Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat

Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat

Circolo del Cinema Adelio Ferrero – Alessandria 

STAGIONE 2018-2019

UNA SINGOLARE COMMEDIA – THRILLER AMBIENTATA NEL MONDO DELL’ARTE, IN UN PAESE SOSPESO TRA ILLUSIONE E REALTA’ 

MARTEDI’ 26 marzo 2019, ore 21,15 proiezione del film: 

Il mio capolavoro_Duprat_r

“IL MIO CAPOLAVORO” di Gastòn Duprat

con: introduzione e commento al film di Roberto Lasagna, con DAVIDE MINETTI 

Possono assistere alla proiezione anche i non iscritti . La proiezione unica avverrà come di consueto presso la

MULTISALA KRISTALLI 

Nel corso della serata sarà possibile iscriversi al Circolo del Cinema

(Onde evitare code, si consiglia di presentarsi con qualche anticipo) 

La tessera per la nuova stagione del Circolo del Cinema costa euro 12,00 Continua a leggere “Una singolare commedia – thriller — “Il mio capolavoro” di Gastòn Duprat”

Deus absconditus: alla Biblioteca Canna rappresentazioni dell’incorporeità nel cinema

Deus absconditus: alla Biblioteca Canna rappresentazioni dell’incorporeità nel cinema

Casale Monferrato: Il cinema, sin dagli albori della sua storia, ha affrontato in modo più o meno diretto temi legati alla spiritualità. “L’anima è assetata di armonia, mentre la vita è disarmonica. In questa non rispondenza è racchiuso lo stimolo del movimento, la sorgente della nostra sofferenza e a un tempo della nostra speranza, la conferma della nostra profondità e delle nostre facoltà spirituali”.

Sono parole di Andrej Tarkovskij, il grande regista russo che a questi concetti ispirò la sua produzione filmica, cifra interpretativa per molti registi che hanno reso grande il cinema dall’avvento del sonoro in poi, misurandosi con la sfida di rappresentare l’incorporeità del trascendente o di cogliere la dimensione spirituale della corporeità.

Per indagare questo tema la Biblioteca Civica “Giovanni Canna” propone un ciclo di cinque incontri dal titolo “Deus absconditus. Rappresentazioni dell’incorporeità nella storia del cinema” coordinati da Simone Spoladori, critico cinematografico e conduttore di trasmissioni radiofoniche dedicate al cinema sull’emittente Radio24

Il percorso proposto – dopo un incontro introduttivo dedicato a ripercorrere quali strategie enunciative permettano di dire ciò che non può essere detto e di “vedere” quel che non ha immagine – si concentrerà su quattro importanti autori che hanno messo al centro della loro poetica questi temi e queste suggestioni. Tutti gli incontri si avvarranno di un ampio materiale documentario di immagini e “citazioni” cinematografiche. Continua a leggere “Deus absconditus: alla Biblioteca Canna rappresentazioni dell’incorporeità nel cinema”

Il primo film con le musiche del duo Battisti-Mogol, di Lia Tommi

Arriva al cinema il 14 febbraio, con la regia di Marco Danieli, «Un’Avventura»: il primo film con le musiche del duo Battisti-Mogol.

” Un’Avventura” è la storia di un amore senza tempo, capace di dipanarsi su un intero ventennio, sopravvivendo a tutto. Anche al richiamo della rivoluzione sessantottina. Protagonisti della pellicola, diretta da Marco Danieli e con le coreografie di Luca Tommassini, sono Laura Chiatti e Michele Riondino : interpretano Francesca e Matteo, due innamorati della piccola provincia italiana. Altre storie, alle spalle, non ne hanno.

Francesca e Matteo sono stati l’una il primo amore dell’altro.

Ma, quando il vento del cambiamento, l’aria della rivoluzione, comincia a spirare, il loro legame viene spazzato via. Francesca parte per Londra, certa che oltre la Manica possa celarsi la ragione del successo. Matteo resta nel suo piccolo paese, dedito, tutto, alla propria musica. Vuole diventare un artista e quel sogno pazzo non lo molla nemmeno quando Francesca, dopo cinque anni di vagabondaggi, torna a casa. La fiamma tra i due si riaccende, e il film, con le coreografie di Luca Tommassini e le musiche dell’immenso duo Battisti-Mogol, si sposta a Roma.

È nella Capitale che Francesca e Matteo sperano, ciascuno, di vedere esauditi i propri desideri, coronando allo stesso tempo un amore lungo vent’anni.

