Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti

Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Carabinieri di Acqui Terme:

Molare. Ancora un colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti nell’ovadese da parte dei Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NOR di Acqui Terme e dei colleghi della Stazione di Molare.

carab molare

Dopo il chilogrammo di hashish rinvenuto diversi giorni fa sempre nell’ovadese (con due arresti in flagranza), i Carabinieri di Acqui avevano avviato una serie di servizi di osservazione in tutti i comuni della zona e specificatamente ai danni di noti tossicodipendenti.

Lo scopo di questi servizi era di intercettare l’eventuale ripresa dell’attività di spaccio in zona. Pertanto diverse pattuglie, in abiti civili, perlustravano le zone maggiormente a rischio dell’area. Nella giornata di ieri, i Carabinieri di Molare, durante un servizio di perlustrazione, hanno notato due cittadini marocchini nei pressi dell’abitazione di un noto tossicodipendente.

Uno dei due, peraltro, era noto alle forze di polizia perché in passato aveva avuto guai con la giustizia proprio per stupefacenti. Chiamati i colleghi dell’Aliquota Operativa a supporto, i Carabinieri hanno deciso di intervenire e fermare i due, che però, notati i movimenti dei militari, si sono prima spostati dietro l’abitazione e poi sono stati visti gettare qualcosa a terra. Continua a leggere “Carabinieri: Arrestati due marocchini per spaccio stupefacenti”

Carabinieri: Denunce per insolvenza fraudolenta, furto e guida in stato di ebrezza

Carabinieri: Denunce per insolvenza fraudolenta, furto e guida in stato di ebrezza

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Carabinieri di Casale Monferrato:

Nel corso degli ultimi giorni, la Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato ha impiegato un elevato numero di uomini e mezzi in servizi istituzionali di prevenzione e repressione dei reati, dedicando particolare attenzione al controllo alla circolazione stradale, al contrasto ai reati predatori e all’attività investigativa per la repressione delle truffe.

carab casale

In particolare, sono stati ottenuti i seguenti risultati:

  • i Carabinieri della Stazione di Occimiano hanno denunciato in stato di libertà per insolvenza fraudolenta e furto in abitazione una 35enne spagnola, in Italia senza fissa dimora. La 35enne aveva alloggiato presso un Bed & breakfast della zona di Occimiano, allontanandosi il giorno successivo senza pagare il saldo dovuto, appropriandosi di 150 euro in contanti e del duplicato delle chiavi di ingresso, tutti oggetti custoditi all’interno della scrivania della reception. I Carabinieri riuscivano a rintracciare la ragazza nel Comune di Olivola in stato di ubriachezza e, a seguito di perquisizione personale, rinvenivano le chiavi asportate ma non i soldi che erano già stati spesi;
  • i Carabinieri del NOR di Casale Monferrato hanno deferito in stato di libertà per guida in stato di ebrezza uno studente 19enne neopatentato. Il 19enne, intorno alle 6.00 del mattino di sabato 23 marzo, perdeva il controllo della sua Fiat Punto in strada Vecchia Vercelli e andava a urtare contro delle auto parcheggiate, riportando lievi lesioni. Con lui, erano presenti due ragazzi di 19 e 20 anni e una ragazza di 20, ricoverata presso l’Ospedale di Casale Monferrato con una prognosi di 30 giorni. Sottoposto ad accertamenti mediante etilometro, il conducente evidenziava un tasso alcoolemico pari a 0,90 g/l e pertanto gli veniva immediatamente ritirata la patente.

Carabinieri. Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata

Carabinieri. Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata

car al Schermata 2019-03-23 a 17.52.19

Compagnia Carabinieri di Alessandria.

Alessandria, deve scontare pena per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito: arrestata.

Deve scontare una condanna ad un anno e mezzo di reclusione per violazione di domicilio, furto e indebito utilizzo di carta di credito, reati commessi in questa provincia nel 2017. I carabinieri della Stazione di Alessandria Cristo  hanno arrestato una donna di Alessandria in esecuzione di un provvedimento del Tribunale di Vercelli.  La donna è stata associata alla casa circondariale di Torino dove sconterà la pena.

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo

Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Duro colpo inferto dai Carabinieri di Acqui Terme, impegnati nel contrasto ai reati contro il patrimonio, agli autori di furti in abitazione. Sono quattro gli arresti in flagranza operati nella notte dai militari dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile di Acqui nei confronti di una banda di cittadini albanesi che aveva appena svaligiato un’abitazione di Terzo (AL).

dav

Nella serata di ieri un abitante di Terzo aveva chiamato il “112” segnalando di aver appena subito un furto in abitazione. Aveva visto scappare due ladri che, per entrare, avevano forzato una porta finestra e, dopo aver messo a soqquadro la casa, avevano rubato gioielli e monili preziosi del valore stimato in circa 10mila euro.

