Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale

Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale

“Mandateli a lavorare”, ora si può: ad Alessandria la prima bottega carceraria aperta al pubblico. Ospiterà detenuti ed ex detenuti e permetterà il recupero e inclusione sociale  per adulti svantaggiati a causa di ragioni fisiche, psichiche, sensoriali o sociali.

Social 1-6be9-4bee-b957-a771bc185794

Alessandria, lunedì 10 dicembre 2018 – Il primo negozio solidale in un carcere italiano e aperto a tutti, questo l’obiettivo del progetto Social Wood, partito nel 2015 grazie ad un’idea dell’associazione ISES e pronto ora alla seconda fase. Dopo aver ottenuto importanti risultati nei primi mesi di attività, quali la possibilità di realizzare all’interno del carcere una vera e propria bottega dei prodotti artigianali realizzati dai detenuti oltre che di altri manufatti realizzati grazie alle sinergie attivate con altri progetti sociali del territorio, il progetto si prefigge ora anche l’obiettivo della costruzione di un vero e proprio Social Lab, un laboratorio sociale di artigianato all’esterno del carcere che permetterà di attivare percorsi formativi e occupazionali per persone che vivono in una condizione di disagio sociale (detenuti in art 21, ex detenuti, immigrati, persone con disabilità fisica o psichica). “Mandateli a lavorare” diventerà ora una realtà.

L’idea è quella di creare una vera e propria bottega in cui le persone possono acquistare i prodotti fatti a mano dai ragazzi – ha raccontato Andrea Ferrari, operatore ISES – Queste persone, quando escono dal carcere, difficilmente riescono a trovare una nuova occupazione, quindi aumentano le percentuali di recidiva e tutto diventa più complicato. Insegnare loro un mestiere, dare veramente valore a ciò che creano e garantire loro un lavoro una volta usciti è davvero importantissimo”. Continua a leggere “Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale”

Barbara Tartaglione: Maffiotti, se ci sei batti due tre colpi

Barbara Tartaglione: Maffiotti, se ci sei batti due tre colpi

Barbara Tartaglione 1a

Alessandria: Alberto Maffiotti magari ci considera un po’ prevenuti nei confronti dell’Arpa da lui diretta, però per le deludenti esperienze passate ci sentiamo immuni da critiche.

Ad esempio, per quanto riguarda la Solvay, gli abbiamo chiesto, più volte, di fornirci e rendere pubbliche le ultime analisi che per la loro gravità il pm Ghio intendeva produrre al processo di appello a Torino, e invece ha fatto orecchie da mercante.

Sempre restando nell’orbita dell’azienda chimica di Spinetta Marengo, malgrado ripetuti solleciti anche per quanto riguarda il Pfoa è caduto in un catatonico silenzio, proprio mentre in Veneto è in corso una emergenza sanitaria regionale e nazionale.

Siamo estremamente perplessi anche per quanto riguarda le sue non-dichiarazioni in merito alla fuga del pericolosissimo PFIB, tossico e cancerogeno.  Continua a leggere “Barbara Tartaglione: Maffiotti, se ci sei batti due tre colpi”

Ravetti, PD: POLEMICHE INUTILI

Ravetti, PD: POLEMICHE INUTILI

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Ad ottobre 2017 con un emendamento votato all’unanimità in Aula al Piano Obiettivi di Ires avevo chiesto l’elaborazione di uno studio sull’edilizia sanitaria in provincia di Alessandria. Lo studio di Ires è stato consegnato in questi giorni e mette in campo alcune ipotesi su cui lavorare. Ipotesi che prescindono in larghissima misura dalla riforma sanitaria Saitta – Chiamparino. Ires evidenzia che sono nelle disponibilità di Aso e Asl Alessandria edifici con un potenziale per oltre 700 posti letto in eccedenza rispetto al bisogno di salute dei cittadini. Da ciò ne deriva che le Istituzioni locali possono mantenere tutto com’è, oppure riempire gli spazi vuoti con servizi territoriali magari legati al piano cronicità, oppure costruire una struttura da 320 posti letto tra Novi Ligure e Tortona, notizia nemmeno tanto originale visto che il dibattito e il relativo studio su un ospedale tra Novi e Tortona era stato alimentato da più versanti politici negli anni scorsi. Io capisco tutto, anche quello che  volte è bene non capire. Ma i porti da chiudere sarebbero quelli delle polemiche inutili. Per questa ragione ho chiesto al Presidente della Provincia di Alessandria di organizzare un incontro pubblico per la presentazione dello studio di Ires, una presentazione senza i simboli dei Partiti. 

