Momenti di poesia. I NONNI RACCONTANO, di Antonio Solimand

I NONNI RACCONTANO, di Antonio Solimand

I NONNI RACCONTANO
Ero piccolo di anni
Ne son passati
Preso da ricordi
raccontano i nonni
Quasi con lacrime
Scorrono anni
Del fronte su monti
La frontiera e vicino
Freddo e con neve
Imbiancati dell’inverno
Con fucili e mitraglie
somigliava un inferno
Con feriti ,morti e tanti
Vedendo scie rosso
Era il sangue dei fanti
In difesa della loro patria
fratelli che mai più rivedranno
Ma per un periodo quel
Sangue sulla neve è rimasto
Come nei ricordi che
I nonni raccontano
Lacrime che scendono
Ogni volta che ne parlano
Io commosso ho asciugato
Le sue lacrime ,portandomi
Il suo ricordo, nel mio ricordo.
I nonni raccontano.

A.S.

Momenti di poesia. DESCRIVERE LA MORTE, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. DESCRIVERE LA MORTE, di Antonio Solimand

DESCRIVERE LA MORTE
Sarà per caso il mio modo
Di vedere il modo di morire
Descrivere la morte non e facile
E chi la descrive lo fa ed è
Qualcosa di fantastico eccezionale
Che scrivere come una poesia
Con parole come la morte
e pensare le persone sanno
dire solo buongiorno e buona sera
Senza mai fare un bel commento
Ringrazio per questo apprezzamento
Ma a me mi basta sapere che
Piacciono le mie poesie
Anche se le descrivo proprio
Come avviene la morte.
Per dimostrare che anche la morte
Può essere una poesia.

A.Solimand

N San Marco in lamis

29-03-1949.

Momenti di poesia. VOLO DI FARFALLA, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. VOLO DI FARFALLA, di Antonio Solimand

VOLO DI FARFALLA
Vorrei saper
Volar per seguir
Il tuo camminar
Vorrei essere
Una farfalla
Per sentir
Il tuo odor
Non importa
Se la mia vita
Non è seguita
Però mentre vado
Girovagando
Tra il cielo immenso
Con un tuo
profumo intenso.
Io potrei portar
E te io potrei
non scordar.

A.Solimand
N San Marco in lamis
29-03-1949.

Momenti di poesia. GIOIA DI SCRIVERE, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. GIOIA DI SCRIVERE, di Antonio Solimand

GIOIA DI SCRIVERE
Quanta realtà in questa
breve lirica caro poeta
povero ma in patria
Sarebbe monumento
dopo il gesto
complimenti
e ciò che penso difatti
io ho scritto
libri pubblicati
ma io scrivo con
la,speranza di dividere
gesti ma,solo per donare
una gioia una emozione .
a chi leggera
il mio pensiero
che esce dal cuore

A.Solimand
N San Marco in lamis.

Momenti di poesia. L’AMORE DI UNA MAMMA, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. L’AMORE DI UNA MAMMA, di Antonio Solimand

L’AMORE DI UNA MAMMA
Il vento porta via le parole
Il tempo porta via l’amore
Le nuvole porta via il sole
Il giorno porta via le stelle
L’acqua porta via lo sporco
La notte ti fa sognare
L’amore di una mamma
Non si può dimenticare
Se sei triste ti consola
Se piangi ti asciuga le lacrime
L’amore di una mamma
resterà per sempre
Neanche la tempesta
Può cancellare l’amore
Di mamma.

A. Solimando
N a San Marco in lamis
29-03-49.

Momenti di poesia. CORRO DIETRO UN’AQUILONE, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. CORRO DIETRO UN’AQUILONE, di Antonio Solimand

CORRO DIETRO UN’AQUILONE
Il caldo vento dell’estate
Al mare sulla spiaggia e sopra i prati
Un’aquilone vola su nel cielo
Volo di farfalle intorno a noi
Semplice parole come per magia
Dette al vento, l’incanto di un giorno
Una musica per te, una stella marina
Nuvole nascoste e sguardi innocenti
Corro dietro un’aquilone
Forse per amore vola in alto
Corre come il vento il caldo dell’estate
Gocce di sudore scendono dal viso
Sguardi con sorriso
Finita di una giornata magica
Una notte senza luna e senza stelle
Luci di un’aereo lascia la sua scia
Mentre si allontana veloce
Come il vento si allontana
Forse l’addio di un giorno caldo
Al mare.