Sul posto venivano immediatamente inviate le pattuglie disponibili. Una di queste, nel tragitto tra Acqui Terme e Terzo incrociava una Volkswagen Golf con quattro persone a bordo e che a forte velocità si dirigeva verso Castel Boglione. Intuendo potessero essere i ladri, la pattuglia si metteva all’inseguimento della Golf e dopo alcune centinaia di metri riusciva a raggiungerla e ad obbligare il conducente a fermarsi. A bordo, quattro cittadini albanesi e, sui sedili posteriori, un borsone all’interno del quale si notavano diversi oggetti d’oro. I militari procedevano immediatamente al fermo dei quattro, che venivano condotti in Caserma ove, nel frattempo, era sopraggiunta anche la vittima del furto, proprietaria dell’abitazione depredata. Continua a leggere “Compagnia Carabinieri di Acqui Terme: Terzo, arrestata una “banda” di albanesi responsabili del furto in un appartamento del luogo”

Carabinieri di Novi Ligure interventi sul territorio

Carabinieri di Novi Ligure interventi sul territorio

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Novi Ligure: Nella serata del 19 marzo 2019, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Novi Ligure è intervenuta presso l’abitazione di una famiglia a seguito della richiesta di una cittadina rumena di anni 53 che riferiva di un’accesa lite con il compagno, il quale, a suo dire, l’aveva picchiata.

Carabinieri ok

Quella che inizialmente sembrava una violenza domestica rivelava qualcosa di più complesso: l’intervento, infatti, particolarmente delicato per lo stato di fortissima alterazione psicofisica da abuso di alcolici e di farmaci della richiedente, oltre che per la presenza di un minore (il figlio 12enne) e per l’atteggiamento aggressivo della donna anche nei confronti dei Carabinieri, ha avuto un risvolto del tutto inatteso.

Improvvisamente, la donna, che a un certo punto si era diretta senza spiegazioni nella camera da letto del figlio piccolo, sotto stretta sorveglianza dei Carabinieri, con uno scatto si è diretta improvvisamente verso il bagno, subito inseguita dai militari che ne hanno colto le possibili malsane intenzioni. Continua a leggere “Carabinieri di Novi Ligure interventi sul territorio”

I Carabinieri di Serravalle Scrivia arrestano due sudamericani per furti all’Outlet

I Carabinieri di Serravalle Scrivia arrestano due sudamericani per furti all’Outlet

Carabinieri logo

I Carabinieri di Serravalle Scrivia hanno arrestato due giovani sudamericani, Garcia Munoz Daleska, cubana 26enne, e Vitela Guzman Leonard David, 23enne peruviano, per un furti commessi presso vari punti vendita del centro commerciale “OUTLET” di Serravalle Scrivia.

I predetti sono stati sorpresi dagli operanti, su indicazione di un commesso, in possesso di capi di vestiario e accessori del valore complessivo di quasi mille euro, asportati dopo aver eluso le barriere di sicurezza e dopo aver rimosso le placche antitaccheggio.

I due, in transito sul territorio nazionale, sono stati tratti in arresto e condotti nelle camere di sicurezza della locale Stazione Carabinieri, in attesa del processo per direttissima davanti al Tribunale di Alessandria.

Carabinieri, controlli e denunce per truffa a Rosignano e Occimiano

Carabinieri, controlli e denunce per truffa a Rosignano e Occimiano

Nel corso dell’ultimo periodo, la Compagnia Carabinieri di Casale ha continuato a impiegare risorse investigative nel campo della prevenzione e della repressione delle truffe. La maggiore attenzione è dovuta a un aumento delle truffe “on-line” e a un uso sempre più frequente di documenti falsi, reati commessi con elevata professionalità criminale.

