Momenti di poesia. Ermetiche zavorre, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Ermetiche zavorre, di Cesare Moceo

Ermetiche zavorre (12/09/2002)

Cospargo d’inchiostro i pensieri

a spiare le cattive coscienze
che la notte adduce

alla mia sonnolenta anima

alle prese con allucinazioni d’amore

E lascio sporcizie di nero

nel mio fiuto particolare
per le anime gemelle

alle larve di quel declivio

dubbi degli abissi

vestigia del destino nauseante
che incombe
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. La mia felicità più grande, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. La mia felicità più grande, di Cesare Moceo

55664389_1952874124838491_8605260779068850176_n

La mia felicità più grande

Sto quì ad abbracciare
in un colpo d’occhio

le diverse viste
che mi offre il tuo splendore

Immenso è lo sconforto
che mi dona il tuo veder

al pensiero
di non poterti più goder

in un domani

Cefalù mia

Le tue curve le tue finestre
gli angoli dei tuoi respiri

che accompagnano
ancor oggi il mio fare

sento già che mi mancheranno

quando le volontà divine

mi condurranno
oltre questo mio scrivere

aldilà di questo tramonto
generoso d’amore e di vita

E se mai potrà consolarmi
il solo ricordo di questo presente

in quel futuro a divenir passato

godo così

ora

d’averti amato
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Giovanna Sidoti

Momenti di poesia. La mia identità assoluta, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. La mia identità assoluta, di Cesare Moceo

55441090_1953640851428485_3904805856876691456_n

La mia identità assoluta

Le mie poesie scritte

domande interiori
che chiedon risposte

sono il mio diario a dare l’effigie
del mio essere

talvolta sordo e grigio
ma sempre a cercar la pace

a richiamarmi alla mia realtà
a ricondurmi ai miei criteri etici

E m’accorgo talvolta
di sbagliarmi in quel dovere

sentendo in me punte di rimorso
che cercano compromessi con la vita

nella collaborazione incondizionata
dell’anima e il cuore

con il pensar della mente
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Grate e graticole, di Cesare Moceo

Grate e graticole, di Cesare Moceo

54428290_1952074964918407_875923374172274688_n

Grate e graticole

Nello squillante subbuglio
della mia effimera diversità

scorgo negli altri

legittime curiosità da soddisfare

e il loro agire
anche in virtù di queste


mi ritrovo mediatore di mondi

dove volare basso
è sentirmi a mio agio

nel lottare

contro le caotiche
immagini della mente

fino a ritrovarmi silenzioso

senza dir nulla

e sentirmi

come se avessi parlato per ore
a curare sogni d’ogni tipo

immerso in un mare
di scogliato di sentimenti

dove finire sommerso

da meschinità e abbrutimenti
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Diavolo dei giorni nostri, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Diavolo dei giorni nostri, di Cesare Moceo

diavolo

Diavolo dei giorni nostri

Impalpabile zefiro aleggi
dilatandoti a dismisura
sulla pelle degli innocenti
a sfumare l’anima
in mille volti diversi
tra tormenti e dolori;
inviti a vincere
con l’abilità di un Ulisse
in quest’epoca
dove spadroneggiano
spavaldamente
tanti Achille;
tra inferi e inferni
fai pagare il prezzo
di giorni senza domani.
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Io sono pronto, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Io sono pronto, di Cesare Moceo

io sono

Io sono pronto

Calano i veli
sugli occhi arrossati dai versi,
mentre gli ultimi sconforti
riflettono il sonno del sole;
nè aliti nè rumori
disturbano il mio andare,
solo bradicardici battiti
ambigui e sfuggenti
accarezzano il cuore
e percuoton l’allegria
che alimenta la vita.
E la mente ripensa
a quando spensierata
si sentiva importante
in compagnia del suo amare,
applausi abbracci
corteggiamenti e intrghi,
a donare il piacere
a fontane di estro.
Or di quelle sorgenti
restano solo
impavidi zampilli
a innaffiare il deserto d’attorno
acqua che gocciola bassa,
nell’atto astratto
di continuare a bagnare
la felicità e l’angoscia
degli orgogli vissuti.
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Un’alba qualsiasi… di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Un’alba qualsiasi… di Cesare Moceo

54393308_1939538966172007_6988099326044012544_n.jpg

Un’alba qualsiasi…

Guardo involontario

perso nell’aria mite
di questo mattino

d’in fondo al lungomare

e rifletto sul tuo spettacolo

dolce e nitido ai miei occhi
nel bagliore della tua bellezza

E mentre scorre leggera la vita

nella mansuetudine mattutina
della mia anima in calore

ascolto in me
il mormorio felice del cuore

acquetato dal vago soffio
del tuo torpore

nel sussurrìo pigro dei pensieri

che mi aspettano
lungo i declivi del giorno

tra le sue ombre e le sue luci
fratelli carnali del vivere
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Loredana Cannizzaro

Momenti di poesia. Giorno di mare in tempesta, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Giorno di mare in tempesta, di Cesare Moceo

54727444_1938284832964087_7195241106194300928_o

Giorno di mare in tempesta

M’impongo
di romper tradizionali schemi

nel piacere voluttuoso

di cercar fuggimenti
dal contagio del mondo

e dal mio camminar
rasente ai suoi vuoti

che dona solamente
dolorose sensazioni

E chiedo aiuto
alla mia solitudine

sorella affettuosa

a confermare in me
il mio voler di fuga

e l’amor del mio sfuggire
al fallimento delle illusioni

torpori fatui
nei quali credevo di vivere

e dentro cui
non è giusto morire
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Scusate…posso… Cesare Moceo