“Un’Avventura” , prodotto dalla Lucky Red con Rai Cinema e Fabula re, è un film delle prime volte. La Chiatti e Riondino, che cantano e ballano già nel trailer, non si erano mai cimentati con un musical. E mai qualcuno aveva pensato di mettere per immagini le più belle canzoni di Battisti, tra cui “Un’Avventura”, portata unica e sola al Festival di Sanremo, compie quest’anno i suoi primi cinquant’anni.

“Rice to love”: per scoprire cosa sta succedendo realmente in Birmania

“Rice to love”: per scoprire cosa sta succedendo realmente in Birmania

Coldiretti: Interessi politici ed economici che hanno portato all’accusa di “genocidio intenzionale”

 Anteprima nazionale per il documentario che denuncia diseguaglianze e soprusi

RICE-TO-LOVE_layout-locandina_16-gennaio-2019_def.jpg

Sarà numerosa la partecipazione di Coldiretti Alessandria mercoledì 16 gennaio 2019 alle ore 20,30 al cinema Massimo, in via Verdi 18 a Torino, all’anteprima nazionale del documentario “Rice to Love” del regista Stefano Rogliatti, nato da un’idea di Coldiretti Piemonte.

Cosa sta succedendo realmente in Birmania?

“In Europa le importazioni di riso dalla Birmania, dal 2016 al 2018, sono aumentate oltre l’800 percento. Si tratta, però, di un riso che proviene da soprusi, violenze e sofferenze generate da interessi politici ed economici delle multinazionali – afferma  Mauro Bianco Presidente di Coldiretti Alessandria -.  Da qui il desiderio di indagare e scoprire cosa stia avvenendo veramente in Birmania. Dal giusto mix tra la nostra curiosità e l’abilità del regista Stefano Rogliatti è nato Rice to Love, un filmato unico nel suo genere che denuncia la realtà dei Paesi che fanno concorrenza sleale al nostro riso italiano”. Continua a leggere ““Rice to love”: per scoprire cosa sta succedendo realmente in Birmania”

Chi sono gli audiodescrittori? intervista ad Alessandra Novelli, a cura di Valter Scarfia

 

Già ho trattato l’argomento audiodescrizione in un precedente articolo del blog, inserendo anche un video sul canale youtube per darne una breve dimostrazione, ma vorrei approfondire l’argomento. Ho avuto la fortuna di incontrare Alessandra che si definisce appunto una audiodescrittrice:

D: cosa fa un audiodescrittore e quale è stato il percorso per diventarlo.
R: Caro Valter, intanto ti ringrazio per l’interesse e per il tuo impegno nel voler diffondere anche quest’aspetto dell’accessibilità su cui si sta cercando di lavorare molto. Da qualche tempo, appunto, mi occupo di audiodescrizioni. Tuttavia, ammetto che mi fa ancora specie definirmi “audiodescrittrice” perché ogni prodotto ti pone davanti a sfide nuove e in questo lavoro non si finisce mai di imparare.

Volendo provare a riassumere in poche parole cosa fa un audiodescrittore, direi che si occupa di rendere accessibile dei contenuti alle persone cieche e ipovedenti. Ho parlato di “contenuti” in modo generico perché esistono diversi tipi di audiodescrizione: quella filmica, quella museale, quella teatrale… L’obiettivo primario di questa disciplina, di questa tecnica, è appunto quello di tradurre le immagini in parole. Come dice Joel Snyder, uno dei massimi esperti nel settore, “the visual is made verbal”. Io nello specifico per ora ho lavorato su alcuni prodotti televisivi seriali e su un lungometraggio. In ambito audiovisivo, l’audiodescrizione è una traccia vocale che si aggiunge al prodotto originale, che descrive la scena in atto inserendosi nelle pause tra i dialoghi e i rumori significativi. Continua a leggere “Chi sono gli audiodescrittori? intervista ad Alessandra Novelli, a cura di Valter Scarfia”

“VANGOG SULLA SOGLIA DELL’ETERNITA'”: COSA MI PORTO A CASA, di Valter Scarfia

Mi è sempre piaciuto andare al cinema, piuttosto che vedere un film a casa: ti muovi per andarci, non sei solo e ti costringi su una poltrona concentrato per non perdere niente del film; mentre a casa: ti cerchi qualcosa da mangiare, ti distrai con l’iphone, dormi, ricevi chiamate o messaggi, e potrei continuare ancora.

Questo pomeriggio sono andato quindi a vedere “Vangog sulla soglia dell’eternità” e da molte cose sono stato colpito.
Intanto l’estrema serietà con la quale Vangog ha vissuto l’arte: quasi una religione, una necessità, la ricerca di dare conforto agli esseri umani, la particolare ed unica visione che ciascuno ha di ogni cosa. Vedere le cose con occhi diversi: quanto siamo miseri noi mentre controlliamo le visualizzazioni, i like delle cosucce che scriviamo e soffriamo se non siamo apprezzati! Vangog è morto povero, non ha sorriso molto ma molto ha amato: suo fratello dal quale era riamato, Gogain col quale dissentiva su molte cose ma per il quale è stato capace di compiere un gesto folle, come il taglio dell’orecchio. E poi ancora la precisa sensazione di spendersi per il futuro, di seminare sapendo che non avrebbe visto il raccolto: anche qui, che campioni di impazienza siamo noi!
Noi ci aggiriamo nei musei, cerchiamo i quadri che non comperiamo perchè non abbiamo soldi, leggiamo critiche letterarie e ignioriamo la vera domanda. Non se e quanto ci piace un quadro, una sinfonia; ma quanto questo quadro, questa sinfonia ci cambiano la vita, quanto ci scavano dentro, quanto è centrale o marginale l’arte nella nostra esistenza!
Dunque mi propongo di non lasciarmi sviare da commenti sarcastici o malevoli, di seguire l’istinto creativo anche nel caso non sia compreso. Credo che Vangog fosse stato felice solo mentre dipingeva velocemente e furiosamente e quindi, se una azione ci può dare felicità, serenità, perchè lasciarsi manipolare dalle opinioni degli altri anche se in buona fede. L’ultima cosa che mi ha colpito è il fatto che nei suoi ultimi 80 giorni di quiete, ha prodotto ben 75 quadri. Davvero stupefacente!

Santiago Italia, di Cristina Saracano

Da oggi, 3 gennaio, fino a martedì 8, è in programma al cinema Macalle’ di Castelceriolo, via Marsala 22, il film “Santiago Italia.”

Ultima fatica di Nanni Moretti, narra la storia di molti persone che, ribellatesi al regime di Pinochet, instaurato in Cile con un colpo di stato nel 1973, vennero aiutate dagli italiani.

In particolare fu fondamentale il ruolo dell’ambasciata italiana, e, successivamente, molti cileni, poterono raggiungere il nostro paese e trascorrere un’esistenza più libera.

Il film sarà proiettato tutte le sere alle 21, sabato alle 18,30 e alle 21, domenica alle 16,30, 18,30 e 21.

Il ritorno della “Tata”, di Cristina Saracano

Record di incassi per il week end di Natale per il remake di “Mary Poppins”, la storica tata, interpretata da Emily Blunt, ha registrato di 3,2 milioni.

Secondo posto per l’ironica befana nella simpatica versione di Paola Cortellesi con 2,7 milioni.

Terza classificata la storia del rock e della vita dell’indimenticabile Freddy Mercury, con “Bohemian Rapsody”, 1,9 milioni nel fine settimana natalizio, ma che rimane, comunque, il film più visto dell’anno.

Rileggendo Assassinio sull’Orient-Express

 

assassinio-orient-express

di: https://unreliablehero.wordpress.com

dicembre 6, 2017

Com’è strano rincontrare qualcuno dopo dieci anni, anche se quel “qualcuno” è un libro. Quando ho preso in mano per la prima volta Assassinio sull’Orient-Express di Agatha Christie ero ancora una teenager, con in camera una mensola sul punto di cedere sotto il peso di troppe edizioni economiche dei suoi gialli. Rileggendo questo capolavoro mi sono resa conto di quanto, in questo decennio, i miei ricordi si siano falsati, sovrapponendo all’originale impressioni tratte dai suoi adattamenti televisivi.
Tanto per cominciare, il treno che fa da sfondo agli avvenimenti narrati non è il leggendario espresso, ma un suo “cugino” meno noto, il Simplon Orient-Express:

Aperto più agli avventurieri che ai re d’un tempo. (…) La lacunosità voluta nel titolo di una storia gialla in cui tutti i particolari dovrebbero essere esatti tende a conservare in qualche modo l’aggancio con il mito per conferire diversa enfasi ai gesti e agli atteggiamenti dei vari personaggi (…) Hercule Poirot si muove (…) con la consueta sicumera e la consueta infallibilità, senza il minimo impaccio internazionale. Dopotutto, il mitico Orient-Express nacque dall’idea di un ingegnere belga e dall’impegno di un re belga. Ed Hercule Poirot è un investigatore belga. (Oreste del Buono). Continua a leggere “Rileggendo Assassinio sull’Orient-Express”

Non è mai troppo tardi per essere quello che vuoi essere

Succedeva il 7 dicembre 2017…

medicina-online-the-curious-case-of-benjamin-button-il-curioso-caso-di-benjamin-button-2008-david-fincher-bradd-pitt-cate-blanchett-wallpaper-film-frame-image-hd-photo-picture-love-scene

Da MedicinaOnLine

“…non è mai troppo tardi, o nel mio caso troppo presto, per essere quello che vuoi essere. Non c’è limite di tempo, comincia quando vuoi, puoi cambiare o rimanere come sei, non esiste una regola in questo. Possiamo vivere ogni cosa al meglio o al peggio, spero che tu viva tutto al meglio, spero che tu possa vedere cose sorprendenti, spero che tu possa avere emozioni sempre nuove, spero che tu possa incontrare gente con punti di vista diversi, spero che tu possa essere orgogliosa della tua vita e se ti accorgi di non esserlo, spero che tu trovi la forza di ricominciare da zero”.

Frase tratta dal film del 2008 “Il curioso caso di Benjamin Button” diretto da David Fincher, interpretato da Brad Pitt e Cate Blanchett; basato su un racconto del 1922 di Francis Scott Fitzgerald e vincitore di tre Premi Oscar per migliore scenografia, miglior trucco e migliori effetti speciali.

Non è mai troppo tardi per essere quello che vuoi essere

Capodanno al Cinema Macallè con “100 anni di Rita” Proiezione di GILDA 

Capodanno al Cinema Macallè con “100 anni di Rita” Proiezione di GILDA 

La chioma rossa, lo sguardo magnetico l’irresistibile sensualità, 100 anni fa nasceva Rita Hayworth una delle più grandi dive della golden age hollywoodiana

CAPODANNO LOCANDINA DEFGILDA1

Indimenticabile Gilda 

Ore 21,00 accoglienza ospiti 

Ore 21,30 Proiezione di GILDA 

Migliori Scene https://youtu.be/V48thPh_d4M

CineBuffet e Brindisi di Mezzanotte Ingresso € 20 

Prenotazioni 334 9488905 / 389 4226172

Trama GILDA Il  giocatore  e baro statunitense  Johnny Farrell (Glenn Ford), viene  assunto dal misterioso connazionale Ballin Mundson (George Macready, dalla vistosa cicatrice sulla guancia), proprietario di una illegale bisca di lusso nella Capitale argentina: diventa presto il suo braccio destro. Al ritorno da un viaggio, Ballin è accompagnato da Gilda, un’altra nordamericana appena sposata. 

L’incontro tra Johnny e Gilda è freddo; i due sembrano conoscersi, ma non lo danno a vedere.

Info 0131 585001 / 334 9488905  

Cinema Macallè – Via Marsala 1/A – Castelceriolo, Alessandria

Io Amo il Macallè ! 

Salvatore Coluccio 

SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio

SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio

Organizzato da La voce della luna – Associazione di cultura cinematografica e umanistica e Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria

Venerdì 21 dicembre 2018 alle ore 21:00 Associazione Cultura e Sviluppo Alessandria Piazza F. De André, 76, Alessandria.

short

Dettagli

Dal 2010 il giorno più breve dell’anno, il 21 dicembre, è stato consacrato giorno internazionale del cortometraggio. In più di cinquanta Paesi si celebra la ricorrenza programmando corti in sala, in televisione o in eventi specifici. Il successo dell’iniziativa rende lo Short Film Day una vetrina ideale per le opere brevi che, durante l’anno, difficilmente escono dal circuito festivaliero.

