amos Grilli

lacrime.jpg

Lacrime… a…mare..

Mare
da miliardi
e miliardi
di gocce
azzurre
composto.
Vorrei avere
il tempo
del mondo.
Per averle
tutte contate
sino l’ultima
che si trova
nel tuo abisso
profondo.
Ma tu
con fare
costante
ti riempi
dell’acqua
che ti apportano
fiumi e torrenti.
E della pioggia
che cade
dal cielo.
Tutto quello
che ti fa`pieno
e satollo.
Ma tu non
contento
sempre più
ti riempi
di lacrime. Continua a leggere “Momenti di poesia. Lacrime… a…mare… di Amos Grilli”

Momenti di poesia. A volte, di Amos Grilli

Momenti di poesia. A volte, di Amos Grilli

66521735_1435717273243642_7259824331855757312_n.jpg

A volte.

…..elementi
per recita e canto…

A volte
mi soffermo
a guardare
il cielo.
Questo celeste
manto
che copre
il mondo.
Vado spaziando
con il mio
sguardo.
Cercando punti
più lontani.
E astratte
immagini
si imprimono
nella mente.
Una fantasia
di colori
e profumi
allieta la mia
vista e il mio
olfatto.
Tutto fa` da
scenografia
a questa
terrra.
Dove recitanti
uomini
si apprestano
alla commedia
giornaliera.
Improvvisazione.
Senza un copione.
D’intorno
un cinguettio
di passeri.
Canti di capinere.
E fischi melodici
di usignoli.
Tutto a cappella
senza musica.
Note scritte
in uno spartito.
Spero di udire
il vento
che soffia
tra le ricche
fronde
degli alberi.
Allora
ne farò immagine
d’un solista.
Sono qui.
Solitario.
Nessuno
mi può negare
l’ascolto.

Amos.

Momenti di poesia. Belle sono quelle lacrime, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Belle sono quelle lacrime, di Amos Grilli

Belle.jpg

Belle sono quelle
lacrime.
Che scendono
lungo un viso.
E si fanno
colore ambra.
Paiono
gocce d’acqua
che rigano
la sabbia
d’un arido
deserto.
È un pianto
del quale
se ne rattrista
il cielo.
Viene un
vento caldo
che quel
bagnato asciuga.
Ma in quei
volti.
Il soffrire
sempre resta.
Se pur
bellezza
vedi
in quelle
lacrime.
Dove i raggi
del sole
riflettono
al tramonto.
Allora l’ambra
si trasforma
in rosso sera.
Quando
è notte
su quelle
lacrime.
Si specchiano
luna e stelle.
Allora
ti immagini
una magia
di piccoli
lumi.
Che tu
non vuoi
spenti
al venire
dell’alba.

Amos.

Momenti di poesia. Poesia e colore, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Poesia e colore, di Amos Grilli

Poesia e colore.

Pittore
dipingi una nuvola.
Adopera
il verde speranza.
Nella poesia
io scriverò
di un’oasi
nel cielo
deserto.
Dipingi
una fonte
con acqua
sorgente.
Nella poesia
io scriverò
che scaturisce
dagli occhi
di un bimbo.
Dipingi
mille bandiere
d’ogni colore.
Nella poesia
io scriverò
di quelle rosse
come il sangue
versato.
Dipingi
una donna
che sembra
volare.
Nella poesia
io scriverò
di un angelo
venuto
dal mare.
Dipingi
le note
per una canzone.
Mentre io
ne scriverò
le parole.
Poesia e colore
l’arte
che fa`un mondo
migliore.

Amos.

Momenti di poesia. IL VOLO Della libertà, di Amos Grilli

Momenti di poesia. IL VOLO Della libertà, di Amos Grilli

Il volo

IL VOLO
Della libertà.

Di una farfalla seguo
il volo
dopo che è evasa dalla
sua
crisalide prigione.

Vanitosa e pare già
avvezza
si posa sul primo fiore
affinchè
l’occhi miei ne contemplin
la sua bellezza.

Poi con un leggero
battito di ali
nell’aria si libera di nuovo
continuando
il suo peregrino volo.

Breve si sà.
Ma è.
“IL VOLO DELLA LIBERTA'”

AMOS.

Momenti di poesia. Aurora, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Aurora, di Amos Grilli

foto dipinto della pittrice alessandrini Niki Taverna “La Scia” acrilico, 1 premio concorso pittura a Rocchetta tanaro

LA SCIA acrilico 1 premio concorso pittura a Rocchetta di Niki Taverna.jpg

Aurora.

L’alba

al mattino

d’un bel sole

ti veste.

Mentre raggi

dorati

trafiggono

l’azzurro

del mare.

Brilla di luce

la rugiada

che scende

da un fiore. Continua a leggere “Momenti di poesia. Aurora, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Il bacio, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Il bacio, di Amos Grilli

il bacio.jpg

Il bacio.

….tra due petali
rossi di rosa..

Il bacio è figlio
dell’amore
nato da abbracciao
e carezza.
È sigillo
tra promessa
e bene continuo.
È sapore
di linfa dolce
miele
che ti invade
la gola.
È l’essenza
che vorresti
respirare
quando ti desti
dopo un bel sogno.
È rugiada
di labbra
generata
da una lacrima.
È piacere
che ogni senso
assopito
risveglia.
Il bacio disegnalo
sovrapponendo
due petali
rossi
staccati
da una rosa.

Amos.

Momenti di poesia. Non ti chiamerò per nome, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Non ti chiamerò per nome, di Amos Grilli

Non ti chiamerò
per nome.

Amico, solo amico.
Non ti chiamerò
per nome.
L’identità.
La ricerca
d’un significato.
Se lo dimentichi
c’è il ricordo
l’evento.
Il qualcosa
che lo riporta
in mente.
All’amicizia
ciò serve
a niente.
Ci vuole
l’essere.
L’ogni presenza.
Un pronto
“Ciao”
dalla lontananza.
La fisicità
non ha importanza.
L’amicizia
vuole l’abbraccio
la stretta di mano
forte.
Alla all’inizio
alla fine
d’un incontro.
Vuole
la bocca chiusa
dopo un segreto
confidato
Essa è sicura
di te.
Ha fiducia.
Vuole
un sorriso
che allieta
un giorno triste.
La pacca sulla
che ti consola.
Amico,solo amico.
Non ti chiamerò
per nome.
Voglio dirti
il vero.
Non l’ho dimenticato.
Se lo ricorda
il mio cuore.
Lo domando
ad esso.
Me lo faccio
dire.

Amos.

Momenti di poesia. Estasi, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Estasi, di Amos Grilli

Estasi.

Sento dirmi t’amo
e in estasi va`
il cuore mio.
Mentre nel sogno
m’adagio
e destarmi non voglio
se cagion d’amore è
Tutto d’intorno tace
e questo silenzio
il mio pensiero sublima.
So` del venir d’un alba nuova
e il sole con il suo cocente
raggio
il mio estasiar brucia.
In una realtà che ogni bellezza
infrange

Amos

Momenti di poesia. Tra nuvole e stelle, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Tra nuvole e stelle, di Amos Grilli

Tra nuvole
e stelle.

Dolce e sale
ti lascia
ogni giorno
la vita.
Sempre
ne assapori
il miele
o l’amaro.
È acqua chiara
e torbida
che scorre
in un fiume
consumando
il suo argine.
Tu ogni giorno
sei alla ricerca
di un vento.
Certi dì lento
incapace di muovere
di muovere
dal cielo
le nuvole.
Altri forte
che di giorno
libera il sole.
E di notte
le stelle.

Amos.

Momenti di poesia. Un uomo senza storia. di Amos Grilli

Momenti di poesia. Un uomo senza storia. di Amos Grilli

Un uomo senza
storia.

Giunto a questo
tempo credo
si mio dovere
informarvi tutti.
A voi che aspettate
tomi pieni
di pagine
sulla mia vita
Al pari d’un poeta
o scrittore.
D’uno scienziato
o esploratore.
D’un Santo
o persecutore.
D’un cantante
o compositore.
D’un personaggio
a cui serve attore
per la commedia
o la prosa.
Vi diranno
di un uomo
senza storia .
Che a salvato
tanti alberi.
Perchè per lui.
non è servita
la cellulosa.
Che di fama
non ha fatto
uso.
Non s’è illuso
di vana gloria.

Amos

Momenti di poesia. Amore e lacrime, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Amore e lacrime, di Amos Grilli

61235532_1397556797059690_6464056923011416064_n.jpg

Amore e lacrime.