Nel campo della repressione sono stati ottenuti i seguenti risultati:

i Carabinieri della Stazione di Rosignano, a conclusione di accertamenti eseguiti a seguito di querela sporta da un 42enne del luogo, hanno denunciato in stato di libertà per truffa e sostituzione di persona un pluripregiudicato 66enne, residente a Sesto San Giovanni (MI), poiché aveva messo in vendita su un sito internet un’autovettura Audi Q5, sostituendosi al reale venditore e ricevendo come caparra mille euro;

Schermata 2019-03-21 a 15.33.19

i Carabinieri della Stazione di Occimiano hanno denunciato in stato di libertà per simulazione di reato e falsità ideologica un 36enne di Muggiò (MB) e il suo complice, un pregiudicato 42enne rumeno di Voghera (PV). I due avrebbero messo in atto un’articolata compravendita di auto, un’ottantina in tutto, che venivano intestate al 36enne, titolare di una fittizia attività commerciale, con la complicità del 42enne rumeno, che si occupava delle relative pratiche di compravendita.

Le auto venivano “noleggiate” a stranieri che le usavano per commettere reati. Quando il 36enne riceveva notifiche per violazioni al codice della strada, sporgeva denuncia contro ignoti, dichiarando di non sapere chi avesse in uso l’auto e di non aver mai commesso nessuna violazione. Le auto erano tutte prive di revisione e di assicurazione.

Comandante della Stazione di Occimiano – Lgt.C.S. Antonio CAPUTO

Comandante della Stazione di Rosignano – Mar. Magg. Paolo MARUBBIO

Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, controlli e interventi sul territorio (Casale – Occimiano – Rosignano – Vignale)

Carabinieri di Casale Monferrato, controlli e interventi sul territorio (Casale – Occimiano – Rosignano – Vignale)

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

La Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, nel corso degli ultimi giorni, ha aumentato sensibilmente i controlli sul territorio, particolarmente nelle ore serali e notturne, con personale in divisa e in borghese, dedicando particolare attenzione al controllo alla circolazione stradale, riscontrando irregolarità come guida sotto l’effetto di stupefacenti e alcolici, false attestazioni sulla propria identità, trasporto non autorizzato di rifiuti.

Schermata 2019-03-21 a 10.22.07

In particolare, sono stati ottenuti i seguenti risultati:

i Carabinieri della Stazione di Occimiano denunciavano in stato di libertà per guida sotto l’effetto dell’alcool un 63enne di Alessandria poiché, fermato all’1.00 del mattino in Occimiano a bordo della propria auto di grossa cilindrata e sottoposto ad accertamenti con l’etilometro risultava avere un tasso alcoolemico pari a 0,96 g/l. Immediati il ritiro della patente di guida e la multa. Nel corso di un altro controllo, veniva denunciato in stato di libertà per falsa attestazione a pubblico ufficiale un 31enne con numerosi precedenti di polizia poiché, controllato in Strada Giarole di Occimiano a bordo di una Opel Corsa con targa svizzera, forniva false generalità. Dai successivi controlli risultava essere privo di patente di guida, ritirata a seguito della violazione della legge in materia di stupefacenti. Immediato il sequestrato il veicolo;

Schermata 2019-03-21 a 10.22.07 copia

i Carabinieri della Stazione di Rosignano denunciavano in stato di libertà per guida sotto l’effetto dell’alcool un 27enne residente in Germania poiché, fermato alle 5.00 del mattino in Casale a bordo della propria auto e sottoposto ad accertamenti con l’etilometro risultava avere un tasso alcoolemico pari a 1,79 g/l. Immediati il ritiro della patente di guida e la multa. Nel corso di un altro controllo, veniva denunciato in stato di libertà per abusiva attività di gestione dei rifiuti un 23enne di origini straniere, residente in Brusasco (TO), con numerosi precedenti di polizia, poiché controllato alle 10:30 del mattino in Casale, a bordo del proprio autocarro, trasportava kg. 1300 di materiale ferroso senza le dovute autorizzazioni. Il veicolo e il materiale venivano sottoposti rispettivamente a sequestro amministrativo e penale; Continua a leggere “Compagnia Carabinieri di Casale Monferrato, controlli e interventi sul territorio (Casale – Occimiano – Rosignano – Vignale)”

Carabinieri Aliquota Radiomobile del NOR: Un 82enne danneggia le sbarre di un passaggio a livello

Carabinieri Aliquota Radiomobile del NOR: Un 82enne danneggia le sbarre di un passaggio a livello

Carabinieri ok

Acqui Terme: I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NOR di Acqui hanno deferito in stato di libertà, con l’accusa di interruzione di pubblico servizio e danneggiamento, un 82enne che, alcuni giorni fa, aveva divelto le sbarre di un passaggio a livello sito in regione Vallerana di Acqui Terme con la propria autovettura, per poi darsi alla fuga.

Questo danneggiamento aveva provocato un consistente ritardo ai treni in transito obbligati a fermarsi nelle limitrofe stazioni.

L’attività investigativa, fatta di escussioni di testimoni, aveva permesso di identificare l’autovettura e quindi il guidatore.

Carabinieri, Operazione Gesso: Smascherata un’organizzazione kosovara, arrestato anche un alessandrino

Carabinieri, Operazione Gesso: Smascherata un’organizzazione con otto membri di una famiglia kosovara radicata in Alessandria.

Tortona: I Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Tortona, nella conduzione dell’operazione denominata “GESSO”, hanno smascherato un’organizzazione alla quale partecipavano a vario titolo otto membri di una famiglia kosovara radicata in Alessandria.

Carabinieri ok

Gli individui, quasi tutti con precedenti penali, avevano escogitato un semplice ma redditizio piano criminale, costituito nel reclutare soggetti socialmente deboli ed estremamente bisognosi, che venivano convinti a stipulare polizze infortuni – anche con più compagnie contemporaneamente – che prevedevano un’elevata diaria per immobilizzazione da gesso, dichiarando di esercitare la professione di sarto.

Immancabilmente, dopo brevissimo tempo, l’assicurato denunciava l’avvenuto infortunio, riscuotendo i premi dalle varie assicurazioni, consistenti in diverse migliaia di euro.

I Carabinieri riuscivano a dimostrare la falsità di ventuno infortuni, che avevano fruttato oltre un milione di euro, proprio in virtù del fatto che con lo stesso infortunio venivano riscossi più indennizzi. L’operazione permetteva ai vari “Uffici antifrode” di bloccare i pagamenti di premi di pari valore. Continua a leggere “Carabinieri, Operazione Gesso: Smascherata un’organizzazione kosovara, arrestato anche un alessandrino”

Tortona: Un 35 enne rumeno percuote una 28enne ucraina e danneggia il parabrezza di un auto

Tortona: Un 35 enne rumeno percuote una 28 enne ucraina e danneggia il parabrezza di un auto

Schermata 2019-03-19 a 17.13.58

Tortona: I Carabinieri dell’aliquota radiomobile, nella serata di giovedì scorso, sono intervenuti su richiesta di alcuni cittadini allarmati per la presenza un giovane che stava percuotendo una ragazza nel corso di una animatissima lite che aveva visto il ragazzo danneggiare anche il parabrezza di una Fiat Panda in transito, di proprietà di una donna completamente estranea ai fatti.

Nelle fasi dell’intervento, la donna aggrediva sia verbalmente che fisicamente i Carabinieri, sostenuta dall’uomo che proferiva frasi ingiuriose nei loro confronti.

A fatica, i Carabinieri riportavano alla ragione i due, evidentemente in preda ai fumi dell’alcool, riuscendoci soltanto dopo l’intervento di personale sanitario che disponeva il ricovero per la donna, la quale colpiva con un calcio anche il medico che le stava prestando le cure del caso.

Al termine degli accertamenti, L.C.C., 35 enne rumeno, e A.K., 28enne ucraina, entrambi domiciliati in Tortona, sono stati denunciati in stato di libertà per violenza a pubblico ufficiale, e il solo L.C.C. anche per il danneggiamento della auto in transito.

Rosignano Monferrato, denuncia per bevande alcoliche a minori

Rosignano Monferrato, denuncia per bevande alcoliche a minori

Carabinieri. Casale Monferrato: Al termine di approfonditi accertamenti di polizia giudiziaria, i Carabinieri della Stazione di Rosignano hanno denunciato in stato di libertà per somministrazione di bevande alcoliche a minori e per determinazione in altri dello stato di ubriachezza i titolari di 22 e 35 anni di una “Associazione culturale e di promozione sociale senza fini di lucro” di Casale.

Schermata 2019-03-19 a 16.59.49.png

L’attività investigativa nasceva a seguito del ricovero in Ospedale di una 13enne per intossicazione alcolica acuta, poiché avrebbe bevuto, in compagnia di altri suoi coetanei di 14 e 16 anni, alcolici all’interno dei locali dell’Associazione, senza che i titolari si accertassero dell’età reale dei ragazzi o ne impedissero la somministrazione.

A seguito dell’attività investigativa, il medesimo locale veniva segnalato all’Autorità di Pubblica Sicurezza per la sospensione della licenza.

