A Voi… che verrete dopo di me… io chiedo perdono… di Cesare Moceo

A Voi…che verrete dopo di me…io chiedo perdono… di Cesare Moceo

tumblr_pc5sbuDq2d1xpvivqo1_540

A Voi…che verrete dopo di me…io chiedo perdono…

È finita così

che moriamo un po’ alla volta
ogni giorno

e sembriamo d’avanzare
quando invece la vita recede

E così

queste gocce che fan traboccare
i vasi dell’esistenze

e che son pregne
di tutto quel che prima abbiamo fatto

che abbiamo vissuto

non hanno la colpa della nostra fine

ma son solo il finimento
di quel qualcosa

che noi stessi abbiamo tramato
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

foto tumbir

Momenti di poesia. Il fascino dei versi, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Il fascino dei versi, di Cesare Moceo

DSC_0010 copia.JPG

foto Museo Gambarina Alessandria di Pier Carlo Lava

Il fascino dei versi

Quasi rimpicciolito e appassito
affido ai miei versi e al loro fascino

se mai ne emanano

la sicurezza d’esser cibo per l’anima
e vestiti con cui coprirla

e non solo angosce
che trascinano in antri bui

nei quali sfogare ogni dolore
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

 

Momenti di poesia. Il fascino dei versi, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Il fascino dei versi, di Cesare Moceo

Il fascino dei versi

Quasi rimpicciolito e appassito
affido ai miei versi e al loro fascino

se mai ne emanano

la sicurezza d’esser cibo per l’anima
e vestiti con cui coprirla

e non solo angosce
che trascinano in antri bui

nei quali sfogare ogni dolore
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Impertinenti bocche a ferragosto, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Impertinenti bocche a ferragosto, di Cesare Moceo

Impertinenti bocche a ferragosto

Labbra
schiuse attorno
a alture di seni
consumate dal desiderio
d’assaporarne le cime
Boccioli di passione
a germogliare
tra carezze di baci
e diffonderne
afrodisiaci effluvi
E scendono giù
lungo i declivi
di pelle fiorita di seta
a soffermarsi là
dove l’umida natura le bagna
e regala il gusto del ridere
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. In corsia, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. In corsia, di Cesare Moceo

…scritta 6 anni addietro…all’alba del giorno dell’intervento che ho subito al cuore…(e fra 15 giorni…)

67899244_2179274192198482_1854430483136380928_n

In corsia.

Nel silenzio

sguardi che celano i ricordi

lacrime di dolore
che scivolano su gote tirate

occhi tristi e vispi

proiettati al domani
a emanare paure e dolcezze

a raccontare emozioni
e soffocare il dolore

Sento respiri affannati

persi in gesti vorticosi

e quei fiati

mi sembrano petali di rose fiorite
in cuori impauriti

a affidare la pena a desideri segreti

e alla fede

che placa i venti del male
e alimenta nella mente

percussioni di sogni
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. La mia essenzialità, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. La mia essenzialità, di Cesare Moceo

La mia.jpg

La mia essenzialità

Lascio

che lo scorrere pigro del tempo

renda i miei oggi
pronti per i loro domani

E cerco la mia essenzialità
in questo salmo di volontario augurio

dove esproprio i sentimenti
in favore d’ardori coscienti/incoscienti

che annullano i confini della mia interiorità
con le denunce dei miei bisogni intrinseci

E approfitto del parlar di certe mie “poesie”

per dar occasioni di conoscenza a Voi
della mia alienazione dal mondo

nel convincimento che in fin dei conti

l’essenzialità

non è qualcosa che si può toccar con mano

ma solo percepire col cuore

E inseguo già col fiatone la mia vita
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Presa di coscienza, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Presa di coscienza, di Cesare Moceo

68262354_2177080012417900_3416913678178451456_n

Presa di coscienza

Lacrime diffuse

sparse nel cielo

volano da millenni dalla graticola
su cui si e’ compiuto il Sacrificio

e io con gli occhi rivolti alla storia
cucio le mie tele

abbracciato alla mia passione

per bagnarle di quella Fede

ispirato da quell’antichitá
a darmi speranze e suggestioni

e riconoscere i miei peccati
nel desiderio espresso

di prenderne coscienza
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Recite d’entusiasmi, Cesare Moceo

Momenti di poesia. Recite d’entusiasmi, Cesare Moceo

…riesumata…

67885706_2170417553084146_3849358683783823360_n.jpg

Recite d’entusiasmi

Vivere la vita

con tutti i vuoti da colmare
negli inizi nati già epiloghi

e scorrazzare
in quei deserti senza sole

cercando un’oasi
dove fermarsi a riposare

e abbeverare l’anima
impregnata d’arsura

Distendersi là a guardare la luna

con i suoi fatui bagliori
a delineare sagome di passioni

sensuali e fatiscenti simulacri
adorati per il loro narcisismo e le arroganze

e nella pazienza che prelude al trionfo
imparare ad amare e odiare il Nulla

E non serve dimostrare
la miserabilità di certe critiche
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. La gradevolezza del passato, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. La gradevolezza del passato, di Cesare Moceo

Lì seduta ad ammirare la bellezza che mi circondava…il silenzio innondava i miei pensieri. Cinzia Marsala

67707304_2167499546709280_4054625384291893248_n.jpg

La gradevolezza del passato

Ricordo la mia infanzia
e le cazzate

nelle quale ho vissuto
i miei entusiasmi e le mie speranze

e persino le mie lacrime

Ora mi sforzo
di parlare ancora con voce umana

tra le frenesie
che mi portano ai deliri

nell’incontro con il mio infinito

e l’ascoltarmi con interesse

nel caso avessi da rivolgermi
nuovi pensieri

E faccio da maestro
e da discepolo a me stesso

per germogliare

tutto ció che in me
e’ rimasto tra le radici
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Tenacie e dolcezze senza ideologie, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Tenacie e dolcezze senza ideologie, di Cesare Moceo

Buongiorno a tutti. ..