È come
goccia lenta
che rode
un sasso.
Questa pena
che tormentata
l’animo mio.
Ella mi
scalfisce
il cuore.
E riempie
gli occhi miei
d’un incessante
pianto.
Tu cinicamente
ridi
udendo questa
mia disperazione.
Che come
aiuto giunge
all’udire
della gente
empia.
Che dell’amore
ne fa meschino
uso.
E non ha
pietà.
Di chi per
esso piange.

Momenti di poesia. L’uomo perfetto, di Amos Grilli

Momenti di poesia. L’uomo perfetto, di Amos Grilli

L’uomo perfetto.

Materia semovente
che popola
il suolo terreste.
Vive convinto
del tutto sereno
della sua
coscienza pulita.
E con ciò
si permette
la critica.
Fa propria
la sua
e sovverte
le altre ragioni.
Al suo agire
non vuole postille
perchè lui d’esso
ne è assoluzione
e condanna.
Schernisce
i tribunali del popolo.
Sale nella cattedra
delle universali
lezioni
Si forgia d’essere
conoscitore
di tutto.
L’umiltà è il suo
aggettivo ignorato.
Crede di lasciare
la terra per:
“Destinazione Paradiso”.
senza percorrere
strade diverse.
L’uomo perfetto
porta linde camice.
Ma a niente
servono se.
La sua anima
puzza.

Amos.

Momenti di poesia. Il giocatore, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Il giocatore, di Amos Grilli

Il giocatore.jpg

Carte,tabacco
e caramelle
al rabarbaro.

…il giocatore
di briscola…

Ho ricordo
sempre chiaro
nel tempo.
Quando tu
libero
dal lavoro.
Seduto
al tavolino
del bar.
Assieme
a tre altri
compagni.
Inziavi
a scozzare
le carte
per la partita
di briscola.
Mentre
ti pendeva
un sigaretta
dalle labbra.
Che ogni tanto
prendervi
con le dita
dalla falange
ingiallita.

Continua a leggere “Momenti di poesia. Il giocatore, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. La ballata triste, di Amos Grilli

Momenti di poesia. La ballata triste, di Amos Grilli

La ballata
triste.

In una strada
con poca
luce.
Una chitarra
e un fil
di voce.
Con una musica
di tristi
note.
Va` cantando
la sua ballata
un uomo
inutile.
Sono parole
che nessun
ascolta
sembrano
polvere
spazzata
via
da un leggero
vento.
Nessuno c’è
che voglia
ascoltare
quella poesia
ad un perduto
amore.
Sente lontano
il rumore
di un treno
stridono
i freni
e si ferma
in stazione.
Mentre
d’intorno
cessa il fracasso
del mondo
vede falò
ai quali
si scaldano
donne
che per denari
commerciano
il sesso.
Immagina
spiagge
e castelli
di sabbia
che vorrebbe
demolire
perché
ha nel cuore
la rabbia.
Continua a cantar
però
la sua ballata
l”uomo
inutile
che raccoglie
i sassi
per scagliarli
alle nuvole.
Mentre le parole
quelle più
belle.
Le dedica
ad un cielo
coperto
di stelle.

Amos

Momenti di poesia. VITA, di Amos Grilli

Momenti di poesia. VITA, di Amos Grilli

Montelupo Fiorentino

VITA.

M’appar bello
il sorger del sole.
L’onda del mare che
sbatte lo scoglio.
Un fiore che sboccia.
La rugiada che lascia
una goccia
sulla gemma che genera
un germoglio.

M’appar bello
il volo di una rondine
migrante.
Un violino che libera le note
prigioniere
delle sue corde.
La solitudine di un viandante.
Un albero spòlto
che a primavera si riveste
di verde.

M’appar bello
un cielo coperto di stelle.
GLi occhi di un bambino
che s’aprono al mondo.
Una mamma che racconta
novelle.
La carezza ad un cane
vagabondo.

M’appar bello
la lacrima sincera
di un pianto.
Un sorriso vero.
Il vento che spazza le nubi
da un cielo
coperto di nero.
Sentir una capinera
che nell’etere diffonde
il suo canto.

M’appar bello
un abbraccio che dà calore.
Il profumo che d’attorno
tu lasci.
Una storia che parla
d’amore.
Il tutto con cui
mi stupisci.


Amos.