Momenti di poesia. Scusate…posso… Cesare Moceo

53591933_1934792916646612_891009081727254528_n

Scusate…posso…

Illusorie consolazioni
costrette in un’unico soffio

divengono Verità
al continuo pensarle

Cammino
dentro il pormi mille domande

senza fidarmi delle risposte

e la mia anima vola
con il suo sguardo

a spaziare tra i piccoli cirri

che puntellano come nei
il bel cielo azzurro e intrigante

accompagnato
da una lieve brezza

che rinfresca i miei passi
e i miei pensieri

E in questo sentire
arrivano i ricordi

a struggere cosparsi di nostalgie
e di disilluse speranze

mentre le mie labbra

rinsecchite dai silenzi

disegnano involontari
e finti sorrisi

E torna la voglia d’amare
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Antonina Cannici

Momenti di poesia. Scusate… posso… Cesare Moceo

Momenti di poesia. Scusate… posso… Cesare Moceo

53591933_1934792916646612_891009081727254528_n.jpg

Scusate…posso…

Illusorie consolazioni
costrette in un’unico soffio

divengono Verità
al continuo pensarle

Cammino
dentro il pormi mille domande

senza fidarmi delle risposte

e la mia anima vola
con il suo sguardo

a spaziare tra i piccoli cirri

che puntellano come nei
il bel cielo azzurro e intrigante

accompagnato
da una lieve brezza

che rinfresca i miei passi
e i miei pensieri

E in questo sentire
arrivano i ricordi

a struggere cosparsi di nostalgie
e di disilluse speranze

mentre le mie labbra

rinsecchite dai silenzi

disegnano involontari
e finti sorrisi

E torna la voglia d’amare
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Antonina Cannici

Momenti di poesia, di Cesare Moceo

Momenti di poesia, di Cesare Moceo

…in attesa del controllo di Noel…che faccio ?..scrivo…

Cesare Moceo

Tra versi d’uccellini festanti

Miscugli di sensazioni

mai immaginate

provo nel mio desiderare
una diversità di vita

che annulli ciò che mi da contro
nel piacere d’averlo incontro

Di viver finalmente
qualcosa di diverso e di vero

che non resti intorpidito

dalla solita monotonia
d’opachi raggi di vita

o dalla tenue brezza
che annuncia ancor l’inverno

spandendosi maligna

tra gl’inferni delle menti
di chi pensa solo

al suo rozzo e inutile fragore
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Il concerto dei sogni, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Il concerto dei sogni, di Cesare Moceo

Il concerto dei sogni

“E voilà,raccogliamo ciò che abbiamo seminato,ciò che può sembrar semplice e che invece diventa complicato…maledizioni ereditate alla nascita” (Cesare Moceo)

Il concerto dei sogni

Abbandonato al mio vuoto
e usurato dagli anni già scorsi

mi sento ora come un violino
consumato dal tempo

sorpreso a soffrire
la sua voglia di continuar a suonare

E rimango sospeso in quel vuoto
ad ascoltare la mia anima

appesa al filo che la unisce al cuore
e ferma nel suo voler donare amore

a invitarmi ancora a pizzicar le mie corde

a continuare il mio modo di vivere

di parlare alle coscienze
e risvegliarne l’impeto

E rimango qui a sentir dentro

le farfalle allevate con rispetto e passione

ancora la musica di quel desiderio
che batte il suo tempo nel concerto dei sogni
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati
Foto di Cinzia Marsala

Momenti di poesia. Germoglio di rosa, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Germoglio di rosa, di Cesare Moceo

…è nata la prima rosa rossa nel giardino della nostra villetta al Mareluna Village…

53150426_1926939510765286_8770609636916068352_n.jpg

Germoglio di rosa

Come un neo acceso

stai

meraviglia in mezzo al verde

coi tuoi petali rossi
e il tuo occhio lascivo

Foglie aguzze
carezzano il tuo vivere

germoglio di bellezza

cantato dai padri
e dai padri dei padri

Tu regina di vita
nella ragione dei tempi cambiati

a donare al Poeta

insolenze e corbellerie

ispirazioni e poesie
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Il mio spirito bizzarro, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Il mio spirito bizzarro, di Cesare Moceo

Il mio spirito

Il mio spirito bizzarro

Canto il mio dover esser astemio

scuotendo la testa per questo “difetto”
nel naturale incanto di madre natura

E subisco il mio lacrimare
nell’eleganza del mio pianto

per ricordi che il tempo ha già ingiallito

aborti di brindisi e d’allegrie
a darmi grane di storia familiare

nella mia passione di scrivere

e dispetti seminatori di zizzanie

a appiopparmi sulla pelle a chiaro marchio
l’ipotesi surreale e non veritiera

che ciò che potesse mancarmi era la guerra
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Impulsi dispersi nell’innocenza, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Impulsi dispersi nell’innocenza, di Cesare Moceo

Buongiorno a tutti…

Impulsi

Impulsi dispersi nell’innocenza

Mi sento

a volte

come se fossi
la parte malata di chi mi legge

responsabile involontario
dei suoi orgasmi sviliti

e mendicati senza povertà

nei versi ispirati
dal mio imbrunire interiore

inteso come risveglio
di quella luce dell’anima

che ha vissuto i suoi bagliori
nell’astrattezza più astratta

E se anche capissi ancor di più
in ogni sussulto di me

sarebbe solo
uno schiaffo al suo piacere

lasciato impigliato
in rime spontanee senza calore
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati
Foto di Salvo Ciano