Domenico Ravetti

Presidente Gruppo Consiliare PD

Sozzetti: Sanità, i direttori si parlano e ‘integrazione’ è la parola d’ordine. Ecco come potrebbero cambiare l’ospedale di Alessandria e l’Asl Al, dove la squadra è già completa

Sozzetti: Sanità, i direttori si parlano e ‘integrazione’ è la parola d’ordine. Ecco come potrebbero cambiare l’ospedale di Alessandria e l’Asl Al, dove la squadra è già completa

Sanità

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

La parola è sempre e solo “integrazione”. Seguita da “allineamento di vedute, sinergia, coordinamento, dialogo”. Giacomo Centini e Antonio Brambilla (nella foto da sinistra), rispettivamente direttori dell’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria e dell’Asl Al, sono alla prima settimana di lavoro nel capoluogo, sono ovviamente ancora impegnati nel viaggio all’interno delle aziende, ma hanno scelto di presentarsi pubblicamente subito in una conferenza stampa durante la quale hanno ribadito gli obiettivi di mandato, fissati dalla Regione Piemonte, assicurando la totale sintonia di pensiero nel nome della “integrazione per fornire servizi migliori” (parole di Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità) che non è apparsa solo un mantra istituzionale, bensì come una precisa scelta professionale. Continua a leggere “Sozzetti: Sanità, i direttori si parlano e ‘integrazione’ è la parola d’ordine. Ecco come potrebbero cambiare l’ospedale di Alessandria e l’Asl Al, dove la squadra è già completa”

Ravetti, PD: Nominati i nuovi Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Regionali.

Ravetti, PD: Nominati i nuovi Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Regionali.

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Alessandria: Giacomo Centini all’Aso e Antonio Brambilla all’Asl Al

Apprezzo la nomina dei direttori generali della sanità, fatte secondo principi di competenza professionale e trasparenza”. Lo dichiara il capogruppo del Pd in Regione Piemonte, Domenico Ravetti, commentando la delibera della giunta regionale che oggi ha nominato i direttori generali nella sanità piemontese.

“Sono diverse le conferme – continua – e per alcune grandi aziende sanitarie sono stati scelti profili di grande professionalità ed esperienza. Sono – sottolinea – soddisfatto del lavoro svolto dalla commissione di valutazione e condivido il percorso scelto dalla Giunta per selezionare i ruoli di vertice per il settore più importante e delicato di competenza della Regione. Sono certo – prosegue – che insieme al massimo rigore e attenzione agli equilibri di bilancio, i nuovi vertici sanitari garantiranno il massimo impegno per i servizi offerti ai cittadini. Continua a leggere “Ravetti, PD: Nominati i nuovi Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Regionali.”

Ricordati… Non sei sola se…

Ricordati… Non sei sola se…

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un pieghevole contro la violenza sulle donne

Casale Monferrato: Ieri, nella Sala Consiliare del Palazzo Municipale è stato presentato il pieghevole “Ricordati.. non sei sola se..” realizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità in collaborazione con Polizia Locale, Polizia di Stato, Carabinieri, Asl, Consulta delle Donne, Soroptimist International Club, Albero di Valentina, Centro Antiviolenza me.dea, Ordine degli Avvocati di Vercelli, Croce Rossa, Avis e Rete Scuole Insieme.

Il depliant, con fotografie di Martina Benci, contiene tutti i contatti utili da utilizzare in caso di violenza fisica, sessuale, economica, psicologica e stalking: Servizi Socio Assistenziali 0142 434520; Centro Antiviolenza me.dea 800 098981; Polizia di Stato e Carabinieri 112; Polizia Locale 0142 444444; Croce Rossa Italiana Casale Monferrato 0142 452258 – 335 285657; Ordine degli Avvocati di Vercelli 0161 253062.

Ci sono inoltre i contatti da utilizzare per comunicare il proprio disagio: Servizi Socio Assistenziali 0142 434520; Consultorio 0142 434956; L’Albero di Valentina 338 2019317; Croce Rossa Italiana Casale Monferrato 0142 452258 – 335 285657. Il pieghevole sarà distribuito nelle scuole, al consultorio, in ospedale e in tanti altri luoghi frequentati della città. Continua a leggere “Ricordati… Non sei sola se…”

Sozzetti: Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi

Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi

Sanità

di Enrico Sozzetti
https://160caratteri.wordpress.com
L’accorpamento fra l’ospedale e l’Asl Al si allontana. Parola di Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità. “Il merito della proposta e la discussione che è scaturita sotto la presidenza di Domenico Ravetti della Commissione Sanità è andata nella direzione di fare emergere in modo chiaro l’esigenza di mettere in rete le competenze e di come usarle.

L’integrazione è il tema vero, insieme alla ripartizione dei compiti e ai Dipartimenti interaziendali. Ai nuovi direttori verranno dati obiettivi nuovi, non sono economici ma anche di salute, e un metodo preciso: gli atti aziendali dovranno essere fatti insieme”. Parole pronunciate la termine della presentazione del Bilancio sociale e di mandato dell’azienda ospedaliera.

E Ravetti (oggi capogruppo Pd in Consiglio regionale, dopo avere ricoperto la carica di presidente della Commissione Sanità) dal canto suo risponde con un semplice ‘no’ alla mozione presentata dai Consiglieri regionali del gruppo di Forza Italia con cui chiedono alla Giunta regionale di prorogare gli incarichi attuali dei direttori generali delle aziende Sanitarie per almeno dodici mesi. Continua a leggere “Sozzetti: Sanità, ‘no’ a direttori prorogati. Intanto Alessandria deve fare i conti con il concorso contestato, le tensioni in direzione e i sindacati vittoriosi”

Ravetti PD: Forza Italia chiede la proroga dei Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Regionali? La nostra risposta è: “NO!”

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

Forza Italia chiede la proroga dei Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Regionali? La nostra risposta è: “NO!”

Nella rassegna stampa del 24 aprile leggo che durante i lavori dell’assemblea provinciale dei Sindaci dell’Asl della provincia di Alessandria, sull’approfondimento richiesto dal sindaco di Casale Monferrato circa l’ipotesi di accorpamento ASL ASO, la direzione Generale dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria ha posto una domanda: “Perché ad Alessandria?” Alla domanda della Direzione risponderà nei modi ritenuti più opportuni l’Assessore alla Sanità Antonio Saitta.
Diversamente, mi sento in dovere, da Capogruppo del Partito Democratico, di anticipare la risposta alla Mozione 1378 presentata dai Consiglieri Regionali del Gruppo di Forza Italia con cui gli stessi chiedono alla Giunta Regionale di prorogare gli incarichi attuali dei Direttori Generali delle Aziende Sanitarie (per almeno 12 mesi). E la risposta è: NO!
Domencio Ravetti
Capogruppo del Partito Democratico

Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà.

Ospedale

Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà. Intanto apre il Poliambulatorio di Oculistica e a giugno toccherà alla nuova terapia intensiva
di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com/
Alessandria: Gli incarichi dei direttori delle aziende sanitarie e ospedaliere del Piemonte saranno prorogati di un mese ed “entro la fine di maggio ci saranno le nuove nomine, niente commissari”.

Antonio Saitta, assessore regionale alla Sanità, conferma lo slittamento, ma anche la volontà di dare un assetto definitivo a tutte le Asl e le Aso. Lo dice durante la presentazione del Bilancio sociale e di mandato 2015-2018 che chiude la stagione di Giovanna Baraldi alla guida dell’azienda ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’.

Una fine che viene celebrata con i numeri di un fatturato in crescita e un incremento di dodici milioni (138.964.994 di euro nel 2015, 146.029.390 nel 2017) raggiunto a risorse sostanzialmente invariate, oltre dieci milioni di investimento per impianti e fabbricati e circa nove milioni per attrezzature, solo per ricordare alcuni dei numeri maggiori. Continua a leggere “Sozzetti: Ospedale e Asl, nuovi direttori entro maggio. Ma la fusione per ora non si farà.”