67894109_2168345639958004_2555476992472383488_n.jpg

Tenacie e dolcezze senza ideologie

Amo i miei giorni
prima scelta del mio vivere

pensando sempre di colmare
gli interessi del “nulla”

con esperienze che fan crescere il dolore

sofferenze della solitudine

paure interiori a far sentire insicuri
nella povertà miserabile dei malesseri

e giù sensi di gratitudine

suoni silenti a far piangere lacrime amare

Nulla potrò contro il destino

quando lui stesso mi dirà di ritirarmi
dagli inchiostri e dalla vita

Mi resta ancor ora il piacere
di non essere più abbastanza giovane

e veder con gli occhi della saggezza

le mie ceneri dentro l’urna
dei miei versi senza eleganza

addobbata di critiche e di misteri

E non contemplate per favore i miei scritti

con la disinvoltura di qualcosa trovata all’angolo di una strada

ma fatene almeno antitodo

contro la tristezza e la malinconia
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Cembalo gonfio di vana gloria ?, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Cembalo gonfio di vana gloria ?, di Cesare Moceo

67946869_2168552499937318_957616078798716928_n.jpg

Cembalo gonfio di vana gloria ?

Non so mai quanto

con i miei versi

riesco a esprimere nè cosa

quando improvvise tormente di buio
si avventano tra i pensieri

Folate d’aria pesta
m’accarezzano la nuca

come fossero gelide manine
dalle dita vitree

occhi assenti

a attraversare con inutili sguardi
la mente immersa in quel buio

E nausee e stanchezze

pervadono i gangli
in attesa d’un’agognata Luce
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. Intense apprensioni, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. Intense apprensioni, di Cesare Moceo

67661041_2163713680421200_3363090002723471360_n.jpg

Intense apprensioni

Mi giro e mi rigiro nei passi a ritroso
sul palcoscenico del presente

e facendo patti con il “piacere”
che m’è caduto addosso

nella recita dell’angheria del tormento

Stai pure con me
a patto che lasci in pace i Miei

dico percosso dai brividi

e costretto dalla dittatura
che la vita che mi ha imposta

Resta tranquillo con me

rimaniamo insieme

fraternamente abbracciati
nella nostra amichevole presa in giro

così che

nel turbinio di questo desiderio

invaso da gelide scosse

nell’aria d’attorno
impregnata di malvagi presagi

io possa amarmi di più e ancora
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. non dipendo da nessuno… di Cesare Moceo

Momenti di poesia. non dipendo da nessuno… di Cesare Moceo

“Parlo con molti,mi diverto con tutti,mi fido di pochi e soprattutto non dipendo da nessuno…”

67758398_2162747347184500_5921175586532753408_n.jpg

Forse…sono anch’io
un disabile psichiatrico

Storie dolenti e drammatiche

segnate da croci sante
e sangue versato

a cui servono domande
che cercano risposte

indignazioni giuste
a ridare dignita’ a se stessi

E si puo’ esser rivoluzionari
senza esser violenti

anche sentendosi moscerini
a combattere pachidermi

nell’avidita’ della cultura

che sgombra l’intelligenza
e arricchisce l’anima

nel suo sentire universale

che diventa

il compagno di viaggio ideale
della propria vita
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. È possibile volare senza far rumore ? di Cesare Moceo

Momenti di poesia. È possibile volare senza far rumore ? di Cesare Moceo

tumblr_mvou54KqSg1r1zra4o1_540.jpg

È possibile volare senza far rumore ?

Mollare gli ormeggi alle emozioni
lasciandole andare alla deriva

tra le buie costellazioni delle notti
a esprimere tutti i rimpianti dell’anima

Sciarpe al collo

superbe e indisponenti
a soffocare nobili sentimenti

calure stagnanti

nella voglia di sostituirle
con veli sacerdotali

a inventare creature da fiabe
e predicare fanciullesche felicità

E ripararsi nella ampie insenature

che la natura ha preparato
lungo le coste frastagliate dei giorni

a celebrare la memoria
dei ricordi adottati dal presente

per aiutarci nel bisogno impellente
d’allargare le mani

e raccogliere e distribuire
le gioie del perdono
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati

Momenti di poesia. La legittimazione dell’odio, di Cesare Moceo

Momenti di poesia. La legittimazione dell’odio, di Cesare Moceo

67450309_2162299950562573_3966513077947465728_n.jpg

La legittimazione dell’odio

Rimango fermo
in certi attimi
con le braccia incrociate
a guardarmi attorno
a fissare interdetto
le fiammelle di vita
che tremolano in segreto
accanto ai miei pensieri
E singhiozzi di commozione
mi prendono il petto
a far arrivare agli occhi
lacrime di miseria
vaga e indistinta
indesiderata eppur ammirata
a legittimarne “l’Essere”
Animato dalle mie
romantiche convinzioni
mi bastan quegli sguardi
per capire che di lì a poco
potrà trionfare l’odio
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati