Progetto “Our People4People”- La vita indipendente per i giovani con disabilità intellettiva, di Lia Tommi

Alessandria: Progetto “Our People4People”
La Vita indipendente per i giovani con disabilità intellettiva.

Progetti personalizzati di autonomia.
Strategie e programmi per lo sviluppo dell’inclusione sociale e dei presupposti per la vita indipendente di giovani con disabilità intellettiva.

I giovani con disabilità intellettiva hanno purtroppo ad oggi poche occasioni di confrontarsi con la comunità e il contesto in cui vivono. Questo li porta spesso a non poter, una volta giovani adulti, scegliere di vivere come vorrebbero.Soltanto creando una situazione di vita nei contesti reali, i ragazzi con disabilità intellettive si sentiranno coinvolti nel loro stesso progetto di vita, attivi e spinti ad agire, e potranno realmente apprendere delle competenze di autonomia, indispensabili per il loro percorso verso l’indipendenza.

Come sostenere il progetto
Il Contest prevede la selezione dei quattro progetti che riceveranno il maggior gradimento da parte della Community del web attraverso canali social e via email.

Sito : realefoundation.org

Attualmente è in essere una versione meno articolata di questo progetto. Il lavoro sulle autonomie avviene principalmente in coppia (due ragazzi e un educatore) e in progetti individuali rischiano così di perdere la personalizzazione tanto fondamentale affinchè ognuno possa davvero sviluppare la capacità di autodeterminazione e di indipendenza auspicata. Inoltre in questo modo è estremamente difficile lavorare sui contesti, che rimangono a margine nonostante debbano occupare una posizione centrale in questo processo. Continua a leggere “Progetto “Our People4People”- La vita indipendente per i giovani con disabilità intellettiva, di Lia Tommi”

Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale

Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale

“Mandateli a lavorare”, ora si può: ad Alessandria la prima bottega carceraria aperta al pubblico. Ospiterà detenuti ed ex detenuti e permetterà il recupero e inclusione sociale  per adulti svantaggiati a causa di ragioni fisiche, psichiche, sensoriali o sociali.

Social 1-6be9-4bee-b957-a771bc185794

Alessandria, lunedì 10 dicembre 2018 – Il primo negozio solidale in un carcere italiano e aperto a tutti, questo l’obiettivo del progetto Social Wood, partito nel 2015 grazie ad un’idea dell’associazione ISES e pronto ora alla seconda fase. Dopo aver ottenuto importanti risultati nei primi mesi di attività, quali la possibilità di realizzare all’interno del carcere una vera e propria bottega dei prodotti artigianali realizzati dai detenuti oltre che di altri manufatti realizzati grazie alle sinergie attivate con altri progetti sociali del territorio, il progetto si prefigge ora anche l’obiettivo della costruzione di un vero e proprio Social Lab, un laboratorio sociale di artigianato all’esterno del carcere che permetterà di attivare percorsi formativi e occupazionali per persone che vivono in una condizione di disagio sociale (detenuti in art 21, ex detenuti, immigrati, persone con disabilità fisica o psichica). “Mandateli a lavorare” diventerà ora una realtà.

L’idea è quella di creare una vera e propria bottega in cui le persone possono acquistare i prodotti fatti a mano dai ragazzi – ha raccontato Andrea Ferrari, operatore ISES – Queste persone, quando escono dal carcere, difficilmente riescono a trovare una nuova occupazione, quindi aumentano le percentuali di recidiva e tutto diventa più complicato. Insegnare loro un mestiere, dare veramente valore a ciò che creano e garantire loro un lavoro una volta usciti è davvero importantissimo”. Continua a leggere “Associazione ISES. Social Wood, inaugurazione bottega solidale”