Il Centro Nazionale del Cortometraggio ha realizzato un programma di corti italiani recenti che vuole essere una galleria sulla produzione italiana, dedicata al nostro Paese e all’estero. Una formula che permette una larga diffusione del corto italiano nel mondo, con riscontri sempre estremamente positivi. Continua a leggere “SHORT FILM DAY Il Giorno più Corto: la festa del cortometraggio”

Cinema Macallé – Alessandria, Castelceriolo: Programma dal 19 al 31 Dicembre

Cinema Macallé – Alessandria, Castelceriolo: Programma dal 19 al 31 Dicembre

Programma dal 19 al 31 Dicembre 2018 Cinema Macallé –  Alessandria, Castelceriolo Info 334 9488905

► mercoledì 19 dicembre RIPOSO   

► giovedì 20 dicembre RIPOSO     

► venerdì 21 dicembre 

cin LA DONNA ELETTRICA POSTER

LA DONNA ELETTRICA ore 21.00 – Ingresso € 5

cin LONTANO DA QUI POSTER

► sabato 22 dicembre 

LONTANO DA QUI ore 18.30 – Ingresso € 5  Continua a leggere “Cinema Macallé – Alessandria, Castelceriolo: Programma dal 19 al 31 Dicembre”

Domenica 16 Dicembre 2018 Primo Appuntamento con Matinée Macallé

Domenica 16 Dicembre 2018 Primo Appuntamento con Matinée Macallé

Salvatore Coluccio

Il Cinema Macallè propone un nuovo appuntamento per il suo affezionato pubblico: cinema la domenica mattina, una parentesi da ritagliarsi nella giornata festiva, dedicata alla visione di Classici della Storia del Cinema. 

 

Da domenica 16 Dicembre il Macallè attende i propri sostenitori alle ore 10.30 per condividere la passione della sala cinematografica.  

Domenica 16 Dicembre 2018 Matinée Macallé  Ore 10,30 – Ingresso € 5

SUSANNA! (Bringing Up Baby) un film di Howard Hawks con Katharine Hepburn e Cary Grant

Trailer https://youtu.be/2r7ksjLnN28  INFO  e PRENOTAZIONI al 334 9488905  

SUSANNA! TRAMA Uno svagato paleontologo sta per sposarsi, ma quello che gli preme di più è di ottenere un osso che gli permetterebbe di completare il gigantesco scheletro di un dinosauro. Durante una partita di golf lo scienziato conosce una testarda ma adorabile ereditiera che s’innamora di lui e, per conquistarlo, lo trascina in una girandola d’equivoci in cui avranno una grande responsabilità un fox terrier che si ruba il prezioso osso finalmente arrivato e una coppia di leopardi perfettamente identici, uno mansueto e l’altro ferocissimo. Alla fine, naturalmente, la ragazza conquista lo scienziato, però baciandolo fa andare in pezzi lo scheletro.

Info 0131 585001 / 334 9488905  Cinema Macallè – Via Marsala 1/A – Castelceriolo, Alessandria. Io Amo il Macallè !  

Programma Proiezioni al Cinema Macallè, dal 14 al 18 Dicembre a Castelceriolo   

Programma Proiezioni al Cinema Macallè  Dal 14 al 18 Dicembre   

Salvatore Coluccio NewsLetterMacallè, buongiorno sostenitori del  Cinema Macallè . Questa Settimana arriva LONTANO DA QUI

Schermata 2018-12-12 a 13.20.25

Jimmy e Lisa: un bambino prodigio e la sua maestra. Una donna disposta a qualsiasi sacrificio per difendere il talento del suo piccolo alunno. 

Miglior Regia al Sundance Festival con Maggie Gyllenhaal e Gael Garcia Bernal. 

Dal 14 al 18 Dicembre – Web https://www.officineubu.com/film/lontano-da-qui/

Domenica 16 Dicembre 2018 Primo Appuntamento con Matinée Macallé

Ore 10,30 Susanna! (Bringing Up Baby) un film di Howard Hawks con Katharine Hepburn e Cary Grant

Trailer https://youtu.be/2r7ksjLnN28

PRENOTA AL 334 9488905  oppure scrivi Qui  

Programma Proiezione Dal 14 al 18 Dicembre   

Venerdì 14 Dicembre ore 21.00 LONTANO DA QUI – Ingresso € 5

Sabato 15 Dicembre  ore 18.30 e ore 21.00 LONTANO DA QUI – Ingresso € 5

Domenica 16 Dicembre Matinée Macallé Ore 10,30 SUSANNA! con Katharine Hepburn e Cary Grant – Ingresso € 5 Continua a leggere “Programma Proiezioni al Cinema Macallè, dal 14 al 18 Dicembre a Castelceriolo   “