Momenti di poesia. Una poesia antica, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Una poesia antica, di Amos Grilli

Una poesia antica

Come il trovatore
d’una leggenda
antica
vorrei essere
cantore
di rime
che il mio cuore
dai tuoi occhi
estrapola.
Userò le parole
che le tue labbra
citano.
Colte siano d’amanti
che amor eterno
giurano.
Mentre il vento che
agisce nello scompligliar
i tuoi capelli
nell’etere
strofe antiche sperde.
Al fin sarò
menestrello
e con le note di una chitarra
ne farò
canzone.

Amos

Momenti di poesia. La mia poesia, di Amos Grilli

Momenti di poesia. La mia poesia, di Amos Grilli

La mia poesia.

Non è avvezza.
a far smancerie all’amore
eterno
o alla bellezza
della vita
non fa di una rosa
il più bel fiore
ne del giglio la purezza
non prende essenza
da baciate rime
che con dolcezza
dolore
e sofferenza
han legame.
Non è alchimia tra realtà
e sogno
di felicità
non ha mania
e la notte non è preludio
di speranza
del nuovo giorno.
Non plaude a sorrisi
e a sentimenti
mascherati dall’ipocrisia
dei falsi
che illusi e ignoranti
fa contenti.

Amos.

Momenti di poesia. La mia poesia, di Amos Grilli

Momenti di poesia. La mia poesia, di Amos Grilli

La mia poesia.

Non è avvezza.
a far smancerie all’amore
eterno
o alla bellezza
della vita
non fa di una rosa
il più bel fiore
ne del giglio la purezza
non prende essenza
da baciate rime
che con dolcezza
dolore
e sofferenza
han legame.
Non è alchimia tra realtà
e sogno
di felicità
non ha mania
e la notte non è preludio
di speranza
del nuovo giorno.
Non plaude a sorrisi
e a sentimenti
mascherati dall’ipocrisia
dei falsi
che illusi e ignoranti
fa contenti.

Amos.

Momenti di poesia. Quando la terra… di Amos Grilli

Momenti di poesia. Quando la terra… di Amos Grilli

57602814_1370419303106773_6352429855404982272_n.jpg

Quando
la terrra
mi sarà lieve.

Nell’istante
vivo
tra imperfetto
e ragione.
Nel giudizio
falso
e corretto.
Anch’io
uomo
a cui il tempo
assegna
un destino.
Mentre
tutto trascorre.
Attendo
quell’eterno
passaggio.
So` che
non posso
concedermi
scampo.
Anch’io
avrò l’ultimo
spiro terreno.
Chissà
se avrò anima
per volare.
L’astratto
che si stacca
dal corpo.
Chissà
se la vita
mi avrà
degno di ciò.
Posate
sopra di me
terra lieve.

Amos.

Momenti di poesia. Occhi di bambino, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Occhi di bambino, di Amos Grilli

57575293_1370741876407849_148057989528420352_n

Occhi di bambino.

Mi specchio in voi
occhi di bambino
e la tristezza
come per magia
in me
scompare.
Volo in un sogno
nel celeste
del vostro cielo
mentre mi immergo
nell’azzurro
del vostro mare.
come un perscatore
che và
a cercar le perle.
Grazie per avermi
lasciato
correre nel verde
del vostro prato.

Amos

Momenti di poesia. Uno sguardo al cielo, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Uno sguardo al cielo, di Amos Grilli

58376937_1370744863074217_8851212575195529216_n.jpg

sguardo al cielo.

……anime e angeli….

Guardo in alto e dò un sguardo
al cielo
immaginando a te lassù che prendi
somiglianza al sole.
Come vorrei che la tua mano
ora forse fattasi tremula
mi accarezzasse come al tempo
della mia fanciullezza..
Sentir ancora la tua pacata voce
quando mi tranquillizzava
dalle mie infantil paure.
Riveder quella chioma che io ricordo
di corvin colore
dove un pò di bianco dava i primi
accenni.
Riaprire quel quaderno in cui avevo
scritto un tema
a te dedicato.
Riascoltare quelle favole nelle quali
la mia ingenuità di bambino
mi portava a credere
e che tu ora le stai narrando a tutti
gli angioletti
che sulla terra hanno avuto
vita breve.
Mentre con una ninna nanna
cullerai il loro
lungo sonno
E al sorgere d’ogni nuovo giorno
cammini a passo lento
in loro compagnia
nell’infinito spazio
dove da tempo tu
hai dimora.

Amos

…….a te mamma…

Momenti di poesia. A Laura, di Amos Grilli

Momenti di poesia. A Laura, di Amos Grilli

A Laura.

Eri dei miei vent’anni il dolce fremito che m’attraverzava la pelle.
Se pur tutto d’illusione era fatto e spariva dietro la fine di una fredda proiezione di celluloide.
Con malizia e innocenza mostravi il tuo corpo che aveva somiglianza a Dea.
Creatura divina sulla quale pareva che nesssun tempo ponesse segni.
E solo guanti di seta potevano accarezzarti la pelle.
Ma poi bocche vomitevoli e mani lorde t’hanno voluto scalfire.
E allora tutto si fa ombra che oscura il sole che poc’anzi splendeva.
Fino all’epilogo piu` tragico della vita
che gli occhi spegne.
Ma i tuoi erano lucenti pupille che si sono trasformate in stelle
che assieme al tuo profumo di donna
illuminano e olezzano la grande dimensione astrale.
A Laura Antonelli.

Amos

Momenti di poesia. Come un cavallo brado, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Come un cavallo brado, di Amos Grilli

Come un cavallo brado
(a te ragazzo che scopri il mondo)

Forgia le tue idee nella fucina
dei tuoi sogni e temperale con l’acqua del futuro.
Fanne dardi e scagliali con l’arco della fortuna nell’universo dei tuoi progetti.

Sii tutore di ogni tuo libero
pensiero fa che esso non sia
oggetto di prigionia da parte di coloro che lo vorrebbero annientare.

Non arrancarti nella scala della vita per raggiungere
i tuoi scopi senza averne meriti
ma solo per sete di potere.
Non saranno mai primi
i disonesti

Ringrazia chi ti ha dato la vita
e sputa in faccia a chi ti vuol vendere la morte.
Accetta consigli sani e sfuggi dai ciarlatani.

Emozionati alla poesia alla canzone alla carezza all’amore.
Non provar vergogna delle tue lacrime.
Ma di quelle che potreste far versare agli altri.

Vai libero con la tu gioventù
corri in quel prato senza recinto dove galoppano solo cavalli bradi.

Amos

Un vecchio borgo, di Amos Grilli

Un vecchio borgo, di Amos Grilli

Un vecchio borgo.

Case con
i muri
di bianco
scialbati..
Vichi lastricati
di ciottoli.
Balconi e finestre
ornate
di fiori.
Botteghe da cui
escono
fragranze
di pane.
Scale davanti
ai portoni
dove siedono
gli anziani.
La solita vecchia
comare
pronta a ciarlare.
La campana
che rintocca
l’ora del pranzo
mentre aspetta
il meriggio
per quella del
vespro.
In autunno
I tramonti
a volte
oscurati da nuvole
e altri
colorati di rosso.
Si fa notte
e tutti s’audano
per la menza
serale.
Mentre in cielo
la luna
che ha preso
il lume dal sole.
Ti fa ripensare alle
notti d’estate
quando essa piena
di luce.
Illuminava del borgo
i vichi lastricati
di ciottoli.
E i muri delle
case
di bianco
scialbati.

Amos.

Momenti di poesia. Lascia che soffi forte il vento del tuo pensiero, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Lascia che soffi forte il vento del tuo pensiero, di Amos Grilli

Alessandria today.png

Lascia che soffi forte il vento del tuo pensiero.
Affinché le tue parole siano il seme da cui nascono uragani e tempeste.
Spargilo ovunque ci son catene mentre suona una musica e senti che altre voci si uniscono alla tua cantando un inno libero.
Sarà ascoltato solo dai cuori che non si son fatti duri e sordi.
Quelli che se vuoi cercare.
Ti dico io dove li puoi trovare.
Solo nei petti
Dei bambini.

Amos.

Momenti di poesia. Tra le lacrime e l’ipocrisia, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Tra le lacrime e l’ipocrisia, di Amos Grilli

Alessandria today

Tra le lacrime
e l’ipocrisia.

E’ come il tempo
d’una farfalla
che dura poco
e poi muore
lo sdegno e la condanna
per ogni ordinario
massacro
della guerra.
Carchi siamo
d’ipocrisia
che celiamo
sotto false
lacrime.
Ci attanaglia
il timore
dell’economia
a rotoli.
La perdita delle cose
che la logica
del possesso
ci illude
che siano conquiste
a pieno merito.
Figli di uno sfrenato
consumismo
agiamo solo
nel credo
dell’accumulo
senza soffermarci
sul pensiero
che alla fine
è tutto
un comodato
d’uso.
Ci torna comodo
il pensare
che commerciare
le armi
risulti utile
allo sviluppo
degli stati
nei quali
anche noi
poggiamo
i piedi.