Mar. Magg. Paolo MARUBBIO

Comandante della Stazione Carabinieri di Rosignano M.to

Carabinieri. Acqui Terme: un arresto e una denuncia per rapina impropria e lesioni personali

Carabinieri. Acqui Terme: un arresto e una denuncia per rapina impropria e lesioni personali

Nella nottata tra venerdì e sabato, i Carabinieri delle Stazioni di Acqui Terme e Rivalta Bormida, unitamente al personale dell’Aliquota Radiomobile del NOR, hanno tratto in arresto in flagranza di reato EL FILALI Younes, 22enne marocchino di Acqui Terme e deferito S.M., marocchino 17enne, già noto per un analogo fatto commesso un mese fa.

Alessandria (2) (1)

I Carabinieri erano stati chiamati da un cittadino egiziano, dipendente di un esercizio pubblico acquese, che aveva appena subito una rapina. L’uomo, alla fine del turno di lavoro, era uscito dal proprio esercizio pubblico e si era diretto al vicino distributore di sigarette, in prossimità di un altro locale, davanti a cui erano presenti numerose persone.

Mentre prendeva le sigarette, veniva circondato da tre individui, e mentre due lo distraevano, il terzo da dietro gli sfilava il portafoglio. Accortasi del furto, l’uomo iniziava a gridare, cercando di inseguire il ladro, venendo però fermato dagli altri due che cominciavano a colpirlo con calci e pugni, facendolo cadere a terra.

I Carabinieri, immediatamente intervenuti, trovavano l’uomo a terra e vistosamente ferito, ma ancora in grado di descrivere i fatti e, sommariamente, i tre rapinatori, uno dei quali, EL FILARI, individuato nel folto gruppo di persone che si trovavano in prossimità del luogo, riconosciuto senza ombra di dubbio come uno dei tre rapinatori e specificatamente come colui che aveva percosse la vittima. Continua a leggere “Carabinieri. Acqui Terme: un arresto e una denuncia per rapina impropria e lesioni personali”

Cede una parte di intonaco dalla volta del porticato di via Emilia, intervengono i Carabinieri

Cede una parte di intonaco dalla volta del porticato di via Emilia, intervengono i Carabinieri

Foto1Foto2Foto3Foto4

Tortona: Questa mattina, verso le ore 07.50, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia CC sono intervenuti nella centralissima via Emilia di Tortona dove una parte dell’intonaco del soffitto della volta del porticato si era improvvisamente distaccato, finendo sul marciapiede sottostante. Fortunatamente, al momento del distacco sotto i portici non vi erano passanti e pertanto nessuno si è fatto male, così come non sono stati registrati danni agli esercizi commerciali ivi presenti.

I Carabinieri hanno prontamente circoscritto e chiuso l’area interessata, interdicendola al transito pedonale al fine di salvaguardare l’incolumità dei cittadini, in attesa delle necessarie verifiche tecniche attivate dagli stessi militari che hanno tempestivamente interessato i Vigili del Fuoco e Polizia Municipale per i successivi adempimenti di rispettiva competenza.

Ten. Col. Giuseppe Di Fonzo

Comandante Reparto Operativo Alessandria

Silvano d’Orba (AL), i Carabinieri di Capriata d’Orba hanno eseguito un ordine di carcerazione

Silvano d’Orba (AL), i Carabinieri di Capriata d’Orba hanno eseguito un ordine di carcerazione

Compagnia Carabinieri di Novi Ligure:

I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Capriata d’Orba hanno tratto in arresto Angelo Pirrotta, a seguito di aggravamento di pena. L’uomo dell’età di 50 anni, residente nel Comune di Silvano D’Orba, è stato colpito da carcerazione in forza di un ordine emesso dalla Procura di Alessandria, in seguito alla condanna per rapina commessa in Ovada nel 2010, poichè responsabile di una rapina impropria in danno di un cittadino ovadese a cui aveva sottratto con violenza il cellulare.

Carabinieri ok

Ieri mattina i militari della Stazione di Capriata d’Orba lo hanno rintracciato, tratto in arresto e tradotto presso la casa circondariale “Cantiello e Gaeta” di Alessandria, ove dovrà espiare la pena di 3 anni.

Capriata d’Orba, denunciata in stato di libertà per possesso di un telefono rubato.

I Carabinieri hanno denunciato una giovane stazzanese dell’età di 29 anni, trovata in possesso di un telefono cellulare appartenente ad un novese che ne aveva denunciato il furto nel mese di gennaio.

Le indagini condotte dai Carabinieri di Capriata d’Orba a seguito della denuncia sporta hanno consentito, con l’analisi delle celle e dei tabulati telefonici, di risalire alla donna che utilizzava quel telefono provento di furto.

Adesso B.C.F. è stata deferita all’Autorità Giudiziaria di Alessandria e dovrà rispondere del reato di ricettazione.