Sanità e fusioni aziendali fra pensieri (quando ci sono) e parole a ruota libera… E il buon senso? Altra storia… di Enrico Sozzetti

sanità

Sanità e fusioni aziendali fra pensieri (quando ci sono) e parole a ruota libera… E il buon senso? Altra storia…

di Enrico Sozzetti da: https://160caratteri.wordpress.com

“Per discutere e decidere di sanità, bisogna ascoltare chi ha le competenze”. Detta così, suona come un principio sacrosanto. Ma ad Alessandria la conoscenza delle procedure, i percorsi amministrativi e legislativi, le competenze e il buon senso sembrano merce rara. La breve storia dell’ultima seduta della Commissione Politiche sociali e sanitarie (il presidente è Piero Castellano) del Comune di Alessandria è un esempio da manuale. Infatti è stata convocata per ascoltare tre ospiti, invitati a dire la loro sul progetto di accorpamento dell’Asl e dell’azienda ospedaliera – attualmente all’esame della Commissione regionale Sanità, prima di passare alla discussione in Consiglio regionale – sulla quale si è già espresso in modo contrario il Consiglio comunale, approvando oltre due settimane fa un ordine del giorno proposto dal consigliere Pierpaolo Guazzotti (oggi svolge la libera professione occupandosi prevalentemente di chirurgia orale e implantologia in uno studio privato) e votato dalla maggioranza di centrodestra, insieme a Oria Trifoglio (Quarto polo) e Vincenzo Demarte (gruppo misto). Continua a leggere “Sanità e fusioni aziendali fra pensieri (quando ci sono) e parole a ruota libera… E il buon senso? Altra storia… di Enrico Sozzetti”

Fusioni sanitarie alessandrine, adesso chi ha qualcosa da dire lo può fare

Fusioni

Fusioni sanitarie alessandrine, adesso chi ha qualcosa da dire lo può fare

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Adesso tutti gli alessandrini esperti che discettano di sanità possono dire la loro sul progetto di accorpamento dell’azienda ospedaliera di Alessandria e l’Asl Al. Al termine dell’ultima riunione della Commissione regionale Sanità, guidata da Domenico Ravetti, sono state infatti avviate le consultazioni sulla proposta di legge “L’apertura di questa fase – spiega lo stesso Ravetti – permetterà a tutti i soggetti interessati (ordini professionali, sindacati, amministrazioni comunali e altri) di inviare osservazioni sul provvedimento. Avevamo detto sin dal principio che volevamo alimentare nella nostra provincia un dibattito serio sul futuro del sistema sanitario. A prescindere dalla lettura di certe stupefacenti dichiarazioni e nonostante alcuni attacchi personali, ora sarà formalmente possibile inviare le relazioni a testimonianza delle diverse posizioni”. Continua a leggere “Fusioni sanitarie alessandrine, adesso chi ha qualcosa da dire lo può fare”

Ravetti” Mai pensato a riforme calate dall’alto: è aperta la fase formale delle Consultazioni.”

04/07/2017 -  X LEGISLATURA - Ravetti

In IV Commissione Regionale Sanità, Politiche Sociali e Politiche per gli Anziani convocata lunedì 19 marzo u.s. abbiamo deciso di avviare una fase di Consultazioni sulla proposta di legge “Accorpamento ASL ASO di Alessandria”. L’apertura di questa nuova fase permetterà a tutti i soggetti interessati (Ordini professionali, Sindacati, Amministrazioni Comunali e altri) di inviare osservazioni sul provvedimento.

Avevamo detto sin dal principio che volevamo alimentare nella nostra provincia un dibattito serio sul futuro del Sistema Sanitario; a prescindere dalla lettura di certe stupefacenti dichiarazioni e nonostante alcuni attacchi personali, ora sarà formalmente possibile inviare le relazioni a testimonianza delle diverse posizioni.

Considerata l’importanza dell’argomento mi auguro che il confronto non scivoli sul piano basso del conflitto politico e, ancor peggio, sulla raccolta delle opinioni dissociate da un’analisi scientifica competente.

L’accorpamento di due Aziende Sanitarie Regionali non è una materia semplice su cui chiunque può esercitarsi; quello che è più semplice capire è che dobbiamo tutti impegnarci per migliorare la situazione attuale. E’ passato il tempo dei cambiamenti calati dall’alto; ora le comunità devono condividere e accompagnare i processi decisionali. Però non è nemmeno il tempo di abbandonare le responsabilità.   

Domenico Ravetti

Vice Presidente del Gruppo Consiliare del PD

Presidente IV Commissione Sanità, Politiche Sociali, Politiche per gli Anziani

Sanità e fusione di aziende: parole in libertà, mentre la competenza resta un miraggio

Sanità

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Sanità alessandrina fra parole in libertà, scarsa conoscenza delle norme, il tutto mescolato a memoria cortissima e strumentalizzazioni politiche. Al centro del contendere del dibattito politico, in cui non mancano aspiranti statisti che non conoscono bene nemmeno le competenze delle due aziende, c’è il progetto di fusione, avviato dalla Regione Piemonte, fra l’Asl e l’Aso (azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria). Il Consiglio comunale del capoluogo ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla Lega Nord, contrario all’operazione. Dopo alcuni passaggi in Commissione consiliare, il testo è stato portato rapidamente in discussione durante i lavoro consiliari.

Evidentemente il risultato elettorale ha galvanizzato la maggioranza di centrodestra, dimenticando altresì che le amministrazioni locali ben poco possono fare sul piano della programmazione sanitaria. Ma tant’è. E allora giù di accetta sul progetto, che peraltro non è nemmeno ancora andato all’esame della Commissione regionale sanità e che potrebbe subìre modifiche e aggiustamenti vari prima dell’eventuale approvazione. Continua a leggere “Sanità e fusione di aziende: parole in libertà, mentre la competenza resta un miraggio”

Forno, sulla Mozione di Ravetti PD, relativa all’accorpamento ASL e ASO di Alessandria

ospedale

Alessandria: MOZIONE N. 1212 PRESENTATA AL CONSIGLIO REGIONALE IL 17 OTTOBRE 2017 RELATIVA ALL’ACCORPAMENTO ASL E ASO DI ALESSANDRIA: RIFLESSIONI.

Prima di tutto sono dovute le presentazioni: mi chiamo Giancarlo Forno e nella mia “prima vita professionale” ho svolto le funzioni di Direttore Sanitario dell’Azienda Ospedaliera di Alessandria fino al 2005.

Ho letto solo recentemente il testo completo della mozione presentata al Consiglio regionale, primo firmatario Domenico Ravetti, sull’”Accorpamento dell’ASL (Azienda Sanitaria Locale) e dell’ASO (Azienda Sanitaria Ospedaliera) di Alessandria”.

Mi è stato insegnato che ogni decisione “politico/istituzionale”, nel senso specifico del termine, deve sempre essere supportata da una analisi calibrata sull’argomento in trattazione: più è importante la decisione, maggiormente approfondita deve essere l’analisi a monte.

Ebbene, nel caso di cui trattasi non è nota l’analisi sul tema; in ogni caso, la mozione difetta di oggettive motivazioni che portino alle conclusioni prospettate (accorpamento ASL-ASO Alessandria).

Vorrei procedere per gradi seguendo il testo.

“Premesso che (…) i tentativi compiuti negli anni per mettere in rete tutti i presidi sanitari con l’obiettivo di razionalizzare, qualificare e potenziare l’offerta non hanno prodotto risultati soddisfacenti. La cooperazione tra ASL e ASO è sempre stata debole perché hanno prevalso le esigenze delle singole aziende”. Continua a leggere “Forno, sulla Mozione di Ravetti PD, relativa all’accorpamento ASL e ASO di Alessandria”

Sanità e fusione di aziende: parole in libertà, mentre la competenza resta un miraggio

Sanità

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

Sanità alessandrina fra parole in libertà, scarsa conoscenza delle norme, il tutto mescolato a memoria cortissima e strumentalizzazioni politiche.

Al centro del contendere del dibattito politico, in cui non mancano aspiranti statisti che non conoscono bene nemmeno le competenze delle due aziende, c’è il progetto di fusione, avviato dalla Regione Piemonte, fra l’Asl e l’Aso (azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria).

Il Consiglio comunale del capoluogo ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla Lega Nord, contrario all’operazione. Dopo alcuni passaggi in Commissione consiliare, il testo è stato portato rapidamente in discussione durante i lavoro consiliari.

Evidentemente il risultato elettorale ha galvanizzato la maggioranza di centrodestra, dimenticando altresì che le amministrazioni locali ben poco possono fare sul piano della programmazione sanitaria. Ma tant’è. E allora giù di accetta sul progetto, che peraltro non è nemmeno ancora andato all’esame della Commissione regionale sanità e che potrebbe subìre modifiche e aggiustamenti vari prima dell’eventuale approvazione. Continua a leggere “Sanità e fusione di aziende: parole in libertà, mentre la competenza resta un miraggio”