A.Solimand
N San Marco in lamis
Il 29-03-49

Momenti di poesia. UNA MALEDETTA PIOGGIA, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. UNA MALEDETTA PIOGGIA, di Antonio Solimand

UNA MALEDETTA PIOGGIA
Da dietro i vetri alla finestra,
Ti guardo e ti vedo andare
Mentre la pioggia ti bagnava,
Non avrei dovuto lasciarti andare
Non avrei avuto rimorsi.
Maledetta pioggia ha rovinato tutto,
Non serei qui a patire
e piangere per la tua vita
Se bastassero le preghiere,
A salvarti la vita, ne direi
A centinaie migliaie.
Ma perche la scienza
Non può farci niente
Giorni trascorsi in corsie
Giorni pieni d’agonie
A nulla valsero, le preghiere.
I pento di quella piccola
Lite anche se banale,
Può bastare per prendere
Un malanno e spegnere
Ana vita.
Maledetta pioggia.

A.Solimand
N San Marco in lamis
Il 29-03-49.

Momenti di poesia. SE AMOR NON C’E, di Antonio Solimand

Momenti di poesia. SE AMOR NON C’E, di Antonio Solimand

SE AMOR NON C’E.
Son giorni che ti cerco,
E in giro non ci sei
Un biglietto ti scriverò
Ti dirò perché non vieni
Se amor non c’è
Lei non verrà
Allora lo capirò
Così me ne andrò
E un’altra vita mi farò
Anche senza di te
Ma se un giorno
mi cercherai io non ci sarò
Quando ormai lontano sarò
E finita così tra di noi
E una colpa non c’è
Lei non verrà
Così capirò che
Amor non c’è.

A.Solimand
N San Marco in lamis
Il 29-03-49.

NON SO COSA HO FATTO, di Antonio Solimand

NON SO COSA HO FATTO, di Antonio Solimand

NON SO COSA HO FATTO
E da molto tempo che mi chiedo.
Dormendo delle ore profondo.
Al mio risveglio di non sapere cosa
Ho fatto in quelle ore dormendo
A volte con un sogno a metà
Ed il resto non so dove è finito
E cercando dal mio risveglio
Stanco alzando le braccia con sbadiglio
E pensando nella mia mente
Non so cosa ho fatto
Nella notte dormendo
E sentire dove son finiti
Questi miei attimi di vita.
Questo si ripete la mattina
quando è ora del mio risveglio
E tutto ciò non è un appiglio.
Di non ricordare cosa ho fatto
In queste ore, sarà un mistero.

A.S.

LETTERA AL POETA, di Antonio Solimand

LETTERA AL POETA, di Antonio Solimand

LETTERA AL POETA
Anche a te poeta
tantissimi auguri
e grazie per tutti i versi
Di tutti i giorni
che ci hai dedicato,
con allegria
e simpatiaca ironia.
Continua anche
nel prossimo anno,
A non farci mancare
I tuoi versi del saluto
mattutino.Grazie
Per quello che ci scrivi.

A.S.

QUANDO LA SERA , di Antonio Solimand

QUANDO LA SERA , di Antonio Solimand

QUANDO LA SERA
Il tramonto e finito
È sera la notte
La luna ti guarda
Nuvole illuminate
Corrono in fretta
Nel pensiero sembra
Che la vuoi prendere
E dici Fate piano
altrimenti mi fate
scappare le stelle ,
stanno per arrivare
i sogni della notte,
Il sole è sceso
Per un altro giro
Per il mondo
la luna sta ballando
le stelle che ci guardano
Tu affacciata dicendo
buona notte a domani
Sta arrivando
un nuovo giorno

A.S.

L’ANNO VA VIA, di Antonio Solimand

L’ANNO VA VIA, di Antonio Solimand

L’ANNO VA VIA
È un altro anno che va via
nella strada son rimasto io
Con il brindisi del vino
Aspetto che va via fino
A l’ultimo minuto
Con la conta all’inverso
Guardo in alto l’universo
Per il brindisi di fine d’anno
Vale anche per il nuovo anno
Ma son solo è bevo
Alla salute al nuovo anno
Sento spari del vecchio anno
E auguri al nuovo anno
Mentre va via l’anno
Siamo a capodanno
E l’anno che va via.

A.S.

NOTTE FONDA, di Antonio Solimand

NOTTE FONDA, di Antonio Solimand

NOTTE FONDA
E tardi ed è notte
Sentite chiudo
Perché stanco
Perdonatemi
Ma devo ,dirvi
Buona notte .
Ma se vi sentite
Sole..sognatemi
Vi farò compagnia
nella notte
Vado vi lascio
Vado a letto
Un saluto
Silenzioso
Per la buonanotte
a domani.

A.S.

COME LUCCIOLE, di Antonio Solimand

di Antonio Solimand

COME LUCCIOLE
A i bordi delle strade
Brilla il fuoco acceso
in fiammette
nelle serate
E lì che ti ho incontrata
Gonna corta
e tacchi a spillo
Vende amore
a passanti
E sconosciuti
Non far caso
Della gente
Dello sguardo

Continua a leggere “COME LUCCIOLE, di Antonio Solimand”