Continua a leggere “Momenti di poesia. Tra le lacrime e l’ipocrisia, di Amos Grilli”

Momenti di poesia. Il mago del tempo, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Il mago del tempo, di Amos Grilli

Alessandria today.png

Il mago del tempo.

Voglio essere
mago del tempo.
E fermarlo
in ogni attimo
bello.
Potrei dare
un’ora in più
al tramonto.
Nel momento
in cui.
Negli occhi
d’ogni bambino
c’è sempre
un sorriso
e nessun
pianto.
Fermarlo
prima
che l’alba
tramite
la luce del
sole
spenga le
stelle.
Voglio
più lunga
la notte
per continuare
il mio sogno.
Fermarlo
quando
al mattino.
Le nostre
labbra
si dischiudono
al bacio.
E due voci
all’unisono.
Si dicono
Buongiorno.

Amos.

Momenti di poesia. Una sgangherata vita, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Una sgangherata vita, di Amos Grilli

Alessandria today

Una sgangherata vita

Eccomi a pensare di quel che è stato della mia sgangherata vita che a volte mi è sfuggita dalle dita
Ho cercato mille volte quella carezza che non ho avuto
Per cancellare la tristezza del mio passato
Sono stato capito e incompreso
Ma al giudizio della gente non ho dato peso
E pensato che l’amore fosse una panacea per le ferite al cuore
Non ho giudicato l’amico che mi ha tradito
Forse anch’io ho fatto qualcosa di sbagliato
Lascio correre il tempo perche so che non lo potrò fermare
Con tutti i miei pensieri e le mie scelte
Anch’io fino a ieri
Ho fatto cose buone e quelle stolte
Non sono paladino del dovere e nemmeno pretentore del diritto
Scendo ogni giorno in campo per giocare
La partita
Contro questa sgangherata vita
Vincere contro essa non è possibile e non esistono neppure casi rari
Dove l’uomo contro essa l’ha fatta
Pari

Amos

Momenti di poesia. Un piccolo coraggio, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Un piccolo coraggio, di Amos Grilli

Alessandria today

Un piccolo coraggio.

Non teme
la goccia
dell’Oceano
di sfidare l’omertà
la paura.
Quando si ribella
a quel numero
incalcolabile
di gocce
che formano
il suo immenso.
Scappa fugge
da quell’ammasso
che la soffocano.
Prima che acque
affluenti
giungano a riempirlo
ancora.
Sa` che la sua
battaglia
contro quell’esercito
infinito
sarà persa.
Ma con l’orgoglio.
Del suo piccolo
coraggio.

Amos.

Momenti di poesia. Poesia al mare, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Poesia al mare, di Amos Grilli

Alessandria today.png

Poesia al mare.

Ti scriverò
sulle ali di un
gabbiano
poesia al mare.
Ti porterà
alla conoscenza
di lontani
confini.
Volerà sopra
quell’acque
dove
bambini innocenti
hanno le tombe
bagnate
di lacrime
tinte d’azzurro.
Mentre nel fondo
le adornano
bianchi anemoni
e rossi coralli.
Sarà composta
da rime
che un cuore
detta
prese dal bello
di un’anima.
Vola gabbiano
va` e posa
le strofe di una poesia
al mare
lasciale scritte
sulla sabbia
di una riva
lontana.
Lì dove tu vedi
orme
di esuli uomini.
Grida alle onde
che non
le cancellino.

Amos.

Momenti di poesia. Cuori gelidi e anime morte, di Amos Grilli

Momenti di poesia. Cuori gelidi e anime morte, di Amos Grilli

Cuori gelidi
e anime morte..jpg

Cuori gelidi
e anime morte.

….amore che manchi….

Torna.
Amore che
manchi.
In questa
terrra
là dove.
Odio e guerra
soprusano
la pace
e il bene.
Torna là
dove.
Si fanno
distinzione
tra colori
e razze.
Dove
si chiudono
le porte
a quelli
considerati
minori.
E con loro
siamo avari
di accoglienze.
Torna là
dove.
Ci sono
cuori gelidi
e anime
morte.
Che oggi
gli uomini.
Trasportano
nelle tombe
dei loro
corpi.

Amos.